Cerca

Come installare Google Analytics in WordPress

WordPress è il software di gestione dei contenuti più famoso e potente al mondo e Google Analytics è il programma più popolare al mondo per misurare e tracciare le statistiche dei visitatori. Insieme, consentono agli amministratori di WordPress di gestire alcuni dei siti Web di maggior successo e popolari su Internet.

Una delle prime cose che dovresti fare quando avvii un blog è installare Google Analytics.

Che cos’è Google Analytics?

Google Analytics è un prodotto freemium lanciato per la prima volta da Google nel 2005 dopo l’acquisizione dell’azienda Urchin. Il termine “freemium” si riferisce al fatto che la maggior parte delle capacità e dei servizi di Google Analytics sono gratuiti, ma le funzioni più avanzate sono disponibili solo con un abbonamento a pagamento.

Si stima che oltre 10 milioni di siti Web stiano attualmente utilizzando Google Analytics e oltre il 60% dei 10.000 siti Web più grandi del mondo fa affidamento su di esso. Al suo livello più elementare, Google Analytics è un piccolo pezzo di codice Javascript su un sito Web chiamato cookie che memorizza e analizza i dati raccolti dai visitatori.

Nota: i siti WordPress ospitati da WordPress.com non possono utilizzare Google Analytics perché richiede l’installazione di codice di terze parti.

Lo snippet di codice utilizzato da Google Analytics può essere aggiunto a una o più pagine. Lo strumento, nella sua forma più elementare, ti mostra chi sta visitando il tuo sito, da dove provengono e gli attributi generali dei visitatori, tra cui età, sesso e interessi, dove conosciuti.

Google Analytics funziona anche come aggregatore di dati, raccogliendo e ordinando i dati dei visitatori su quattro livelli.

* Livello utente: le azioni eseguite da ciascun utente.
* Livello di sessione – Cosa succede durante una singola visita.
* Livello di visualizzazione di pagina: quali pagine sono state visualizzate dai visitatori.
* Livello evento: quali utenti hanno fatto clic, quali video hanno guardato, ecc.

È importante ricordare che Google Analytics visualizza solo i dati a livello aggregato. Ad esempio, Google Analytics può dirti che il tuo sito web ha ricevuto 1.000 visualizzazioni da uomini di età compresa tra 35 e 45 anni, ma non parlerà di un uomo specifico e di ciò che ha visualizzato o cliccato.

Per gli amministratori di WordPress, Google Analytics offre approfondimenti su due tipi di dati: chi visita il tuo sito Web e cosa sta facendo e da dove provengono i visitatori prima di arrivare al tuo sito Web.

Perché ho bisogno di Google Analytics per il mio sito WordPress?

Ovviamente, è sempre stato possibile utilizzare WordPress per creare contenuti straordinari e attirare visitatori senza Google Analytics, ma lo strumento Google Analytics rende molto più facile per gli amministratori di WordPress migliorare l’esperienza di ogni visitatore del tuo sito. E mentre ci sono altri strumenti statistici e di analisi disponibili, Google Analytics rimane l’opzione più popolare al mondo, in particolare la versione gratuita dello strumento.

In breve, Google Analytics ti consente di vedere meglio il tuo sito web dal punto di vista dei tuoi visitatori. Hai lavorato molto duramente per creare un sito Web interessante e accattivante con un tema adorabile, contenuti di alto livello e un layout accattivante. Ma senza uno strumento come Google Analytics, puoi solo indovinare come i tuoi visitatori interagiscono con il tuo sito Web e le informazioni su chi siano quei visitatori.

Google Analytics rivela molte informazioni su chi sta visitando il tuo sito Web, inclusi sesso, età, posizione e altre caratteristiche. Queste informazioni mostrano quali tipi di persone sono già interessati ai contenuti del tuo sito Web, consentendoti di perfezionare e focalizzare ulteriormente i tuoi contenuti. Google Analytics rivela anche esattamente quali siti Web inviano visitatori al tuo sito Web, incluso il motore di ricerca di Google, mostrando così i referrer di maggior successo del tuo sito e quali parole chiave inviano visitatori al tuo sito Web.

