Avere il tuo sito Web è uno sforzo pieno di eccitazione e paura. Gioia e confusione.

Ti poni molte domande e molte volte ricevi pochissime risposte.

  • Il mio sito web ha un bell’aspetto?
  • Quale contenuto devo aggiungere?
  • Perché nessuno commenta il mio blog?
  • I miei genitori sanno anche che ho un sito Web?

Sì, all’inizio, ci sono un sacco di cose da discutere, incluso far conoscere ai tuoi genitori la tua presenza sul web.

Dopo aver appianato i dettagli e il tuo sito inizia a generare traffico, puoi emettere un sospiro di sollievo.

Ma solo temporaneamente.

Perché?

Perché ora il tuo sito web sta generando traffico e questo fa sorgere una nuova serie di domande.

  • Da dove viene il mio traffico?
  • Quali post e contenuti apprezzano di più?
  • Il mio sito è troppo lento per i visitatori che ricevo?
  • Perché i miei genitori non si sono iscritti alla mia newsletter?

Seriamente, dovresti parlare con i tuoi genitori più spesso.

Non posso aiutarti con loro, ma le altre domande che fai sono in realtà abbastanza facili da affrontare.

La risposta è Google Analytics.

Questo è tutto? Solo Google Analytics?

Sì. Statistiche di Google.

E sì, è un po ‘più coinvolto che semplicemente ripetere il nome, ma per il tuo sito web per fare il passo successivo, dovresti aggiungere Google Analytics .

Ti guideremo passo per passo su come aggiungere Google Analytics al tuo sito WordPress.

Pronto? Andiamo.  

Che cos’è Google Analytics?

Che cos'è Google Analytics

NOTA: prima di poter installare Google Analytics, è necessario creare un sito Web o un blog aziendale . Se stai pensando all’eCommerce, leggi la nostra guida su come avviare un negozio online con WordPress + WooCommerce . Abbiamo anche una guida dettagliata per avviare un negozio con Shopify .

Oltre 29,3 milioni di siti Web utilizzano Google Analytics ogni giorno.

La conoscenza è uno strumento incredibilmente potente e questo non è mai più vero di quando si avvia il tuo sito Web o blog. Google ti fornisce questa conoscenza permettendoti di tracciare, monitorare e analizzare il traffico sul tuo sito web.

Fare in modo che più bulbi oculari si concentrino esattamente sul tuo piccolo pezzo di proprietà internet ti assicura che il tuo sito web continuerà a crescere.

Google Analytics ti aiuta a raggiungere questo obiettivo in una miriade di modi:

Chi sono i tuoi visitatori?

Sapere chi sono i tuoi visitatori e da dove provengono sono forse i due principali dati di cui hai bisogno per espandere efficacemente il tuo sito.

Google Analytics non solo ti fornisce la provenienza di un utente, ma ti dice anche quale browser ha utilizzato, se può supportare Flash e persino la risoluzione dello schermo che sta utilizzando per visualizzare le tue pagine web.

La decompressione di tali dati consente di progettare un sito pensando all’utente finale. Più puoi adattare il tuo sito per soddisfare le esigenze del tuo pubblico, più rimarranno e più visualizzazioni di pagina riceverai.

Come ti trovano i tuoi visitatori?

Spesso, questa è una delle domande centrali che le persone pongono sul loro traffico web, e per una buona ragione.

L’analisi di Google ti fornisce informazioni su quali motori di ricerca vengono utilizzati per spingere le persone a modo tuo. Di solito, la risposta è Google stessa, ma cosa succede se ricevi hit insolitamente alti da Bing o Yahoo?

E se non fosse un motore di ricerca, ma collegamenti da un altro sito o riferimenti da siti di social media come Facebook, Twitter o Pinterest?

Comprendere come ti trova il tuo pubblico ti consente di indirizzare le risorse verso quel motore di ricerca o piattaforma e quindi aumentare il traffico.

Quando visitano il tuo sito Web?

Panoramica del pubblico di Google Analytics

Quindi sai come ti trovano, ma sei mai curioso di sapere in quali orari vengono visualizzati sul tuo sito? Stanno arrivando quando pubblichi nuovi contenuti? Vengono di più durante il giorno o la sera?

Anche l’analisi mostra questo, che ti aiuta a determinare il momento migliore per rilasciare nuovi contenuti. Oppure, se hai avviato un negozio di eCommerce , può dirti quando lanciare un nuovo prodotto o una promozione.

