Cerca

Come creare un Blog Business Plan (modello) in 6 semplici passaggi: Come ho guadagnato $ 500.000 + col blogging

Tempo di lettura: 20 minuti

Se vuoi diventare un blogger di successo, avrai bisogno di un business plan di blog intelligente che possa guidare il tuo processo decisionale, dirti in cosa investire il tuo tempo e continuare a indirizzarti verso la fase successiva nella crescita del tuo blog attività commerciale.

Da più di 6 anni da quando ho iniziato il mio blog , ho implementato strategicamente il mio business plan blog con grandi risultati.

Hai bisogno d'aiuto? Contattaci via Email: info.ibdi.it@gmail.com

👋  Ehi! Desideri accedere al mio modello di business plan del blog compilabile (in formato Google Doc)?

Vai alla sezione dei commenti in fondo a questa guida e lascia un commento che dice +1  e ti invierò per email il modello di pianificazione non appena avrò finito gli ultimi ritocchi.


Solo l’anno scorso, il mio blog ha generato entrate per $ 449.107 (vedi di più nei miei rapporti sul reddito del blog ) e ha guadagnato in sei cifre da diversi anni.

Anche se, nonostante i numeri, non è sempre stato facile, come in qualsiasi azienda, ci sono anche degli alti e bassi in un’azienda di blog.

Come creare un business plan per il blog (Screenshot sul reddito del blog di Quickbooks) Prova del reddito

Un business plan di blog è ciò che ti aiuta a superare la tempesta e può tenerti sulla buona strada, lavorando verso i tuoi obiettivi più importanti nonostante le fluttuazioni a breve termine. E alla fine, sono la prova vivente che puoi trasformare le tue passioni in un business redditizio attraverso i blog.

Al fine di trasformare il tuo blog in un’attività redditizia, in primo luogo, devi creare un  piano aziendale strategico per il blog .

Cosa rende un blog un business?

Ogni blog può facilmente trasformarsi in un’azienda con il giusto livello di strategia, cura e investimento nel tempo. La base di base di un’azienda di blog è che hai:

  • Sviluppato un processo ripetibile per la pubblicazione di contenuti
  • Impara come portare costantemente traffico
  • Ho capito come monetizzare quel traffico attraverso una varietà di canali

L’aspetto della monetizzazione è dove gran parte dei tuoi sforzi (presto) andranno mentre il tuo blog si evolve in un vero business. Sperimenterai tattiche come pubblicare annunci, fare sponsorizzazioni, aderire a programmi di affiliazione , vendere i tuoi prodotti fisici o digitali e molte altre strategie di monetizzazione del blog .

E per eseguire su questi tre componenti principali, aiuta immensamente avere un solido business plan blog che ti dice cosa fare dopo.

Che cos’è un blog Business Plan (e perché dovresti crearne uno)?

Un piano aziendale, nella sua forma più semplice , è una tabella di marcia per la tua azienda. Descrive i tuoi obiettivi aziendali e traccia il modo in cui li raggiungerai. E per essere efficace, il tuo piano aziendale deve essere trascritto (in modo da poterlo fare spesso riferimento) e deve includere scadenze ove possibile.

Allora perché hai bisogno di un business plan per il blog ?

Questi sono i quattro modi principali per trarre vantaggio dalla creazione di un business plan per il blog:

  • Un business plan per blog ti offre un quadro chiaro di ciò che vuoi ottenere
  • Ti aiuta a creare un maggiore senso di responsabilità
  • Ti costringe a stabilire priorità chiare (quella scala fino ai tuoi obiettivi generali)
  • Ti mostra alcune delle sfide che devi aspettarti lungo il cammino

Un business plan di blog intelligente è come una road map. Se lo segui da vicino, e prevedi di trascorrere un po ‘di tempo a sperimentare, a percorrere deviazioni e strade sconnesse lungo il percorso, sia il viaggio che la destinazione finale saranno molto gratificanti.

Ora, parliamo di come creare un piano di business blog che vi può guidare a dove  si desidera essere nelle prossime settimane, mesi e anni.

Come creare un business plan blog in 6 semplici passaggi

  1. Definisci il tuo blog e stabilisci obiettivi significativi
  2. Fai un’analisi competitiva di altri blog
  3. Inizia e fai crescere il tuo blog (il modo redditizio)
  4. Mappa la tua strategia di generazione del traffico
  5. Formula il processo di lavoro del tuo blog
  6. Avvia (e ottimizza) il tuo blog

Divulgazione: ti  preghiamo di notare che alcuni dei link sottostanti sono link affiliati e senza alcun costo aggiuntivo, guadagnerò una commissione. Quando acquisti un prodotto o un servizio utilizzando il mio link di affiliazione, sono compensato, il che aiuta a rendere i contenuti come la mia guida definitiva su come avviare un blog gratuitamente per te. Sappi che raccomando solo prodotti e servizi che ho usato personalmente e che sto dietro.

