Cerca

Come migliorare la struttura del tuo sito web per aumentare i tuoi profitti

Molti siti Web hanno una struttura confusa. I contenuti sono spesso collegati in modo casuale e il viaggio dell’utente è pieno di vicoli ciechi e strani percorsi. Questo può essere frustrante per i tuoi visitatori e difficile da indicizzare per Google.

Oggi ti guiderò attraverso una strategia per migliorare la struttura del tuo sito web, che può aiutarti a migliorare le tue classifiche di ricerca e aumentare le entrate dallo stesso numero di visitatori. Se vuoi davvero far crescere la tua attività, continua a leggere!

Un’introduzione al flusso degli utenti e alla struttura del sito

Il flusso degli utenti e la struttura del sito web sono strettamente correlati tra loro.

La struttura del tuo sito web è come la pianta architettonica di un edificio. Fornisce una panoramica di come i tuoi post e le tue pagine sono collegati insieme. Inoltre, tiene conto dei collegamenti inseriti nel menu. Quando Google indicizza un sito, segue questi link per creare una mappa del tuo sito.

Il grafico animato sotto mostra una semplice struttura del sito web. Puoi vedere come la struttura del tuo sito può supportare la tua strategia SEO applicando un concetto noto come cluster di contenuti . Questo è qualcosa che tratterò un po ‘più in profondità più avanti.

Architettura del sito e SEO

Il flusso degli utenti, d’altra parte, riguarda il modo in cui le persone si muovono nel tuo sito. La struttura del tuo sito web giocherà un ruolo enorme in questo. Entrano in gioco anche altri fattori come il modo in cui segnali quei link e la qualità dei tuoi contenuti.

Approfondisci: come (e perché) creare una struttura di contenuti efficace per un posizionamento migliore

3 elementi chiave del tuo sito web

Sfortunatamente, la maggior parte dei siti non è così ben organizzata. Invece, sembrano più un filo di lana che è stato attaccato da un gattino. I contenuti spesso non supportano la strategia SEO e le persone che visitano il sito spesso hanno difficoltà ad accedere alle risorse che troverebbero preziose.

Per migliorare la struttura di un sito web, normalmente devi fare una o più delle seguenti cose:

  • Apporta miglioramenti al menu del sito web
  • Cambia come e dove inserisci i link nei post e nelle pagine del tuo blog
  • Esamina i collegamenti nel piè di pagina del sito web

L’ottimizzazione del menu è il modo più semplice per migliorare il flusso degli utenti. Il motivo è piuttosto ovvio : le persone usano il menu per navigare nel tuo sito. Il tuo menu è anche una delle prime cose che Google esegue la scansione quando indicizza una pagina.

Poi c’è il tuo contenuto. Per migliorare il flusso degli utenti, sarà necessario raggruppare insieme i contenuti correlati, quindi ottimizzare la posizione dei collegamenti nel contenuto. Anche se questo richiederà molto tempo, l’ottimizzazione del flusso di utenti attraverso i tuoi contenuti è uno dei modi più efficaci per aumentare le entrate dal tuo sito. Il motivo è che le persone che leggono i tuoi contenuti sono già coinvolte nel tuo sito.

Infine, hai il piè di pagina del sito web. Pensa a questo come un ultimo invito all’azione sul tuo sito. È facile ottimizzare i collegamenti qui e ha un impatto sulla struttura del sito web.

Approfondisci: 9 tecniche SEO efficaci per indirizzare il traffico organico nel 2019

I migliori strumenti per analizzare il tuo sito

Prima di implementare qualsiasi modifica importante alla struttura del tuo sito, dovresti esaminare come le persone utilizzano già il tuo sito. Ci sono due set di strumenti che puoi usare per farlo:

  • Google Analytics per analizzare il flusso degli utenti
  • Strumenti per mappe termiche per analizzare ciò su cui le persone stanno facendo clic

Google Analytics ti consente di monitorare facilmente il flusso degli utenti sul tuo sito web. Devi solo fare clic su Comportamento , quindi Flusso di comportamento per accedere alle informazioni pertinenti:

comportamento FlowI dati forniti sono completi ma, sfortunatamente, possono essere complicati da capire.

Potresti trovare più facile usare un software per mappe di calore  che ti mostri cosa fanno i visitatori sul tuo sito web. Gli strumenti Heatmap sono utili per mostrarti dove le persone fanno clic sul tuo sito. Alcuni strumenti ti forniranno anche registrazioni video di ciò che una persona che visita il tuo sito ha effettivamente fatto.

Puoi utilizzare le informazioni di questi strumenti per identificare i problemi con il flusso degli utenti nel tuo sito e l’esperienza utente. Ad esempio, se la tua frequenza di rimbalzo è elevata, dovresti esaminare il contenuto a cui ti colleghi dalla pagina e gli inviti all’azione che utilizzi. Una mappa termica che rivela fino a che punto le persone scorrono verso il basso una pagina aiuterà a identificare il posto migliore per inserire un invito all’azione.