Cosa fanno i tuoi visitatori sul tuo sito web?

Vuoi dire, oltre a sperare di puntare e cliccare il più possibile il più a lungo possibile?

Scherzi a parte, c’è molto di più di quanto tu possa pensare.

Google Analytics può mostrarti per quanto tempo un utente rimane sul tuo sito e dove sta andando lì. Può rivelare le tue pagine di destinazione principali, per quanto tempo rimangono su quelle pagine e se stanno andando ad altre pagine da lì.

Sei curioso di sapere il numero di utenti che escono dal tuo sito durante la loro visita iniziale (la frequenza di rimbalzo)? O forse devi avere una chiara comprensione di quali pagine, post o contenuti generali si dimostrano i più popolari e ottengono il maggior numero di clic.

Le analisi fornite da Google ti forniscono dati reali per assicurarti di dedicare tempo e attenzione ai contenuti che contano e a liberarti di ciò che non lo è.

I siti Web di successo sono ottimizzati, mirati e progettati per soddisfare e superare i desideri e le esigenze del pubblico.

Google Analytics può aiutarti a raggiungere questo successo.

Iscrizione con Google Analytics

Le due cose migliori di Google Analytics (a parte tutti i dati incredibilmente utili che ricevi) è che è gratuito e facile da aggiungere al tuo sito web.

Per prima cosa, però, dovrai creare un account. Se hai già un account Google, fantastico! Usalo per rendere operativa la tua analisi.

Se non hai un account Google, vai avanti e creane uno. Fidati di me quando dico che rende tutto molto più semplice .

Iscriviti a Google Analytics

Dopo averlo eliminato, vai alla pagina di Google Analytics per iniziare la procedura di registrazione.

Qui vedrai una panoramica in tre passaggi e una casella di iscrizione all’estrema destra. Fai clic su Iscriviti e utilizza le credenziali di Gmail per iniziare.

Analizza il traffico del tuo sito in 3 passaggi

La pagina successiva è dove Google raccoglie informazioni sul sito Web che desideri monitorare. È piuttosto semplice, ma assicurati di scegliere il sito Web nella parte superiore e non l’app per dispositivi mobili.

Configurare il tuo account

Voglio sottolineare che, se hai più siti Web per i quali desideri dati di tracciamento, puoi utilizzare lo stesso account Google per account di analisi diversi, fino a 100.

Da lì puoi anche avere 50 siti Web collegati in un account di analisi.

La gerarchia è davvero utile se si hanno più siti Web, in particolare alcuni personali rispetto a quelli basati sul business. Google Analytics è molto flessibile nel consentirti di organizzare i tuoi account in base alle tue esigenze.

Tornando alla configurazione, dopo aver compilato le informazioni nella pagina Nuovo account , quindi fare clic sul pulsante Ottieni ID di monitoraggio .

ID di monitoraggio di Analytics

Accetta i termini e poi voilà, vedrai il codice di monitoraggio da utilizzare per il tuo sito web.

È utile copiare il codice, a seconda del sito Web e del metodo di installazione.

Installazione del codice di monitoraggio

Il codice di monitoraggio deve essere installato su ogni pagina del tuo sito Web. A seconda del sito e del metodo utilizzato, questo non è noioso come potrebbe sembrare.

Poiché WordPress è una delle piattaforme del sito Web preferite, esponiamo alcuni modi in cui è possibile aggiungere il codice a quel sito. Ma prima, esaminiamo come installare l’analisi per alcuni siti Web non WordPress.

File HTML

Codice HTML Analytics

Se il tuo sito Web utilizza HTML, inserisci il codice davanti al tag </head> in ogni pagina. Utilizzare un programma di modifica del testo per aggiungere il codice e quindi caricare il file sul proprio host web .

Costruttori di siti Web: Shopify, Weebly, Wix, ecc

Installazione di Google Analytics del costruttore di siti Web Shopify

Se hai creato un negozio Shopify (o un altro costruttore di siti Web  come Wix o Weebly ), è relativamente semplice inserire il codice di monitoraggio. Vai alle Impostazioni del tuo sito Web e aggiungi il codice dove appropriato.

Tumblr

I blog di Tumblr ti consentono anche di aggiungere Google Analytics. Per fare ciò, seleziona Modifica tema nell’angolo in alto a destra e quindi aggiungi il tuo ID come richiesto nelle impostazioni delle Opzioni del tema .

