Cerca

Come avviare un’attività di e-commerce da zero (in 10 passaggi)

Sei sicuramente nel posto giusto!

Questa guida ti fornirà una tabella di marcia per passare da 0 a un business e-commerce completamente funzionale.

ISCRIVITI ALLE NOSTRE MAILING LIST PER IMPARARE TRUCCHI MAI VISTI SUL MARKETING, SEO E GUADAGNO ONLINE!

Seguiamo passo per passo l’intero processo per avviare un’attività di e-commerce e rendere tutto il più semplice possibile.

Come avviare l'attività di eCommerce da zero

Come avviare un’attività di eCommerce:

🌱 1. Decidi quale tipo di attività vuoi avviare

Le possibilità sono davvero infinite quando si desidera avviare un’attività di e-commerce da zero.

Le persone vendono ogni sorta di cose diverse online e lo fanno in ogni sorta di nicchie e mercati diversi.

E la cosa migliore di tutto ciò è che i numeri stanno solo crescendo. Si stima che nel 2020 ci saranno 2,05 (!) Miliardi di acquirenti digitali globali. Francamente, tutti e il loro cane stanno facendo shopping online in questi giorni! [1]

Ma! Questo non significa che puoi liberarlo e non pensare bene a cosa vuoi vendere e a chi vuoi venderlo.

Per rendere la tua attività di eCommerce di successo, devi configurarla correttamente sin dall’inizio.

Un buon punto di partenza è decidere cosa vuoi vendere, all’incirca.

E “approssimativamente” è la parola chiave qui. Faremo ulteriori ricerche sulla tua possibile merce in seguito, ma per ora, parliamo in termini generali:

Cosa può vendere la tua attività di e-commerce

Esistono quattro tipi principali di cose che vendono le aziende di e-commerce:

  • spedibile, beni fisici
  • beni digitali (ebook e opere scritte, download, software, app, multimedia)
  • Servizi
  • corsi, abbonamenti e altri abbonamenti

La cosa grandiosa delle tecnologie di eCommerce di oggi è che puoi vendere efficacemente una di queste o anche tutte allo stesso tempo.

Ma non è tutto; oltre a ciò che è nella tua offerta, devi anche decidere il tuo modello di adempimento . Come azienda di e-commerce, puoi:

Conserva il tuo inventario:

È qui che i prodotti che vendi si trovano comodamente nello spazio di archiviazione gestito da te. Sei anche tu il responsabile della spedizione dei prodotti ai clienti.

(Non pertinente quando si parla di prodotti digitali.)

Drop-ship:
Chiedi a qualcun altro di soddisfare gli ordini:

Infine, devi anche decidere se vuoi:

  • andare al dettaglio o all’ingrosso
  • offri i tuoi prodotti a livello locale, nazionale o internazionale

Quanto sopra potrebbe sembrare molto a cui pensare quando stai solo scoprendo come avviare un’attività di e-commerce e lottare con le tue idee iniziali. Ma non devi fare molto a questo punto. Basta annotare quali sono le tue preferenze e quindi utilizzare queste note come riferimento quando si prendono decisioni future.

Un esempio di come potrebbe apparire una nota del genere:

🧔

Per avviare un’attività di e-commerce, ho intenzione di:

  • offrire beni sia fisici che digitali
  • tenere il proprio inventario
  • vendere al dettaglio
  • spedire beni fisici su tutto il territorio nazionale; offrire prodotti digitali a livello internazionale

Il prossimo passo è trovare persone che compreranno da te, ad esempio, troviamo una nicchia:

Scegliere e comprendere la tua nicchia

Una “nicchia” è semplicemente il tuo posto in un mercato più ampio.

Oppure, un altro modo di dirlo, una nicchia è un gruppo definito di clienti target che sono disposti ad acquistare ciò che vendi.

Fondamentalmente, nicchia = persone disposte ad acquistare una certa cosa. 🤝

Questo ci porta ordinatamente all’errore più comune che le persone commettono quando avviano un’attività di e-commerce da zero: pensare di aver trovato una nicchia non sfruttata.

Mi dispiace doverti rompere questo, ma non ci sono cose come nicchie non sfruttate.

Se non riesci a convalidare una potenziale nicchia attraverso la ricerca, non dovresti rischiare di entrarci e aspettarti buoni ritorni.

Quando cerchi la tua nicchia, pensa prima alle persone . In altre parole, troviamo persone interessate ad acquistare da te .

Ecco come farlo:

Probabilmente hai un’idea generale su quale tipo di mercato vuoi affrontare e cosa vuoi vendere: pochissime persone vanno completamente da zero quando iniziano un’attività di eCommerce.

La chiave ora è restringere la base di clienti ideale e quindi comprenderne le esigenze.

Fortunatamente, vivendo nel 2020, abbiamo a disposizione più strumenti moderni, che semplificheranno la ricerca.

Il primo strumento che raccomando si chiama KWFinder . È uno strumento di ricerca per parole chiave, il che significa che se gli fornisci un termine seed o una parola chiave, suggerirà parole chiave correlate e ti mostrerà con quale frequenza viene cercata ciascuna di queste parole chiave correlate.

KWFinder è uno strumento a pagamento, ma offre una prova gratuita di 10 giorni, che dovrebbe essere più che sufficiente per completare la tua ricerca.

Ad esempio, se si desidera entrare nel settore della biancheria da letto , è possibile iniziare la ricerca con la parola chiave seed bed linen. Ecco cosa ha da dire KWFinder a riguardo:

Esegui una ricerca KWFinder per avviare l'attività di eCommerce

Nota; la biancheria da letto è solo un esempio; puoi replicare questa ricerca usando qualsiasi altra parola chiave seed.

Quello che puoi vedere a sinistra è la tua parola chiave seed, insieme a un elenco di parole chiave correlate. Ogni parola chiave ha anche alcune metriche di popolarità accanto ad essa. A destra, KWFinder mostra l’aspetto dei primi 10 in Google per la parola chiave attualmente selezionata.

