Cerca

Come iniziare a vendere su Etsy

Come iniziare a vendere su Etsy

Vendo articoli fatti a mano nel mio negozio Etsy di jiggy da oltre quattro anni – ho iniziato a settembre del 2011 a vendere collane con boccino d’oro. Mi sono rapidamente spostato su molte altre cose, tra cui gioielli LEGO, sottobicchieri in feltro e tessuto, borse, portamonete e articoli ricamati a mano. A partire dal 2017 vendo solo modelli scaricabili, ma sta andando bene!

Di recente sono stato accettato in Amazon Handmade ( e ho anche un’istruzione sulla vendita lì! ) Quindi ho riflettuto un po ‘quando si tratta dei miei prezzi, delle foto e persino del modo in cui addebito la spedizione . Dato che ho deciso di fare una revisione del negozio, ho pensato di condividere alcuni suggerimenti per iniziare su Etsy già che ci sono. 😀

Vendere su Etsy può essere molto frustrante a volte e super gratificante in altre, quindi è mia intenzione scrivere questo istruttivo per essere il più onesto possibile sull’esperienza di Etsy.

Inoltre, in tutta onestà, iniziare a vendere i tuoi prodotti su Etsy può essere molto confuso! Tratterò tutte le cose principali di cui dovresti preoccuparti per far funzionare il tuo negozio senza problemi. 🙂

Prima di decidere di aprire un negozio, è anche una buona idea andare alla pagina principale del venditore di Etsy e leggere un po’. Imparerai molto su ciò che è e non è consentito su Etsy, e anche alcuni suggerimenti per iniziare. Spiegherà anche le commissioni che Etsy addebita per la vendita – tutto buono a sapersi!

Passaggio 1: pro e contro di Etsy

Pro e contro di Etsy

Pro della vendita su Etsy:

  • Il principale mercato “fatto a mano” là fuori. Non sono sicuro di aver incontrato di recente una persona che non sapeva cosa fosse Etsy. È il posto principale a cui pensano i clienti quando vorrebbero acquistare qualcosa di fatto a mano.
  • Nel momento in cui è stato scritto, Etsy aveva 22,6 milioni di clienti/acquirenti attivi sul sito . Questa è un’enorme base di clienti!
  • La base di clienti di Etsy è fedele. Tra il 2011 e il 2014, il 75% degli acquisti effettuati sono stati ripetuti , il che significa che il cliente aveva acquistato in precedenza da quel negozio. Trovo che questo sia vero personalmente: se sei buono con i tuoi clienti su Etsy, tornano ancora e ancora. 🙂
  • È un modo incredibilmente semplice per iniziare a vendere i tuoi oggetti fatti a mano. Non devi creare un sito Web e capire come integrare un carrello in esso e preoccuparti della sicurezza e di tutte le altre cose. Devi solo compilare alcuni moduli e iniziare a vendere!
  • Enorme database di articoli per aiutarti a capire tutto sulla vendita su Etsy. Dai un’occhiata alla loro sezione Aiuto e al Manuale del venditore .
  • Possibilità di fare rete con altri venditori. Anni fa, quando mi sentivo un po’ perso su Etsy, ho iniziato a unirmi a Teams e a chattare nei forum ed è stato davvero bello parlare con altre persone che stavano facendo la stessa cosa. Puoi anche conoscere le mostre di artigianato locale in questo modo!
  • Facile collegare il tuo negozio Etsy a un sito web preesistente. Etsy offre un widget ” Etsy Mini ” che funzionerà su qualsiasi sito, ma puoi anche cercare un po’ su Google e trovare tante altre opzioni. Se usi WordPress, puoi trovare tutti i tipi di plugin! È così che ho collegato il mio.
  • Facilità di spedizione. Puoi acquistare e stampare etichette di spedizione dal sito e l’interfaccia di spedizione sul sito è facile da usare anche per i neofiti della spedizione.
  • Etsy può aiutarti a far crescere la tua attività. Esiste un programma Etsy Wholesale che mette in contatto i venditori con aziende più grandi e hanno anche appena avviato Etsy Manufacturing per aiutare i venditori a trovare attività commerciali locali che aiutino a produrre i loro prodotti.

