Cerca

Come avviare un Blog nel 2020 (e fare soldi): Guida semplice per iniziare a fare blogging oggi

Tempo di lettura: 43 minuti

Se stai cercando una guida semplice e dettagliata per imparare come aprire un blog e guadagnare da esso, sei nel posto giusto. Ho blog per più di 10 anni e sono qui per mostrarti il ​​modo più semplice per iniziare.

Hai bisogno d'aiuto? Contattaci via Email: info.ibdi.it@gmail.com

Imparerai come avviare un blog oggi in 8 semplici passaggi che dureranno dai 10 ai 15 minuti. Fai clic qui per saltare direttamente al passaggio n. 1 e iniziare ora .

Come avviare un blog (e fare soldi) in 8 semplici passaggi

Scopri come avviare un blog seguendo questi semplici passaggi:

  1. Scegli il nome e la nicchia del tuo blog
  2. Ottieni il tuo blog online (web hosting)
  3. Progetta il tuo blog con un tema WordPress gratuito
  4. Scrivi il tuo primo post sul blog
  5. Promuovi il tuo blog e guadagna
  6. Sviluppa una strategia di contenuti di successo a lungo termine
  7. Impegnati a un normale programma di pubblicazione sul tuo blog
  8. Usa foto e design gratuiti per far risaltare i tuoi post sul blog

Divulgazione: ti preghiamo di notare che alcuni dei link sottostanti sono link affiliati e senza alcun costo aggiuntivo, guadagnerò una commissione. Quando acquisti hosting utilizzando il mio link affiliato Bluehost, mi compensano, il che aiuta a rendere questa guida gratuita per te. Sappi che raccomando solo prodotti e servizi che ho usato personalmente e che sto dietro.

Come avviare un blog nel 2020 (e fare soldi) in 8 semplici passaggi

Se sei pronto a fare il salto e imparare a creare un blog che può diventare una vera fonte di guadagno online, allora immergiamoci.

1. Scegli il nome e la nicchia del tuo blog

Innanzitutto, è tempo di scegliere un nome e una nicchia per il tuo nuovo blog.

Il nome del tuo blog è quello che i lettori vedranno per primi (come yourblog.com ), quindi dovrebbe idealmente rappresentare gli argomenti generali di cui scriverai, oppure potrebbe essere il tuo nome, quello della tua attività, una combinazione intelligente di parole o altro.

La nicchia del tuo blog è l’area tematica generale su cui concentrerai i tuoi contenuti. Gli esempi includono argomenti come viaggi, cibo, moda, stile di vita, tecnologia e altro. Incorporare una parola o due che segnali chiaramente di cosa tratta  il contenuto, nel nome del tuo blog (come fashionbyjane.com o watchryanhike.com ), sarà molto utile per i tuoi futuri lettori di blog.

Cosa succede se non riesco ancora a decidere il nome di un blog (o argomento)?

Cosa succede se il nome che voglio usare non è disponibile?

Posso cambiare il nome del mio blog in un secondo momento?

2. Porta il tuo blog online (web hosting)

Il secondo passo nell’avvio di un blog è effettivamente quello di rendere il tuo blog online. Ecco cosa farà una società di web hosting per te. In questo passaggio, selezionerai la piattaforma di blog e il piano di web hosting che utilizzerai per pubblicare il tuo blog online.

Cos’è l’hosting web?

Quanto costa il web hosting?

Qual è il miglior servizio di web hosting da usare?

La combinazione di piattaforma di blog e web hosting che uso personalmente (e che la maggior parte degli altri blogger utilizza) è un blog WordPress, ospitato da Bluehost . WordPress è una piattaforma di pubblicazione gratuita che esiste dal 2003 e ora alimenta oltre il 60% di tutti i blog su Internet. Bluehost è una delle aziende più affermate e affidabili nel settore dell’hosting di blog. Questa combinazione è quella che useremo per iniziare il tuo blog. Ora impostiamo il tuo hosting.

-> Fai clic qui per andare su Bluehost e premere il pulsante verde “Inizia ora”

Bluehost Web Hosting (schermata della home page) per scegliere un nome e imparare come iniziare un blog

Scegli il tuo piano

Innanzitutto, selezionerai un piano di hosting (l’inserimento del nome del tuo blog verrà dopo). Personalmente, consiglio di scegliere il  piano Choice Plus perché include Domain Privacy, che proteggerà le tue informazioni personali (nome completo, indirizzo email, numero di telefono e indirizzo di casa) dalla pubblicazione ovunque online.

La scelta del piano apparirà così proprio qui. Basta fare clic sul pulsante verde “Seleziona” sul piano di scelta:

Come selezionare il giusto piano di hosting per il processo del tuo blog (schermata di Bluehost)

Come ho detto sopra, ti consiglio di scegliere il piano Choice Plus, in modo da ottenere la funzione Privacy del dominio che proteggerà le tue informazioni personali online, ma uno di questi piani farà come stai iniziando il tuo blog e puoi aggiungere la privacy del dominio in un secondo momento durante il processo di checkout per circa $ 1 / mese.

Scegli il nome di dominio del tuo blog

Successivamente, arriverai alla pagina in cui è il momento di scegliere il nome di dominio del tuo blog:

Crea un account e ottieni il tuo nome di dominio con Bluehost per ospitare il tuo blog

Una volta arrivato a questo passaggio nel processo di checkout, digita semplicemente il nome del dominio che desideri che il tuo blog abbia (il mio è ryrob.com ).

Se il tuo nome di dominio preferito non è disponibile, puoi provare un’altra opzione che mi viene in mente oppure (cosa ti consiglio) selezionare l’opzione per  scegliere il tuo nome di dominio in un secondo momento dopo aver eliminato il resto del tuo account e aver preso un po ‘ più tempo per riflettere sul nome. Inoltre, più avanti in questa guida, espanderò un po ‘di più su come scegliere il nome giusto per il tuo blog se non sei ancora deciso.

Ecco dove è possibile fare clic per scegliere il dominio in un secondo momento (è un popup che verrà visualizzato se si passa il mouse su questa pagina per un tempo sufficiente o si sposta il mouse verso l’alto nella parte superiore della pagina):

Come scegliere il nome di dominio per il tuo blog in seguito se non riesci a decidere

Dopo aver scelto il tuo nome di dominio o aver scelto di selezionarlo in un secondo momento, verrai portato all’ultimo passaggio della procedura di registrazione: creare il tuo account.

Crea il tuo account Bluehost

Inizia compilando i dettagli del tuo account come il tuo nome, indirizzo e-mail (è estremamente importante utilizzare un indirizzo e-mail aggiornato perché è qui che verranno inviati i dettagli di accesso e le informazioni dell’account) e l’indirizzo. Se non vuoi inserire le tue informazioni manualmente, puoi connettere il tuo account Bluehost al tuo account Google. O funziona!

Riempiendo le informazioni del nostro account su Bluehost (Screenshot) per ottenere Blog Hosting

Seleziona il pacchetto di hosting giusto

Qui è dove sceglierai un piano di account in base al prezzo che desideri bloccare e con quanto anticipo pagherai.

Selezione dei dettagli del pacchetto e durata del piano di hosting del blog (schermata)

Nota che Bluehost offre solo opzioni per il pagamento anticipato di 1, 2, 3 o 5 anni. Non offrono un’opzione di pagamento mensile (perché la maggior parte delle società di hosting che offrono pagamenti mensili tendono ad addebitare un po ‘di più). Tuttavia, con qualsiasi piano scegliate, il prezzo risulta essere un ottimo affare per iniziare il tuo blog e pubblicarlo online oggi.

Con quale piano tariffario è meglio iniziare un blog?

Personalmente, ti consiglio di scegliere il  “Prezzo Prime 36 mesi”  se desideri bloccare il prezzo più basso possibile per il tuo hosting. Questo è quello che uso. E protegge l’hosting del tuo blog alla tariffa più bassa (e ti garantisce la privacy del dominio) per i prossimi 3 anni. E poiché questo prezzo basso per i nuovi clienti si applica solo al primo pagamento che effettui, se dovessi scegliere il piano di 1 anno, il prezzo potrebbe aumentare dopo quel primo anno.

Ecco perché se scegli il piano di 36 mesi, i tuoi prezzi saranno bloccati a questo tasso per 3 anni. Per questo motivo, ti consiglio di seguire il piano di durata più lunga per il quale il tuo budget può balzare.

Scegliere gli extra del pacchetto giusto (salta tutti tranne uno)

Scegli gli extra del pacchetto giusto con l'hosting con Bluehost

Consiglio di mantenere extra la protezione della privacy del dominio, ma puoi evitare di saltare il resto. Più avanti in questa guida, ti mostrerò i molti plugin e strumenti gratuiti ed economici che puoi usare per cose come l’ottimizzazione SEO, la sicurezza aggiuntiva e i backup del sito, rendendo la maggior parte degli altri pacchetti non necessari.

Come accennato in precedenza, però, avere la privacy extra del dominio mantiene private tutte le informazioni di contatto personali (nome, e-mail, numero di telefono e indirizzo). Ora, se hai scelto il piano Choice Plus nella schermata precedente, la protezione della privacy del tuo dominio verrà elencata come “gratuita” proprio come mostrato nella schermata sopra, inclusa in quel piano.

Se hai scelto un piano di base o Plus, ti consigliamo di selezionare la casella per aggiungere la protezione della privacy del dominio al tuo ordine per circa $ 1 / mese.

Il totale che vedrai ora è l’importo che pagherai oggi. Ricorda però che non dovrai pagare di nuovo per 1, 2, 3 o 5 anni a seconda del pacchetto che hai scelto. Inoltre, c’è una garanzia di rimborso di 30 giorni nel caso in cui le cose non vadano come previsto nel tuo blog.

Inserisci i tuoi dati di fatturazione

Esempio di passaggio finale delle informazioni di fatturazione su Bluehost (schermata delle informazioni di pagamento)

Ora inserisci i tuoi dati di fatturazione, seleziona la casella che accetti i Termini di servizio di Bluehost e quindi premi il pulsante verde “Invia”.