Solo alcuni esempi, ma se la tua piattaforma non è menzionata o hai problemi a trovare dove aggiungerla al tuo sito, una rapida ricerca sulla funzione di aiuto della tua piattaforma dovrebbe indirizzare dove devi andare.

È diventato così universale Google Analytics.

Installazione del codice di monitoraggio di Google Analytics in WordPress

Come per la maggior parte delle cose relative a WordPress, la parola chiave qui è plugin.

E ci sono molti plugin che puoi usare per far funzionare Google Analytics sul tuo sito WordPress.

Per motivi di chiarezza, ti mostrerò i tre metodi più popolari, due dei quali sono tramite plug-in.

NOTA: questo è per WordPress.org , non WordPress.com ( ecco la differenza ).

Plugin MonsterInsights

MonsterInsights

In tutta onestà, l’installazione di Google Analytics su WordPress dovrebbe iniziare e terminare con MonsterInsights . È senza dubbio il plug-in di analisi più ampiamente applicato e senza dubbio il più semplice da usare.

Esistono diverse versioni, tra cui un plug-in gratuito e quindi tre diversi pacchetti di pagamento che vanno da $ 39 all’anno (base) a $ 199 all’anno (Pro).

Le versioni a pagamento sono utili se hai più siti aziendali o stai solo cercando funzionalità avanzate più approfondite. Per la maggior parte, però, l’opzione gratuita farà il trucco.

Per iniziare, mettiamo il plugin MonsterInsights installato e attivo sul tuo sito WordPress.

Fai clic su Plugin dalla barra laterale sinistra e nella parte superiore della pagina dei plug-in seleziona Aggiungi nuovo , che ti porterà alla pagina Aggiungi plug-in .

Nella barra di ricerca in alto a destra digitare MonsterInsights . Dovrebbe essere la prima opzione disponibile.

Aggiungi il plugin MonsterInsights

Fai clic su Installa Ora e una volta che appare il pulsante blu Attiva vai avanti e fai clic anche su quello.

MonsterInsights è ora attivo in WordPress.

Ora dovresti vedere MonsterInsights aggiunto alla barra di navigazione di sinistra, elencato come Insights.

Per avviare l’installazione, passa con il mouse su Insights e seleziona Impostazioni .

Autentica account Google

Da questa pagina, fai clic su Autentica con il tuo account Google , che ti porterà alla pagina di accesso di Google. Accedi o se il tuo account è già attivo, fai clic su Avanti .

Qui ti viene richiesto di consentire a MonsterInsights l’accesso a Google Analytics. Seleziona Consenti .

Autenticazione completa

Infine, ti chiede quale profilo tracciare. Scegli il tuo sito Web e fai clic sul pulsante Completa autenticazione .  

Questo ti riporterà a WordPress.

E il gioco è fatto. Come ho detto, semplice.

Ciò che rende MonsterInsights uno strumento così eccellente è che ora hai accesso per visualizzare i rapporti di analisi direttamente da WordPress.

Dalla barra laterale, seleziona Statistiche , quindi Rapporti e tutto ciò di cui hai bisogno è proprio lì.

Inserisci plug-in intestazioni e piè di pagina

Come accennato in precedenza, consiglio vivamente il plug-in MonsterInsights, ma se preferisci un’opzione meno robusta, il plug-in Inserisci intestazioni e piè di pagina funzionerà perfettamente.

La grande differenza è che con Inserisci intestazioni e piè di pagina non è possibile visualizzare i rapporti di analisi dalla dashboard di WordPress.

Per installare, segui lo stesso metodo descritto in precedenza navigando nella pagina Aggiungi plug-in e cercando Inserisci intestazioni e piè di pagina .

Aggiungi plug-in per inserire intestazioni e piè di pagina

Seguire gli stessi passaggi per l’installazione e l’attivazione.

Una volta completato, vai su Impostazioni e seleziona Inserisci intestazioni e piè di pagina .

Come accennato in precedenza, questa è la parte in cui la copia del codice di Google Analytics potrebbe rivelarsi utile.

Incolla il codice nella casella Script nell’intestazione e fai clic sul pulsante Salva modifiche .

Script nell'intestazione

Ok, è stato anche abbastanza facile. Ma ancora una volta, dovrai visualizzare i tuoi rapporti attraverso il sito Web di Google Analytics e non su WordPress.