Contro della vendita su Etsy:

  • Etsy non è più così “fatto a mano” – è sovrappopolato da persone che vendono cose che acquistano altrove. Se passi un po’ di tempo a cercare articoli per la casa, abbigliamento, gioielli o accessori su Etsy, inizierai presto a vedere molte delle stesse cose. Questo perché quel venditore l’ha comprato da Alibaba o da un sito simile e lo sta rivendendo su Etsy come fatto a mano. Questa è una costante fonte di contesa e, molto spesso, di scontri nei forum di Etsy.
  • Etsy ha allentato le regole su cosa sia “fatto a mano” nell’ottobre 2013. Puoi visualizzare maggiori informazioni a riguardo qui. Ho molte opinioni a riguardo e nessuna è buona.
  • È molto facile far chiudere il tuo negozio e praticamente impossibile combattere la chiusura. Se cerchi su Google ” Etsy chiude i negozi ” troverai pagine e pagine di storie dell’orrore di persone che hanno fatto chiudere i loro negozi. Clienti, altri venditori e persino aziende possono contattare Etsy in qualsiasi momento riguardo al tuo negozio per segnalarti un numero qualsiasi di cose. Questo è il motivo per cui è così importante per te rimanere aggiornato sul tuo negozio: assicurati che tutte le informazioni nelle politiche del negozio e nella tua sezione Informazioni siano aggiornate e complete. Il tuo servizio clienti (spedizione, tempi di elaborazione, comunicazione con gli acquirenti) è molto importante. Assicurati di aver compreso completamente cosa è consentito e cosa non è consentito prima di pubblicare articoli.
  • Assistenza telefonica e via email molto ridotta. È bello entrare senza aspettarsi molto aiuto come venditore: se sei il tipo di persona a cui piacciono molte spiegazioni, potresti voler trovare un amico venditore. 😉 Etsy ha uno staff molto ridotto rispetto alle dimensioni della sua base di utenti, quindi nella migliore delle ipotesi tutto ciò che puoi fare è richiedere una telefonata o inviare un’e-mail. I miei rapporti con il loro team di assistenza non sono stati dei migliori ad essere onesti: può volerci un po’ di tempo per ricevere una risposta e spesso la risposta non è personalizzata per la tua situazione.
  • Stai competendo con oltre 1.000.000 di altri venditori. E azzarderei un’ipotesi (pessimista ma onesta) che la maggior parte di questi siano uccelli loschi e non veri venditori “fatti a mano”. 😉 A seconda delle categorie in cui vendi, questo potrebbe non avere importanza, ma questo è il motivo per cui è così importante pubblicizzarti FUORI da Etsy.

Passaggio 2: commissioni per la vendita su Etsy + la tua fattura Etsy

Commissioni per la vendita su Etsy + La tua fattura Etsy

Rispetto a Handmade al 12% di commissione di Amazon , Etsy sembra essere molto più economico a prima vista. A seconda di quanto vendi, tuttavia, le commissioni di quotazione possono aumentare parecchio.

Ecco l’elenco completo delle commissioni sul sito web di assistenza di Etsy. Ti consiglio di leggerlo così avrai familiarità!

In sostanza, paghi 20 centesimi a inserzione. Quell’elenco è buono per 4 mesi. Se l’inserzione viene venduta ma vuoi fare di più di quell’oggetto, puoi rinnovarlo per altri 20 centesimi. Se l’inserzione non viene venduta nei 4 mesi e desideri rimetterla in vendita, puoi rinnovare l’inserzione per 20 centesimi.

Se metti una quantità di due o più su un annuncio, paghi solo per i primi 20 centesimi. Il resto delle commissioni verrà detratto quando l’elenco viene venduto.

Paghi una commissione del 3,5% per ogni annuncio che vende e, se utilizzi il pagamento diretto e Paypal, puoi aspettarti anche piccole commissioni da loro. Dovrai anche pagare per le etichette di spedizione.

Tutte queste commissioni finiscono sulla tua fattura Etsy. Questa fattura può essere da te visionata e pagata in qualsiasi momento sul sito, ed è costantemente aggiornata. Se non continui a pagare questo, Etsy non ti consentirà di mettere in vendita nuovi articoli, non potrai depositare denaro dalle vendite e possono persino chiudere il tuo negozio.

Ho impostato la mia fattura Etsy per il pagamento automatico. Lo consiglio vivamente!

Passaggio 3: conoscere il mercato e la concorrenza

Conosci il mercato e la tua concorrenza

Etsy è diventato sempre più competitivo nel corso degli anni, anche se alcune categorie sono molto più competitive di altre! È davvero importante dare un’occhiata alle categorie in cui prevedi di vendere le cose – scava davvero e guarda molti dei negozi e le loro inserzioni.

