Cerca

Come iniziare un Blog oggi: tutto ciò che ti serve per iniziare a scrivere

Hai preso la febbre “inizia un blog”?

Forse hai visto quelle persone che fanno un blog vivente sulla loro passione e vogliono unirsi ai loro ranghi. O forse ti piace l’idea di poter condividere i tuoi pensieri con persone di tutto il mondo.

Non importa quali siano le ragioni per voler creare un blog, penso che sia un’ottima decisione!

Ma potresti sentirti un po ‘sopraffatto, giusto?

Ci sono così tante informazioni là fuori che può essere difficile capire esattamente cosa devi fare per iniziare un blog.

Per aiutarti, ho cercato di raccogliere tutto ciò che devi sapere sull’avvio di un blog in un unico posto .

Senza uscire da questa pagina, imparerai come scegliere un argomento del blog, quale sia la migliore piattaforma per avviare un blog, i passaggi tecnici per creare un sito Web per il tuo blog, come personalizzare l’aspetto e le funzionalità del tuo blog e molto altro!

Ti guiderò attraverso l’intero processo con tonnellate di schermate in modo che, indipendentemente dal tuo livello di conoscenza tecnica, sarai in grado di seguire .

Prima iniziamo, prima puoi iniziare a pubblicare post sul blog. Quindi tuffiamoci!

Contenuti

4 domande comuni su come avviare un blog

Mentre ti prepari ad avviare il processo di costruzione di un blog, probabilmente hai alcune domande che ti rimbalzano intorno alla testa.

Non preoccuparti, è abbastanza normale!

In effetti, ci sono alcune domande comuni che quasi ogni blogger principiante pone, motivo per cui ti darò le risposte in anticipo in modo che tu sappia esattamente cosa aspettarsi da questo processo!

Quanto tempo ci vuole per iniziare un blog? Sebbene sia difficile fissare un periodo di tempo sul processo creativo di scelta di un argomento del blog, una volta che sai di cosa vuoi scrivere, puoi terminare il processo tecnico di avvio di un blog in soli 20-30 minuti . È davvero più facile di quanto pensi!

È costoso iniziare un blog? No! Mentre il metodo che raccomando non è gratuito al 100%, puoi iniziare con il tuo blog per ~ $ 80 per l’intero primo anno , che arriva a meno di $ 7 al mese.

Non posso semplicemente usare una di quelle piattaforme gratuite per aprire un blog? Le piattaforme gratuite sono ok per i blog di hobby. Ma la verità è che hai poco o nessun controllo con le piattaforme gratuite e se chiudessero, perderesti il ​​tuo blog. Il metodo che sto per mostrarti ti dà il massimo controllo, protegge i tuoi contenuti ed è l’ ideale se vuoi mai guadagnare soldi dal tuo blog .

Devo essere uno di quei geni tecnologici della TV per iniziare un blog ? No! Fintanto che ti senti a tuo agio nell’usare un computer e navigare in Internet, non dovresti avere problemi ad avviare il tuo blog. Nessuna conoscenza speciale richiesta .

La tua guida di 5 minuti su come creare un blog oggi

Imparerai molto di più su tutti questi argomenti in questa guida. Ma prima di scavare nei dettagli nitidi, voglio darti una vista a volo d’uccello degli effettivi passaggi tecnici che dovrai prendere per lanciare un blog.

Oltre all’aspetto creativo della scelta del blog, ecco i passaggi che devi seguire per collegarti online in circa 20-30 minuti:

  • Registra un nome di dominio – Questo è l’indirizzo permanente del tuo blog su Internet.
  • Acquista hosting di siti Web : questo è il motore che alimenta il tuo blog.
  • Installa WordPress – Questa è la migliore piattaforma per la creazione di un blog.
  • Crea il tuo blog e inizia a scrivere – Questa è la parte divertente!

Inizierò dall’inizio, scegliendo un argomento del blog. Ma se sei già sicuro al 100% di cosa vuoi scrivere, fai clic qui per passare direttamente alla parte tecnica su come avviare un blog.

Passaggio 1: scegli un argomento: il tuo blog è per divertimento o denaro?

Se stai solo pianificando di blog per divertimento, non hai davvero bisogno di leggere questa sezione perché scegliere un argomento è semplice:

È quello che ti interessa!

Ma se hai speranze monetarie per il tuo blog, le cose possono diventare un po ‘più complicate.