Approfondisci: 7 errori nell’interfaccia utente e nella UX che ti costano il coinvolgimento

Come ottimizzare il menu del tuo sito web

Il menu del sito web dovrebbe includere collegamenti ai tuoi contenuti più importanti. Per la maggior parte dei siti Web, il menu del sito si collegherà al contenuto di alcuni o tutti i seguenti argomenti:

  • I tuoi principali prodotti o servizi
  • Casi di studio su tali prodotti o servizi
  • Informazioni contestuali sul sito web (sulla pagina, sulla pagina dei contatti, ecc.)

Il numero di link su una homepage è normalmente proporzionale al modo in cui il sito guadagna. Molti siti di e-commerce hanno molti link nel menu. Amazon è un buon esempio:

Struttura del menu ottimale

Avere tutti questi collegamenti aiuta le persone ad accedere rapidamente al contenuto che stanno cercando.

Per altre nicchie, vuoi ridurre il numero di pagine a cui una persona può accedere perché stai cercando di incanalare i visitatori del sito verso un numero limitato di pagine principali. Un esempio di un sito con solo pochi collegamenti principali nel menu è HubSpot :

Hubspot

Due rapidi suggerimenti per ottimizzare il tuo menu:

  • I collegamenti più importanti dovrebbero essere sul lato sinistro. Questo perché in inglese le persone leggono da sinistra a destra.
  • Usa frasi comuni per il tuo testo di ancoraggio, come “blog” anziché “rivista” per evitare di confondere le persone.

Se non sai a cosa collegarti dal tuo menu, dai un’occhiata alla concorrenza. Se la maggior parte delle grandi aziende nel tuo verticale ha la stessa struttura di menu, considera stea  * ahem * imitandole .

Come sottolinea Mark Lindquist, stratega di marketing di Mailshake:

“Quando si tratta di strutturare il tuo sito non c’è bisogno di reinventare la ruota. Indipendentemente dalle preoccupazioni SEO, pensa all’esperienza dell’utente; le persone vogliono navigare nei siti web in modo familiare. Seguire la folla rende più facile per i potenziali clienti trovare ciò che stanno cercando il più velocemente possibile “.

Sebbene sia bello vedere cosa stanno facendo i tuoi concorrenti, vale anche la pena pensare a cosa potresti fare in modo diverso. Ciò potrebbe comportare la revisione della struttura del menu applicata dai siti Web che operano in altri verticali. Potresti anche voler utilizzare una struttura di menu del sito web adattiva. Ti mostrerò come farlo di seguito.

Approfondisci: prendere decisioni basate sui dati per una migliore UX del sito web

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

Quando utilizzare una struttura di menu adattiva

Un menu adattivo è quando i collegamenti su un menu cambiano mentre navighi in un sito web. Le modifiche sono normalmente basate su categorie. La teoria di base è che se puoi personalizzare il menu in base agli interessi del visitatore, è più probabile che faccia clic su un collegamento. Questo può aiutare il flusso dell’utente.

Uso un menu adattivo sul sito di viaggi indonesiano gestito da mia moglie. Una persona che arriva da Google a una pagina su Bali vedrà contenuti pertinenti ai suoi interessi. Se la stessa persona va a una pagina su un’altra destinazione, nel menu vengono visualizzati collegamenti diversi. Puoi vedere come questo è stato implementato nello screenshot qui sotto.

Struttura del menu adattiva

Essere in grado di fornire ai visitatori contenuti basati sui loro interessi nel menu aiuta a generare più vendite in tutto il sito. In questo senso, una struttura di menu adattiva funziona un po ‘come un aggiornamento dei contenuti: coinvolgi più persone fornendo loro contenuti pertinenti.

Keller, fondatore di Leadsurance, ha aggiunto questo importante punto:

“Un buon menu adattivo passa inosservato. Ciò significa che il menu mantiene il suo design generale coerente e cambia solo leggermente le opzioni in base alla pagina in cui si trova l’utente. Questo è importante perché avere menu drasticamente diversi in tutto il sito confonderà i visitatori e ridurrà le visualizzazioni di pagina. È importante trovare un equilibrio di coerenza e fornire i contenuti giusti con un menu adattivo “.

Se hai intenzione di creare un menu adattivo sul tuo sito, è importante trovare un equilibrio tra ciò che cambia e ciò che rimane lo stesso. Puoi decidere che una struttura di menu adattiva non è adatta al tuo sito web. D’altra parte, potrebbe essere una funzione utile che aiuterà a migliorare il flusso degli utenti nel tuo sito.

Come ottimizzare i collegamenti nel tuo piè di pagina

Il tuo piè di pagina è come un ultimo invito all’azione sul tuo sito web. Anche se pochissime persone interagiscono con i tuoi collegamenti a piè di pagina sono importanti. Questi collegamenti sono a livello di sito e il testo di ancoraggio che utilizzi può avere un impatto sulle classifiche del sito.