Tieni presente che a volte i tuoi articoli potrebbero essere elencati in più categorie, quindi assicurati di inserire un articolo in una categoria che ti darà il miglior vantaggio. 🙂

Ecco alcune cose a cui prestare attenzione:

  • In che modo i negozi di successo fotografano i loro prodotti?
  • In che modo le persone valutano gli articoli simili ai tuoi prodotti?
  • Leggi le pagine “informazioni” dei negozi per vedere il tipo di informazioni che le persone stanno fornendo sul loro lavoro e sui loro prodotti
  • Leggi anche la sezione “politiche” su diversi negozi: ti darà idee per la tua sezione in seguito!
  • Controlla la presenza sui social media di quei negozi sarà un sacco di vendite e recensioni

Raitis suggerisce anche di controllare i prezzi quando insegui la concorrenza:

Una cosa per i prezzi di cui di solito non vedo parlare è che dovresti ricercare la tua concorrenza (come per qualsiasi cosa in realtà) e vedere cosa succede a cose simili. Quindi regolare di conseguenza (non necessariamente inferiore). Ciò è particolarmente valido se produci da un luogo in cui i materiali o la vita sono più economici che altrove.

Passaggio 4: creazione del negozio, dei loghi e della pagina delle informazioni

Creazione del negozio, dei loghi e della pagina delle informazioni
Creazione del negozio, dei loghi e della pagina delle informazioni

La prima cosa che vorrai fare come nuovo venditore è aprire il tuo negozio !

Una volta scelto il nome del negozio, vai alle impostazioni del tuo negozio. Ti consigliamo di compilare tutto all’interno delle sezioni “Informazioni e aspetto” e “Informazioni sul tuo negozio”.

Ti consigliamo anche di mettere insieme alcune foto di te stesso, dei tuoi prodotti e dei tuoi spazi di lavoro da inserire nella pagina “informazioni” del tuo negozio. In questo modo, sembrerai molto più professionale e darà agli acquirenti una sensazione più calda e sfocata sull’acquisto di qualcosa che è effettivamente fatto a mano. 😉

Oltre a tutte le foto e le informazioni che inserirai, dovrai anche creare un paio di loghi. Questo può essere semplice come una foto con del testo sopra. Avrai bisogno di un piccolo logo da 500×500 px e un logo da 760×100 px: il primo logo apparirà quasi ovunque e il secondo è il banner del tuo negozio.

PS Vedi la sezione politiche del negozio? Controlla il passaggio successivo per informazioni su questo!

Passaggio 5: imposta subito le politiche del negozio

Imposta subito le politiche del negozio

Le politiche del tuo negozio sono MOLTO importanti. Questi sono essenzialmente come la stampa fine sul retro di una ricevuta: dicono ai clienti come operi e cosa possono aspettarsi.

Puoi trovare le politiche del tuo negozio dal menu a discesa del venditore.

Le politiche del negozio includono cose come:

  • informazioni sulla spedizione – con quale frequenza spedite? che operatore usi?
  • tempi di pagamento: se accetti opzioni di pagamento speciali, potrebbe essere necessario spiegarlo!
  • politiche di restituzione – sei disposto ad accettare resi e cambi e in quale lasso di tempo? in caso affermativo, quale parte paga la spedizione di ritorno?
  • informazioni generali su dove e come lavori – fumi in casa? hai animali domestici? Queste sono cose che un acquirente dovrebbe sapere.

Penso che sia molto importante mantenere le vostre politiche brevi, dirette e felici. Puoi assolutamente allontanare i clienti se diventi scortese o condiscendente. Non sgridare i tuoi clienti in maiuscolo e minacciarli prima ancora che abbiano acquistato qualcosa. 😉

Se non sei sicuro di nessuno di questi, dai un’occhiata ad alcuni dei grandi negozi su Etsy per farti un’idea. Puoi anche dare un’occhiata alla guida ufficiale di Etsy per scrivere le tue politiche.

Passaggio 6: concentrati sulla vendita delle cose che ami fare

Concentrati sulla vendita delle cose che ami fare

So che sembra un gioco da ragazzi, ma molte persone su Etsy (me compreso!) hanno trascorso troppo tempo su prodotti che non apprezzano sperando di guadagnare qualcosa in più.

Ad essere sinceri, penso che realizzare prodotti di cui non sei entusiasta sia uno spreco di tempo, denaro ed energia. Il marketplace di Etsy è follemente competitivo, quindi devi fare qualcosa di veramente buono per distinguerti. Se passi tutto il tuo tempo a creare gioielli economici, accessori per capelli o semplicemente ad incollare cose su oggetti già pronti, è probabile che non venderai mai abbastanza per farne un lavoro.

