Cerca

Come inizare un Blog nel 2019 per principianti (guida definitiva)

Vuoi avviare un blog per scrivere o fare soldi? Questa è la prima domanda che ti devi porre.

Se stai leggendo questo perché sei un hobby blogger e hai bisogno di soddisfare il tuo bisogno di scrittura creativa, è ammirevole, ma questo articolo non fa per te.

ISCRIVITI ALLE NOSTRE MAILING LIST PER IMPARARE TRUCCHI MAI VISTI SUL MARKETING, SEO E GUADAGNO ONLINE!

Tuttavia, se vuoi fare soldi reali e che cambiano la vita dal tuo blog, continua a leggere.

L’intero motivo per cui ho creato il mio blog AdamEnfroy.com è stato quello di dimostrare che puoi iniziare a scrivere sul blog nel 2019 e guadagnare in modo significativo in mesi, non anni.

Oggi ti aiuterò a iniziare il tuo blog usando le stesse tattiche che ho usato quest’anno per crescere da zero, uscire dal mio lavoro a tempo pieno in 6 mesi e iniziare a viaggiare per il mondo .

 

Allora perché dovresti seguire il mio consiglio?

  • Ho lanciato questo blog a gennaio 2019 e, nel mio Rapporto sul reddito del blog di settembre , puoi vedere che ho guadagnato $ 35.174.
  • Questo blog ha colpito 130.000 visitatori unici mensili entro nove mesi nella nicchia del marketing competitivo.
  • Sono un gestore di affiliazione trasformato in affiliato di marketing – ho imparato molto sul marketing di affiliazione e SEO lavorando per startup SaaS ad alta crescita.
  • Questo blog attualmente guadagna circa $ 18k / mese dalle entrate passive degli affiliati.
  • I blog da cui ho imparato non sono quelli dei singoli blogger, ma i blog di aziende SaaS ad alta crescita come HubSpot, BigCommerce, G2 Crowd e altri.
  • Ho fallito molte volte in passato e voglio davvero che tu abbia successo. Tanti consigli sui blog là fuori sono obsoleti e il 95% dei blogger continua a non riuscire, voglio cambiarlo.
  • Questo consiglio è diverso.

Iniziamo.

Si prega di notare che questo post include link di affiliazione che mi forniscono una commissione a costo zero. Tuttavia, i collegamenti sono per i migliori software e strumenti necessari per avviare un blog di successo.

 

COME AVVIARE UN BLOG IN 9 SEMPLICI PASSAGGI

  1. Come scegliere correttamente la nicchia del tuo blog
  2. Scrivi i tuoi obiettivi
  3. Scegli un nome di dominio
  4. Scegli un piano di hosting Web e registra il tuo nome di dominio
  5. Installa WordPress – La tua piattaforma di blog
  6. Scegli il tema giusto
  7. Installa plugin WordPress
  8. Imposta la struttura SEO e Permalink del tuo sito
  9. Creazione di contenuti per il tuo blog

 

1. COME SCEGLIERE CORRETTAMENTE LA NICCHIA DEL TUO BLOG.

Sappiamo tutti che il tuo blog ha bisogno di una nicchia – che si tratti di marketing, cucina, esercizi Crossfit, dogan vegan, danza del parkour subacquea – qualunque cosa, ci sono innumerevoli cose su cui blog.

La maggior parte dei blogger ti dirà di iniziare con qualcosa di cui sei appassionato perché ti aiuterà a “mantenere un programma di scrittura coerente e superare i momenti difficili in cui le cose diventano difficili”.

Ti diranno anche di scegliere una nicchia all’intersezione di passione, abilità ed esperienza:

La scelta del tuo blog di nicchia

Fonte: mintnotion.com

Tuttavia, questo modello è difettoso perché manca un componente principale: la monetizzazione.

Sono fermamente convinto che con un blog, il denaro guida la passione più che la passione guida il denaro. 

Supponiamo che tu prenda questo consiglio comune e scelga la nicchia del tuo blog in base a passione, abilità ed esperienza.

In questo esempio, la tua passione è la forma fisica, le tue abilità aiutano le persone a perdere peso e la tua esperienza è che sei un personal trainer focalizzato sull’allenamento ad intervalli ad alta intensità (HIIT).

Quindi decidi di creare un blog di fitness appositamente progettato per aiutare le persone a perdere peso con HIIT.

  • Scrivi 20 post sul blog
  • Incorporare video di esercizi
  • Crea canali Instagram e YouTube
  • Crea una pagina Chi sono e domande frequenti per raccontare la tua storia
  • Aggiungi link affiliati Amazon ai prodotti fitness
  • E costruisci la tua lista e-mail con il tuo magnete principale: i 25 migliori allenamenti HIIT per perdere 5 chili in 7 giorni

Quando un utente si iscrive alla lista e-mail, riceve un’offerta e-mail finale il giorno 7 per una consulenza di formazione personale online gratuita, con l’obiettivo finale di farli diventare un cliente mensile ricorrente.

Tutto questo suona molto eccitante. Tuttavia, posso quasi sicuramente garantire che questo blog fallirà.

Perché?

La monetizzazione non era la priorità n. 1 nella scelta di questa nicchia: erano passioni, abilità ed esperienza.

Questa nicchia richiederà anni per monetizzare. E quando le cose impiegano anni per monetizzare, la probabilità di smettere è esponenzialmente più alta.

Perché questo è il mito: ci vogliono anni per fare soldi da un blog. 

C’è un altro problema con questa strategia, e viene dalla natura umana : il nostro desiderio di significato.

Immagina di scrivere su qualcosa di cui sei appassionato seriamente da mesi e di realizzare che non hai ancora seguito, traffico e nemmeno un centesimo da tutti i tuoi sforzi.

Pensaci. Che si tratti di un artista, scultore, graphic designer, regista, produttore, aspirante celebrità di Instagram o scrittore, tutti noi vogliamo il riconoscimento per il nostro lavoro. Come creature sociali, dobbiamo condividere le cose che creiamo con altri esseri umani.

Pensa a un bambino che mostra un disegno a uno dei suoi genitori. O guardando un film che hai già visto con un amico perché vuoi condividerlo con loro. O vedere il tuo nome nei titoli di coda. O finalmente ottenere un libro pubblicato.

Ci impegniamo per il significato e il significato nella nostra vita.

Potrei scrivere delle mie passioni, abilità ed esperienza per un po ‘, ma se non avessi guadagnato lettori o fatto soldi, avrei lasciato il 100% delle volte. 

Ed è per questo che il 95% dei blogger fallisce: iniziano con una passione in mente, ma non sanno come trattarla come un’azienda sin dal primo giorno.

Scrivono per anni, si esauriscono quando non vedono i risultati e si ritirano.

Quindi gireremo la sceneggiatura e inizieremo il tuo blog come un’azienda sin dall’inizio. 

Per fare ciò, sceglieremo la tua nicchia ideale in base ai reali fattori primari: potenziale di entrate del pubblico, leva finanziaria professionale e ricerca di parole chiave. 

La tua vera nicchia ideale

1. POTENZIALE DELLE ENTRATE DEL PUBBLICO.

Quando inizi un nuovo blog, la domanda non dovrebbe essere: qual è la mia nicchia? Ma chi è il mio pubblico e quale punto di dolore sto cercando di risolvere?

Per offrire un prodotto prezioso sul tuo blog e fare soldi, devi risolvere un punto dolente per cui un pubblico è disposto a spendere soldi. 

Come blogger, devi comprendere a fondo le sfide del tuo pubblico in modo da poter offrire loro esattamente quello che vogliono.

E il posto migliore per iniziare è guardare te stesso.

Chiediti, di quale pubblico faccio parte?

È molto più probabile che tu capisca le lotte di un gruppo specifico se le hai incontrate tu stesso. 

Prendi il mio blog, per esempio.