Quello che puoi fare ora è sfogliare l’elenco delle parole chiave suggerite e approfondire la tua ricerca. Ad esempio, nell’elenco delle parole chiave correlate alla mia “biancheria da letto”, c’è una parola chiave “biancheria da letto firmata”. Ha 4.900 ricerche al mese, che è un buon inizio. Posso fare clic su di esso per renderlo la mia nuova parola chiave seed e ripetere la ricerca.

Se lo desidero, posso ripetere questo processo un numero di volte fino a quando non inciampo in un termine che sembra attraente e sembra qualcosa che potrei trasformare in un business e-commerce. Ma ai fini di questa guida, rimarrò con “biancheria da letto di design”.

KWFinder mi mostra i primi 10 siti in classifica per questa parola chiave. Posso fare clic su uno di essi per vedere che aspetto hanno questi siti. Fortunatamente per me, i primi 5 sono tutti siti Web di e-commerce che vendono biancheria da letto di design.

BloomingdaleHorchowMacy
bloomingdales esempio di come avviare attività di eCommerce
esempio di come avviare l'attività di eCommerce
esempio macys di come avviare attività di eCommerce

Il riflesso naturale sarebbe scoraggiarsi dal fatto che ci sono così tanti negozi che offrono già biancheria da letto di design, e quindi non entrare nella nicchia. Tuttavia, sarebbe una brutta telefonata. L’unica presenza della concorrenza è un grande segno e mi assicura che ci sono davvero persone interessate all’acquisto di biancheria da letto di design.

Se fossi il tipo di persona interessata ad entrare nel mercato della biancheria da letto, potrei fare della biancheria da letto di design la mia nicchia principale.

Puoi seguire lo stesso processo e trovare la tua nicchia restringendo la parola chiave seed e approfondendo le nicchie correlate.

La tua canalizzazione di nicchia per avviare l'attività di eCommerce

Una volta trovata una nicchia che ha altre attività commerciali e sembra qualcosa che potrebbe funzionare per te, procedi al passaggio successivo della ricerca.

🛍️ 2. Quali prodotti vendere, in particolare

Finora, abbiamo spiegato come trovare la tua nicchia e fare un brainstorming generale su cosa vendere. Ora restringiamo i prodotti esatti che puoi offrire in base al loro potenziale di vendita nella nicchia.

La chiave di tutto questo è capire i tuoi clienti , i loro bisogni e desideri. In altre parole, vuoi capire cosa fa acquistare i tuoi clienti e che tipo di cose sono più propensi ad acquistare.

Lo faremo in un paio di modi:

Conoscere la concorrenza

Come ho accennato in precedenza, la semplice presenza della concorrenza è un segnale eccellente per le nuove imprese di e-commerce – contrariamente a quanto molti potrebbero credere.

La concorrenza convalida il mercato e assicura che ci siano soldi da fare nella nicchia.

Quello che dovresti fare ora è conoscere chi sono quei concorrenti e cosa puoi imparare da loro.

Ecco il modello di cosa puoi fare:

  1. Scopri chi sono i tuoi concorrenti diretti
  2. Scopri chi sono le “rock star” della nicchia
  3. Scopri chi sono i giocatori più grandi che potrebbero non indirizzare direttamente la nicchia, ma comunque generare vendite in essa
  4. Annota ciò che ti piace e non ti piace dei loro approcci
  5. Annota ciò che ti piace e non piace dei loro siti Web
  6. Pensa a come puoi emulare le loro strategie quando avvii un’attività di e-commerce
  7. Scopri chi è esattamente la loro base di clienti, al meglio delle tue capacità

Tutto questo potrebbe sembrare strano all’inizio, quindi dovrei probabilmente chiarire una cosa. L’obiettivo qui non è di abbandonare la concorrenza e fare esattamente quello che stanno facendo. Invece, trarrai vantaggio dal lavoro svolto per costruire le loro attività e proverai ad integrare alcune delle loro buone pratiche nella tua attività.

Il modo migliore per identificare la concorrenza, se non li conosci già, è tornare alla ricerca di parole chiave (utilizzando KWFinder).

Mentre cercavi le tue parole chiave di nicchia, probabilmente ti sei imbattuto nei marchi che si posizionano su alcuni dei primi posti. Vai di nuovo su quei siti e guarda cosa stanno facendo.

L’esempio che ho usato – biancheria da letto di design – classifica bene questi siti: Bloomingdale, Horchow, Macy, Ethan Allen, Crane and Canopy, Frontgate. Certo, alcuni di loro sono piuttosto enormi, ma questo non è necessariamente negativo durante la fase di ricerca.

Puoi ottenere un elenco simile di concorrenti anche nella tua nicchia. Quello che dovresti fare ora è andare a ciascuno dei concorrenti e annotare le cose che ho elencato sopra.

Ecco alcuni strumenti aggiuntivi che puoi utilizzare, che ti daranno buone informazioni sui siti Web dei tuoi concorrenti:

Ognuno di questi strumenti restituirà un rapporto sul sito Web della concorrenza con elementi quali parole chiave principali, contenuti principali, metriche dei social media, pagine migliori, dati demografici del pubblico, prodotti più venduti e altro ancora.

SEMrush e SiteProfiler ti forniscono persino un elenco dei principali concorrenti del sito che stai cercando. Questo è un altro modo per identificare più siti Web e aziende nella tua nicchia.

Scopri cosa vende meglio

La fase successiva della tua ricerca sarà scoprire cosa vende meglio nella nicchia e prendere in considerazione l’offerta di prodotti (o servizi) simili.

Ancora una volta, per favore, non fraintendetemi. Non si tratta di replicare la concorrenza e di cercare di migliorarli nel loro gioco. Si tratta di comprendere cosa sta succedendo nella nicchia e il tipo di prodotti di cui godono i vostri clienti. Questo è il modo in cui trovi idee di prodotti che molto probabilmente risuonano bene con la tua base di clienti.