Installazione del tema WordPress

Quindi questa è l’opzione AP Biology o Calculus, ed è una che consiglierei solo a persone che sono abituate a usare il codice.

Puoi effettuare gli aggiornamenti necessari in due modi, attraverso il file delle funzioni o modificando il file header.php.

Per l’opzione del file delle funzioni, aggiungi semplicemente il codice analitico al file. Il codice si aggiornerà automaticamente su ogni pagina di WordPress.

<? php
add_action (‘wp_head’, ‘wpb_add_googleanalytics’);
funzione wpb_add_googleanalytics () {?>

// Incolla qui il tuo codice Google Analytics dal passaggio 4

<? php}?>

Per il file header.php, incolla il codice analitico direttamente dopo il tag <body> . Una volta completato, salva le modifiche e carica nuovamente il file sul server.

Rapporti di Google Analytics

Ora che hai impostato Google Analytics sul tuo sito Web, puoi guardare tutti quei dati e svelare i segreti del successo del tuo sito Web.

Avere buoni dati su ciò che accade sul tuo sito ti aiuta a vedere cosa funziona. E cosa no. In questo modo, puoi prendere decisioni migliori su come coinvolgere, monetizzare e convertire le visite al sito Web in vendite ripetibili.

I report stessi sono facili da esplorare e approfondire e, come vedrai, contengono una montagna di informazioni. Ovviamente non userete tutto qui, ma è essenziale familiarizzare con ciò che è disponibile e digitare i dati che possono aiutarvi di più.

Esistono cinque principali categorie di rapporti monitorate da Google Analytics, ognuna con numerose sottocategorie. Loro includono:

Tempo reale

Google Analytics in tempo reale

Sì. Tempo reale. Come in questo momento, mentre sta accadendo. Guarda, quel navigatore web del Texas ha appena comprato una maglietta con un avocado e leggi il tuo blog per avviarlo.

Questa sezione del reporting è ottima se un sito Web genera un sacco di traffico e ha molte attività continue. Inoltre, se hai un pubblico internazionale, questo ti mostrerà da dove il tuo traffico sta navigando sul tuo sito.

In tempo reale.

Pubblico

Stai iniziando un blog di viaggi che fa appello solo ai corpi di casa? In tal caso, potresti voler elaborare alcuni nodi nel targeting dei tuoi lettori.

Questo è il posto giusto per farlo. Nell’area dei rapporti sul pubblico, scoprirai tutto ciò che devi sapere su chi sta frequentando il tuo sito web. Alcune delle sottosezioni includono statistiche su dati demografici, interessi, posizione e tecnologia che stanno utilizzando.

Le risposte alle domande su chi sia il tuo pubblico e, cosa più importante, chi dovrebbero essere, vengono delineate qui.

Acquisizione

Panoramica dell'acquisizione di Google Analytics

Hai bisogno di rivalutare quella campagna di sei mesi che ha generato una visualizzazione di pagina unica? Siamo stati tutti lì. Quella sensazione che stai solo gettando contanti fuori dalla finestra e nel buco nero che è Internet.

Per fortuna i rapporti di acquisizione possono, tra le altre cose, aiutare a riportare in pista le spese di marketing.

Questa sezione dei rapporti include dettagli su come i tuoi visitatori hanno trovato il tuo sito. Motori di ricerca, social media, campagne adword; i dati qui possono aiutarti a indirizzare le risorse verso i generatori di traffico che funzionano e mostrare quelli da cui potresti dover ritirare.

Comportamento

I tuoi genitori hanno finalmente trovato il tuo post sul blog 101 Ways to Splice un avocado con un coltello da burro? Hanno trascorso cinque ore a leggere e cercare di capirlo?

Ok, quindi forse i rapporti non sono così specifici, ma i rapporti sul comportamento possono dirti sul contenuto del tuo sito Web e su come i visitatori interagiscono con esso.

La maggior parte delle visualizzazioni di pagina, i post di blog principali e persino le pagine in cui la maggior parte del pubblico rimbalza sul sito si trovano in questo gruppo di rapporti.

conversioni

Infine, le conversioni si ricollegano al set-up degli obiettivi, di cui parlerò tra poco perché è sempre bene avere degli obiettivi.

Questa serie di rapporti ti dà un’idea migliore se stai raggiungendo i tuoi obiettivi e da dove provengono tali conversioni.