Corteggiare! È tempo di una mini celebrazione 🙂

Hai completato ufficialmente il primo passo importante nell’avvio di un blog.

Una volta completato il processo di registrazione iniziale, è tempo di passare alla fase successiva di installazione e ottimizzazione complete del tuo blog.

Nella pagina successiva, verrai guidato passo-passo attraverso il processo di installazione di WordPress sul tuo blog tramite Bluehost — e più avanti in questa guida, ho un sacco di consigli utili per ottimizzare il tuo blog, gratuitamente e plug-in economici che puoi installare per aiutarti a rendere il tuo blog fantastico, e altro ancora.

-> Fai clic qui per andare su Bluehost e registrare il tuo dominio se non l’hai già fatto .

Ora, se non hai ancora impostato il tuo web hosting e vuoi provare alcune altre opzioni, ci sono altri fornitori di web hosting che vale la pena considerare.

Vale la pena considerare le 2 migliori piattaforme di hosting di blog alternative

  • Dreamhost – Nel corso degli anni ho ospitato dozzine di siti Web su Dreamhost (e lo faccio ancora). Tutte le funzionalità simili come l’installazione di WordPress con 1 clic, il certificato SSL gratuito e la sicurezza del sito a parte, uno dei maggiori vantaggi di andare con Dreamhost rispetto ad altre società di hosting, è che offrono un vero piano di pagamento mensile che ti consente di pagare per il costo del tuo blog di hosting ogni mese senza alcun vincolo. Ecco alcune altre società di web hosting che offrono anche piani di pagamento mensili .
  • HostGator – La cosa che distingue HostGator dalle altre società di hosting, è il loro fantastico livello di assistenza clienti e il fatto che offrono anche un vero piano di pagamento mensile (che aiuta se stai iniziando il tuo blog con un budget). HostGator si colloca tra le più grandi società di hosting, alimentando oltre 8 milioni di siti Web in tutto il mondo, rendendoli un ottimo partner con cui scalare il tuo blog nel tempo.

Se vuoi ancora valutare più dei migliori fornitori di blog hosting, vai alla mia analisi dei migliori piani di web hosting per i blogger quest’anno.

Ora siamo al punto in questa guida in cui tutto da qui in avanti sarà basato sul presupposto che hai già registrato il tuo nome di dominio e scelto il giusto piano di hosting, quindi se non l’hai già fatto, prendi solo pochi minuti per ottenere rapidamente quell’impostazione.

Pronto a registrare il tuo nome di dominio e configurare l’hosting del blog?

Ho realizzato questo breve video tutorial per guidarti passo-passo attraverso l’intero processo in pochi minuti:


Divulgazione: Si prega di notare che quando si acquista hosting utilizzando il mio link di affiliazione Bluehost, mi compensano, il che mi aiuta a fare questa guida definitiva per iniziare un blog gratuitamente per te. Sappi che utilizzo anche l’hosting Bluehost e non consiglierei mai un prodotto, uno strumento o un servizio che non uso personalmente e che sostengo 🙂

So in prima persona che imparare come avviare un blog può essere un’impresa enorme.

E se hai bisogno di una guida un po ‘più dettagliata, ho messo insieme un corso master gratuito che distribuisce tutto questo lavoro in una serie di lezioni piene di azione e approfondisce in modo ancora più dettagliato questo tutorial.

Mentre il primo passo cruciale per iniziare il tuo blog oggi è la registrazione del tuo nome di dominio e l’impostazione dell’hosting, il mio corso gratuito si espande nella crescita del tuo blog. Durante questo corso di 7 giorni, passerai da zero alla pubblicazione (e promozione) del tuo primo post sul blog. Non posso raccomandarlo abbastanza.

Vuoi il mio corso gratuito: come iniziare un blog redditizio in 7 giorni?

Inserisci il tuo nome e indirizzo e-mail e avrai accesso immediato al mio corso che è stato presentato su Forbes , Business Insider e Imprenditore .


3. Progetta il tuo blog con un tema WordPress gratuito

Come progettare un blog con un tema WordPress gratuito (procedura dettagliata) Screenshot e illustrazione

Ora che abbiamo superato la fase cruciale di installazione di un blog, è tempo di divertirci un po ‘di più.

Progettare il tuo blog WordPress è quando potresti iniziare a sentire un po ‘di attrito con questo processo (se non hai mai lavorato su un blog prima), ma prometto che non diventerà troppo tecnico.

Inoltre … l’ultima cosa che voglio è che il lato tecnico molto minore dell’avvio di un blog possa far deragliare i tuoi progressi oggi. Ecco perché, nel mio corso gratuito Come creare un blog in 7 giorni , ho suddiviso questo processo di installazione tecnica in una lista di controllo ancora più pratica e dettagliata per te.

Se vuoi avviare un blog e guadagnare da esso, WordPress è la tua unica opzione intelligente.

Esaminiamo alcuni termini di base, in modo da capire perché WordPress è la piattaforma giusta (nota anche come Content Management System o CMS) su cui eseguire il tuo blog.

Che cos’è un Content Management System (CMS)?

Che cos’è WordPress?

Devo iniziare un blog su WordPress (ed è WordPress gratuito)?

Da quando ho iniziato a scrivere sul blog oltre un decennio fa, gestivo il mio blog su WordPress e non potrei essere più felice con la quantità di flessibilità, controllo e potenziale di crescita a lungo termine che questa decisione mi ha permesso.

Ora, una cosa di cui devi fare attenzione è che WordPress è disponibile in due piattaforme molto diverse. C’è WordPress.com e WordPress.org . Hanno quasi lo stesso nome, ma ci sono differenze molto grandi tra i due:

Grafico di confronto tra WordPress.com e WordPress.org quando si sceglie come iniziare un blog

WordPress.com:

  • È gratuito (con pesanti restrizioni)
  • Non consente di scegliere un nome di dominio personalizzato (cioè 👉 yoursite.wordpress.com )
  • Ha opzioni di monetizzazione molto limitate (non puoi vendere i tuoi annunci)
  • Non ti consente di caricare plugin (per l’acquisizione di e-mail e altre cose)
  • Ha un supporto temi limitato, quindi sei bloccato con disegni molto semplici
  • Devi pagare per rimuovere il marchio WordPress e ottenere il tuo dominio come yoursite.com
  • SEO e analisi limitati

WordPress.org:

  • Design completamente personalizzabile, opzioni di plug-in illimitate e nessun marchio
  • Controllo totale sui tuoi sforzi di monetizzazione
  • Potenti funzionalità SEO (così le persone possono trovare il tuo sito più facilmente)
  • Ti consente di avviare o aggiungere un negozio e-commerce o un sito di appartenenza
  • Piccola tariffa mensile (dalla società di web hosting che scegli di ospitare il tuo blog)

Mentre la scelta è tua, se vuoi sfruttare appieno il tuo blog, essere in grado di farlo crescere con te e alla fine fare soldi da esso, WordPress.org è la strada da percorrere quando impari come avviare un blog (e il processo esatto che abbiamo seguito in questa guida). È il CMS di scelta che siederà in background e alimenterà il tuo blog.

Come installare WordPress (e configurare le impostazioni del tuo blog)

Ecco una procedura dettagliata video su come installare WordPress sul tuo nuovo blog e configurare le giuste impostazioni:


Naturalmente in questo unico video, non trattiamo tutto di WordPress, ma ricordiamo che queste sono le basi che devi realizzare prima .

Trascorri del tempo familiarizzando con l’area di amministrazione del tuo blog WordPress. Esplora e testa le cose. Svilupperai una comprensione molto più profonda di come funziona WordPress e quali cose puoi cambiare rapidamente sull’aspetto visivo e sulla funzionalità del tuo sito. Questo è quando il divertimento inizia davvero!

Scegliere il miglior tema WordPress (gratuito) per il tuo blog

Quando hai appena iniziato, di solito non consiglio di acquistare subito un tema WordPress a pagamento. Una volta che hai un po ‘di traffico e puoi giustificare l’investimento, allora è intelligente scegliere un tema premium, a pagamento con più funzionalità e opzioni. Per ora, tuttavia, un tema complesso sarà una distrazione dalla tua priorità più importante di portare effettivamente i lettori sul tuo nuovo blog.

WordPress include una moltitudine di temi gratuiti tra cui scegliere, quindi inizia con una delle opzioni che ti piacciono in Aspetto> Temi> Aggiungi nuovo tema> Popolare senza spendere molto tempo su questo per ora. Puoi sempre tornare indietro e cambiarlo più tardi.

Raccomando il tema Hello o Astra (entrambi gratuiti al 100% e che hanno la possibilità di aggiornare più tardi).

Come scegliere un tema WordPress per il tuo nuovo blog (schermata di Astra e Hello Theme)

Mi piacciono questi due temi di WordPress perché sono entrambi nitidi, puliti, semplici e ti porteranno a un ottimo punto di partenza senza dover investire in un tema a pagamento all’inizio. Successivamente, puoi valutare altri temi WordPress .

Cosa succede se desidero scegliere un tema WordPress diverso (o passare in seguito)?

Perché il design è così importante quando si impara a creare un blog

Anche se non ti interessa davvero il design, lo faranno i tuoi lettori. In uno studio del 2012 condotto da Google e dall’Università di Basilea, i ricercatori hanno scoperto che gli utenti giudicano la bellezza estetica di un sito Web e la funzionalità percepita in 1/20 – 1/50 di secondo. Inoltre, grazie a un piccolo pregiudizio psicologico chiamato Halo Effect , le persone estenderanno quel giudizio a tutti gli aspetti del tuo blog.

Ciò significa che in meno tempo di quanto basta per schioccare le dita, un lettore ha deciso se fidarsi o meno del tuo blog.

Un buon design crea fiducia. Dice alle persone che ti interessa abbastanza del tuo blog per farlo sembrare bello. Questo non significa che hai bisogno di animazioni pazze o di tonnellate di caratteri e colori. In effetti, i migliori design sono semplici, chiari e di facile lettura.

