Cerca

Come avviare un Blog: La guida definitiva (2020)

avviare un blog

Vuoi sapere come aprire un blog?

Bene, benvenuto alla festa.

È vero, i blog possono essere un grande hobby per condividere le tue conoscenze.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, il blog è ancora una delle migliori attività online per iniziare.

Poiché così tante aziende hanno un blog, è facile dimenticare quante aziende hanno iniziato come blog .

Il blog può aiutarti a stabilire l’autorità nella tua materia mentre guadagni denaro in vari modi.

Se sei pronto per iniziare a scrivere sul blog, ti consigliamo un solo corso, ovvero Launch Your Blog Biz ed è stato creato da Alex e Lauren in Create and Go.

crea e vai a iniziare la recensione del tuo blog blog

Il blog ha portato Alex e Lauren da giovani professionisti che vivono ogni secondo nel fine settimana per guadagnare oltre $ 100.000 al mese e viaggiare per il mondo intorno ai vent’anni!

E con Launch Your Blog Biz , ti insegnano la soluzione passo-passo per portare il tuo blog da $ 0 a $ 1,000 / mese con traffico gratuito e marketing di affiliazione. Assicurati di leggere la nostra recensione completa del corso .

Ma se non hai mai creato un sito web prima, può essere intimidatorio.

Fortunatamente, ho compilato tutto il necessario per pubblicare il tuo blog qui.

Ho coperto ogni passaggio, dalla scelta di una piattaforma di blog alla configurazione di Google Analytics e molto altro!

Ho lasciato fuori tutta la lanugine e per aiutarti a iniziare con il piede destro – senza perdere tempo.

Come avviare un blog (in 6 passaggi):

Passaggio 1: scegli la piattaforma di blogging giusta

Passaggio 2: dai un nome al tuo blog

Passaggio 3: ottenere l’host giusto

Step 4: Progetta il tuo blog

Passaggio 5: cinque pagine necessarie per ogni sito Web

Passaggio 6: plugin WordPress essenziali per i blogger

[Bonus # 1] Guida alla configurazione di Google Analytics

[Bonus # 2] Guida alla configurazione di Google Search Console

1. Scegli la piattaforma di blogging giusta

come avviare un blog con wordpress

Puoi iniziare un blog e gestirlo abbastanza facilmente oggi. Ma con così tante opzioni, è difficile scegliere un sistema di gestione dei contenuti .

Ad esempio, piattaforme come Tumblr, Medium e Blogspot ti consentono di pubblicare i tuoi scritti senza troppi sforzi.

Ma se sei serio sul blog nel 2020, la tua scommessa migliore è WordPress.

WordPress è estremamente intuitivo da usare ed estremamente versatile. Invece di modelli preimpostati, WordPress funziona con temi e plugin di terze parti.

Ciò significa che puoi rendere il tuo blog simile e funzionare quasi come puoi immaginare.

Senza diventare troppo tecnico, ecco perché WordPress è ottimo per i blogger:

1) Facile da usare

WordPress ha un’interfaccia ben organizzata e intuitiva che è perfetta per i principianti. Se vuoi configurare il tuo blog con il minimo fastidio, WordPress è una scelta intelligente.

2) Grande ecosistema

Con il 32% di Internet in esecuzione su WordPress , farai parte di un enorme ecosistema. Ciò semplifica l’accesso a risorse come guide ed esercitazioni per gli utenti di WordPress di tutti i livelli di abilità.

C’è anche un enorme supporto nei forum su Reddit e StackExchange nel caso in cui rimani bloccato.

3) Buon supporto di terze parti

WordPress funziona con temi e plugin creati da designer e sviluppatori esterni. Non preoccuparti se non sai di cosa sto parlando – capirai presto quanto è grande questa flessibilità per il tuo blog.

Per ora, tutto ciò che devi sapere è che i temi  rendono il tuo blog fantastico, anche se fai schifo al design. I plugin  aggiungono funzionalità interessanti al tuo blog, come un carrello o un sistema di chat dal vivo.

L’universo di WordPress può essere un po ‘confuso con tutto l’hosting, i temi, i plugin, ecc. Cominciamo chiarendo come funziona.

WordPress è gratuito?

Sì e no – lasciami spiegare.

WordPress.org  è un software open source gratuito .