Ad esempio, se vieni pagato $ 1,00 per ogni volta che qualcuno legge il tuo post sul blog sugli avocado, puoi personalizzare i tuoi obiettivi per vedere da quale parte del paese stai generando il maggior reddito o da quale fonte ti guida più conversioni.

Tratterò presto di come rivedere i tuoi rapporti, ma prima diamo un’occhiata ad alcune opzioni di configurazione che potrebbero rivelarsi fondamentali per ottenere il massimo da Google Analytics.

Strumenti di Google Analytics

Per quanto potente sia il reporting, ci sono alcuni strumenti disponibili che possono aggiungere ancora più dimensione al modo in cui usi il programma analitico.

obiettivi

Impostazione dell'obiettivo di Google Analytics

Abbiamo toccato questo brevemente sopra nell’impostazione di conversione come qualcosa che può essere di grande beneficio per te. Impostando obiettivi all’interno del tuo programma Google Analytics, stai indicando che è necessario il monitoraggio specializzato per coprire un’azione specifica sulla tua pagina web.

Un esempio potrebbe essere la generazione di una pagina di conferma dopo una vendita o quando qualcuno completa un modulo di iscrizione o di iscrizione come una newsletter.

Per configurarlo, vai alla pagina di amministrazione seguendo il link nella parte inferiore del riquadro di navigazione sinistro, quindi fai clic su Obiettivi nella colonna Visualizza . Una volta qui, seleziona Nuovo obiettivo .

Nuovo obiettivo impostato

Nella pagina Impostazione obiettivo , hai una manciata di modelli tra cui scegliere, oppure puoi scegliere Personalizzato.

I modelli includono opzioni per Entrate, Acquisizioni, Richiesta e Coinvolgimento.

Il più delle volte vorrai selezionare Personalizzato in modo da poter personalizzare questo specifico per il tuo sito, ma se hai bisogno di qualcosa di un po ‘più generico che si adatti bene al tuo sito, i modelli sono comunque una buona opzione.

Per la nostra dimostrazione, vai avanti e seleziona Personalizzato che ti porta alla pagina di configurazione.

Configurazione dell'obiettivo

Scegli un nome per il tuo obiettivo che sia facile da ricordare e, al prompt Tipo , scegli Destinazione, quindi fai clic su Passaggio successivo .

Impostazione dell'obiettivo personalizzata

Quando viene visualizzata l’opzione successiva, Dettagli obiettivo , digita l’URL per la conferma sotto l’ intestazione Destinazione e aggiorna l’opzione a discesa su Inizia con .

Descrizione dell'obiettivo personalizzato

È inoltre possibile assegnare un valore all’obiettivo di conversione che si applica.

Una volta terminato, puoi selezionare il pulsante Crea obiettivo .

Se hai più di un obiettivo, l’installazione sarà la stessa per ciascuno. Google Analytics ti consente di impostarne fino a 20 per ciascun sito web. Assicurati solo che non sia arbitrario ed è davvero qualcosa di vitale per il successo del tuo sito.

Ricerca nel sito

Il tuo sito ha una casella di ricerca?

Se hai risposto sì, Google Analytics ha una funzione accurata che ti aiuta a tenere traccia di ciò che i visitatori cercano quando usano la funzione di ricerca del tuo sito.

L’impostazione è simile alla procedura degli obiettivi, ma con lo strumento di ricerca, avrai bisogno di un po ‘di informazioni direttamente dal tuo sito web.

Quindi, prima vai sul tuo sito web ed esegui una ricerca attraverso la casella di ricerca.

In una scheda separata, vai al sito di Google Analytics e vai su Amministratore , quindi Visualizza , quindi Visualizza impostazioni .

Impostazioni vista amministratore

Nella parte inferiore della pagina l’ultima opzione è Impostazioni ricerca sito, e sotto quella è il monitoraggio della ricerca sito . L’impostazione predefinita è disattivata, quindi vai avanti e fai clic sul pulsante per accenderlo.

Impostazioni di ricerca del sito

Viene visualizzata un’opzione aggiuntiva pop-up denominata Parametro query .

Di nuovo sul tuo sito web, dove hai eseguito la ricerca, controlla l’URL e trova il parametro di query, che in genere sarà una o una .

Parametro di query

Qualunque sia la lettera, inserirla nella casella di testo della query nella pagina di analisi e fare clic su Salva . Google Analytics inizierà ora a raccogliere i dati di ricerca dei siti Web.

