Cerca

Come creare Shortcode in WordPress e lavorarci più facilmente

Come creare codici brevi WordPress e lavorare con loro più facilmente

I codici brevi di WordPress sono piccoli tag che vengono utilizzati come collegamenti per l’esecuzione di funzionalità specifiche in post e pagine . Puoi riconoscere i codici brevi con parentesi quadre che racchiudono una semplice parola o una frase. Sono stati introdotti nella versione 2.5 con una missione per aiutare le persone a eseguire le funzioni in modo semplice.

Come forse già saprai, WordPress utilizza il linguaggio di programmazione PHP per accendersi. Pertanto, quando si desidera aggiungere una funzionalità specifica direttamente a post e pagine, è necessario scrivere il codice nell’editor di testo. Invece, i codici brevi consentono agli utenti di sostituire l’intero blocco di codice con un semplice termine ed eseguirlo semplicemente pubblicando un post. Incredibile, vero?

In questa guida puoi imparare:

  • Come usare i codici brevi di WordPress
  • Come creare un semplice shortcode
  • Come utilizzare i codici brevi in ​​Widget di testo

Lettura consigliata: Corsi WordPress di Udemy

Come usare i codici brevi di WordPress

Shortcode in editor di testo e visual

Per utilizzare i codici brevi, non è necessario sapere come codificare o capire come funzionano nel back-end. WordPress stesso, così come la maggior parte dei temi e plugin di WordPRess , utilizza codici brevi diversi per consentire l’utilizzo di molte funzionalità avanzate.

Ad esempio, per visualizzare l’intera galleria di immagini, devi solo usare lo   shortcode

che viene installato con WordPress. La maggior parte degli shortcode può essere utilizzata nella loro forma base come nell’esempio precedente.

Gli shortcode vengono sostituiti dal contenuto effettivo non appena si pubblica o visualizza in anteprima un post o una pagina.

Parametri shortcode

Più spesso, i codici brevi possono avere parametri aggiuntivi . Aggiungendo loro ulteriori informazioni, è possibile personalizzare e modificare l’output. Ad esempio, mentre il banale shortcode

mostra tutte le immagini allegate al post, è possibile modificarlo. Lo shortcode Galleria ti consente di specificare le immagini in base al loro ID in modo da poter mostrare solo le immagini specifiche o anche includere immagini che non fanno parte di quel particolare post.

Inoltre, è possibile definire una dimensione della galleria e molte altre cose fornendo parametri aggiuntivi. Ecco un esempio:

[ids galleria = “1,5,7” size = “medium”]

La galleria di questo esempio mostrerebbe solo immagini con numeri ID specificati. In questo caso, la dimensione verrebbe automaticamente modificata in media. E ottieni tutto questo con un semplice shortcode. Ora immagina come sarebbe l’intera cosa se stavi per aggiungere manualmente il codice PHP che avrebbe decine se non centinaia di righe. Grazie, codici brevi!

Inizio e fine tag

Alcuni codici brevi più complessi possono avere tag di inizio e fine. Quindi, invece di uno shortcode, finiresti per averne due con contenuti specifici in mezzo.

Ad esempio, un plug-in di Google Maps potrebbe consentire di visualizzare una posizione sulle mappe tramite lo shortcode. La maggior parte di questi plugin avrà tag di inizio e fine, mentre l’indirizzo dovrebbe essere scritto tra. Ecco un esempio:

[[maps]] New York, USA [[/ maps]]

Come puoi vedere dall’esempio, il tag di fine inizia sempre con un segno di barra “/”. Avendo entrambi i tag, WordPress può identificare più facilmente le parti degli shortcode.

Lavora nell’editor di testo

Codici brevi di WordPress

Sebbene siano solo scorciatoie per le funzioni, i codici brevi sono in realtà crittogrammi specifici di WordPress da soli. Quindi, se provi a scrivere un shortcode nell’editor visivo, WordPress ti mostrerà immediatamente l’output (o solo il segnaposto) di quel shortcode. Se seguissi l’esempio della galleria e scrivessi lo shortcode nell’editor Visual, vedresti che WordPress ne mostra immediatamente i contenuti (vedi la prima immagine in questo post per vedere come funziona).