Quando ho iniziato questo blog, ero un maschio americano di 31 anni che lavorava nel settore tecnologico. Stavo dedicando lunghe ore, sacrificando il tempo con la mia famiglia e i miei amici, e stavo diventando stressato e bruciato dalla corsa dei topi. Così ho creato questo blog come mezzo per raggiungere un fine – un modo per guadagnare entrate passive, sfuggire al mio 9-5 e riprendere il controllo del mio tempo – e della mia vita.

Quindi il mio target di riferimento erano persone simili a me:

  • 25-45 anni
  • Lavorando 9-5, ma voglio sfuggire alla corsa dei topi
  • Pronto a spingere e metterci al lavoro
  • Intelligente e tecnicamente esperto
  • Vuoi fare entrate passive attraverso un blog

Capire il tuo pubblico è il primo passo.

Il secondo (e altrettanto importante) passo è capire quanto il tuo pubblico è disposto a spendere per risolvere i suoi punti deboli.

Questo è il potenziale di guadagno del tuo pubblico.

Questo vale la pena ripeterlo: devi capire il tuo pubblico E quanto sono disposti a spendere per risolvere i loro punti deboli.

Blog più redditizio Nicchie

Fonte: successunscrambled.com

Ad esempio, supponiamo che tu abbia intenzione di avviare un blog nella nicchia del design per la casa.

Gli argomenti del tuo blog possono attirare diversi lettori, tra cui designer di interni professionisti, studenti universitari di design e persino mamme casalinghe che desiderano l’ispirazione più recente per l’arredamento della casa.

Per monetizzare un blog in questa nicchia, supponiamo che tu crei una canalizzazione di vendita:

  • Scrivi nuovi contenuti per attirare un pubblico online
  • Successivamente, costruisci un magnete principale per il design per la casa per ottenere opt-in e-mail
  • In terzo luogo, inserisci collegamenti di affiliazione per promuovere marchi di arredamento per la casa
  • Infine, offri un corso online da $ 300 intitolato 10 esperti interior designer che condividono suggerimenti per la casa perfetta

Niente di sbagliato in questo approccio.

In realtà, questo tende ad essere un approccio comune adottato dalla maggior parte dei blogger. Se dovessi dedicare qualche anno alla creazione dei contenuti e creare abbastanza la tua lista e-mail, stimerei che potresti iniziare a guadagnare entrate passive in 2-3 anni.

Tuttavia, cambiando solo una parola nella tua nicchia potenziale, aumenti il ​​potenziale di reddito del tuo blog di 100 volte.

Tutto quello che fai è cambiare il design per la casa in design commerciale .

Lasciatemi spiegare.

Aggiungendo un componente B2B al tuo blog, sposti parte del tuo pubblico dalle persone alle imprese.

Le aziende hanno conti bancari più grandi e hanno maggiori probabilità di pagarti senza esitazione. Mentre un fondatore potrebbe essere più parsimonioso con l’account dell’azienda, un intermediario con un budget da spendere non lo farà.

La cosa bella di questo approccio è che il lancio del tuo blog e l’imbuto di marketing sono quasi identici sia per le nicchie di “home design” che di “design commerciale”. Tuttavia, con la nicchia B2B, non ti fermi solo a un corso di $ 300. Puoi aggiungere il componente finale della consulenza online a 5 cifre.

Basta capire i punti deboli del pubblico non è abbastanza.

Per 100 volte il tuo potenziale di guadagno, una parte del tuo pubblico deve trovarsi in una nicchia B2B redditizia e pagare una base mensile ricorrente.

Per ricapitolare, quando si sceglie la propria nicchia, piuttosto che preoccuparsi di ottenere migliaia di visitatori del sito passivi e di basso valore, concentrarsi sulla chiusura di 2-3 clienti di alto valore.

Con questo approccio, spero che tu stia iniziando a capire perché credo davvero che puoi guadagnare $ 10.000 / mese in 90 giorni con un nuovo blog. Questi nuovi fondi verranno utilizzati per accelerare il percorso verso il reddito passivo, ma per ora lo lasceremo a quello.

 

2. LA TUA LEVA PROFESSIONALE.

Dopo aver scoperto un pubblico redditizio per fornire valore, il passo successivo è scoprire i vantaggi strategici che potresti avere sugli altri.

Chiedilo a te stesso:

  • Qual è il mio attuale livello di esperienza professionale?
  • Quali connessioni ho nel mio settore?
  • Posso sfruttare questa esperienza in un blog redditizio?
  • Se potessi proporre qualsiasi sito Web al mondo per contribuire con un post ospite, chi mi sceglierebbe dall’inizio?

Sfrutta le connessioni professionali

Fonte: linkedin.com

Per creare un blog di grande successo, devi prima creare influenza. E per creare influenza, devi uscire dalla tua zona di comfort e sfruttare le tue connessioni, l’esperienza professionale e tutto ciò che hai a disposizione come mai prima d’ora.

Con un blog, eseguirai anche molte attività di sensibilizzazione per creare nuove connessioni. Ciò include la costruzione di relazioni in modo da poter pubblicare post su siti autorevoli nella tua nicchia per ottenere backlink pertinenti e ad alta autorità di dominio (DA) per il SEO.

E quando hai appena iniziato, potresti non avere molte connessioni o contenuti pubblicati là fuori. Potresti dire: “Perché qualcuno dovrebbe presentarmi?”

Questo è dove sfruttare il tuo background professionale aiuta enormemente.

Ad esempio, se sei un fotografo, potresti avere una base di clienti, contatti di gruppi di incontro locali e persino conoscere influenzatori della fotografia che hai incontrato in passato. Se puoi sfruttare questi contatti in futuro, puoi accelerare la crescita del tuo blog.

Usa tutti i vantaggi che hai a tua disposizione.

 

3. RICERCA PER PAROLE CHIAVE.

Per me, la ricerca di parole chiave è il passo più importante nella scelta della nicchia del tuo blog.

È molto semplice. Le persone sono alla ricerca delle cose di cui vuoi scrivere?

È un dato di fatto: devi diventare un esperto nella ricerca di parole chiave e nell’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) in modo che il tuo blog possa posizionarsi su Google.

Perché? Le persone eseguono ricerche su Google 63.000 volte al secondo . Sono 3,8 milioni di ricerche al minuto, 228 milioni di ricerche all’ora e 5,6 miliardi di ricerche al giorno. Ci sono molte opportunità là fuori – devi solo sapere come trovarle.

Un’altra buona notizia è che esistono strumenti SEO per comprendere tutti questi dati di ricerca. Con strumenti come SEMRush e Ahrefs , puoi visualizzare le singole metriche delle parole chiave, tra cui:

  • Volume di ricerca mensile: quante volte viene cercata una parola chiave in un determinato mese
  • Difficoltà delle parole chiave: su una scala da 0 a 100, quanto è difficile posizionarsi su Google per quella parola chiave in base alla concorrenza
  • Il costo per clic (CPC) medio: questo è quanto vale la parola chiave se dovessi creare un annuncio PPC di Google per esso e pagare per il clic. È un buon indicatore del valore della parola chiave

Allora cosa cerchi?

Vuoi trovare parole chiave con volume elevato e bassa concorrenza. 

Ecco come valuto queste metriche competitive.

Volume di ricerca mensile:

  • 0-1.000: basso
  • 1.000-5.000: Basso / Medio
  • 5.000-20.000: medio
  • 20.000-100.000: alto
  • 100.000+: molto alto

Difficoltà parola chiave:

  • 0-20: Basso
  • 21-50: Medio
  • 51-75: alto
  • 76+: molto alto

Sul mio sito, ci sono due principali tipi di parole chiave che scelgo come target per la SEO: super alto volume / alta concorrenza e medio volume, bassa concorrenza.

1. FATTORI CHIAVE: VOLUME MEDIO, BASSA CONCORRENZA, PAROLE CHIAVE AD ALTO CPC

Le prime parole chiave che i nuovi blogger dovrebbero cercare sono parole chiave a volume medio e bassa concorrenza.