Per ricominciare, visita i siti Web dei tuoi concorrenti e consulta le loro liste dei prodotti più venduti (la maggior parte dei negozi di e-commerce ne possiede).

Oltre a ciò, puoi utilizzare Ubersuggest, SEMrush e SiteProfiler per scoprire le pagine più popolari della concorrenza, che spesso si traducono in prodotti più venduti.

Un altro strumento che puoi usare è KWFinder – quello che abbiamo usato per la ricerca di parole chiave – ma questa volta, inserisci il nome di dominio di un concorrente per iniziare la ricerca.

Vedrai un elenco delle principali parole chiave per le quali sono classificate. Molto spesso, queste parole chiave ti porteranno ai loro prodotti più venduti.

Ricerca sulla concorrenza di KWFinder per avviare l'attività di eCommerce

Prendi appunti e pensa a come adattare ciò che vedi alla tua strategia aziendale.

Acquisizione di social media per approfondimenti

Un altro posto in cui puoi andare sono i social media – a quanto pare tutti i percorsi portano ai social media nel 2020.

L’obiettivo qui è trovare gruppi e pagine pertinenti che la tua base di clienti segue. Unisciti agli stessi gruppi e trascorri un paio di giorni lì, prestando attenzione a quello che sta succedendo.

Guarda le discussioni in cui le persone si stanno impegnando, i prodotti di cui parlano, i tipi di messaggi con cui interagiscono di più e così via.

L’obiettivo è capire quali sono i desideri della tua base di clienti e quanto sono coinvolti con il tipo di materiale che desideri venderli.

Guardando attraverso i mercati online

Amazon, AliExpress, BangGood e altri mercati hanno tutti sezioni per i prodotti più venduti in ogni nicchia.

tutti i bestseller - buon sito di ricerca quando si avvia l'attività di eCommerce

Cerca quelle sezioni e vedi se c’è qualcosa che puoi offrire.

Alla fine di tutta questa fase di ricerca, dovresti avere un elenco di prodotti o servizi che desideri offrire.

Lo sviluppo di questi prodotti può richiedere qualsiasi tempo. Se stai per fare dropshipping, praticamente hai i prodotti disponibili a portata di mano. La creazione dei tuoi prodotti può richiedere più tempo, ma almeno ora sai cosa è più probabile che venda.

💼 3. Incorporare un’azienda

“Devo registrare ufficialmente la mia attività di e-commerce?” è tra le principali domande e paure che le persone hanno quando considerano di avviare un’attività di e-commerce.

Sfortunatamente, l’unica risposta onesta che posso darti qui è, la mia preferita, dipende.

Principalmente, dipende dalle regole e dai regolamenti locali e da ciò che ti è permesso fare con e senza un’azienda incorporata.

Questa guida è puramente indicativa e non costituisce consulenza legale o analisi legale. Potrebbe essere necessario richiedere una consulenza legale indipendente per problemi legali specifici o domande. ⚠️

Manteniamo le cose semplici. Più comunemente, scoprirai che puoi gestire un’azienda in un paio di modi:

  • Una forma di ditta individuale . La maggior parte dei paesi ha una struttura del genere: il nome ufficiale sarà diverso a seconda di dove vivi. L’idea principale è che gestisci un’attività con il tuo nome e fai sapere al fisco di tanto in tanto quanti soldi hai fatto. Lo sto semplificando troppo, ma hai capito.
  • Una forma di società a responsabilità limitata (corpo S e C negli Stati Uniti). Ancora una volta, la maggior parte dei paesi ti consente di stabilirli. Il vantaggio principale rispetto alla struttura precedente è nel nome stesso – la tua responsabilità è limitata. In altre parole, se succede qualcosa di brutto, non sei personalmente responsabile. Il rovescio della medaglia è che di solito c’è una doppia imposizione se si desidera pagare dividendi dall’azienda ( leggi di più ).

Avere un’attività commerciale incorporata renderà i tuoi rapporti con altre società e terze parti più facili. Fare domanda per account con processori di carte di credito, fornitori di servizi di pagamento, collaborare con fornitori, partner di marketing e così via non sarà possibile fino a quando non avrai un’attività ufficialmente costituita.

In sostanza, questa fase riguarda principalmente la messa in linea delle scartoffie e la garanzia di essere pronti per iniziare a operare legalmente. Questo passaggio non ha alcun impatto su nient’altro che stiamo facendo qui: ricerche di mercato, scoperte di nicchia e così via.

Cose che potresti essere interessato a leggere dopo aver incorporato la tua attività di eCommerce:

📛 4. Come nominare la tua attività di e-commerce

Ok, torniamo alle cose divertenti!

Nominare una nuova impresa è, in effetti, abbastanza divertente. Ma non dovresti prenderlo alla leggera. Scegliere il nome giusto può avere un impatto enorme sul posizionamento della tua azienda nel mercato, sulla percezione dei clienti e sulla tua percezione generale del mercato del prodotto.

Ancora una volta, possiamo tornare ai nostri vecchi amici: ricerche di mercato e ricerche di parole chiave. Ecco cosa puoi fare specificamente:

Innanzitutto, un buon nome commerciale dovrebbe dare ai tuoi clienti almeno una vaga impressione di ciò che vendi o del mercato in cui operi. Lasciamo ai giganti nomi totalmente astratti come Google . Noi piccoli imprenditori dovremmo scegliere nomi che vengono instradati di più nel mondo reale.

Il primo posto dove puoi andare è alcuni dei generatori di nomi commerciali popolari. Sì, ti consiglio davvero di utilizzare strumenti automatizzati basati sull’intelligenza artificiale per aiutarti a trovare un nome commerciale.

👉Abbiamo raccolto una manciata di fantastici strumenti che puoi usare qui: i migliori generatori di nomi di attività messi a confronto (e come usarli) .

Ecco come fare:

Vai al generatore di nomi di tua scelta e inserisci le parole chiave che sono significative nella tua nicchia o descrivi il prodotto che desideri vendere.