E poi probabilmente ti ritroverai con più lavori in cui lavori troppo e non vieni pagato in modo appropriato. 😉

Non trasformare il tuo hobby in qualcosa che odi nella speranza di guadagnare qualche dollaro. Non sprecare tempo e denaro per acquistare forniture per qualcosa che non ti piace fare. Concentrati su ciò che ami fare e fallo bene!

A proposito di vendere cose che ami, assicurati che nulla che ami sia nell’elenco di articoli vietati di Etsy . Hanno anche una politica molto ampia sugli articoli “maturi”, quindi se hai nudità o imprecazioni sui tuoi articoli, è probabile che ti verrà detto di censurare la tua immagine principale o perdere il tuo account.

Passaggio 7: imparare a valutare i tuoi articoli

Imparare a dare un prezzo ai tuoi articoli

(Nota che quelli NON sono i prezzi effettivi, ho appena trovato vecchi tag nel mio deposito di mostre di artigianato: P)

Il prezzo è una delle cose principali con cui i nuovi venditori hanno problemi. Penso di avere ancora la tendenza ad abbassare i prezzi di tanto in tanto, ma ho apportato abbastanza modifiche che mi sento bene riguardo ai miei prezzi in generale.

Può essere allettante iniziare a dare un prezzo molto basso nella speranza di vendere di più, ma devo dire per esperienza che questo non funziona. È molto probabile che per la prima volta non venderai nulla e, quando lo farai, finirai per perdere denaro. In realtà ho iniziato a vendere di più una volta che ho alzato i miei prezzi la prima volta! (Per non parlare del fatto che mi sentivo molto meglio a passare l’intera serata a ricamare una volta che mi pagavo decentemente.)

Il mio modo preferito per spiegarlo alla gente è una formula pubblicata sul blog di Etsy :

Materiali + Manodopera + Spese + Profitto = Commercio all’ingrosso x 2 = Vendita al dettaglio

Materiali: questo include tutto. TUTTO QUANTO. Le tue forniture di spedizione, le tue forniture di imballaggio, ogni materia prima che utilizzi nella produzione del tuo prodotto. Se hai già del materiale a portata di mano, fai una stima migliore. 🙂

Manodopera: questo è il momento di realizzare l’oggetto. Se stai facendo un ordine personalizzato per qualcuno, ti suggerisco di pagare anche te stesso per il design e il tempo di consulenza. Questo può includere anche il tempo speso per la spedizione e l’imballaggio, incluso il trasporto degli articoli all’ufficio postale.

Spese: ciò includerà le commissioni di vendita di Etsy e Paypal, gli strumenti e le attrezzature necessarie per svolgere il tuo lavoro, pubblicità, affitto dello studio, ecc. Questo oscillerà un po’, quindi prova a usare la tua ipotesi migliore. Per il tuo primo anno, ti suggerisco di tenere traccia di tutto ciò per cui spendi soldi e persino di salvare le ricevute se sei organizzato: queste informazioni ti torneranno utili per il prossimo anno e per le tasse!

Profitto: E questa è la parte più ambigua di questa equazione. Quanto profitto vorresti realizzare sui tuoi prodotti? Questo dipende interamente da te. All’inizio potresti non saperlo, ma man mano che vendi sempre di più lo capirai!

Una volta aggiunti tutti quei pezzi, avrai il tuo prezzo all’ingrosso. Se mai arrivi a un punto in cui puoi produrre abbastanza prodotti da vendere all’ingrosso, farai qualcosa di più che fantastico. 😀 Volte all’ingrosso entro le due e otterrete il vostro prezzo al dettaglio.

Passaggio 8: scatta fantastiche foto di prodotti

Scatta ottime foto di prodotti
Scatta ottime foto di prodotti
Scatta ottime foto di prodotti

Scattare foto straordinarie delle cose che vendi è estremamente importante. Dai un’occhiata alla prima pagina di Etsy: l’aspetto è tutto! Ricevi cinque foto gratuite quando pubblichi un annuncio su Etsy, quindi perché non approfittarne tutte?

Tutto ciò di cui hai veramente bisogno è una fotocamera e una buona illuminazione – te lo prometto! Non hai bisogno di una DSLR per ottenere foto nitide. Puoi anche usare la fotocamera del telefono, onestamente. 😀

Ho pubblicato un paio di guide su Instructables su come scattare foto fantastiche, incluso come scattare foto fantastiche con un iPhone e il fotoritocco di base . Il passaggio 1 del fotoritocco di base è la parte più importante, quindi dai una lettura.