Ora che abbiamo coperto la realtà che il tuo blog dovrebbe essere trattato come un vero business (se speri di trarne profitto), è chiaro che un piano aziendale per blog è indispensabile.

Quindi, tuffiamoci nello sviluppo del tuo business plan per il tuo blog che ti consentirà di generare entrate il più rapidamente possibile.

1. Definisci il tuo blog e stabilisci obiettivi significativi

Il primo passo nella creazione di un business plan per il blog è definire quale sarà la tua attività.

Blogger che lavora alla pianificazione dalla caffetteria Ryan Robinson

Ciò significa gettare le basi per tutto da quale nicchia si bloggerà, chi sarà il tuo pubblico, quali obiettivi (tangibili) sono più importanti per te su cui puntare e almeno un senso libero di come pianificherai per fare soldi dal tuo blog nel prossimo futuro.

Scegliere una nicchia

Scegliere una nicchia di cui blog è uno dei passi più importanti che puoi intraprendere sul tuo percorso per generare eventualmente un reddito dal tuo blog.

Una nicchia è semplicemente una gamma specifica di argomenti correlati (segmento di un mercato) su cui vuoi specializzare il tuo blog per essere una risorsa affidabile. Esempi di alcuni argomenti di nicchia altamente redditizi su cui puoi scrivere sul blog includono cose come:

  • fotografia
  • Crafting
  • Design
  • Parenting
  • Marketing
  • Finanza personale
  • Sviluppo di carriera

Quando si tratta di scegliere una nicchia, il cielo è davvero il limite. Se c’è un’area tematica che ha abbastanza domanda – e sei veramente interessato a costruire un business blog attorno ad esso – allora hai gli ingredienti per una nicchia potenzialmente redditizia. Dai un’occhiata alla mia guida per molto di più: Come scegliere una nicchia di blog (+ esempi) .

Il motivo per cui la scelta di una nicchia viene prima di tutto, è che il modo in cui il tuo blog funziona come un’azienda, sarà fortemente influenzato dalla nicchia in cui stai operando. È solo dopo essere atterrato in una nicchia chiara in cui puoi spostarti definendo e imparando di più sul tuo pubblico ti verrà offerto.

Informazioni sul pubblico di destinazione

Dopo la tua nicchia, la prossima decisione commerciale più importante che devi prendere, è decidere chi sarà il tuo pubblico target e impegnarti a saperne di più su di loro.

In un mondo con miliardi di persone che usano Internet , la realtà è che non tutti scopriranno o addirittura risuoneranno con il tuo blog, figuriamoci essere disposti ad acquistare qualsiasi cosa tu venda quando inizi a monetizzare i tuoi contenuti.

Devi cercare il tuo pubblico target e capire i loro punti deboli e come puoi aiutarli attraverso il tuo blog.

Pensa ai tuoi lettori in termini di demografia e psicografia che li definiscono:

  • Dati demografici: i tratti quantitativi dei tuoi lettori. Come età, sesso, posizione, titolo professionale.
  • Psicografia: tratti più non misurabili come valori, interessi, attitudine e sistemi di credenze.

In breve, chi sono i tuoi lettori target e quali problemi risolverai per loro?

La risposta a questa domanda fondamentale ti aiuterà anche a determinare il tipo di contenuto che creerai, nonché i migliori canali per monetizzare quel contenuto.

Determina come monetizzerai il tuo blog

Esistono molti modi per fare soldi con il blog , ma è estremamente importante ricordare che puoi generare entrate solo dal tuo blog, una volta che hai iniziato ad attirare un pubblico.

Tuttavia, aiuta a pianificare oggi in che modo desideri monetizzare il tuo blog (idealmente in un modo che coinvolga i tuoi punti di forza e la tua esperienza unica).

Alcuni dei canali di monetizzazione dei blog più testati nel tempo includono:

  • Contenuto del blog sponsorizzato
  • Programmi di affiliazione
  • Annunci Blog
  • Vendi corsi online
  • Prodotti fisici
  • Rilascia uno strumento software
  • Vendere i tuoi servizi
  • Scrivere (e vendere) eBook
  • Avvia un vertice virtuale
  • Partnership commerciali
  • Sponsorizzazioni podcast
  • freelance

Ti consiglierei di non seguire un particolare percorso di monetizzazione semplicemente perché è un’opportunità per fare soldi. Il tuo compito più importante in questa fase è decidere quali canali di monetizzazione saranno i migliori per la tua nicchia, il tipo di pubblico che prevedi di attirare e come coinvolgere al meglio i tuoi interessi.