Basato su quella parola chiave seed, lo strumento restituirà una serie di possibili nomi commerciali e li classifica in vari modi.

I migliori generatori includeranno anche altre parole a fianco per rendere più semplice il branding all’avvio di un’attività di e-commerce.

Ad esempio, dopo aver inserito “biancheria da letto di design” in uno dei generatori , ho ricevuto questi suggerimenti (con il mio preferito sottolineato):

suggerimenti di dominio all'avvio dell'attività di eCommerce

Se dovessi davvero vendere biancheria da letto di design, il nome di “Artist Linens” sarebbe qualcosa che prenderei seriamente in considerazione.

I tuoi obiettivi nella scelta di un nome dovrebbero essere i seguenti:

  • Includi una parola o una frase che suggerisca di cosa tratta l’azienda, anche se solo vagamente.
  • Includi parole o frasi che non si verificano comunemente nell’uso quotidiano della lingua, al fine di rendere il nome personalizzabile.
  • Assicurati che sia disponibile un .comnome di dominio per il nome commerciale esatto.

🛒 5. Scegli una piattaforma di eCommerce

In parole povere, una piattaforma di eCommerce è il sistema operativo del tuo negozio online.

  • Analogamente a come iOS o Android sono i sistemi operativi del tuo telefono, una piattaforma di e-commerce è il sistema operativo del tuo negozio.

Questo è spesso sorprendente per le persone nuove nel mondo dell’eCommerce, ma ci sono decine di piattaforme di eCommerce praticabili là fuori!

Funzionano tutti (da un punto di vista tecnico) e ti consentono tutti di costruire un negozio di e-commerce funzionale. Tuttavia, non tutti sono ottimizzati per tutti i tipi di utenti.

Ecco alcuni degli scenari popolari:

Le migliori piattaforme di eCommerce fai-da-te

Se vuoi fare il fai-da-te completo, dovresti probabilmente provare Shopify o WooCommerce.

shopify - ottima piattaforma per avviare attività di e-commerce

Shopify è una soluzione di e-commerce completamente ospitata. Ciò significa che tutto ciò che devi fare è registrarti per un account su Shopify.com, quindi configurare il tuo negozio seguendo le indicazioni nell’interfaccia online di Shopify.

woocommerce - ottima piattaforma per avviare attività di eCommerce

WooCommerce è un plugin eCommerce per WordPress . Mentre WordPress è la piattaforma di siti Web più popolare di tutti , l’installazione è un po ‘più complicata rispetto a Shopify. Ciò che ottieni in cambio è il controllo completo sul tuo sito Web e sul tuo negozio online, inoltre puoi ampliare ed estendere le funzionalità del tuo negozio in modo più semplice (e più economico) in futuro.

👉Se vuoi usare Shopify, ecco una guida approfondita su come impostare il tuo negozio lì .
👉Se vuoi usare WooCommerce, ecco ulteriori informazioni su cosa sia WooCommerce , ed ecco una guida su come configurare WooCommerce .

Hai bisogno di web hosting?

Qual è il web hosting in primo luogo?

L’hosting Web può essere una delle cose più intimidatorie quando si avvia un’attività di e-commerce da zero. A seconda della piattaforma di e-commerce che scegli per il tuo negozio, l’hosting sarà un aspetto più o meno complicato per te.

  • Se hai scelto una soluzione come Shopify, hai l’hosting gestito per te dal sistema Shopify stesso. In altre parole, non c’è bisogno di preoccuparsene.
  • Se hai scelto WooCommerce, WordPress o un’altra piattaforma di e-commerce self-hosted, l’hosting è qualcosa che dovrai prenderti cura di te.

Espandiamo su quest’ultima cosa; cosa intendo gestendo l’hosting di te stesso?

In realtà non è necessario configurare un server a mani nude. Tutto quello che devi fare è iscriverti con una società di web hosting che ti affitterà uno spazio di hosting sui loro server.

Scegliere una società di hosting di qualità è la chiave. Ecco alcuni posti dove puoi iniziare:

Non hai tempo di leggere? Due raccomandazioni:

  • Vai a SiteGround per un’esperienza all-around eccezionale e un ambiente di hosting ottimizzato. Il team di SiteGround ti aiuterà anche a configurare WordPress e WooCommerce. Piani da $ 3,95 / mese.
  • Vai a Bluehost per un’offerta di hosting leggermente più costosa. Piani da $ 5,95 / mese. Ecco una guida su come installare WordPress su Bluehost .

🎨 6. Scegli il design di un negozio

Non sorprende che scegliere un design per il tuo negozio sia una parte vitale del processo. Ma non si tratta solo di scegliere qualcosa che ti piace visivamente . Ancora una volta, utilizzeremo la ricerca per individuare il tipo di design che molto probabilmente funzionerà per la tua nicchia e la tua linea di prodotti.

Questa è un’altra cosa per cui puoi spiare la concorrenza. Vai ai loro siti, presta attenzione e annota i seguenti dettagli:

  • Usano home page progettate su misura o scelgono elenchi di prodotti classici?

homepage personalizzata

  • Comunicano subito un senso di urgenza o lasciano parlare i prodotti principali?

flashsale

  • Usano i video in luoghi importanti?
  • Riguarda il prodotto o le persone che lo usano?

prodotto delle persone

  • Riguarda singoli prodotti o categorie di prodotti?

L’approccio più efficace per ciascuna nicchia sarà diverso ed è difficile indovinare quale potrebbe essere tale approccio. Ecco perché guardare cosa sta facendo la concorrenza può essere incredibilmente prezioso. L’obiettivo non è necessariamente copiarli, ma prendere nota di ciò che funziona e provare a utilizzare elementi simili sul tuo sito.

Una volta che hai le tue note sul tipo di elementi di design che probabilmente funzioneranno per te, è tempo di iniziare a cercare temi WordPress o temi Shopify (in base alla piattaforma di e-commerce che stai utilizzando).