Aggiunta di account

Posso dire che sei nel punto in cui vuoi sapere come aggiungere ancora più account a Google Analytics. Sono così felice che tu l’abbia chiesto.

Dal menu Amministratore , vai alla colonna Account e dal menu a discesa fai clic su Crea nuovo account (nota che mostra anche il numero di account che stai utilizzando tra i 100 possibili) e segui le istruzioni.

L'amministratore crea un nuovo account

Puoi anche aggiungere un nuovo sito web al tuo account dalla colonna Proprietà . Basta selezionare Crea nuova proprietà (sito Web) dal menu a discesa (qui mantiene il conteggio dei tuoi 50 possibili siti) e seguire nuovamente le istruzioni come schema precedente.

Crea una nuova proprietà

Visualizzazione dei rapporti di Google Analytics

Quindi potresti aver notato la panoramica dei rapporti in precedenza, quindi andare in alcune opzioni di configurazione e ora tornare ai rapporti per capire come visualizzarli.

Con Google Analytics, questo è l’ordine naturale delle cose.

Lasciatemi spiegare.

Per le prime 24 a 48 ore, ci saranno poche o nessuna informazione disponibile per la revisione. La raccolta dei dati iniziali richiederà del tempo per accelerare e ti consigliamo di trascorrere questo periodo impostando parametri come il monitoraggio della ricerca o i tuoi obiettivi.

Inoltre, i primi giorni di dati potrebbero essere piuttosto scarsi, a seconda dei numeri di traffico complessivi del tuo sito web. Va perfettamente bene.

È difficile raccogliere informazioni utili da una manciata di visite e la pazienza sarà importante nelle tue prime settimane utilizzando Google Analytics.

Ora, se il traffico sul tuo sito è stato solido prima di aggiungere analisi, avrai comunque lo stesso ritardo di due giorni. Ma entro la fine della prima settimana, dovresti avere molte informazioni per discernere cosa sta succedendo sul tuo sito web.

Rapporti di panoramica di Google Analytics

Come accennato in precedenza, i rapporti di Google Analytics sono suddivisi in cinque categorie: tempo reale, pubblico, acquisizione, comportamento e conversioni.

In tempo reale contiene cinque rapporti separati. Il pubblico ha quasi 26 segnalazioni. La sezione Acquisizione ha 20. Il comportamento include 17. La conversione arriva con 13 rapporti, rispettivamente.

Sono oltre 75 i rapporti standard. Questo è molto da digerire.

Ho già detto che puoi anche creare report personalizzati? Sì, c’è anche quello.

La buona notizia è che Google ha reso tutti questi rapporti facili da navigare e i loro dati facili da identificare.

Segnala funzionalità

Indipendentemente dal rapporto, Google ha fatto bene a mantenerli tutti coerenti con un aspetto simile.

La pagina dei rapporti raccoglie sempre i dati complessivi. Se hai solo un account e un sito Web, nessun problema. Se disponi di più siti e desideri eseguire il drill down in ciascuno di essi, fai clic sul link Tutti gli account nell’angolo in alto a sinistra e seleziona l’account che desideri visualizzare dal menu a discesa.

Segnala funzionalità

È possibile alternare tra i report utilizzando il riquadro di navigazione sinistro.

Una volta in un report, passare il mouse su singoli punti dati o intestazioni consente di fornire maggiori dettagli o definizioni su ciò che si sta esaminando.

In alto a destra, puoi personalizzare gli intervalli di date o confrontare un intervallo di date con un altro.

La parte inferiore di alcuni rapporti fornirà i primi dieci punti dati e collegamenti ad altri con metriche più approfondite.

Ad esempio, se stai esaminando il rapporto Panoramica del pubblico , scorri verso il basso e seleziona Sistema operativo dall’elenco dei collegamenti.

Verrà visualizzata la finestra secondaria a destra con una panoramica generale dei primi dieci punti per i sistemi operativi. Per i dettagli completi, fai clic sul collegamento Visualizza rapporto completo e passerai al breakout per i dati del browser e del sistema operativo.

Visualizza la suddivisione del rapporto Browser e sistema operativo

Risparmio, invio e intelligenza

Certo, fare clic più volte per arrivare al rapporto desiderato può essere una seccatura. Per fortuna puoi salvare i tuoi rapporti preferiti e le loro configurazioni, per un facile accesso in futuro.

Per fare ciò, vai a un rapporto che usi frequentemente e fai clic su Salva dalla barra degli strumenti a destra appena sopra l’intervallo di date.

