Cerca

Come creare un piano di auditing dei contenuti

Si sente spesso parlare di audit dei contenuti e alcuni di noi non sanno cosa siano. Una verifica del contenuto sta valutando parti del contenuto assicurandosi che siano aggiornate, non in qualsiasi altro luogo e conformi alle norme di Google. Una verifica del contenuto viene in genere eseguita ogni pochi mesi e il processo diventa molto più semplice quando si dispone di un team per aiutare. Tuttavia, sono sorpreso dalla quantità di persone che ancora non effettuano un audit, e questo danneggia le loro classifiche all’interno della SERP. Se il tuo sito è pieno di problemi di auditing, può essere rimosso completamente dai motori di ricerca. Ricorda, è tutta una questione di esperienza utente alla fine.

HAI BISOGNO D'AIUTO?

CONTATTACI COMPILANDO IL FORM SOTTO:


Oggi esamineremo i metodi migliori per condurre una verifica dei contenuti sul tuo sito web. Ho raccolto feedback dai migliori blogger e cosa fanno per portare a termine questo compito. Iniziamo, e il tuo feedback sarà apprezzato.

 

Crea un elenco di tutto il contenuto

Per iniziare a controllare i tuoi contenuti, devi creare un elenco di tutto il tuo contenuto pubblicato. A seconda della quantità di contenuti che hai pubblicato, la rana che urla è un ottimo strumento da utilizzare per creare rapidamente un elenco. La versione GRATUITA eseguirà la scansione fino a 500 URL e li ordinerà in Microsoft Excel. Tuttavia, qualsiasi cosa più grande dovrai usare una versione a pagamento. Il prossimo,

A seconda della taglia, è possibile eseguire manualmente una verifica su ciascuno, tuttavia questa procedura sarà molto più lunga. Questo passaggio è molto semplice perché molti strumenti genereranno la lista, sta andando avanti dove dovrai esaminare i dati, ecc. Come accennato, questo è un processo lungo ma è solo qualcosa che fai una volta all’anno, e può anche assumere una squadra per aiutare.

 

Guarda oltre le metriche

Un passo molto importante per sapere cosa sta funzionando bene o in esecuzione. Analizzando le tue metriche, sarai in grado di vedere una tendenza all’interno dei tuoi contenuti. Ad esempio, come fai a sapere quando i tuoi contenuti devono essere ottimizzati? Semplice … guardi oltre la tendenza negli ultimi mesi e come è cambiata. Se noti un’improvvisa caduta, sai che può essere dovuto a:

  • Penalità
  • Contenuto del Competitor
  • Link SPAM

Ci sono molti strumenti che puoi usare ma i due popolari sono: Google Analytics e Ahrefs. Entrambi forniranno le tendenze per un certo periodo di tempo e anche i migliori contenuti, parole chiave, traffico, collegamenti, ecc.

Tuttavia, devi prestare molta attenzione a metriche specifiche come:

Categoria – Mi piace iniziare dividendo il mio contenuto nelle categorie giuste. In questo modo so quale contenuto appartiene sotto quale argomento. Questo mi aiuterà anche a determinare il contenuto più performante e dove focalizzare in seguito.

Volume di ricerca (parola chiave principale) – Conoscere la parola chiave principale su cui ci si è concentrati è molto importante. Ciò ti consentirà di vedere quali link di parole chiave sono stati creati e come le prestazioni a quella parola chiave sono aumentate al diminuire.

Traffico organico: una buona idea per creare un profilo di traffico organico. Questo ti dirà quanto traffico gratuito arrivi al tuo sito. È un grande indicatore di come le cose cambiano in termini di traffico nel corso dei mesi.

Traffico mensile: quantità totale di traffico verso la pagina, il contenuto e la parola chiave. Cerca le tendenze mutevoli.

Numero di collegamenti a ritroso: è necessario avere un’idea chiara di quanti backlink puntano a ciascuna pagina. Saprai se i collegamenti SPAM sono stati creati osservando come sono cambiati i profili.

Tempo medio sul sito – Questo è qualcosa che è molto importante perché ti dirà come le persone rispondono ai tuoi contenuti. Le persone più lunghe spendono sul tuo sito web, meglio è perché ti mostra di fornire valore. Tuttavia, se la frequenza di rimbalzo è elevata, è possibile determinare che il lettore non spende troppo tempo sulla pagina e non controlla altri contenuti.

 

Identifica il tuo lettore

Per capire come cambia il tuo contenuto, devi identificare chi dovrebbe leggerlo e perché. Questo è il motivo per cui è importante fare un’analisi completa del lettore. Una volta determinati i tuoi lettori e sapere chi risponde alla tua condotta, sarai in grado di trovare lacune nella tua strategia. Ci sono alcune aree sulle quali dovresti concentrarti e le identifico proprio ora.

Il pubblico: per capire quale tipo di contenuto sta eseguendo, è importante sapere chi è il tuo pubblico. Hai molti strumenti che ti aiuteranno nell’intero processo, quindi utilizzali. Innanzitutto, Google Analytics fornirà una panoramica dettagliata di dove viene il tuo pubblico. Successivamente, puoi visitare un blog concorrente per capire meglio il loro pubblico.