Ecco come usarlo per il tuo blog:

  • Crea un account con una società di hosting : continua a leggere per saperne di più sull’hosting.
  • Installa WordPress : è gratuito e facile da installare. È anche facile da usare: non dovrai imparare il codice.
  • Costruisci il tuo sito Web:  usa temi e plugin per rendere il tuo blog simile e funzionare esattamente come desideri.

C’è un costo per gestire il tuo blog in questo modo, ed è determinato da:

  • Il tuo piano di hosting
  • Qualsiasi tema o plugin acquistato

Per un blog WordPress completamente gratuito:

  • Utilizza il piano di avviamento gratuito su WordPress.com
  • Inizia un  blog semplice ma molto limitato

Perché non consiglio l’approccio “gratuito”?

WordPress.com ha un piano di hosting gratuito che ti consente di creare un blog ed eseguirlo attraverso la loro piattaforma.

Potrebbe sembrare una scelta ovvia: chi non vuole libero e semplice, giusto?

Se hai intenzione di fare soldi online costruendo un’attività attorno al tuo blog o facendo qualsiasi cosa oltre la condivisione con amici e familiari, hai bisogno di più potere e flessibilità. WordPress.com pubblicherà annunci sul tuo blog e raccoglierà i soldi per il TUO traffico.

L’uso di WordPress.com o di qualsiasi altro costruttore di siti Web gratuito per avviare il tuo blog limita davvero ciò che puoi fare.

Ecco i principali motivi per NON ottenere un sito Web gratuito:

1) Non ottieni il tuo nome di dominio

Con le opzioni gratuite, il nome includerà la piattaforma associata al tuo blog.

Ad esempio, invece di yourblog.com , sarà qualcosa del genere:

  • yourblog.wordpress.com
  • yourblog.blogspot.com
  • yourblog.tumblr.com

2) Modifiche limitate

Gratuito va bene se vuoi un piccolo blog cookie cutter. Se hai intenzione di prendere sul serio il tuo blog, avrai bisogno di più opzioni.

Mentre crei un pubblico o avvii un business online  attorno al tuo blog, sarai frustrato dalle limitazioni di un piano gratuito.

Ad esempio, i piani gratuiti limitano il numero di video e immagini che puoi pubblicare.

Potresti voler iniziare a creare un elenco e-mail o a vendere prodotti. E vorrai sicuramente promuovere il tuo blog e farti trovare su Google.

Quando lo fai, sarai comunque obbligato a passare a un abbonamento a pagamento.

3) Non sei il proprietario

Quando si ospita il tuo blog gratuitamente, sia su WordPress.com, Medium o Wix, lo possiedono. Se vogliono eliminarlo, possono farlo !

Inoltre, quando sei pronto per una piattaforma più personalizzata, dovrai ricominciare da zero.

Ora, come suona l’approccio libero?

Non bello, vero?

Che dire di Wix?

È stato detto abbastanza.

Sebbene questi costruttori di siti Web siano liberi di usare, limitano fortemente le funzionalità chiave, ti impediranno di far crescere il tuo pubblico.

Se sei serio sul blog, evita il fuoco del cassonetto.

Il tuo account “gratuito” può finire per costare molta  frustrazione e denaro quando sei costretto a eseguire l’upgrade.

WordPress.org (blog self-hosted)

Invece, raccomando l’approccio self-hosted – utilizzando il software WordPress gratuito sul proprio account di web hosting.

Mentre l’approccio self-hosted richiede un po ‘di lavoro extra, apre l’intera funzionalità di WordPress. Ancora più importante, ti dà la completa proprietà.

La linea di fondo per l’avvio di un blog:

Se sei serio sul blog e vuoi guadagnare da esso, un sito web self-host è la strada da percorrere.

Le buone notizie?

L’hosting non è costoso e WordPress CMS è gratuito.

Se segui i passaggi di questa guida, il tuo blog costerà solo da $ 5 a $ 10 al mese . Questo è un cambiamento enorme considerando il valore che ottieni in cambio: un blog WordPress personalizzato che sembra professionale.

2. Dai un nome al tuo blog

estensioni di dominio

Su Internet, ogni sito Web, blog o risorsa ha un nome di dominio univoco . È come un indirizzo: un nome digitato in un browser per accedere al tuo blog.

Ad esempio, quando digiti il ​​mio nome di dominio “hacktheentrepreneur.com” nel tuo browser, andrai direttamente alla mia home page.