Ad esempio, se stai utilizzando WordPress per ospitare un blog, potresti imparare da Google Analytics che altri tre blog stanno inviando molti visitatori al tuo sito. Dopo aver appreso queste informazioni, potresti voler contattare questi tre blog e chiedere informazioni sullo scambio di post degli ospiti, sullo scambio di link permanenti “blogroll” o semplicemente per ringraziarli per l’invio del tuo traffico.

Google Analytics sblocca anche quelli che sono noti come dati sul comportamento degli utenti o cosa stanno facendo gli utenti (in totale) una volta arrivati ​​sul tuo sito web. Quali pagine stanno visitando? Quali post stanno leggendo? Su quali pulsanti fanno clic? Quanto tempo trascorrono sul tuo sito? Quale “percorso” seguono gli utenti quando navigano nel tuo sito? E qual è l’ultima cosa che gli utenti stanno facendo prima di lasciare il tuo sito web?

Immaginiamo di utilizzare Google Analytics e di scoprire che molti utenti stanno terminando la loro visita al tuo sito sulla stessa pagina. Forse quella pagina è confusa o mal configurata, facendo sì che gli utenti desiderino abbandonare il tuo sito web. O forse c’è troppo contenuto in quella pagina, spingendo gli utenti ad andare altrove. In ogni caso, comprendere queste informazioni ti aiuterà a migliorare il tuo sito web. Google Analytics ti dirà anche quali pagine e post stanno andando bene, permettendoti di promuoverli e produrre contenuti simili al fine di attrarre visitatori.

Naturalmente, Google Analytics è anche molto utile per campagne di marketing e pubblicità a pagamento. Se stai pagando soldi per attirare visitatori, Google Analytics ti dirà quali annunci o campagne funzionano e quali no. Si tratta di informazioni preziose per ottimizzare i tuoi sforzi di marketing.

E se stai utilizzando il prodotto AdWords di Google, Google Analytics ti fornirà informazioni estremamente dettagliate su come funzionano le tue campagne AdWords, inclusi il completamento degli obiettivi, i clic, i dati sui costi e altre metriche sul rendimento. AdWords ti consente di importare direttamente i dati da Google Analytics nella dashboard del monitoraggio delle conversioni al fine di prendere decisioni più informate sulle tue campagne di marketing.

Google Analytics può essere utilizzato anche con i siti di e-commerce di WordPress. Oltre a tutti gli altri dati, Google Analytics può anche dirti quali prodotti o servizi stanno vendendo bene e quali no. Le informazioni sul viaggio dell’utente possono anche rivelare problemi di UX / UI e UX / UI di successo che stanno portando a maggiori vendite.

Come ottenere un account Google Analytics

Prima di poter utilizzare Google Analytics sul tuo sito Web WordPress, avrai bisogno di un account Google Analytics .

Verrai indirizzato a una pagina come quella qui sotto. Se disponi di un account Google Gmail, accedi utilizzando la tua email e password. Oppure puoi semplicemente fare clic sul pulsante Crea account per iscriverti.

Una volta effettuata la registrazione, dovrai accedere a Google Analytics. Vedrai una schermata come quella qui sotto. Fai clic sul pulsante Iscriviti per iniziare.

Ti verrà quindi richiesto di creare un nome account da utilizzare con il tuo sito Web WordPress, nonché i dati relativi al sito Web come titolo, URL, fuso orario e paese ospitante. Una volta impostato, sarai pronto per ottenere il pulsante ID di monitoraggio. Se sei d’accordo con i termini e i servizi per l’utilizzo di Google Analytics, fai clic sul pulsante “Ottieni ID di monitoraggio”.

Una volta che questo è stato completato, otterrai il codice speciale da utilizzare sul tuo sito Web WordPress. A seconda di come desideri integrare Google Analytics con WordPress, dovrai inserire il codice di monitoraggio in una posizione specifica che viene discussa di seguito.

Nota: si consiglia di lasciare aperta la pagina del codice di monitoraggio di Google Analytics nel browser durante il processo di installazione in modo da poter copiare e incollare facilmente le informazioni.

Come installare Google Analytics in WordPress con un plugin

Il modo più semplice per integrare Google Analytics in WordPress è con l’uso di un plugin. Ce ne sono diversi disponibili, ma il più popolare, di gran lunga, si chiama MonsterInsights. Secondo MonsterInsights, oltre due milioni di siti Web WordPress stanno attualmente utilizzando il loro plug-in di Google Analytics.

