ibdi.it

Come iniziare un Blog nel 2020 e fare soldi

Vuoi imparare  come aprire un blog ?

Continui a leggere ovunque su quanto sia facile avviare un blog e su come puoi fare soldi blog istantaneamente.

Ma puoi davvero creare un blog di successo se non sai da dove iniziare?

In questa guida dettagliata e dettagliata, ti mostrerò le cose esatte che ho fatto per iniziare un blog di successo. Vedi: il blog ha cambiato la mia vita, sono stato in grado di guadagnare oltre $ 3.800 dopo soli 3 mesi senza precedenti esperienze . 

Pazzo vero?

E ora, voglio aiutarti a fare lo stesso!

Attraverso questa guida gratuita e approfondita, inizierai un blog nel modo giusto per essere in grado di fare soldi. 

Un’ultima cosa prima di immergerci: questa non è la solita guida per iniziare un blog . Ho trascorso più di un mese a scriverlo perché volevo assicurarmi che fosse il più completo possibile per te . Voglio aiutarti a creare lo stile di vita che meriti ed essere in grado di guadagnare da qualcosa che ami veramente. Ecco perché questa guida è completamente e completamente gratuita.

Ma chi sono io per dirti come aprire un blog?

Negli ultimi 12 anni ho lavorato in un lavoro molto impegnativo. Ho avuto la fortuna di lavorare con le persone che amo, ma il lavoro stesso ha richiesto molto tempo. Lavoravo 12-14 ore al giorno in un ambiente molto esigente.

Continuavo a sognare una  vita senza stress  e poter fare ciò che amavo.

Quindi la sera, ho iniziato a cercare online opzioni alternative. Ho trovato molti modi creativi interessanti  per fare soldi  che potevano darmi più libertà, ma quello che volevo davvero era:

  • Qualcosa che mi soddisfacesse e che potrei fare ogni giorno
  • Qualcosa che ha fatto soldi e mi ha aiutato a vivere la vita dei miei sogni

Mi sono poi reso conto di aver trascorso molto tempo a leggere blog, a guardare persone che attualmente vivono la vita che voglio vivere.

Alcuni rimangono a casa e crescono i loro figli  lontano dal mondo aziendale, alcuni possono viaggiare ogni giorno  dell’anno utilizzando i loro risparmi e investimenti, e alcuni hanno creato una nuova vita per se stessi che consente loro di  fare ciò che amano .  

Cosa avevano in comune tutti?

Avevano un blog !

Quindi ho pensato: forse dovrei anche iniziare un blog! 

E a novembre 2017 è nato Gathering Dreams.

Il mio obiettivo con il mio blog era riuscire a guadagnare $ 1.000 al mese dopo un anno di blog. Se non potessi farlo, abbandonerei semplicemente questa attività di blog e passerei a nuove avventure.

E questo è quello che è successo dopo 3 mesi di blog online. Ho fatto…

$3878

E nel primo anno, ho guadagnato oltre $ 35.000!

E ora, nel mio secondo anno di blog, ho trasformato Gathering Dreams in un blog a 6 cifre che riceve oltre 600.000 pagine visualizzate al mese!

Puoi crederci?

E la cosa incredibile è che sono riuscito a creare un blog di successo anche se:

  • Non avevo precedenti esperienze di marketing online (o marketing di alcun tipo!)
  • Non mi sono mai piaciuti molto i social media e sono in qualche modo un introverso (come puoi vedere, non ci sono foto di me su questo blog. Sì, sono timido!)
  • Non avevo idea di come scrivere (scrivere saggi a scuola era uno dei miei incubi!)

Non ho intenzione di mentirti: 

Se vuoi scoprire come avviare un blog che fa soldi, dovrai impegnarti molto.

L’avvio di un blog potrebbe richiedere meno di un’ora per la configurazione, ma la creazione di un blog di successo che ti farà guadagnare denaro richiederà più tempo.

Ma è possibile per fare soldi blogging , e io vi mostrerà come.

Prendi una tazza di caffè, tè o qualunque cosa ti piace bere e cominciamo!

SUGGERIMENTO: c’è molto da imparare e digerire in questo post. Non mi sento di dover leggere tutto questo oggi. Aggiungi un segnalibro e ritorna ad esso ogni volta che hai bisogno di una guida o sei pronto per passare al passaggio successivo del tuo viaggio sul blog.

Come avviare un blog (e fare soldi) in 7 passaggi dettagliati

 

CAPITOLO 1. Che cos’è un blog e come si seleziona una nicchia redditizia?
CAPITOLO 2. Materiale tecnico: come impostare il tuo blog
CAPITOLO 3. Il segreto per creare contenuti virali
CAPITOLO 4 . Perché Pinterest deve diventare il tuo migliore amico 
CAPITOLO 5 . Fai in modo che Google ti ami: la potenza di SEO
CAPITOLO 6 . I modi comprovati per fare soldi con il blog
CAPITOLO 7 . Le risorse essenziali di cui hai bisogno per il tuo blog
BONUS: dove trovare immagini degne di clic per il tuo blog e i tuoi pin

CAPITOLO 1
Che cos’è un blog e come si seleziona una nicchia redditizia?

Cos’è esattamente un blog e come puoi decidere di cosa scrivere?

Disclosure: ho iniziato a Gathering Dreams su Bluehost . Poiché sono un affiliato di Bluehost, se usi questo link , riceverò una commissione da loro, che mi aiuta a mantenere questa guida gratuita per te e aggiornata. Siate certi che non consiglierei mai un prodotto, uno strumento o un servizio che non ho mai usato personalmente e che adoro!

Cos’è un blog?

Un blog è solo un sito Web che viene aggiornato con nuovi contenuti su base regolare. Normalmente è scritto in uno stile informale o colloquiale (pensa a scrivere ai tuoi amici). Il tuo obiettivo come blogger è di affascinare i tuoi lettori per rimanere il più a lungo possibile sul tuo sito Web, trasformarli in fan fedeli e creare opportunità di vendita.

Dovresti iniziare un blog?

Oh per favore! Non chiedermelo Certo che dovresti!

Iniziare un blog oggi è di gran lunga uno dei modi più semplici per fare soldi online e creare quel tipo di libertà che non molti lavori possono darti. Mi ci sono voluti 12 anni di duro lavoro nel mio lavoro precedente per raggiungere il livello di reddito che sono riuscito a generare con il blog in 18 mesi.

E la cosa magica?

Non devi essere un esperto o uno scrittore professionista per iniziare un blog. I tuoi lettori sono in cerca di consigli di bell’aspetto. Fintanto che puoi aiutarli ed essere parenti, puoi diventare un blogger di successo.

Quanto tempo ci vorrà per costruire un blog redditizio?

Cerchiamo di essere chiari: oltre il 70% dei blog non fa soldi. O almeno non fanno una quantità significativa di denaro di cui vale la pena parlare. E la maggior parte dei blogger che fanno soldi, non fanno abbastanza per poter lasciare il proprio lavoro.

Sai perché?

Perché:

Bloggare è davvero difficile.

Nessuno ti darà soldi gratis. Non è sufficiente creare un blog, scrivere un paio di post e sedersi in attesa che arrivino i soldi.

Nelle prime settimane:

  • Sarai in dubbio perché nessuno conosce il tuo blog e non stai ricevendo traffico.
  • Sarai frustrato da quanto tempo ci vorrà per fare le cose più semplici (come scoprire come installare un plugin).
  • Sarai sopraffatto, lotterai e perderai motivazione.

Migliaia di blogger hanno abbandonato il loro primo anno perché avevano aspettative troppo alte! 


Quello che nessuno ti dice: se vuoi avviare un blog e fare soldi, devi essere pronto a lavorare sodo per almeno 12-18 mesi prima di buttarti la spugna. Sei pronto a farlo? Se lo sei, come me, continua a leggere.


Come scegliere una nicchia di cui blog

Quando ho iniziato il mio blog, sapevo che poteva volerci del tempo. Ma sapevo anche che volevo impostarlo per fare soldi il più velocemente possibile. 

E volevo scrivere di cose che amavo. Ciò significava che dovevo combinare la scrittura di qualcosa di cui ero appassionato, con qualcosa di redditizio.

Decidere quale nicchia vuoi scrivere è il primo passo per iniziare il tuo blog. 

Quindi, come decidi di cosa blog?

Scrivere su ciò che ti viene in mente non è una strategia tremendamente intelligente se vuoi fare soldi il più rapidamente possibile. Inoltre, è molto improbabile che tu possa svelare una nicchia segreta e oscura redditizia che nessuno ha mai rotto prima.

Il punto è:

I blog di successo hanno successo per un motivo. Hanno successo perché inchiodano come aiutare le persone a risolvere i loro problemi di vita quotidiana. E questo può spaziare da come perdere peso a cosa cucinare per cena nei 10 minuti che hai tra tornare a casa e mettere i bambini a letto.

Non cercare di essere molto originale, soprattutto quando inizi. E non rimanere bloccato perché pensi di non essere abbastanza esperto o abbastanza bravo in niente. Non è vero! Finché puoi creare contenuti preziosi e ben studiati, non devi essere un esperto. Hai solo bisogno di sapere di più sull’argomento rispetto alla persona che sta leggendo il tuo blog.

Voglio dire, quanti chef di ristoranti stellati Michelin possiedono un blog sul cibo? Come lettore, vuoi ricette facili che puoi mettere rapidamente insieme una domenica sera che siano semplici e deliziose. Non vuoi imparare dagli “esperti” là fuori.

E questo è vero per molte nicchie di blog.

Le migliori nicchie che ti faranno guadagnare:

Vorrei essere chiaro:

Questa non è la lista definitiva di tutte le nicchie che ti faranno guadagnare. Ci sono molte altre nicchie e argomenti che possono generare un’incredibile quantità di entrate. In questi giorni puoi fare soldi praticamente in ogni nicchia a cui riesci a pensare. Ma le nicchie sottostanti possono farti guadagnare velocemente. Con altre nicchie, potresti impiegare più tempo e sforzi per arrivarci.

Immergiamoci.

1. Finanza personale

La finanza personale può variare dall’insegnamento alle persone su come pianificare e gestire il proprio denaro, su come risparmiare denaro e vivere frugalmente. Adoro questa nicchia perché ha molti potenziali flussi di entrate, soprattutto se si ottiene il lato affiliato giusto.

Alcuni dei miei blog preferiti in questo simpatico: 

2. Guadagna online

Quindi, come si fa a fare soldi sul blog? Con la vendita di corsi che ti insegnano come fare soldi con i blog, ovviamente! Lol. Quando stavo facendo le mie ricerche sul blog, pensavo che parlare di come fare soldi online fosse l’unico modo per fare soldi. Si scopre che la verità è molto diversa, ma la nicchia Make Money Online è molto redditizia.

Lavorare da casa e iniziare un trambusto laterale sono altri giri comprovati sullo stesso argomento. Puoi fare un sacco di soldi con il marketing di affiliazione e i prodotti digitali (come corsi per insegnare agli altri come fare soldi o avviare un’attività).

Punti bonus se puoi condividere quanti soldi guadagni effettivamente.

Alcuni blog stimolanti in questa nicchia:

3. Salute e forma fisica

I blog di questa categoria vanno dai consigli nutrizionali allo yoga e al fitness, dal vivere verde al benessere olistico. Se sei un esperto di salute e fitness, c’è un’incredibile quantità di denaro da fare in questo spazio.

Sì, è una nicchia molto competitiva, ma se inchiodi il tuo messaggio, puoi avere molto successo. Puoi monetizzare con annunci e marketing di affiliazione, raccomandando, ad esempio, i migliori integratori o attrezzature per il fitness. Un altro modo molto redditizio per fare soldi in questa nicchia è quello di creare i tuoi corsi di fitness o piani nutrizionali.

Alcuni blog di successo in questa nicchia:

4. Viaggio

I blog di viaggio sono una nicchia redditizia da considerare se sei appassionato di esplorare il mondo o vivi vicino a una destinazione turistica e puoi condividere i tuoi consigli per visitare la zona.

Funziona davvero bene su Pinterest se scegli destinazioni popolari. E se restringi la tua nicchia e diventi un esperto di viaggi su un argomento specifico, otterrai anche un traffico solido da Google. Ciò significa che potresti diventare un esperto di viaggi in economia (come Nomadic Matt) o zaino in spalla (come The Broke Backpacker). I modi migliori per monetizzare questa nicchia sono la pubblicità, il marketing di affiliazione e la sponsorizzazione.

Alcuni blog che hanno inchiodato la monetizzazione in questa nicchia:

5. Cibo

I blogger alimentari possono essere incredibilmente redditizi (fino a 7 cifre) ma la strategia di monetizzazione non è molto diversificata. La maggior parte dei blogger alimentari ha bisogno di molto traffico per fare buoni soldi e il loro reddito si basa principalmente sulle entrate pubblicitarie. È abbastanza difficile fare un sacco di soldi con le vendite degli affiliati (quanti di voi hanno acquistato una padella dopo aver letto una ricetta?).

La buona notizia è che ottenere traffico da Google, Pinterest e Social Media non è difficile se sai come creare bellissime immagini e / o video appetitosi.

Alcuni incredibili esempi di food blogger che lo hanno inchiodato:

6. Parenting

Non sono un esperto in questo campo, dato che non ho figli, ma tutte le mamme là fuori cercano consigli da chi lo ha già fatto. Questi blog possono variare da consigli durante la gravidanza a come trattare un neonato. La maggior parte dei ricavi sono realizzati tramite vendite di affiliati, post sponsorizzati e pubblicità.

Alcuni blog vale la pena controllare in questa nicchia:

7. Bellezza e moda

La bellezza e la moda sono nicchie superbe per fare soldi. Per avere successo, devi fare molto affidamento sulla tua personalità e farti conoscere . La maggior parte dei blogger in questa nicchia mira a diventare influencer su Instagram o YouTube.

E una volta che diventi un influencer, è molto più facile indurre le persone a comprare tutto ciò che dici. Dovrai portare la tua prospettiva unica per evidenziare i tuoi prodotti, prodotti e marchi preferiti per guadagnare con vendite affiliate e partnership con marchi.

Alcuni dei migliori blog di moda e bellezza che ti ispireranno: 

8. Bricolage e artigianato

Questa è un’area su cui i tuoi lettori possono diventare follemente appassionati. E quando le persone sono follemente appassionate di qualcosa, sono pronte a spendere un sacco di soldi per questo! Può andare dall’uncinetto all’arredamento fai-da-te, dai mestieri di carta ai prodotti di bellezza fatti in casa.

Alcuni dei miei blog preferiti di fai-da-te e artigianato:

9. Stile di vita

Blog di stile di vita (o riviste online – comunque tu voglia chiamarli) normalmente scrivono su alcune o più delle nicchie sopra, oltre a organizzazione e vita. Puoi avere quanti argomenti ti piacciono su un blog di lifestyle. Ad esempio, un blog come The Everygirl parla di finanza personale, sviluppo della carriera, viaggi, decorazioni per la casa, cibo, bellezza, moda e altro ancora. 

Ecco perché penso che i blog sullo stile di vita siano magici: puoi scrivere su diversi argomenti, aiutare le persone e testare diverse nicchie fino a quando non lo restringi a ciò che ami davvero.

Ricorda che alcuni dei più grandi blog sullo stile di vita hanno molti scrittori pagati, il che significa che possono scrivere molti contenuti su diversi argomenti ogni settimana. Se decidi di scrivere un blog sullo stile di vita da solo, scegli 2-4 argomenti, altrimenti sarà molto più difficile creare post di blog sufficienti per ogni categoria. E se il tuo blog è troppo ampio, troverai più difficile classificarti su Google. 

Le principali strategie di monetizzazione per blog di stile di vita sono marketing di affiliazione, pubblicità e post o partnership sponsorizzati.

Blog di lifestyle che adoro:

SUGGERIMENTO DEL GIORNO Non importa quale nicchia scegli, concentrati sulla risoluzione dei problemi delle persone o scrivi su cose di cui le persone sono incredibilmente appassionate. Non scrivere della tua vita per cominciare, a meno che non si tratti di un esempio che aiuterà gli altri! A nessuno importa di te, a parte tua mamma!

Certo, ci sono blogger e influencer là fuori che fanno tonnellate di soldi scrivendo su se stessi. Ma ci vorrà molto più tempo per costruire un pubblico e monetizzare il tuo blog se decidi di seguire questa strada.

Quanto dovrebbe essere ampia la tua nicchia?

Molti esperti di blogging suggeriscono di restringere il più possibile la tua nicchia, per diventare la risorsa numero uno online per quell’argomento molto specifico. 

Ciò ti aiuterà a identificare molto di più il tuo potenziale pubblico e, con un pubblico mirato, il potenziale di vendita è maggiore.

Non sono del tutto in disaccordo con questo approccio, ed è particolarmente vero se vuoi vendere un prodotto molto specifico o diventare un affiliato di punta per una specifica linea di servizi.

Ad esempio, se si desidera vendere macchine da caffè, è molto meglio creare un blog che parli solo di caffè rispetto a un blog più generico su ogni tipo di bevanda.

Ma restringere la tua nicchia non è l’unico modo per creare un blog per fare soldi. Gathering Dreams è un perfetto esempio di ciò.

Ciò che è essenziale, se decidi di ampliare la tua nicchia, è che il tuo messaggio sottostante sia coerente. Devi ancora identificare il tuo pubblico di destinazione e ogni post di blog che scrivi deve essere personalizzato per il tuo lettore ideale.

Lasciate che vi faccia un esempio:

Gathering Dreams è incentrato su una vita sana, sulla libertà finanziaria e su come raggiungere uno stile di vita equilibrato. Se all’improvviso ho iniziato a scrivere una recensione sugli hotel di lusso più costosi del mondo, non si adattava al mio messaggio generale e il mio pubblico potrebbe chiedersi se sono impazzito.

Piano d’azione

  • Scrivi un elenco di cose che ti interessano. Non devi essere un esperto, ma deve essere qualcosa su cui sei pronto a imparare e fare ricerche. Non fermarti alla tua prima idea, ma fai un brainstorming di un elenco di potenziali argomenti. Assicurati di scegliere qualcosa che ti interessa davvero, altrimenti ti stancherai molto rapidamente del tuo blog. E durante i primi mesi di blog, hai bisogno della tua passione per alimentarti. Altrimenti, ti arrendi!
  • Passa attraverso l’elenco delle migliori nicchie sopra e assicurati di poter adattare la tua nicchia lì se vuoi avere buone possibilità di successo. Se stai scrivendo blog per fare soldi, devi scrivere su ciò che la gente vuole leggere. Devi aiutare le persone a risolvere i loro problemi .
  • Cerca la tua nicchia di blog. Trova idee su possibili post di cui puoi scrivere, ricerca blogger di successo in quella nicchia che ti ispira. Scopri come fanno soldi e quanti soldi fanno (se pubblicano rapporti). Prima di impegnarti in qualsiasi nicchia, assicurati di poter creare un blog di successo!

 

E RICORDA: non importa quale nicchia scegli, devi amarla. Non mi interessa cosa dicono le persone di scegliere un argomento per fare soldi. Se ti ci vorrà un anno per guadagnare qualche soldo serio, probabilmente perderai interesse per quell’argomento prima di vedere entrare soldi. E fallirai prima ancora di iniziare!

