Cerca

Come scegliere un Nome di Dominio per il tuo Blog

La scelta di un nome di dominio non è qualcosa che puoi prendere alla leggera. Al giorno d’oggi, un nome di dominio è importante quanto un nome commerciale e, idealmente, sono gli stessi.

In questa guida, ti guideremo negli alti e bassi della scelta del nome di dominio perfetto.

In totale, ci sono 20 suggerimenti per assicurarti di uscire dall’altra parte con un nome di dominio di cui sei orgoglioso: uno accattivante, memorabile e pertinente per la tua attività.

Iniziamo!

Contenuti

Cos’è un nome di dominio?

Un nome di dominio è l’indirizzo del tuo sito Web che le persone digitano nella barra degli URL del browser per visitare il tuo sito.

Nel nostro caso è bloggingwizard.com .

Senza un nome di dominio, le persone non sarebbero in grado di trovarti.

Notare come il nome di dominio è composto da due parti. Leggendo da destra a sinistra , puoi vedere:

  1. Il dominio di primo livello (TLD) è l’estensione, ad esempio .COM
  2. Il dominio di secondo livello (SLD) è l’identità del tuo sito, ad esempio bloggingwizard
Parti di dominio di primo livello e di secondo livello

Il TLD è essenziale per il funzionamento di un dominio ed è possibile scegliere tra centinaia di estensioni diverse.

domini di primo livello (TLD) originali sono: .com .net .org .int .gov .edu .milecc.

Ci sono poi domini di primo livello (ccTLD) con prefisso internazionale , tra cui: .au(Australia) .de(Germania) .fr(Francia) .in(India) .jp(Giappone) .ph(Filippine) .uk(Regno Unito) ecc.

E dal 2011 abbiamo un carico di domini di primo livello (gTLD) più generici , tra cui: .tech .shop .biz .club .live .photography .music .cards .bike .agency .city .digitalecc.

Anche se, come puoi vedere in questa tabella , .COM è di gran lunga il TLD più popolare:

Statistiche di utilizzo dei domini di primo livello

Lo SLD è dove puoi scegliere quasi qualsiasi nome tu voglia, purché non sia già stato registrato da qualcun altro, per andare davanti all’estensione del dominio.

Quindi diamo un’occhiata a come procedi scegliendo e registrando il tuo nome di dominio.

20 suggerimenti per la scelta del nome di dominio

In questa sezione successiva ti guideremo attraverso il processo di scelta del tuo nome di dominio.

Abbiamo suddiviso il processo in quattro passaggi:

  1. Aspetti da considerare prima di scegliere il nome del dominio
  2. Come creare un nome di dominio personalizzabile
  3. Cose da verificare con il tuo nome di dominio
  4. Come scegliere la migliore estensione di dominio

Nota: i consigli seguenti si basano sull’acquisto di un nuovo nome di dominio anziché di un nome di dominio parcheggiato o esistente. Tuttavia, molti dei consigli che seguono saranno comunque validi.

Passaggio 1: aspetti da considerare prima di scegliere il nome del dominio

# 1 – Dovrei usare il mio nome?

Se il tuo sito web riguarda te stesso, un blog personale o il tuo sito Web aziendale, ha senso prendere in considerazione l’utilizzo del tuo nome.

Ad esempio, considera i miei colleghi copywriter Amy Boylan e André Spiteri:

Entrambe le opzioni funzionano. Ma uno dei principali vantaggi dell’utilizzo di un marchio è che è più flessibile. Ad esempio, supponiamo che André abbia deciso di espandere la sua attività e gestire un’agenzia di copywriting, quindi Maverick Words potrebbe ancora essere utilizzato.

# 2 – Devo usare un dominio di parole chiave o un dominio con marchio?

Un dominio di parole chiave è un nome di dominio con parole chiave al suo interno, come BuyGuitars.com.

Un dominio con marchio è un nome di dominio senza le parole chiave al suo interno, come Apple.com.

Alcuni anni fa, era considerato utile dal punto di vista SEO, scegliere un dominio di parole chiave in modo da poter classificare il tuo sito Web più velocemente e più in alto.