Ecco alcuni posti dove andare:

Un’ultima nota; cerca sempre di essere il più minimale possibile in termini di design. Non esagerare. Alla fine della giornata, è il prodotto che stai vendendo che dovrebbe essere il punto focale, non alcuni elementi decorativi che provengono dal tema che stai utilizzando.

🎁 7. Mostra i tuoi prodotti

Il lato tecnico dell’aggiunta di prodotti alla tua piattaforma di e-commerce è molto semplice. Non importa se sei su WordPress + WooCommerce o Shopify, puoi aggiungere prodotti tramite utili interfacce visive in pochi minuti.

L’atto di aggiungere oggetti da vendere non è la parte difficile. La parte difficile è capire come mostrare i tuoi prodotti in modo da ottenere vendite.

Per scoprirlo, sono abbastanza sicuro che sai cosa faremo dopo …

Guarda come la concorrenza mette in mostra i loro prodotti

Ecco i dettagli a cui prestare attenzione:

  • Ogni prodotto riceve una descrizione approfondita o solo un elenco di funzioni chiave? Ad esempio, se venderai cose come la TV, sarà sufficiente un elenco di parametri. Le persone possono già capire cosa significa ciascuno di questi (4K, Smart TV, Netflix integrato). In generale, più qualcosa si avvicina a una merce, basta elencare i parametri può essere sufficiente.
  • Le pagine dei prodotti hanno un layout / design generico o sono costruite su misura?

pagina del prodotto macys

  • Le testimonianze sono un elemento importante nelle pagine dei prodotti?
  • Stessa cosa per le recensioni dei clienti; sono visualizzati nelle pagine dei prodotti?

recensioni di macys

  • La pagina conduce con il prezzo o lo menziona per ultimo? Per le materie prime, il prezzo è uno dei principali fattori che contano. Per offerte più complicate, menzionare il prezzo troppo presto può danneggiare le vendite.

Avendo queste risposte, puoi lavorare sulla copia dei tuoi prodotti in modo più efficace. Non stai più indovinando. Invece, stai sfruttando la ricerca e la sperimentazione di ciò che la tua concorrenza ha già fatto.

Usando la lingua giusta

In definitiva, le parole sono lo strumento principale che utilizzerai per vendere prodotti.

La chiave quando si scrive la copia è utilizzare la stessa lingua utilizzata dalla base di clienti target quando si parla di prodotti (o prodotti simili).

È molto facile sembrare troppo intelligente o casual, rischiando così una mancata corrispondenza del mercato.

Vai sui social media, guarda come le persone parlano dei prodotti, delle principali sfide ad essi correlate, di altre aziende e così via.

Dall’altra parte dello spettro, guarda quale copia usa la tua concorrenza quando pubblicizza i suoi prodotti sui social media o in Google AdWords. La copia dell’annuncio è il tipo di copia più conciso e orientato ai risultati. Dovresti essere in grado di trovare alcune gemme che lo esaminano.

Infine, ecco due guide di Shopify che ti aiuteranno a esercitare il tuo muscolo di copywriting e padroneggiare la tua copia del prodotto:

Utilizzando le foto giuste

Non tutte le foto dei prodotti sono uguali. Lo sappiamo tutti, ma il problema va oltre la qualità visiva delle foto.

Una buona foto del prodotto realizza un paio di cose. Principalmente, offre al cliente una rappresentazione accurata dell’articolo che stanno acquistando. È stato riferito che oltre il 20% dei resi dei prodotti è dovuto al fatto che il prodotto ha un aspetto diverso dalle foto sulla pagina di vendita. Se hai mai comprato un hamburger scadente da McDonald, allora sai di cosa sto parlando. [2]

Dovresti avere tre tipi di foto per ciascun prodotto:

  • “Uno sguardo generale” – foto che mostrano il prodotto nel suo insieme e da diverse angolazioni
  • “Da vicino”: parti del prodotto da vicino; di solito le parti che contano di più; per esempio, quando vendi biancheria da letto, è una buona idea scattare una foto delle cuciture
  • “In the wild” – utilizzato dal cliente

E questo è ovvio, ma tutte le foto dei prodotti dovrebbero essere ben illuminate, chiare, adeguatamente esposte ed essere relativamente grandi, in modo che risultino belle indipendentemente dal dispositivo o dalle dimensioni dello schermo che il cliente sta utilizzando.

Dove ottenere buone foto dei prodotti?

Se stai per fare dropshipping, questa parte è semplice. Il produttore dovrebbe fornire una serie di foto di alta qualità che è possibile utilizzare.

Per le tue cose, ovviamente devi scattare quelle foto da solo. Ma ecco il kicker, non farlo da soli. Assumi un fotografo professionista a livello locale!

Non spenderai molto, ma otterrai risultati molto migliori rispetto alle foto che potresti scattare sul telefono. I professionisti tendono ad avere attrezzature aggiuntive come obiettivi “veloci”, macchine fotografiche costose, illuminazione professionale, per non parlare di un know-how che è il risultato di investire migliaia di ore nell’apprendimento del loro mestiere.

E per favore non spazzolarlo via. Questo è davvero essenziale. I dati indicano che il 75% degli acquirenti online fa affidamento sulle foto dei prodotti quando decide un potenziale acquisto. Nessuna buona foto = nessun acquisto. [3]

🤔 8. Cose che dovresti sapere che non sono ovvie

Oltre a tutto ciò che abbiamo trattato sopra, ci sono anche altre cose che dovresti prendere in considerazione che potrebbero non essere così ovvie. In particolare:

Vendita internazionale

Stai pensando di vendere i tuoi prodotti a livello internazionale? In tal caso, il calcolo delle tariffe di spedizione internazionali può rivelarsi molto più impegnativo della consegna di merci a livello locale.

Innanzitutto, dovrai aggiungere zone e tariffe di spedizione al tuo negozio WooCommerce o Shopify. A parte questo, potresti voler investire in ulteriori estensioni di spedizione che eseguiranno la maggior parte dei calcoli per te.