Salva report

Assegna un nome al rapporto e fai clic su OK .

Il rapporto viene salvato in Personalizzazione Rapporti salvati nel riquadro di navigazione sinistro.

Puoi anche esportare rapporti come PDF, Fogli Google, file Excel normali o file CSV selezionando l’opzione appropriata nella stessa barra degli strumenti in alto a destra.

Da qui puoi anche condividere il tuo rapporto, facendo clic sul pulsante Condividi e compilando il messaggio di posta elettronica.

Anche in questa barra degli strumenti è presente un’opzione chiamata Intelligenza. Uno strumento pratico e molto pratico, ti consente di porre domande e tagliare direttamente alla risposta.

Ad esempio, quando si fa clic su Intelligenza, un’opzione di ricerca si espande dal lato destro dello schermo.

Digita una domanda, ad esempio “Quali sono le pagine principali per stato?” E la funzione fornisce una rapida panoramica e un collegamento al rapporto che mostra ulteriori dettagli.

C’è una funzionalità aggiuntiva qui chiamata Insights, che combina i tuoi dati e ti aiuta a vedere e comprendere alcune tendenze o dettagli che altrimenti potresti perdere.

Un esempio qui includerebbe se il tuo pubblico in uno stato ricco di utenti una volta si è stabilizzato o sta calando, ciò ti consentirebbe di prendere provvedimenti per affrontare tale declino.

Rapporti personalizzati

Oltre alla vasta gamma di report standard, Google Analytics ti offre la possibilità di combinare i tuoi migliori punti dati in versioni personalizzate specifiche per le tue esigenze.

Un’altra opzione include la creazione di una dashboard personalizzabile che consente di accedere alle informazioni tramite una visualizzazione dashboard.

Entrambi sono facili da configurare e possono essere eseguiti visitando l’opzione Personalizzazione nel riquadro di navigazione.

Selezionare l’opzione corrispondente e quindi fare clic sul pulsante Crea per la dashboard o + Nuovo rapporto personalizzato nei rapporti personalizzati.

Con l’opzione Rapporti personalizzati, puoi anche scegliere rapporti pronti facendo clic su Importa dalla Galleria e quindi cercando tra le opzioni per vedere se soddisfano le tue esigenze.

Divertiti nella sandbox

So cosa stai pensando.  

E sì, è molto da assorbire. Soprattutto per coloro che stanno appena iniziando e adottando i passaggi iniziali per saperne di più su tutte le informazioni prodotte dal tuo sito Web.

Ma invece di essere sopraffatto dai un’occhiata a questa un’opportunità per scavare prima nella prossima fase di crescita del tuo sito web.

Tutti questi dati non cambieranno le cose durante la notte, né trasformeranno te o il tuo sito nella prossima Amazon o Facebook. Quello che farà è renderti un amministratore più intelligente e informato.

Marketing mirato.

Promozioni significative.

Visualizzazioni di pagina più alte.

Spesa più intelligente.

Un pubblico più vasto.

Tutti questi sono il risultato di sapere dove sei e dove devi andare. Google Analytics può aiutarti ad arrivarci.

Quindi gioca nella sandbox.

Visualizza ogni rapporto e concentrati su quelli che funzionano per te.

Non allontanarti dall’area di amministrazione e presumi che la tua prima configurazione e installazione siano l’ultima configurazione e impostazione.

E infine, sii paziente con tutto ciò che l’analisi ha da offrire. Comprendi i tuoi dati e quindi applica tali risultati in modo significativo e di grande impatto.

Conclusione

Se hai un sito Web , un blog , un sito di e -commerce o diamine, anche tutti e tre, i dati dei visitatori sono una risorsa inestimabile per far crescere il tuo marchio. Sapere chi sono i tuoi visitatori, da dove provengono e cosa fanno quando arrivano al tuo sito è fondamentale per garantire che i tuoi siti continuino ad avere successo.

Google Analytics può aiutarti a ottenere le conoscenze di cui hai bisogno fornendoti dati che sembrano più profondi di semplici clic e visualizzazioni di pagina.

Pochi minuti di installazione e poi l’impegno a familiarizzare con il programma sono piccoli investimenti da fare considerando quanto grandi potrebbero essere i premi.

E chissà, un giorno potresti persino catturare il pubblico più sfuggente, i tuoi genitori.

Rapporti personalizzati del dashboard