Vedi, a volte ciò che ti piace di più non è necessariamente qualcosa che ti farà guadagnare soldi.

E poiché è difficile cambiare l’argomento del tuo blog in un secondo momento, se il tuo obiettivo finale è la monetizzazione, devi fare qualche sforzo per capire se hai un pubblico e opzioni di monetizzazione prima di costruire il tuo blog.

Prova a rispondere a queste tre domande:

1. Mi piace scrivere su questo argomento?

Non c’è proprio modo di aggirare questo fatto:

Costruire un blog richiede tempo.

Non intendo la parte tecnica. È abbastanza facile.

Ma una volta che avrai lanciato il tuo blog, costruirlo in qualcosa che attira visitatori regolari richiederà del tempo.

Per questo motivo, è importante scegliere un argomento di cui puoi vederti scrivere a lungo termine.

Certo, potresti avere un interesse passeggero oggi. Ma sarai felice di scrivere post sull’argomento tra due mesi anche se il tuo blog non sta ricevendo migliaia di visitatori?

Se non sei appassionato, sarà una battaglia in salita cercando di pubblicare costantemente nuovi post.

2. Anche altre persone sono interessate a questo argomento?

Se hai trovato un argomento che sai che sarai appassionato per il prossimo futuro, passa alla domanda successiva:

“Altre persone sono appassionate dell’argomento come me?”

Questo è piuttosto semplice.

Se vuoi essere in grado di costruire un pubblico alla fine, aiuta se sai già che le persone sono interessate al tuo argomento.

Non preoccuparti: non è necessario essere in grado di leggere le menti per farlo.

In realtà ci sono alcuni utili strumenti gratuiti di Internet che possono aiutarti a capire se c’è un pubblico interessato:

KWFinder – Questo strumento gratuito ti consente di inserire una “parola chiave” per vedere quanto è popolare. Una parola chiave è essenzialmente qualsiasi frase che le persone cercano in Google. Se molte persone cercano l’argomento su Google, puoi essere abbastanza sicuro che ci sia un pubblico di buone dimensioni.

Prova a pensare alle parole che descrivono meglio il tuo argomento, quindi inseriscile nella casella e fai clic su Trova parole chiave .

Dovresti vedere un sacco di risultati con un numero che indica quante persone cercano quel termine al mese. Idealmente, vorrai vedere i numeri con migliaia di ricerche mensili. Ad esempio, l’argomento di questo post ( un argomento molto popolare ) ottiene oltre 110.000 ricerche al mese:

1 colonna di ricerca KW Finder

Il tuo blog probabilmente coprirà più potenziali “parole chiave”, quindi è una buona idea ripetere questo processo per diversi argomenti che il tuo blog potrebbe coprire.

E assicurati di consultare la nostra guida approfondita alla ricerca di parole chiave se hai bisogno di più aiuto.

Gruppi di Facebook – Facebook offre un ottimo modo per valutare l’interesse per l’argomento scelto. Prova a cercare gruppi di Facebook che trattano un argomento simile e vedi quanti membri attivi hanno.

Se trovi gruppi con migliaia di membri, è un buon segno che il tuo argomento ha un pubblico interessato:

2 gruppi di Facebook trovano un pubblico interessato

Google Trends : questo strumento è un po ‘più semplice da utilizzare e ti consente di vedere rapidamente se l’interesse per l’argomento scelto è in aumento o in diminuzione (aumentare è meglio!).

3. Posso guadagnare da questo argomento?

Se sei abbastanza creativo, è possibile fare soldi dalla maggior parte degli argomenti. Ma alcuni argomenti sono sicuramente più adatti alla monetizzazione di altri.

Questo esempio è di tipo commerciale, ma se avessi un blog popolare sulle strategie per utilizzare meglio le carte di credito, puoi scommettere che avresti un sacco di società di carte di credito che bussano alla tua porta e vogliono buttarti soldi.

Se hai intenzione di guadagnare dal tuo blog, prova a rispondere a domande come:

  • Ci sono aziende che sarebbero interessate a pagare per l’esposizione al mio pubblico?
  • Altri blog che trattano questo argomento sembrano essere in grado di trovare opportunità di monetizzazione?
  • Potrei creare il mio prodotto in linea, come un eBook, che le persone potrebbero essere interessate all’acquisto?