Se vuoi modificare un shortcode e lavorare con i suoi parametri, passa a un editor di testo che ti consenta di vedere la struttura di un determinato shortcode.

Codici brevi di WordPress predefiniti

Gli shortcode sono generalmente gestiti da temi e plugin. Ogni sviluppatore può registrare i codici brevi da solo , quindi ognuno è diverso. Cosa fa uno shortcode, quali sono i suoi parametri e le sue funzioni, dipende esclusivamente dal plug-in e dal tema specifici che stai usando.

Ad esempio, un plug-in che ti aiuta a visualizzare una posizione su Google Maps potrebbe avere uno shortcode [[maps]], uno che visualizza i moduli di iscrizione utilizzerà [[form]] e così via.

Ogni prodotto è diverso, quindi assicurati di controllare la descrizione e la documentazione di temi e plugin per saperne di più sul loro utilizzo specifico.

Tuttavia, WordPress viene fornito con una serie di codici brevi predefiniti che è possibile utilizzare senza installare estensioni aggiuntive. Per impostazione predefinita, questi sono codici brevi con cui puoi lavorare:

  • – incorpora i file audio

  • [didascalia] – avvolge i sottotitoli attorno al contenuto
  • – avvolge gli oggetti embed e imposta le loro dimensioni massime

  • – mostra la galleria di immagini

  • – mostra una raccolta di file audio e video

  • – incorpora i file video

Escaping degli shortcode (visualizza il testo degli shortcode senza eseguirlo)

A volte, potresti voler visualizzare del testo che rappresenta un shortcode invece di eseguirlo. Se hai provato ad aggiungere un shortcode sia al text che agli editor visivi, ti sei reso conto che era stato eseguito in entrambe le occasioni.

Per visualizzare il testo di uno shortcode, utilizzare le parentesi doppie:  [[shortcode]]

Se si desidera visualizzare un shortcode con tag di inizio e fine, utilizzare solo la prima e l’ultima parentesi doppia:  [[maps] New York, USA [/ maps]]

Quando lavori nell’editor di testo, puoi anche sostituire le parentesi quadre con i loro codici. Quindi, invece di “[” puoi usare “& # 91;”, e invece “]” usa “& # 93;”. Ad esempio:  & # 91; shortcode & # 93 ; visualizzerà anche lo shortcode senza eseguirlo.

Come creare un semplice shortcode

Quando scrivi articoli su WordPress quotidianamente, ci sono momenti in cui ti ripeti e quando devi digitare qualcosa ancora e ancora. Non importa se si tratta di un URL di un sito Web, una frase lunga o forse un pezzo di codice HTML che scrivi costantemente da zero, dovresti considerare di scrivere un shortcode per questo.

E con questa semplice funzione, non devi essere un programmatore o non ne assumerai nemmeno uno per rendere le cose semplici per te. Segui i passaggi seguenti e crea un codice personalizzato:

    1. Apri il file function.php nel menu Aspetto -> Editor
    2. Inserire il seguente codice alla fine del file:
funzione fsg_shortURL () {
restituire "http://www.firstsiteguide.com";
}
add_shortcode ('fsg', 'fsg_shortURL');
  1. Vai a Editor di testo e digita  [fsg]  per ottenere l’URL anziché lo shortcode

Non è stato difficile, vero?

Esempio più avanzato: aggiungi shortcode immagine

Inserendo il seguente codice in Functions.php, è possibile creare lo shortcode per posizionare un’immagine con attributi personalizzati di larghezza e altezza:

    1. Vai al file Functions.php
    2. Incolla il seguente codice:
funzione img_shortcode ($ atts, $ content = null) {

	extract (shortcode_atts (
		Vettore(
			'larghezza' => '',
			'height' => '',
		), $ atts)
	);
ritorno '';
}
add_shortcode ('img', 'img_shortcode');

  1. Apri editor di testo:

Qui puoi usare  [img width = ‘x’ height = ‘y’] http: //… [/ img]  shortcode dove “x” e “y” sono numeri che rappresentano la larghezza e l’altezza in pixel.

