Cerca

Come avviare un Blog nel 2020: Guida definitiva a un Blogging di successo

Alcuni link in questo post potrebbero essere link di affiliazione. Ciò significa che se fai clic sul link e acquisti un articolo o un servizio, Remote Bliss potrebbe ricevere una piccola commissione senza costi aggiuntivi. Ma state certi che tutte le opinioni restano nostre.

Sei pronto a trasformare la tua fantastica idea per un blog in realtà?

Anche se non hai idea di come aprire un blog, ho buone notizie per te: iniziare il tuo blog è la parte facile. Non devi assolutamente essere un mago della tecnologia per registrare un nome di dominio o progettare un sito Web accattivante.

Naturalmente, attenersi a un normale programma di pubblicazione può essere una storia diversa ( ciao, procrastinazione !). Ma rendere il tuo blog attivo e funzionante online è facile e non richiede molto tempo.

Se sei pronto a far parte della community di blogger che scrivono e fanno soldi online, continua a leggere per scoprire come avviare un blog, passo dopo passo.

Come avviare un blog in 4 semplici passaggi

Forse ti piace scrivere, ma non sei sicuro del lato tecnico dell’avvio di un blog. O forse è il contrario.

Ovunque sia il tuo punto di partenza, puoi sicuramente migliorare le tue abilità di scrittore e / o imparare il lato tecnologico del blog.

Continua a leggere per imparare tutto ciò che devi sapere sull’avvio di un blog o usa questi collegamenti di salto per andare direttamente a una sezione specifica.

  1. Scopri la tua nicchia nella comunità dei blog
  2. Scegli un servizio di hosting web intuitivo
  3. Installa WordPress sul tuo sito web
  4. Scegli un tema e progetta il tuo sito web

1. Scopri la tua nicchia nella comunità dei blog

Ho partecipato a numerose conferenze di content marketing e gli oratori sottolineano sempre lo stesso punto: conosci la tua nicchia.

L’identificazione dell’argomento specifico di cui si desidera scrivere è importante per alcuni motivi.

Per uno, ti aiuta a capire chi è il tuo pubblico. Una volta che sai chi sono i tuoi lettori (o chi speri che siano), puoi scrivere contenuti che susciteranno il loro interesse.

In secondo luogo, vuoi un argomento che risuoni con te. Se sei annoiato dal tuo argomento, avrai difficoltà a pubblicare regolarmente. Tutto il tuo slancio potrebbe fermarsi se non ti importa di quello che stai scrivendo.

Terzo, ci sono innumerevoli blog là fuori, ed è importante differenziarsi. Restringendo la tua idea a una nicchia specifica, non avrai un sacco di concorrenti che scrivono già della stessa cosa.

E infine, avere una nicchia aiuterà il tuo blog ad aumentare il traffico e ad avere successo. Se lanci una rete troppo ampia, avrai difficoltà a trattenere i lettori. Dicono: “Nelle nicchie ci sono ricchezze”, quindi se stai cercando di monetizzare il tuo blog, prova a picchettare il tuo piccolo angolo di Internet.

Detto questo, non lasciare che la pressione per definire la tua nicchia ti paralizzi. Se un’analisi eccessiva ti impedisce di iniziare, getta questa idea fuori dalla finestra e scopri la tua nicchia mentre procedi. Non tutti sono dei pianificatori, quindi potresti fare meglio a sperimentare fino a quando qualcosa non si adatta.

2. Scegli un servizio di hosting web intuitivo

Ora che hai perfezionato l’idea del tuo blog killer, è tempo di passare ai lati tecnologici dell’avvio di un blog (non allarmarti!).

Per iniziare, avrai bisogno di un servizio di hosting per ospitare il tuo sito Web e registrare il tuo nome di dominio.

Se non vuoi spendere soldi per l’hosting, potresti andare con Blogger, Squarespace, Wix, Weebly o WordPress (il piano di hosting di base, non la piattaforma di blog; spiegherò la differenza più sotto).

Tuttavia, ci sono alcuni svantaggi dell’hosting gratuito. Potresti non essere in grado di scegliere un nome di dominio personalizzato e in genere non avrai tante opzioni per strumenti, design o personalizzazione.