Hai bisogno di più aiuto per scegliere una nicchia di blog?

Scegliere una nicchia di blog può essere sicuramente difficile, quindi se vuoi uno sguardo ancora più approfondito su come scegliere un argomento del blog, dai un’occhiata a questi due post:

Passaggio 2: scegli una piattaforma di blog: consiglio WordPress

Se vuoi creare un blog, c’è solo una piattaforma che raccomando al giorno d’oggi:

WordPress ospitato autonomamente .

WordPress non solo alimenta questo blog che stai leggendo, ma alimenta anche il 3% di tutti i siti Web su Internet. Sì! Più di un quarto di ogni singolo sito Web utilizzato è alimentato da WordPress .

Quindi, che tu abbia sentito parlare di WordPress o meno, posso praticamente garantire che hai utilizzato un sito Web basato su WordPress ad un certo punto della tua vita.

Perché WordPress è la migliore piattaforma per creare un blog?

Se non sei stato abbagliato dall’impressionante quota di mercato di WordPress, ecco alcuni motivi concreti per cui WordPress è la migliore piattaforma per iniziare il tuo blog:

  • È facile da usare – WordPress è abbastanza semplice da usare che anche le persone non tecniche possono pubblicare post sul blog.
  • Ha una grande comunità – WordPress è così popolare che è facile trovare aiuto se mai si verificano problemi.
  • È facile aggiungere funzionalità – A causa di cose chiamate “temi” e “plug-in”, è semplicissimo cambiare l’aspetto e il funzionamento del tuo blog senza bisogno di particolari conoscenze tecniche (ne parleremo più avanti !)

Tuttavia, non dovresti usare WordPress.com

Ecco la parte confusa di WordPress:

In realtà ci sono due diverse piattaforme denominate “WordPress”:

  • WordPress.org –  Questo è quello che raccomando. È un software senza scopo di lucro e open source sviluppato da una grande comunità. Spesso definita la versione self-hosted .
  • WordPress.com – Questo è un servizio a scopo di lucro basato sul software WordPress.org open source.

WordPress .com ti consente di creare gratuitamente un blog di base. Ma:

  • Non hai il pieno controllo del tuo sito Web, il che significa che non possiedi mai il 100% del tuo blog.
  • È difficile personalizzare il tuo sito web perché non puoi accedere ai plugin o ai temi di WordPress se non paghi per un costoso piano aziendale.
  • com pone alcune restrizioni su come monetizzare il tuo sito.

Con WordPress .org , installi il software WordPress gratuito sul tuo host web, il che significa che hai il 100% di controllo sul tuo sito web. È un po ‘più complicato iniziare, ma il guadagno vale sicuramente lo sforzo extra.

Oltre a possedere tutto, puoi anche apportare qualsiasi modifica tu voglia e monetizzarla come preferisci.

Ecco la linea di fondo: se sei serio sul tuo blog, usare WordPress.org self-hosted è un’opzione migliore rispetto all’utilizzo di WordPress.com, anche con l’offerta di WordPress.com di un blog “gratuito” (ma limitato).

Passaggio 3: registra un nome di dominio

Ora che abbiamo spiegato come scegliere un argomento e una piattaforma di blog, è tempo di iniziare a scavare nei dettagli tecnici su come creare un blog, iniziando con:

Il tuo nome di dominio.

Il tuo nome di dominio ha due scopi principali:

  • È l’indirizzo permanente del tuo blog su Internet. Una volta impostato tutto, chiunque sarà in grado di digitare il nome del dominio nella barra degli indirizzi del proprio browser e accedere al tuo sito da qualsiasi parte del mondo.
  • È il marchio del tuo blog . Di solito, il tuo nome di dominio sarà lo stesso del tuo blog, quindi la scelta di un nome di dominio è una decisione di branding piuttosto importante.

Cosa rende un buon nome di dominio?

Molto di questo è una scelta personale e un marchio. Ad esempio, due dei siti Web più popolari, Google e Facebook, hanno nomi piuttosto unici che sarebbero difficili da generare da una “formula”.