Ecco alcuni suggerimenti per ottenere le migliori foto dei prodotti:

  1. Usa un treppiede o qualcos’altro per bilanciare la fotocamera mentre scatti le foto: questo assicurerà che le tue foto non siano sfocate. Questo è particolarmente importante se stai utilizzando una vecchia fotocamera digitale o un telefono con fotocamera o se l’illuminazione è scarsa.
  2. Utilizzare uno sfondo di colore neutro che non stona o si fonde con il prodotto. Per un aspetto migliore, usa lo stesso sfondo (o quelli molto simili) per tutto. Tendo ad appendere tutto sulle mie linee di asciugatura del ricamo in questo momento, ma potrei usare una tavola di marmo in seguito. Sto cercando di decidere in questo momento!
  3. Non utilizzare oggetti di scena nelle foto dei prodotti principali. Non vuoi alcuna confusione su cosa sia il prodotto o cosa riceverà il cliente. Va bene usare oggetti di scena in altre foto per mostrare la scala, però.
  4. Scatta foto durante il giorno in una stanza ben illuminata. L’uso del flash può sbiadire le foto e alterarne i colori. Le foto scure non sono mai belle e possono essere molto sgranate!
  5. Ottieni foto di tutti i lati del prodotto. Per i miei ricami, prendo un’immagine del davanti (prima immagine in questo passaggio!) e una del retro. Se ci sono dettagli che le persone devono vedere, scatto anche foto da vicino, o forse solo pezzi del ricamo che mi piacciono molto. (guarda la seconda immagine per un esempio di questo!)
  6. Se incarti i tuoi prodotti o hai un ottimo imballaggio, scatta foto anche di quello! Le persone sono davvero entusiaste di vedere come arriveranno i loro articoli. 🙂
  7. Usa l’impostazione macro se i tuoi articoli sono piccoli: è importante vedere quanti più dettagli possibile!
  8. Se il tuo articolo è pensato per essere indossato (gioielli, accessori, abbigliamento, ecc.), assicurati di fotografarlo su di te o su qualcun altro in modo che i clienti possano vedere come appare.

Ed è importante notare che potresti non ottenere le tue foto nel modo giusto la prima volta: è tutta una questione di tentativi ed errori. Nel corso degli anni, ho cambiato più volte le mie foto e sto per farlo di nuovo. Ogni volta che senti che qualcosa non funziona, dovresti cambiarlo! 😀

Passaggio 9: lavora sul tuo SEO – Titoli e parole chiave!

Lavora sul tuo SEO - Titoli e parole chiave!

Proprio come quando pubblichi qualcosa qui su Instructables, devi assicurarti che le persone possano trovare ciò che stai facendo. Ho anche scritto una guida più approfondita a riguardo – puoi leggerla qui!

Per farlo correttamente, devi concentrarti su tre cose quando crei un elenco di prodotti:

  1. Crea un titolo eccezionale che spieghi cos’è il prodotto e possibilmente cosa fa, ma mantienilo breve e conciso.
  2. Usa le tue parole chiave per descrivere completamente il prodotto. Etsy ti permette di inserire 13 “tag” (fino a 20 caratteri ciascuno) per descrivere il progetto. Prova a pensare a diversi modi in cui cercheresti il ​​tuo prodotto su Etsy. Usa più frasi che puoi invece di singole parole. Ad esempio: “arte ricamata a mano” invece di “arte” 🙂
  3. Compila anche la parte dei materiali della parte dell’elenco! Hai spazio per 13 tag di materiali (fino a 45 caratteri ciascuno), quindi assicurati di menzionare qualsiasi dei tuoi materiali che ritieni possa piacere alle persone. Questo è particolarmente utile per quelli di voi che vendono opere d’arte, oggetti per la lavorazione del legno o gioielli. Questa è un’altra occasione per mostrare ai tuoi clienti quanto sei fatto a mano e anche un’occasione per attirare nuovi clienti se a loro piace un materiale che usi.

Passaggio 10: descrivi chiaramente i tuoi prodotti

Descrivi chiaramente i tuoi prodotti

Per quanto mi riguarda, assicurarti di spiegare completamente i tuoi prodotti è importante tanto quanto le foto che scatti e il modo in cui intitoli e aggiungi le parole chiave! Tuttavia, non lo vedo spesso enfatizzato in altre procedure dettagliate di vendita di Etsy.

Pensa a quanto sia importante avere tutte le informazioni quando acquisti qualcosa online. Compreresti mai qualcosa senza una vera descrizione o informazioni sulla taglia? Probabilmente no.