VUOI ULTERIORI INFORMAZIONI SUL BLOGGING?

Iscriviti alla mia newsletter e ti invierò anche tutte le mie notizie speciali sui blog!

CAPITOLO 2
Materiale tecnico: come impostare il tuo blog

Tutto il gergo tecnico che devi sapere e come impostare il tuo blog nel modo giusto

 

1. Scegli un nome di dominio

Un nome di dominio è solo un modo più complicato per dire il nome del sito web.

Quindi hai finalmente scelto gli argomenti del tuo blog, ora devi decidere un nome per questo. Vorrei che fosse più facile! Ma ho finito per passare giorni a trovare il nome del mio blog.

I miei migliori consigli per scegliere un nome sono:

  • Accattivante: scegli un nome facile da ricordare
  • Facile: facilita l’ortografia
  • Breve: e dolce
  • Memorabile: scegli un nome che ti riguarda e di cosa vuoi scrivere

Dovrai anche assicurarti che il tuo nome di dominio sia disponibile e non registrato con un altro sito web.

Puoi verificare se il tuo dominio è disponibile qui:

Se stai lottando per trovare il nome perfetto, scrivi molte parole che descrivono come vuoi che le persone si sentano sul tuo blog o su cosa vuoi che sia il tuo blog. Quindi prova a combinarli, usa frasi accattivanti e cerca di scambiare parole con le tue.

E prova il nome che hai scelto con i tuoi amici!

Quindi, iniziamo con la scelta del nome del tuo blog.

Sapevo che il mio blog mi avrebbe aiutato a vivere i miei sogni. E poi ho pensato che potesse essere un diario per conservare tutti i miei sogni: così mi sono inventato Gathering Dreams .

Dopo aver scelto il nome di dominio e aver verificato che sia disponibile, è necessario registrare il diritto di utilizzarlo.


Se non hai ancora registrato il tuo dominio, è ora.

Prenditi subito 30 secondi per ottenere il tuo nome di dominio e l’hosting con  Bluehost , il provider di hosting blog che ho usato per iniziare Gathering Dreams. Utilizzando  Bluehost come host web (vedi passaggio 3 ) puoi ottenere un  dominio GRATUITO per il primo anno purché acquisti un hosting web di 12 mesi.

> OTTIENI DOMINIO E HOSTING <


2. Scegli la piattaforma di blogging giusta

Quando si avvia un blog, è necessario scegliere una piattaforma di blog.

Che cos’è una piattaforma di blog?

Una piattaforma di blog è un software o un servizio che usi per pubblicare i tuoi contenuti online. Ti consente di creare post e gestire tutto ciò che crei. Ci sono diverse piattaforme di blog là fuori, alcune sono completamente gratuite e alcune dovrai pagare.

Alcune delle piattaforme di blogging più comuni:

  • WordPress.com (gratuito)
  • WordPress.org (lo stesso software, ma è necessario installarlo sul tuo host web)
  • Wix
  • Weebly
  • SquareSpace
  • medio

Ma una cosa che devi sapere è che:

Non sarai in grado di fare soldi da un blog gratuito.

E questi sono i motivi:

  • Se utilizzi un servizio gratuito, NON possiedi i contenuti del tuo blog o del tuo sito web
  • Avrai opzioni limitate per personalizzare il tuo design e avrai un supporto limitato
  • Avrai delle restrizioni per pubblicare annunci sul tuo sito Web per poterlo monetizzare
  • Alcune piattaforme gratuite pubblicheranno i tuoi annunci di distrazione sul tuo sito web
  • Il tuo blog non sembrerà professionale e potresti non essere in grado di ottenere l’approvazione per alcuni programmi di marketing di affiliazione

Se vuoi guadagnare dal tuo blog, il tuo sito web dovrà essere ospitato su un server web che ti consenta di personalizzarlo.

Blog con WordPress

WordPress.org è la piattaforma di siti Web più popolare al mondo. Alimenta circa il 36% di tutti i siti Web nel mondo. Offre la massima flessibilità per il design e la monetizzazione!

È gratuito ed estremamente flessibile ed è quello che sto usando per Gathering Dreams .

Ma un avvertimento:

Non è la piattaforma più user-friendly là fuori per cominciare. WordPress ha una curva di apprendimento più ripida rispetto ad alcune altre piattaforme e ci vorrà del tempo per capire tutto ciò che devi sapere. Non mi considero una persona stupida, ma credetemi, navigare in WordPress nelle prime 2-3 settimane mi ha fatto pensare che non fossi neanche così intelligente!

Tuttavia, posso assicurarti che se rimani con esso (con l’aiuto di questa guida), sarai in grado di creare il blog dei tuoi sogni!

I costruttori di siti Web drag-and-drop come Wix sono molto più facili da iniziare e sarai in grado di creare un blog con pochi clic. Sembrano anche incredibilmente belli ed è facile spostare le cose e farle apparire esattamente come vuoi. Ma non sarai in grado di trasformare il tuo blog in un business in crescita con la stessa facilità di WordPress. Wix ti offre grandi opzioni di design, ma è molto limitato in ciò che puoi personalizzare quando si tratta degli strumenti di cui hai bisogno per fare soldi (come plug-in per l’integrazione della posta elettronica, opzioni di marketing di affiliazione e altro). Ora potrebbe suonare bene, ma se sei seriamente intenzionato a guadagnare un reddito con il tuo blog, lo troverai molto frustrante abbastanza presto.

3. Acquista hosting per il tuo blog

Sebbene WordPress.org sia gratuito, dovrai ospitare i tuoi file su un server. Se sei interessato a fare soldi con il tuo blog o a trasformare il tuo blog in un’azienda, allora pagare per l’hosting è DEVE.

Ma cos’è un host web?
L’hosting è il luogo in cui memorizzi i tuoi dati. È praticamente lo spazio su disco del tuo blog. Come il disco rigido del tuo laptop, hai bisogno di un posto online in cui le persone possano accedere a tutto ciò che crei. È un po ‘come “il cloud” per il tuo blog.

Questa opzione ha un costo, ma non sarai in grado di aggiungere annunci al tuo sito web se imposti il ​​tuo blog nel modo sbagliato.

Quanto costa il web hosting?

Può andare da $ 2,95 al mese a $ 100 al mese e oltre!

Quando ho iniziato, dopo aver fatto tonnellate di ricerche, ho selezionato Bluehost come host web. 

Ragioni per cui dovresti usare Bluehost

  • È la società di hosting web numero 1 consigliata da WordPress.org
  • Ottieni un nome di dominio GRATUITO quando acquisti un piano di 12 mesi
  • È il miglior hosting conveniente per i principianti se hai appena iniziato e hai risorse limitate per investire nel tuo blog.
Seleziona il tuo piano

Fai clic qui per andare su Bluehost e premere il pulsante verde “Inizia ora” per scegliere il pacchetto. È solo $ 2,95 al mese tramite il mio link se ti iscrivi per 36 mesi .

Verrai indirizzato a una pagina in cui è possibile selezionare il tipo di piano che si desidera acquistare. Consiglio di scegliere il piano di base . Con un nuovo blog, il piano di base è tutto ciò di cui hai bisogno per iniziare e puoi sempre aggiornare in seguito, se necessario.

Scegli il nome di dominio del tuo blog

Successivamente, arriverai alla pagina in cui è il momento di scegliere il nome di dominio per il tuo blog:

Qui devi solo inserire il nome che hai scelto nel primo passaggio (ho inserito i programmi di raccolta ) e fare clic su Avanti.

Se il tuo nome non è disponibile o vuoi ancora pensarci, puoi anche saltare questo passaggio e fare clic su “Creerò il mio dominio più tardi” nella parte inferiore della pagina.


Possiedi già un nome di dominio?
Se possiedi già un nome di dominio acquistato in precedenza da un sito Web come GoDaddy, dovrai collegarlo al tuo account Bluehost . Basta scegliere la seconda opzione a destra della pagina invece di registrare un nuovo nome di dominio. Dovrai quindi accedere alla pagina Account Manager del tuo provider di dominio e seguire le istruzioni specifiche per connettere il tuo dominio al tuo server Bluehost.


Crea il tuo account Bluehost

Ora devi solo inserire i dettagli del tuo account come il tuo nome, indirizzo e-mail (assicurati di utilizzare il tuo indirizzo e-mail più aggiornato poiché tutte le tue informazioni di fatturazione e accesso verranno inviate qui!).

Puoi anche connettere il tuo account Google a Bluehost , per evitare di dover inserire tutti i tuoi dati manualmente.

Quale piano tariffario devo selezionare?

Più lungo è il tuo piano, più economico sarà. Ti consiglio vivamente di acquistare un piano di hosting di almeno 12 mesi per questi motivi:

  • Se vuoi davvero dare un colpo al blog, devi impegnarti per almeno un anno. E dover mettere un po ‘di soldi in anticipo ti farà fare questo passo solo quando sei pronto.
  • Riceverai un dominio GRATUITO per i primi 12 mesi, incluso nel pacchetto.
  • Il prezzo mensile sarà molto più economico.
  • Se acquisti solo un piano mensile, potresti dimenticare di rinnovare il piano con il rischio di abbattere il tuo sito Web e perdere affari.

Quale piano di hosting è il miglior rapporto qualità-prezzo?

Se hai solo un po ‘di soldi … A meno di 10 centesimi al giorno per l’esattezza, ti consiglio di acquistare un piano di 36 mesi . Questo è quello che ho fatto quando ho iniziato a Gathering Dreams . La verità è che non ci sono molte aziende là fuori che puoi iniziare con questo tipo di denaro. Paghi un po ‘di più in anticipo, ma alla fine risparmi un sacco di soldi.

Se desideri mantenere i costi il ​​più basso possibile, ricordati di deselezionare uno dei componenti aggiuntivi. Consiglio vivamente di pagare per “Domain Privacy + Protection”, che costa solo $ 0,99 al mese per mantenere i tuoi dati privati.

È necessaria la protezione della privacy del dominio?

Dipende davvero da te! L’aggiunta di Domain Privacy + Protection maschera le tue informazioni personali dal database whois, che è pubblicamente visibile a chiunque su Internet. Se non paghi per questo, le tue informazioni di contatto personali potrebbero essere utilizzate dagli esperti di marketing e dagli spammer per inviarti email indesiderate. Se non ti dispiace ricevere email di spam in più, puoi evitare di pagarlo. 

4. Installa WordPress

Bluehost semplifica la creazione di un blog WordPress .

Bluehost ora installerà automaticamente WordPress per te. Tutto quello che devi fare è scegliere la tua password!

Se non sei sicuro di cosa fare durante qualsiasi passaggio, puoi aprire la chat live su Bluehost in qualsiasi momento e il loro supporto tecnico sarà in grado di aiutarti in pochissimo tempo.

Hai quasi iniziato il tuo blog! Si! 

Dopo aver installato WordPress e selezionato la password, Bluehost ti darà la possibilità di selezionare un tema. Lo faremo in seguito ( passaggio 6 ).

Quindi qui puoi selezionare uno qualsiasi dei temi o semplicemente fare clic su Salta questo passaggio sotto i temi offerti.
Ora devi solo fare clic sul pulsante blu Inizia a costruire . 

E verrai reindirizzato a WordPress:

5. Tour e impostazioni di WordPress

Accedi al tuo blog WordPress

Per accedere al tuo sito Web, devi solo digitare il nome del dominio e aggiungere wp-login.php alla fine dell’indirizzo web. È così facile.

Quindi, ad esempio, se il tuo nome di dominio era gatheringdreams.com, accedi al tuo sito Web da gatheringdreams.com/wp-login.php

La pagina di accesso sarà simile a questa ed è necessario utilizzare lo stesso nome utente e password creati in precedenza in questo tutorial.

NOTA: per le prime 24-48 ore, non sarai in grado di accedere direttamente a WordPress. Questo perché ci vorrà del tempo per assegnare il tuo dominio e reindirizzare il tuo sito web all’indirizzo web corretto. Se non vedi questa schermata, puoi semplicemente accedere al tuo account Bluehost andando su https://my.bluehost.com/

E fai clic su Accedi a WordPress :

Ora sei loggato nella dashboard di WordPress!

Questo diventerà il tuo nuovo migliore amico (o nemesi) per le prossime settimane. So che sembra molto complicato. E ti sembrerà complicato per le prossime 3-4 settimane, ma lo prometto, diventerà sempre più facile!

Sarà simile a questo:

Per prima cosa, dovresti familiarizzare con il menu a sinistra:

Post:
questa è la scheda su cui fai clic per scrivere i tuoi nuovi post sul blog. Probabilmente è dove passerai la maggior parte del tuo tempo … sei un blogger ora!

Media:
questa è la libreria in cui verranno archiviate tutte le immagini che carichi sul tuo sito web. Puoi aggiungere, eliminare o modificare immagini, video e audio proprio qui.

Pagine:
è qui che creerai le diverse pagine che desideri avere sul tuo sito Web, tra cui la pagina Informazioni , la pagina Contatti e la tua Informativa sulla privacy .


Qual è la differenza tra pagine e post?

I post di WordPress hanno una data di pubblicazione ufficiale e vengono visualizzati per data sulla pagina del blog del tuo sito. Hanno anche un aspetto più sociale, poiché i commenti sono abilitati.

Pagine di WordPress  non  non hanno una data di pubblicazione e sono pensati per statica, il contenuto senza tempo. Due esempi comuni di contenuti che dovrebbero essere una pagina sono le pagine Contatti o Informazioni sul tuo sito . 


Commenti:
Qui è dove diventerai social! Qui puoi controllare, moderare e rispondere ai commenti pubblicati sul tuo sito web. Penso che i commenti siano davvero importanti in quanto sono una connessione tra i tuoi lettori e te stesso. Mi assicuro di rispondere personalmente a ogni commento che ricevo. 

Aspetto:
questo è SUPER IMPORTANTE. Dovrai andare qui per gestire l’intero aspetto e il layout del tuo sito Web. Parleremo di questa scheda un po ‘più in profondità in un secondo. Qui troverai temi, widget, menu, opzioni di personalizzazione e altro ancora.

Plugin: i
plug-in sono uno dei vantaggi più importanti dell’utilizzo di un blog WordPress con hosting autonomo. Un plug-in è un software che funge da componente aggiuntivo di un sito Web WordPress. I plugin possono estendere la funzionalità o aggiungere nuove funzionalità al tuo blog.

Condividerò i plugin essenziali che devi installare sul tuo nuovissimo blog nel Capitolo 7 .

Utenti:
qui puoi gestire gli utenti sul tuo sito web. Assicurati solo che il tuo login principale non si chiami admin . Gli hacker potrebbero provare ad accedere al tuo sito Web ed è molto più facile per loro attaccarti se usi un nome utente standard come admin . Modificalo il prima possibile per qualcosa di meno riconoscibile.

Strumenti :
questa scheda offre la possibilità di importare / esportare dati da e verso altri sistemi di gestione dei contenuti. Ignoralo, non l’ho mai usato nella mia vita da blog.

Impostazioni: le
tue impostazioni di WordPress sono davvero importanti. Per quanto potresti non capire esattamente cosa stai ancora facendo, devi impostare immediatamente questa scheda correttamente, o sarà molto difficile cambiare le cose in seguito.

Credimi su questo.

Assicuriamoci di sistemare le cose fin dall’inizio!

Le tue impostazioni di WordPress: configuralo nel modo giusto

Non devi preoccuparti troppo di ogni scheda in “Impostazioni”. Non credo di aver mai nemmeno cliccato su alcuni di essi! Ma le due schede che desideri aggiornare immediatamente sono in Generale e Permalink .



Titolo generale del sito: questo sarà il nome che vuoi apparire in primo piano quando qualcuno atterra sul tuo sito web. Il mio è solo Gathering Dreams  ed è quello che le persone vedono in cima alla mia homepage quando arrivano sul mio sito web.

Tagline: Questo è un breve monotono che dice ai lettori di cosa tratta il tuo blog. Appare proprio sotto il nome del tuo sito Web nella home page del tuo sito Web. Non è necessario utilizzare una tag line se non si desidera, è una scelta personale al 100%, quindi non perdere troppo tempo qui! 

Indirizzo WordPress (URL) e indirizzo del sito (URL): entrambi saranno il nome del tuo dominio.

Indirizzo e-mail: questo è l’indirizzo e-mail principale allegato al tuo sito Web come indirizzo di contatto principale. Puoi impostare il tuo indirizzo e-mail aziendale tramite Bluehost in circa due minuti. Accedi alla dashboard di Bluehost, vai su Email e Office, vai su Gestisci e configura il tuo account di posta elettronica.

Puoi praticamente lasciare tutto il resto qui com’è, o giocare con il resto delle impostazioni. Tocca a voi!

permalink

Prima di tutto, cos’è un permalink?

Un collegamento permanente o permanente è un URL che è destinato a rimanere invariato per molti anni nel futuro. È l’indirizzo web di ciascuno dei tuoi post sul blog. I permalink dovrebbero essere il più user-friendly possibile, per rendere più facile per le persone ricordarli.

Perché i permalink dovrebbero rimanere invariati?

Dopo la pubblicazione di un determinato post o pagina, il permalink per quella pagina non deve essere modificato senza una causa molto valida (e in eccezioni estreme). I permalink dovrebbero rimanere invariati perché tutti i collegamenti in entrata che il post o la pagina ha da altri siti web indicheranno improvvisamente un URL mancante.

Come impostare correttamente i permalink

Quando configuri il tuo blog WordPress usando Bluehost , le impostazioni di permalink dovrebbero essere già impostate per pubblicare nuovi post nel blog nel formato domain.com/post-name .

Se le impostazioni del permalink non sono già impostate su questo formato, è importante modificarle in questo momento. Ciò ti aiuterà a posizionarti meglio nei motori di ricerca come Google perché il testo del tuo titolo verrà visualizzato in ciascuno dei tuoi URL.

Nella dashboard di WordPress, passa con il mouse su Impostazioni e seleziona Impostazioni> Permalink  per apportare questa modifica. Dovrebbe apparire così qui:

6. Seleziona un tema

Prima di tutto:

Che cos’è un tema?

Un tema definisce l’aspetto del tuo blog. Fornisce il framework per creare lo stile del tuo sito WordPress.

La maggior parte dei temi ti fornirà:

  • Layout di pagina
  • Colori
  • Stile del carattere
  • Posizioni dei widget
  • Menu di navigazione

Hai un sacco di opzioni tra temi gratuiti e a pagamento e puoi assolutamente iniziare con un tema GRATUITO fino a trovare un tema premium di alta qualità che ami e che puoi permetterti.

Per trovare un tema gratuito che ti piace, puoi accedere alla dashboard di WordPress, fare clic su Aspetto e fare clic su Temi .

I temi che hai scaricato saranno elencati qui. Se vuoi cercare altri temi gratuiti, puoi semplicemente fare clic sul grande pulsante + e sarai in grado di scegliere tra centinaia di bellissimi temi gratuiti.

Alcune cose da ricordare quando selezioni un tema WordPress

Selezionare un tema bellissimo per il tuo blog può essere molto divertente. Ma può anche richiedere molto tempo. E perdere tempo a selezionare un tema non è come dovresti passare i primi giorni del tuo viaggio sul blog.