Come suggeriscono quegli esempi, troverai molti siti di successo che infrangono queste regole. Ma in generale, queste sono alcune buone linee guida:

  • Scegli qualcosa che sia rilevante : scegliere un nome che abbia qualche legame con il tuo argomento aiuta le persone a capire rapidamente di cosa tratta il tuo sito web. Ad esempio, questo blog parla di blog, quindi – com
  • Rendi anche il tuo marchio: vuoi qualcosa che sia facile da marchiare in modo che le persone possano ricordare il tuo blog.
  • Evita trattini e numeri – Evita il desiderio di essere creativo con trattini o numeri. È difficile da ricordare per le persone!
  • Usa un .com se possibile – Mentre altre estensioni di dominio stanno diventando più popolari, è comunque meglio scegliere un nome di dominio .com se possibile . Se trovi un nome di dominio eccezionale usando qualcos’altro, va bene ignorarlo, però.

Hai bisogno di ulteriore aiuto per scegliere un nome di dominio? Assicurati di consultare le nostre guide sulla scelta del nome di un blog e sulla scelta di un nome di dominio .

Come trovare i nomi di dominio disponibili

Ecco la parte difficile dei nomi di dominio:

Ogni singolo nome di dominio può essere di proprietà di una sola persona alla volta.

Pensaci: se qualcuno potesse uscire e acquistare Facebook.com, Internet sarebbe il caos totale, giusto?

Quindi, per acquistare un nome di dominio, devi trovarne uno “disponibile”. Cioè, devi trovare un nome di dominio che nessun altro attualmente possiede.

Questo può essere un ordine elevato, ma ci sono molti strumenti per semplificare il lavoro.

Innanzitutto, per verificare rapidamente se è disponibile un nome di dominio, la ricerca istantanea del dominio è tanto semplice quanto possibile. Basta digitare il nome di dominio desiderato e lo strumento ti dirà se è disponibile o meno:

3 Ricerca istantanea del dominio

Se continui a imbatterti in nomi di dominio che non sono più disponibili, puoi anche passare a un generatore di nomi di blog. Un generatore di nomi di blog fondamentalmente restituisce un elenco di nomi di dominio rilevanti che sono garantiti disponibili. Tutto quello che fai è inserire una parola relativa al tuo argomento e questi strumenti faranno il resto:

Come acquistare il nome di dominio scelto

Una volta trovato un nome di dominio che ti piace ed è disponibile, è il momento di acquistarlo!

Sebbene sia possibile registrare un nome di dominio direttamente tramite il tuo host web, non consiglio questo approccio per un paio di motivi:

  • Crea un singolo punto di errore per il tuo sito Web perché sia ​​il tuo dominio che il tuo hosting web si trovano nello stesso punto. Questo è negativo per la sicurezza.
  • Rende più difficile spostare gli host, cosa che probabilmente vorrai fare quando il tuo blog inizia a crescere in popolarità.

Invece, raccomando un servizio separato chiamato Namecheap perché è:

  • Sicuro – Questo è importante perché se qualcuno accede al tuo nome di dominio, ha il pieno controllo del tuo blog.
  • Conveniente : Namecheap addebita solo ~ $ 10 all’anno per la registrazione di un dominio .com, mentre la maggior parte degli host aumenta il prezzo ( anche se all’inizio ti danno un anno “gratuito” ).
  • Conveniente : registrarsi su Namecheap significa che puoi facilmente controllare il tuo nome di dominio se dovessi mai cambiare qualcosa in futuro.

Ecco come acquistare il tuo nome di dominio:

  • Vai a Namecheap
  • Inserisci il nome di dominio che hai scelto nella casella di ricerca:
4 Acquista un dominio Namecheap
  • Fai clic sul pulsante per aggiungerlo al carrello
5 Aggiungi dominio al carrello
  • Fai clic su Visualizza carrello per accedere al carrello
  • Fai clic su Conferma ordine e completa la procedura di pagamento
6 Conferma l'ordine del tuo dominio

Una volta pagato, ora possiedi ufficialmente il tuo nome di dominio! Ora, tutto ciò che devi fare è collegarlo a qualche web hosting.

Passaggio 4: acquista l’hosting web su DreamHost

Considerando che un nome di dominio è un indirizzo permanente al tuo sito Web, il tuo hosting web è ciò che in realtà alimenta il tuo sito Web in modo che, quando qualcuno va a quell’indirizzo, c’è un sito Web reale per salutarli.

È come il motore che alimenta un’auto. Senza un motore, un’auto non si muoverà! E senza web hosting, neanche il tuo blog funzionerà!

