Come avviare una mailing list: creare una newsletter e-mail nel 2022

In precedenza ho parlato dell’importanza dell’email marketing e del motivo per cui è così vantaggioso per un business online e in questa semplice guida per principianti ti insegnerò esattamente come avviare una mailing list e creare una newsletter.

Prima di tutto, sono sicuro che hai sentito questa frase per secoli: “I soldi sono nella lista”. Ed è assolutamente vero. Ci sono molti dati online che mostrano che per ogni $ 1 speso per l’email marketing, in media , guadagni $ 40.

Questo è un ROI folle , batte quasi ogni altro metodo di marketing su Internet là fuori in termini di costi e profitti. Questo è il motivo per cui ti consigliamo di avviare una mailing list il più velocemente possibile, anche se hai appena aperto un blog che non riceve ancora traffico.

Devo ammettere che per molti anni ho trascurato questo aspetto del marketing e non ho mai fatto alcun email marketing. Sai perché non ho avviato una mailing list prima?

Pensavo che l’email marketing fosse stupido e che nessuno leggesse più le email e non fosse un buon modo per generare traffico. Si scopre che ero io lo stupido LOL.

Quindi non fare come me, sii una persona intelligente e avvia subito una mailing list.  Ecco 10 rapidi passaggi per creare una mailing list per il tuo blog o il tuo business online.

Sommario:

  • 1. Scegli un servizio di email marketing
  • 2. Imposta un elenco di e-mail
  • 3. Crea moduli di ottimizzazione e-mail
  • 4. Crea una newsletter via e-mail
  • 5. Aggiungi Moduli Optin al tuo sito web
  • 6. Offri un ottimo rapporto qualità-prezzo gratuitamente
  • 7. Progetta una pagina di destinazione
  • 8. Invia traffico alla pagina di destinazione
  • 9. Pianifica il futuro
  • 10. Non fare SPAM
  • Conclusione: come avviare un elenco di e-mail
  • Domande frequenti

1. Scegli un servizio di email marketing

come avviare una mailing list con getresponse

Tutto inizia con questo fondamentalmente. Senza un provider di email marketing, non sarai in grado di farlo correttamente. Questo ti costerà un po’ di soldi ogni mese, ma ne vale assolutamente la pena.

Ci sono alcuni servizi di email marketing là fuori come MailChimp che offrono anche piani gratuiti, ma ad esempio Mailchimp ha un problema con il marketing di affiliazione.

Lo sapevi?

Io e molti altri venditori su Internet che stavano facendo marketing di affiliazione lo abbiamo scoperto purtroppo troppo tardi. Dopo aver inviato alcune campagne che non erano assolutamente spam, il mio account è stato improvvisamente bandito perché stavo promuovendo prodotti e servizi di marketing di affiliazione.

Quindi scegli un buon provider di email marketing che rispetti i marketer di affiliazione come GetResponse o ConstantContact.

Ce ne sono molti altri là fuori, ma personalmente mi piace GetResponse e non solo perché ho un link di affiliazione per loro.

Uno dei motivi per cui consiglio GetResponse è che è molto più economico della concorrenza, soprattutto quando sei un principiante e stai cercando il miglior rapporto qualità-prezzo.

Hanno piani a partire da soli $ 15 al mese e ti consentono un totale di 1000 abbonati quando altri servizi partono da $ 20- $ 25 e consentono solo alla tua lista di crescere fino a 500 abbonati in quel piano tariffario.

Ma indipendentemente dal provider di email marketing che scegli, il processo di creazione di un elenco e-mail è lo stesso.

Ecco un elenco di 27 alternative a Mailchimp tra cui puoi scegliere.

2. Imposta un elenco di e-mail

Dopo esserti registrato con un servizio di email marketing come GetResponse , il passaggio successivo per te è configurare correttamente il tuo account e creare la tua prima mailing list.

A seconda del servizio di posta elettronica con cui ti sei registrato, la configurazione sarebbe leggermente diversa, ma in generale è abbastanza facile configurare la tua prima lista di posta elettronica.