Ancora una volta, tieni presente che il tuo pubblico sarà la linfa vitale del tuo blog, quindi imparare da loro nei primi giorni sarà la chiave per raccogliere preziosi feedback su come aiutarli al meglio. Per uno sguardo approfondito alle mie migliori strategie di monetizzazione del blog, consulta la mia guida: Come fare soldi con il blog quest’anno .

Stabilire gli obiettivi di business del blog

Infine, quando definisci il tuo blog come azienda, devi stabilire obiettivi aziendali chiari per iniziare a lavorare.

Questo ti aiuterà a suddividere i più grandi obiettivi di immagini in compiti di dimensioni ridotte che non ti sopraffanno su base giornaliera e settimanale.

Stabilire obiettivi intelligenti ti aiuterà anche a rimanere ultra-concentrato nel fare solo le attività che ti avvicinano misurabilmente a tali obiettivi.

Alcuni esempi di obiettivi che  potresti considerare di impostare per il tuo blog durante il primo anno includono:

  • Raggiungere 10.000 visitatori mensili (entro 12 mesi)
  • Lavorare 15 ore settimanali alla creazione e promozione del contenuto del blog
  • Attirare 1.000 abbonati e-mail (entro 6 mesi)
  • Guadagna $ 1.000 di entrate dal tuo blog (nei primi 6 mesi)

Qualunque obiettivo tu decida di prefiggerti, assicurati che siano il più realistici possibile, chiaramente attuabili e misurabili, in modo da poter regolarmente guardare indietro e rivalutare come stai.

Dopo aver gettato queste solide basi per il business plan del tuo blog, possiamo passare all’analisi dei concorrenti e a imparare di più su come farlo funzionare nella tua nicchia.

2. Fai un’analisi competitiva di altri blog

Prima ancora di lanciare il tuo blog (o trasformare un blog esistente in un’azienda adeguata), devi imparare dalla concorrenza.

Sì, è permesso. E no, non devi fare nulla di losco o coinvolgere spie russe.

Analisi della concorrenza e apprendimento dalla concorrenza per sviluppare un piano

Spiare i tuoi concorrenti e raccogliere informazioni è un ottimo modo per convalidare le tue idee su come portare al meglio un business plan di blog.

È anche un modo fantastico per imparare cosa serve per avere successo nella tua nicchia. Queste sono le tre cose principali che vorresti fare quando si tratta di analisi della concorrenza.

Identifica i tuoi principali concorrenti

Identificare i tuoi concorrenti ti aiuta a vedere il potenziale del tuo blog all’interno della nicchia in cui stai operando.

Ancora più importante, ti aiuta anche a vedere chiaramente i tipi di prodotti che il tuo pubblico ama e che stanno già pagando (qualcun altro).

Quindi, come identifichi  chi sono i tuoi concorrenti?

  • Fai qualche ricerca per parole chiave per determinare quali parole e frasi migliori vuoi che il tuo blog classifichi nei risultati di Google
  • Dai uno sguardo attento agli articoli e ai siti già classificati nelle prime pagine di quei risultati di ricerca
  • Esamina i loro contenuti, cerca annunci, link a programmi di affiliazione , prodotti che vendono e altri sforzi di monetizzazione

Per quasi ogni frase chiave relativa alla tua nicchia, ci saranno già blog, siti Web e aziende competitivi che stanno intenzionalmente cercando di classificare i loro contenuti in cima a quei risultati di ricerca (al fine di attirare i lettori e generare entrate in qualche modo).

Ricerca i loro punti di forza, debolezza e parole chiave di alto livello

Un altro motivo intelligente per fare analisi della concorrenza è che ti aiuta a identificare i tuoi punti di forza e di debolezza.

In questo modo ti aiuterai a identificare alcune lacune nel mercato che puoi (proficuamente) colmare posizionandoti in modo ponderato verso un segmento di pubblico, imparando a scrivere un post sul blog che ha più impatto sui lettori, costruendo titoli catchier e altri modi per crescere il tuo blog .

Come ho già accennato, uno dei modi migliori per raccogliere queste informazioni è condurre una ricerca per parole chiave .

Le parole chiave sono semplici parole o frasi che vengono comunemente utilizzate dalle persone per cercare qualcosa su Internet.

Puoi utilizzare tali informazioni per posizionare in modo ponderato i tuoi contenuti in modo da posizionarli in cima a tali risultati di ricerca.

Grazie alla bellezza della tecnologia, oggi ci sono molti strumenti gratuiti che puoi utilizzare per condurre ricerche di parole chiave: il mio preferito è Twinword Ideas .