Una volta stabilito il tema giusto per il tuo blog WordPress, è tempo di immergersi nel mondo dei plugin di WordPress, per aiutare a sbloccare ancora più personalizzazioni e lavori di preparazione indispensabili per dare al tuo blog una forte possibilità di trasformarsi in un pieno di affari.

7 plugin WordPress essenziali che dovresti installare subito

I plugin di WordPress svolgono un ruolo assolutamente cruciale nel funzionamento del tuo blog.

Che cos’è un plug-in di WordPress e perché sono importanti?

L’unico problema è che ci sono letteralmente migliaia di plugin e strumenti di blog diversi tra cui scegliere. Per aiutarti a eliminare tutto il rumore … questi sono i 7 plugin WordPress indispensabili da installare quando inizi un blog oggi:

  1. Yoast SEO : più persone riescono a trovare i tuoi contenuti, migliore sarà il tuo blog. Il plugin Yoast WordPress ti aiuta a ottimizzare i titoli dei post del blog, le descrizioni, la lunghezza dei contenuti e altri elementi in tutto il tuo blog in modo che tu possa essere trovato più facilmente dai motori di ricerca.
  2. WPForms : vorrai che i tuoi lettori siano in grado di contattarti facilmente, cosa che consiglio vivamente, in quanto incoraggerà altri blogger che vogliono collaborare con te un’opportunità facile da raggiungere. WPForms è un plug-in di facile utilizzo che ti consente di trascinare e rilasciare i moduli di contatto su qualsiasi pagina del tuo blog.
  3. Google Analytics Dashboard per WordPress : questo è un plug-in gratuito di Google Analytics al 100% che ti consente di visualizzare tutti i tuoi dati di analisi pertinenti direttamente all’interno di WordPress. Collega il plug-in al tuo account Google Analytics (puoi creare un account Google Analytics gratuito proprio qui ) per scoprire chi sta arrivando sul tuo sito, per quanto tempo restano in giro e quali sono i tuoi post di blog più popolari.
  4. UpdraftPlus : Ancora una volta, a volte le cose andranno male sul tuo blog (e non saranno sempre totalmente sotto il tuo controllo). È sempre intelligente avere un plug-in di backup che salverà regolarmente tutto il tuo duro lavoro e questo gratuito si erge sopra il resto.
  5. WP Rocket : i siti Web più veloci si posizionano meglio su Google e offrono ai tuoi lettori un’esperienza migliore. WP Rocket è un plug-in che memorizza nella cache le pagine, riduce le dimensioni dei file e fa molto di più per garantire che il tuo blog si carichi più velocemente per tutti.
  6. MaxCDN : Parlando di velocità, MaxCDN rende anche le immagini e altri elementi statici del tuo blog più veloci, guadagnando il punteggio più alto di questo plugin da considerare come complemento all’utilizzo anche di WP Rocket.
  7. Inserisci intestazioni e piè di pagina : a volte per modificare il tema, dovrai aggiungere frammenti di codice all’intestazione o al piè di pagina (non è spaventoso come sembra). Tuttavia, farlo nel codice del tema può causare problemi. Questo plugin ti consente di aggiungere facilmente piccoli frammenti di codice per selezionare le posizioni intorno al tuo blog.

Impostazioni di base del blog di WordPress con cui vuoi familiarizzare ora

Ci sono molte ragioni diverse per iniziare un blog e altrettanti obiettivi unici che potresti avere in mente. Indipendentemente da ciò, vale la pena avere una conoscenza di base degli aspetti più ampi di come funziona WordPress, in modo da poter controllare l’aspetto visivo del tuo blog.

Analizziamo alcune delle impostazioni di immagine più grandi che puoi trovare nella dashboard di WordPress.

Permalink (URL)

Come ottimizzare le impostazioni del permalink di WordPress (fare clic per espandere)

Pulizia dell’URL del sito predefinito

Come pulire l’URL del sito predefinito (fare clic per espandere)

Impostazione della home page del tuo blog

Come impostare la home page del tuo blog (fai clic per espandere)

Impostazione del menu del tuo blog

Come impostare un menu sul tuo blog WordPress (fai clic per espandere)

Bene, abbiamo coperto le basi di base per ottenere le tue impostazioni di WordPress. Adesso, scaviamo nella creazione di alcune delle pagine principali sul tuo blog.

Creazione delle pagine principali del tuo blog (informazioni, contatto, noleggio)

Ogni blog deve mostrare alcune informazioni di base e di base. Chi sei. Perché le persone dovrebbero ascoltarti. Come possono contattarti se hanno domande o vogliono lavorare con te.

Queste pagine sono tutte abbastanza standard, ma sono anche un ottimo modo per divertirsi e far conoscere ai tuoi lettori. In effetti, utilizzo la mia pagina Informazioni non solo per presentare chi sono e raccontare la mia storia, ma anche per spiegare la mia proposta di valore (per i potenziali clienti che desiderano assumermi come marketer di contenuti freelance ) e mostrare alcuni dei miei recenti risultati.

Ecco le istruzioni dettagliate su come creare una pagina about che faccia lo stesso:

Come scrivere una pagina Informazioni per il tuo blog

Come scrivere una pagina su di me per il tuo blog (esempio) e screenshot dal mio blog

Potresti non pensarci molto, ma la tua pagina Informazioni può diventare rapidamente una delle pagine più popolari sul tuo blog.

Come scrivere la pagina delle informazioni sul tuo blog (fai clic per espandere)

Usa la tua pagina about per  mostrare il valore che stai creando per i tuoi lettori e lavora sodo per guadagnare quella attenzione. Non importa come crei la tua pagina, non dimenticare di pensare al contesto della persona con cui parlerai lì.

Come scrivere una pagina di contatto per il tuo blog

Un’altra pagina spesso trascurata che vorresti includere nel tuo blog è un modo semplice per le persone di contattarti.

Schermata Esempio di una pagina di contatto da utilizzare quando si impara come avviare un blog

Mentre il mio approfondisce, la tua pagina di contatto può essere semplice come avere i tuoi account e-mail e social media elencati in una pagina. Oppure, se preferisci non avere la tua e-mail personale là fuori che chiunque possa trovarla, puoi includere un modulo di contatto.

Come creare una pagina di contatto per il tuo blog (fare clic per espandere)

Pensa a quali tipi di comunicazione desideri che i tuoi lettori utilizzino e per cosa. È possibile utilizzare la pagina dei contatti per impostare immediatamente tali aspettative.

Se vuoi trascorrere un po ‘più di tempo a sintonizzare il tuo nuovo blog WordPress e a sperimentare tutte le tue impostazioni, dai un’occhiata a questi brevi tutorial:


Vuoi il mio corso gratuito: come iniziare un blog redditizio in 7 giorni?

Inserisci il tuo nome e indirizzo e-mail e avrai accesso immediato al mio corso che è stato presentato su Forbes , Business Insider e Imprenditore .


4. Scrivi il tuo primo post sul blog

Imparare a scrivere il tuo primo post sul blog (tutorial di scrittura) e illustrazione

Non leggi un blog perché sembra carino o perché pubblicano frequentemente. (Anche se entrambi aiutano).

Leggi un blog perché ti importa di quello che dice. Creare contenuti forti è ciò che ti porterà lettori e ti aiuterà a fare soldi con il blog.

Prima di andare troppo lontano per pianificare la roadmap dei contenuti e scrivere il tuo primo post sul blog, devi rispondere a una semplice domanda … Perché?

  • Perché ti interessa l’argomento di cui stai bloggando?
  • Perché altre persone dovrebbero ascoltare quello che stai dicendo?
  • Perché è un argomento a cui puoi aggiungere valore?

Per rispondere a queste domande, mi piace pensare a un blog come qualsiasi altro business e ribadire l’importanza di scegliere una nicchia chiara .

Che cos’è una nicchia blog?

Il mio blog deve avere subito una nicchia?

Ora, se non sei sicuro, o se non mi viene subito in mente una nicchia, va bene. Possiamo convincerlo con alcune domande.

Poni queste domande per determinare una nicchia intelligente in cui avviare un blog in:
  • Qual è un interesse o un sogno della tua infanzia che trovi eccitante?
  • Qual è la parte migliore in assoluto della tua giornata?
  • Hai qualche hobby o hobby che vuoi imparare?
  • Qual è il tuo valore profondamente tenuto?
  • Qual è un risultato di cui sei incredibilmente orgoglioso?

Immediatamente, dovresti avere un’idea o due per una nicchia chiara su cui potresti iniziare a scrivere sul blog. Va bene se la tua nicchia cresce, si evolve e cambia nel tempo.

Fare un ulteriore passo avanti: come sapere se esiste un’opportunità commerciale per la nicchia del tuo blog

Se vuoi guadagnare dal tuo blog, ti consigliamo anche di fare un po ‘di ricerca per vedere se c’è una domanda di mercato per la tua nicchia . Ciò significa: le persone sono attivamente alla ricerca di ciò di cui stai scrivendo? E puoi aggiungere valore e aiutarli in un modo che ti faccia guadagnare?

Per creare un’attività dal tuo blog, devi risolvere un problema per le persone. Per fare questo, uso un semplice foglio di calcolo che chiamo il Niche Market Demand Checker ( puoi trovarne una copia gratuita nel mio corso proprio qui ).

Controllo della domanda di mercato di nicchia (Strumento per la stima delle parole chiave) per scegliere Screenshot delle idee di post sul blog intelligente

Prendi la nicchia del blog a cui stai pensando e trova 5-10 frasi o argomenti di parole chiave all’interno di quella nicchia di cui vorresti scrivere. Quindi, se volessimo imparare come aprire un blog sul modo di suonare la chitarra, potresti scegliere parole chiave come “i migliori libri di chitarra”, “come suonare la chitarra”, “accordi di chitarra per principianti”, “quale chitarra dovrei comprare” e così via.