Puoi facilmente aggiungere altri attributi di immagine se ne hai bisogno; controlla l’elenco di  tutti gli attributi dell’immagine su W3 Schools .

Come utilizzare i codici brevi in ​​Widget di testo

Con WordPress versione 4.9 che è stato rilasciato il 15 novembre 2017, i codici brevi funzionano automaticamente nei widget di testo. Ma se stai ancora utilizzando una versione precedente di WordPress, questa parte del tutorial ti aiuterà a ottenere il risultato.

I codici brevi possono contenere diverse funzionalità che è possibile aggiungere al sito Web WordPress. Sia che tu ne abbia  creato uno per te  o sia arrivato con un tema o un plug-in che hai appena installato, probabilmente utilizzerai codici brevi per tutto il tempo. Dal momento che puoi davvero risparmiare tempo e trarne vantaggio, non c’è motivo per non usare gli shortcode.

Se hai appena iniziato a costruire il tuo sito Web WordPress , potresti aver usato i codici brevi solo nell’editor dei Post. Ma la verità è che puoi usare gli shortcode praticamente ovunque .

Ad esempio, se stai utilizzando il plugin 5sec Google Maps PRO che ti consente di creare facilmente mappe con innumerevoli pin su di esso, potresti voler inserire la mappa tramite lo shortcode direttamente nel Widget di testo e mostrare la tua posizione sulla barra laterale anziché una singola inviare. Ma se il tuo tema non supporta i codici brevi nei widget, dovrai abilitare la funzione da solo ed è quello che mostreremo in questo articolo.

Se hai bisogno di usare uno shortcode nei tuoi file PHP (ad esempio, se vuoi eseguire il codice nel tuo file header.php ed eseguire lo shortcode ovunque sia presente l’intestazione), puoi farlo facilmente avvolgendolo attorno . Ma se hai provato a usare un shortcode nel tuo Widget di testo come nell’esempio che abbiamo menzionato sopra, sei rimasto deluso perché semplicemente non funziona e il widget mostrava il shortcode invece che è contenuto. A meno che il tema non abbia già registrato la funzione, dovrai abilitarlo da solo.

Quindi, se vuoi essere in grado di inserire un shortcode in un widget di testo e farlo funzionare, non preoccuparti; puoi farlo accadere in pochi secondi:

    1. Apri funzioni.php
    2. Copia e incolla le seguenti due righe:
add_filter ('widget_text', 'shortcode_unautop');
add_filter ('widget_text', 'do_shortcode');
  1. Salvare le modifiche

Sebbene in realtà sia sufficiente utilizzare solo la seconda riga che fa funzionare lo shortcode, vorrai la prima riga per evitare l’inserimento automatico del paragrafo di WordPress e interrompere i tag in cui inconsciamente crei interruzioni di riga formattando il testo in un widget . Nel caso in cui si inserisca uno shortcode su una riga separata,  unautop rimuoverà  quei tag di paragrafo e lo shortcode funzionerà come un incantesimo.

Ora puoi accedere a Aspetto -> Widget e trascinare il Widget di testo nel punto desiderato. Dopotutto, quando scrivi un shortcode direttamente nel tuo Widget di testo (che è registrato sul tuo sito, ovviamente) verrà eseguito esattamente come è stato digitato nel Post Editor.

Allo stesso modo, puoi eseguire il codice PHP dal tuo widget di testo. È stato abbastanza facile, no? Goditi i tuoi codici brevi.

Gli shortcode sono ovunque

Se stai appena iniziando un blog WordPress , i codici brevi possono sembrare ridondanti e difficili da capire. Il più delle volte sarà possibile evitare gli shortcode usando un’interfaccia user-friendly fornita da un plugin. Ma quando sarai più coinvolto con il blog e quando inizi a utilizzare più plugin, capirai il vero potere dei codici brevi.

Usarli diventerà una routine e ti abituerai rapidamente a scrivere parentesi quadre in ogni nuovo post che crei. Quindi prenditi qualche minuto e usa questo articolo per imparare le basi.