D’altra parte, se hai intenzione di vendere servizi o prodotti digitali, vorrai naturalmente offrirli in tutto il mondo senza limiti per quanto riguarda la posizione del cliente. Mentre la spedizione non è un problema in questo caso, c’è qualcos’altro che devi considerare:

Anche la gestione delle tasse a livello internazionale può essere una seccatura. Nella maggior parte degli scenari, spetta a te, il venditore, occuparti di tutte le questioni relative alle tasse e assicurarti che la vendita sia stata gestita secondo la lettera della legge.

Ancora una volta, ci sono estensioni che ti aiuteranno in questo. Tuttavia, dovrai investire in quelli separatamente.

Un’ultima cosa; se vuoi offrire qualcosa a qualsiasi paese dell’UE, devi anche conoscere il GDPR. Vorrei sottolineare; questo è qualcosa che devi davvero fare! Le multe per non essere in sintonia con il GDPR sono ridicole (anche fino a 20 milioni di euro). Ecco due nostre guide che dovresti dare un’occhiata:

App ed estensioni

Anche se WooCommerce e Shopify sono perfettamente in grado di farti vendere le tue cose online solo un paio di minuti dopo aver completato l’installazione iniziale, ci sono ancora cose che puoi fare per migliorare il tuo negozio online. Qui è dove le app entrano nella foto.

Le app e le estensioni sono pacchetti di software installabili che introducono nuove funzionalità nel tuo negozio.

A volte dovrai investire in una nuova app, ma ce ne sono molte che sono gratuite.

Ok, per cosa hai bisogno delle app?

Solo per citare alcune cose comuni che le app possono fare:

  • migliorare il SEO del tuo negozio online
  • ti consente di utilizzare più valute nel negozio
  • imposta popup per promuovere le tue offerte
  • abilita liste dei desideri
  • inviare coupon e omaggi
  • abilitare gateway di pagamento aggiuntivi
  • abilita opzioni di spedizione aggiuntive
  • fornirti moduli per analizzare il traffico e le vendite del tuo sito web
  • consente di stampare fatture
  • configurare i componenti aggiuntivi del prodotto
  • darti supporto multilingue
  • integrazione di email marketing
  • recupero carrello abbandonato
  • premi e programmi di fidelizzazione
  • Facebook Messenger integration
  • creando annunci Facebook e Instagram dal tuo negozio

Ecco alcune delle app da considerare per WooCommerce e Shopify:

📢 9. Promuovi la tua attività di eCommerce

Promuovere il tuo business e-commerce può essere una cosa molto intimidatoria. Almeno per la maggior parte dei nuovi imprenditori lo è.

Proviamo a semplificare le cose:

Anche se ci sono centinaia (migliaia?) Di possibili tattiche promozionali che puoi usare, rientrano tutte in due categorie:

  • o paghi per il traffico in anticipo
  • o guadagni traffico investendo il tuo tempo

Ad alcuni piace chiamare questa promozione “a pagamento” e “gratuita”, ma è un termine improprio dal momento che investire l’unica risorsa non rinnovabile nella tua vita difficilmente può essere considerata libera.

Nessuno di questi metodi è migliore, né peggiore. Entrambi svolgono un ruolo nella tua strategia di promozione complessiva.

  • Tutte le tattiche in cui paghi in anticipo per il traffico sono fantastiche per testare il mercato, sperimentare nuovi prodotti o fare qualsiasi altra promozione in cui desideri risultati veloci.
  • I metodi che richiedono investimenti nel tempo possono generalmente portare più risultati nel tempo e rendere le cose più sostenibili a lungo termine.

Ecco le cose che dovresti esaminare e implementare:

QUESTO

L’ottimizzazione dei motori di ricerca non muore mai. Fino a quando c’è Google, ci sarà SEO.

Il luogo naturale per iniziare con la SEO sono le parole chiave che hai identificato nelle prime fasi del lancio della tua attività. Queste sono le parole chiave che dovresti ottimizzare per andare avanti.

La SEO è un argomento vasto in sé e, anche se volessi, coprire solo le basi richiederebbe troppo spazio. Invece, dai a queste guide una lettura:

Suggerimento professionale. Ancora una volta, uno dei migliori approcci è spiare ciò che la concorrenza sta facendo in termini di SEO. Puoi utilizzare alcuni degli strumenti di cui abbiamo discusso in precedenza per eseguire lo spionaggio per te:

  • Usa Ubersuggest per cercare i siti Web dei tuoi concorrenti e vedere i loro contenuti principali e le pagine dei prodotti.
  • Usa KWFinder per trovare le migliori parole chiave per i tuoi concorrenti
  • Usa SEMrush per cercare le principali parole chiave, visualizzare la copia dell’annuncio, ottenere i migliori prodotti e molto altro ancora.

Pubblicità online

La pubblicità della tua attività di e-commerce online può essere fatta in una manciata di modi:

  • Fai pubblicità su AdWords – sistema basato su parole chiave in cui scegli le frasi per le quali pubblicare i tuoi annunci
  • Pubblicizza su Instagram e Facebook – Facebook ti offre alcuni strumenti davvero granulari per la pubblicità; puoi scegliere come target i tuoi annunci in base a dati demografici e altri fattori
  • Pubblicizza sui podcast: identifica i podcast principali nella tua nicchia (o nel mercato più ampio) e richiedi le loro tariffe; promuovere i tuoi migliori prodotti in questo modo

Content marketing / blog

L’idea di un blog nella sua forma tradizionale non è molto utile – come in, un posto dove condividere pensieri casuali.

I blog di oggi sono molto più mirati.

Pubblica un blog che affronta le sfide comuni che le persone hanno nella tua nicchia. Scrivi articoli che offrano alle persone soluzioni, indicazioni, tutorial, ecc. Reali. Usa il blog come strumento per indurre le persone a notare le tue offerte come sottoprodotto.