Ora facciamo una piccola ricerca per parole chiave . Inserisci una di queste parole chiave dall’alto nella ricerca di Google. Se ci sono decine di milioni (o più) di risultati, questo è un indicatore abbastanza forte che la gente si preoccupa del tuo argomento. Ma per essere più sicuro, mi piace usare uno strumento gratuito come Twinword Ideas per controllare il volume di ricerca mensile (quante persone cercano questo termine ogni mese).

Fallo per ciascuna delle tue parole chiave e guarda i risultati. Se tutte le tue parole chiave principali hanno un volume di ricerca mensile di 5.000 – 10.000, hai sicuramente una nicchia potenzialmente redditizia. Se sei troppo in alto tra le centinaia di migliaia di ricerche mensili, potresti voler essere più specifico con la tua nicchia piuttosto che competere con siti Web molto più grandi e affermati su argomenti più popolari.

Brainstorming di idee per post di blog intelligenti (utilizzando la ricerca per parole chiave)

Screenshot dello strumento Ahrefs per fare una ricerca efficace delle parole chiave

Anche una volta stabilita la nicchia di cui stai per blog, devi fare una ricerca intelligente delle parole chiave per generare le idee giuste per i post sul blog che ti porteranno davvero lettori.

Quindi, per quanto riguarda i post reali che stai per scrivere? La buona notizia è che puoi onestamente scrivere quello che vuoi! Dopotutto, questo è il tuo blog e uno dei maggiori vantaggi di imparare a creare un blog per te stesso è che è la tua piattaforma per parlare e condividere. Ma, per esperienza, posso dire che le idee non vengono sempre in modo naturale.

È qui che credo che un semplice calendario editoriale sia così importante. È solo un documento di base da compilare che ti darà una tabella di marcia per sapere sempre cosa stai scrivendo dopo. Ti consente di dedicare più tempo al divertimento di mettere effettivamente insieme i messaggi, senza sbattere la testa contro il muro cercando di inventare idee di post sul blog intelligenti .

5 modi per elaborare idee intelligenti per i post sul blog

Ecco un semplice processo che utilizzo per creare i post specifici del blog che scrivo per il mio blog.

5 modi per elaborare idee uniche per i post sul blog (fare clic per espandere)

Se mi rimane ancora bisogno di più idee, mi rivolgerò ad alcune altre tattiche creative …

  • Vedere cosa hanno coperto gli altri blogger nella mia nicchia (e cosa ha fatto bene).
  • Dai uno sguardo ai miei post di maggior successo per vedere cosa piace di più ai lettori.
  • Fare più post sui preventivi (come i miei post sulla consulenza aziendale e gli strumenti di business online ) che non richiedono un sacco di pensieri e sforzi originali da parte mia.
  • Chiacchierando con i blogger nel mio spazio e confrontando idee nuove.
  • Parlando di lezioni specifiche che ho imparato di recente (e dei miei consigli).
  • Riflettendo sugli errori che ho commesso e sulle tattiche che funzionano oggi.

A questo punto, di solito ho un calendario dei contenuti completamente riassortito.

Hai ancora bisogno di qualche ispirazione in più per i contenuti? Ecco 201+ idee vincenti per post di blog

Ciò che è importante tenere a mente quando si decide come stabilire le priorità per i post da scrivere prima o per ultimo, è la quantità di traffico potenziale che si potrebbe guidare dalla fine alla fine nella ricerca organica per quell’argomento, da qui l’importanza di fare la ricerca di parole chiave primo.

Ora sei pronto per scrivere il tuo primo post sul blog

Una volta deciso il primo post sul blog che desideri scrivere, passerai alla sezione “Aggiungi nuovo post” dalla tua dashboard di WordPress.

Vai a  Post> Aggiungi nuovo che sarà simile a questo qui:

Scrivi il tuo primo post sul blog (Aggiungi nuovo screenshot) per principianti

Successivamente, verrai reindirizzato a una nuova pagina di articolo che assomiglierà a questa (una tela totalmente vuota 🙂):

Aggiungi l'esempio della schermata Nuovo post nella Guida di WordPress alla scrittura di un nuovo post sul blog

Scrivere un titolo di post sul blog che incoraggi i lettori a fare clic

Uno dei motivi per cui hai scelto di aprire un blog è stato quello di attirare i lettori, giusto?

Bene, paga i dividendi per dedicare un po ‘di tempo e sforzi concertati alla stesura di titoli che saranno interessanti, coinvolgenti e, soprattutto, mantengano la promessa di ciò che i post del tuo blog stanno effettivamente aiutando il lettore a realizzare.

Quindi, diciamo dopo aver fatto alcune ricerche sulle parole chiave , hai stabilito che il tuo blog escursionistico dovrebbe iniziare abbattendo alcune escursioni sottovalutate nella California del Nord.

Fare clic sulla barra “Aggiungi titolo” nella nuova pagina dei post e digitare un titolo come …

Come scrivere un titolo di post sul blog (esempio e screenshot) in Avvio di un nuovo blog

Come punto di partenza per scrivere titoli di post di blog, impara osservando i titoli di altri blogger di successo nella tua nicchia.

  • Spesso conducono con i numeri?
  • Quanti dei titoli dei loro articoli includono parentesi?
  • Sembra una buona pratica scrivere in maiuscolo la prima lettera di ogni parola?

Dai un’occhiata ad alcuni dei titoli più recenti del mio blog in modo da poter trarre ispirazione su come potresti voler strutturare i tuoi titoli.

4 best practice essenziali per scrivere un ottimo titolo (fare clic per espandere)

Se non sei sicuro di aver scritto o meno un titolo forte, prendilo per un test drive utilizzando lo strumento gratuito analizzatore di titoli di CoSchedule. È fantastico: basta incollare il titolo che stai pensando di utilizzare e ti dà un punteggio su una scala da 0 a 100 (con 100 che è un titolo davvero perfetto), basato sulla loro analisi di milioni di titoli.

Come scrivere titoli efficaci (punteggio dello strumento CoSchedule) Screenshot e analisi

Con il passare del tempo migliorerai nello scrivere titoli.

Ma se non sei davvero sicuro di come assegnare un titolo a un nuovo post, fai una ricerca su Google per la frase chiave target che stai cercando e trova ispirazione per il modo in cui sono scritti gli altri titoli, assicurati di non copiare direttamente altri blogger, ma questo ti indicherà la giusta direzione.

Scelta di un URL SEO-friendly

È estremamente importante personalizzare l’URL del tuo nuovo post, se speri che si classifichi bene nei risultati di ricerca organici di Google.

Come impostare un URL SEO-friendly per i tuoi post sul blog (fai clic per espandere)

Creare un’introduzione avvincente al tuo nuovo post sul blog

Hai una o due frasi per convincere i lettori che il nuovo post vale la pena. Ecco un esempio di post sul blog che ho appena scritto in meno di due minuti per il nostro esempio di escursioni:

Guida gratuita su come scrivere un'introduzione avvincente per un post sul blog (Screenshot) ed esercitazione

Mentre stai imparando a scrivere un post sul blog che coinvolge i lettori, ecco alcune cose da fare e da non fare per creare una forte introduzione.

Cosa fare e cosa non fare per scrivere un’introduzione di post sul blog (fare clic per espandere)

La strategia più semplice per scrivere un’introduzione avvincente è di rispondere al più presto a chi, cosa, dove, quando e perché. Questo può sembrare controintuitivo, ma un altro trucco è iniziare prima con le tue conclusioni . Nell’era della breve attenzione, le persone si sono stancate di perdere tempo con i post del blog di clickbait che non vanno da nessuna parte.

Più rapidamente puoi stabilire la pertinenza per il tuo lettore, dare loro una forte ragione per credere che troveranno quello che stanno cercando nel tuo post sul blog, più è probabile che saranno scavare nel tuo pezzo e condividere con gli altri.

Ottimizzare il design e il layout del tuo post sul blog

In definitiva, ciò che sembra “buono” è soggettivo e dipende da te, in base a ciò con cui pensi che i tuoi (futuri) lettori risuoneranno di più.

5 regole per strutturare il layout perfetto del post sul blog (fare clic per espandere)

Questi cinque principi di progettazione testati nel tempo saranno immensamente utili nella costruzione di un layout accattivante per post di blog (che è facile da digerire per i tuoi lettori).

Colpire pubblicare sul tuo primo post sul blog

Dopo aver scritto il tuo primo post sul blog (e idealmente portarlo nella gamma di oltre 1.000 parole) sei quasi pronto per la pubblicazione!

Prenditi qualche minuto per ricontrollare i suggerimenti di Yoast SEO e assicurati che il tuo post sul blog sia SEO-friendly , che ti darà le migliori possibilità di classificarti bene nella ricerca organica.

Blog SEO Plugin WordPress Yoast per l'ottimizzazione dei contenuti

Dopo aver composto le tue impostazioni SEO, scegli in quale categoria rientrerà questo nuovo post e spunta la casella.

Quindi sei pronto per pubblicare!

Hai bisogno d'aiuto? Contattaci via Email: info.ibdi.it@gmail.com

Pubblica il tuo nuovo post sul blog e seleziona Tutorial categoria post su Come iniziare a scrivere sul blog

E boom! È così facile  se permetti che sia 🎉

Abbiamo fatto molta strada in questa guida. Sei appena passato dai tecnicismi su come avviare un blog fino alla pubblicazione del tuo primo post.

Ora è il momento di parlare di ciò che accade dopo aver pubblicato il tuo primo post sul blog … promuovendo i tuoi contenuti, guidando il traffico e infine guadagnando dal tuo blog .


Vuoi il mio corso gratuito: come iniziare un blog redditizio in 7 giorni?

Inserisci il tuo nome e indirizzo e-mail e avrai accesso immediato al mio corso che è stato presentato su Forbes , Business Insider e Imprenditore .


5. Promuovi il tuo blog e guadagna

Blog Traffic Statistics (Schermata di Google Analytics) in Blogging Traffic Tutorial

Ora che siamo nel 2020, possiamo guardare indietro e vedere che il mio blog ha attirato oltre 4,4 milioni di lettori l’anno scorso. Useremo la mia esperienza nel passare da un blog a guidare rapidamente milioni di lettori ai miei contenuti.