Il loro interesse – Una volta identificato il tuo pubblico, è importante che tu capisca che tipo di contenuti amano leggere. Questo può essere realizzato nei seguenti modi:

Social media: controlla quali contenuti vengono condivisi in modo crescente con il tuo pubblico. Shares and Likes è un ottimo modo per scoprirlo.

Commenti – Dove sono le persone che pubblicano la maggior parte dei loro commenti. Più commenti, più opinioni hanno le persone.

Tempo sulla pagina – Attraverso Google Analytics, puoi scoprire dove la gente passa la maggior parte del tempo. Cerca il tempo medio sulla pagina perché un tempo più elevato mostra interesse per quel tipo di contenuto.

Comprensione degli argomenti e delle parole chiave: una volta determinato il pubblico e il loro interesse, è importante sapere quali contenuti dovresti concentrarti su come andare avanti. Ricorda che il tuo obiettivo finale è scrivere contenuti che il tuo pubblico ama leggere e condividere. Devi restringere l’attenzione per scrivere più contenuti che aumentano il coinvolgimento. Alla fine, questa è la linea di fondo perché ti aiuterà a convertire il tuo pubblico e ad aumentare i profitti.

Prima, puoi iniziare a scrivere i tuoi contenuti, è importante che tu faccia il passo successivo per capire i tuoi argomenti, scrivere la strategia e se può essere migliorata.

Google Keyword Planner: se conosco il mio pubblico, posso utilizzare Google Keyword Planner per effettuare alcune ricerche per trovare argomenti. Ad esempio, crea un elenco delle tue parole chiave principali e vai su Google Keyword Planner. Digitare ciascuno nello strumento e vedere le parole chiave correlate + volume di ricerca.

Google Trends: mi piace utilizzare questo strumento perché mostra come cambiano le cose all’interno della ricerca. Ti dà anche la possibilità di iniziare subito la competizione perché saprai cosa sta succedendo di fronte a loro. Tuttavia, devi assicurarti che ogni ricerca utilizzando Trends debba essere condotta con un elenco di parole chiave target.

 

Il Gap dei contenuti

Cosa significa questo? Ciò significa che devi scoprire e analizzare ciò che hai scoperto attraverso la tua revisione fino ad ora. Dopo, puoi vedere quanti dei dati corrispondono a ciò che hai scoperto e ciò che hai pubblicato finora. Ad esempio, se so che i miei ospiti amano i contenuti basati sul link building, ma mi sono concentrato sul content marketing, allora dovrò adattare la mia scrittura. Tieni presente che il tuo coinvolgimento aumenterà solo se sarai in grado di offrire ai tuoi lettori il tipo di contenuti che stanno cercando. Se la tua verifica mostra che gli piace un determinato tipo di contenuto e stai scrivendo un tipo completamente diverso, rallenterai il tuo coinvolgimento.

 

Riflessioni finali

La conduzione di una verifica del contenuto è molto importante se pensi di aumentare il coinvolgimento e la fedeltà tra il tuo sito web. Tramite i controlli del contenuto, sarete in grado di determinare il tipo di contenuto che piace agli utenti, e questo vi porterà più vicino al risultato finale. Tuttavia, fare un audit completo può essere molto noioso, motivo per cui ti consiglio di diffondere l’intero processo. Ad esempio, segui i passaggi precedenti per iniziare, ed eccoli di nuovo in forma breve.

In primo luogo, inizia organizzando i tuoi contenuti in questo momento e creando un elenco dei tuoi contenuti esistenti. Ciò ti consentirà di esaminare ciascuno di essi e sapere quali contenuti sono pubblicati e cosa rimane. Vi darà anche la possibilità di organizzarli nelle giuste categorie, ovvero creazione di link, content marketing, social media, ecc.

In secondo luogo, utilizza gli strumenti disponibili per esaminare le metriche. Mi piace utilizzare Google Analytics e Ahrefs.com perché forniranno un profilo completo. Puoi anche utilizzare GWT per trovare collegamenti interni ed esterni, tuttavia secondo me è una buona idea usare Ahrefs perché è una soluzione all-in-one per le tue esigenze. Detto questo, devi creare un elenco di quanto segue:

  • Link esterni
  • Link interni
  • Traffico organico
  • Tempo medio sulla pagina
  • Contenuti principali
  • Ecc…

In terzo luogo, capisci il tuo pubblico e cosa si stanno inclinando verso il contenuto. Ad esempio, noterai che alcuni contenuti risuonano maggiormente con i tuoi lettori. È importante che ti concentri sullo stesso tipo di contenuto perché questo è ciò che alla fine crea slancio con i lettori.

In quarto luogo, analizza il divario all’interno del tuo contenuto in modo da poterlo compilare in seguito. Ad esempio, se sai che i tuoi lettori adorano i contenuti di link building, ma hai scritto contenuti sul marketing, allora è il momento di accenderlo, giusto? In questo modo avrai più contenuti che i tuoi lettori ameranno e questo aumenterà la probabilità di una conversione. Tuttavia, sono ancora sorpreso dalla quantità di visitatori che non capiscono abbastanza il loro pubblico.

È ora di esaminare ogni elemento aggiungendolo al controllo del contenuto in modo da avere un’idea migliore del tipo di contenuto su cui concentrarsi per le conversioni e il coinvolgimento degli utenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.