Idee Twinword Strumento per la ricerca di parole chiave per analizzare i concorrenti e il volume di ricerca (Screenshot) in un Business Plan Blog

Quando si tratta di analisi della concorrenza, identificare le parole chiave (più preziose) per cui i concorrenti si stanno classificando è un grande vantaggio.

Certo, puoi collegare le tue parole chiave che ritieni possano essere preziose (e attirare il pubblico giusto), ma corri anche il rischio di scegliere parole chiave che potrebbero sfuggire al segno quando si tratta di guidare il traffico e classificarsi bene nei risultati dei motori di ricerca .

L’analisi della concorrenza è un ottimo modo per trovare velocemente parole chiave con un ROI elevato su cui altri hanno già svolto la ricerca. È anche un buon modo per trovare opportunità di parole chiave a bassa concorrenza che puoi capitalizzare su te stesso.

Quali strategie sembrano usare i concorrenti?

L’analisi della concorrenza non è completa fino a quando non si ha anche un quadro chiaro delle strategie che stanno utilizzando.

  • Come sembrano monetizzare il loro blog?
  • Cosa fanno per promuovere il loro contenuto?
  • In che modo indirizzano il traffico verso il loro blog?
  • Quali parole chiave stanno cercando?
  • Esiste una chiara opportunità per creare contenuti migliori (più utili) dei loro?

Ciò è particolarmente efficace se i tuoi concorrenti stanno andando bene.

Puoi imparare molto studiando i modi in cui operano, senza spendere un centesimo.

Decidi come distinguere il tuo blog

Alla fine della giornata, l’intuizione più importante per venire fuori dal fare analisi della concorrenza, è come distinguersi dalla massa.

Con migliaia di blog che vengono lanciati ogni giorno, uno degli unici modi in cui puoi avere successo a lungo termine è quello di ritagliarti una posizione unica nella tua nicchia.

Per farlo bene, osserva cosa non fanno gli altri e fai una chiamata per sapere se è necessario o meno riempire il mercato.

Dopo aver trascorso un po ‘di tempo ad analizzare la concorrenza, costruiamo un altro livello nel piano aziendale del tuo blog.

3. Inizia e fai crescere il tuo blog (il modo redditizio)

Ora veniamo alla parte divertente – in realtà iniziare il tuo blog .

Se hai già un blog in diretta, puoi passare alla sezione successiva sulla mappatura della strategia di generazione del traffico facendo clic qui .

L’avvio di un blog è molto semplice, ma preparare tutto per poter (presto) massimizzare il tuo potenziale di profitto – beh, è ​​un po ‘più sfumato.

La differenza principale è che devi prestare molta attenzione alle decisioni che stai prendendo e alle impostazioni che stai mettendo in atto, poiché il tuo blog è la tua risorsa aziendale principale.

Tutto questo è suddiviso in dettagli chiari e dettagliati in questa guida: Come avviare un blog (e fare soldi) , ma ecco la panoramica. Questi sono i due aspetti più importanti della configurazione del tuo blog.

Ottieni il tuo nome di dominio e blog hosting

Nella sua forma più semplice, un nome di dominio è il nome ( .com ,  .co ,  .net o altro) che dai al tuo blog.

E proprio come qualsiasi nome commerciale, il tuo nome di dominio deve essere registrato. Prova il più possibile per ottenere un nome di dominio che si adatti al tuo marchio, missione o nicchia di cui bloggerai.

Come scegliere il nome di dominio giusto per il tuo blog Esempio di homepage di Ryan Robinson

Il tuo piano di web hosting, d’altra parte, è il servizio che rende effettivamente il tuo blog online (e rilevabile su Internet). Il servizio di hosting scelto ospiterà il tuo blog sui loro server e manterrà il caricamento rapido delle pagine per i lettori che scoprono i tuoi contenuti.

Inutile dire che devi investire in un servizio di hosting affidabile per assicurarti di massimizzare le tue opportunità di successo.

Raccomando personalmente Bluehost in quanto sono una delle società di hosting più affidabili, convenienti e capaci che ha un ottimo team per aiutare con il supporto tecnico mentre procedi.

Inoltre, offrono la registrazione gratuita del dominio quando ti iscrivi al tuo piano di hosting.

Hosting Bluehost per rendere il tuo blog online (Bluehost Homepage)

Hai bisogno d'aiuto? Contattaci via Email: info.ibdi.it@gmail.com

Se non sei sicuro di come nominare al meglio il tuo blog, immergiti un po ‘più in profondità in questa guida: Come nominare un blog (+ esempi) .

Progetta il tuo blog pensando al branding

Un altro vantaggio dell’utilizzo di Bluehost per alimentare il tuo blog è che offrono una semplice installazione di WordPress con un clic immediatamente dopo la registrazione.