Iscriviti per l’hosting con DreamHost

Perché DreamHost è l’host migliore per i nuovi blogger

Per fortuna, l’hosting web di qualità non deve rompere la banca. Un servizio chiamato DreamHost offre un ottimo prodotto a partire da soli $ 6,95 al mese.

Non mi credi? DreamHost è ufficialmente raccomandato dagli hit del settore, come WordPress.org, ThemeForest, CNET e PCMag. Inoltre, l’azienda ottiene costantemente ottime recensioni da utenti reali su TrustPilot.

Recensioni degli utenti di TrustPilot

Allora perché io, e tanti altri, consiglio DreamHost per i nuovi blogger? Ecco i motivi principali:

  • Accessibilità
  • Ottimo supporto se mai hai bisogno di aiuto
  • Prestazioni solide per garantire che il tuo blog sia sempre disponibile e si carichi rapidamente
  • WordPress viene preinstallato sul tuo account

Come acquistare hosting su DreamHost

Clicca qui per andare a DreamHost.

Quindi, ecco come configurare il tuo hosting:

1. Nella colonna Shared Unlimited, fai clic su Iscriviti ora .

Fai clic su Iscriviti ora

Nota: Si consiglia di scegliere lo Starter piano, ma l’ illimitato piano funziona meglio nel lungo periodo.

2. Seleziona Ho già un dominio .

Seleziona Ho già un dominio

3. Nella schermata successiva: inserisci il nome di dominio acquistato su Namecheap nella casella e fai clic su Assegna .

Inserisci il tuo dominio e assegnalo

Quindi, vedrai la schermata finale in cui è necessario:

  • Aggiungi i tuoi dati di fatturazione
  • Assicurati che la casella accanto a Preinstall WordPress sia selezionata
  • Scegli il tuo metodo di pagamento

In totale, il tuo primo anno di hosting dovrebbe costare solo $ 83,40 (o meno se hai scelto il piano di avviamento):

Inserisci il tuo indirizzo di fatturazione

E questo è tutto! Hai appena acquistato l’hosting.

Ottieni il tuo account di hosting web

Come connettere il tuo nome di dominio al tuo web hosting

Per connettere il tuo nome di dominio al tuo web hosting, devi solo completare questi passaggi:

La guida lo definisce, ma in pratica dovrai indirizzare il CustomDNS del tuo dominio verso i tuoi server dei nomi DreamHost.

So che questo processo è un po ‘tecnico, ma dedicare un po’ di tempo ora renderà le cose molto più facili lungo la linea.

In caso di problemi, puoi contattare l’assistenza di DreamHost per ulteriore assistenza. Questo è uno dei motivi per cui consiglio DreamHost ai principianti: il loro supporto è amichevole, sempre disponibile e pronto a fare il possibile!

Passaggio 5: accedi a WordPress (preinstallato con DreamHost)

Come accennato in precedenza, la cosa grandiosa di DreamHost è che non è necessario installare WordPress. Viene preinstallato sul tuo account.

Una volta terminata la procedura di registrazione, riceverai un’email da DreamHost per avvisarti che il tuo account è configurato e fornirti le tue credenziali di accesso.

Accedi al tuo account DreamHost. Nella home page, vedrai una casella blu che ti aiuterà ad accedere al tuo pannello di WordPress:

Accedi a WordPress

Fai clic su Apri WordPress Editor .

Ora sei pronto per iniziare a utilizzare subito il tuo blog!

Un breve tour della dashboard di WordPress

La dashboard di WordPress è essenzialmente il pannello di controllo per l’intero blog. È dove dovrai:

  • Scrivi i tuoi post sul blog
  • Scegli l’aspetto del tuo blog
  • Aggiungi funzionalità al tuo blog
  • Commenti moderati sui post del tuo blog

Oltre a molte altre azioni importanti!

L’accesso alla dashboard è semplice:

  • Aggiungi / wp-admin alla fine del tuo nome di dominio (es. Com / wp-admin)
  • Accedi usando le credenziali che hai impostato con DreamHost nel passaggio precedente.