Al giorno d’oggi, non è così, come ha spiegato John Mueller di Google , e il consenso è che un dominio con marchio funziona meglio.

Anche se non deve essere così oscuro come Apple.com.

# 3 – Dovrei usare un nome di dominio generico o specifico? 

Dipende. Questo è difficile perché nessuno sa cosa riserva il futuro.

Da un lato, è bene scegliere un nome di dominio che descriva il tuo marchio. D’altra parte, non vuoi diventare troppo specifico nel caso in cui desideri offrire più servizi o prodotti in futuro.

Ad esempio, se offri servizi SEO e scegli StarSEOServices.com, cosa succede se vuoi offrire più servizi di marketing digitale in futuro?

Quindi, se possibile, concediti un po ‘di spazio di manovra nel caso tu voglia cambiare. Considera sempre il lungo termine.

Passaggio 2: creazione di un nome di dominio personalizzabile

In questa sezione, scoprirai come trarre ispirazione e creare il tuo nome di dominio brandable. In questa fase, è meglio inventare una manciata di idee potenziali.

# 4 – Scegli un nome breve

I nomi brevi funzionano meglio per diversi motivi. Per cominciare, sono facili da ricordare, scrivere e scrivere.

Devi solo pensare ai siti più popolari come Google, Bing, Yahoo, Amazon, Apple, per capire che ci deve essere una ragione logica per scegliere un nome di dominio breve.

Tuttavia, potrebbe essere difficile trovare un nome di una parola a meno che non si crei una nuova parola. (Ne parleremo più avanti.)

# 5 – Rendilo accattivante e memorabile

Le combinazioni di due parole funzionano particolarmente bene. Ecco alcuni esempi:

Penso che questo si riduca al ritmo quando pronunci il nome. Prova a dire alcuni ad alta voce e vedrai cosa intendo. E poiché suona bene, si attacca. È accattivante e memorabile.

# 6 – Controlla i tuoi concorrenti

Vale sempre la pena controllare quale tipo di nome stanno usando i tuoi concorrenti. Se esamini una nicchia o un settore, vedrai che spesso seguono schemi.

Ad esempio, nel settore tecnologico, ci sono TechRadar e TechCrunch . E nella nicchia per la cura della barba troverai Beardbrand e Beardoholic .

Nota: hai notato che quegli esempi sembrano essere combinazioni di due parole?

# 7 – Brainstorm

Ora stai entrando nel flusso, è tempo di prendere carta e penna e iniziare a scrivere alcune idee. Non pensare troppo o troppo a lungo, basta scrivere qualcosa. Scegli le parole relative alla tua nicchia, prodotti, servizi. O semplicemente truccare una parola.

Prova a scrivere dieci parole sulla carta. E se lo desideri, chiedi anche ai tuoi amici e familiari di dare alcune idee.

# 8 – Prova le formule di denominazione

Nel corso degli anni, Adam ha gestito alcuni siti Web con alcuni nomi importanti.

Quindi come fa?

Quando crea un nome di dominio, usa la sua formula magica:

nome blog = [argomento o gruppo di destinatari] + [obiettivo finale o trasformazione]

Ad esempio, ecco come ha applicato la formula al suo ultimo sito:

Sovraccarico della canalizzazione = [canalizzazioni di marketing] + [creazione ed esecuzione]

Prova e vedi se puoi usare la formula per il tuo nome di dominio.

# 9 – Crea nuove parole

A volte sembra che siano stati presi tutti i migliori nomi. Ma non disperare. Puoi flettere i tuoi muscoli creativi e creare nuove parole. Questo è ciò che hanno fatto marchi noti come Google, Bing e Yahoo, quindi perché non puoi?

Se vuoi un piccolo aiuto per inventare le parole, prova a usare Wordoid .

Lo strumento ha alcuni parametri di input sul lato sinistro in cui selezioni Lingua, Qualità, Modello, Lunghezza e Dominio e genera idee.