Ad esempio, diamo un’occhiata al mio post sul software per webinar .

  • Parola chiave target: software webinar
  • Volume di ricerca mensile: 4.300
  • Difficoltà della parola chiave: 22
  • CPC medio: $ 25,00

Esempio di parole chiave del software webinar

4.300 non è un volume di ricerca mensile molto elevato, ma poiché la posizione 1 riceve oltre il 33% del traffico , potrei aspettarmi di ottenere 1.419 visitatori / mese sul mio blog per la posizione uno su questo termine.

Inoltre, con una bassa difficoltà di parole chiave di 22, questo termine dovrebbe essere relativamente facile da classificare (in effetti, sono arrivato alla pagina 1 solo pochi giorni dopo la pubblicazione del post sul blog).

Infine, con un CPC medio di $ 25, è un termine di ricerca prezioso e di grande intento.

Una breve nota a margine sul volume di ricerca di parole chiave: mentre il software webinar per parole chiave ottiene 4.300 ricerche al mese, ci sono migliaia di potenziali variazioni di questa parola chiave, ad esempio il miglior software per webinar, strumenti per webinar, piattaforme webinar, ecc.  Questo post può essere classificato per anche tutte queste variazioni, quindi in genere raddoppio o addirittura triplo le stime del mio volume in base alla parola chiave target principale.

Suggerimento professionale: utilizzando Ahrefs anche il ranking per rapporto , è possibile visualizzare le parole chiave che classificano anche le pagine con il punteggio più alto per la parola chiave target nei primi 100 risultati di ricerca. Ciò ti consente di trovare parole chiave meno ovvie che puoi includere anche nella copia e nei sottotitoli del tuo post.

La chiave per trovare parole chiave pertinenti da questo rapporto da utilizzare per il tuo blog è cercare con query più specifiche. Ad esempio, anziché “cucinare”, utilizzare “ricette vegane”. O “servizi di email marketing” anziché “marketing”.

Come trovare questo tipo di parola chiave per il tuo blog: usa uno strumento SEO come Ahrefs e filtra i risultati. Imposta il filtro del volume di ricerca mensile su un minimo di 1.000 e il filtro Difficoltà parola chiave su un massimo di 10.

A cosa servono queste parole chiave: queste parole chiave dovrebbero costituire la maggior parte dei tuoi post ed essere i principali driver di entrate per il tuo blog. La chiave è trovare una buona quantità di parole chiave a coda lunga con volume medio e bassa concorrenza nella tua nicchia. Se queste parole chiave sono precedute da termini come “come” e “migliore”, sei sulla buona strada per trovare una nicchia redditizia e risolvere un punto dolente.

2. COSTRUTTORI DI BLOG: PAROLE CHIAVE SUPER AD ALTO VOLUME / ALTA CONCORRENZA

Il secondo tipo di parole chiave che scelgo come target sono termini di volume molto elevato che non sono così facili da monetizzare ma possono portare molto traffico.

Ad esempio, prendi il mio post Come fare soldi online .

  • Parola chiave target: come fare soldi online
  • Volume di ricerca mensile: 103.000
  • Difficoltà delle parole chiave: 55
  • CPC medio: $ 2,00

Come fare soldi Parola chiave online

Innanzitutto, questa parola chiave ha un volume 25 volte maggiore rispetto al software webinar . Con un volume elevato e tutte le potenziali variazioni delle parole chiave, il posizionamento tra le prime 5 posizioni per questo termine potrebbe portare a 30-65.000 visitatori / mese.

Tuttavia, questa parola chiave ha anche un intento di ricerca inferiore rispetto al software webinar . Con il software webinar , sappiamo esattamente cosa sta cercando il ricercatore. Con come fare soldi online , questo utente potrebbe essere interessato a qualsiasi cosa, dall’avvio di un’attività online al podcasting o al taglio dei coupon – semplicemente non lo sappiamo.

Ecco perché il suo CPC medio è di soli $ 2,00 – è più vago e più difficile da monetizzare.

Come trovare questo tipo di parola chiave per il tuo blog: usa uno strumento SEO come Ahrefs e filtra i risultati. Imposta il filtro del volume di ricerca mensile su un minimo di 20.000 e il filtro Difficoltà parola chiave su un massimo di 75.

A cosa servono queste parole chiave: queste parole chiave dovrebbero costituire post sul blog di 5-10 pilastri in cui dedichi molto tempo e sforzi. Sebbene queste parole chiave ad alto volume non generino entrate immediate, portano un sacco di traffico al tuo blog e possono aumentare le dimensioni del tuo elenco di email.

3. RIASSUMENDO LA RICERCA DI PAROLE CHIAVE

Un blog ha bisogno di un mix di parole chiave ad alto volume / alta concorrenza e volume medio, bassa concorrenza.

Ecco alcuni degli strumenti che è possibile utilizzare per la ricerca di parole chiave:

  • SEMRush
  • Ahrefs
  • Google Keyword Planner

CONCLUDENDO SCEGLI LA TUA NICCHIA.

Dopo aver fatto la ricerca di parole chiave, scoperto un pubblico redditizio e pianificato come sfruttare le connessioni professionali, è tempo di mettersi al lavoro.

Iniziamo a pianificare il tuo nuovo blog.

 

2. ANNOTA I TUOI OBIETTIVI.

Tutti conoscono la famosa citazione di Antoine de Saint-Exupéry, “Un obiettivo senza un piano è solo un desiderio.”

Questo è sicuramente vero quando si avvia un nuovo blog. Dopo aver scelto la tua nicchia, hai bisogno di un modo per tenere traccia di tutto – non solo le tue cose da fare e le tue idee sui contenuti, ma anche i tuoi obiettivi, idee e motivazioni.

La chiave in questa fase non è complicare eccessivamente le cose.

Quando ho iniziato questo blog, ho tenuto traccia di tutto in un semplice file di Google Documenti.

Ecco le sezioni che ho usato:

 

GLI OBIETTIVI DEL TUO BLOG.

È tempo di pensare in grande e scrivere ciò che vuoi realizzare con il tuo blog a breve e lungo termine. Questi dovrebbero essere obiettivi SMART : specifici, misurabili, raggiungibili, pertinenti e tempestivi.

Obiettivi intelligenti per i blogger

Fonte: fitsmallbusiness.com

Ecco alcuni esempi del mio documento quando ho iniziato a pianificare il mio blog:

  • Scrivi e pubblica i miei primi cinque post sul blog di oltre 2000 parole entro il 20 gennaio
  • Completa la mia pagina Chi sono entro il 25 gennaio
  • Pubblica cinque post per gli ospiti entro il 1 ° febbraio
  • Ricevi 1.000 visitatori del sito di blog / mese entro il 15 febbraio
  • Ricevi 250 persone nella mia lista e-mail entro il 15 febbraio
  • Ottieni 100 backlink entro il 1 ° marzo

Come puoi vedere, questi sono tutti obiettivi raggiungibili a breve termine con scadenze chiare.

 

PROFILO DEL TUO BLOG.

Hai bisogno di un posto dove tenere traccia delle tue idee casuali e dei punti di vendita unici per affinare la tua messaggistica nel tempo.

Le sezioni qui possono includere:

  • La tua proposta di valore unica
  • Titolo e sottotitolo del tuo blog
  • Qual è il problema che risolvi?
  • Il “pitch dell’ascensore” del tuo blog – in 1-2 frasi, come spiegheresti facilmente il tuo blog a uno sconosciuto?
  • I tuoi clienti ideali
  • Quali sono le principali categorie per il tuo blog?
  • Idee di contenuti futuri con parole chiave target e volume di ricerca

Questo è tutto. La chiave è rendere questo un documento vivente e aggiornarlo come meglio credi.

Per pianificare un blog, impostare alcuni obiettivi semplici e scrivere le cose per affinare meglio il messaggio del tuo blog e capire chi è il tuo pubblico.