Che cos’è WordPress? WordPress è una semplice piattaforma di blogging avviata nel 2003 per aiutare editori, blogger e aziende a creare, pubblicare e gestire rapidamente siti Web senza dover assumere un team tecnico per farlo, ma da allora WordPress è diventata la piattaforma di pubblicazione più popolare al mondo. Ecco come appare WordPress dietro le quinte:

Usa WordPress nel tuo blog Business Plan per la gestione dei contenuti (Screenshot)

Il fatto che WordPress sia anche gratuito, lo rende un gioco da ragazzi, in quanto significa ridurre le spese (un bonus in qualsiasi piano aziendale di blog).

Mentre progetti il ​​tuo sito web, assicurati che sia abbastanza professionale da stabilire la fiducia con i tipi di lettori che desideri attirare e trattenere.

Un aspetto da chiarire fin dall’inizio è il modo in cui marchi il tuo blog. Non sto solo parlando di un bellissimo logo (anche se non fa male). Il marchio include anche:

  • Estetica del blog : l’estetica ha a che fare con il fascino visivo del tuo blog. Progetta il tuo blog in modo che sia attraente per il tuo pubblico ideale e facile da navigare.
  • Personalità del blog : la personalità del tuo blog comprende il tono, lo stile, le tavolozze dei colori e l’atmosfera che desideri che i tuoi lettori possano apprezzare.
  • La tua visione e missione : questo ti aiuterà a dettare il tipo di contenuto che produci. Ad esempio, il mio blog è incentrato sull’aiutare gli altri blogger (come te) ad avere più successo nel trasformare i loro interessi in un redditizio business online.

Per di più, assicurati di leggere la mia guida dettagliata: Come avviare un blog (e fare soldi) per ottenere tutte le basi di base squadrate sul tuo blog, prima di passare agli aspetti di guida del traffico e generazione di entrate del tuo business plan blog .

4. Mappa la tua strategia di generazione del traffico

Il traffico è la valuta di Internet. Senza di essa, non sarai in grado di monetizzare il tuo blog.

Solo l’anno scorso, il mio blog ha attirato oltre 4,4 milioni di lettori, ed è il contenuto utile che ho fornito a quei lettori che mi ha aiutato a generare oltre $ 50.000 / mese in alcuni mesi dell’anno (attraverso una combinazione di molti diversi modi in cui guadagno denaro blog ).

Statistiche sul traffico del blog (Schermata di Google Analytics) Esempio di esecuzione di un business plan di blog

 

La matematica è piuttosto semplice qui: più visitatori = più entrate (potenziale) .

Ecco perché mappare un piano chiaro su come porterai più traffico sul tuo blog nel lungo periodo, è un passaggio fondamentale nella creazione del tuo business plan blog.

Scopri come inchiodare le tue fonti di traffico per i tipi di lettori che desideri attirare e il tuo blog è quasi sicuro di prosperare.

Quindi, come indirizzare il traffico al tuo blog?

Estratto dalla mia (più ampia) guida: come indirizzare il traffico verso il tuo blog , analizzeremo alcune delle strategie di maggiore impatto per attirare i lettori sul tuo blog.

Crea contenuti ottimizzati per SEO specifici di nicchia

Il più grande singolo fattore che attirerà più persone sul tuo blog è la creazione di contenuti estremamente preziosi all’interno della tua nicchia.

Se riesci a creare contenuti che siano degni di essere condivisi dai tuoi lettori, allora più persone che inciampano nel tuo articolo, sia che si tratti di siti di social media, motori di ricerca, comunità online o altro, vorranno spargere la voce ad altri che conoscere.

La base per farlo, sta fornendo un valore reale all’interno della tua nicchia.

Tuttavia, non importa quanto siano grandi i tuoi contenuti, devono ancora essere individuabili sui motori di ricerca di Internet (principalmente Google, oggi).

Ecco perché devi imparare a seguire le migliori pratiche SEO che possono far scoprire i tuoi contenuti a più persone. Ciò include cose come:

  • Inchiodare la tua ricerca per parole chiave
  • Concentrarsi sulle intenzioni degli utenti e comprendere le esigenze dei ricercatori (non solo i motori di ricerca)
  • Prenditi il ​​tuo tempo a scrivere titoli SEO-friendly
  • Utilizzando i tag di intestazione giusti
  • Ottimizzazione dell’URL della tua pagina
  • Essere strategici con i tuoi link
  • Elaborare una meta descrizione allettante
  • Ottimizzare le tue immagini
  • Garantire la cordialità mobile e ridurre i tempi di caricamento della pagina
  • Promuovere i tuoi contenuti (dove il tuo pubblico trascorre il loro tempo online)

Per un approfondimento su come ottimizzare rapidamente i contenuti del tuo blog, leggi la mia guida: 10 strategie SEO per blog per ottenere più lettori oggi.