Nota: il plug-in MonsterInsights ha sia una versione gratuita che a pagamento. Sebbene sia possibile utilizzare Google Analytics con la versione gratuita, la versione a pagamento sblocca molte più informazioni, grafici e rapporti sui dati dei visitatori.

Una volta scaricato e installato il plug-in MonsterInsights, vedrai apparire una nuova voce di menu nella colonna di sinistra della schermata di amministrazione di WordPress chiamata “Insights”.

Fai clic su “Approfondimenti” e quindi su “Impostazioni” per configurare il plug-in. Poiché stai installando un prodotto Google, dovrai fare clic su “Autentica con il tuo account Google”. Da lì, verrai reindirizzato a una pagina di accesso di Google in cui presenterai le tue credenziali di Google. Dovrai quindi autorizzare MonsterInsights a connettersi al tuo account Google Analytics.

Al termine, dovrai selezionare un profilo da tracciare. Nella maggior parte dei casi, scegliere “tutti i dati del sito Web” è la scelta migliore. Fai clic su “Autenticazione completa” e il gioco è fatto! Google Analytics è stato integrato con successo nel tuo sito Web WordPress.

Nota: ci vorranno ore, se non giorni, affinché Google Analytics raccolga dati sufficienti per mostrarti le statistiche sui visitatori del tuo sito web. Essere pazientare!

Per visualizzare le informazioni fornite da Google Analytics, fai clic su “Approfondimenti” nella colonna di sinistra della schermata di amministrazione di WordPress e quindi su “Rapporti”.

Se preferisci non utilizzare il plug-in MonsterInsights, esiste un altro modo per installare Google Analytics, utilizzando un plug-in chiamato “Inserisci intestazioni e piè di pagina”.

Una volta installato quel plug-in, dovrai fare clic su “Impostazioni” e quindi su “Inserisci intestazioni e piè di pagina” dalla schermata di amministrazione. Vedrai quindi una casella di testo che mostra gli script di intestazione e piè di pagina correnti. Copia il tuo codice di monitoraggio di Google Analytics e aggiungilo alla sezione dell’intestazione.

Nota: sebbene questo metodo ti consenta di installare Google Analytics, non genera alcun rapporto né ti consente di accedere alle tue statistiche dalla schermata di amministrazione di WordPress. Dovrai visitare direttamente il sito Web di Google Analytics per queste informazioni.

Come installare Google Analytics in WordPress senza plugin

Poiché l’utilizzo di un plug-in è molto più semplice, l’installazione e l’utilizzo di Google Analytics senza uno è consigliato solo per utenti esperti. Molti amministratori credono erroneamente che l’utilizzo dei plug-in rallenti la capacità di risposta del proprio sito Web, ma i due plug-in discussi nella sezione precedente sono altamente ottimizzati in modo da non influire sulle prestazioni del sito. L’uso di Google Analytics senza un plug-in è principalmente per gli amministratori che desiderano esercitare un controllo più accurato sulla configurazione del loro sito Web.

Dopo aver creato un account Google Analytics e aver ottenuto il codice di monitoraggio per il tuo sito WordPress, dovrai modificare il file “header.php” nella directory di WordPress. Puoi farlo direttamente con un editor di testo o facendo clic su “Aspetto” e quindi su “Editor” e “Intestazione del tema” dalla schermata di amministrazione di WordPress.

Dovrai quindi incollare il codice di Google Analytics direttamente nel file “header.php” dopo il tag <body> di apertura. Quindi salva le modifiche o fai clic su “Aggiorna file” se lo stai facendo dalla schermata di amministrazione di WordPress.

Nota: tieni presente che se aggiorni o cambi il tema, il codice di monitoraggio di Google Analytics scomparirà e dovrà essere reinserito.

Aggiunta di Google Analytics ai file dei temi di WordPress

È possibile inserire direttamente il codice di monitoraggio di Google Analytics nel tema WordPress, ma questa opzione è preferibile agli utenti esperti che comprendono la codifica. Inoltre, è importante ricordare che, se si modifica il tema o si aggiorna il tema, le informazioni sul codice di monitoraggio verranno rimosse.