 

3. SCEGLI UN NOME DI DOMINIO.

In passato, ho dedicato troppo tempo a questo passaggio. Ho setacciato GoDaddy per settimane cercando di trovare il nome di dominio dot com orecchiabile, specifico per la nicchia, breve e memorabile.

Mentre questo passaggio è importante, probabilmente non è così importante come pensi.

In passato, era possibile ottenere nomi di dominio di parole chiave con corrispondenza esatta come cuttingboards.com per aiutarti a posizionarti su Google. Oggi è molto più difficile.

Mentre il consiglio comune è quello di “nicchia verso il basso” e scegliere un nome di dominio ultra specifico, ti consiglio di scegliere un nome di dominio che sia abbastanza ampio da permetterti di ruotare se necessario.

Se la tua attenzione è troppo ristretta e all’improvviso perdi la passione per la tua nicchia o esaurisci le idee degli argomenti, sei bloccato con il tuo nuovo dominio. Tuttavia, se allarghi un po ‘la tua attenzione, puoi espandere i tuoi contenuti e avere abbastanza fluidità per mantenere la coerenza ed evitare di smettere.

In passato, ho provato ad avviare attività commerciali online e ho scelto nomi di dominio ultra specifici. Quando non ho riscontrato un successo immediato, mi sono scoraggiato e ho pensato: “Beh, forse questa nicchia non fa per me. Dovrei smettere e provare qualcos’altro. “

Ecco cosa dovresti fare invece: scegli un nome di dominio più ampio e preoccupati di essere specifico nei tuoi post e nelle tue pagine.

Ecco alcune altre cose che devi considerare prima di scegliere un nome di dominio.

 

1. IL PREZZO DEL NOME DI DOMINIO.

Devi acquistare il nome di dominio del tuo blog da una società di registrazione del dominio. Dovrebbe costare all’incirca $ 10 all’anno. Se inizi con l’ hosting web Bluehost , otterrai un nome di dominio gratuito per il primo anno.

Per iniziare con Bluehost e ottenere il 63% di sconto sul tuo piano di hosting, usa il mio link qui sotto:

Prova Bluehost

Detto questo, alcuni domini di alta qualità possono farti arrivare da $ 10.000 a $ 1MM a seconda del valore percepito.

 

2. IL TUO NOME PERSONALE COME NOME DI DOMINIO?

Molte persone preferiscono usare il proprio nome per i loro blog (come il tuo veramente qui). I nomi di dominio personali sono più flessibili di quelli basati su una particolare nicchia. Molte volte, i blogger devono cambiare il nome del loro blog in base allo scenario mutevole della loro nicchia di blog.

Tuttavia, se il tuo nome è il tuo dominio, non è necessario modificarlo quando desideri aggiungere altri verticali alla tua nicchia.

 

3. ESTENSIONI DI DOMINIO.

I nomi di dominio hanno diverse estensioni: .com, .us, .guru, .sport, .com, ecc.

.us sta per gli Stati Uniti, .guru viene utilizzato per i blog di coaching e .sport per i blog sportivi.

Tuttavia, .com è il dominio di primo livello più inclusivo e principalmente preferito da Google e da altri motori di ricerca.

Ecco come gli utenti di Internet percepiscono alcuni dei domini di primo livello in termini di affidabilità , su una scala da 1 a 5:

Come avviare un blog - Statistica dei nomi di dominio

ALTRE COSE DA CONSIDERARE QUANDO SI SCEGLIE UN NOME DI DOMINIO:

  1. Il tuo nome di dominio non dovrebbe essere troppo difficile e complesso da digitare. Dovrebbe essere facile da ricordare e digitare. Ecco perché un’estensione dot com è un’opzione eccellente.
  2. Non confondere le persone con ortografia difficile e quindi mantenere il nome che è facile da pronunciare e pronunciare.
  3. Evita di usare numeri e trattini nel tuo dominio poiché confonde le persone.
  4. Cerca di incorporare una parola chiave che rappresenti al meglio il tuo blog, se possibile. Non è così importante avere una parola chiave nel nome del tuo blog, ma potrebbe aiutare le persone a identificare subito la nicchia del tuo blog. Inoltre, aiuta anche gli spider dei motori di ricerca a determinare di cosa tratta il tuo blog.

Dai un’occhiata agli strumenti menzionati in questo articolo per generare il tuo dominio – 27 Best Generator .

Se il tuo nome di dominio preferito non è disponibile, la maggior parte degli strumenti menzionati nell’articolo ti fornirà suggerimenti alternativi.

 

4. SCEGLI UNA SOCIETÀ DI WEB HOSTING E REGISTRA IL TUO NOME DI DOMINIO.

Ogni sito Web ha bisogno di un host web per archiviarlo su un server in modo che le persone possano accedervi su Internet. Naturalmente, senza un account di hosting, il tuo blog non sarà visibile su Internet.

Le prestazioni del tuo blog dipenderanno fortemente dal tuo provider di web hosting. Un’eccellente piattaforma di hosting renderà il tuo blog disponibile su Internet 24/7 senza causare alcuna interruzione.

Devi scegliere un host affidabile, popolare e ad un prezzo accessibile. Durante la fase iniziale del tuo blog, non è necessario acquistare ulteriori offerte.

In questa fase, l’opzione migliore è il piano di hosting per principianti. Tuttavia, anche quando prevedi di ridimensionare il tuo blog, Bluehost è un’opzione ideale.

Ecco perché:

  1. Uptime del server al 99%
  2. L’azienda adotta eccellenti misure di sicurezza
  3. Server ad alta velocità
  4. Hanno un grande nome nel settore
  5. Dashboard facile da usare, utile per i principianti
  6. Numerose opzioni di hosting tra cui scegliere
  7. Assistenza clienti 24/7
  8. Certificato SSL gratuito
  9. Cruscotto cPanel facile
  10. Installazione di WordPress con 1 clic
  11. Consigliato dallo stesso WordPress
  12. Prezzi introduttivi bassi
  13. Soddisfatti o rimborsati

Lo so, è molto da prendere!

E dire che era solo una breve panoramica di Bluehost.

Puoi anche andare alla mia recensione dettagliata su Bluehost qui: Recensioni su Bluehost 2019: 11 motivi per credere a Hype

Successivamente, registra il tuo nome di dominio con Bluehost e scegli un piano di web hosting che si allinea meglio alle tue aspettative.

Segui questa guida dettagliata per registrare il tuo nome di dominio insieme al tuo piano di web hosting con Bluehost:

 

PASSAGGIO N. 1 VISITA BLUEHOST.COM .

Fai clic sul pulsante CTA “Inizia” nella home page.

Come avviare un blog - Bluehost

PASSO # 2 SCEGLI IL TUO PIANO DI HOSTING WEB.

Nella pagina successiva, vedrai quattro piani di hosting condivisi.

Questi piani includono Basic, Plus, Choice Plus e Pro.

Mentre tutti questi piani di hosting condiviso sono perfetti per un nuovo blog, consiglierei personalmente di optare per il piano di base .

Come avviare un blog - Piani di hosting Bluehost

Per fare un passo avanti, il piano Choice Plus offre la privacy del dominio, che ti aiuterà a proteggere le tue informazioni e a proteggere tutti i tuoi dati confidenziali, inclusi nome completo, indirizzo e-mail, indirizzo di residenza e numero di telefono.

 

PASSAGGIO N. 3 IMMETTERE IL NOME DOMINIO.

Quindi, hai già selezionato il tuo nome di dominio (come specificato nel secondo passaggio).

Ora, dopo aver scelto il tuo piano di hosting, verrai indirizzato a una nuova pagina in cui ti verrà chiesto di inserire il tuo nome di dominio.

Come avviare un blog - Nome dominio Bluehost

Se hai già selezionato il tuo nome di dominio, puoi registrare qui il tuo nome di dominio. La parte migliore è che con Bluehost , ottieni il tuo nome di dominio gratuitamente per il primo anno.