La cosa più importante di qualunque progetto tu scelga è la funzionalità. Il tuo blog deve essere facile da navigare, pulito e ottimizzato per i dispositivi mobili.

Principali cose da guardare in un tema WordPress:

  • Mantienilo semplice. Un buon tema deve essere facile da navigare, facile da leggere e, soprattutto, deve consentire alle persone di condividere facilmente i tuoi post. Dimentica i caratteri fantasiosi che non riesci a capire e assicurati che le persone possano interagire con i tuoi contenuti con icone social e pulsanti di condivisione.
  • Deve essere reattivo. Al giorno d’oggi, la maggior parte delle persone guarderà il tuo sito Web su diversi dispositivi. Se il tuo blog sembra perfetto sul desktop, ma è impossibile navigare su dispositivi mobili o tablet, non funzionerà. Indipendentemente dal tema selezionato, assicurati di controllarlo su dispositivi mobili, tablet e desktop. Deve anche funzionare bene su diversi browser. Quindi controlla su Firefox, Safari e Chrome.
  • SEO friendly. Non serve molto avere un bellissimo sito web se nessuno lo trova! Assicurati di leggere le scritte in piccolo del tuo tema. Deve essere ottimizzato per il SEO o troverai molto difficile apparire nei risultati di ricerca di Google.
  • Offrono supporto? Se qualcosa si rompe e non sai come risolverlo, c’è qualche tipo di supporto?

Indipendentemente dal tema scelto, leggi le valutazioni e le recensioni per assicurarti che non vi siano problemi evidenti. E ricorda: puoi cambiare facilmente il tema in un secondo momento, con pochi clic. Essere in grado di aggiornare e personalizzare l’aspetto del tuo blog è una delle straordinarie funzionalità di WordPress.

Dopo aver detto tutto questo, il mio tema preferito e quello che sto usando per Gathering Dreams si chiama Simply Pro e utilizza il Genesis Framework come base.

Semplicemente Pro

Cos’è il Genesis Framework?

Quando ho iniziato il mio blog, ho continuato a leggere sul Genesis Framework e mi ci è voluto un po ‘di tempo per capire di cosa si tratta. E anche perché ho dovuto pagare ancora per qualcos’altro.

Il termine framework di temi WordPress si riferisce spesso a una libreria di codici che viene utilizzata per sviluppare un tema. Gli sviluppatori normalmente costruiscono i loro temi attorno a framework per accelerare i tempi necessari per progettarli e per assicurarsi che le funzionalità di base di un sito Web siano solide e facili da mantenere.


Genesis è come il design di base del tuo blog. È composto da linee e linee di codice che dicono a WordPress dove si trova tutto e consente agli sviluppatori di creare bellissimi temi su di esso. Onestamente, non devi necessariamente capire esattamente come funziona (io no!).


Il Genesis Framework è uno dei migliori per rapporto qualità / prezzo e ti fornirà una base sicura e ottimizzata per i motori di ricerca per i tuoi siti web. Viene fornito con funzionalità integrate come layout multipli, pagine responsive mobili ad alta sicurezza, modelli di pagina personalizzati e molte altre fantastiche funzionalità.

Una volta che il tuo sito viene eseguito su Genesis Framework, puoi scegliere tra una varietà di temi Genesis Child, che è il design del tuo blog.

Ecco alcuni dei miei temi preferiti di Genesis WordPress :

Foodie Pro

Foodie Pro  è il tema della Genesi più flessibile. Ha un design elegante e minimale e molte opzioni di colore e tipografia. È una scelta popolare per i migliori blogger di food e lifestyle.

Semplicemente Pro

Simply Pro è un tema molto moderno che segue le tendenze del design stabilite dai migliori blogger. Con il suo stile semplice e minimale, i tuoi contenuti appariranno incredibili. È quello che ho deciso di utilizzare per Gathering Dreams quando ho iniziato!

Raffinato

Raffinato ti darà le basi perfette per il tuo blog. Su di esso puoi mostrare i tuoi prodotti, puoi integrare una funzione di negozio tutto mantenendo un aspetto semplice, ma elegante.

SUGGERIMENTO: so che quando inizierai, sarai preoccupato per il tuo logo, il design del tuo blog e molte altre cose! Non sprecare troppi soldi pagando qualcuno per creare il tuo logo e non spendere centinaia di dollari per un tema! A nessuno importa del design del tuo blog tranne te. Le persone ti troveranno e si preoccuperanno principalmente dei tuoi contenuti e di come il tuo post li aiuterà. Assicurati solo che il tuo tema sia semplice e facile da navigare. Una volta che inizi a guadagnare, sarai in grado di migliorare il tuo design e rendere il tuo blog più bello. Il passo più importante è agire e iniziare!

 

Se decidi di acquistare un tema, invece di installarne uno gratuito, dovrai caricarlo su WordPress. Fai semplicemente clic su Carica tema , seleziona il file sul tuo computer, quindi segui le istruzioni per caricare e attivare il tema.

È davvero semplice, lo prometto! 

7. Personalizza l’aspetto del tuo nuovo blog

Ora che hai selezionato il tema, puoi iniziare a personalizzarlo. Puoi fare clic sul pulsante blu Personalizza sotto il tema che hai installato o selezionare la scheda Personalizza a sinistra, in Aspetto .

Ogni tema avrà le sue impostazioni personalizzate, ma normalmente vedrai una pagina che assomiglia un po ‘a questa:

Avrai il tuo menu a sinistra e il tuo blog a destra. La cosa bella di questa vista è che sarai in grado di vedere i cambiamenti in tempo reale. Puoi anche navigare nel tuo blog per vedere come le modifiche potrebbero influenzare ogni pagina o post di blog.

Identità del sito
Questo è solo un altro posto in cui è possibile modificare il nome e lo slogan del blog.

Impostazioni di colori / aspetto
Qui puoi giocare con tutte le impostazioni di colore del tuo blog e talvolta anche con i caratteri. Assicurati di selezionare colori di facile lettura per il tuo testo ma anche i tuoi collegamenti. I collegamenti sono davvero importanti e vuoi assicurarti che le persone li vedano immediatamente (senza essere troppo in faccia).

Opzioni intestazione / piè di pagina
Qui di solito sarai in grado di aggiungere il tuo logo, aggiungere l’immagine o le diapositive principali e altre impostazioni.

Menu Le
opzioni di menu variano in base al tema scelto, ma qui sarai in grado di regolare le strutture di menu che verranno assegnate al tuo sito Web. 

Widget I
widget sono semplici elementi che è possibile utilizzare per creare le barre laterali del sito Web (e anche altre aree). Consentono di aggiungere facilmente testo, collegamenti e altri tipi di informazioni ad aree specifiche (determinate dal tema). 

Per aggiungere un widget al tuo sito, devi accedere alla dashboard, quindi accedere a  Aspetto> Widget. Puoi leggere qualcosa in più sui widget e su come usarli qui .

CSS aggiuntivo
Se sai come programmare, qui è dove puoi aggiungere alcuni pezzi personalizzati di stile CSS (foglio di stile a cascata) al tuo blog.

Dovresti leggere tutte le istruzioni per personalizzare il tuo tema e giocare con le impostazioni che devi far sembrare che desideri. Far sembrare il tuo blog come se lo avessi in testa potrebbe richiedere un po ‘di tentativi ed errori, ma non stressarti troppo! Puoi sempre tornare qui e cambiarlo in qualsiasi momento.


ATTENZIONE: il tema del tuo blog potrebbe non apparire esattamente come il modello selezionato immediatamente. Questo è qualcosa che mi ha frustrato all’inizio perché speravo che con un clic tutto sembrasse sensazionale. Ma per replicare ciò che vedi nella demo del tema, dovrai impostare menu, pagine, post sul blog e aggiungere immagini. Sii paziente, ci vorranno alcuni giorni per far sembrare tutto giusto. Ma lo prometto: ci arriverai.


8. Pagine, post e categorie

Ora che hai impostato l’aspetto del tuo blog, dobbiamo iniziare a configurare le pagine più importanti. 

Pagine, post e categorie creeranno la struttura di base del tuo blog. Come ogni altra cosa, puoi sempre cambiare le cose, ma è importante sedersi e trovare una buona struttura di facile navigazione per il tuo blog.

Crea una nuova pagina in WordPress

Come accennato in precedenza, le pagine del tuo sito Web sono le pagine statiche che rimarranno sempre nel menu del tuo sito Web. Normalmente non si spostano dal loro posto sul tuo sito Web e non cambiano, a meno che tu non entri nel tuo editor per cambiarli.

Alcune pagine che ti consiglio di configurare dal primo giorno sono:

  • La tua pagina Informazioni
  • Una pagina di contatto
  • Una pagina sulla politica sulla privacy

La creazione di una nuova pagina è piuttosto semplice. Devi solo selezionare Pagine> Aggiungi nuovo e ti troverai in una pagina simile a questa:

Puoi quindi iniziare a digitare. Ricorda di premere di tanto in tanto il pulsante “Salva bozza”, altrimenti potresti perdere i tuoi contenuti. Puoi anche utilizzare Google Documenti per scrivere in anticipo le tue pagine e tagliare e incollare il testo qui quando ne sei soddisfatto.

Una volta che la tua pagina ha un bell’aspetto e sei felice, devi solo premere il pulsante Pubblica . ! spaventoso

Ricorda, puoi sempre tornare qui e modificare i tuoi contenuti in qualsiasi momento. Quindi non insistere troppo su ciò che scrivi.

La tua pagina Informazioni

Indovina un po? La tua pagina Informazioni non riguarda te!

Posso sentirti dire: davvero? Sì, davvero! La tua pagina About dovrebbe riguardare cosa farai per i tuoi lettori, come li aiuterai, cosa ti usciranno se diventeranno i tuoi fan numero uno.

Dovresti dire loro come cambierai la loro vita e perché sarai in grado di farlo.

Come scrivere una pagina Informazioni per il tuo blog:

La tua pagina Informazioni diventerà rapidamente una delle pagine più popolari sul tuo blog. Quando le persone leggono un post sul blog e sono ispirate da te, vorranno scoprire di più su di te. Ma davvero quello che vogliono sapere è come li aiuterai. 

Quindi, prima di iniziare a scrivere sul tuo gatto e caricare le tue foto del liceo, devi assicurarti di rispondere a queste domande: 

1. Per chi è il tuo blog?

Devi assicurarti che la tua pagina Informazioni consenta alle persone di capire che si trovano nel posto giusto. Chi è il tuo lettore ideale? Chiunque atterra su questa pagina deve credere di sentirsi come se appartenesse. 

Puoi semplicemente dire a chi è destinato il tuo blog:

“Ho iniziato a raccogliere i sogni come risorsa per aiutare le persone a raggiungere la libertà finanziaria”

Abbastanza noioso vero?

Oppure puoi mostrare loro che capisci esattamente come si sentono, racconta la tua storia come se stessi raccontando la loro storia. Sii compassionevole, scrivi delle tue lotte e di come le hai risolte. Fai capire loro che sai esattamente cosa stanno attraversando, che ci sei stato e che puoi aiutarli.

Quale opzione pensi dovresti scegliere? Ti lascerò decidere. 

2. Perché dovrebbero preoccuparsi di ascoltarti?

Devi assicurarti di dire ai tuoi lettori come li aiuterai. Dovranno affrontare un viaggio? Dove dovrebbero iniziare?

Fai sapere loro quali sono i tuoi successi. Se hai cambiato la tua vita passando a una dieta a base vegetale o la tua passione per l’uncinetto ti ha aiutato a uscire dalla tua vita stressante di tutti i giorni.

3. Quali azioni dovrebbero intraprendere dopo?

Dopo aver finito di leggere la tua pagina Informazioni , cosa dovrebbero fare i tuoi lettori? Iscriviti alla tua newsletter? Passare attraverso una serie di post? Devi spiegarlo per loro. Non puoi semplicemente averli appesi lì dentro. Se hanno adorato la tua storia, probabilmente vogliono di più. Dai loro di più!

Alcune altre risorse incredibilmente utili che dovresti leggere sulla scrittura di una pagina Informazioni convincente:
Come creare la Pagina perfetta Informazioni su
Come scrivere una Pagina scintillante INFORMAZIONI

15 delle migliori pagine ‘Chi siamo’ e ‘Chi sono’

Come rendere legale il tuo blog

Non appena installerai alcuni plugin sul tuo blog come Google Analytics o inizi a guadagnare con il marketing di affiliazione, raccoglierai alcuni tipi di informazioni dai tuoi lettori sotto forma di cookie e altre impostazioni. 

Se vuoi che il tuo blog sia legale, devi assicurarti di informarli del tipo di informazioni che stai raccogliendo e / o che stai guadagnando dai link che hai sul tuo sito web.

Le tre importanti pagine legali necessarie per ogni sito Web sono: Informativa sulla privacy, Dichiarazione di non responsabilità e Termini e condizioni .

Non devi necessariamente avere 3 pagine diverse. Ho tutte queste informazioni su una pagina. Ma devi assicurarti che le informazioni su questa pagina / e siano accurate e basate su ciò che hai installato sul tuo blog. Semplicemente tagliare e incollare una politica sulla privacy da un altro blog non funzionerà.

Disclaimer: non sono un avvocato, quindi questo è il mio consiglio personale. Se vuoi essere sicuro che il tuo blog sia legale, dovresti ricontrollare con un professionista.

Che cos’è una politica sulla privacy?

Una politica sulla privacy è una dichiarazione che rivela tutti i modi in cui raccogli, utilizzi, divulga e gestisci i dati di un lettore. Soddisfa un requisito legale per proteggere la privacy di un lettore.

Le politiche sulla privacy sono legalmente richieste. Se raccogli informazioni personali dai visitatori del tuo sito web, devi avere una politica sulla privacy pubblicata sul tuo sito. 

Come impostare la tua politica sulla privacy

WordPress semplifica la configurazione di una pagina sulla politica sulla privacy. Devi semplicemente andare in Impostazioni> Privacy, quindi fare clic su Crea una nuova pagina . WordPress ha un link a una guida molto utile che ti dirà esattamente ciò di cui hai bisogno nella pagina dell’Informativa sulla privacy.

Dai un’occhiata a questo post per ulteriori informazioni sulla politica sulla privacy:
modello di politica sulla privacy di esempio

È inoltre possibile trovare un generatore di norme sulla privacy gratuito alternativo qui:
Generatore di norme sulla privacy

Che cos’è un disclaimer?

Una dichiarazione di non responsabilità del blog spiega che gli altri non dovrebbero fare affidamento sulle informazioni contenute nel tuo blog e che non puoi essere ritenuto legalmente responsabile di qualsiasi cosa tu pubblichi su di esso.

Per dirla semplicemente, un disclaimer ti protegge dalle azioni legali. Avendo una dichiarazione di non responsabilità, l’utente “declina” o “nega” la responsabilità per i contenuti che pubblichi sul tuo blog. 

Dovrai adattare il disclaimer alla tua nicchia e blog specifici. Ad esempio, se sei un blogger di finanza personale, dovrai dire che le persone non dovrebbero fare affidamento sulle tue informazioni finanziarie. O se stai parlando di nutrizione, devi assicurarti che le persone capiscano che i tuoi post non dovrebbero essere presi come consigli medici o sanitari.

Devi assicurarti che la dichiarazione di non responsabilità sia scritta in un inglese semplice ed è facile da capire.

Dai un’occhiata a questo post per ulteriori informazioni:
Come scrivere un disclaimer sul blog

Quali sono i termini e le condizioni?

Termini e condizioni aiutano i tuoi lettori a capire cosa dovrebbero aspettarsi dal tuo blog.

Un accordo su termini e condizioni è come una guida pratica per l’uso del tuo sito. Copre argomenti come la condivisione della proprietà intellettuale, gli standard della comunità, l’uso delle restrizioni e aiuta a proteggerti dalla responsabilità.

Se condividi guide di viaggio o blog sulle ricette, dovresti prendere in considerazione l’idea di averne una, anche se non guadagni dai blog.

Qui puoi anche proteggere il tuo lavoro e far sapere alle persone che è coperto da diritti d’autore. Puoi anche condividere informazioni su come monetizzi il tuo blog e divulgazioni sui tuoi affiliati. 

Dai un’occhiata a questo post per ulteriori informazioni:
modello di termini e condizioni di esempio

categorie

Le categorie dei tuoi post sul blog sono i tuoi argomenti principali per il tuo blog. Le etichette delle categorie vengono utilizzate per  organizzare gli argomenti del tuo blog e renderli facili da trovare per i tuoi lettori. Di solito sono le sezioni principali del menu del tuo blog e vengono utilizzate per raggruppare facilmente tutti i tuoi post per renderli più facili da ordinare e trovare.

Ad esempio, su Gathering Dreams ho 3 categorie principali:

  • Cibo
  • Viaggio
  • I soldi

Per mantenere semplice il layout del blog e la navigazione, non dovresti avere più di 3-4 categorie principali.

Per creare una nuova categoria, vai semplicemente su Posta> Categorie

Nome Il
nome della categoria, ad esempio Cibo .

Lumaca
Questo è l’URL di quella specifica categoria, ad esempio per gatheringdreams.com/category/food/ la lumaca sarà semplicemente cibo .

Categoria principale
Ogni categoria sul tuo blog può avere una categoria principale.

Sul mio blog, ad esempio, ho 3 sottocategorie per Money:

  • Fare soldi
  • Risparmiare
  • blogging

Quando ho creato queste tre categorie ho scelto Money come categoria principale.

Descrizione
È possibile scrivere una breve descrizione dell’argomento della categoria. Alcuni temi visualizzeranno questo campo, altri no. Controlla le impostazioni del tuo tema e scopri se è necessario.

Dopo aver inserito tutte le informazioni, fai clic su Aggiungi nuova categoria e sei pronto per iniziare.

9. Menu e navigazione

Cerchiamo di essere chiari. La maggior parte delle persone troverà il tuo sito Web attraverso un motore di ricerca come Google o tramite social media come Facebook, Instagram o Pinterest. Atterreranno su un posto specifico e il 90% delle volte andranno avanti e faranno clic.

Il tuo compito è tenerli sul tuo blog il più a lungo possibile. Uno dei modi per farlo è quello di rendere più semplice la navigazione tra i tuoi contenuti. Ecco perché il tuo menu è molto importante: è come le persone troveranno i tuoi contenuti.

Il tuo menu deve essere chiaro, semplice e ordinato. E facile da raggiungere e da navigare. L’aspetto del tuo menu è spesso dettato dal tuo tema. Assicurati di selezionare un tema con un menu molto facile da usare, altrimenti i tuoi lettori potrebbero avere difficoltà a raggiungere i tuoi contenuti.

Dopo aver creato le tue pagine essenziali, creare un menu in WordPress è molto semplice.

Vai su Aspetto> Menu e puoi crearli in pochi clic. Sarai in grado di aggiungere pagine, categorie o anche post al tuo menu.

Ma ricorda: basta mantenerlo semplice.