Cerca collegamenti o schede nel menu chiamato “Elenchi” o “Elenco e-mail” ecc., se hai problemi a trovarlo puoi anche controllare i loro tutorial.

3. Crea moduli di ottimizzazione e-mail

Crea un modulo di adesione

Ok, quindi una volta creata una lista e-mail, il passaggio successivo consiste nel creare un modulo di attivazione e-mail. Questa è fondamentalmente la “cosa” che “cattura” le e-mail dei tuoi visitatori e le memorizzerà nella tua lista e-mail, permettendoti di inviarle via e-mail in un secondo momento.

L’impostazione del modulo di attivazione dell’e-mail non è affatto difficile e molto probabilmente vedrai una sorta di guida o tutorial su come farlo.

L’unica cosa importante da capire quando crei un modulo di adesione è:

  • Se vuoi renderlo un modulo di attivazione singola o doppia
  • Che tipo di campi vuoi mostrare nel tuo modulo

Un singolo opt-in significa che qualcuno può semplicemente aggiungere i propri dettagli (ad esempio nome ed e-mail), fare clic sul pulsante Iscriviti e vengono quindi aggiunti immediatamente alla tua lista e-mail. Un double opt-in richiede che l’utente confermi prima la propria iscrizione facendo clic su un collegamento che riceverà nella sua e-mail.

Ci sono PRO e CONTRO per entrambe le opzioni, ma per riassumerle entrambe rapidamente:

In generale, è più sicuro e meglio optare per un doppio opt-in, in questo modo saprai che gli utenti e gli indirizzi e-mail sono legittimi e non dovrai affrontare alcun mal di testa dal tuo servizio di e-mail marketing. I moduli di attivazione singola sono ottimi se desideri ricevere molte e-mail più velocemente, ma anche non preoccuparti della qualità dell’elenco in generale.

4. Crea una newsletter via e-mail

avviare una newsletter con una mailing list

Ora è il momento di creare una newsletter via e-mail. Hai 2 scelte qui, o rendi tutto automatico (noto anche come risponditori automatici) o manuale.

Fondamentalmente con gli autorisponditori ogni volta che qualcuno si iscrive tramite il tuo modulo di attivazione, riceverà automaticamente la tua newsletter via e-mail, a seconda di come l’hai impostata.

Puoi scegliere di inviare loro un’e-mail di saluto/introduzione che riceveranno nell’istante in cui si iscriveranno, quindi inviare loro altri tipi di contenuti tramite una serie di e-mail automatizzate che riceveranno in un arco di tempo che imposti tu, ad esempio 2 giorni dopo la registrazione, 5 giorni, 1 settimana, ecc.

Queste serie di newsletter automatizzate dovrebbero riguardare la nicchia e l’argomento del tuo sito Web, ma anche ciò a cui gli utenti si sono iscritti. Quindi, se si sono registrati per ricevere un omaggio o alcuni suggerimenti (ne parleremo più in un secondo), assicurati di creare un autorisponditore e-mail che invii istantaneamente l’omaggio dopo la registrazione.

Inoltre, non inviare ricette alimentari a un elenco che si è iscritto per ricevere consigli sulla pesca. Crea elenchi separati per nicchie e argomenti diversi e quindi newsletter e-mail diverse per quegli elenchi.

Puoi anche scegliere di creare autorisponditori per i tuoi post sul blog, ad esempio, una singola newsletter settimanale via e-mail a cui invii la tua lista e-mail, i tuoi ultimi articoli che hai pubblicato sul tuo blog.

L’altra opzione è inviare manualmente le newsletter via e-mail . Questo è meglio se non hai ancora abbastanza contenuti per la tua serie di newsletter via e-mail o se non pubblichi così spesso sul tuo blog. È anche ottimo quando vuoi promuovere qualcosa come un prodotto di affiliazione o il tuo servizio, ma non esagerare e non spammare le tue liste.

5. Aggiungi Moduli Optin al tuo sito web

aggiungi il modulo di attivazione al tuo sito web

Ricordi i moduli di adesione che hai creato in precedenza? Ora è il momento di aggiungerli al tuo sito web. Senza di loro, non sarai in grado di ottenere abbonati a elenchi di e-mail.