Ad esempio, ecco alcuni suggerimenti per wordoid di alta qualità in inglese, che non sono più lunghi di 10 lettere:

wordoid

Un’alternativa a Wordoid è Panabee . Inserisci qui un paio di parole, come “leccate di chitarra”, e Panabee genera un sacco di suggerimenti derivati ​​da fonemi, sillabe, abbreviazioni, suffissi, prefissi e tendenze di dominio popolari:

panabee 1

Panabee elenca anche termini correlati per ciascun argomento, che possono darti idee a cui non avevi pensato, oltre a verificare la disponibilità di domini, nomi di app e profili di social media:

panabee 2

# 10 – Unisci parole

Unire due parole per formare una nuova parola è un altro modo di creare una parola unica. La tecnica si chiama portmanteau e l’idea è di fondere suoni e significati di due parole. Per esempio:

  • Alcopop, da alcool e pop
  • blog, dal web e dal registro
  • freemium, da libero e premium

# 11 – Usa un generatore di nomi di dominio

Se hai ancora bisogno di ispirazione, perché non provare un generatore di nomi di dominio? Tutti questi strumenti funzionano in modo simile quando si inserisce un argomento e si ottiene un elenco di idee per i nomi di dominio. Ecco cosa ognuno ha generato per l’argomento “calcio”:

ricerca nel dominio snello
Generatore di nomi shopify

Passaggio 3: cose da verificare con il tuo potenziale nome di dominio 

Ormai, avresti dovuto trovare alcune idee per il tuo nome di dominio. Ma prima di andare oltre e iniziare a registrare i nomi, vale la pena controllare alcune cose.

# 12 – Evitare l’uso di trattini e numeri

Idealmente, vuoi evitare di usare trattini e numeri nel tuo nome di dominio. I numeri sembrano un po ‘di formaggio – ad esempio, slidewardrobes4u.com . E i trattini (o i trattini) non sembrano neanche così belli – ad es. 123-reg.co.uk , inoltre c’è la possibilità che gli utenti li dimentichino e inseriscano invece 123reg.co.uk .

# 13 – Assicurati che appaia bene

Un altro controllo è assicurarsi che il tuo nome di dominio non comporti altre parole inavvertitamente. Ad esempio, il marchio Who Representents andava bene fino a quando le parole si univano per formare il nome di dominio Whorepresents.com. È uno dei tanti casi imbarazzanti .

# 14 – Assicurati che sia facile da scrivere

Seguendo il tema del bell’aspetto, cerca di evitare di usare le doppie lettere nel tuo nome di dominio, che potresti ottenere quando unisci due parole, come Magi cc ats.com. Ancora una volta, c’è la possibilità che gli utenti dimenticheranno che ci sono due lettere uguali e digitano male il nome.

# 15 – Assicurati che sia facile pronunciare e scrivere

Oltre a digitare, devi anche assicurarti che il tuo nome di dominio sia facile da pronunciare. Quando il tuo sito web si presenta durante una conversazione, le persone dovrebbero intuitivamente sapere come dire e sillabare il nome.

Nota: ho fatto questo errore con il mio primo sito Web Byte of Data e ho dovuto continuamente assicurarmi che le persone usassero Byte anziché Bite.

# 16 – Assicurati che il nome sia disponibile sui social media

Se le tue idee per i nomi di dominio sono ancora belle, allora è un buon momento per vedere se sono disponibili su tutti i social network. Come parte del tuo marchio generale, ha senso mantenere lo stesso social media del tuo nome di dominio, in modo che le persone acquisiscano familiarità con esso e sappiano come trovarti su ciascun canale.

# 17 – Evita problemi di copyright e marchi

L’ultima cosa di cui hai bisogno è una causa per violazione del copyright o del marchio, quindi assicurati di controllare il tuo potenziale nome di dominio su questi siti Web governativi: US Copyright Office e US Pate t e Trademark Office .

Inoltre, non essere tentato di provare a utilizzare un marchio ben consolidato su un gTLD meno conosciuto, come Facebook.agency, perché la società molto probabilmente ti sfiderà e combatterai una battaglia persa.

Passaggio 4: utilizzare la migliore estensione del nome di dominio

Il passaggio finale, una volta che sei soddisfatto delle idee del tuo nome di dominio, è trovare la migliore estensione di dominio.