Piano d’azione

  • Scegli un nome di dominio. Scegli un nome facile da ricordare, semplifica l’ortografia, mantienilo breve e, se possibile, scegli un nome correlato a ciò di cui vuoi scrivere.
  • Acquista il tuo hosting. Se vuoi fare soldi blogging, utilizzare un piano autonomo è la strada da percorrere. Basta fare clic qui per iniziare.
  • Familiarizzare con WordPress. Guarda intorno alla dashboard di WordPress e aggiorna le impostazioni di base.
  • Personalizza l’aspetto del tuo blog. Prima di tutto seleziona un tema. Se non vuoi spendere soldi, un tema gratuito andrà bene per cominciare. E sì, puoi fare soldi usando un tema gratuito. Assicurati solo che abbia una versione mobile completamente reattiva e che sia semplice e facile da navigare. Ricorda: l’esperienza utente deve andare al di sopra di tutto.
  • Imposta le pagine essenziali. Prima di scrivere il tuo primo post, assicurati di aver impostato tutte le pagine legali e la tua pagina Informazioni . Ora è anche il momento di pensare alle tue categorie e al menu principale per la navigazione.

 


Prendi il tuo dominio e hosting oggi!

Prenditi subito 30 secondi per ottenere il tuo nome di dominio e l’hosting con  Bluehost , il provider di hosting blog che ho usato per iniziare Gathering Dreams. Utilizzando  Bluehost come host web (vedi passaggio 3 ) puoi ottenere un  dominio GRATUITO per il primo anno purché acquisti un hosting web di 12 mesi.

> OTTIENI DOMINIO E HOSTING <


CAPITOLO 3
Il segreto per creare contenuti virali

Come scrivere post sul blog che le persone vorranno davvero leggere

 

Che emozione! Sei arrivato così lontano!

So che tutte queste cose sembrano eccessivamente complicate, ma lo prometto, se rimani con me un po ‘più a lungo, tutto avrà un senso e sarai in grado di iniziare un blog nel modo giusto. E quando dico nel modo giusto, intendo che sarai in grado di fare soldi.

Perché diciamocelo: non lo stai facendo solo per divertimento!

E per fare soldi, devi assicurarti di avere i tuoi contenuti davanti alle persone. Il maggior numero di persone possibile! 

È vero che non è necessario inseguire le visualizzazioni di pagina per creare un’attività di blogging, ma all’inizio, diamine sì, avvicina le persone!

Quindi, vuoi conoscere il segreto sulla creazione di contenuti virali?

Scrivi contenuti utili e approfonditi che le persone VOGLIONO leggere e condividere.

Sì, è così semplice. 

Ora, cosa non è così semplice quando inizi, è scoprire qual è questo tipo di contenuto.

Ma è per questo che sei qui. E ti dirò esattamente come farlo.

Per chi stai scrivendo?

Le persone non torneranno più volte sul tuo blog perché scrivi spesso o perché il tuo blog sembra buono (anche se questo può aiutare). Torneranno e continueranno a leggere il tuo blog perché scrivi contenuti utili e stai dando loro valore.

Abbiamo parlato nel capitolo 1 dell’importanza di avere una nicchia. Una volta che conosci l’argomento / i principale / i del tuo blog, è molto più semplice restringere il tipo di contenuto che puoi scrivere.

E una volta che conosci gli argomenti di cui parlerai, devi assicurarti di sapere esattamente chi sono le persone. 

Ad esempio, supponiamo che tu stia iniziando un nuovo blog sulle ricette vegane:

  • Il tuo popolo è vegano e desidera ricette deliziose nella sua vita?
  • La tua gente sta appena iniziando a seguire una dieta vegana e li aiuterai nella transizione?
  • Il tuo popolo è vegano per una scelta etica ma gli mancano il formaggio e la carne e li aiuterai con deliziosi sostituti indulgenti?

Come puoi vedere, è facile dire che ho un blog vegano. Ma decidere chi aiuterai avrà un impatto enorme su cosa e come hai intenzione di scrivere i tuoi post.

Assicurati di inchiodare chi è la tua tribù. E ogni volta che scrivi un post, ricorda che lo stai scrivendo per aiutarli, qualunque sia l’argomento.

Come scegliere un argomento per i tuoi post sul blog

Così:

Ora sai per chi stai scrivendo. Devi scoprire a cosa sono interessate le persone.

E come lo fai?

Potresti semplicemente sederti con un foglio di carta bianco e iniziare a scrivere tutti i possibili argomenti che mi vengono in mente. Alcuni potrebbero funzionare, altri potrebbero non funzionare. E puoi continuare così per mesi. Spero di scegliere gli argomenti giusti per i tuoi post sul blog.

O:

Potresti semplicemente scrivere contenuti straordinari su ciò che le persone stanno già cercando!

GRANDE INFORMATIVA: quando cerchi idee per i tuoi post sul blog, stai solo cercando IDEE . Devi fare il giro degli argomenti che trovi in ​​questa ricerca e devi scrivere contenuti originali al 100%. Non puoi semplicemente copiare i post di altre persone. Se tutto ciò che stai cercando di fare qui è creare un blog copy-cat, non rimarrai a lungo. E non farai soldi. Perderai semplicemente il tuo tempo. Originalità e personalità sono ciò che ti farà risaltare. Punto.
1. Cerca idee per argomenti su Buzzsumo

BuzzSumo è un potente strumento per aiutarti a capire quali argomenti ricevono il maggior numero di condivisioni social.

E se un argomento ottiene molte condivisioni social significa che è popolare. Ciò significa che le persone vogliono leggere sempre di più al riguardo.

Normalmente BuzzSumo è uno strumento a pagamento, ma se crei un account gratuito, puoi ottenere alcune ricerche gratuite al mese (ma non molte, quindi falli contare).

Innanzitutto, fai un brainstorming su alcuni argomenti e idee relativi alla tua nicchia. Ho intenzione di utilizzare le idee del pranzo vegan .

Quindi digita semplicemente il tuo argomento qui:

Quindi finirai su una pagina come questa:

La versione gratuita di BuzzSumo ti mostrerà solo le prime 10 pagine con la maggior parte delle condivisioni social. Questo ti darà un’idea del tipo di contenuto che funziona su quel particolare argomento, e anche un elenco di siti Web in quella particolare nicchia che funzionano bene.

2. Spiare altri blog / siti Web che ami

Questo è molto importante. Devi scoprire chi sta già facendo quello che vuoi fare là fuori. E chi ha successo nel farlo. Potresti già avere blogger che ami e segui, ma non interrompere la tua ricerca lì. Avrai bisogno di un elenco di almeno 20-40 blog per iniziare.

E la tua ricerca non si fermerà mai! Cerco ancora ispirazione oggi. E anche la tua ispirazione non deve fermarsi attorno alla tua nicchia. Ad esempio, se sei un blogger di viaggi puoi consultare i blog di viaggio, ma puoi anche trarre  ispirazione da siti Web più grandi come la sezione viaggi di The Everygirl .

Trova i migliori articoli su questi blog

I post di blog principali rientrano in 3 categorie:

  • Articoli più condivisi
  • Più redditizio (per vendite di prodotti o vendite di affiliazione)
  • Articoli più cercati su Google

Quindi come lo fai?

Esistono diversi modi per farlo.

Post di blog più popolari e redditizi

La maggior parte dei blog e dei siti Web potrebbe avere una sezione I nostri post sul blog più popolari da qualche parte sul loro blog. O una sezione Inizia qui ”in cui raccolgono i loro contenuti più popolari. Questo ti darà alcune idee solide per cominciare. Se questi blogger decidessero di evidenziare questi articoli, potrebbero esserci solo 2 motivi:

  • Li fanno guadagnare un sacco di soldi e vogliono che tu faccia clic
  • Portano loro molto traffico

Dai un’occhiata agli esempi seguenti.

The Everygirl

The Broke Backpacker

La maggior parte degli articoli condivisi su un sito Web

Sai già che BuzzSumo è ottimo per convalidare le tue idee sui contenuti. Ma puoi anche usare BuzzSumo per scoprire esattamente quali post del blog hanno ricevuto il maggior numero di condivisioni su qualsiasi sito Web nell’ultimo anno. 

Digita semplicemente il nome del blog che vuoi controllare e sarai in grado di vedere i primi 10 articoli che sono stati condivisi su Pinterest e / o Facebook su quel blog specifico.

Sono argomenti su cui potresti scrivere?

3. Cerca argomenti su siti Web come Quora o Reddit

Siti web come Quora e Reddit sono luoghi stimolanti per trovare idee. Le community online sono risorse incredibili  per la ricerca di argomenti e domande importanti che il tuo pubblico di riferimento ha.

Ad esempio, quando mi dirigo verso Quora e cerco il subreddit di digiuno intermittente, vedo molte domande su come iniziare e sui suoi vantaggi:

Perché questo ti aiuterà?

Molte persone fanno domande su Quora perché non riescono a trovare risposte su Google.

Ciò significa che c’è una grande opportunità per te di creare contenuti attorno a quella domanda.

Puoi usare gli stessi passaggi su Reddit:

4. Usa Rispondi al pubblico

Answer The Public è unsito Web stimolante che combina ricerche di Bing e Google su qualsiasi argomento specifico e lo visualizza in una sorta di cloud di ricerca.

Digiti il ​​tuo argomento o parola chiave e genera tutte le domande che le persone si pongono riguardo a quella parola chiave. Sarai anche in grado di scaricare un file .csv con tutte queste idee di argomenti.

4. Pinterest

Questo è uno dei miei metodi preferiti per scoprire argomenti popolari, soprattutto quando hai appena iniziato. Come spiegherò nel capitolo 4 , Pinterest diventerà il tuo migliore amico per generare traffico sul tuo blog, specialmente per i primi 6 mesi o un anno.

E se vuoi avere successo nel generare traffico con Pinterest , devi scegliere argomenti popolari su Pinterest.

Prima di tutto, scegli alcune idee relative alla tua nicchia. quindi digita quelle idee in Pinterest. Diciamo che voglio scrivere sul risparmio di denaro.

Non appena comincio a digitare il salvataggio, Pinterest suggerisce una serie di argomenti. Questi sono gli argomenti caldi su Pinterest!

Come puoi vedere Pinterest suggerisce:

  • consigli per risparmiare denaro
  • sfida di risparmio
  • risparmiare soldi
  • piano di risparmio

È quindi possibile selezionare uno degli argomenti e Pinterest suggerirà alcune altre parole chiave popolari nella barra in alto:

  • vita frugale
  • Università
  • debito
  • Disney
  • eccetera.

Puoi fare clic su uno di essi.

Fino a qualche mese fa, eri in grado di controllare quante volte ogni pin era condiviso. Questo ti ha dato una buona indicazione di quanto fosse popolare un argomento.

Ora Pinterest non ti offre più questa opzione, ma ho una soluzione che trovo abbastanza utile. 

Normalmente i primi 10-15 pin che compaiono nella ricerca superiore sono i più popolari.

Fai clic su uno che attira la tua attenzione e vai al post sul blog.

Qui sto usando uno dei miei pin come esempio:

Quindi vai sul sito Web SharedCount (sì, è gratuito al 100%) e inserisci l’URL del post sul blog e fai clic su Analizza URL.

SharedCount ti darà un’idea di quante volte quel post è stato condiviso. Trovo che questo non sia accurato al 100% ma è abbastanza utile sapere se un argomento è popolare. Inoltre ti dà il numero di volte in cui un post è stato condiviso su Facebook, il che può essere estremamente utile per sapere se anche il tuo pubblico di destinazione è in giro.

Vuoi trovare argomenti che sono stati condivisi almeno 2000-5000 volte.

Ed è così che trovi contenuti popolari su Pinterest.

5. Google

Ok, se non sai nulla della ricerca di Google e della SEO ( Search Engine Optimization ) non preoccuparti. Non è così complicato come sembra. E spiegherò un po ‘di più al riguardo nel Capitolo 5 . 

Tutto quello che devi sapere ora è che scoprire quante persone cercano un argomento specifico su Google ogni mese può darti un grande vantaggio in quanto puoi scrivere su qualcosa che la gente cerca.

Quando cerchi un argomento su Google, devi cercare una parola chiave.

Che cos’è una parola chiave?

Una parola chiave è semplicemente il termine di ricerca che le persone digitano su Google quando cercano qualcosa. Una  parola chiave è una parola che descrive il contenuto del tuo post. 

Diciamo che vuoi scrivere una ricetta per il pesto di basilico. Vuoi scoprire quante persone cercano una ricetta per il pesto di basilico .

Ci sono 2 strumenti che uso per questo:

Ubersuggest ( gratuito )

ADORO Ubersuggest . Potrebbe non essere accurato come alcuni strumenti a pagamento (come Ahrefs o SemRush). Ma è gratis! E quando hai appena iniziato, niente è meglio di così.

Fai semplicemente clic qui , digita la parola chiave che stai cercando (nel nostro caso la ricetta del pesto di basilico ) e vedrai qualcosa del genere:

Tutto ciò di cui dovresti preoccuparti per ora è:

Volume di ricerca: il numero di persone che cercano quella parola chiave ogni mese. Di solito cerco parole chiave che si trovano nell’area di 1.000-5.000. Ma alcuni blogger stanno facendo molto bene il targeting di parole chiave a basso volume. 
Difficoltà SEO: questo ti darà un’idea di quanto sia difficile mostrarsi nelle ricerche di Google per quella parola chiave. 1 è super facile, 100 praticamente impossibile. Più alto è quel numero, più competitivo sarà. Quando inizi, ti suggerisco di non scegliere parole chiave con difficoltà SEO superiore a 30-40.

Quello che amo di Ubersuggest è che ti dà idee su altre potenziali parole chiave nella parte inferiore della pagina. E puoi anche vedere quali post del blog hanno ricevuto il maggior numero di condivisioni social per quella parola chiave.

Parola chiave surfer

Keyword Surfer è un’estensione di Chrome e Firefox. Puoi scaricarlo qui .

La cosa geniale di Keyword Surfer è che è gratuito al 100% e ti dà direttamente il volume di ricerca su Google. E ti dà anche alcune idee per altre parole chiave e parole chiave correlate sul lato destro dello schermo. Lo trovo davvero utile.


NOTA: potresti notare che su alcune parole chiave il volume di ricerca è abbastanza diverso in Ubersuggest e Keyword Surfer. Quale è corretto? Sfortunatamente, il volume di ricerca è solo una stima e ogni software utilizza algoritmi diversi per ottenere un risultato. Non vorrei insistere troppo su di esso, purché tu possa trovare una parola chiave che abbia un volume di ricerca sano e bassa difficoltà.


Organizza le tue idee

Quindi ora hai un’idea molto migliore su come scoprire argomenti di cui vorresti scrivere.

Il mio consiglio è di scrivere tutte queste idee in quello che chiamo un foglio di lavoro Idea contenuto :

  • Argomenti di brainstorming: inizia scrivendo gli argomenti che sono rilevanti per la tua nicchia e pensi che i tuoi lettori troveranno utili.
  • Usa le 5 tattiche sopra per trovare idee più specifiche: a questo punto, devi restringere un po ‘di più gli argomenti. Se sai che stai per scrivere una ricetta per la pasta vegana, potresti voler sapere se sarà una ricetta per il pesto vegano o una ricetta per la polpetta vegana.
  • Raggruppa idee simili: assicurati di non raddoppiare il contenuto troppo simile. Raggruppa argomenti simili e scarta le idee che ritieni possano non funzionare per te.
  • Metti tutte le tue idee in un foglio di calcolo: ora che hai tutte queste idee, puoi semplicemente scriverle in un foglio di calcolo e creare un calendario dei contenuti.

Il foglio di lavoro Le mie idee per i contenuti sembrava così quando ho iniziato a raccogliere i sogni :

Indipendentemente dai post sul blog con cui inizi, ricorda:

Devi assicurarti che tutte queste idee di contenuto siano utili per i tuoi lettori e risponderanno alle domande per aiutarli a risolvere un problema.

Ora sei pronto per iniziare. 

Come creare il tuo primo post

Una volta deciso il primo post sul blog che vuoi scrivere, navigherai nella sezione Aggiungi nuovo post dalla tua dashboard di WordPress.

Vai a  Post> Aggiungi nuovo  che sarà simile a questo qui:

Ti troverai di fronte a una tela bianca. Puoi semplicemente scrivere un titolo e iniziare a digitare. Questo post sul blog qui approfondirà come utilizzare il nuovo editor WordPress, Gutenberg, per scrivere post sul blog.

Ricorda di fare subito 2 cose:

1. Salvare una bozza non appena si seleziona un titolo

2. Cambia il permalink in qualcosa di più facile da ricordare, il più vicino possibile alla tua parola chiave:

Fidati di me, questo ti aiuterà ad apparire di più nelle ricerche di Google.

Ad esempio, nel nostro caso, invece di avere un pessimo lungo permalink chiamato:

https://gatheringdreams.com/15-amazing-free-things-to-do-in-London

Dovremmo cambiarlo in qualcosa di più simile a:

https://gatheringdreams.com/free-things-to-do-London

Puoi modificare il permalink solo dopo aver salvato una bozza e prima di premere il pulsante Pubblica . Una volta che il tuo post è online, è molto più difficile cambiarlo senza dover utilizzare i plug-in di reindirizzamento e altre cose in cui non vuoi entrare subito!

Devi anche assicurarti di selezionare la categoria giusta per il tuo post sul blog prima di iniziare a pubblicare (anche se questo è molto più facile da aggiornare in qualsiasi fase).

Il potere segreto dei tuoi titoli

Vuoi conoscere un trucco magico?

Scopri come padroneggiare titoli efficaci e farai salire alle stelle il tuo traffico.

I titoli possono essere più importanti del tuo post.

E sai perché? Milioni di post sul blog vengono pubblicati ogni giorno. Quindi il tuo titolo deve risaltare. Catturare l’attenzione. Se le persone non fanno clic sul titolo, puoi scrivere il più magnifico post epico ma nessuno lo leggerà.

Ciò che normalmente funziona per creare un titolo post di blog di successo è:

  • Inizia con un numero (10, 32, 55 o 101) per catturare l’attenzione di un lettore. La ricerca mostra che i titoli con numeri dispari possono ottenere il 20% in più di clic. Vale la pena saperlo.
  • Usa una combinazione di parole emotive, comuni, non comuni e potenti per far fluire bene il titolo, MA evita i titoli di cattive esche che riducono il valore dei tuoi contenuti.
  • Usa le domande nei titoli.
  • Aggiungi le parentesi per far risaltare di più.
  • Lascia un’aria di mistero, per tentare le persone a fare clic.
  • Ma assicurati che il titolo non sia fuorviante o che i tuoi lettori saranno delusi.

Se non sei sicuro di come scrivere un titolo potente, guarda altri blogger nella tua nicchia. Dai un’occhiata alle grandi pubblicazioni come BuzzFeed . Generano milioni di clic con i loro titoli accattivanti sul blog.

Un suggerimento che uso quando scrivo i miei titoli è quello di scrivere 4 o 5 e quindi controllare quanto sono potenti utilizzando lo strumento  gratuito analizzatore di titoli di CoSchedule. Lo adoro: basta incollare il titolo che stai pensando di utilizzare e ti dà un punteggio su una scala da 0 a 100 (con 100 che è un titolo perfetto), basato sulla loro analisi di milioni di titoli.

I principali articoli che DEVI leggere prima di scrivere il titolo:
abbiamo analizzato 100 milioni di titoli. Ecco cosa abbiamo imparato
qui sono le 101 formule del titolo del blog accattivante che aumenteranno il traffico del 438%
47 Esempi di titoli: rubare queste formule eleganti dai blog popolari

Come strutturare il tuo post

Per quanto il blog si basi sulla scrittura informale (scrivi come faresti con il tuo migliore amico), devi rendere ogni post sul blog accattivante, avvincente e di facile lettura.