Questa strategia è comunemente chiamata content marketing . Fondamentalmente, stai usando il contenuto come strumento di marketing.

In altre parole, le persone vengono per il contenuto; rimangono per comprare i tuoi prodotti.

Il modo in cui trovi argomenti di cui scrivere è, ancora una volta, attraverso una buona ricerca di parole chiave e ricerche sulla concorrenza:

  • Usa KWFinder per scoprire parole chiave correlate alla tua nicchia. Scrivi contenuti intorno a loro. Concentrati sulle parole chiave che descrivono un problema o una sfida che le persone stanno affrontando nella nicchia. Passa alla scheda “Domande” in KWFinder per trovare alcune frasi già pronte che puoi usare nei titoli.

Ricerca di argomenti sul blog KWFinder quando si avvia l'attività di eCommerce

  • Usa Ubersuggest per identificare i principali contenuti e post di blog dei tuoi concorrenti. Se hanno deciso di scrivere su un determinato argomento e ha dimostrato di funzionare, forse dovresti scriverne.

Essere attivi sui social media

Questo dovrebbe essere ovvio, ma devo solo menzionarlo qui. Questo è un must quando si avvia un’attività di e-commerce in questi giorni.

A quanto pare, le persone trascorrono molto più tempo sui social media che su qualsiasi altro tipo di sito Web. Si stima che il numero totale di ore trascorse ogni giorno dalle persone sui social media sia di circa 2,4. [4]

Usa questo a tuo vantaggio; parlare con le persone dove sono già – sui social media.

Anche se stiamo cercando di convincere le persone a visitare regolarmente il tuo sito Web, non dovremmo dipendere da loro che lo fanno molto spesso. È molto più efficace utilizzare Facebook o Instagram come luoghi in cui puoi comunicare regolarmente con il tuo pubblico.

Ecco alcune strategie per iniziare:

Promuovere la tua attività a livello locale

Anche se opererai principalmente sul Web, promuovere la tua attività a livello locale è comunque un’ottima idea per far decollare le cose.

Un paio di motivi per cui dovresti provare a farsi un nome localmente:

  • Hai bisogno del tuo primo lotto di clienti il ​​prima possibile. Quei clienti ti daranno feedback in anticipo e condivideranno ciò che a loro piace e non piace del tuo negozio. Trovare i primi clienti a livello locale è sempre più facile che farlo in tutto il mondo.
  • Incontrare le persone di persona ti darà ulteriori spunti sulle loro sfide in relazione alla tua nicchia e convaliderà anche i tuoi presupposti su chi sia effettivamente la tua base di clienti target.
  • Alla gente piace generalmente supportare le imprese locali. Anche se non sono sul mercato per quello che stai vendendo, alcuni saranno ancora desiderosi di darti una quota sui social media.

Ok, quindi come incontrare persone di persona – non si supponeva che si trattasse di un business online ?

Per i principianti, è possibile partecipare a eventi nella zona. Se non succede nulla che si riferisca esattamente alla tua nicchia, puoi partecipare a eventi più lontani o ampliare la portata dell’evento. Ad esempio, se vendi biancheria da letto di design, una riunione fai-da-te può essere abbastanza vicina.

Puoi partecipare agli eventi come visitatore, oppure puoi sponsorizzare l’evento o avere il tuo stand. All’inizio questo può sembrare intimidatorio, ma è davvero una delle poche occasioni in cui devi incontrare di persona i tuoi potenziali clienti.

Trova eventi pertinenti tramite Meetup.com , Facebook o i giornali e le bacheche locali.

Offrire un omaggio e avviare un elenco di e-mail

La posta elettronica è ancora oggi uno dei canali di promozione più efficaci disponibili per i proprietari di attività online.

I dati indicano che il 91% degli acquirenti desidera conoscere le aziende con cui intrattengono rapporti commerciali via e-mail. [5]

Ma il diavolo è nei dettagli. Non tutte le email funzionano allo stesso modo.

Per utilizzare l’e-mail in modo efficace:

  • il destinatario deve riconoscerti come mittente
  • è necessario disporre dell’autorizzazione del destinatario per inviare loro e-mail
  • l’email deve fornire valore in sé (deve offrire qualcosa alla persona, invece di chiedere loro di fare qualcosa per te)

Ci sono altri fattori come l’uso di una buona riga dell’oggetto e di una buona copia dell’email, ma questa è una storia per un’altra volta. In questo momento, concentriamoci solo su come far entrare le persone nella tua lista e-mail in primo luogo.

Un’idea è quella di offrire un omaggio.

L’omaggio può essere qualsiasi cosa, ma deve avere un valore reale. L’approccio migliore è regalare uno dei tuoi prodotti gratuitamente.

Puoi promuovere l’omaggio sui social media.

Il modo in cui funziona è che per partecipare, la persona deve unirsi alla tua lista e-mail. Quindi, sceglierai il vincitore tra tutte le persone che si sono iscritte tramite i link omaggio.

Come sottoprodotto, oltre a portare le persone nella tua lista e-mail, l’omaggio aumenterà anche la presenza del tuo marchio e ti renderà riconoscibile nella nicchia.

Utilizza la tua lista e-mail in seguito per comunicare direttamente con le persone e invitarle anche a vendite o altre offerte nel tuo negozio. Inoltre, invia loro dei coupon di tanto in tanto (durante le festività principali, i compleanni, ecc.). Ciò contribuirà con il tasso di abbandono e indurrà le persone a rimanere nella tua lista più a lungo.

Avvio di un canale YouTube

È stato riferito che i video dei prodotti possono aumentare gli acquisti del 144%. Inoltre, l’87% dei professionisti del settore afferma di utilizzare il video come strumento di marketing. [5]

Leggi: se vuoi davvero avere un impatto, investi in video!

L’avvio di un canale YouTube è ancora il modo più semplice per entrare nel video.