Se sei arrivato così lontano, dovresti già essere in ottima forma nel tuo viaggio per perfezionare il tuo blog e raccogliere le basi per scrivere contenuti avvincenti.

Ma c’è un ultimo pezzo del puzzle di cui quasi nessun altro blogger parla apertamente: la promozione .

Cosa fai una volta che hai fatto clic su pubblica nei tuoi primi post sul blog?

Questo è il motivo esatto per cui sono assunto come consulente da aziende come LinkedIn, Zendesk, Adobe, Close, Gusto, Intuit e altro ancora, non solo per scrivere contenuti approfonditi per i loro blog, ma anche per insegnare loro come promuovere i loro contenuti e attirare nuovi lettori. Sono fermamente convinto che dovresti dedicare più tempo alla promozione di quanto tu non scriva.

Ma da dove inizi? Ecco alcuni dei modi migliori per iniziare a condividere i tuoi post e metterli di fronte ai nuovi lettori. E se vuoi ancora più strategie, ecco la mia guida per imparare a indirizzare il traffico verso il tuo sito web dove approfondiamo le tattiche che ho usato per far crescere il mio blog a milioni di lettori annuali.

Utilizzo dei social media per promuovere il tuo blog

L’ovvio primo posto da girare è il social media. Facebook, Twitter, Pinterest, LinkedIn, Reddit, Instagram, Snapchat e TikTok sono oggi alcune delle reti più grandi. Qualunque sia la piattaforma più adatta alla tua nicchia e agli interessi del pubblico, è quella giusta per te. E questa è una nota importante. Non ha senso cercare di promuovere i tuoi post sul blog su ogni piattaforma di social media.

Cerca i canali social che ti danno il miglior ritorno

Come scegliere su quali social network promuovere il tuo blog (fai clic per espandere)
3 strumenti per aiutarti a gestire la tua promozione sui social media (fai clic per espandere)

L’intuizione chiave qui è che dovrai sperimentare e vedere quali reti funzionano meglio per te.

Blog degli ospiti su altri blog e siti pertinenti come Medium, Quora e Linkedin

Una delle cose migliori di iniziare un blog è che ti stai unendo a una community di altri blogger che amano aiutarsi a vicenda. Il blog degli ospiti su altri siti pertinenti è il modo migliore per connettersi con un pubblico già affermato. Dai un’occhiata alla mia guida definitiva al blog degli ospiti per una panoramica completa, ma tratteremo i punti salienti qui.

Ho scritto letteralmente centinaia di post degli ospiti negli ultimi sei anni ed è stata la migliore strategia singola per promuovere i contenuti del mio blog (e costruire il mio pubblico).

Utilizzo del guest blogging per promuovere i tuoi contenuti e far crescere il tuo pubblico (schermata di Forbes Guest Post) Ryan Robinson

Non sono l’unico che ha avuto successo con questa strategia. Come Laurence Bradford di Learn to Code with Me ha condiviso nella sua intervista sul podcast:

“Quando ho iniziato il mio blog, ho iniziato a pubblicare guest molto presto. Farei fogli di calcolo e raggiungerei redattori e altri blogger. Ci è voluto sicuramente un po ‘di tempo per guadagnare trazione. Ho subito molti rifiuti, ma col tempo è diventato più facile perché avevo creato questo portfolio di altre cose che ho pubblicato. “

Laurence ha iniziato seguendo blog e siti di codifica più piccoli con un pubblico simile a quello che voleva costruire.

Come ottenere il tuo primo post sul blog degli ospiti (fai clic per espandere)

Come ripubblicare i tuoi contenuti su altri siti (fai clic per espandere)

Il punto chiave di tutto questo è che vuoi cercare luoghi in cui il tuo pubblico è — ed essere presente lì. Che si tratti di altri blog, community o piattaforme social.

Forum e bacheche per i blogger

Spesso, buttare le tue idee nel vuoto dei social media non è molto efficace.

Invece, far parte di forum mirati e comunità online può darti un modo migliore per tornare sul tuo tempo, se trovi quelli giusti. Inizia navigando tra i gruppi pertinenti su Facebook per vedere se ci sono comunità chiaramente vibranti che potrebbero essere un buon punto di partenza.

Come trovare i forum e le bacheche giuste (fare clic per espandere)

Ora, se la tua ricerca non presenta gruppi di Facebook con un numero decente di membri (oltre 5.000), ci sono altre opzioni. Cerca gruppi più generali relativi alla tua nicchia su Facebook, LinkedIn o Reddit.

I miei gruppi online preferiti per imprenditori (fare clic per espandere)

Ricorda, forum e bacheche non sono solo luoghi in cui scaricare link ai post del tuo blog. Devi fornire valore prima di chiedere qualcosa in cambio. Quindi inizia costruendo relazioni e interagendo con le persone lì.

Non si sa mai, si potrebbero escogitare alcune grandi idee di argomenti (e modi per aiutare il pubblico) nel processo.

Utilizzo di una newsletter e-mail per aumentare il pubblico del tuo blog

Come creare un elenco e-mail di abbonati blog (Screenshot di ConvertKit degli abbonati e-mail) Esempio

Una delle migliori forme di promozione per il tuo blog non è per il pubblico, ma per il tuo .

Una newsletter via e-mail è probabilmente il modo più potente per mantenere i lettori coinvolti ed entusiasti del lavoro che stai facendo e di una delle cose che dovresti impostare non appena avvii un blog.

Anche la creazione della tua lista e-mail può essere relativamente semplice. Inserisci semplicemente un modulo di iscrizione nei tuoi post e nelle pagine chiave del tuo sito. Oppure, fai quello che ha imparato a fondare con me il fondatore Laurence Bradford e offri contenuti speciali per le persone in cambio del loro indirizzo email:

“Se hai un post sul tuo sito web e hai una sorta di lista di controllo o libro che possono ottenere semplicemente dando la loro e-mail che può funzionare davvero bene. Ricevo ancora circa 50 nuovi abbonati e-mail al giorno solo da vecchi post che hanno questi aggiornamenti di contenuti. “

Personalmente, utilizzo uno strumento che adoro chiamato ConvertKit per gestire oltre 130.000 abbonati e-mail sul mio blog, ma Mailchimp è il miglior strumento di e-mail marketing gratuito per iniziare.

Non sei sicuro di quale strumento di email marketing utilizzare all’avvio di un blog?

Leggi il mio confronto dettagliato tra ConvertKit vs AWeber vs Mailchimp per capire dove dovresti iniziare e quando passare a strumenti di email marketing più solidi.

Mando un aggiornamento alla mia community ogni volta che pubblico un nuovo post sul blog, ho una risorsa che voglio condividere o quando nuovi episodi di podcast vengono pubblicati – e questo ora assicura che i miei contenuti vengano rapidamente visti da migliaia di persone.

L’email marketing è stato di gran lunga il principale motore di crescita e entrate per il mio blog, e qualcosa che non posso suggerire abbastanza.

Altri modi per promuovere il tuo blog e ottenere più traffico

Al di fuori della promozione su social media, gruppi, e-mail e post degli ospiti, ecco alcune altre tecniche che ho usato personalmente per aumentare rapidamente il pubblico del mio blog.

4 modi più creativi per promuovere il tuo blog (fai clic per espandere)

Ricorda che l’unica cosa che ostacola la crescita del tuo blog sei tu. È facile dire che non hai tempo o sei stanco dal lavoro o che è uno sforzo eccessivo.

Ma quello sforzo che fai oggi, domani e la prossima settimana – è in definitiva ciò che rende la costruzione di un blog redditizio così degna nel lungo periodo.

Ora parliamo di come (eventualmente) fare soldi dal tuo blog.


8 modi migliori per fare soldi blog (monetizzare il tuo blog)

Come guadagnare denaro con il mio blog (Tutorial sull'avvio di un blog a scopo di lucro) Screenshot di Quickbooks

Solo l’anno scorso, il mio blog ha generato entrate per $ 449.107 (ignorare le spese per $ 0 qui, è possibile vedere questi dettagli nei rapporti sul reddito del mio blog ).

Condivido questo non per vantarmi, ma così capirai che so di cosa sto parlando quando si tratta di iniziare un blog e guadagnare seriamente con esso.

Inoltre, sarò il primo a dirti che questo tipo di cifre sul reddito non sono tipiche del blog e che ci sono voluti più di 6 anni per raggiungere questo punto nel mio blog.

C’è un motivo per cui monetizzare il tuo blog è verso la fine di questa guida. Mentre sei ancora all’inizio, la monetizzazione non dovrebbe essere il tuo obiettivo numero 1.

Devi trovare i tuoi lettori, iniziare a costruire relazioni con loro, formare una comunità attorno al tuo blog e continuare a fornire valore (sotto forma di contenuto) prima di provare immediatamente a venderli su un corso online, assumere i tuoi servizi freelance o altro.

Il blog è un investimento a lungo termine in grado di pagare dividendi ingenti

Tuttavia, è bello avere un’idea di come ti piacerebbe fare soldi nel blog mentre vai in questa nuova avventura. Ora, tieni presente che quando hai appena iniziato, alcune di queste strategie di monetizzazione saranno più facili di altre mentre il tuo pubblico è ancora in crescita.

Immergiamoci!

1. Freelance (vendita dei tuoi servizi)

Se si vuole iniziare a guadagnare dal tuo blog  subito , poi vendere i propri servizi sta per essere l’opzione più semplice in assoluto. In effetti, oggi sono ancora libero professionista come canale di monetizzazione del blog:

Come fare soldi dal tuo blog come libero professionista (Screenshot di Ryan Robinson della pagina di vendita freelance)

Tutto ciò di cui hai veramente bisogno per ottenere il tuo primo cliente freelance è un tono abbastanza forte, dove un blog ti aiuterà in modo significativo. Ti consigliamo di creare le tue pagine chiave (Informazioni, Contattami, Assumimi) e mostrare almeno un paio di esempi del tipo di lavoro che hai svolto e che presto lancerai clienti freelance.