Se non stai cercando di aumentare il traffico o monetizzare il tuo blog, un servizio di hosting gratuito potrebbe andare bene. Ma se speri di trasformare il tuo blog in un trambusto laterale o addirittura a tempo pieno , ti consiglio di pagare per un servizio di hosting.

Tra i vari servizi di hosting,  Bluehost  è il mio preferito. È facile da usare, si integra perfettamente con WordPress e ha ottimi rappresentanti dell’assistenza clienti disponibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per rispondere alle tue domande.

Ecco come iniziare con l’hosting Bluehost, passo dopo passo.

Fai clic su “Inizia ora”

Per prima cosa, vai su Bluehost.com e fai clic su “Inizia ora”. Non preoccuparti se il sito sembra un po ‘diverso dall’immagine qui sotto; si aggiornano abbastanza spesso!

come iniziare un blog

Scegli il tuo piano Bluehost

Bluehost offre tre piani: Basic, Plus e Choice Plus.

come iniziare un blog

La base è un buon affare per la maggior parte dei blogger principianti. Conterrà il tuo dominio e fino a cinque email registrate. Ma mentre probabilmente ha abbastanza spazio per te all’inizio, non offre vantaggi extra che derivano dai piani Plus o Choice Plus.

Il piano Plus ha uno spazio illimitato sul sito Web e ottieni un esperto di spam designato che ti aiuta a eliminare gli spammer quando iniziano a lasciare commenti fastidiosi sul tuo sito. Riceverai anche una “offerta di marketing” di $ 200, che è un credito che puoi utilizzare per promuovere il tuo sito.

Infine, il piano Choice Plus ha anche i vantaggi del piano Plus, insieme alla privacy del dominio e CodeGuard Basic. Con la privacy del dominio, le tue informazioni private non verranno visualizzate in relazione al tuo dominio. E CodeGuard lavora dietro le quinte per aggiungere maggiore sicurezza al tuo sito.

Se sei un principiante e hai bisogno solo di un blog, il piano di base potrebbe andare bene. Ma se stai cercando di avviare un paio di blog o vuoi lo spazio illimitato o il credito di marketing che viene fornito con il piano Plus, potrebbe avere senso aggiornare.

E se stai cercando di allargare davvero le tue ali, opta per la maggiore sicurezza e larghezza di banda che si abbina al piano Choice Plus.

Scegli un nome di dominio unico e memorabile

Il prossimo ordine del giorno è scegliere un nome di dominio univoco per il tuo sito web.

Se non ne hai ancora scelto uno, puoi continuare nel processo di configurazione di Bluehost e aggiungere il tuo nome di dominio in un secondo momento. Ma alla fine vorrai un nome di dominio in modo che il tuo sito Web possa diventare operativo.

Trovare il giusto nome di dominio può essere la parte più difficile. Vuoi qualcosa di memorabile e unico, breve e scattante, chiaro ma creativo.

Se stai lottando per trovare un nome significativo, ti consiglio di sedermi con un pezzo di carta e fare qualche associazione di parole libera.

Imposta un timer e scrivi le parole relative al tuo argomento. Non autocensurare; annota tutto ciò che ti passa per la testa.

Una volta scaduto il tempo, cerca combinazioni uniche che si distinguono per te. Se hai ancora problemi, prova questi strumenti di brainstorming per i nomi di dominio.

  • Dot-o-mator
  • Impossibility!
  • LeanDomainSearch
  • Namemesh
  • Nametumbler
  • Panabee

Una volta atterrato su una o più possibilità, assicurati che non sia già stato preso digitandolo in InstantDomainSearch.com o in un sito simile.

Anche se non è stato preso, consiglierei i blog di Google che si concentrano su argomenti simili ai tuoi per assicurarsi che non ci siano troppe sovrapposizioni.

Mentre vuoi che un utente comprenda chiaramente di cosa tratta il tuo blog in base al tuo nome di dominio, vuoi anche distinguerti dalla concorrenza.