Una volta effettuato l’accesso, dovresti vedere qualcosa del genere:

14 Dashboard di WordPress

Ecco alcune delle aree più importanti:

  • A – In quest’area è dove scrivere e gestire i post del tuo blog
  • B – Questa area consente di creare un diverso tipo di contenuto chiamato “pagina”. Questo è buono per cose come circa e pagine di contatto
  • C – Qui puoi controllare l’aspetto del tuo blog usando un “tema”
  • D – Qui è dove controlli il funzionamento del tuo blog usando “plug-in”

Andiamo più in profondità con alcune di queste aree importanti …

Passaggio 6: scegli un tema WordPress (come appare il tuo blog)

Un tema WordPress determina l’aspetto del tuo blog e, in misura minore, alcune parti del funzionamento del tuo blog. È come l’abbigliamento del tuo sito web. E, proprio come non puoi uscire in pubblico nudo, il tuo blog ha bisogno di un tema per funzionare.

Il tuo blog avrà un tema predefinito, ma la maggior parte delle persone desidera scegliere il proprio tema per rendere il proprio blog proprio.

Ecco la buona notizia:

Poiché WordPress è così popolare, ci sono migliaia di temi gratuiti e premium tra cui scegliere.

Ecco alcuni dei migliori spot per trovare temi:

  • WordPress.org – Questa è la directory tematica ufficiale di WordPress. Include migliaia di temi gratuiti.
  • ThemeForest – Questo è un mercato popolare che contiene migliaia di temi premium.
  • StudioPress – Questo è un grande fornitore di temi premium. Ho usato un sacco di loro temi nel corso degli anni.

In alternativa, puoi dare un’occhiata alla nostra raccolta curata di temi di blogging gratuiti e premium , temi di WordPress gratuiti .

Mentre alcune persone cercheranno di spaventarti nel pagare per un tema premium, non c’è nulla che rende intrinsecamente un tema premium migliore di un tema gratuito.

I temi premium hanno spesso design e funzionalità migliori, ma non è universale. Quindi, se hai un budget limitato, sentiti libero di iniziare con uno dei temi gratuiti di WordPress.org o del post sul blog a cui ho collegato sopra!

Come installare il tuo nuovo tema

Per installare il tuo tema:

  • Vai su Aspetto → Temi nella dashboard di WordPress
  • Fai clic su Aggiungi nuovo
15 Installa un tema WordPress
  • Per temi gratuiti che hai trovato su WordPress.org , cerca il tema per nome e fai clic su Installa
  • Per temi premium, fai clic su Carica tema e carica il file ZIP del tema
16 Carica un tema WordPress

Una volta installato il tema tramite uno dei due metodi, assicurati di fare clic sul pulsante Attiva per renderlo attivo sul tuo sito Web!

Come personalizzare il tuo tema per renderlo tuo

Una volta attivato il tema scelto, puoi fare un ulteriore passo avanti e personalizzarlo per renderlo tuo!

La maggior parte dei temi ora supporta qualcosa chiamato Customizer. Con il Personalizzatore, puoi modificare il tema usando semplici opzioni in una sandbox live. Cioè, sarai in grado di vedere le modifiche al tuo blog in tempo reale, ma tali modifiche non verranno applicate fino a quando non le pubblichi .

Per accedere a quest’area, vai su Aspetto → Personalizza nella dashboard di WordPress:

17 Aspetto Personalizza il tema

Sentiti libero di giocare e diventare creativo con tutte le impostazioni disponibili perché non puoi rompere nulla!

Due aree alle quali dovrai prestare particolare attenzione sono i widget e i menu :

18 Aggiungi menu e widget
  • Menu : ti consente di impostare il menu di navigazione del tuo sito in modo che le persone possano facilmente orientarsi nel tuo blog.
  • Widget : consentono di aggiungere funzionalità interessanti alla barra laterale del blog, come un elenco degli ultimi post del blog.

Passaggio 7: scegli alcuni plugin di WordPress (come funziona il tuo blog)

Mentre i temi riguardano principalmente l’aspetto, i plug-in riguardano solo la funzionalità. Ti consentono di aggiungere praticamente qualsiasi cosa, da un semplice modulo di contatto a un intero negozio di e-commerce!

E, a differenza dei temi, puoi usare tutti i plugin che vuoi ( anche se dovresti provare a usare solo plugin di cui hai assolutamente bisogno ).

Puoi trovare plugin gratuiti e premium per il tuo sito.

Ecco alcuni buoni posti in cui cercare per iniziare:

  • WordPress.org – Ospita la directory ufficiale dei plugin gratuiti con oltre 50.000 plugin diversi tra cui scegliere.
  • Code Canyon – Un popolare mercato per plugin WordPress premium.