Per ogni post, devi identificare il problema che i tuoi lettori vogliono risolvere. Inoltre, devi sempre produrre contenuti di qualità. Questa dovrebbe essere la tua priorità numero 1. È molto meglio scrivere 1 post a settimana che è accuratamente studiato e con contenuti utili approfonditi, rispetto a 3 post di blog medi.

Per ogni post di blog che scrivi, devi assicurarti di toccare tutti questi punti:

1. Titolo irresistibile 
Sì, ne abbiamo già parlato in precedenza. Il tuo titolo è la prima cosa che la gente vede. Non essere noioso o potresti perdere subito le persone. Rendi il tuo titolo accattivante e cliccabile.

2. Belle immagini
Viviamo in un mondo visivo. Le immagini aiutano a spezzare il testo e aiutano a connettersi di più con i tuoi lettori.

3. Un’introduzione accattivante
Hai una o due frasi per convincere i lettori che il tuo nuovo post merita il loro tempo. Altrimenti li perderai. Assicurati che la tua presentazione sia abbastanza interessante da fargli desiderare di leggere di più.

4. Un layout di facile lettura
Suddividi il post del tuo blog in paragrafi leggibili. E aggiungi i sottotitoli per renderlo più facile da seguire. I lettori si annoiano rapidamente. E guardare una gigantesca parete di testo è intimidatorio e può indurre le persone a lasciare il tuo blog.

Aggiungi punti elenco e usa il grassetto e il corsivo per spezzare le frasi. 

Quale di questi 2 post trovi più attraente da leggere?

LAYOUT 1

LAYOUT 2

5. Una conclusione
Molti blogger non scrivono un paragrafo finale. Condividono i loro consigli e finiscono così.

Ma ricorda: un finale potente può fare una differenza enorme tra un buon post e un post epico.

  • Usa il tuo finale per creare una connessione 
  • Instigare l’azione: cosa dovrebbe fare il tuo lettore dopo aver letto il tuo post?

Leggi questo per ulteriori suggerimenti su come terminare il tuo post.

Principali articoli che DEVI leggere prima di scrivere il tuo primo post sul blog:
SEO Copywriting
Storytelling nei post del blog: Come aggiungere sparkle e deliziare i lettori
COPYWRITING: la guida definitiva

Quanti post dovresti avere sul tuo blog quando lo avvii?

Dipende totalmente da te. Ho iniziato a Gathering Dreams con circa 15-18 post, che erano equamente divisi per categoria. Alcune persone suggeriscono di pubblicare il tuo blog con un solo post, che è un’opzione.

Nel mio caso, avere circa 15 post mi ha aiutato in molti modi:

  • Il mio blog sembrava legittimo sin dall’inizio: con 15 post e qualcosa da leggere in ogni categoria, le persone che approdavano sul mio blog sentivano che ero in giro da un po ‘.
  • Avevo diversi post da promuovere su Pinterest che mi hanno aiutato ad aumentare il mio traffico e mi hanno aiutato a guadagnare soldi dal primo mese ($ 3 sbalorditivi, ma i $ 3 più gratificanti che abbia mai guadagnato!).
  • Potrei fare domanda per Google Adsense e diversi programmi di affiliazione sin dall’inizio perché sembrava che sapessi cosa stavo facendo (quindi non è vero!).

Ma è anche importante ricordare che prima avvierai il tuo nuovo blog, più velocemente imparerai.

Se dovessi rifare tutto da capo, probabilmente inizierei con 5-10 post.

Quanto dovrebbe essere lungo ogni post del blog?

Non esiste una lunghezza corretta o errata per un post.

Ma ricorda:

Le persone generalmente non leggono i post sul blog per interesse, ma piuttosto per trovare una soluzione o imparare qualcosa. Ciò significa che tutto ciò che scrivi deve aiutarli a rispondere alle loro domande. Questo può significare qualsiasi cosa da 1.000 parole a 10.000 parole. 

Dipende dal problema che stai cercando di risolvere.

Se stai scrivendo una ricetta per il pesto, probabilmente non avrai bisogno di più di 1.000-1.500 parole, ma se stai scrivendo una guida epica allo zaino in spalla in Spagna, potresti aver bisogno di 5.000-10.000 parole.

Il punto è:

È sempre qualità su quantità, e conta solo la qualità.

È molto meglio scrivere un lungo post dettagliato di 2.000 parole rispetto a 4 post di 500 parole che non aiuteranno nessuno.

Piano d’azione

  • Scopri per chi stai scrivendo. Se vuoi fare soldi con i blog, la cosa più importante che devi capire è che le persone leggono i blog per trovare soluzioni ai loro problemi. Devi sapere chi hai intenzione di aiutarti prima di iniziare a scrivere il tuo primo post. Una volta identificati i tuoi lettori ideali, sarà molto più semplice scrivere contenuti che li faranno innamorare del tuo blog.
  • Cerca quale tipo di contenuto funziona. Usa siti web come BuzzSumo, Pinterest, Quora, Reddit, Google e Ubersuggest per capire quali contenuti funzionano. Diventa un po ‘un detective e spia i tuoi concorrenti: quali sono i loro articoli migliori? Non devi reinventare la ruota con il tuo blog, devi solo dare il tuo giro alle cose.
  • Il potere segreto dei titoli. Prima che qualcuno legga anche quello che hai da dire, devono fare clic sul post del tuo blog. E se il tuo titolo non è abbastanza intrigante, perderai i lettori prima ancora di iniziare. Scopri come scrivere titoli efficaci per catturare più lettori.
  • Ricorda: qualità sempre più quantità. Non importa quanti post scrivi. Tutto ciò che conta è quanto è buono ciò che scrivi. Un post sul blog notevole è migliore di 10 mediocri.

CAPITOLO 4
Perché Pinterest deve diventare il tuo migliore amico

Il segreto per ottenere traffico sul tuo blog dal primo giorno 

 

Ricapitoliamo dove siamo:

A questo punto, hai un nome di dominio e un hosting, hai impostato il tuo blog WordPress con un tema semplice e facile da navigare e hai una strategia di contenuto.

Potresti anche aver scritto il tuo primo post. Se hai, è un inizio fantastico!

Ma indovinate un po? Nessuno verrà se non esci e promuovi il tuo blog!

Quando ho iniziato, ho letto da qualche parte che devi spendere il 20% del tuo tempo a scrivere e l’80% del tuo tempo a promuovere i tuoi post . Ed è così vero. Non ha senso scrivere contenuti incredibili se nessuno lo leggerà.

Perché hai bisogno di traffico

L’equazione è semplice:

TRAFFICO = SOLDI

Indipendentemente dal tipo di monetizzazione che scegli, hai comunque bisogno di un buon numero di persone che si preoccupino di ciò che hai da dire per fare soldi.

Quanto è un buon numero, ti sento dire?

Ci sono diverse scuole di pensiero qui:

Alcune persone dicono che hai solo bisogno di 1000 veri fan , altri dicono che devi raggiungere milioni di persone. 

Questo è quello che penso: potresti riuscire a guadagnarti da vivere con 1.000 veri fan, ma se avessi 10.000 veri fan o 100.000 veri fan?

Diciamo che hai 5.000 visitatori al mese sul tuo blog. Queste persone ti amano e ascoltano tutto ciò che hai da dire. Si crea un prodotto che risolve uno dei loro problemi e ogni mese si convince l’1% di loro ad acquistare questo prodotto da $ 100. Sai quanto puoi fare?

$ 5.000 al mese.

Sì, è giusto.

Quindi non hai bisogno di milioni di persone per fare una buona quantità di denaro. E se ne avessi 50.000 in mostra? Improvvisamente che $ 5.000 al mese potrebbero trasformarsi in $ 50.000!

Questo è ciò che adoro del blog: una volta impostato il tuo blog, più persone riesci a utilizzarlo, più soldi guadagnerai.

Ci sono post sul blog che ho scritto 2 anni fa che sono ancora i miei migliori artisti e mi fanno guadagnare migliaia di dollari ogni mese.

È ciò che chiamo la magia delle entrate passive dei blog!

E con la pubblicità e il marketing di affiliazione, più persone puoi ottenere sul tuo blog, più soldi guadagnerai.

Quindi abbiamo bisogno di persone.

Esistono molti modi per promuovere il tuo blog, ma quando hai appena iniziato, uno dei modi più semplici e veloci per ottenere traffico è utilizzare Pinterest.

Pinterest mi ha aiutato a ottenere oltre 180.000 visualizzazioni di pagina sul mio blog dopo soli 3 mesi e ora mi porta costantemente tra 150.000 e 200.000 visualizzazioni di pagina al mese.

Che cos’è Pinterest?

Pinterest è un motore di ricerca visuale.

Funziona un po ‘come uno strumento di bookmarking in cui le persone cercano e salvano idee nuove e creative.

Le immagini che aggiungi ai segnalibri sono chiamate pin.

Una puntina è un’immagine che assomiglia un po ‘a un poster o a un volantino, che cattura l’attenzione delle persone su Pinterest e fa loro desiderare di fare clic per leggere il tuo post.

Puoi aggiungere pin a diverse schede che crei in modo che tutte le informazioni salvate siano organizzate per argomento ed è facile da trovare in seguito quando ne hai bisogno. Inoltre, ogni pin che salvi sulle tue schede Pinterest include un link al sito Web da cui proviene, in modo da poter sempre andare direttamente alla fonte per saperne di più dettagli o per acquistare prodotti.

I creativi, come i blogger e i proprietari di attività commerciali, possono aprire un account aziendale e promuovere i loro post sul blog gratuitamente sulla piattaforma.

Tutto quello che devi fare è creare pin accattivanti che rimandano ai tuoi post sul blog.

Se vuoi ottenere rapidamente traffico sul tuo blog e non hai familiarità con la piattaforma, ti suggerisco di iniziare a trascorrere del tempo su di esso e diventare subito un amante di Pinterest.

Come configurare il tuo account

La creazione di un account aziendale è piuttosto semplice.

Segui le istruzioni che puoi trovare su Pinterest facendo clic qui .

Puoi convertire il tuo account Pinterest personale in un account aziendale?

Si, puoi! Ed è piuttosto semplice.

Devi solo accedere al tuo account personale sul tuo laptop e fare clic sui tre punti in alto a destra dello schermo:

Ma prima di farlo, devi assicurarti che il tuo profilo Pinterest personale sia pertinente per la tua nicchia di blog.

Ad esempio, se hai bloccato per anni le idee delle torte di compleanno dei tuoi figli e il tuo blog parla di fitness, potrebbe non essere una buona idea convertire il tuo account personale in un account aziendale.

D’altra parte, se sei appassionato di cibo vegano e hai sempre appeso ricette vegane e stai iniziando un blog sul cibo vegano, provalo.

Ma ricorda: nel complesso, non ci sono molti vantaggi nel convertire un account personale in un account aziendale. I follower non sono importanti su Pinterest e partire da zero ti aiuterà a creare un account molto più pertinente.

Imposta il tuo profilo nel modo giusto

Vorrei iniziare dicendo che non molte persone visiteranno effettivamente il tuo profilo su Pinterest.

Pinterest è un motore di ricerca visuale. È probabile che i tuoi pin vengano scoperti da persone che digitano una parola chiave su Pinterest. Ciò significa che incontreranno uno dei tuoi pin per caso e potrebbero non riuscire mai a vedere il tuo profilo.

Ciò non significa che non dovresti rendere il tuo profilo professionale e pertinente.

Per modificare il tuo profilo, accedi al tuo account Pinterest e fai clic su modifica informazioni .

  1. Assicurati di selezionare una foto pertinente. Alcune persone dicono che un’immagine del tuo viso è più socievole e aiuta i tuoi lettori a relazionarsi di più. Sono un introverso e non volevo usare la mia foto e ho deciso di usare il mio logo. Questo ha funzionato perfettamente per me.
  2. Aggiungi un nome visualizzato. Questo dovrebbe essere il nome del tuo blog, ma assicurati anche di aggiungere alcune parole chiave per facilitare le persone a trovarti. 
  3. Le informazioni del tuo profilo. Hai 160 caratteri per scrivere una descrizione di cosa tratta il tuo blog. Ricorda di cosa abbiamo parlato nella sezione Informazioni . Tutto ciò che fai riguarda il modo in cui puoi aiutare gli altri a risolvere i loro problemi. Il tuo profilo su Pinterest non è diverso. Assicurati di descrivere esattamente cosa farai per aiutare i tuoi follower in un messaggio breve e conciso.

Come impostare i pin ricchi

I pin ricchi sono un tipo di formato organico dei pin che fornisce informazioni aggiuntive.

Pensa a loro come una versione premium di un pin.

Esistono 4 tipi di pin ricchi: app, articolo, prodotto e pin ricetta.

La cosa più importante dei pin ricchi è che ogni tipo è caricato con più informazioni rispetto al tuo pin medio. Questo può aiutare a migliorare l’esperienza del tuo potenziale lettore con i tuoi pin. Dicono ai pinner qual è il tuo articolo, ricetta o prodotto più approfondito e possono davvero aiutare a creare più clic sul tuo blog rispetto a un normale pin.

Qui puoi vedere uno dei ricchi pin della mia ricetta:

Puoi vedere informazioni come il tempo per preparare la ricetta e gli ingredienti.

Ci sono alcuni blogger (in particolare food blogger) che sostengono che avendo gli ingredienti visualizzati direttamente sui pin, potresti effettivamente perdere clic. La mia esperienza è l’opposto.

Il nostro obiettivo finale come blogger è rendere l’esperienza dell’utente la migliore possibile e aiutare i lettori a ottenere ciò che vogliono. Se guardando gli ingredienti su uno spillo, decidono di non fare clic, probabilmente è meglio per te. Vuoi che le persone facciano clic sui tuoi pin, se sono interessate a ciò che stanno per trovare.

Quindi, impostiamo rich pin sul tuo sito web

  • Se sei un tipo tecnico di persona, controlla questa pagina su Pinterest facendo clic qui . 
  • Se come me, il gergo tecnico ti fa sudare e vuoi una spiegazione più semplice per impostare pin ricchi, dovresti dare un’occhiata a questo post di blog molto utile qui .

Come impostare le tue schede per il successo

Configurare correttamente le tue schede Pinterest è uno dei passaggi più importanti per avviare un account di successo.

Ma prima di tutto, cosa sono le bacheche Pinterest?

Le bacheche sono raccolte dei tuoi pin. Ti consentono di organizzare tutti i tuoi Pin in base a idee, interessi e argomenti diversi. Come account aziendale, i forum mostrano alle persone di cosa tratta la tua attività, ad esempio che tipo di argomenti scrivi e che cosa ti ispira. 

Dovresti vedere ogni bacheca che crei come luogo per distribuire i tuoi contenuti e come destinazione per le persone a venire e trovare contenuti utili sui tuoi argomenti principali.

Come creare la tua prima bacheca

1. Fai clic sul tuo profilo Pinterest e seleziona Bacheche .

2. Fare clic sul pulsante più grande .

3. Scrivi un nome per la tua lavagna.

Assicurati che i nomi delle tue schede siano pertinenti e contengano parole chiave : non ha senso chiamare le tue schede qualcosa di divertente che non significa molto. Inoltre, non utilizzare caratteri speciali o spazi tra le parole. Ricorda che Pinterest è principalmente un motore di ricerca e vuoi che le persone trovino i tuoi pin e le tue schede. Keep it simple!

Pinterest ti mostrerà i pin pertinenti che puoi aggiungere a questa bacheca, in base al nome selezionato (vedi perché il nome è così importante?). Vorrei saltare questo passaggio e finire per impostare prima la tua tavola. Fai clic su Fine qui.

4. Fai clic sulla piccola matita per modificare la lavagna.

5. Aggiungi una descrizione per la tua scheda. Questo dovrebbe essere pieno di parole chiave che possono aiutare le persone a scoprire quella scheda. Ad esempio, la descrizione per la mia scheda del cibo va in questo modo:

“Le migliori ricette salutari e facili per la colazione, il pranzo, la cena, il dessert degli spuntini. Ricette veloci e deliziose per le persone impegnate a cucinare ogni giorno. ”

6. Seleziona una categoria. Ci sono molte categorie tra cui scegliere. Scegli il più rilevante per la tua tavola. E poi premi Salva .

Questo è tutto! Hai creato la tua prima bacheca Pinterest.

Con quante schede dovresti iniziare

Non appena hai impostato il tuo dominio , puoi iniziare a configurare le tue schede Pinterest.

Non devi ancora avere post sul blog scritti. Iniziare prima di fare qualsiasi altra cosa ti aiuterà a capire che tipo di argomenti e post sono popolari su Pinterest nella nicchia che hai scelto per il tuo blog.

Ecco quante schede dovresti avere:

  • 1 scheda Pinterest principale per ciascuna delle categorie del tuo blog. Ad esempio, blog su cibo, viaggi e denaro. Ciò significa che ho una tavola per il cibo, una per i viaggi e una per i soldi. Queste probabilmente diventeranno le tue schede più importanti. Dovrebbero contenere solo i tuoi contenuti.
  • Il maggior numero possibile di schede su sottocategorie pertinenti. Vorrei iniziare con un minimo di 20-30 schede in totale per il tuo blog. Questo significa, ad esempio, che per la mia sottocategoria di denaro, posso creare diverse schede chiamate: risparmio di denaro, guadagno da casa, libertà finanziaria, reddito passivo, caos laterale, ecc. Dovresti riempire queste schede con almeno 20-30 pin pertinenti da altri blogger per cominciare. Ciò aiuterà Pinterest a capire di cosa trattano le bacheche e aiuterà il tuo profilo a diventare più pertinente su questi argomenti, anche prima di iniziare a creare i tuoi contenuti.

SUGGERIMENTO: Pinterest ama i nuovi contenuti. Questo può essere l’aggiunta di un nuovo pin ogni giorno o la creazione di nuove schede. Ti suggerisco di creare una nuova bacheca ogni paio di settimane, soprattutto quando sei un nuovo blogger. Questo ti aiuterà ad aumentare la copertura del tuo profilo.
Dove appuntare i primi pin

Quando crei un nuovo pin, Pinterest non sa esattamente di cosa si tratta. L’algoritmo Pinterest impiega un po ‘di tempo per capire esattamente cos’è quell’immagine e dove dovrebbe mostrarla. 

Fortunatamente per noi, ci sono alcune cose che possiamo fare per aiutare Pinterest:

1. Assicurati di appuntare il tuo pin, per la prima volta, sulla bacheca del blog più pertinente. Questa è la scheda della categoria principale che contiene solo pin pertinenti a un argomento. Ad esempio, se creo una nuova puntina per il mio post sul blog 5 Lunch Box Ideas , la salverei sulla mia scheda Gathering Food .

2. Quando scrivi la descrizione del tuo pin, assicurati di usare parole chiave pertinenti che Pinterest capisca. Nell’esempio sopra, voglio che le persone trovino la mia spilla quando cercano idee per il pranzo , idee per il pranzo o ricette per il pranzo . Basta digitare queste parole chiave in Pinterest e vedere quali altre parole chiave viene fuori e aggiungere anche alcune di quelle parole chiave nella descrizione. Come puoi vedere di seguito, potrei aggiungere parole come: per bambini, per lavoro, facile, ecc. 