Usa il blog degli ospiti per aumentare la tua copertura

Il blog degli ospiti è senza dubbio il primo modo per indirizzare il traffico di qualità migliore e altamente mirato al tuo blog (dai siti Web in cui i tuoi lettori ideali stanno già passando il loro tempo).

Scopri il picco di traffico che ho ricevuto dal mio primo post ospite nel 2014 sul blog Buffer:

Grafico del traffico di Google Analytics di quando il mio primo post per gli ospiti è stato pubblicato come parte del mio Business Plan Blog

Allora, cos’è il blog degli ospiti? È molto semplice, davvero.

Il blog degli ospiti è l’atto di scrivere un post sul blog che pubblichi su un altro sito web che non è il tuo, presumibilmente uno che ha il giusto tipo di pubblico a cui stai cercando di attingere. È vantaggioso per il blog o la pubblicazione che accetta il tuo post (di alta qualità) per gli ospiti, perché stanno ottenendo contenuti gratuiti che desiderano per i loro lettori e hai l’opportunità di collegarti con gusto al tuo blog all’interno l’articolo ospite.

Quattro dei maggiori vantaggi che otterrai dal blog degli ospiti sono:

  • Traffico pertinente . Questo è estremamente importante, quindi assicurati di essere blog degli ospiti su siti frequentati dal tuo pubblico di destinazione.
  • Crea backlink di qualità . Il blog degli ospiti è un ottimo modo per costruire il tuo portafoglio di siti affidabili che rimandano al tuo blog (che è un segnale positivo che i motori di ricerca guardano quando valutano la fiducia e la credibilità di un sito Web). Questo a sua volta, contribuirà a migliorare le classifiche di ricerca organiche per i tuoi contenuti nel tempo.
  • Aumenta la consapevolezza del marchio . Un altro grande vantaggio del blog degli ospiti è che aiuta a far conoscere il tuo marchio a più persone, dandoti l’opportunità di entrare in contatto con nuovi lettori.
  • Stabilisci la tua autorità . Un modo in cui puoi distinguerti dai tuoi concorrenti è affermarti come un’autorità nella tua nicchia. La pubblicazione degli ospiti ti aiuta a fare proprio questo.

Ora, è ovvio che i tuoi post degli ospiti devono essere di altissimo livello se speri che la tua campagna ripaghi effettivamente su quell’obiettivo di attrarre i lettori che vogliono più contenuti. Finora nel tuo business plan del blog, non ho dubbi che tu sia impegnato.

Costruisci e fai crescere una mailing list

Un altro modo affidabile per indirizzare il traffico (indietro) verso il tuo blog è quello di creare un elenco di e-mail di lettori che hanno già consumato i tuoi contenuti e vogliono tornare per ulteriori informazioni.

ConvertKit Email Subscriber Figures Dicembre 2019 Ryan Robinson Blog Rapporto sul reddito

Far crescere la tua mailing list (nel tempo) è uno dei modi migliori per portare costantemente più persone al tuo blog. E l’ email marketing del blog non è un’attività così scoraggiante come potrebbe sembrare.

Uno dei modi più importanti per assicurarti di creare un elenco di posta elettronica attivo e impegnato è creare un magnete principale veramente vantaggioso che il tuo pubblico di riferimento troverà degno di iscriversi al tuo elenco di posta elettronica, al fine di ottenere l’accesso al tuo contenuto recintato .

Avrai anche bisogno di un fornitore affidabile di servizi di posta elettronica che ti aiuti a consegnare le tue e-mail di abbonati, eventualmente a configurare automazioni e altro ancora.

Se vuoi un approfondimento su come essere un marketer e-mail migliore con il tuo blog, leggi la mia guida: Email Marketing per i blogger quest’anno .

Crea una strategia creativa di marketing sui social media

I social media, che si tratti di Instagram, Facebook, Twitter, LinkedIn, Pinterest (o altro), sono un ottimo canale che puoi utilizzare per promuovere i contenuti del tuo blog e indirizzare il traffico verso di essi.

Screenshot dell'account Twitter di Ryan Robinson per vedere come promuovere i contenuti sui social media nel tuo blog Business Plan

Assicurati di connetterti sinceramente con i membri della tua comunità sulla piattaforma o sulle piattaforme social su cui scegli di investire il tuo tempo e assicurati di far crescere un seguito sul principale canale di social media su cui il tuo pubblico ideale effettivamente trascorre del tempo.