I plugin di cui ha bisogno ogni singolo blogger

Mentre ci sono molti plug-in che offrono funzionalità di nicchia, ci sono anche alcuni tipi di plug-in di cui praticamente ogni singolo blogger ha bisogno.

Invece di ripassare ciò che ho già scritto, puoi dare un’occhiata al mio elenco di plugin indispensabili per avere l’ispirazione .

E se desideri ancora più scelta, abbiamo creato elenchi per molti tipi popolari di plug-in:

Dovrebbe essere abbastanza per iniziare!

Come installare i plugin di WordPress

Per installare i plugin di WordPress:

  • Vai a Plugin → Aggiungi nuovo nella dashboard di WordPress
  • Per plugin gratuiti che hai trovato su WordPress.org, cerca il plugin per nome e fai clic su Installa Ora
  • Per i plug-in premium , fai clic su Carica plug-in e carica il file ZIP
19 Carica plugin

Una volta installato un plug-in, assicurati di attivarlo . Quindi, puoi leggere le istruzioni del plug-in su come utilizzare effettivamente il plug-in sul tuo sito.

Passaggio 8: crea alcune pagine blog essenziali

Accidenti! Ce l’abbiamo fatta. Ora sei finalmente pronto per iniziare a creare contenuti per il tuo blog.

Ma prima di iniziare a scrivere il tuo primo post sul blog (che è il prossimo!), È una buona idea creare alcune pagine principali.

A differenza di un post, una “pagina” non ha una data di pubblicazione. È solo qualcosa che è sempre lì.

Come minimo, la maggior parte dei blog ha pagine per:

  • Informazioni su : questo dice ai visitatori di cosa tratta il tuo blog, oltre a qualcosa in più su di te. Puoi vedere la mia pagina Informazioni qui .
  • Contatto : un numero sorprendentemente elevato di lettori vorrà contattarti. La tua pagina dei contatti lo rende possibile. Puoi vedere la mia pagina dei contatti qui .

Potresti avere più informazioni che desideri condividere, ma quelle due pagine forniscono una buona base per fornire ai lettori le informazioni di cui hanno bisogno.

Come creare una nuova pagina in WordPress

Per creare una nuova pagina:

  • Vai a Pagine → Aggiungi nuovo nella dashboard di WordPress
  • Inserisci il titolo della tua pagina nella casella in alto
  • Inserisci il contenuto della tua pagina nell’editor di testo
  • Fai clic su Pubblica al termine
20 Aggiungi nuova pagina

Passaggio 9: scrivi e pubblica il tuo primo post sul blog

E ora per la parte super divertente: sei finalmente pronto per scrivere il tuo primo post sul blog e condividere i tuoi pensieri con il mondo!

La creazione di un post sul blog in WordPress è quasi identica alla creazione di una pagina. Ci sono solo alcune modifiche.

Innanzitutto, vai su Messaggi → Aggiungi nuovo . Poi:

  • Inserisci il titolo del post sul blog in alto
  • Inserisci il testo del post del tuo blog nella casella dell’editor. È possibile utilizzare la barra degli strumenti di formattazione se è necessario aggiungere grassetto, corsivo e altro. È proprio come Microsoft Word!
  • Se necessario , fai clic sul pulsante Aggiungi media per caricare e inserire immagini
  • Scegli una categoria o aggiungine una nuova a destra
  • Opzionale : aggiungi alcuni tag che descrivono il tuo post sul blog sulla destra
  • Fai clic su Pubblica al termine
21 Pubblica nuova pagina

Congratulazioni! Hai appena scritto il tuo primo post sul blog.

3 suggerimenti rapidi per scrivere fantastici post sul blog

Ci sono un sacco di blog là fuori al giorno d’oggi, quindi se vuoi iniziare un blog che si distingue, dovrai creare contenuti che si distinguono .

Ecco alcuni suggerimenti rapidi per scrivere contenuti che le persone vogliono leggere:

  • Pensa al tuo lettore ideale … e scrivi il post per parlare con loro. Non cercare di soddisfare tutti: rendi davvero felice il tuo lettore ideale .
  • Sii utile e aggiungi valore. Se cerchi davvero di essere d’aiuto, pagherai i dividendi in termini di popolarità.
  • Porta una prospettiva e una voce uniche . Sei una persona unica , quindi non cadere nella trappola di scrivere la stessa cosa di tutti gli altri.