È necessario applicare lo stesso processo per l’ottimizzazione dei collegamenti nel piè di pagina del menu principale. Tieni a mente:

  • Il tuo piè di pagina può contenere più link del tuo menu principale
  • Puoi aggiungere gli stessi link nel piè di pagina come hai fatto nel menu
  • Vuoi comunque che questi link siano utili ai tuoi visitatori

Migliorare la struttura del menu e del piè di pagina sono facili vittorie. È possibile implementare modifiche molto rapidamente che possono avere un impatto importante sul flusso degli utenti e sulla struttura complessiva del sito web.

Come collegare gli articoli per migliorare il flusso degli utenti

Per un sito web consolidato, migliorare la struttura del sito e il flusso degli utenti è un compito enorme. Ci sono buone probabilità che tu abbia centinaia, forse anche migliaia, di pagine da rivedere, copiare per migliorare e la struttura dell’URL che potrebbe dover essere adattata se vuoi guadagnare di più dal tuo blog o dalle pagine dei prodotti. Prima di iniziare a modificare quelle pagine, ci sono buone probabilità che dovrai raggruppare i tuoi contenuti insieme.

Approfondisci: la guida definitiva alla creazione di link con contenuti per SEO

Come funziona il raggruppamento di articoli

L’idea di un cluster di contenuti è raggruppare insieme parti di contenuto sullo stesso argomento o serie di parole chiave. Quando hai finito di ottimizzarli, questi gruppi di contenuti formano un imbuto che aiuta a indirizzare i visitatori nel tuo sito e supporta la tua strategia SEO.

Controlla il grafico qui sotto per vedere come può funzionare in pratica il raggruppamento di articoli.

Gerarchia dei contenuti e SEO

Con un sito disorganizzato, il modo più semplice per raggruppare i contenuti è esportare tutti i dati del sito web da Google Analytics. L’esportazione ti fornirà un elenco di tutti i post e le pagine del tuo sito web.

È quindi possibile creare cluster di argomenti . Lo faccio evidenziando prima le pagine principali del sito web. Quindi scorro l’elenco e raggruppo i contenuti attorno a un tema utilizzando un sistema a semaforo: verde per il contenuto nella parte superiore dell’imbuto e rosso per il contenuto nella parte inferiore.

Mentre esamini tutto il contenuto del tuo sito potresti imbatterti in due elementi che hanno come target la stessa parola chiave. Questo è un problema comune per i siti con molti contenuti. Il contenuto duplicato è qualcosa che dovrai affrontare.

Una guida rapida alla struttura dei collegamenti nei tuoi contenuti

Ora che hai raggruppato le tue pagine e i tuoi post, devi collegare gli articoli. I fondamenti di questo processo sono relativamente semplici: verso l’inizio dell’articolo, inserisci un link alla pagina di denaro pertinente o alla pagina tematica per quel contenuto.

Nel corpo dell’articolo, collega i contenuti pertinenti all’argomento che hai creato. Quindi, alla fine della pagina, usa un invito all’azione per incanalare le persone verso la tua pagina di denaro. Mentre lo fai, l’architettura del tuo sito web dovrebbe iniziare ad assomigliare a una ragnatela.

Se gestisci un negozio di e-commerce, ti consigliamo anche di inviare collegamenti tra il tuo blog, che è dove troverai più facile acquisire a ritroso e le diverse pagine del tuo negozio. Questa grafica animata dovrebbe darti una bella panoramica di come funziona:

1. Pagine di prodotto delle pagine di marketing dei contenuti

Quello che stai facendo essenzialmente è diffondere l’amore di collegamento tra i contenuti rilevanti che il visitatore del sito web troverà utili. Allo stesso tempo, stai anche evidenziando a Google i contenuti più importanti del tuo sito.

Oltre a passare collegamenti tra il tuo blog e le pagine di vendita, dovresti anche collegare i tuoi silos di contenuti. Il grafico seguente illustra perché questo è importante:

collegamenti tra silos di contenuti

Per assicurarti di spendere il tuo tempo in modo più efficace, è meglio dare la priorità ai contenuti che ricevono il maggior volume di traffico. Quindi scorri lentamente l’elenco delle pagine, apportando miglioramenti man mano che procedi.

Come utilizzare i segnali di ranking per ottimizzare i tuoi contenuti

L’ottimizzazione della posizione dei collegamenti nei tuoi contenuti è solo uno degli aggiornamenti che apporterai al contenuto. Vuoi prendere in considerazione alcuni degli altri fattori di ranking che ho menzionato prima quando aggiorni i tuoi contenuti. Ad esempio, se il tuo articolo ha un CTR basso, dovresti prendere in considerazione la possibilità di apportare modifiche al titolo e al testo dei metadati.

In alternativa, se la tua pagina ha una frequenza di rimbalzo elevata o un tempo basso sulla pagina, potresti dover aggiornare il contenuto. Ciò significa normalmente rimuovere i collegamenti o adattare il contenuto con chiari inviti all’azione che spingano i lettori nella giusta direzione.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close