Siediti e pensa a tutte le informazioni che vorresti sapere sul tuo prodotto se fossi tu a comprarlo. Includi cose come queste se sono rilevanti:

  • dimensioni e dimensioni
  • peso
  • materiali
  • istruzioni per la pulizia (se necessita di cure particolari!)
  • tabella delle taglie se applicabile

Passaggio 11: gestione delle inserzioni su Etsy

Gestire le tue inserzioni su Etsy

Ogni prodotto che pubblichi è un “elenco”: un annuncio costa 20 centesimi e sarà valido per quattro mesi. Se l’inserzione non viene venduta dopo quattro mesi, dovrai rinnovarla per altri 20 centesimi. (Puoi anche impostare il rinnovo automatico delle inserzioni, se non sei entusiasta di mantenere le tue inserzioni manualmente.)

Se crei un’inserzione e dichiari che solo uno dei prodotti è disponibile, verrà elencato come “esaurito” quando qualcuno lo acquista e ti chiederà di rinnovarlo per 20 centesimi. Se dici che due o più prodotti sono disponibili, l’inserzione si rinnoverà automaticamente per 20 centesimi alla vendita.

Creerai e modificherai le inserzioni esistenti utilizzando il Gestore delle inserzioni.

Se hai molti prodotti simili per dimensioni o peso, puoi creare un’inserzione e poi “copiare” quell’inserzione per creare la successiva. La copia degli elenchi accelera il processo perché lascia tutto il testo che hai inserito in precedenza. Tutto quello che devi fare è modificare i dettagli specifici sul prodotto e cambiare il titolo e le parole chiave. 🙂

Esistono diversi modi per modificare in blocco le tue inserzioni: puoi selezionare le caselle a sinistra delle inserzioni e utilizzare il menu a discesa oppure fare clic sul pulsante “modifica rapida” nell’angolo in alto a destra per ulteriori opzioni. 🙂

Passaggio 12: informazioni sulla spedizione e determinazione dei prezzi

Scopri la spedizione e scopri i prezzi

La spedizione era una delle parti in assoluto più complicate della vendita su Etsy. In passato, in realtà non davano ai venditori gli strumenti adeguati per capire quanto avrebbero dovuto addebitare.

Ora hai uno strumento MOLTO fantastico a tua disposizione: la spedizione calcolata ! Fai clic per saperne di più: questo dovrebbe risolvere la maggior parte dei tuoi problemi di spedizione relativi ai prezzi e alle aree in cui puoi spedire. 😀

Ecco cosa devi fare per calcolare i costi di spedizione:

Acquista una bilancia semplice

Se hai intenzione di vendere online, hai assolutamente bisogno di una piccola bilancia per scoprire i pesi di spedizione. Se i tuoi prodotti sono piccoli e spediti in buste come la mia, puoi acquistare una bilancia da cucina e usarla. Se sono più grandi e vengono spediti in scatole, puoi acquistare una bilancia di spedizione economica per circa $30.

Pesa ciascuno dei tuoi prodotti quando sono impacchettati per la spedizione

Meno varietà hai, più facile sarà! Se hai molti prodotti simili, creane uno di ogni tipo. Avvolgili come se fossero pronti per la spedizione e pesali. Arrotondare per eccesso ciascuno dei pesi di spedizione e annotarli. Ora saprai il peso di spedizione di ogni articolo.

Scopri quanto costerà l’imballaggio per la spedizione

È meglio acquistare cose come scatole/buste per la spedizione, nastro adesivo e altri materiali di imballaggio alla rinfusa. Quando acquisti queste cose singolarmente, sono spesso tra $ 2-5. Se acquisti all’ingrosso, puoi aspettarti di pagare tra $ 0,50-1,00, il che è un enorme risparmio! Compro il mio da Amazon, ULINE o da Wrapping Me Up su Etsy.

Scopri quale corriere desideri utilizzare

Uso USPS First Class Mail per tutto. I prezzi di spedizione sono bassi, posso acquistare un’assicurazione sulla spedizione e posso anche spedire a livello internazionale in questo modo. Qualsiasi cosa sotto 13 once può essere facilmente depositata anche nelle cassette postali blu, il che può farti risparmiare un sacco di tempo.

Dai un’occhiata in giro, perché potresti trovare un’opzione migliore dove ti trovi! La maggior parte dei fornitori di spedizioni offre anche il ritiro del pacco, quindi questa è un’altra cosa da considerare quando si sceglie. 🙂

Una volta che hai capito tutto quanto sopra, sarai in grado di stabilire un prezzo. Somma il costo della spedizione (+ assicurazione se necessario!) e il costo dell’imballaggio, quindi arrotonda al dollaro più vicino in modo da essere sicuro che non stai mangiando soldi per la spedizione!

Un’altra cosa che puoi provare è inserire i prezzi di spedizione nei prezzi dei prodotti e offrire la spedizione gratuita. Sto pensando di fare la spedizione nazionale gratuita e la spedizione internazionale di $ 5!