Se porti una prospettiva unica e provi a creare contenuti fantastici che aiutano davvero i tuoi lettori target a fare qualcosa di meglio, costruirai un’ottima base per un blog di successo.

Come trovare idee per post di blog se sei bloccato

Quando inizi a scrivere sul blog, probabilmente ti riempirai di idee per i post sul blog.

Ma una volta esaurito questo sfogo iniziale, inizia a diventare un po ‘più difficile trovare costantemente nuove idee per i post sul blog.

Se inizi a lottare, Elna ha scritto un ottimo post con tonnellate di idee su come elaborare idee per post di blog . E ho anche alcuni suggerimenti sulla pianificazione dei contenuti da solo .

Passaggio 10: inizia a ricevere traffico sul tuo blog

A questo punto, dovresti avere le basi abbastanza bene. Hai eliminato i dettagli tecnici e hai iniziato a creare contenuti.

Una volta che inizi a pubblicare quel contenuto, probabilmente passerai alla fase successiva del blog in cui inizi a pensare:

“Ehi, sto mettendo tutti questi contenuti là fuori. Non sarebbe bello se la gente lo leggesse? ”

Bene, questo non è Field of Dreams.

Se lo costruisci, alcune persone potrebbero venire. Ma probabilmente ci vorrà un po ‘di più per ottenere il traffico.

Quindi, quando hai appena iniziato, come puoi ottenere traffico sul tuo blog?

Ecco due strategie comprovate:

E per uno sguardo ancora più approfondito su come ottenere più traffico sul tuo blog, ho scritto questo enorme post sulla generazione di traffico che include 32 modi diversi per indirizzare il traffico sul tuo blog.

Step 11: prova a fare un po ‘di moolah (AKA come fare soldi dal tuo blog)

Infine, arriviamo alla parte della gestione di un blog che molti aspiranti blogger sognano:

Guadagnare dal tuo blog.

Ora so che non tutti si preoccupano di fare soldi con i blog. Ma penso che alla maggior parte delle persone non dispiacerebbe almeno un po ‘di entrate secondarie dal loro blog, giusto?

Per fortuna, ci sono tonnellate di percorsi diversi che puoi utilizzare per monetizzare il tuo blog .

Ecco alcune delle opzioni più popolari:

Marketing di affiliazione

Con il marketing di affiliazione , ricevi una commissione per indirizzare potenziali clienti a un prodotto o servizio. Fatto bene, puoi rimandare le persone ai prodotti in cui credi ed essere pagato come ringraziamento.

Pubblicità

Puoi vendere annunci pubblicitari direttamente alle aziende della tua nicchia o utilizzare un servizio come Google AdSense per pubblicare gli annunci per te. Sebbene Google AdSense non sia sempre estremamente redditizio, è un modo semplice e pratico di generare almeno alcune entrate dal tuo blog.

Offri un servizio

Molti blogger di successo fanno soldi offrendo un servizio legato alla loro nicchia. Ad esempio, molti altri blogger si guadagnano da vivere a tempo pieno semplicemente scrivendo post sul blog per altre persone . E scommetto che se hai un blog di qualità, puoi fare la stessa cosa!

Oltre a questi tre metodi, ci sono anche molti altri modi creativi per fare soldi dal tuo blog . Dai una lettura a quel post e lasciati ispirare.

Ma per favore ricorda:

Ci vuole tempo, fatica e denaro per far funzionare un’azienda. E potrebbe richiedere un po ‘di sperimentazione per avere ragione.

Se stai cercando un modo rapido per guadagnare denaro, il blog non è la risposta.

Conclusione e cosa leggere per portare il tuo blog al livello successivo

Man mano che avanzi nella tua carriera di blog, inizierai a evolvere nell’uso di tattiche più avanzate per promuovere e monetizzare il tuo blog.

Questi argomenti potrebbero essere travolgenti in questo momento . Ma una volta che ti senti sicuro delle basi del blog, ecco alcuni post che dovresti leggere per iniziare a portare il tuo blog al livello successivo:

Aggiungi i post ai segnalibri per dopo! Ma per ora, congratulati con te stesso per un lavoro ben fatto perché hai avuto il coraggio di fare qualcosa di fantastico: inizia un blog !

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close