Per installare il codice di monitoraggio di Google Analytics direttamente sul tema, apri il file “header.php” e incolla il codice direttamente dopo il tag HTML <body> di apertura. Puoi anche aggiungere il codice di monitoraggio di Google Analytics al file “Functions.php” del tuo tema.

Puoi accedere direttamente a questi file o utilizzare la funzione “Editor” della schermata di amministrazione di WordPress facendo clic su “Aspetto” nella colonna di sinistra.

Come utilizzare Google Analytics in WordPress

Dopo aver installato correttamente Google Analytics e aver concesso allo strumento abbastanza tempo per raccogliere una quantità sufficiente di dati, puoi iniziare a utilizzare le informazioni fornite sui dati dei visitatori per migliorare l’esperienza dei visitatori del tuo sito Web WordPress.

Molte persone credono erroneamente che Google Analytics sia utile solo per siti Web monetizzati o siti WordPress che sono impostati per fare soldi. Questo semplicemente non è vero. Comprendere chi sono i tuoi visitatori e come interagiscono con i contenuti del tuo sito è fondamentale per migliorare l’esperienza dell’utente. Tuttavia, puoi anche utilizzare Google Analytics per monitorare le campagne di marketing o le pubblicità a pagamento al fine di giudicare meglio la loro efficacia nell’aumentare il traffico (mirato) dei visitatori verso il tuo sito.

Google Analytics ti consente di vedere chi sta visitando il tuo sito web, permettendoti così di personalizzare meglio i contenuti. Google Analytics ti consente anche di vedere con quali pagine, post e pulsanti i visitatori interagiscono, mostrandoti ciò che è popolare e ciò che non è popolare sul tuo sito web. Google Analytics ti mostra anche quali prodotti stanno vendendo bene (per i siti Web di e-commerce) e da dove provengono i tuoi visitatori.

Immagina di sapere da Google Analytics che un post degli ospiti sul tuo blog ha ricevuto molti visitatori. Questo ti dice che devi assolutamente avere quell’autore a scrivere più contenuti per il tuo sito web. Google Analytics può anche dirti quali argomenti e categorie sul tuo sito Web sono più popolari di altri.

Un’altra intuizione davvero eccezionale fornita da Google Analytics è vedere il percorso dell’utente. Dove i visitatori hanno iniziato il loro viaggio sul tuo sito Web, cosa hanno fatto clic, letto o visualizzato e dov’era l’ultimo posto che hanno visitato prima di lasciare il tuo sito Web? Comprendere questo viaggio ti aiuterà a identificare i “vicoli ciechi” o i luoghi in cui gli utenti si “bloccano” e ti dirà cosa funziona molto bene.

E poiché Google Analytics ti dice da quali siti web provengono i tuoi visitatori prima che visitino il tuo sito, queste informazioni rivelano quali siti di terze parti stanno aiutando a indirizzare il traffico verso il tuo sito web. Per gli annunci a pagamento, queste informazioni ti diranno quali campagne funzionano meglio. Ma per il traffico non pagato o organico, queste informazioni possono rivelare quali siti promuovono il contenuto del tuo sito web. È possibile utilizzare queste informazioni per contattarle e concordare di collegarsi reciprocamente al sito dell’altro, informarsi sui post degli ospiti o saperne di più su quale tipo di contenuto sta ottenendo risultati da siti Web di terzi.

Naturalmente, uno dei maggiori driver del traffico verso il tuo sito web sarà il motore di ricerca di Google stesso. Comprendere queste informazioni di ricerca fornite da Google Analytics è estremamente utile perché ti dice quali parole chiave o argomenti le persone cercano e che li hanno portati al tuo sito Web WordPress. Questo ti aiuterà a restringere ulteriormente la tua attenzione o (ri) definire la tua nicchia al fine di migliorare i risultati SEO (Search Engine Optimization) per il tuo sito web.

In effetti, Google Analytics rivela approfondimenti per aiutarti a capire meglio da dove provengono i tuoi visitatori, chi sono e cosa stanno facendo una volta che sono sul tuo sito web. Comprendendo cosa funziona e cosa no, sarai in grado di gestire meglio il contenuto, il layout e l’organizzazione del tuo sito web. Che il tuo obiettivo sia guadagnare (più) soldi o semplicemente ricevere più visitatori e fornire contenuti più coinvolgenti, Google Analytics è uno strumento incredibilmente potente e utile.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close