# 18 – Scegli prima “.com”

Come abbiamo visto in precedenza, .COM è di gran lunga l’estensione di dominio più popolare e gli utenti digitano in modo intuitivo .com quando accedono a un sito Web nel browser.

È l’estensione di dominio più consolidata e più affidabile. Quindi, se è disponibile, scegli sempre l’estensione .com.

Se non è disponibile, potresti prendere in considerazione l’utilizzo di un altro TLD, come .NET o .ORG. Ma affronti la prospettiva di perdere traffico al sito .COM esistente. Ad esempio, davidhartshorne.com è il sito Web di un artista voice-over statunitense. Immagina la confusione e il potenziale traffico perso se avessi deciso di andare con davidhartshorne.net. (Inoltre, credimi, le persone scrivono sempre in modo errato il mio nome!)

# 19 – Scegli il tuo ccTLD

A seconda della tua attività, potrebbe essere più sensato scegliere il dominio di primo livello (ccTLD) del tuo codice Paese. Ad esempio, se gestisci un ristorante francese a Parigi, che serve cibo tradizionale francese, allora il .FT ccTLD potrebbe essere più appropriato.

# 20 – Considera altre estensioni di dominio

Ora ci sono centinaia di estensioni di dominio tra cui scegliere, quindi puoi prendere in considerazione la scelta di uno dei nuovi gTLD. Ad esempio, l’estensione .io è molto popolare tra le startup tecnologiche e SaaS, come  parlor.io . Ma il nostro consiglio è ancora di scegliere .com ogni volta che è possibile.

Come acquistare il tuo nome di dominio

Con tutto spuntato dalla sezione precedente, è tempo di acquistare il tuo nome di dominio.

Assicurati di acquistare il tuo dominio da una società di registrazione di dominio affidabile registrata con ICANN (Internet Corporation per nomi e numeri assegnati).

Ci sono molti posti dove comprare il tuo nome di dominio, ma ti consigliamo Namecheap .

Nota: molti host web offrono anche domini, a volte raggruppati come parte di un pacchetto del primo anno. Ma per sicurezza e convenienza, ti consigliamo di acquistare il tuo nome di dominio separatamente.

Verificare la disponibilità

Vai su Namecheap e inserisci il dominio che desideri. Se .COM è disponibile, è possibile registrarlo immediatamente. In caso contrario, vedrai un elenco di tutti i gTLD alternativi.

Controlla la disponibilità del nome di dominio

Valuta anche l’acquisto delle altre estensioni

Puoi prendere in considerazione l’acquisto di altre estensioni TLD, nonché di .COM, per evitare che chiunque crei un sito concorrente o usi impropriamente il tuo marchio.

Prendi in considerazione l’acquisto degli errori di ortografia

Alcune persone acquistano anche i possibili errori di ortografia del proprio nome di dominio e impostano un reindirizzamento sul sito corretto. Questo è esattamente ciò che Flickr.com ha fatto quando ha acquistato Flicker.com .

Imposta i tuoi domini per il rinnovo automatico

Di solito registri il tuo nome di dominio per 12 mesi. Verso la fine di quel periodo, dovresti ricevere un’email che ti ricorda di rinnovare il tuo dominio prima che qualcun altro entri in contatto e “rubi” da te. Ma con Namecheap, puoi impostare il nome del tuo dominio in modo che si rinnovi automaticamente, quindi non c’è possibilità che ti dimentichi.

Registra le maniglie dei social media corrispondenti

Ora che hai acquistato il tuo nuovo nome di dominio, non dimenticare di registrare le stesse maniglie dei social media per completare il pacchetto di branding.

Pensieri finali

Il tuo nome di dominio deve fare una buona prima impressione e durare a lungo. È parte integrante del tuo marchio che non può essere presa alla leggera.

Prenditi il ​​tuo tempo per esaminare tutti i suggerimenti sopra riportati per aiutarti a scegliere un nome di dominio di cui sei orgoglioso. Uno che è accattivante, memorabile e pertinente.

Open

info@ibdi.it

Close