Inoltre: Etsy ti consente di acquistare la spedizione e stampare etichette direttamente dal sito, quindi Evviva.

Passaggio 13: impacchetta i tuoi articoli in modo professionale e includi un biglietto da visita

Imballa i tuoi articoli in modo professionale e includi un biglietto da visita

Questo non è del tutto necessario, ma può farti sembrare dannatamente elegante e professionale.

Compro scatole bianche economiche per mettere le mie collane di boccino d’oro e chiuderle con il filo da ricamo. Avvolgo anche i miei ricami in una graziosa carta velina e un po’ di spago. 🙂

Faccio anche i miei biglietti da visita – ho qui un tutorial per questo !

Se crei i tuoi biglietti da visita e acquisti forniture all’ingrosso, puoi mantenere le cose davvero a buon mercato:

200 fogli di carta velina per $ 14 = circa 14 centesimi a foglio

87 fogli di cartoncino 4,5×6,5 per $10 = circa 26 centesimi un biglietto da visita, più il tempo per ritagliarli

50 scatole di gioielli bianche per $ 30 = circa $ 1,60 per scatola (più costosa, ma tieni i gioielli al sicuro e sembrano belli!)

Passaggio 14: promuovi te stesso sui social media

Promuovi te stesso sui social media

fare jiggy su facebook // twitter // instagram

I social media sono un ottimo strumento per i venditori online! Puoi davvero far uscire i tuoi prodotti e promuovere te stesso e il tuo marchio. Sono molto incostante con questo – a volte faccio grandi cose e a volte me ne dimentico completamente. Anche se devo dire che quando ricordo e pubblico qualcosa ogni due giorni ottengo più vendite. 🙂

Dovresti davvero avere tre account sui social media: Facebook, Instagram e Twitter! Puoi collegare sia Facebook che Twitter al tuo negozio Etsy, quindi questo è un buon modo per iniziare.

Cerca di assicurarti che il tuo nome utente corrisponda a tutti gli account: poiché make jiggy è il nome del mio negozio, è anche il nome della mia pagina Facebook e l’handle dell’account Twitter.

Instagram e Facebook sono i tre di maggior successo per me perché le persone possono facilmente mettere mi piace e commentare i tuoi post. Twitter a volte è come urlare in un vuoto gigante, ma puoi migliorarlo includendo sempre una foto con un tweet. 😉

Ho provato a pubblicare i miei prodotti su Pinterest, ma ancora una volta, è come urlare nel vuoto.

E la regola più importante dei social media: posta spesso e cerca di mantenerlo interessante! Non limitarti a snocciolare le tue nuove inserzioni o prodotti: prova a pubblicare belle foto e a coinvolgere il tuo pubblico. Esegui promozioni e vendite solo per i tuoi follower sui social media. Se pubblichi ottimi contenuti e fai crescere il tuo pubblico, continuerai a far passare nuove persone, il che potrebbe significare un’altra vendita!

Passaggio 15: eseguire ordini personalizzati

Fai ordini personalizzati
Fai ordini personalizzati

La mia funzione preferita su Etsy! So che fare lavori personalizzati non è per tutti, ma mi piace e ottengo un sacco di vendite in questo modo.

Se vai nelle impostazioni del tuo negozio e poi fai clic su “opzioni” troverai un’area che ti consente di attivare gli ordini personalizzati.

Una volta che hai ordini personalizzati, apparirà un pulsante sul lato sinistro del tuo negozio che dice “Richiedi ordine personalizzato”. Quando un cliente fa clic su quel pulsante, avvia una conversazione con te in cui può dirti cosa vuole.

Ognuno si avvicina agli ordini personalizzati in modo diverso. Non ricarico in anticipo e non mi preoccupo di addebitare il tempo di progettazione poiché è così breve nella maggior parte dei casi e mi piace. Cito sempre un prezzo in anticipo e faccio loro sapere che il prezzo potrebbe cambiare se decidiamo di aggiungere altri colori o elementi.

L’avvertenza principale con gli ordini personalizzati è che devi essere MOLTO bravo a comunicare. Rimani aggiornato, fai tutte le domande che ritieni necessarie e assicurati che il cliente sappia ESATTAMENTE cosa stai facendo. Sono sempre molto meticoloso e invio foto di avanzamento del pezzo per assicurarmi che non ci siano problemi. 🙂

Passaggio 16: unisciti ai team e utilizza i forum per tenerti aggiornato

Unisciti ai team e usa i forum per tenerti aggiornato

I team su Etsy sono una grande risorsa. Puoi usarli per fare rete, trovare altri artigiani e artigiani locali, fare domanda per mostre di artigianato locale, imparare da altri venditori e persino aumentare le tue visualizzazioni e i tuoi Mi piace. Ho trascorso molto tempo nelle squadre per i primi due anni.