E se non hai ancora quei campioni di lavoro … non lasciarti trattenere. Trascorri qualche giorno in questo momento per creare articoli di esempio, progetti o altri risultati finali e ospitarli sul tuo blog come se fossero un progetto che sei stato pagato per produrre.

Se hai un’abilità che puoi vendere come servizio, allora sei già pronto per uscire e iniziare a lanciare potenziali clienti. Quell’abilità potrebbe essere qualcosa come …

  • scrittura
  • Design
  • fotografia
  • Marketing
  • Sviluppando
  • Relazioni pubbliche
  • Gestione dei social media
  • Assistenza virtuale
  • Community-building
  • SEO o campagne pubblicitarie a pagamento
  • Strategia aziendale o project management
  • L’elenco continua … perché qualsiasi abilità può essere monetizzata

Oggi continuo a prenotare regolarmente nuovi clienti freelance (come LinkedIn, Zendesk, Adobe) per $ 5.000 / mese o più e sono invitato a consigliarmi ed eseguire sulla creazione di campagne di marketing di contenuti per i loro blog. Ma è lì che sono oggi … non da dove ho iniziato.

Come sono passato da $ 250 / articolo a $ 5.000 come libero professionista

Se il freelance sembra la tua tazza di tè, ti consigliamo di prendere questa raccolta (gratuita) di tutte le mie migliori risorse, strumenti e modelli per i liberi professionisti . Quel pacchetto di risorse è il culmine di oltre 6 anni di perfezionamento del mio modello di contratto freelance, modello di proposta, modelli di posta elettronica fredda che convertono nuovi clienti e altro ancora.

Ho anche messo insieme una guida approfondita per iniziare con il freelance che vorresti leggere e un’altra ottima lettura di base su come sviluppare un processo di lancio che funziona per il tuo tipo di attività, è la mia  guida di freelance per l’e-mail fredda . E se vuoi provare alcuni dei siti web in cui i clienti freelance stanno già cercando un aiuto di talento, ecco la mia lista dei  migliori siti di lavoro freelance .

2. Programmi di affiliazione

Ogni mese, guadagno una notevole quantità di reddito passivo dai programmi di affiliazione di cui sono membro (a volte oltre $ 50.000 +).

Ad esempio, ecco uno screenshot delle entrate del mio blog da  un solo programma di affiliazione (Bluehost) per i primi 5 mesi dell’anno scorso.

Schermata di Bluehost delle commissioni di affiliazione per illustrare l'avvio di un blog redditizio

Da quando ho iniziato questo blog poco più di 6 anni fa, il reddito delle affiliazioni è gradualmente cresciuto fino a diventare la più grande fonte di entrate per la mia attività e ho strutturato il mio blog in modo da generare reddito di affiliazione a causa di quanto è passivo una volta che hai fatto il ( duro) lavorare per trovare una fonte di traffico sostenibile per i tuoi contenuti.

Come funzionano i programmi di affiliazione?

Alcuni dei più grandi marchi hanno programmi di affiliazione . Pensa ad aziende globali come Amazon, fino ai principali protagonisti di nicchie specifiche come l’istruzione online in cui marchi come CreativeLive, Skillshare e Udemy hanno tutti programmi redditizi. Ecco un’istantanea dei miei recenti guadagni da solo un paio di questi programmi:

Schermata del reddito di affiliazione dalla creazione di un blog e fare soldi

Inizia valutando le opportunità di affiliazione che trovi sui principali network come ShareASale, Rakuten, Flex Offers, Commission Junction, Amazon e altri che hanno prodotti attinenti al tuo pubblico di blog.

Una volta che hai creato anche un piccolo numero di lettori per te … se sono coinvolti e sintonizzati su quello che hai da dire, sono munizioni per uscire e mediare un accordo di affiliazione più vantaggioso con i singoli proprietari di imprese, startup e marchi che vogliono esporre i loro prodotti al tuo tipo di pubblico.

Per saperne di più sull’argomento della monetizzazione del tuo blog con entrate di affiliazione, consulta queste guide proprio qui sul mio blog:

Ora parliamo di generare entrate da contenuti sponsorizzati.

3. Contenuti sponsorizzati

A meno che tu non abbia già un pubblico di dimensioni decenti sul tuo blog (o account social), ci vorrà del tempo per far crescere i tuoi lettori fino a un punto in cui i contenuti sponsorizzati sono un’opzione di monetizzazione praticabile.

Che cos’è il contenuto del blog sponsorizzato?

Di quanto traffico hai bisogno per ottenere sponsor del blog?

Il modo migliore per fare contenuti sponsorizzati senza alienare i tuoi lettori, è intrecciarli nel tuo tipico stile editoriale (come ho fatto con  questo post sponsorizzato  e anche  questo ), di cui ho addebitato $ 2.500 / ea per scrivere e pubblicare su Skillshare e Slidebean.

Sintonizzati sul  mio episodio podcast con Preston Lee di Millo.co , che ha imparato l’arte delle landing blog sponsorizzazioni per il suo blog … prenota regolarmente $ 15.000 / mese in sponsorizzazioni da marchi leader nei settori del freelance e del design.

4. Corsi online

Una volta che hai un’abilità (o esperienza) che anche altri vogliono imparare, è relativamente facile impacchettare i tuoi migliori consigli, strategie, tattiche e tutorial in un corso online in cui le persone possono pagare per l’accesso per accelerare il loro apprendimento molto più velocemente di quanto altrimenti farebbero attraversando il processo incapace di apprendere attraverso prove ed errori.

Solo l’anno scorso ho generato oltre $ 40.000 dal lancio del mio corso di blog premium, Built to Blog .

Vendite di corsi online (Screenshot di Stripe Payments) per fare soldi dal tuo blog

La cosa grandiosa dei corsi online come percorso di monetizzazione per il tuo blog è che  non hai bisogno di un vasto pubblico  per iniziare a guadagnare dalle vendite dei corsi.

Come avviare un corso online redditizio (fare clic per espandere)

5. Pubblicità di blog tradizionali (partecipazione a reti pubblicitarie)

Su una manciata dei post più trafficati sul mio blog, inserisco piccoli widget pubblicitari in tutto il contenuto che mi guadagna circa $ 1.000 / mese.

Esempio di annuncio della barra laterale (schermata) per monetizzare un blog

Sono membro di una piccola rete pubblicitaria chiamata Carbon Ads , che collabora con i blogger e li accoppia con annunci di startup di alta qualità come Slack, Asana, Freshbooks, Monday, Upwork e altri marchi mirati che il mio pubblico conosce già .

Quanto posso guadagnare dalle pubblicità sul blog?

Quali sono le migliori reti pubblicitarie per i blogger?

Tutto sommato, la tradizionale pubblicità CPC o CPM non diventa molto redditizia (almeno come fonte redditizia di entrate significative per il blog) finché non stai guidando vicino a un milione di lettori mensili, quindi non è un grande canale di monetizzazione su cui concentrarti il breve termine. Ma se trovi le leve giuste per iniziare a generare enormi quantità di traffico, questo è un modo molto veloce per girare un interruttore e iniziare a monetizzare i tuoi lettori in un pizzico.

Dai un’occhiata alla  mia intervista con Grace e Silas Moser di Chasing Foxes , che guadagnano regolarmente circa $ 20.000 / mese in entrate principalmente dalle reti pubblicitarie. Hanno decifrato il codice per indirizzare rapidamente folle quantità di traffico da Pinterest e offrono molti consigli fruibili.

6. Sponsorizzazioni podcast

Un altro ottimo modo per iniziare a monetizzare il tuo blog è lanciare un (semplice) podcast per i tuoi lettori … e utilizzare sia il tuo traffico che le statistiche dei primi ascoltatori per uscire e prenotare sponsorizzazioni da marchi che vogliono raggiungere il tuo tipo di lettori e ascoltatori.

Ecco la traiettoria di crescita del mio podcast sul suo primo anno:

Crescita di blog e podcast Screenshot di Crescita del pubblico del blog

Puoi anche combinare le offerte di posizionamento di annunci di podcast con post di blog sponsorizzati sul tuo sito per rendere più dolce l’affare.

Quello che mi piace di più del podcasting è che mi dà una scusa per intervistare alcune delle persone più interessanti del mio settore e, a seconda della nicchia di cui stai blog, potrebbe essere relativamente facile iniziare a prenotare interviste con alcune delle figure guardi nel tuo spazio.

Come guadagnare con sponsorizzazioni di podcast

Per ulteriori informazioni sui meccanismi alla base del lancio di un podcast insieme al tuo blog, dai un’occhiata a questo episodio del mio show con Michael Sacca di Rocketship.fm , il cui show è cresciuto fino a diventare una fonte di entrate secondarie da $ 10.000 / mese mentre continua a svolgere il suo lavoro quotidiano nelle vendite e nel marketing. È una vera masterclass nell’avvio di un podcast da non perdere.

7. Prodotti fisici (eCommerce) e strumenti software

Simile nel concetto al lancio di un corso online per il pubblico del tuo blog, un altro ottimo modo per monetizzare il tuo pubblico è vendere un prodotto fisico o uno strumento software alle persone nella tua comunità, specialmente se inizierai un negozio di e-commerce per vendere prodotti che sono legati a ciò di cui i tuoi lettori hanno bisogno.

Alla fine, tutto torna alla risoluzione dei problemi dei lettori del tuo blog.

In che modo il blog We Rate Dogs ha monetizzato con le vendite di eCommerce

Quello che una volta era un’attività molto più laboriosa, l’eCommerce è diventato un ottimo modo per monetizzare un pubblico di lettori sul tuo blog.

Oltre a vendere al tuo pubblico, puoi sfruttare i programmi fedeltà che incentivano i clienti a invitare gli amici ad acquistare con offerte come sconti per la prima volta, prove gratuite di un mese, programmi regalo e altro ancora. Questi canali creano opportunità per amplificare il tuo messaggio e diffondere i tuoi prodotti attraverso iniziative di marketing passaparola che non ti costeranno in alcun modo vicino a quello di commissioni pubblicitarie simili.