Inserisci i tuoi dati personali

Il prossimo ordine di attività consiste nel fornire informazioni sull’account, inclusi nome, indirizzo ed e-mail. Assicurati di fornire un’email che controlli regolarmente in modo da ricevere tutte le comunicazioni che ricevi da Bluehost.

come iniziare un blog 6

Scegli il tuo pacchetto di hosting e tutti i componenti aggiuntivi

Successivamente scegli il tuo pacchetto di hosting, incluso per quanto tempo desideri l’hosting. Puoi scegliere 12, 24, 36 o 60 mesi di hosting. Un termine più lungo significa che pagherai leggermente meno al mese.

Puoi anche aggiungere extra, come SiteLock Security e CodeGuard Basic. SiteLock può essere utile perché scansiona il tuo sito alla ricerca di malware. Ma potresti anche farlo con un plug-in diverso (gratuito), come Wordfence .

Lo stesso vale per CodeGuard. Effettuerà il backup del tuo sito sul cloud su base giornaliera, ma potresti trovare altri modi per farlo a un costo inferiore o nullo.

come iniziare un blog

Inserisci i tuoi dati di fatturazione e scegli una password

Il tuo ultimo passo è inserire i tuoi dati di fatturazione e scegliere una password per il tuo account. Assicurati di scegliere una password complessa e di tenerne traccia in un luogo sicuro.

come iniziare un blog

Se Bluehost chiede altri aggiornamenti o componenti aggiuntivi su, non esitare a saltarli. A questo punto, hai completato la configurazione del tuo sito Web di hosting – congratulazioni!

Tieni presente che la visualizzazione del tuo nome di dominio potrebbe richiedere fino a 24 ore, poiché potrebbe richiedere del tempo prima che sia completamente registrato.

A proposito, se riscontri problemi lungo il percorso, puoi utilizzare la chat istantanea di Bluehost o chiamare l’assistenza clienti al numero 1-855-984-4546.

3. Installa WordPress sul tuo sito web

Dopo aver impostato l’hosting del sito Web, è il momento di installare una piattaforma per contenere tutti i tuoi deliziosi contenuti.

La maggior parte dei blogger consiglia WordPress – me compreso. La maggior parte dei blog su cui abbia mai lavorato, compresi quelli con milioni di lettori, usano WordPress come piattaforma di blog.

In effetti, WordPress alimenta il 32% di tutti i blog e siti Web su Internet!

WordPress è gratuito, facile da usare e, se e quando si dispone di alcune competenze di programmazione, facile da personalizzare in base alle proprie specifiche. Inoltre, puoi aggiungere vari plugin per tracciare il traffico o valutare la “forza SEO” dei post del blog (ne parleremo più avanti).

Inoltre, Bluehost semplifica notevolmente l’installazione di WordPress sul tuo sito Web.

Prima di spiegare come, una breve nota per chiarire qualsiasi confusione che hai intorno a WordPress: può essere sia una società di hosting che una piattaforma di blog.

Io non consiglia di utilizzare WordPress per ospitare il tuo blog (anche se il suo piano di base è gratuito).

Ma raccomando la piattaforma WordPress gratuita, che si integra facilmente con Bluehost o altri servizi di hosting.

Per installare WordPress su Bluehost, attenersi alla seguente procedura:

  • Accedi al tuo account Bluehost con il tuo nome utente e password
  • Scorri fino alla sezione “Sito Web” del pannello di controllo
  • Fai clic su “Installa WordPress”. La pagina successiva potrebbe avere la stessa opzione, quindi fai di nuovo clic su “Installa”.
  • Scegli il nome di dominio del tuo sito web
  • Quando hai l’opzione, fai clic su “Impostazioni avanzate” e aggiungi il nome del tuo sito web, il nome utente amministratore e la password amministratore. Se non lo fai, WordPress creerà un nome e una password predefiniti per te, che potrebbero non essere sicuri come quello che scegli tu stesso.
  • Accetta i termini e le condizioni e fai clic su “Installa ora”
  • Se viene visualizzata una finestra che ti chiede di scegliere un tema, sentiti libero di saltare per ora. Puoi scegliere un tema in seguito.

A questo punto, WordPress dovrebbe essere completamente installato sul tuo sito Web! Ancora una volta, contatta l’assistenza clienti se riscontri ostacoli.

Altrimenti, tamponati sulla schiena per superare tutto questo assetto iniziale. Ora puoi rivolgere la tua attenzione alla progettazione del tuo sito!