Se sei ancora confuso e hai bisogno di più tempo per trovare un nome più accattivante, puoi sempre scegliere il tuo dominio in seguito.

Come avviare un blog - Nome dominio

Successivamente, ti verrà richiesto di creare il tuo account con Bluehost, il passaggio finale del processo.

 

PASSAGGIO N. 4 IMMETTERE I DETTAGLI PERSONALI.

Ecco i dettagli di “Informazioni sull’account” che dovresti inserire per creare il tuo account.

Come avviare un blog - Informazioni sull'account Bluehost

Assicurati di inserire i dettagli corretti, inclusi nome e cognome, ragione sociale, paese, indirizzo e altro ancora.

Scorrendo verso il basso, vedrai la sezione “Informazioni sul pacchetto” .

Include la selezione per quanto tempo vuoi optare per il piano e quanto anticipo sei disposto a pagare.

Come avviare un blog: informazioni sul pacchetto Bluehost

Ti consente di pagare in anticipo 12, 24, 36 o 60 mesi e offre interessanti offerte sui prezzi per pagamenti anticipati più lunghi. Se sei sicuro che gestirai il tuo blog per molto tempo, direi che scegli il “Prezzo Prime 36 mesi” per ottenere il prezzo più basso possibile.

Nella schermata sopra, hai un’altra sezione chiamata “Extra del pacchetto”.

È possibile deselezionare Codeguard Basic e SiteLock Security.

Infine, scegli un’opzione di pagamento. Puoi scegliere di effettuare il pagamento tramite carta di credito o PayPal.

Come avviare un blog - Informazioni sul pagamento Bluehost

Inizia con Bluehost e ottieni il 63% di sconto sul tuo piano di hosting con il mio link qui sotto:

Prova Bluehost

STEP # 5 HAI REGISTRATO CORRETTAMENTE IL TUO NOME DI DOMINIO E IL TUO PIANO DI HOSTING.

Congratulazioni: hai impostato il tuo hosting per la prima volta.

Ora sei registrato con Bluehost , il che significa che hai completato un primo passo vitale.

Come avviare un blog - Bluehost

PASSAGGIO 6 CREA IL TUO ACCOUNT E IMPOSTA UNA PASSWORD.

Ora devi inserire il tuo nome di dominio e creare una password per il tuo account Bluehost. La password per il tuo blog WordPress verrà in seguito via e-mail.

Come avviare un blog - Bluehost imposta la password

PASSO # 7 INFINE, ACCEDI A BLUEHOST.

Usa la password che hai appena impostato per accedere al tuo account Bluehost. Puoi anche accedere con Google.

Come avviare un blog - Accesso a Bluehost

5. INSTALLA WORDPRESS COME SISTEMA DI GESTIONE DEI CONTENUTI DI BLOG (CMS)

Dopo aver superato la prima fase di pianificazione del blog e scelta dell’hosting web, il passaggio successivo è scegliere una piattaforma di blog perfetta.

La tua piattaforma di blog, nota anche come Content Management System (CMS), è la sede in cui scriverai, personalizzerai e pubblicherai i tuoi post sul blog. Naturalmente, avrai bisogno di qualcosa di facile da usare, potente e conveniente.

Esistono numerose piattaforme di blog gratuite e a pagamento disponibili su Internet.

Dai un’occhiata ad alcune delle migliori piattaforme di blog :

Come avviare un blog: le migliori piattaforme di blog

La maggior parte delle persone gestisce i propri blog su WordPress, il che risulta dalla statistica di cui sopra. Non solo è facile da usare, ma è estremamente potente.

WordPress offre anche più plugin gratuiti, temi e vari modi per modificare il tuo blog.

La parte migliore è che non hai nemmeno bisogno di avere un osso tecnico nel tuo corpo. Puoi praticamente installarlo in un paio di passaggi.

Se stai usando Bluehost , diventa ancora meglio in quanto fornisce l’installazione di WordPress con 1 clic.

Tuttavia, prima di scegliere WordPress come CMS preferito, hai due opzioni: WordPress.com e WordPress.org tra cui scegliere.

 

WORDPRESS.COM VS. WORDPRESS.ORG – QUALE DOVRESTI SCEGLIERE?

Ecco alcune delle differenze comuni tra WordPress.com WordPress.org :

Come avviare un blog - WordPress.com vs.  WordPress.org

Se il tuo obiettivo finale è quello di fare soldi attraverso il tuo blog, non pensare oltre prima di selezionare WordPress.org ospitato da solo .

Un blog è un’estensione del tuo marchio personale e deve essere qualcosa che possiedi in modo diretto. Non dovresti fare affidamento su un sottodominio o un sito di blog come Tumblr per ospitare il tuo blog personale.

WordPress.com ha opzioni minime e non ti consente di modificare le impostazioni o scegliere un nome di dominio personalizzato. (Ad esempio: yoursite.wordpress.com ). Se si desidera utilizzare un nome di dominio personalizzato, è necessario pagare un importo aggiuntivo.

Viene inoltre fornito con opzioni di monetizzazione, SEO e analisi limitate. Inoltre, con WordPress.com , non puoi caricare plugin e temi al di fuori di WordPress.

WordPress.org , d’altra parte, ti dà la completa libertà di scaricare plugin e temi da diverse piattaforme, personalizzare il design del tuo blog, monetizzare i tuoi sforzi di blog e altro ancora.

Naturalmente, si suggerisce di utilizzare WordPress.org quando si tratta di avviare un blog creato per il successo a lungo termine.

Con Bluehost , puoi installare WordPress ed eseguire il tuo blog in pochi minuti.

 

INSTALLA WORDPRESS CON IL PROCESSO DI INSTALLAZIONE ONE-CLICK DI BLUEHOST.

Bluehost installa automaticamente WordPress senza alcuno sforzo da parte tua.

Dopo aver impostato la password del tuo account per Bluehost, ti verrà chiesto di scegliere alcuni temi.

Come avviare un blog - Installazione di WordPress Bluehost

Riceverai molti interessanti temi gratuiti per WordPress tra cui scegliere, inclusi temi blog gratuiti.

Tuttavia, se desideri scegliere il tema in un secondo momento, puoi saltare questo passaggio per ora facendo clic sull’opzione “Salta questo passaggio” alla fine della pagina.

Come iniziare un blog - Bluehost wordpress

Da qui, verrai indirizzato a una nuova pagina, dove dovrai fare clic sull’opzione “Inizia a costruire” .

Come avviare un blog - WordPress

Successivamente, seleziona il tipo di sito che stai pianificando di creare e WordPress può aiutarti nel processo.

Come iniziare un blog - benvenuto in wordpress

Infine, inserisci il “Titolo del sito” e la “Descrizione del sito”.

Come avviare un blog: avvia il tuo sito con wordpress

Da qui, verrai indirizzato a una pagina in cui deciderai il layout del tuo blog.

Come iniziare un blog - lancio finale di wordpress

Questo non inizia nemmeno a coprire le capacità di personalizzazione di WordPress. Tuttavia, questo prepara la base del tuo blog.

Da qui, dedica un po ‘di tempo a familiarizzare con tutte le funzionalità del tuo nuovo blog WordPress. Assicurati di provare tutte le funzionalità e di giocare con temi diversi per scegliere quello che si adatta meglio alle tue esigenze.

Questo ci porta al nostro prossimo passo.

 

6. SCEGLI IL TEMA DEL TUO BLOG.

Ora che hai un blog perfettamente funzionante, devi scegliere il tuo tema WordPress.

Per ora, il tuo blog sarà simile a questo:

Come avviare un blog - tema WordPress

Questo è il tema WordPress predefinito e sul lato c’è il menu che ti aiuterà a personalizzare il tema.

Anche se non è il tema più elegante là fuori, è ancora praticabile. Certo, possiamo fare molto meglio.

Dare al tuo blog un aspetto attraente senza indulgere in alcun esercizio di codifica è importante per ogni nuovo blogger.