Dai un’occhiata per vedere se ci sono squadre locali per la tua zona e assicurati anche di cercare squadre relative ai prodotti che stai vendendo. 🙂

Anche i forum sono utili, ma li trovo di gran lunga meno utili a causa delle grandi quantità di censura da parte degli amministratori di Etsy. Tieni presente che i forum di Etsy possono essere un luogo pericoloso. Molti venditori Etsy sono stati banditi o hanno chiuso il loro negozio per aver espresso opinioni negative sulle politiche di Etsy o anche su altri venditori, quindi fai attenzione con le tue interazioni lì!

Passaggio 17: configura ufficialmente la tua attività + imposta l’imposta

Crea ufficialmente la tua attività + Impostazione delle tasse

Non posso dare troppe informazioni su questo, perché varia così tanto da stato a stato e persino da contea a contea in alcune aree! E ad essere onesti, può essere molto confuso senza qualcuno che ti aiuti. Non devi farlo immediatamente: può essere qualcosa che fai lungo la strada se inizi a vendere molti prodotti o se desideri passare alla vendita di persona durante gli eventi.

Se desideri vendere i tuoi prodotti a una fiera commerciale o artigianale, dovrai assicurarti di ottenere il permesso di un venditore. In California, ho avviato un’attività contattando la BOE e ho ottenuto il permesso del venditore.

Contatta la tua camera di commercio locale o l’associazione delle piccole imprese per saperne di più: molti posti ti guideranno attraverso la procedura gratuitamente e non ci sono costi per la registrazione di un’impresa.

Una volta registrata la tua attività, dovresti ricevere anche informazioni sulla riscossione delle tasse. Puoi impostare Etsy in modo che riscuota automaticamente le tasse quando gli articoli vengono venduti. Vai nelle impostazioni del tuo negozio, quindi vai alle finanze. Sotto le finanze vedrai una sezione intitolata “Imposta sulle vendite”. Inserisci da quali aree desideri riscuotere le tasse e quanto riscuotere e sarai a posto!

Passaggio 18: pubblicità su Etsy

Pubblicità su Etsy

Volevo fare una breve nota sulla pubblicità su Etsy, perché so che mi sembrava allettante come nuovo venditore! L’ho usato anni e anni fa prima che apportassero il cambiamento al modo in cui ora funziona la pubblicità su Etsy. Non ho avuto molto successo con esso, ma non avevo nemmeno molto denaro extra da spendere per promuovere. Sono sicuro che se hai messo da parte un budget di marketing, avrai più fortuna di me!

La pubblicità su Etsy viene effettuata tramite qualcosa chiamato ” Inserzioni in promozione “: pubblicizzerai le tue inserzioni invece di promuovere completamente il tuo negozio.

Le tue inserzioni promosse verranno visualizzate quando le persone stanno navigando tra le inserzioni sul sito. Cerca qualsiasi cosa per Etsy e, quando vengono visualizzati i risultati, la prima riga sono le inserzioni promosse per le quali i venditori hanno pagato.

Imposti un budget pubblicitario giornaliero di $ 1-10 e lasci che Etsy faccia il lavoro per te. Etsy assegna un valore di costo per clic a ciascuna delle tue inserzioni (anche se puoi modificarlo manualmente) e le promuoverà tutte per impostazione predefinita. Puoi scegliere di non promuovere anche determinate inserzioni. Potrai vedere gli addebiti correnti per le Inserzioni in promozione ogni giorno anche nella fattura di Etsy, così potrai vedere quanto stai spendendo.

Dal momento che non ho molta familiarità con le inserzioni in promozione, ecco un ottimo articolo che ho trovato su di esse che consiglio vivamente di leggere se vuoi provarle!

Passaggio 19: chiedimi qualsiasi cosa + commenti e critiche al negozio!

Chiedimi qualsiasi cosa + Commenti e critiche al negozio!

Se scopri che c’è qualcosa che non ho coperto, faccelo sapere nei commenti! Etsy può creare confusione.

Vorrei utilizzare i commenti qui sotto per critiche e discussioni sui negozi, quindi se hai un negozio e desideri ricevere un feedback, pubblicalo nei commenti qui sotto.

Ma attenzione: chiunque non sia in grado di usare le proprie buone maniere verrà espulso dalla discussione. 😉

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close