Quando hai appena iniziato e hai ancora un budget limitato per il blog , condividere organicamente i tuoi contenuti è il modo migliore per andare (poiché è completamente gratuito) e puoi concentrarti sul collegamento individuale con persone che sembrano adattarsi al profilo di un potenziale lettore .

Tuttavia, man mano che cresci (e inizi a generare entrate sul tuo blog), puoi anche aumentare la tua portata promuovendo i tuoi post e indirizzando un pubblico specifico.

Se riesci a indirizzare il traffico verso il tuo sito web (il traffico giusto, cioè), trasformare il tuo blog in una macchina per fare soldi diventa una questione di dare al tuo pubblico ciò di cui ha bisogno … e trovare modi vantaggiosi per offrire più valore in cambio per un pagamento.

5. Formulare il processo di lavoro del tuo blog

Formulare un vero processo attraverso il quale farai uscire il tuo business plan dal blog e nel mondo reale, è un passo fondamentale.

Il tuo processo di lavoro sarà la tabella di marcia che indirizzerà le attività su cui trascorri il tuo tempo (creazione di contenuti, promozione, monetizzazione) al fine di spingerti avanti e raggiungere gli obiettivi di business del tuo blog. Alcuni dei processi necessari per sviluppare un piano di gioco chiaro includono:

Decidere con quale frequenza creare e pubblicare contenuti

Il contenuto, sia esso scritto, audio o video, è la spina dorsale di ogni blog di successo.

Migliore è il tuo contenuto, più attraente (e redditizio) sarà il tuo blog. Per questo motivo, è necessario sviluppare una strategia di contenuto logico  e attenersi ad essa.

Ecco una rapida anteprima di come appare il mio calendario editoriale dei contenuti . Puoi prenderne una copia gratuita proprio qui .

Come sviluppare una strategia di contenuto (Calendar Screenshot Google Doc) in un blog Business Plan

A parte solo il calendario editoriale che stabilisce quando pubblicare nuovi articoli (e quali dovrebbero essere quegli argomenti / titoli), altri aspetti della creazione di contenuti che dovrete decidere di includere includono le seguenti domande:

  • Farai tu stesso tutta la scrittura? In caso contrario, puoi permetterti di assumere un aiuto per la scrittura?
  • Qual è un obiettivo realistico per quanto spesso puoi aspettarti di pubblicare un nuovo articolo?
  • Come promuoverai i tuoi contenuti?
  • Hai intenzione di ottenere disegni o immagini personalizzati per i tuoi contenuti? Chi si occuperà dei tuoi progetti?

La linea di fondo per quanto riguarda la creazione di contenuti, è che devi creare contenuti di alta qualità che incidono positivamente sui risultati per i tuoi lettori (in modo coerente).

Quando e perché dovresti esternalizzare

Come in ogni azienda, la crescita alla fine porta a una cosa: il sovraccarico di lavoro.

Anche se potrebbe non essere oggi, devi anticipare e prepararti per questa fase nel tuo blog, determinando quando dovresti iniziare a esternalizzare determinati componenti del tuo processo. La semplice realtà è che non puoi sempre fare tutto, e potrai ottenere risultati molto più rapidi sul tuo blog se puoi permetterti di dare qualche aiuto di tanto in tanto.

È anche importante sapere quali attività esternalizzeranno per prime.

Cercare di fare tutto da soli può portare a problemi di qualità o, peggio, a un esaurimento che può portare all’abbandono del tuo blog.

Quanto tempo dedicherai al tuo blog

Uno dei maggiori vantaggi della gestione di un blog è che puoi farlo come attività secondaria per tutto il tempo che desideri.

Tuttavia, solo perché è un’attività secondaria, non significa che puoi trascurare il tuo blog e aspettarti che continui a crescere nonostante la tua mancanza di attenzione.

Devi decidere dall’inizio:

  • Quante ore al giorno (e settimana) puoi tranquillamente impegnare nel tuo blog
  • Trova i periodi esatti che utilizzerai durante il giorno e inserisci segnaposto nel tuo calendario
  • Rispetta l’impegno che hai preso per la crescita del tuo blog

Tutta la pianificazione nel mondo non vale la pena se non ti attieni ai tempi che hai assegnato per lavorare sul tuo blog.

Scolpisci tutto il tempo che puoi realisticamente spendere — e naturalmente, tanto meglio è. Non solo ti aiuterà a far crescere il tuo blog (e le tue entrate) più velocemente, ma ti aiuterà anche a visualizzare e valorizzare il tuo blog come un’attività seria.

Assicurati di dettagliare il processo di lavoro all’interno del business plan del tuo blog (e seguilo nel modo più rigoroso possibile).