Inoltre, è essenziale creare un look che sia pratico e accattivante.

Naturalmente, i blog progettati in modo da facilitare la ricerca di informazioni da parte dei visitatori tendono a ottenere la massima trazione.

Blog e siti Web progettati con layout ingombranti e mal organizzati creano difficoltà a trovare informazioni per i lettori.

WordPress è integrato con numerosi temi gratuiti e a pagamento tra cui puoi scegliere. Saresti sorpreso di sapere che WordPress offre più di 3.000 temi gratuitamente ai suoi utenti.

Quindi, come nuovo blogger, non devi necessariamente spendere più soldi per installare un tema a pagamento.

 

INSTALLA UN NUOVO TEMA PER IL TUO BLOG.

Ecco come è possibile installare un nuovo tema per il tuo blog WordPress:

Innanzitutto, accedi al tuo account WordPress (pagina di amministrazione).

Accedi alla pagina andando su tuodominioname.com/wp-admin.

Come avviare un blog - Accesso a WordPress

Qui, aggiungi le tue credenziali di accesso a WordPress.

La dashboard di WordPress sarà simile a questa.

Come avviare un blog: dashboard di WordPress

All’inizio potrebbe sembrare scoraggiante, ma alla fine ti abituerai. Ricorda, trascorrerai molto tempo qui.

Qui, devi fare clic sull’opzione “Aspetto” dal menu della barra laterale.

Successivamente, seleziona l’ opzione “Temi” dalla sezione “Aspetto”.

Come iniziare un blog - Tema

Per cercare le opzioni offerte da WordPress, fai clic sul pulsante “Aggiungi nuovo” nella parte superiore della pagina.

Come avviare un blog: aggiungi un nuovo tema

Come puoi vedere qui sotto, ora hai accesso a migliaia di fantasiosi temi WordPress che sono completamente gratuiti.

Come iniziare un blog - temi wordpress

Puoi scorrere verso il basso e visualizzare in anteprima tutti i temi che desideri prima di sceglierne uno per il tuo blog.

Puoi anche filtrare i temi in base a tre categorie: “Oggetto”, “Funzionalità” e “Layout”.

Ecco come apparirà l’opzione di filtro:

Come avviare un blog: filtra i temi

Dopo aver applicato i filtri, sarai in grado di restringere le opzioni in base alle tue preferenze.

Fai clic sulle miniature per ottenere un’anteprima istantanea di come apparirà il tuo blog finale.

Se ti piace un tema particolare, puoi fare clic sul pulsante “Installa”.

Inoltre, se hai acquistato un tema a pagamento da un altro sito, questo ti verrà fornito come file zip. Tutto quello che devi fare per installare questo tema è fare clic su “Aggiungi nuovo”, caricare il file zip e fare clic su Installa.

Congratulazioni, ora hai un sito WordPress con un nuovo tema installato.

Hai ancora bisogno di web hosting? Prova Bluehost e ottieni il 63% di sconto sul tuo piano di hosting con il mio link qui sotto:

Prova Bluehost

SUGGERIMENTI PER SCEGLIERE IL TEMA GIUSTO.

  1. Leggi le descrizioni dei vari temi di WordPress per avere un’idea delle loro funzionalità e caratteristiche. Questo ti aiuterà a farti un’idea se il tema sarà compatibile con la tua nicchia o meno.
  2. Scegli un tema reattivo che funzioni bene su dispositivi desktop e mobili. Ciò renderà il tuo blog più facile da gestire e ti consentirà di ottenere traffico intenso.
  3. WordPress consente inoltre agli utenti di assegnare voti ai loro temi; quindi, assicurati di controllare le recensioni e le valutazioni per discernere la qualità del tema.
  4. Prima di installare un tema, assicurati di controllare la sua demo o l’anteprima per sapere come appare in tempo reale.

La cosa migliore del tema è che puoi cambiarlo ogni volta che vuoi, senza interrompere i tuoi contenuti.

Puoi anche installare un gran numero di temi WordPress da altri siti popolari, come:

  • ThemeForest.
  • StudioPress.
  • Thrive Themes.
  • Elementor.
  • Temi eleganti.
  • CSS Igniter.

 

TEMI GRATUITI, PREMIUM E PERSONALIZZATI.

Ci sono molti temi di blog gratuiti disponibili su WordPress e altri siti Web. Tuttavia, a volte, non sono sufficienti per soddisfare le esigenze degli utenti e offrono opzioni limitate.

Detto questo, come nuovo blogger, puoi iniziare il tuo blog con un tema gratuito e passare a un’opzione più personalizzata. Finché si carica velocemente e ti consente di iniziare a pubblicare contenuti, non c’è motivo non solo di iniziare subito e preoccuparti del tuo design perfetto in seguito.

I temi premium arrivano principalmente nella fascia di prezzo da $ 30 a $ 500. I temi personalizzati sono progettati in base alle esigenze di progettazione specifiche del proprietario del sito Web o del blog. Pertanto, questi temi hanno un prezzo elevato e possono variare da $ 500 a $ 2000, in base alle esigenze degli utenti.

 

6. INSTALLA I TUOI PLUGIN WORDPRESS.

La cosa migliore di WordPress è che la sua natura open source consente di personalizzarlo in infiniti modi. E inizia con i plugin di WordPress.

I plugin sono un piccolo set di strumenti software che vengono utilizzati per migliorare la funzionalità del tuo sito WordPress.

Puoi installare molti plug-in per aggiungere funzionalità aggiuntive al tuo sito senza alcuna capacità di codifica.

WordPress offre letteralmente migliaia di plugin con funzionalità diverse, incluso l’email marketing, migliorando la SEO del tuo sito .

Tuttavia, non è consigliabile installare centinaia di plugin sul tuo sito in quanto sono tenuti a rallentare il tuo sito Web e creare conflitti tra loro. Inoltre, è abbastanza complesso per i proprietari dei siti gestire in modo efficiente centinaia di plugin. Se si verifica un problema, sarà difficile trovare quale plug-in sta creando un problema.

Ecco perché ho curato un elenco dei 15 migliori plugin di WordPress per aiutarti a migliorare il tuo nuovo blog (e quelli che uso):

 

1. ASSET CLEANUP: PAGE SPEED BOOSTER.

Questo plugin ti consente di rimuovere alcuni elementi di codice che non sono necessari per caricare su ogni pagina. Ad esempio, i miei file CSS e-commerce venivano caricati su ogni post del blog anche se ne avevo bisogno solo su due pagine. Con questo strumento, puoi selezionare facilmente quali parti di codice conservare e quali rimuovere in base a pagine, post e altri tipi di contenuto.

 

2. BIGCOMMERCE FOR WORDPRESS.

Questo è lo strumento di e-commerce che utilizzo per vendere i miei prodotti digitali. Ho testato prima WooCommerce, ma ha installato quattro plugin, ha rallentato il mio sito e ha avuto una brutta esperienza di checkout. BigCommerce per WordPress è stato lanciato a dicembre 2018 e funziona tramite un’API, quindi gestisci tutti i tuoi contenuti in WordPress e il tuo back-end e-commerce in BigCommerce.

 

3. CLASSIC EDITOR.

Non sono un grande fan del nuovo editor Gutenberg e trovo l’Editor classico molto più facile da usare e più privo di errori.

 

4. EASY TABLE OF CONTENTS.

Questo plug-in consente di aggiungere facilmente un sommario a qualsiasi pagina o post. Il plug-in apparirà sotto le tue pagine / post e puoi selezionare se aggiungere ogni H2, H3 o qualsiasi altra intestazione al Sommario.

I sommari sono importanti per alcuni motivi: mantengono gli utenti coinvolti nella pagina (facendo clic su di essi) e aiutano l’esperienza dell’utente. Ho spesso un sommario nella parte superiore dei miei nuovi post che va in ciascuna sezione, quindi un collegamento “Torna all’inizio” nella parte inferiore di ogni sezione in modo che gli utenti possano facilmente tornare al sommario.