4. Scegli un tema e progetta il tuo sito web

Quindi hai impostato l’hosting, registrato il tuo nome di dominio e installato WordPress. Ora arriva la parte divertente: progettare il tuo blog!

WordPress viene fornito con una serie di temi gratuiti ea pagamento, ognuno con il proprio aspetto grafico. Gioca per vedere quale risuona con te.

Se il tuo blog presenterà molte immagini, potresti scegliere un tema in cui le foto sono in primo piano. Se stai scrivendo su un argomento serio, prendine in considerazione uno con un aspetto più professionale.

Oltre a scegliere un tema, puoi anche creare varie pagine, come una pagina Chi sono, una pagina Contattami e, naturalmente, la tua pagina blog in cui vivranno i tuoi post.

Ogni tema avrà alcune pagine pronte per l’uso, ma puoi cambiare i nomi e aggiungere o eliminare le pagine come preferisci.

In caso di domande, contattare  il servizio clienti Bluehost  o pubblicarle sul forum associato al tema WordPress. Spesso puoi anche trovare tutorial di YouTube che spiegano come sfruttare al meglio il tuo tema.

A proposito, nessuno vedrà il tuo blog mentre è in costruzione. Bluehost istituirà un “sito WordPress in arrivo!” messaggio fino a quando decidi di pubblicare il tuo sito.

E se pubblichi troppo presto, puoi sempre rimuoverlo temporaneamente con un plug-in come la   Pagina in costruzione o la Modalità di arrivo e manutenzione minima .

Una volta terminato il tuo progetto, scritto la tua biografia e forse anche aggiunto alcuni post sul blog, puoi disattivare questo plug-in e lasciare che il tuo blog vada di nuovo in vita nel mondo.

Una volta fatto, congratulazioni! Hai appena trasformato la tua fantastica idea in un blog perfettamente funzionante!

Attirare i lettori: come creare una strategia di contenuto e promuovere il tuo blog

La creazione del tuo blog è un grande traguardo e dovresti celebrare il tuo successo. Allo stesso tempo, fai attenzione a non perdere lo slancio.

Dopo aver completato l’impostazione iniziale, le sfide non sono finite. Ora è il momento di capire di cosa vuoi scrivere e aggiornare il tuo blog su base regolare.

A Google piacciono i blog attivi che pubblicano almeno tre volte alla settimana. Se è un allungamento, cerca di aggiornare il tuo blog almeno una volta alla settimana.

Come marketer dei contenuti, ho imparato molto su ciò che rende i contenuti di successo. Ecco alcuni suggerimenti per pianificare i post del tuo blog, creare un programma di pubblicazione e attirare lettori sul tuo blog.

Mantieni un elenco di argomenti su cui scrivere

Subito dopo aver iniziato il tuo blog, probabilmente stai esplodendo di idee. Ma se non pianifichi articoli futuri, la tua idea potrebbe iniziare a prosciugarsi.

Fortunatamente, puoi far scorrere il rubinetto dell’idea lasciando da parte il tempo per il brainstorming. Indica un momento specifico per la pianificazione di articoli futuri.

Dove puoi trovare idee? Ovunque! Ecco alcuni consigli:

  • Attingi alle tue esperienze personali. Pensa alle sfide che hai superato, ai successi che hai avuto o alle domande di cui vorresti saperne di più. Usa la tua vita come ispirazione per i post sul blog.
  • Pensa alle esigenze del tuo pubblico. Chi è il tuo “lettore ideale”? Cosa vogliono sapere di più? Quali ostacoli puoi aiutarli a superare o problemi che puoi aiutarli a risolvere?
  • Domande esplicite di amici e familiari. Mostra l’argomento con le persone della tua vita e scopri quali domande hanno. Questo potrebbe innescare una colonna di consigli, o potresti anche fare una funzione “storia di successo” su qualcuno che conosci.
  • Fai ricerche SEO. Se stai cercando di classificare determinate parole chiave che le persone cercano, dovrai imparare un po ‘di SEO. Un modo semplice per iniziare è cercare parole chiave e vedere quali pagine vengono visualizzate. Nella parte inferiore della pagina dei risultati di ricerca, Google ti mostrerà anche alcune parole chiave simili che le persone cercano, tutte che potrebbero scatenare idee di articoli.
  • Verifica con la concorrenza. Scopri di cosa scrivono blogger simili nella tua nicchia. Certo, non vuoi copiare gli altri, ma rimanere informato sul tuo argomento potrebbe innescare nuove idee.
  • Imposta i feed RSS per rimanere aggiornato su notizie o post di blog. Controlla con i media per nuove informazioni, sondaggi o studi sul tuo argomento. Se copri i prodotti, segui i negozi per conoscere le loro vendite o il lancio dei prodotti. Immergiti nella tua community in modo da poter rimanere informato su ciò che sta succedendo e condividere eventuali aggiornamenti con i tuoi lettori.