Richiederà la formazione di nuove abitudini e un livello di disciplina da parte vostra, ma lo stesso vale per tutto ciò che vale la pena lavorare duramente per raggiungere.

6. Avvia (e ottimizza) il tuo blog

L’avvio di un blog non è certamente il biglietto per la ricchezza della persona pigra (come molti sostengono che sia). Sarò il primo a dirti che è un sacco di lavoro.

Costruire un blog redditizio richiede molto sangue, sudore e lacrime … come puoi vedere dal mio viaggio personale durante l’ esecuzione del mio business plan per il blog. Ma i premi meritano lo sforzo.

Ryan Robinson Blogger che lavora nella caffetteria in un blog Business Plan

Se riesci ad arrivare fino a questo punto nel tuo business plan per il tuo blog — per lanciare il tuo blog e passare a lavorare sodo per farlo crescere — allora congratulazioni! Devi premiarti.

A questo punto, avrai:

  • Imposta gli obiettivi di business del tuo blog
  • Scolpito una nicchia chiara per te stesso
  • Ho studiato il tuo pubblico
  • Progettato e realizzato il tuo blog (ottimizzandolo per il SEO)

E probabilmente hai capito un articolo o due che sei pronto per iniziare a scrivere anche adesso.

Quindi … una volta lanciato ufficialmente il tuo blog, è tempo di aumentare la consapevolezza e iniziare ad attirare i lettori.

Entra nelle giuste community online

C’è un’arte e una scienza per capire esattamente dove i tuoi lettori ideali trascorrono il loro tempo online. Inizia chiedendo loro!

Il mio consiglio è di sperimentare anche con queste piattaforme:

  • Inizia a rispondere alle domande su Quora (e rimanda con gusto al tuo blog quando appropriato)
  • Partecipa a discussioni ponderate su siti come Reddit e testa attentamente le acque che promuovono il tuo blog dopo aver costruito la tua credibilità in uno spazio
  • Trova comunità di nicchia su Slack, gruppi su Facebook, forum su LinkedIn e rintraccia siti di comunità di proprietà indipendente che si concentrano sul tuo verticale

Questo è uno dei momenti più importanti per  iniziare a costruire la tua buona volontà nelle comunità online pertinenti all’interno della tua nicchia.

Sono queste relazioni che inizi a formare oggi che possono portare a collaborazioni di anni, un afflusso di lettori mirati e altro ancora.

Promuovi i tuoi contenuti sui social media

Se hai già alcuni follower o amici su una particolare piattaforma di social media, inizia da lì.

Chiedi supporto, crea un po ‘di brusio per arrivare alla tua giornata di lancio e scopri in che modo puoi coinvolgere il tuo social network nel processo di creazione dei contenuti.

Ora, se non hai molta presenza sociale oggi, va bene. È ora di iniziare a piantare i semi di come ne costruirai uno .

Chiedi aiuto alla tua rete per diffondere la notizia

Uno dei maggiori vantaggi del blog è che ti aiuta a costruire una rete di persone che la pensano allo stesso modo … e le probabilità sono alte che tu  abbia già almeno una piccola rete di persone con cui ti relazioni bene – che vanno da amici a familiari, co – lavoratori, ex compagni di classe, colleghi del settore o altro.

E indovina cosa? La persona dietro ogni relazione significativa nella tua vita vuole vederti avere successo.

Non aver paura di chiedere ai tuoi amici di aiutarti ad avviare il tuo blog. Alcuni modi per farlo sono chiedendo loro di:

  • Annuncia il tuo lancio condividendo nuovamente i tuoi post sui social media
  • Prendi un tuo post ospite per il loro blog (se è una destinazione pertinente)
  • Sii un ospite in primo piano nel loro podcast o richiedi un’introduzione a un conduttore di spettacoli più pertinente

Ci sono molti altri modi in cui puoi sfruttare la tua rete, ma questo ti dà una buona idea di dove puoi iniziare.

Il tuo blog Business Plan funziona solo se lo fai (prima)

Un blog può diventare un’impresa commerciale molto significativa e redditizia.

Ma per far crescere il tuo sito fino a quel punto, richiede un business plan strategico per il blog.

Più che un semplice piano aziendale, gestire un blog redditizio richiede molto impegno, disciplina e duro lavoro costante.

Se riesci a farcela, però, aumenti le tue possibilità di sfuggire al mondo del lavoro dalle 9 alle 5 e ti concedi la libertà di vivere la vita alle tue condizioni.

Quindi, se non lo hai già fatto, inizia a redigere il tuo business plan per il blog usando la struttura che ho scomposto in questa guida.

E se hai bisogno di passaggi più concreti su come trasformare il tuo blog in un’azienda redditizia, leggi la mia guida definitiva:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1296 shares
Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close