 

5. ELEMENTOR PRO.

Elementor Pro è il miglior costruttore di landing page di WordPress ed è lo strumento che ho usato per creare la mia home page e poche altre pagine. Hanno una versione gratuita di Elementor, ma la versione Pro porta al livello successivo con modelli molto migliori.

Puoi iniziare con la versione gratuita di Elementor Pro per soli $ 49 / anno.

 

6. EXTENDED WIDGET OPTIONS.

I widget sono aree del tuo sito WordPress che non sono direttamente pagine o post. Ad esempio, le barre laterali, i piè di pagina e le sezioni della homepage possono essere considerati widget. Opzioni widget estese ti consente di espandere la funzionalità dei tuoi widget per renderli più utili.

Ad esempio, utilizzo questo strumento per rendere alcuni dei miei banner della barra laterale in modo che scorrano la pagina con il lettore.

 

7. GDPR COOKIE CONSENT.

Questo è un plug-in che può renderti conforme al GDPR e assicurarti di fornire un popup che evidenzi il modo in cui usi i cookie per i lettori nell’UE.

 

8. MAMMOTH .DOCX CONVERTER.

Uso questo plugin per convertire automaticamente Google Documenti in post di WordPress. Dal momento che ricevo molte delle mie prime bozze iniziali scritte per me, le scarico come file .docx da Google Docs e le inserisco nei miei post / pagine con questo plugin. Il convertitore Mammoth .docx apparirà sotto i tuoi post / pagine, ed è semplice come caricare il tuo file e fare clic su “Inserisci nell’editor”.

Un piccolo dettaglio è che ti consigliamo di assicurarti che le tue immagini di Google Doc abbiano sia nomi che alt text prima di caricarle in WordPress.

 

9. OPTINMONSTER.

OptinMonster è senza dubbio il miglior plug-in di opt-in e-mail sul mercato (e il 100% di come sei entrato in questo elenco). Con la possibilità di creare intenti di uscita, popup modali, opt-in nei contenuti e altro, sono la ragione per cui la mia lista di e-mail sta crescendo di circa 60-75 utenti / giorno.

Mentre utilizzo il loro piano di crescita di livello più alto, puoi iniziare con OptinMonster per soli $ 9 al mese.

 

10. SHORTCODES ULTIMATE.

Questo plugin ti consente di creare semplici blocchi di contenuti aggiungendo codici brevi al tuo sito. Lo uso principalmente per inserire rapidamente pulsanti nelle mie pagine di affiliazione in modo che i lettori abbiano inviti all’azione molto chiari. Shortcodes Ultimate apparirà nel tuo editor di pagine WordPress come un piccolo pulsante in alto (molto simile a Grassetto, Spaziatura paragrafi, ecc.) E quando fai clic su di esso, selezioni il blocco di contenuti. Con i pulsanti puoi visualizzarli in anteprima nell’editor e scegliere dimensione, colore, stile e altro.

 

11. SHORTPIXEL IMAGE OPTIMIZER.

ShortPixel comprime tutte le tue immagini in modo che siano file più piccoli e che le tue pagine vengano caricate più velocemente. Ho testato molti plug-in di compressione delle immagini diversi e ShortPixel è stato il migliore.

 

12. THIRSTYAFFILIATES.

Questo è uno dei miei plugin di marketing di affiliazione preferiti. ThirstyAffiliates prende i tuoi collegamenti di affiliazione casuali (pieni di numeri casuali, stringhe di lettere, ecc.) E li pulisce in modo che appaiano belli. Ad esempio, quale sembra più bello:

https://thirstyaffiliates.com/?aff=29e1c59be16c852

https://www.adamenfroy.com/recommends/thirstyaffiliates

Il secondo è più cliccabile, porta a tassi di conversione più elevati e non può essere rubato da altri.

 

13. WP LAST MODIFIED INFO.

Un fattore nelle classifiche dei motori di ricerca è la recency dei contenuti, specialmente se sei in nicchie con nuove informazioni che escono. Questo plugin ti consente di mostrare facilmente la data su ogni pagina / post in modo che Google e altri motori di ricerca comprendano quando è stata modificata l’ultima volta. Ad esempio, con WordPress, è facile mostrare una data, ma in genere mostrerà la Data di pubblicazione, non l’ultima volta che l’hai modificata.

Dando ai motori di ricerca un modo semplice per estrarre la Data modificata, vedrai apparire questa data nei risultati della tua ricerca e potresti vedere un aumento delle classifiche.

 

14. WP ROCKET.

WP Rocket è un plug-in tutto-in-uno per la velocità del sito che può fare di tutto, dalla minimizzazione di HMTL, CSS e JavaScript, integrarsi con la rete CDN, ridurre il gonfiamento del database e altro ancora. Ho provato altri plugin di velocità come Autoptimize e ho avuto alcuni problemi con esso. WP Rocket è il migliore, secondo me.

Puoi iniziare con WP Rocket per $ 49 / anno.

 

15. YOAST SEO.

Il tuo SEO non ha davvero bisogno di presentazioni. Se non lo usi, ti perdi molte fantastiche funzioni SEO gratuite. Uso Yoast per gestire sitemap, robots.txt, titoli di pagina / meta descrizioni e molto altro ancora.

 

7. IMPOSTA LA STRUTTURA SEO E PERMALINK DEL TUO SITO.

Dai un’occhiata al link qui sotto:

Come avviare un blog - permalink

Ecco come appare un permalink.

I permalink sono collegamenti ipertestuali statici che condurranno il tuo pubblico a una pagina Web specifica.

Per impostazione predefinita, il tuo permalink è impostato su “yourdomainname.com/postID”.

Questo non solo sembra poco attraente, ma è spaventoso anche dal punto di vista SEO.

Quindi, prima di iniziare a scrivere contenuti per il tuo blog, assicurati di impostare una struttura permalink specifica.

Dalla dashboard di WordPress, vai su “Impostazioni” -> “Permalink”.

Come avviare un blog: imposta permalink

Puoi scegliere tra un paio di opzioni. La maggior parte dei blog di alto livello segue la struttura del “Nome post” .

Come avviare un blog - struttura permalink

Assicurati di salvare le impostazioni prima di uscire dalla pagina.

Inoltre, assicurati di impostare Google Analytics e Google Search Console. Questi due strumenti sono necessari al 100% per il tuo SEO e possono essere facilmente integrati con il plugin Yoast SEO.

Ora hai finito con tutte le campane e fischietti. Hai acquistato un host, impostato il tuo dominio, installato il tema WordPress di tua scelta e ottimizzato i permalink del tuo sito web.

Ora, cominciamo con il contenuto del tuo blog.

Pronto a creare contenuti blog? Prova Bluehost e ottieni il 63% di sconto sul tuo piano di hosting.

Prova Bluehost

8. CREA CONTENUTI SU PILASTRI PER IL TUO BLOG.

Dopo aver completato il framework del tuo blog, è tempo di creare contenuti.

Il mondo è la tua ostrica. Tuttavia, devi ancora scrivere contenuti sulla nicchia selezionata, tenendo presente il tuo pubblico di riferimento.

Se scrivi grandi contenuti che il tuo pubblico vuole leggere, è probabile che continuino a tornare sul tuo blog.

Devi capire attentamente gli argomenti dei tuoi nuovi post sul blog e il modo o il formato giusto e scriverli.

Ricorda, i post di blog che hanno audio, video, foto e altri tipi di contenuti visivi, insieme a contenuti testuali, danno il meglio.

Secondo le statistiche , entro il 2021 il traffico Internet globale proveniente dai video rappresenterà l’82% di tutto il traffico Internet dei consumatori.

Tutte queste aggiunte in un blog lo rendono più leggibile e aiutano i lettori a prestare maggiore attenzione ai tuoi contenuti.

Inoltre, è essenziale scrivere contenuti accattivanti che ti consentano di attirare visitatori e costringerli a intraprendere azioni adeguate sul tuo blog.