3. Usa uno scheduler come Tailwind per poi appuntare prima lo stesso pin sulle schede delle sottocategorie più rilevanti. Per esempio nel mio caso, ho potuto appuntare la mia nuova pin per: Meal Prep idee , Pranzo Ricette , ricette sane , Genius pianificazione del pasto , ecc Lasciare un intervallo di 1-2 giorni prima di Repin il PIN per le vostre altre schede. Non vuoi che Pinterest pensi che li stai inviando spam sempre con lo stesso pin. 

4. Dopo aver reinserito il tuo pin in tutte le tue schede personali pertinenti, puoi procedere e aggiungerlo alle schede di gruppo.

Questo è tutto!

Hai bisogno di una scheda generica per il tuo blog?

Alcuni anni fa, alcuni corsi e post di blog hanno suggerito che dovresti avere una scheda generica per il tuo blog, chiamata qualcosa di simile al meglio del tuo blog . Ad esempio, The Best of Gathering Dreams .

Il problema è che, a meno che non si scriva su un solo argomento, quella scheda finirà con pin collegati a diverse categorie. Pinterest non saprà esattamente di cosa trattano questi pin. Questo può finire per danneggiare la portata dei tuoi pin. Puoi ancora creare una bacheca di blog generica, ma aggiungere solo pin che sono in circolazione da un po ‘di tempo e sono stati stabiliti . 

I board del gruppo sono morti?

I consigli di gruppo sono consigli di proprietà di altre persone. Possono invitarti a “appuntare” nel loro tabellone e, una volta dentro, i tuoi pin si metteranno di fronte al loro pubblico. Questo era un modo eccellente per mettere le tue spille davanti a più persone quando avevi appena iniziato.

Fino a pochi anni fa, Pinterest ha dato molto peso ai pin fissati alle schede del gruppo. Se sei riuscito a farti accettare su un gruppo con molti follower, hai avuto maggiori probabilità che le tue spille decollassero e venissero viste da migliaia di persone nel giro di pochi giorni.

Oggigiorno Pinterest sembra valorizzare le tue bacheche e il tuo profilo molto di più. Questa è una buona cosa perché significa che se crei le tue bacheche in modo corretto e le parole chiave in modo corretto, non dovrai preoccuparti di fare domanda per raggruppare le bacheche come hai fatto in passato.

Ma penso ancora che ci sia uno spazio per i consigli di gruppo, purché:

  • La bacheca di gruppo a cui ti rivolgi è molto pertinente e dotata di parole chiave. Evita le bacheche chiamate Tutto dai migliori blogger e scegli solo bacheche specifiche per argomento. Buoni esempi sono: suggerimenti per risparmiare denaro , ricette vegane , i migliori consigli di blog per i blogger .
  • Assicurati che i pin che sono appuntati sulla scheda a cui vuoi applicare siano rilevanti. Ad esempio, mi trovavo in una tavola di Guadagna Online che si comportava incredibilmente bene, quindi il proprietario ha iniziato a appuntare le spille artigianali sulla tavola e quella tavola è diventata inutile perché Pinterest non sapeva di cosa si trattasse!
  • Assicurati che non ci siano molti collaboratori. Idealmente, vuoi partecipare a board con 20-50 collaboratori. Se puoi, evita sicuramente le schede con oltre 150-200 collaboratori.

Per trovare le bacheche dei gruppi:

  • Cerca le bacheche di gruppo negli account Pinterest di altre persone: se cerchi piccoli blogger come te e sono stati accettati in una bacheca, è probabile che anche tu lo accetti
  • Usa  PinGroupie , un sito Web che ti fornisce un elenco di tutte le bacheche di gruppi su Pinterest
  • Unisciti al gruppo Facebook  Pinterest Group Boards : hanno molte board board che si aprono lì ogni settimana. Continua a controllarlo!

Una volta trovata una bacheca del gruppo a cui vuoi unirti, devi inviare un messaggio o un’e-mail alla persona che possiede la bacheca. A volte troverai le istruzioni nella descrizione della scheda del gruppo, altre volte dovrai cercare.

Non smettere mai di fare domanda ai gruppi e non mollare mai.

Durante i miei primi due mesi di blog, ho scritto ad almeno 30 proprietari di board alla settimana e la maggior parte delle volte ho ricevuto una o due risposte.

E ‘normale! Continua a farlo e le cose andranno meglio.

Come creare bellissimi pin

Il design del tuo pin può rendere o distruggere il tuo successo su Pinterest.

Ma la domanda da un milione di dollari è: come puoi creare bellissimi pin degni di un clic?

Condividerò con te qualcosa che non mi piace ammettere: le mie prime spille sembravano orribili! Le persone potrebbero guardare le mie spille ora e pensare che io sia stato un graphic designer in una vita passata, ma questo non potrebbe essere più lontano dalla verità. 

Non mi credi? Dai un’occhiata a questi 3 pin qui sotto. NON GIUDICARE!

Vuoi cliccarci sopra? Bene, non molte persone lo hanno fatto.

Errori che ho fatto:

1. Il carattere è un po ‘piccolo e difficile da leggere. 
2. L’immagine sul primo pin non è rilevante per l’argomento. Sto parlando di libri e ho scelto una spiaggia? Cosa stavo pensando? Devi assicurarti che la tua immagine sia puntuale o confonderai le persone. Sì, puoi provare a essere provocatorio, ma i pinner fanno scorrere il loro feed Pinterest abbastanza velocemente e se sembrano qualcosa che non è rilevante non si fermeranno.
3. Per le ricette, vuoi che il tuo cibo sia il principale punto di attrazione: devi ingrandire, mostrare esattamente come appare il piatto finale. Qui ho tenuto le mie foto troppo ampie e non abbastanza dettagliate.

Come tutto il resto nel blog, è necessario osservare, adattarsi e imparare dai propri errori.

Ciò che mi ha davvero aiutato è stato:

  • Trascorrere del tempo alla ricerca di account Pinterest che hanno funzionato davvero bene, per verificare cosa ha funzionato per loro.
  • Scorri il mio feed Pinterest per ore e salva su una bacheca segreta ogni pin che ha attirato la mia attenzione. Perché mi sono fermato? Cosa mi ha fatto desiderare di fare clic? Era il colore del carattere? Era la formulazione? L’immagine? Scopri tutto ciò che puoi dalla tua esperienza sulla piattaforma e replica ciò che funziona.
  • Alcuni viaggi nelle librerie: se ci pensi, le copertine e le riviste sono proprio come spille. Devono distinguersi tra migliaia di altri libri perché tu li raccolga. Gli editori spendono migliaia di dollari per ottenere il design giusto. E puoi trarre ispirazione gratis! Basta andare nella libreria locale e guardarsi intorno e usarli come ispirazione per le tue prossime spille. Se vedi una ragazza strana che fotografa le copertine dei libri, potrei essere io lol.

Dopo alcune settimane usando i suggerimenti sopra, ecco come è cambiato il mio design del pin:

L’anatomia di un perno accattivante che ti porterà traffico

1. Dimensione di almeno 600 × 900 pixel. Pinterest ti consiglia di utilizzare un formato 2: 3 per tutti i tuoi Pin. Le proporzioni sembrano complicate, ma è solo un modo per parlare della larghezza di un’immagine, rispetto alla sua altezza. Un rapporto di aspetto 2: 3 significa che la larghezza dell’immagine è ⅔ la sua altezza. Trovo che i pin leggermente più lunghi funzionino ancora un po ‘meglio per me. Di solito uso 735 × 1500 pixel o 735 × 1200 pixel.

2. Usa immagini pertinenti. Quando le persone vedono un’immagine devono essere in grado di associare l’argomento del perno a ciò che vedono. 

3. Utilizzare solo caratteri facili da leggere, grandi e in grassetto. Evita il corsivo il più possibile. Puoi usarlo come elemento del tuo design, ma è molto più difficile da leggere, specialmente sui dispositivi mobili.

4. Usa colori vivaci e semplici sfondi chiari. Colori vivaci e uno sfondo semplice che lascia spazio al testo possono aiutare a catturare l’attenzione della gente. 

5. Usa un titolo accattivante. Perché le persone dovrebbero fare clic sul tuo pin? Scrivi qualcosa che crea anticipazione e curiosità. Ma non andare troppo lontano con i titoli click-bait. Se il tuo post non è puntuale, le persone faranno clic rapidamente.

6. Avere il logo del tuo sito Web su tutti i pin. Ciò aiuterà le persone a riconoscere il tuo marchio e se qualcuno ruba i tuoi pin e li reindirizza a un altro sito Web, sarà più facile chiedere a Pinterest di rimuoverli.

7. Scrivi descrizioni utili. Una descrizione utile e accattivante dice alle persone di cosa tratta il tuo pin. Sii persuasivo, scrivi qualcosa che li induca a fare clic e includi #hashtag . Gli hashtag aiutano le persone a scoprire nuovi contenuti: usa parole o frasi che descrivono il tuo pin, hanno un senso e sono rilevanti per il tuo post.

Controlla i tuoi pin sul cellulare. Oltre l’80% del traffico Pinterest proviene da dispositivi mobili. Quando progetti i tuoi primi piedini, li vedrai abbastanza grandi sul tuo laptop e potrebbero avere un bell’aspetto. Ma le persone vedranno una versione molto più piccola sui dispositivi mobili. Assicurati che funzionino sullo schermo di uno smartphone.


Per i miei pin, utilizzo una combinazione di Adobe Illustrator e Adobe Photoshop . So che sono un po ‘cari, ma li amo e non posso vivere senza di loro. Se non sei ancora pronto a investire su di essi, Canva è uno strumento gratuito consigliato dalla maggior parte dei blogger . Non l’ho mai usato, ma ha alcuni modelli gratuiti che possono essere utili quando hai appena iniziato.


Ulteriori informazioni su Pinterest

Pinterest è un’incredibile piattaforma da padroneggiare e può darti risultati veloci se sei pronto a investire il tuo tempo su di esso dall’inizio. 

Quando ho iniziato il mio blog, sapevo che Pinterest era la prima cosa che dovevo rompere e non volevo passare innumerevoli ore a capirlo da solo.

Fu allora che scoprii le strategie di Pinterest di Carly .

Come nuovo blogger, se vuoi imparare tutto su Pinterest e su come creare una strategia che funzioni, non posso raccomandare abbastanza il corso Carly sulle strategie di Pinterest.

Questo corso mi ha aiutato a salire alle stelle il mio traffico Pinterest da 0 a oltre 10.000 visualizzazioni di pagina in meno di 2 mesi. È pieno di valore e Carly lo aggiorna regolarmente con ciò che funziona e ciò che non funziona su Pinterest.

Strategie di Pinterest : il corso di Carly su come appuntare è molto utile quando inizi. Ti fa capire di cosa parla Pinterest e la sua strategia è molto utile quando hai familiarità con Pinterest. Carly ha appena aggiornato il suo corso eccezionale e ha dato a tutti i miei lettori uno sconto di $ 5 a vita . Assicurati di utilizzare il codice PINNING5 al momento del pagamento!

Piano d’azione

  • Configura il tuo account Pinterest nel modo giusto. Pinterest può essere una piattaforma incredibile per ottenere traffico sul tuo blog fin dal primo giorno, purché lo usi correttamente. Crea la giusta quantità di schede, riempile con i contenuti pertinenti e usa le migliori parole chiave per scoprire le tue spille.
  • Pin i pin nel posto giusto . Pinterest ha bisogno di tempo per capire di cosa tratta una spilla. Aiutalo bloccando prima i tuoi pin sulle schede più rilevanti. Questo assicurerà che i tuoi pin vengano scoperti dalle persone giuste.
  • Crea bellissimi pin degni di click. Se vuoi che le persone facciano clic sui tuoi pin, devi assicurarti che il tuo design sia pulito e semplice e usi titoli accattivanti. Devi creare anticipazione e curiosità per attirare persone sul tuo blog. 

CAPITOLO 5
Fai in modo che Google ti ami: il potere del SEO

Come gestire il traffico Google organico gratuito

 

Che cos’è il SEO?

La più grande sfida che ho dovuto affrontare come nuovo blogger è stata che c’era così tanto da imparare, che alcuni giorni sentivo che la mia testa stava per esplodere.

Riesco a malapena a tenere il passo con Pinterest, figuriamoci a capire cos’è il SEO. Sembrava qualcosa di molto tecnico e fuori portata, soprattutto perché era qualcosa che non sapevo nemmeno esistesse. Ma sapevo anche che se volevo che il mio blog facesse soldi per gli anni a venire, fare affidamento su un’unica fonte di traffico era un gioco pericoloso. Se Pinterest modificasse il suo algoritmo o chiudesse il mio account (può succedere), potrei perdere tutto quello che ho costruito durante la notte.

Ma cosa significa anche SEO?

SEO sta per ottimizzazione dei motori di ricerca ed è tutto ciò che devi fare per ottenere traffico da motori di ricerca come Google, Yahoo e Bing.

Qui ci concentreremo su Google in quanto è di gran lunga il più grande motore di ricerca sul mercato, con oltre il 79% di tutto il traffico organico, con oltre 63.000 query di ricerca al secondo , che si traducono in oltre 5 miliardi di ricerche al giorno. Riesci a immaginare come ottenere anche solo una piccola porzione di quel traffico possa trasformare le potenzialità di guadagno del tuo blog?

Dopo aver capito quanto traffico potresti perdere perdendo l’implementazione della SEO, ho deciso di approfondire.

E l’apprendimento del SEO è stata la decisione migliore che potevo prendere per diversificare il mio traffico.

Ora oltre la metà del mio traffico proviene da Google.

Quindi, come è potuto succedere?

Innanzitutto, il traffico organico da Google non è come il traffico Pinterest: ci vuole tempo per costruirlo. Google deve fidarsi del tuo sito Web ed è un processo che richiede tempo e pazienza (potrebbe richiedere da 6 mesi a un anno per vedere un aumento significativo del traffico organico).

Ma se eseguito correttamente, può portare traffico libero e mirato.

Il traffico da Google è così importante per i seguenti motivi:

1. Il traffico di Google è estremamente mirato. I visitatori di Pinterest a volte stanno semplicemente scorrendo e cercando idee senza un chiaro intento. Un visitatore che cerca in Google è attivamente alla ricerca di informazioni e / o di una soluzione al proprio problema. Ciò significa che è molto più semplice vendere loro un prodotto di affiliazione o inserirli nella tua lista e-mail.

2. Il traffico di Google è in gran parte passivo. Una volta che sei in classifica su Google, non devi fare molta manutenzione per mantenere quel traffico (a differenza di Pinterest, dove devi continuare a creare nuovi pin, nuove schede e unirti a quelle del gruppo).

3. Il traffico di Google è molto più coerente. Sì, ci sono anche costanti modifiche all’algoritmo di Google, ma a differenza di Pinterest, non cambia ogni 5 minuti (anche se cambia e devi tenere il passo con il gioco).

Immergiamoci su come ottenere traffico con SEO.

Come ottenere traffico sul tuo blog con SEO

1. Inchioda la tua ricerca per parole chiave

Quando inizi, è importante decidere di cosa vuoi che il tuo blog sia conosciuto da Google.

Su Pinterest, puoi facilmente avere successo scrivendo su una gamma completamente diversa di argomenti. Su Google, non così tanto.

La realtà è che più nicchia verso il basso, più Google ti vede come un’autorità su quel particolare argomento, e hai molte più probabilità di classificarlo.

Il primo passo che devi compiere è decidere quale vuoi che siano le tue parole chiave principali e creare contenuti attorno ad esse.

Ad esempio, se stai bloggando su ricette familiari facili e veloci, potresti decidere di classificare per:

  • ricette facili per la cena
  • ricette veloci
  • pasti in famiglia
  • 10 minuti di pasti

E puoi iniziare a creare i tuoi contenuti su questi argomenti. Ciò significa che ogni ricetta che crei deve tenere a mente queste parole chiave. Non ha senso fare una ricetta che richiede 3 giorni se non è quello che vuoi che sia il tuo blog. Concentrati solo sulla tua nicchia. 

Quindi, mi stai dicendo di nicchia, ma hai un blog di lifestyle su diversi argomenti. Come funziona?

Non mentirò. È molto più difficile convincere Google ad amarti se scrivi più di un argomento. Ma finché mantieni chiari i tuoi argomenti e scrivi epici contenuti approfonditi, puoi classificarti su Google anche se il tuo blog non è ridotto. Devi solo assicurarti che ogni nicchia sia molto rilevante da sola. Pensa a come avere un blog di nicchia per ogni categoria di cui scrivi.

Ad esempio, sul mio blog, scrivo di cibo, denaro e viaggi. Ma per ciascuna delle mie categorie, ho una chiara idea di ciò che voglio classificare. Nella categoria dei viaggi, non scriverò di zaino in spalla, hotel di lusso e soggiorno in ostelli. Finché la tua strategia di contenuti e la tua visione sono chiare, puoi classificarti su Google come un blog multi-topic.

PAROLE CHIAVE A CODA LUNGA

Le parole chiave a coda lunga sono parole chiave composte da 4 o più parole. E sono il tipo di parole chiave che vuoi seguire quando inizi.

Perché?

Perché è molto più facile scrivere contenuti più specifici, il che significa che puoi classificare più velocemente.

Ad esempio, sarà molto più difficile classificare per un termine generico come Ricette pasta che classificare per una parola chiave a coda lunga come Ricette pasta senza glutine .

Per scoprire esattamente quante ricerche al mese ottiene una parola chiave e quanto sarà difficile la sua classificazione, digita semplicemente la parola chiave per la quale desideri classificare in Ubersuggest :

Come puoi vedere 90.500 al mese solo negli Stati Uniti, cerca le ricette di pasta su Google. Sono molte persone! Ma la difficoltà SEO è 50, che è davvero alta. Come nuovo blogger, dovresti mirare solo a parole chiave con una difficoltà SEO inferiore a 30-40 o non raggiungerai mai la pagina 1 di Google per quel termine di ricerca. E la pagina 1 è dove si trova il 95% del traffico. Se sei all’inizio della pagina 2, potresti anche essere alla pagina 10.

Diamo ora un’occhiata alle ricette di pasta senza glutine .

È molto meglio! Un volume di ricerca più basso, ma una difficoltà SEO di 25. Questo è un termine che potremmo classificare come nuovi blogger.

Il tuo obiettivo all’inizio è trovare parole chiave ad alto volume e bassa difficoltà.

3. Rendi felici gli utenti della ricerca e sulla tua pagina 

Ora che abbiamo trovato una potenziale parola chiave per il nostro blog, dobbiamo assicurarci che ciò che scriviamo sia esattamente ciò che la gente sta cercando. Ciò significa che dobbiamo inchiodare le intenzioni dell’utente.

User Intent = Cosa sta cercando un utente quando inserisce una query di ricerca su Google.

L’intenzione dell’utente prende in considerazione le parole chiave utilizzate nelle query di ricerca, ma le supera, cercando di comprendere il contesto e l’intenzione dietro quelle parole.

Come si capisce qual è l’intenzione dell’utente quando si seleziona una parola chiave?