Hemingway disse che avrebbe terminato la sua scrittura nel mezzo di una buona idea, in modo da poter ricominciare da capo il giorno successivo. Mantenere un elenco aggiornato di idee per articoli farà in modo che tu mantenga allo stesso modo il tuo slancio sul blog.

Invece di colpire un muro, avrai un elenco di articoli in attesa di essere scritti.

Affina le tue abilità SEO e storytelling

Se speri che il tuo blog si classificherà molto su Google, dovrai imparare un po ‘su come funziona Google.

Imparare le basi del SEO è un buon inizio. Consiglierei i corsi Udemy come SEO 2018: Formazione SEO completa + SEO per siti Web WordPress, Formazione SEO: Ottieni traffico gratuito sul tuo sito Web con SEO o Come ho colpito # 1 su Google: Il corso SEO completo 2019.

Per la ricerca di parole chiave, utilizza lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google per vedere con quale frequenza le persone cercano determinati termini. Sebbene questo strumento non fornisca più dettagli, è comunque possibile visualizzare le stime della frequenza di ricerca.

Una volta che hai una parola chiave target, cercala per vedere cosa ha già un posizionamento elevato. Se la concorrenza sembra relativamente debole, potresti essere in grado di scrivere un contenuto più forte che ha una possibilità di classificarsi molto.

Suggerimento professionale:  il plug-in Yoast è un ottimo modo per verificare di aver usato la parola chiave più volte in tutto l’articolo, il titolo e la meta-descrizione. Se la luce di Yoast diventa verde, sai che il tuo articolo è approvato SEO.

Sebbene le parole chiave siano importanti, una buona narrazione è ancora fondamentale. Gli algoritmi di Google stanno diventando sempre più intelligenti, quindi è più importante che mai fornire un solido contenuto a un lettore.

Il contenuto completo tende a classificarsi meglio, così come gli articoli unici. Ad esempio, se puoi offrire nuovi dati o una fantastica infografica, puoi distinguerti dalla massa.

Per migliorare le tue abilità di scrittura, considera i corsi online come

Ogni volta che ti siedi per scrivere, pensa a come catturare l’interesse del tuo lettore e mantenerlo nel tuo articolo. Riconosci i loro problemi e offri una soluzione, o almeno una nota di speranza.

Tieni presente che il posizionamento del tuo articolo può richiedere mesi e la SEO è complicata (anche i backlink di siti Web affidabili aiutano). Alla fine, però, scrivere fantastici contenuti è il modo migliore per indirizzare il traffico verso il tuo blog.

E se il posizionamento elevato su Google non è la tua priorità, non preoccuparti delle strategie SEO. Condividi la tua voce unica con il mondo e sicuramente attirerai i lettori che lo apprezzano.

Promuovi la tua scrittura sui social media

Un altro modo per attirare gli occhi sul tuo sito web è attraverso i social media. Conosci i soliti sospetti: Facebook, Instagram, Twitter, Pinterest, LinkedIn, ecc.

Invita le persone ad apprezzare la tua pagina e a pubblicare post in modo coerente. Sfrutta al massimo gli hashtag in modo che i tuoi post vengano visualizzati nei risultati di ricerca. Entra in contatto con gli altri nella tua community e condividi anche i loro contenuti.

Ricorda, ciò che funziona su Facebook potrebbe non funzionare su Twitter e viceversa. Anche se vuoi essere coerente, puoi anche sperimentare diverse strategie di messaggistica e promozionali, poiché ogni canale di social media è unico.

Contribuisci ai post degli ospiti su altri siti Web

Un altro modo per far conoscere il tuo blog agli utenti è quello di contribuire con i post degli ospiti ad altri siti Web.