Anche se crei un post di blog ben strutturato e ben progettato, non otterrà trazione se i tuoi contenuti non sono coinvolgenti e preziosi per il tuo pubblico di destinazione.

Prima di creare contenuti per il tuo blog, assicurati di metterti nei panni dei tuoi lettori e porsi queste domande pertinenti:

  1. Cosa entusiasmerebbe e incuriosire i miei potenziali lettori?
  2. Quali sono le sfide comuni che il mio lettore deve affrontare e come posso affrontarle attraverso il mio blog?
  3. Quali sono i tratti caratteriali sottostanti del mio pubblico target?
  4. Cosa amerebbero di più i miei lettori della mia nicchia?
  5. Cosa odierebbero di più i miei lettori della mia nicchia?

Giù tutte le risposte alle domande sopra menzionate. Ti aiuterà a trovare fantastiche idee per post di blog che attireranno il tuo pubblico e li trasformeranno in lettori permanenti.

SUGGERIMENTI IMPORTANTI SULLA SCRITTURA DI CONTENUTI.

  • Scrivi contenuti per il tuo blog di nicchia comprendendo la scelta del potenziale pubblico. I tuoi post sul blog dovrebbero sempre fornire valore ai tuoi lettori. Fai una chiara idea del contenuto (in base alle domande sopra menzionate) e annota i punti che vuoi trattare. Infine, struttura l’intero post del tuo blog in base a punti predefiniti.
  • Presenta i contenuti del tuo blog in modo attraente e rendili facilmente accessibili ai lettori. Assicurati che i contenuti testuali e visivi nel blog siano di altissima qualità.
  • Non rendere mai i tuoi contenuti commercialmente focalizzati in quanto irritano i lettori. I blog carichi di troppi link pubblicitari e promozionali sembrano poco attraenti per la maggior parte delle persone. Il tuo pubblico interagirà con il tuo blog solo se fornisci loro contenuti di valore.

UNA RAPIDA LISTA DI CONTROLLO DA CONSIDERARE PRIMA DI SCRIVERE I TUOI POST SUL BLOG.

  • Rendi il tuo post sul blog conversazionale per renderlo coinvolgente connettersi con il tuo pubblico
  • Assicurati che i tuoi contenuti fluiscano naturalmente
  • Lascia fuori spazio bianco sostanziale per rendere più facile la vista
  • Aggiungi punti elenco per aiutare i lettori a sfogliare il blog senza perdere nulla di critico
  • Utilizzare le intestazioni H2, H3, H4 appropriate
  • Ricontrolla per errori di battitura ed errori grammaticali

SCRIVI IL TUO PRIMO BLOG.

Ora sei sulla buona strada per diventare un blogger di fama mondiale.

Ecco come procedere scrivendo il tuo primo post su WordPress:

Fai clic su “Post” nella barra laterale sinistra dalla dashboard di WordPress.

Come avviare un blog: scrivi il tuo primo post

Ora, seleziona il pulsante “Aggiungi nuovo”:

Come avviare un blog: aggiungi un nuovo post a WordPress

Successivamente, andrai all’editor, dove puoi iniziare a scrivere il tuo primo blog.

Come avviare un blog - editor di wordpress

Durante la creazione del tuo post sul blog, assicurati di tenere presente i suggerimenti di cui sopra.

Dopo aver terminato l’articolo, assicurati di apportare alcune ottimizzazioni per renderlo più alto nei motori di ricerca.

Questo può essere fatto facilmente usando il plugin Yoast SEO (anche quello che ho menzionato prima).

CREA CONTENUTO PRE-LANCIO.

Il contenuto pre-lancio include il contenuto delle pagine statiche del blog, come Chi siamo, Contatti, Home Page e altro.

1. INFORMAZIONI SULLA PAGINA.

La pagina Informazioni sul blog è costituita dalle informazioni su cosa tratta il tuo blog.

In questa pagina, puoi dire ai tuoi lettori la nicchia del tuo blog in dettaglio e anche condividere il motivo per cui stai gestendo questo blog.

Questa sezione ti aiuterà a connetterti con i tuoi lettori su base personale, quindi assicurati di parlare della tua vita in dettaglio.

Assicurati di coprire quanto segue nella tua pagina “Informazioni”:

  1. Chi sei
  2. Cosa ti ha fatto iniziare il tuo blog
  3. Perché hai selezionato questa nicchia particolare
  4. Qual è il tuo obiettivo con questo blog
  5. Perché le persone dovrebbero ascoltarti
  6. La tua storia di successo

Potrebbe essere chiamata una pagina Informazioni (o nel mio caso, una pagina “La mia storia”), ma non significa che parlerai solo di te.

Quando a qualcuno piacciono i tuoi contenuti, è probabile che vadano alla tua pagina Informazioni per saperne di più su di te. Ora, puoi annoiarli a morte o trasformarli nel tuo fedele fan.

Per fare questo, ho creato la mia pagina Informazioni come una storia.

Comincio da come ho combattuto con insicurezza per ridimensionare il mio blog e trasformarlo in un business redditizio.

Come avviare un blog - Informazioni sulla pagina

Le persone non vogliono leggere tutte le tue recenti conquiste, ma vogliono veramente capire chi sei. Quindi non cercare di farti apparire bene, scrivi solo della tua vita e di chi sei.

2. LA PAGINA DEI CONTATTI.

Questa pagina è dedicata alla condivisione dei dettagli di contatto con i visitatori del tuo blog. In questa pagina è possibile condividere un indirizzo e-mail, un numero di telefono, collegamenti ai social media o un modulo di contatto. Questo aiuterà i tuoi lettori a mettersi in contatto con te.

3. LA BARRA LATERALE.

È una colonna che appare sul lato destro o sinistro del blog. La barra laterale viene utilizzata per mostrare categorie di blog, post recenti, annunci, ecc. Una barra laterale consente ai tuoi lettori di accedere rapidamente alle informazioni essenziali.

Oltre alle pagine sopra menzionate, devi anche scrivere il titolo e la descrizione di ogni pagina del blog per la SEO.

Devi occuparti delle quattro impostazioni critiche:

  • Titolo SEO
  • lumaca
  • Meta Description
  • Parola chiave di messa a fuoco

Lo strumento Yoast SEO ti aiuterà ad accedere a feedback in tempo reale su come funzionerà il tuo blog in termini di SEO.

Cerca di ottenere il maggior numero possibile di segnali verdi. Una volta che hai raggiunto l’80% di luce verde, significa che sei bravo a partire e il tuo blog probabilmente funzionerà alla grande quando si tratta di SEO.

Puoi persino “visualizzare in anteprima” il tuo blog prima di pubblicarlo.

Se sei soddisfatto del modo in cui il tuo post sul blog è stato pubblicato, vai avanti e pubblicalo.

Scommetto che è bello vedere il tuo primo post sul blog!

 

RIAVVOLGENDO.

Come puoi vedere, avviare un blog è piuttosto semplice, ma devi considerare attentamente le tue opzioni.

Trasformare il tuo blog in un’attività redditizia richiede un approccio più intelligente, padronanza SEO, coerenza e duro lavoro.

Per monetizzare il tuo blog, assicurati di consultare la mia guida su Come guadagnare blog , di cui parlo in modo approfondito su come aumentare il processo di creazione dei contenuti e guadagnare con marketing di affiliazione, corsi, un podcast, Google AdSense , vendendo i tuoi prodotti e altro ancora.

Ho coperto praticamente tutto ciò che devi sapere per iniziare il tuo blog. Continuerò ad aggiornare questo post nel tempo con le ultime tecniche di blog.

Ora è il tuo turno. Perché non iniziare un blog WordPress redditizio oggi?

Inizia oggi un blog con Bluehost e ottieni il 63% di sconto sul tuo piano di hosting ($ 2,95 / mese).

Lascia il tuo prezioso commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

[email protected]

Close