L’aggiunta di questi moduli di attivazione sul tuo sito Web non è così difficile, soprattutto in questi giorni con così tanti plug-in che rendono questa integrazione più semplice per te.

Ti consiglio di aggiungere un modulo di attivazione via email nella tua home page, uno nella barra laterale e preferibilmente uno alla fine di tutti i tuoi articoli.

Troverai molti plugin che fanno questo lavoro automaticamente per te, oppure puoi semplicemente copiare e incollare il codice del tuo modulo di attivazione e aggiungerlo manualmente al tuo sito web dove vuoi (ad esempio usando il widget HTML in WordPress, per aggiungerlo nella barra laterale).

Puoi anche creare pop-up, se lo desideri, che includa il modulo di attivazione dell’e-mail che viene visualizzato quando gli utenti stanno per lasciare il sito (intento di uscita) o semplicemente che si apre automaticamente dopo che l’utente ha fatto scorrere un po’ verso il basso il tuo sito, o dopo pochi secondi… dipende tutto da te.

Questo è un passaggio chiave per avviare un elenco di e-mail, quindi non trascurarlo e assicurati che i moduli di attivazione funzionino dopo averli aggiunti al tuo sito Web testandoli tu stesso.

6. Offri un ottimo rapporto qualità-prezzo gratuitamente

avviare una mailing list - valore dell'offerta

Le persone non si iscriveranno alla tua mailing list di punto in bianco. Vuoi dare loro qualcosa in cambio della loro e-mail. Vuoi dare loro qualcosa che sia prezioso per loro ma anche gratuito.

Ecco alcune idee che puoi regalare:

  • Sconti e coupon (se hai un negozio)
  • Una fantastica guida/tutorial/libro in formato .pdf, che dovrai creare
  • Banner, modelli e materiale di design se sei in quella nicchia
  • Un cheatsheet utilizzabile
  • Suggerimenti e articoli non condivisi che non possono essere trovati sul tuo blog o praticamente su Internet
  • Un corso e-mail o video gratuito 
  • Tutto ciò che è utile e offre valore ai tuoi utenti

Il più comune è quello .pdf, le persone di solito creano un’ottima guida o tutorial o un libro e lo regalano gratuitamente alle persone che si iscrivono alla loro mailing list. Puoi farlo praticamente in qualsiasi nicchia.

Dipende anche dal tipo di sito Web che hai e dal tipo di argomento su cui ti concentri, ma di solito ci sono cose che puoi creare e regalare ai tuoi lettori che offrono valore in cambio del loro indirizzo email. Questo è uno dei modi migliori per creare un elenco di e-mail e ottenere rapidamente alcuni abbonati e-mail.

7. Progetta una pagina di destinazione

creare una pagina di destinazione

So di aver già parlato dell’aggiunta dei moduli di attivazione al tuo sito Web, ma non è abbastanza. Ricordi come ho detto di creare un omaggio da regalare?

È anche fantastico se tu potessi semplicemente creare una singola pagina sul tuo sito web che pubblicizza un omaggio alle persone che possono quindi iscriversi alla tua lista e-mail per riceverla.

Vuoi aggiungere su questa pagina di destinazione tutte le grandi cose che il tuo omaggio ha da offrire. Includi anche testimonianze se hai, e fondamentalmente, tutto il resto che può convincere i tuoi lettori a iscriversi alla tua lista e-mail.

Questo è un ottimo modo per costruire una lista di e-mail ed è ciò che stanno facendo i marketer di Internet di maggior successo. 

Esistono molti modi per creare una pagina di destinazione di questo tipo, ad esempio con plug-in e strumenti di marketing online come Elementor (se lavori con WordPress), o in caso contrario, puoi semplicemente scaricare alcune pagine di destinazione gratuite per creare una lista e-mail dal web.

Anche se hai solo una normale pagina normale senza troppi dettagli appariscenti, immagini e video (anche se aiutano molto), potresti comunque farlo funzionare.