Dai un’occhiata agli altri blog nella tua nicchia e chiedi se accettano i messaggi degli ospiti. Potresti anche presentare la tua idea per un post (per ulteriori informazioni su come scrivere un pitch, consulta questa guida alla scrittura freelance ).

Puoi anche interagire con le persone nei forum online, come Quora o gruppi di Facebook pertinenti.

Ottenere il tuo nome là fuori pianterà un seme che potrebbe eventualmente aumentare il traffico per il tuo blog.

Pronto a monetizzare? Come guadagnare con il tuo blog

Se stai pensando in termini di strategia SEO e crescita del traffico, probabilmente sei desideroso di fare soldi con il tuo blog.

Naturalmente, non dovresti mai sacrificare la qualità o la trasparenza per motivi di reddito. L’unico modo per ottenere e mantenere i lettori è offrire consigli onesti, autentici e utili che puoi davvero sostenere.

Ma finché continui a svolgere la tua missione, puoi anche trasformare il tuo traffico in denaro. Ecco due strategie principali per monetizzare il tuo blog.

Marketing di affiliazione e pubblicità

Il marketing di affiliazione comporta il riferimento di clienti ad altri negozi o fornitori di servizi.

Ad esempio, ho una relazione di affiliazione con Bluehost, quindi se fai clic sul mio link Bluehost  e acquisti un servizio di hosting, ti farò una piccola commissione.

Ma tornando all’autenticità, non è per questo che sto raccomandando Bluehost. In effetti, ho accesso a programmi di affiliazione con altri servizi di hosting. Ho scelto di presentare Bluehost perché penso che abbiano un servizio eccezionale, soprattutto per le persone che creano un blog per la prima volta.

Puoi ottenere link di affiliazione iscrivendoti a programmi partner, come FlexOffers, Rakuten Marketing o Amazon. Alcune aziende offrono anche i propri programmi di affiliazione, ai quali è possibile iscriversi direttamente tramite i propri siti Web.

Oltre all’utilizzo di link di affiliazione, potresti anche includere annunci in linea o banner pubblicitari nei tuoi post o nella tua home page. Questi funzionano in modo simile; guadagnerai una piccola quantità di denaro da ogni cliente che fa clic e acquista un prodotto.

A proposito, non sei limitato all’utilizzo di link di affiliazione sui blog. Puoi anche incorporarli nei post dei social media per condividerli con il tuo pubblico.

Vendita di servizi o prodotti

Oltre al marketing di affiliazione, puoi anche creare e vendere un prodotto o servizio, come un e-book o un corso. Oppure puoi pubblicizzare le tue abilità di scrittura (o design, marketing, SEO, ecc.) Sul tuo blog e far venire i clienti da te.

Quando si tratta di fare soldi con il tuo blog, il cielo è il limite. Ma nella maggior parte dei casi, non devi preoccuparti troppo di una strategia di monetizzazione fino a quando non hai iniziato il tuo blog, scritto alcuni ottimi contenuti e attirato lettori sul tuo fantastico sito web.

Trasforma i tuoi sogni di blog in realtà

Bloggare è uno dei modi migliori per lavorare come scrittore ovunque tu voglia. Sia che tu voglia lavorare da casa o viaggiare per il mondo come un nomade digitale , i blog ti offrono questa flessibilità.

È anche un’ottima strada per esprimere la tua creatività e affinare la tua arte come scrittore. Inoltre, puoi trovare una comunità di persone che condividono le tue passioni.

Detto questo, la blogosfera è un mondo competitivo e non puoi aspettarti un successo dall’oggi al domani. C’è molto da imparare lungo il percorso, sia per quanto riguarda la SEO, la progettazione di siti Web o la divulgazione dei media.

Ma se mantieni una mente aperta, puoi affinare le tue abilità e acquisire nuove conoscenze. Pubblicando regolarmente, attirerai lentamente ma sicuramente una comunità di lettori sul tuo blog.

Qualunque siano i tuoi obiettivi di blog, mantieni la rotta, anche quando la strada diventa accidentata. Rimanendo fedele, sarai sulla buona strada per diventare il tuo capo come blogger di successo, indipendente dalla posizione.