Come (semplicemente) lanciare un prodotto al pubblico del tuo blog

Sintonizzati sulla  mia intervista con Hiten Shah , che ha utilizzato il suo blog personale per connettersi con il suo pubblico di destinazione e rilasciare diversi strumenti software redditizi a seguito delle conversazioni di convalida che ha avuto con loro.

8. Partnership commerciali

Di tutti i modi per monetizzare il tuo blog, questo è il più ambiguo. Chi sa chi incontrerai a seguito della costruzione del tuo blog? Che dire dei futuri ospiti sul tuo podcast? Le possibilità qui per imbattersi in opportunità di partnership sono infinite.

Come risultato del mio blog da diversi anni, sono stato in grado di usarlo come strumento per incontrare alcuni imprenditori di incredibile talento.

  • Ho collaborato con la mia amica Jory (scrittrice e marketer di contenuti) che ho incontrato originariamente a causa del mio blog, alla crescita di un’agenzia di marketing di contenuti da $ 10.000 / mese che entrambi gestiamo ancora come progetto secondario per tutti gli altri nostri lavori.
  • Ho anche lanciato nuovi siti Web (come SmartWP) con altri blogger affermati che hanno un pubblico simile al mio.
  • C’è anche un ex ospite di podcast che mi sta aiutando a costruire uno strumento software che immagino da anni.

È vero che non ci sono molti modi per progettare autenticamente la creazione di questi tipi di partnership, oltre a far crescere il tuo marchio personale e la portata del tuo blog … e quindi essere ricettivi verso le persone creative e le idee che ti arrivano come altre scopri il tuo blog.

Il rovescio della medaglia, se c’è qualcuno nel tuo spazio con cui vuoi davvero collaborare e lavorare, stratega su un modo in cui puoi aggiungere valore alla loro attività.

Costruisci una comunità di persone che sai che vorranno raggiungere anche loro, quindi inizia a costruire una relazione con il tuo influencer prima di lanciarle su un’idea di collaborazione.


Vuoi il mio corso gratuito: come iniziare un blog redditizio in 7 giorni?

Inserisci il tuo nome e indirizzo e-mail e avrai accesso immediato al mio corso che è stato presentato su Forbes , Business Insider e Imprenditore .


👋 Quasi tutte le guide su come avviare un blog si fermano molto prima di questo punto.

Ma non è utile se sei qui per costruire un business blog reale e sostenibile. Da qui in avanti, ti fornirò gli strumenti (e le strategie comprovate) per passare dall’inizio alla creazione di un vero business attorno al tuo blog, basato sulla mia esperienza di crescita di questo blog a oltre 500.000 lettori mensili e $ 50.000 / mese di entrate.

Ti consiglio di aggiungere questa guida ai segnalibri in modo che tu possa tornarci regolarmente man mano che il tuo blog cresce.

6. Sviluppare una strategia di contenuto di successo a lungo termine

Come creare una strategia di contenuto (foto dei documenti presentati) per il tuo nuovo blog

Negli ultimi anni, ho trasformato il mio blog da un piccolo progetto secondario a un sito redditizio che porta milioni di lettori all’anno.

E quello non è stato per caso. Ho avuto la fortuna di lavorare per alcune aziende fantastiche e (essere pagato per) conoscere l’importanza di avere una strategia di contenuto per il tuo blog. E ho applicato con successo quelle stesse lezioni al mio blog, apportando molte modifiche e aggiunte lungo la strada.

Inoltre, ho imparato a inventare idee per post di blog vincenti che il mio pubblico ama consumare di più.

Cos’è una strategia di contenuto del blog?

La creazione di una strategia per i contenuti di un blog potrebbe sembrare un processo complesso, che richiede tempo e pieno di parole d’ordine, che richiede un MBA e un barile pieno di caffè. Ma non lo è davvero.

Cos’è una strategia di contenuto del blog?

Quando devo creare una strategia di contenuto per il mio blog?

Ecco come mettere insieme una strategia di base per i contenuti del blog:

1. Definisci i tuoi obiettivi

Cosa vuoi ottenere con i contenuti del tuo blog?

  • È per guidare il traffico e ottenere lettori?
  • Per convincere le persone a iscriversi alla tua newsletter via email?
  • Per far loro scaricare un libro che hai scritto o partecipare a un corso a pagamento?

Questo obiettivo potrebbe cambiare con la crescita del tuo blog, ma è comunque importante conoscerlo all’inizio. Come spiega il prolifico blogger e guru del marketing Seth Godin:

“Hai la libertà di fare queste scelte all’inizio quando sono gratuite, veloci e facili. Non più tardi quando hai preso degli impegni. “

Una volta compreso il tuo obiettivo più grande (ovvero perché hai scelto di iniziare un blog in primo luogo) puoi iniziare a definire le mini vincite che ti aiuteranno ad arrivarci.

2. Conosci i tuoi lettori (e dove vanno in giro)

I tuoi lettori determinano se il tuo blog ha successo o meno. E per scrivere per loro, devi capirli davvero, ed è per questo che aiuta se stai scrivendo anche per te stesso. Questo garantisce almeno un pubblico di uno.

Sono fermamente convinto che per chi scrivi i tuoi post sul blog sia importante quanto quello di cui scrivi.

In molti casi, diventerai il tuo lettore ideale, il che semplifica questo processo. Ma in quasi tutti i casi, è utile fare un po ‘di ricerca intorno al pubblico per cui stai scrivendo (diamine, potresti persino imparare qualcosa su di te!).

Come ricercare e comprendere i lettori del tuo blog (fai clic per espandere)

3. Decidi i pilastri dei contenuti

Quando si tratta di decidere effettivamente di cosa scrivere, è bene avere alcuni argomenti guida a cui si fa riferimento. Mi piace chiamare questi pilastri dei contenuti in quanto sono le basi che sostengono il resto del tuo blog.

Avere alcuni pilastri fissi come questo aiuta a mantenere il tuo blog concentrato. Ti dà anche una lente e una voce da cui puoi scrivere. Ad esempio, se stai iniziando un blog di finanza personale, i tuoi pilastri potrebbero essere:

  • Suggerimenti e trucchi per la finanza personale
  • Interviste e storie di persone che hanno trovato l’indipendenza finanziaria
  • La tua opinione su importanti novità del settore finanziario
  • Le basi della finanza personale
  • Come ripagare il debito rapidamente

Ognuno di questi pilastri può avere 10 se non centinaia di post sul blog da scrivere sotto di essi. Ma lavorano tutti insieme per dimostrare che sei un leader di pensiero nella tua nicchia.

4. Mappare il contenuto che si intende creare prima di iniziare

Poco dopo il lancio del tuo blog, vale la pena dedicare un po ‘di tempo a pianificare la pipeline di contenuti per le prossime settimane (forse mesi).

Ciò è particolarmente rilevante se hai un pubblico di dimensioni decenti su un social network che prevedi di avvisare una volta avviato il tuo blog, perché non sai mai se il tuo primo post potrebbe esplodere e diventare virale. In tal caso, ti consigliamo di avere almeno un piano di gioco per coinvolgere rapidamente i nuovi lettori che ottieni.

Come Grace Moser di Chasing Foxes mi ha detto  recentemente sul podcast:

“Penso che sia importante creare un numero di post sul blog prima del lancio. Ne abbiamo fatti 40 e li abbiamo inseriti tutti sul nostro sito al primo lancio. Se vuoi ottenere molti spettatori in anticipo devi creare prima quel contenuto. Le persone vogliono una gratificazione immediata. “

Ora, non devi fare tutto come ha fatto Grace e scrivere 40 contenuti prima di lanciarti. Le è stato di aiuto lavorare a tempo pieno sul suo blog per diverse settimane prima del loro grande giorno di lancio.

Anche solo un post o due sotto ciascuno dei principali pilastri dei contenuti è sufficiente, ma se la scrittura ti arriva facilmente, va bene fare un po ‘di più. Ricorda però, è sempre meglio iniziare in piccolo e crescere in modo coerente.

Imparerai di più sul tuo pubblico, sul tuo processo e su ciò che funziona bene mentre scrivi e pubblichi di più. Infine, ricorda di divertirti e di essere interessante con i tuoi contenuti. Se hai scelto una nicchia a cui tieni, ricorda perché ti interessa. Le persone vogliono sentire la tua voce e prendere le tue decisioni.

Ecco come il tuo blog e i tuoi contenuti si distingueranno alla fine.

I migliori strumenti di strategia e gestione dei contenuti da utilizzare sul tuo blog

Mettere insieme una strategia di contenuto del blog (e attenersi ad essa) può essere inizialmente un po ‘scoraggiante.

Fortunatamente, ci sono tonnellate di strumenti fantastici per aiutarti a rimanere organizzato, motivato e in pista. Ecco alcuni dei miei preferiti:

Personalmente, preferisco utilizzare una combinazione di Trello e Google Documenti per gestire la mia pipeline di contenuti. Trello perché è così visivamente accattivante e facile da avvolgere la testa, ma un foglio di Google è il luogo in cui tengo traccia di gran parte del lavoro di promozione in corso che faccio per assicurarsi che i miei articoli aumentino nelle classifiche organiche.

Ecco come appare la mia bacheca Trello per la gestione dei contenuti del mio blog:

Trello Content Calendar Tool da utilizzare quando stai imparando a far crescere il tuo blog

Puoi vedere che ci sono varie colonne diverse, che indicano lo  stadio in cui un post (o persino gli aggiornamenti di pagina / post) è attualmente. Dalle idee alle scelte, in corso, pianificate e pubblicate, mi piace così tanto Trello perché ottengo una rapida istantanea visiva della mia pipeline di contenuti senza dover approfondire un foglio di Google.