8. Invia traffico alla pagina di destinazione

come avviare una mailing list - inviare traffico

Ora è il momento di promuovere l’inferno di quella pagina di destinazione, per quanto puoi. Questo è un passaggio importante nell’avvio di una mailing list. Perché il lavoro che fai ora ti porterà molti vantaggi in seguito.

Il motto “Se lo costruisci, verranno” non si applica qui. Vuoi promuovere attivamente e costantemente questa landing page per costruire la tua mailing list e creare un grande seguito.

Questa è la bellezza dell’email marketing, promuovi la tua newsletter una volta e guadagnerai visitatori e clienti fedeli che faranno clic sui tuoi collegamenti negli anni a venire (a meno che tu non sbagli e invii loro troppe e-mail o spam e loro cancelleranno l’iscrizione).

Dai un’occhiata ad alcuni miei articoli correlati che ti aiuteranno a promuovere la tua landing page:

  • Sorgenti di traffico del sito web a basso costo
  • Come ottenere traffico sul tuo blog

9. Pianifica il futuro

avviare una mailing list - pianificare il futuro

Ora che hai creato la tua mailing list e tutto è pronto, è tempo di pensare al futuro. Imparare a creare una mailing list è solo l’inizio.

Dovrai rimanere sempre in contatto con i tuoi lettori e iscritti alla mailing list, perché altrimenti nel momento in cui invii loro una nuova email dopo 2 anni di assenza, si cancelleranno perché non ricorderanno chi sei o perché si sono iscritti la tua mailing list.

Crea ottimi contenuti da inviare periodicamente alla tua lista e-mail, ma non inviare loro troppe e-mail, c’è una linea sottile tra essere utili e apparire come spam.

In generale, è meglio se invii loro più informazioni gratuite e utili invece di promuovere continuamente prodotti/servizi a pagamento. Pensa a un rapporto come 3-4 contenuti di posta elettronica gratuiti e poi uno che promuove un prodotto (il tuo o un affiliato), quindi ricomincia con il contenuto gratuito.

10. Non fare SPAM

non spam

Come ho detto sopra, vuoi evitare di imbatterti in spam. Non inviare troppe email alla tua lista in un breve periodo di tempo. Ad esempio, puoi mantenerlo fino a 1 email ogni pochi giorni o una volta alla settimana/mese.

Non inviare alla tua lista 3 e-mail al giorno , l’email marketing non è come Twitter, dove puoi twittare ogni 20 minuti e a nessuno importa.

Se invii troppe e-mail troppo velocemente, scoprirai che molte persone annulleranno l’iscrizione alla tua lista e-mail e non vuoi che ciò accada.

Inoltre, non vuoi inviare loro truffe e servizi di affiliazione, e in effetti, cerca di non promuovere troppi prodotti/servizi a pagamento, le persone non vogliono che qualcosa venga costantemente venduto.

Inoltre, assicurati di seguire la legge CAN-SPAM , non vuoi davvero che il tuo account del servizio di email marketing venga bandito o peggio avere problemi con le autorità.

Conclusione: come avviare un elenco di e-mail

Imparare come avviare una mailing list all’inizio della tua carriera nel blog e nel marketing si rivelerà una risorsa inestimabile che ti ricompenserà con lettori fedeli e molto traffico e entrate per molti anni.

Non importa che tipo di sito web hai o la nicchia in cui ti trovi, tutti possono trarre vantaggio dall’avere un’ottima lista di email associata a quell’argomento.

Diamine, se non hai nulla da promuovere a loro, puoi promuovere prodotti di affiliazione o anche di più, puoi farti pagare da altre società in modo che possano inviare e-mail alla tua lista.

Quindi, che si tratti di generare traffico per il tuo blog o se desideri realizzare entrate, la creazione di un elenco di e-mail dovrebbe essere una delle attività più importanti su cui ti concentri.

Spero che questa guida su come avviare una mailing list ti sia stata utile, e se hai altre domande dai un’occhiata alle FAQ qui sotto o lasciami un commento.