Semplice: guarda i primi 10 risultati in Google.

Nel nostro esempio, potresti scrivere su due diversi tipi di ricette: potresti creare un elenco di ricette di pasta senza glutine, oppure potresti effettivamente scrivere una ricetta per fare pasta senza glutine. Quale vorrà Google?

In questo caso particolare, Google sembra preferire le ricette per fare la pasta senza glutine, appena sopra un elenco di ricette. Come nuovo blogger, potresti scrivere un post su 15 ricette di pasta senza glutine che puoi preparare a casa e inchiodare sia l’aspetto dell’elenco che l’attuale idea di ricetta di pasta senza glutine.

Ma prima di andare a scrivere il tuo post, ti suggerisco di controllare l’ autorità di dominio di chi è nella prima pagina.

Domain Authority (DA) è un punteggio di ranking dei motori di ricerca che prevede il grado di classificazione di un sito Web nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca. Un punteggio dell’autorità di dominio varia da 1 a 100, con punteggi più alti corrispondenti a una maggiore capacità di classifica. Quando inizi, il tuo DA sarà 1.

Più basso è il tuo DA, più difficile dovrai lavorare per finire alla pagina 1 di Google.

E quando hai identificato una parola chiave, vuoi assicurarti che con il tuo DA basso, puoi superare i tuoi concorrenti. Se, ad esempio, tutti i risultati a pagina 1 di Google per una parola chiave hanno un DA superiore a 60, sarà estremamente difficile per te batterli.

Ma se riesci a trovare i migliori risultati dai blogger con DA intorno al 20-40, potresti avere la possibilità di batterli scrivendo contenuti epici.

Per verificare il DA di chi è in classifica a pagina 1, installa la barra degli strumenti Moz gratuita (estensione di Chrome), crea un account e accedi. Ora ogni volta che fai una ricerca su Google puoi vedere il DA di chi si posiziona nella pagina 1, facendo clic sull’estensione.

4. Crea contenuti epici e ottimizzati 

Abbiamo parlato dell’importanza di creare contenuti incredibilmente utili nel capitolo 3 . Ma come puoi assicurarti che i tuoi contenuti siano ottimizzati anche per Google?

Alla fine, Google vuole che le persone trovino ciò che stanno cercando. Ecco perché è il motore di ricerca più utilizzato al mondo. Google non vuole che gli utenti facciano clic sulla tua pagina e poi facciano clic direttamente su Google perché non hai risposto a tutte le loro domande.

Se vuoi che Google ti ami, devi creare contenuti completi e pieni di risorse che corrispondano alle intenzioni dell’utente e rispondano alla domanda dell’utente.

In breve, devi creare il miglior contenuto esistente ovunque online per quella parola chiave.

Come puoi farlo?

1. Ricerca: analizza i primi 10 risultati in Google per la parola chiave che stai cercando di classificare. Controlla per quanto tempo i post sono a pagina 1, a quali domande rispondono, di quali argomenti parlano.

2. Struttura: crea una struttura che copra ogni possibile domanda che l’utente potrebbe porre su quella parola chiave. Puoi usare ancora Rispondi al pubblico per scoprire quali domande le persone pongono su ciascun argomento specifico. Oppure controlla Quora e Reddit sull’argomento.

3. Scrivi: scrivi la guida più completa sull’argomento. Questo non significa lungo e noioso. Per alcune parole chiave, potresti dover scrivere ed epici 10.000 post sul blog, per una ricetta 1.000 parole potrebbero essere sufficienti per spiegare tutti i passaggi. Ma assicurati che il tuo post sia il migliore, il più coinvolgente là fuori.

4. Ottimizza: assicurati che i tuoi contenuti siano ottimizzati con parole chiave a coda lunga correlate . A Google non piace quando riempi i tuoi contenuti con la stessa parola chiave più e più volte. Ma puoi usare termini o frasi strettamente legati alla tua parola chiave principale (sinonimi o varianti della tua parola chiave).

Per trovare alcune idee per le parole chiave correlate, puoi utilizzare nuovamente Ubersuggest. Basta digitare la parola chiave principale, scorrere verso il basso e fare clic su correlati. Prova ad aggiungere alcune di queste parole chiave ai tuoi contenuti.

Aggiungi anche collegamenti interni ad altri post pertinenti che hai. E aggiungi sempre alcuni link esterni a fonti pertinenti. 

5. Backlink: l’importanza di promuovere i tuoi contenuti

Uno dei segnali di classifica più importanti in Google è il backlink.

Un backlink  è un collegamento che un sito Web ottiene da un altro sito Web.

Pensaci in questo modo: se FoodNetwork si collega alla tua ricetta del pesto, Google pensa“Ehi! Questa deve essere una buona ricetta! Se un grande sito web si collega ad esso, probabilmente vale la pena qualcosa! ”

Ciò significa che devi assolutamente dedicare tempo alla promozione dei tuoi contenuti e al tentativo di creare backlink al tuo blog e ai tuoi post.

I modi migliori per generare backlink sono:

  • Condivisione di contenuti sui social media: condividere i tuoi post su Instagram, Facebook e altre piattaforme di social media può aiutarti a generare traffico ma anche a backlink. Se un altro blogger o giornalista trova il tuo post sul blog e lo trova utile, potresti ottenere un link al tuo blog.
  • Pubblicazione degli ospiti: scrivere un post e essere pubblicato sul blog di qualcun altro ti dà la possibilità di ottenere un link al tuo blog. 
  • Contatta altri blogger / siti Web: invia e-mail personalizzate ad altri blogger e giornalisti per promuovere il tuo post. Il segreto qui è di raggiungere solo se hai qualcosa di valore. 
  • Usa HARO per generare collegamenti: HARO (Aiuta un giornalista) fornisce ai giornalisti un database di fonti per le loro storie. Devi solo creare un account come fonte, selezionare gli argomenti che ti interessano e riceverai e-mail quotidiane su possibili collaborazioni su storie. Se un giornalista decide di utilizzare il tuo contributo, potresti ottenere un backlink al tuo blog.
  • Usa i gruppi di Facebook: ci sono alcuni gruppi di Facebook che pubblicano opportunità di collaborazione. Ti chiederanno di collegarti alle tue ricette o di scrivere 150-300 parole su un argomento in cambio di un backlink. Blogger Roundup e RoundupPalooza e sono un buon esempio per i food blogger. Cerca gruppi di blog intorno alla tua nicchia e scoprirai opportunità per creare backlink.

Se vuoi saperne di più su come generare backlink, leggi questo post estremamente approfondito sulla creazione di link per SEO .

Piano d’azione

  • Trova le migliori parole chiave. Cerca le parole chiave a coda lunga con un volume di ricerca elevato (1.000-5.000 ricerche al mese), a bassa difficoltà.
  • Intenzione dell’utente del chiodo. Rendi felice Google offrendo agli utenti ciò che stanno cercando.
  • Scrivi contenuti epici. Analizza il contenuto del tuo concorrente e scrivi il miglior articolo approfondito sull’argomento. Sì, è così facile.
  • Promuovere, promuovere, promuovere. Non ha senso scrivere contenuti epici se nessuno lo legge. Porta i tuoi contenuti là fuori, genera backlink. Questo aiuterà Google a capire che il tuo blog è pertinente e ti ricompenserà con un sacco di traffico organico gratuito.

 


Vuoi saperne di più sul SEO? Ho imparato la maggior parte di ciò che so prendendo Mike’s Stupid Simple SEO . Il corso di Mike è pieno di utili video passo-passo e insegna qualcosa di complicato come il SEO in un modo molto semplice! Sa chiaramente di cosa sta parlando. Questo corso è perfetto per chiunque sia seriamente intenzionato a migliorare il proprio traffico organico e adoro in particolar modo il modo in cui Mike affronta la ricerca di parole chiave (con un occhio ai concorrenti – dopo tutto, adoro lo spionaggio).

Mike offre anche un Bootcamp SEO gratuito che ti aiuterà a comprendere tutte le basi. Iscriviti al bootcamp gratuito qui . Ti piacerà!


CAPITOLO 6
Come fare soldi!

Perché non lo stiamo facendo solo per divertimento

 

Quello che mi piace molto del blog è che ci sono quasi infiniti modi per fare soldi con esso.

Eccone alcuni:

  • Mostra pubblicità
  • Marketing di affiliazione
  • Contenuti sponsorizzati
  • Offrire i tuoi servizi
  • Vendita di prodotti (da prodotti fisici come magliette e tazze a prodotti digitali come corsi e stampabili)
  • Creazione di un sito di appartenenza
  • Lanciando siti Web per denaro

I miei modi preferiti per fare soldi con i blog sono pubblicità display e marketing di affiliazione. Trovo che questi due modi si completino molto bene, sono i più passivi e richiedono poca o nessuna manutenzione una volta impostati. Una volta creato un post sul blog che ha una buona conversione, tutto ciò che devi fare è aggiornarlo e controllarlo di tanto in tanto e continuare a ricevere i pagamenti.

Sono anche più facili da padroneggiare quando hai appena iniziato.

Altre forme di reddito da blog, come la creazione di un corso, possono richiedere un lavoro molto più attivo da parte tua (come sostenere tutti i tuoi studenti), ma, ovviamente, può essere molto redditizio.

Guadagna con le pubblicità

Visualizzare annunci sul tuo blog è uno dei modi più semplici per fare soldi: una volta impostati gli annunci, non devi fare altro. 

Le grandi aziende ti pagano per visualizzare pubblicità sulle tue pagine e vieni pagato ogni volta che qualcuno vede gli annunci o fa clic su di essi. Più persone visitano il tuo blog, più soldi puoi guadagnare.

Quanto puoi guadagnare con gli annunci?

Dipende molto dalla tua nicchia e dalla compagnia che usi per visualizzare gli annunci. Il reddito può variare molto anche a seconda del periodo dell’anno. Ad esempio, le aziende hanno maggiori probabilità di spendere molto più vicino al Black Friday e al Natale. E spendi molto meno a gennaio, quando le persone finiscono i soldi.

Ma supponiamo che in media si possa fare qualcosa tra $ 10- $ 20 (o più) al giorno, ogni 1000 persone. Questo è ciò che le agenzie pubblicitarie chiamano RPM (entrate per 1.000 impressioni).

Questo significa:

  • $ 10-20 al giorno con 1.000 visualizzazioni di pagina giornaliere
  • $ 300-600 al mese con 30.000 visualizzazioni di pagina
  • $ 450-900 al mese con 45.000 visualizzazioni di pagina
  • $ 1.000- $ 2.000 al mese con 100.000 visualizzazioni di pagina

Come puoi vedere dai numeri sopra, se vuoi fare soldi con gli annunci, devi ottenere una quantità significativa di traffico per ottenere un buon reddito. Ma non è impossibile. 

Ecco un elenco di alcune delle reti pubblicitarie che puoi utilizzare per visualizzare annunci sul tuo blog:

  • Google Adsense : questa è la rete pubblicitaria più semplice a cui rivolgersi. Non ha un numero minimo di visualizzazioni di pagina o sessioni che devi avere per poter applicare. Devi solo avere il tuo blog attivo e funzionante con pochi post, per essere approvato. Ma tieni presente che è anche la rete pubblicitaria meno redditizia in circolazione (non ho mai guadagnato più di $ 5- $ 8 RPM). Alcuni blogger non si preoccupano affatto di fare domanda, ma penso che sia un modo geniale di vedere arrivare un po ‘di soldi, anche se nei primi mesi sono pochi dollari al mese. E mentre aspettavo che la mia domanda con Mediavine passasse, ho guadagnato oltre $ 1.000. Non male!
  • Monumetric : il bello di Monumetric è che per applicare sononecessarie solo 10.000 visualizzazioni di pagina al mese. Devi pagare una quota di iscrizione di $ 99, ma puoi recuperare quei soldi in meno di un mese se hai quel numero di visualizzazioni di pagina.
  • Mediavine : Mediavine è la mia rete pubblicitaria preferita e quella che uso su Gathering Dreams. Il loro servizio clienti è stellare e non posso raccomandarli abbastanza. Per candidarti dovrai dimostrare di aver raggiunto le 25.000 sessioni negli ultimi 30 giorni. Puoi verificare la differenza tra sessioni e visualizzazioni di pagina qui , ma normalmente 25.000 sessioni equivalgono a 30-35.000 visualizzazioni di pagina al mese.

  • AdThrive : per accedere ad AdThrive avrai bisogno di 100.000 visualizzazioni di pagina mensili. Poiché questo numero è superiore a Mediavine, alcuni blogger pensano di dover passare da Mediavine ad AdThrive quando raggiungono quel livello. La verità è che i potenziali guadagni tra Mediavine e AdThrive sono molto simili. Dipende molto dalla tua nicchia, e sono entrambe ottime reti.

Guadagna con il marketing di affiliazione

Adoro il marketing di affiliazione. Guadagno oltre $ 10K al mese con esso.

Il motivo per cui amo il marketing di affiliazione è che è uno dei modi più passivi per fare soldi con il tuo blog!

Puoi creare un post o una recensione e comunque generare   anni di reddito passivo lungo la linea con pochissimo lavoro necessario per mantenerlo.

Il marketing di affiliazione ti consente di guadagnare (guadagnare una commissione) per consigliare prodotti e servizi ai tuoi lettori. Vieni pagato solo quando la tua raccomandazione viene convertita in un abbonamento o in una vendita.

Ecco come funziona il marketing di affiliazione: ottieni uno speciale link di monitoraggio dalla società per cui sei affiliato. Quindi, inserisci quel link all’interno dei post pertinenti sul tuo blog o invialo tramite email ai tuoi iscritti al blog. Quando qualcuno fa clic su quel link e completa un acquisto o si iscrive, guadagni una tariffa fissa o una percentuale di tale vendita.

Se vuoi sapere tutto sul marketing di affiliazione, consulta la mia guida approfondita qui: Affiliate Marketing for Dummies: una guida intelligente per principianti

Altri modi per fare soldi

freelance

L’avvio di un blog non è uno schema rapido per arricchirsi. Richiede tempo. E pazienza. E ancora un po ‘di tempo.

Ma alcuni di voi potrebbero aver bisogno di soldi ora .

Un modo per far crescere il tuo blog mentre guadagni è quello di usare tutte le abilità che hai (e stai imparando) per ottenere un concerto freelance. E usare il tuo blog per mostrare le tue competenze è un modo straordinario per trovare il tuo primo cliente.

Puoi gestire gli account dei social media di altri blogger o progettare i loro pin, o diventare un assistente virtuale e lavorare per loro su varie attività. Puoi scrivere post sul blog per altri o offrire i tuoi servizi, come design, marketing o fotografia.

Assicurati che le tue pagine chiave ( Informazioni , Contatti ) siano configurate e contengano alcuni esempi del tipo di lavoro che offri.

Ecco solo un piccolo elenco di servizi che puoi vendere per guadagnare dal tuo blog fin dal primo giorno:

Ma praticamente tutto può essere monetizzato, quindi sii creativo con ciò che puoi offrire! Un modo solido per trovare opportunità è quello di mettersi in contatto con le imprese e le reti locali nei blog di gruppi di Facebook. 

Contenuti sponsorizzati

I contenuti sponsorizzati sono costituiti da immagini, video o articoli che scrivi per le aziende e che pubblichi sul tuo sito o account di social media a pagamento. I marchi ti pagano perché vogliono mettersi di fronte al tuo pubblico. 

Ciò significa che devi effettivamente avere un pubblico. Ma poiché sempre più blogger offrono contenuti sponsorizzati, avere un seguito enorme non è necessariamente il modo migliore per fare soldi con i marchi. Alcuni marchi cercano quello che chiamano micro-influencer : blogger e Instagrammer che hanno un seguito piccolo ma molto fedele che è interessato a un argomento molto specifico.

Ad esempio, se sono un marchio di farina senza glutine, pensi che preferirei pagare un blogger che pubblica solo ricette senza glutine e ha 10.000 visualizzazioni di pagina o un blogger alimentare generico con 100.000? Come marchio, avrò molte più possibilità di raggiungere le persone giuste lavorando con il blogger senza glutine.

Finché hai valore da offrire e il pubblico giusto per un prodotto, puoi uscire e presentare le tue marche preferite, anche con un piccolo seguito.

La creazione di contenuti sponsorizzati è molto meno passiva del marketing di affiliazione e della pubblicità display. Vieni pagato una volta per posta, e basta. Ma ci sono blogger che guadagnano a tempo pieno semplicemente raggiungendo i marchi e creando contenuti ben curati per loro, senza dover investire tanto tempo sulla SEO e sulla generazione di traffico.

Se sei interessato ai contenuti sponsorizzati, ecco un utile podcast che puoi ascoltare su come guadagnare dai post sponsorizzati quando hai un pubblico ristretto. Rachel di Joyful Derivatives condivide alcuni suggerimenti approfonditi per le sponsorizzazioni di atterraggio e altre opportunità! 

Vendere i tuoi prodotti

Vendere i tuoi prodotti può essere un modo molto redditizio per fare soldi con il blog.

Ma cosa puoi effettivamente vendere?

Puoi vendere qualsiasi cosa digitale da stampabili, e-book, corsi online o persino prodotti fisici come magliette, tazze o stampe.

I prodotti digitali sono un’incredibile fonte di reddito passivo perché ti sforzi di crearli una volta e vengono consegnati automaticamente agli acquirenti senza che tu debba fare nulla (a patto che tu abbia i sistemi giusti in atto).

Negli ultimi sei mesi, ho guadagnato oltre $ 1.500 da un stampabile che ho creato come esperimento. Potrebbe non sembrare un sacco di soldi, ma mi ci sono voluti due giorni per configurarlo e progettarlo e ora sono 200 dollari al mese che colpiscono il mio conto in banca senza che io debba alzare un dito. 

I prodotti possono davvero fare la differenza tra fare soldi con il blog e raggiungere le stelle. 

Molte persone si preoccupano di vendere qualcosa che hanno fatto: chi vorrebbe davvero acquistarlo? Sarà mai abbastanza buono? Le persone mi daranno davvero soldi?

Ma ricorda questo: 

Inizia con qualcosa di piccolo. Risolvi il problema di qualcuno. Scopri come possono essere venduti i prodotti e, quando sei pronto, passa a un prodotto più costoso da vendere.

Piano d’azione

  • Scopri come farai soldi con il tuo blog. Esistono centinaia di modi per guadagnare online. Concentrandoti su ciò che funziona per te, puoi sfruttare il giusto tipo di contenuto per aumentare le tue entrate il più rapidamente possibile. Mescola e abbina tutte le opzioni sopra per capire la tua strategia di monetizzazione.

 


E se vuoi scoprire altri modi per fare soldi blogging dai un’occhiata a uno dei miei post più popolari qui:

Come fare soldi blog (in pochissimo tempo)

In cui condivido le 5 tattiche che ho usato per aumentare le mie entrate da $ 0 a oltre $ 3.800 al mese in soli 3 mesi.


CAPITOLO 7
Le risorse essenziali necessarie per il tuo blog

Tutto il necessario per semplificare la vita del tuo blogger

Plugin WordPress essenziali

Un plug-in è un software che può essere aggiunto a qualsiasi sito Web WordPress. Può estendere la funzionalità o aggiungere nuove funzionalità al tuo blog. I plug-in sostanzialmente ti semplificano la vita, poiché non devi imparare a programmare o essere troppo tecnico.