Dopo aver deciso che un articolo è stato approvato nel mio processo editoriale, entra nel mio foglio di Google del calendario editoriale, in questo modo:

Istantanea del calendario editoriale del mio modello di calendario gratuito del contenuto del blog di Google Doc

Da qui, prenderò la gestione più granulare di scrivere una descrizione del mio approccio per affrontare questo argomento, confermare la mia ricerca di parole chiave, ed è qui che passerò il tempo ad aggiornare lo stato del post anche  dopo che è stato pubblicato ( quando ricevo un articolo su un comunicato stampa o una pubblicazione).

7. Impegnati a un normale programma di pubblicazione sul tuo blog

Crea un programma di pubblicazione regolare (Foto di Desk Setup per un blogger)

Se vuoi che i lettori tornino costantemente sul tuo blog, devi dare loro una ragione.

La coerenza è uno degli aspetti meno celebrati, ma anche più importanti dell’avvio di un blog di successo. Ancora di più, la ricerca supporta questa affermazione.

Ci sono un paio di ragioni per cui la coerenza è la chiave. Scrivere costantemente:

  1. Stabilisce aspettative con i tuoi lettori: le persone sanno quando tornare e controllare il tuo blog e controlleranno regolarmente i nuovi contenuti.
  2. Definisci le aspettative con te stesso: può perdere l’abitudine di pubblicare regolarmente se perdi un paio di giorni. Tuttavia, se si decide su e si impegnano a una pianificazione, è sapere quando si deve pubblicare. Facciamo tutti meglio con alcune scadenze nella nostra vita.

Non solo, ma la pubblicazione ti aiuta costantemente a testare e capire quali tipi di contenuti funzionano con i tuoi lettori. Mentre Grace Moser di Chasing Foxes ha condiviso con me durante la sua intervista, hanno ampliato il loro blog a milioni di lettori mensili pubblicando 4–6 contenuti alla settimana per diversi mesi di fila prima di ottenere una vera trazione:

“Anche se la maggior parte dei tuoi post non diventa virale, più pubblichi, migliori sono le probabilità che uno invii molto traffico a modo tuo.”

Ora, c’è una linea sottile da percorrere quando si avvia un blog per la prima volta e si desidera impostare un rigoroso programma di pubblicazione.

Potresti avere un sacco di idee ed entusiasmo, ma l’impegno eccessivo è il modo più semplice per uccidere entrambi. Invece, dovresti impegnarti per l’importo minimo che vuoi pubblicare – diciamo una o due volte a settimana – e cerca di attenerti a quello religioso.

Come ha detto l’autore e blogger James Clear in un’intervista sul mio podcast, “Sacrifica la portata, non il programma”. Se non riesci a scrivere un post di 1000 parole ogni settimana, scrivi invece un post di 500 parole. Assicurati solo di essere coerente.

Il perfezionismo è un micidiale assassino quando si tratta di progetti come la manutenzione di un blog. Quindi ricorda, fatto è meglio che perfetto.

Qui è dove avere un chiaro calendario dei contenuti diventa così importante. Se riesci a passare un paio d’ore al mese a mappare tutti i post che vuoi scrivere, saprai sempre su cosa dovresti lavorare e quando dovrebbe. Questo può avvenire in un semplice documento Google come quello nel mio corso di blog gratuito o utilizzando uno strumento come Trello che ti consente di tenere traccia dei post attraverso l’intero processo, dall’idea alla scrittura, alla pubblicazione e alla promozione.

Proprio come quando ti alleni in palestra o investi denaro nel mercato azionario: più sei coerente con l’investire tempo nel tuo blog, più guadagni otterrai.

8. Usa foto e design gratuiti per far risaltare i tuoi post sul blog

L'importanza di foto e immagini nel contenuto del tuo blog

Prima di pubblicare su nuovi post di blog, c’è un ultimo passo che dovresti fare.

Gli studi dimostrano che i post di blog con immagini ottengono il 94% di visualizzazioni in più rispetto a quelli senza. E quando si tratta di post condivisi sui social media, i tweet con foto ottengono il 150% in più di retweet rispetto a quelli senza uno, mentre i post di Facebook con immagini ottengono un coinvolgimento 2,3 volte maggiore .

La semplice aggiunta di alcuni elementi visivi può quasi raddoppiare la quantità di visualizzazioni ed espandere significativamente le condivisioni ottenute da un post.

In effetti, includere immagini di alta qualità è stata una delle cose principali che l’ex chef di celebrità e fondatore di What’s Gaby Cooking? Gaby Dalkin afferma che il suo blog è esploso in popolarità:

“Non è stato fino a quando ho assunto due dei miei migliori amici – che sono stati per caso fotografi e stilisti di cibo – che il mio blog è davvero decollato. Perché le persone mangiano con gli occhi. E mi ha permesso di concentrarmi su ciò che amo fare, ovvero sviluppare ricette e interagire con i miei lettori. “

Ora, è abbastanza irrealistico pensare di assumere un fotografo professionista per lavorare sul tuo nuovo blog. Questo non è l’obiettivo oggi.

E va benissimo (suggerimento: neanche io)! Ci sono alcune incredibili risorse gratuite per la foto e il design del blog che puoi utilizzare per migliorare i tuoi post, anche se non sei per nulla interessato al design.

Risorse fotografiche per blog gratuite

Uno dei modi più semplici per aggiungere alcuni elementi di design ai post del tuo blog è con le immagini.

Mentre le parole “fotografia di stock” potrebbero farti pensare a foto sdolcinate di persone imbarazzanti in un ufficio falso con il pollice alzato … negli ultimi anni, ci sono stati un numero di siti di qualità molto più alta che offrono fotografie incredibili che sono completamente gratuite utilizzare per il tuo blog. Ecco i miei preferiti:

3 migliori siti Web per foto d’archivio gratuite e di alta qualità (clicca per espandere)

Risorse gratuite per la progettazione di blog

Insieme alle foto d’archivio, ci sono un sacco di fantastiche risorse di progettazione che possono elevare il design dei tuoi post.

E non hai bisogno di una conoscenza approfondita di Adobe Photoshop o di un osso creativo nel tuo corpo per usarli. Ecco alcuni dei miei preferiti:

3 migliori siti Web per risorse di progettazione blog gratuite (fare clic per espandere)

Come iniziare un blog nel 2020: takeaway finali per i nuovi blogger

In definitiva, la crescita di un blog di successo si riduce a essere entusiasti e coinvolti con il tuo nuovo blog. Se vuoi che le persone leggano ciò che stai scrivendo, devi dare loro un motivo.

Scrivi contenuti interessanti, connettiti con le persone della tua nicchia e condividi con entusiasmo ciò su cui stai lavorando.

Seguiranno il traffico, la monetizzazione e tutto il resto.

Wow. Lo so. Abbiamo passato molto qui.

Ho scritto questa guida perché l’avvio di un blog è stata una delle decisioni più efficaci e che mi hanno cambiato la vita.

E spero che ormai ti senti abbastanza sicuro di uscire e di creare un blog tutto tuo.

Mi piacerebbe averti nel mio corso di 7 giorni gratuito che espande gli insegnamenti di questa guida. Ci immergiamo anche ulteriormente in argomenti come il traffico, il mio processo di scrittura personale, la monetizzazione del tuo blog e altro ancora.


Vuoi il mio corso gratuito: come iniziare un blog redditizio in 7 giorni?

Inserisci il tuo nome e indirizzo e-mail e avrai accesso immediato al mio corso che è stato presentato su Forbes , Business Insider e Imprenditore .


Infografica: come iniziare un blog (a scopo di lucro) quest’anno

Per quegli studenti più visivi, ho anche messo insieme questa infografica che interrompe il processo di avvio di un blog e la mia esperienza personale che genera sia traffico che entrate dal tuo blog. Godere!

Come avviare un blog e fare soldi (infografica) di Ryan Robinson ryrob dot com

Vuoi condividere questa infografica anche sul tuo blog? Scrivimi a ryan@ryrob.com e ti collegherò !


Come avviare un blog Domande frequenti (domande frequenti) Le persone chiedono anche

Ogni giorno ricevo dozzine di domande dai lettori (come te), che stanno imparando a creare un blog per la prima volta. Ecco le mie risposte alle domande più frequenti sul blog per principianti che le persone pongono anche quando iniziano a blog.

Domande frequenti per iniziare

Cos’è un blog?

Puoi iniziare un blog gratuitamente nel 2020?

Come si avvia un blog gratuitamente?

Quanto costa avviare un blog nel 2020?

I blog sono ancora rilevanti nel 2020?

Perché dovrei iniziare un blog? 6 buoni motivi per (e 4 motivi per non farlo)

Come scegli il nome giusto per il tuo blog?

Come posso determinare quanta domanda c’è per gli argomenti di cui voglio blog?

La nicchia che ho scelto è troppo affollata. Come faccio a distinguermi?

Come faccio ad accedere a WordPress dopo essermi disconnesso?

Domande frequenti sul traffico e sulla monetizzazione

Come vengono pagati i blogger?

Quanto guadagnano i blogger?

Quanto tempo ci vuole per iniziare a guadagnare da un blog?

Come faccio a convincere i lettori a venire sul mio blog?


Meno male! Va bene, ho risposto a molte domande qui, ma per favore continua a farle arrivare nei commenti qui sotto.

Ti risponderò il prima possibile 🙂

Breve riepilogo di come avviare un blog in 8 semplici passaggi

Per riassumere, quando stai imparando a creare un blog, devi:
  • Scegli il nome e la nicchia del tuo blog
  • Ottieni il tuo blog online (web hosting)
  • Progetta il tuo blog con un tema WordPress gratuito
  • Scrivi il tuo primo post sul blog
  • Promuovi il tuo blog e guadagna
  • Sviluppa una strategia di contenuti di successo a lungo termine
  • Impegnati a un normale programma di pubblicazione sul tuo blog
  • Usa foto e design gratuiti per far risaltare i tuoi post sul blog

Questo è tutto!

Will si fare il salto e aprire un blog oggi?

Ora voglio sapere come sta arrivando anche il tuo viaggio sul blog.

Mandami una riga nei commenti qui sotto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1685 shares
Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close