Raccomando YouTube per l’enorme base di utenti della piattaforma e per essere il leader indiscusso nel mondo dei video. Mentre altre piattaforme potrebbero offrirti una migliore qualità o funzionalità in termini di incorporamento di video sul tuo sito, YouTube ti dà gli occhi, e quelli sono molto più importanti.

La scelta degli argomenti dei video è simile alla selezione degli argomenti per i post del blog: di nuovo, fai una ricerca per parole chiave e controlla anche cosa sta facendo la concorrenza. YouTube ti offre statistiche visibili sulle visualizzazioni di ogni video, quindi è facile scoprire i vincitori nella tua nicchia e quindi imparare da loro.

 10. Come avviare un’attività di eCommerce: SINTESI

Abbiamo coperto molto terreno in questa guida, quindi ecco la tua panoramica / roadmap per avviare un’attività di e-commerce. Trattalo come la tua lista di controllo:

  • Decidi quale tipo di attività vuoi avviare
  • Scegli e capisci la tua nicchia
  • Decidi quali prodotti vendere
  • Assegna un nome e incorpora la tua attività di eCommerce
  • Scegli una piattaforma di eCommerce e configurala
  • Scegli il design di un negozio
  • Aggiungi i tuoi prodotti e mostrali in modo efficace
  • Installa app ed estensioni
  • Promuovi il tuo business e-commerce
    • Fai SEO
    • Pubblicizza online
    • Inizia un blog / fai marketing di contenuti
    • Sii attivo sui social media
    • Promuovi la tua attività a livello locale
    • Offri un omaggio e avvia una mailing list
    • Valuta di avviare un canale YouTube

Se hai bisogno di aiuto con una qualsiasi delle fasi tecniche, abbiamo un certo numero di guide su vari argomenti correlati:

📋 Risposte a domande comuni sul commercio elettronico

Quanto costa costruire un negozio di e-commerce?

Ok, questa è una domanda difficile. O, piuttosto, complicato.

Prima di tutto, non puoi davvero avviare un negozio di e-commerce gratuitamente. Voglio dire, va bene, è sorta di può arrivare a un negozio finito il 90% gratis, ma poi ottenerlo operativa vi costerà denaro. Ecco cosa intendo:

Alcuni strumenti ti consentono di “creare” un negozio di eCommerce gratuitamente. Tuttavia, dopo aver svolto il lavoro, se mai vuoi vendere qualcosa e riscuotere pagamenti dai clienti – un po ‘l’intero punto quando avvii un’attività di eCommerce – ciò ti costerà denaro.

Ora la domanda su quanto esattamente:

  • Se segui il percorso totale fai-da-te – ovvero un negozio di e-commerce in esecuzione su WordPress e WooCommerce – il più economico che può essere è di circa $ 60 all’anno. Ciò include il costo di un nome di dominio per il tuo negozio di eCommerce, un piano di hosting e tutto il necessario per far funzionare le cose.
  • Se scegli una soluzione più adatta ai principianti, dovrai pagare $ 29 al mese più $ 14 all’anno per un nome di dominio. Questo tipo di installazione viene eseguita su una piattaforma chiamata Shopify . Questo costa molto di più, ma, allo stesso tempo, è Shopify che gestisce tutte le operazioni di sollevamento pesanti necessarie per rendere il tuo negozio online e funzionare in modo affidabile.

Se me lo chiedi, essere in grado di lanciare un negozio di e-commerce perfettamente funzionante per un minimo di $ 60 all’anno è una notizia incredibile! Una cosa del genere non era possibile nemmeno cinque anni fa.

Posso costruire un negozio online da solo?

Sì. E, soprattutto, non hai bisogno di alcuna conoscenza o abilità di programmazione per entrare in questo.

I migliori strumenti disponibili oggi sono semplici da usare e sono stati creati appositamente per i proprietari di attività commerciali e non per gli sviluppatori di siti Web.

Cosa posso vendere?

Qualunque cosa tu voglia, davvero.

E non sto esagerando. La maggior parte delle piattaforme di negozi online ti consente di vendere qualsiasi cosa, da beni spedibili fisici a prodotti digitali (ebook, download, app, file, software, immagini, ecc.), Servizi, abbonamenti, ecc.

Fondamentalmente, qualsiasi cosa tu possa mettere un prezzo da pagare, puoi vendere online attraverso il tuo negozio di e-commerce.

Come gestisco gli ordini dei clienti?

Uno dei principali malintesi sui negozi online è che sono solo per mostrare i tuoi prodotti e che tutto ciò che accade dopo che le persone aggiungono cose al carrello è tuo di cui preoccuparti (adempimento, pagamenti, ecc.).

Questo non è vero.

Le moderne soluzioni di negozi online gestiscono tutto ciò che è coinvolto nell’effettivo quotidiano del proprietario di un negozio, non solo presentando i prodotti sul sito Web.

Ciò significa che non appena qualcuno acquista qualcosa da te, vedrai quell’ordine nel software del tuo negozio eCommerce. Sarai in grado di elaborarlo e soddisfarlo da lì.

Come gestisco i pagamenti?

I negozi online gestiscono i pagamenti con l’aiuto di quelli che sono chiamati gateway di pagamento. Sono parte integrante della maggior parte dei software per negozi online e funzionano perfettamente dietro le tende. Non devi preoccuparti degli aspetti tecnici del processo.

Dal tuo punto di vista, i clienti possono pagare i tuoi articoli online e successivamente riceverai un trasferimento.

Come gestisco le tasse?

Il software del negozio consente di impostare le aliquote fiscali in base alla propria giurisdizione. Quindi tali imposte verranno prese in considerazione quando si mostrano i prezzi dei prodotti e si elaborano i pagamenti in un secondo momento.

E il design? Non ho bisogno di un designer?

No. Puoi selezionare un bellissimo design già pronto dal Web e installarlo nel tuo negozio. I designer sono costosi, quindi questo è un vero vantaggio!

Lascia il tuo prezioso commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

[email protected]

Close