E possono aiutarti con qualsiasi cosa, dal SEO, ai backup, all’ottimizzazione delle immagini.

L’unico problema con i plugin è che ce ne sono letteralmente migliaia e se ne installi troppi, rischi di rallentare il tuo sito web. E un sito web lento equivale a una brutta esperienza utente. Ricordi cosa abbiamo detto? L’esperienza dell’utente viene sempre prima di tutto.

Fortunatamente per te, ho messo insieme un elenco dei migliori plugin essenziali gratuiti di cui hai bisogno, quando hai appena iniziato.

Yoast
Abbiamo parlato dell’importanza della SEO. E Yoast è di gran lunga il miglior plugin SEO in circolazione. È un must sul tuo sito ed è completamente gratuito. Yoast ti aiuta a ottimizzare i titoli, le descrizioni, la lunghezza dei contenuti e altri elementi del tuo blog in tutto il tuo blog in modo che i motori di ricerca possano trovarti facilmente.

E prima di chiedere, no non hai bisogno della versione premium. La versione gratuita è abbastanza buona per sempre.

Akismet Anti-Spam
Utilizzato da milioni di utenti, Akismet è uno dei modi migliori al mondo per proteggere il tuo blog dallo spam. Askimet controlla i tuoi commenti e invia i moduli di contatto contro i contenuti di spam per impedire al tuo sito di pubblicare contenuti dannosi. 

ShortPixel Image Optimizer Le
tue immagini sono una delle risorse più importanti sul tuo blog. Ti aiutano a distinguerti e a interagire con i tuoi lettori. Ma possono anche rallentare significativamente il tuo sito web. Devi assicurarti che ogni immagine che carichi sia ottimizzata utilizzando risorse minime. Le immagini ottimizzate significano una migliore esperienza utente, una migliore velocità della pagina Approfondimenti, un miglior posizionamento su Google e più visitatori.

Uso ShortPixel da oltre un anno e lo adoro. Ha notevolmente migliorato la velocità della mia pagina senza ridurre la qualità dell’immagine. Puoi ottimizzare fino a 100 immagini al mese gratuitamente, il che sarà sufficiente per la maggior parte delle persone. Se hai più immagini da ottimizzare, offrono pacchetti molto convenienti, a partire da $ 9,99 per 10.000 immagini.

Crescita
Avere i tuoi visitatori che condividono i tuoi contenuti sui social media è uno dei modi migliori per ottenere più visibilità. Non posso dirti quanti blog visiti che non dispongono di pulsanti di condivisione social. Devi assicurarti di rendere molto facile per le persone promuovere i tuoi contenuti.

Crescere (precedentemente noto come Social Pug) è uno dei plug-in di social sharing più facili da usare, ed è quello che uso su Gathering Dreams. Ti consente di aggiungere pulsanti di condivisione social altamente personalizzabili che si integreranno perfettamente con il design del tuo sito web. Puoi posizionare i pulsanti di condivisione social prima e dopo il contenuto del post o fare in modo che seguano i tuoi lettori mentre scorrono su e giù nella pagina, sotto forma di una barra laterale mobile dei social media.

La versione gratuita del plug-in include cinque delle più grandi piattaforme di social media, principalmente Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e LinkedIn.

Google Analytics Dashboard per WP (GADWP)
Questo è il mio plug-in Google Analytics preferito per WordPress. Questo plugin ti consente di tracciare il tuo sito utilizzando l’ultimo codice di monitoraggio di Google Analytics e ti consente di visualizzare le principali statistiche di Google Analytics nella tua installazione di WordPress.

Connetti Google Analytics Dashboard al tuo account Google Analytics (puoi creare un account Google Analytics gratuito qui ) per scoprire chi sta visitando il tuo sito e quali sono i tuoi post di blog più popolari.

Updraft
Immagina di passare mesi a scrivere post sul blog e poi per un problema tecnico, perdi tutto! Devi installare subito un plug-in di backup sul tuo blog. L’aggiornamento è affidabile: richiede backup a livello locale o backup su Amazon S3, Dropbox, Google Drive, Rackspace, (S) FTP, WebDAV ed e-mail, su pianificazioni automatiche. La versione gratuita farà tutto il necessario.

E se succede qualcosa, puoi facilmente ripristinare il tuo backup sul tuo server.

Inserisci intestazioni e piè di pagina
A volte per modificare il tema, devi aggiungere frammenti di codice all’intestazione o al piè di pagina (non è tecnico come sembra). Tuttavia, farlo nel codice del tema può causare problemi. Questo plugin ti consente di inserire facilmente codice o testo nell’intestazione o piè di pagina del tuo blog WordPress, senza interrompere nulla.

WP Recipe Maker
Se sei un food blogger, hai bisogno di un plugin di ricette per visualizzare correttamente le tue ricette. WP Recipe Maker è facile da usare e da configurare. Inoltre, le sue impostazioni SEO sono perfette per aiutarti a ottenere più visitatori. La versione gratuita è perfetta per iniziare, ma una volta che inizi a guadagnare un po ‘potresti voler passare a quello premium, in quanto sarai in grado di aggiungere valori nutrizionali e passare facilmente da unità statunitensi a unità metriche.

Estensioni di Chrome che ti aiuteranno ad avere successo 

Esistono 3 estensioni di Chrome gratuite che uso praticamente ogni giorno:

Grammarly
Grammarly mi aiuta a controllare l’ortografia di tutto ciò che scrivo: dai post del mio blog alle mie e-mail. Rileva grammaticalmente automaticamente la grammatica, l’ortografia, la punteggiatura, la scelta delle parole e gli errori di stile nella tua scrittura. 

MozBar
MozBar ti consente di controllare l’autorità di dominio di ogni sito Web in movimento. Questo aiuta quando stai facendo una ricerca per parole chiave e per stabilire se puoi superare un altro blogger su una parola chiave specifica.

SimilarWeb
Ti ho detto prima quanto amo analizzare (o dovrei dire spiare ) altri siti web. L’estensione SimilarWeb ti consente di controllare le statistiche di qualsiasi sito web. Con un solo clic, puoi ottenere numeri di traffico e fonti approfonditi per qualsiasi sito web. Tieni presente che questa è solo una stima. Sulla base della mia ricerca, le statistiche di SimilarWeb sono dimezzate nella parte inferiore. Quindi, ad esempio, se controlli un sito Web e ti viene comunicato che ottiene 100.000 visualizzazioni di pagina, il numero reale è probabilmente più vicino a 180.000-200.000. Ma ti dà ancora una buona visione della popolarità di un blog. 

SUGGERIMENTO: Se SimilarWeb non ti fornisce una stima del traffico per un blog, significa che il blog è relativamente nuovo o non riceve una quantità significativa di traffico.

 

Corsi che consiglio personalmente

Ho una confessione da fare: sono diventato ossessionato dall’apprendere tutto sul blog e, se parli con Dan, può dirti che ho un piccolo problema con l’acquisto di corsi. Compro normalmente corsi focalizzati sul laser che mi aiutano a imparare tutto su un argomento specifico. 

Investire nei corsi è stata la decisione migliore che abbia mai potuto prendere per il mio viaggio nel blog. Se vuoi accelerare il tuo successo, devi investire del denaro.

E per quanto odio allontanarmi dai miei soldi, li ho restituiti 50 volte nell’ultimo anno. Un sorprendente ritorno sugli investimenti, se me lo chiedi.

Ma non tutti i corsi sono uguali. Se tu fossi un caro amico (e lo sei), consiglierei solo una manciata di loro.

Ed eccoli qui:


Le strategie di Pinterest di Carly: il corso di Carly su come appuntare è molto utile quando inizi. Ti fa capire di cosa parla Pinterest e la sua strategia è molto utile quando hai familiarità con Pinterest. Carly ha appena aggiornato il suo corso eccezionale e ha dato a tutti i miei lettori uno sconto di $ 5 a vita . Assicurati di utilizzare il codice PINNING5 al momento del pagamento!

Blog di Scrivs Simple Framework : con 13 corsi attivi, questo è l’unico investimento di cui avrai bisogno se vuoi fare soldi con il blog. Non c’è un solo corso nel Blog Simple Framework che mi abbia aiutato sopra gli altri, ma è la combinazione di tutte le strategie che hanno gettato le basi perfette per creare il mio blog di sei cifre di successo ( dai suggerimenti sulle creazioni di contenuti al corso Pinterest , dal SEO al marketing di affiliazione ). Se sei pronto a fare soldi facendo ciò che ami, inizia guardando questo workshop di blogging a 6 cifre gratuito ! Nota: questo corso non è economico, ma se prendi sul serio il tuo viaggio nel blog e applichi ciò che insegna Scrivs, rimborserai i tuoi soldi in pochissimo tempo. 

Stupido SEO semplice di Mike : non posso raccomandare abbastanza il corso di Mike. Sono così felice che ho deciso di investirci! È pieno di utili video passo-passo e insegna in modo molto semplice qualcosa di complicato come il SEO! Sa chiaramente di cosa sta parlando. Questo corso è perfetto per chiunque sia seriamente intenzionato a migliorare il proprio traffico organico e adoro in particolare il modo in cui Mike affronta la ricerca di parole chiave (tenendo d’occhio i concorrenti).


Questi sono, senza dubbio, i corsi che hanno cambiato in meglio la mia vita nel blog. Tieni presente che i link sopra sono link di affiliazione, quindi se decidi di acquistare questi corsi, riceverò una piccola commissione dal proprietario del corso. Credo davvero in questi corsi e non li consiglierei altrimenti. Se decidi di acquistarli, non rimarrai deluso!

Gruppi di Facebook che ti aiuteranno a far crescere il tuo blog

Il blog può essere un po ‘un viaggio solitario a volte. Molti dei tuoi amici e familiari probabilmente non capiranno cosa stai facendo o non saranno molto interessati. Quando ho iniziato a bloggare non ho usato molto i social media, ma ho trovato i gruppi di Facebook incredibilmente utili per creare connessioni e un posto sicuro dove porre domande semplici quando nessun altro poteva aiutarmi.

Ma non tutti i gruppi di Facebook sono creati uguali. Ci sono alcuni incredibili che si distinguono.

Questi sono i miei preferiti e potresti vedermi in giro:

Blogging Like We Mean It
Questo gruppo è uno dei miei preferiti, Carly di Mommy On Purpose lo possiede. Carly condivide molti dei suoi consigli e trucchi qui, in particolare su Pinterest. Ci sono anche molti altri blogger utili disposti a condividere le loro conoscenze e pronti a rispondere a qualsiasi domanda tu possa avere.

Food Blogger Condivisione sociale centrale e FBC
Se sei un food blogger o il cibo è uno dei tuoi argomenti, devi unirti a questi gruppi. Nagi di Recipe tin Eats è il proprietario dei gruppi. Food Bloggers Central si basa sul supporto. FBC Social Sharing è geniale per inviare le tue ricette alla condivisione di discussioni o raccolte.

DNW – Guadagnare da Blogging
Sharon da Digital Nomads Wannabe possiede questo gruppo. Condivide spesso i suoi consigli SEO ed è particolarmente utile se stai scrivendo blog sui viaggi. Ci sono anche opportunità di collaborare con altri blogger.

Il gruppo di strategia Pinterest Pin semplice
Kate di Simple Pin Media possiede questo gruppo. Si tratta di strategie Pinterest. Altamente raccomandato soprattutto quando sei all’inizio e potrebbe aver bisogno di aiuto per capire come funziona Pinterest. Il suo blog e podcast sono anche risorse utili per il tuo gioco Pinterest.

Blogger Roundup e RoundupPalooza
Principalmente per i food blogger. Qui potrai trovare altri blogger che cercano ricette da condividere. Inviando qui le tue ricette puoi creare backlink importanti che ti aiuteranno con il SEO.

BONUS
Dove trovare immagini degne di clic per il tuo blog e i tuoi pin

Perché immagini sensazionali = lettori entusiasti

Le immagini sono un elemento essenziale del tuo blog: possono suddividere i tuoi contenuti, offrire un’esperienza utente molto migliore e anche aiutarti a connetterti con i tuoi lettori.

La semplice aggiunta di alcuni elementi visivi può quasi raddoppiare il numero di visualizzazioni ottenute e aumentare significativamente le condivisioni ottenute da un post.

Ma dove puoi trovare le immagini giuste da usare sul tuo blog?

Come blogger, ci sono 4 modi per aggiungere contenuti visivi al tuo sito Web:

1. Scatta le tue foto

Questo, di gran lunga, è il mio modo preferito di creare immagini per i miei post sul blog (beh, usare Dan per scattare foto è in realtà il mio modo preferito!). Non hai bisogno di una fotocamera professionale (anche se aiuta). Scattare foto con il tuo smartphone può essere abbastanza buono all’inizio. Usando le tue immagini, sarai in grado di distinguerti.

Ciò è particolarmente vero se sei un food blogger o di viaggio.

Ma capisco che non tutti hanno il tempo o le capacità per farlo. Se stai cercando un modo più semplice per migliorare i tuoi contenuti, vai al punto 2.

2. Utilizzo di foto d’archivio gratuite

In questi giorni c’è un gran numero di siti di alta qualità che offrono incredibili fotografie che sono completamente gratuite da usare per il tuo blog.

Le foto libere sono libere da restrizioni sul copyright o concesse in licenza in dominio pubblico di proprietà creative . Ciò significa che è possibile copiarli, modificarli e distribuirli, anche a fini commerciali, il tutto senza chiedere il permesso. 

In alcuni casi, alcune foto potrebbero richiedere l’attribuzione. È fondamentale verificare tre volte se è possibile utilizzarli, soprattutto se lo si sta facendo per scopi commerciali.

Ecco alcuni dei miei siti Web preferiti con ottime foto d’archivio gratuite:

1. Pixabay
2. StockSnap.io
3. Unsplash
4. Pexels
5. Burst (by Shopify)
6. Reshot
7. FoodiesFeed
8. Stock MMT
9. Gratisography
10. Freestocks.org
11. Picography
12. Picjumbo
13. Kaboom Pics
14 SkitterPhoto
15. Life of Pix
16. StyledStock
17. Jay Mantri
18. New Old Stock
19. Death to the Stock Photo
20. Good Free Photos
21. Morgue File
22. Tookapic Stock

NOTA IMPORTANTE: anche se usi un’immagine che ritieni sia libera, potresti essere comunque responsabile per l’utilizzo illegale.

Chiunque può caricare immagini su questi siti Web. Ci sono stati casi in cui l’immagine di un fotografo è stata condivisa illegalmente. Se scoprono che la loro immagine è stata utilizzata senza la loro autorizzazione e anche tu la stai usando, puoi esserne responsabile. Se prevedi di utilizzare un’immagine gratuita, assicurati di essere autorizzato a farlo e fornisci l’attribuzione corretta quando necessario.

3. Utilizzo di foto di altri blogger

Sì, puoi utilizzare le foto di altri blogger sul tuo blog MA devi sempre chiedere il loro permesso. E quando dico sempre, intendo sempre.

Se hai letto da qualche parte che va bene solo per caricare un’immagine sul tuo blog, purché ti colleghi al blog originale, perché stai facendo un favore all’altro blogger, sappi questo: no, non va bene . Stai violando il copyright del blogger e puoi essere citato in giudizio. Bastano 5 minuti per inviare un’e-mail e chiedere l’autorizzazione. E se non ricevi una risposta, trova un’altra immagine e vai avanti.

Alcuni blogger dichiarano persino nei loro Termini e condizioni, Informativa sulla privacy o FAQ se è possibile utilizzare una delle loro immagini. Controlla lì prima di inviarli via email.

Ad esempio, qui puoi vedere la pagina delle autorizzazioni di The Minimalist Baker :

4. Paga per le foto autorizzate

Royalty-free è un tipo di licenza utilizzata dalle agenzie di fotografia stock per vendere immagini stock. Paghi una volta la licenza e puoi usarla per sempre entro i termini accettati, senza ulteriori obblighi di pagamento.

Questo ti dà la tranquillità che nessuno può seguirti, cercando di iniziare una battaglia legale su un’immagine che hai usato.

Se non riesco a scattare una foto per un post sul blog o non ottengo l’autorizzazione da un blogger, di solito pago tutte le altre immagini.

Uso 3 siti Web per acquistare tutte le mie immagini da:

1. DepositPhotos : uno dei miei siti Web preferiti, soprattutto perché un paio di volte all’anno ottengo un affare irresistibile (puoi ottenere 100 immagini a $ 49). Se sei nella mia lista e-mail di blog, ti invierò un’email quando l’accordo è in corso.

2. Adobe Stock : un altro sito Web geniale, con una splendida selezione di foto e un buon strumento di ricerca. Quello che adoro di Adobe Stock è che puoi registrarti per una prova e ottenere 10 immagini gratuitamente, ma devi inserire i dettagli della tua carta di credito. Ricorda solo di annullare l’abbonamento prima della fine del mese, o ti verrà addebitato! (Ho impostato un promemoria su Google Calendar per aiutare). 

3. Shutterstock : probabilmente la collezione più completa, ma anche la più costosa. Lo uso ogni tanto quando devo acquistare qualcosa di molto specifico.

Come i blog possono cambiarti la vita

Immagina che questo sia tra un anno da oggi. Ti svegli lentamente … nessun allarme che suona … nessun incombente pendolarismo, fai una lunga doccia rilassante mentre l’aroma del tuo caffè riempie la casa. Fai una lunga passeggiata. Ritorni, apri il tuo laptop e vedi tutti i soldi che hai fatto mentre dormivi.

È un sogno? No. Puoi essere tu.

Inizia il tuo blog oggi e tra un anno, la tua vita può essere completamente diversa.

Se agisci oggi, questa può diventare la tua realtà.

Come lo so? Perché l’ho fatto e anche tu.

Puoi guardare il mio blog e pensare che ho tutto insieme, ma la realtà è un po ‘diversa.

Non sono un esperto in nulla. non sono uno scrittore. Quando ho iniziato non avevo esperienza di lavoro online (a meno che tu non conti di acquistare cose su Amazon come lavoro …).

Sono solo una persona che era disposta a cogliere l’occasione, a fare un buon duro lavoro e ad imparare qualcosa di nuovo ogni giorno.

Non è stato sempre facile, ma ne è valsa la pena.

VUOI ULTERIORI INFORMAZIONI SUL BLOGGING?

Iscriviti alla mia newsletter e ti invierò anche tutte le mie notizie speciali sui blog!

Ora sei pronto per iniziare un blog!

Sei all’inizio di un viaggio straordinario e gratificante. Ci vorrà tempo, duro lavoro e pazienza, ma seguendo tutti i passaggi che ho evidenziato in questo post ci arriverai!

L’ho fatto e anche tu puoi!

Se hai domande sull’avvio di un blog WordPress con hosting autonomo, lasciami un commento o inviami un messaggio tramite la pagina dei contatti o mandami un’e-mail.

Sarò più che felice di risponderti! Il blog mi ha aiutato a vivere i miei sogni e sono qui per aiutarti a fare lo stesso!

Rispondo a OGNI singola email! (Anche se potrebbe volerci del tempo … quindi sii paziente).

Se conosci qualcuno che vuole iniziare un blog o un sito Web e ti è piaciuto

Exit mobile version