Il nome del tuo blog è fondamentalmente il nome della tua attività ed è una grande parte del tuo marchio. Capire come scegliere un nome commerciale è difficile. Non solo deve essere evocativo e memorabile, ma deve essere disponibile in primo luogo.

Scegliere un nome per il tuo blog può essere travolgente. Vuoi che sia perfetto. Dopotutto, il nome di dominio è la prima impressione che le persone hanno del tuo blog prima di vedere i tuoi scritti.

come scegliere il nome perfetto per il tuo blog

Leggi la nostra guida completa per trovare un nome commerciale .

È molto più facile trovare idee una volta che sai quale nicchia  servi e a chi ti rivolgi Questo è lo stesso processo che utilizziamo per generare idee di business online fattibili.

Dedica un po ‘di tempo a scrivere parole per descrivere il tuo pubblico. Concentrati su come si descrivono.

Ad esempio, se il tuo blog è per i proprietari di cani, che tipo di proprietari di cani stai prendendo di mira? Si identificano con il termine mamma cane  o questo li fa rabbrividire?

Quindi, inizia il brainstorming:

Combina una parola che identifica la tua nicchia con il tuo contributo unico.

Ad esempio, il mio blog è al servizio degli imprenditori Il mio contributo è aiutare gli imprenditori a far crescere un business online in modo efficiente ed efficace .

Da qui il nome “Hack – The – Entrepreneur”.

Quindi qual è il nome migliore per il mio blog?

È facile rimanere bloccati nel cercare di capire il nome migliore per il tuo blog.

Sebbene sia essenziale, è più importante che tu decida un nome e passi al passaggio successivo.

Per aiutarti a decidere, ecco alcune caratteristiche di un nome di dominio ideale:

  • Originale :  non provare a copiare un altro nome popolare.
  • Breve e chiaro :  rendilo semplice, quindi è facile da ricordare.
  • Facile da pronunciare: non diventare troppo creativo con le parole inventate, o le persone non sapranno come si scrive.
  • Estensioni comuni :  queste estensioni sono comuni, quindi più facili da ricordare:   .com | .co | .org | .io

Consiglio del professionista:  sai di avere un buon nome di dominio quando qualcuno può capirlo durante una chiamata con una cattiva copertura.

Curiosità: la maggior parte delle persone cambia il nome del proprio blog ad un certo punto. Il tuo nome di dominio non deve essere permanente , quindi non rimanere impiccato alla perfezione.

Dove ottengo un nome di dominio?

Una volta che hai alcune idee per i nomi, è il momento di passare a un servizio di registro di dominio.

Puoi fare ricerche per vedere quali delle tue scelte sono disponibili, quindi pagare una commissione per registrare la tua scelta finale.

La mia raccomandazione: Namecheap

acquista il dominio namecheap per il tuo blog

OTTIENI LO SCONTO DEL 46% SUL TUO DOMINIO Usa il codice coupon: NEWCOM

Perché consiglio NameCheap?

1) Prezzi convenienti

Namecheap è all’altezza del suo nome.

A partire da $ 9,00 puoi registrare il tuo dominio per un anno . Sebbene questo non sia il più economico che troverai (Godaddy parte da $ 7,95), in realtà è molto meno costoso a lungo termine.

Ecco perché devi leggere la stampa fine:

whois custodisce la protezione della privacy

Il prezzo di Godaddy è più che doppio da rinnovare. Nel secondo anno, salta da $ 7,85 a $ 16,95.

Mentre Namecheap ha un prezzo iniziale leggermente più alto, rimane lo stesso  ogni anno  , senza sorprese. Cerca il tuo nome di dominio ora!

2) WhoisGuard gratuito

I registrar di domini sono tenuti a conservare un database WHOIS per tutti i domini che ospitano. Inviano informazioni su chi possiede i domini a un’autorità centrale.

Ciò può causare a chiunque, inclusi gli spammer, la ricerca delle informazioni di contatto.

Namecheap include la protezione WhoisGuard gratuita  per tutto il tempo in cui continui a rinnovare il dominio. Questo è un notevole risparmio di almeno $ 7,99 USD all’anno.

whoisguard

Dolce, vero?

3) Supporto chat dal vivo

A differenza di altre società, Namecheap ha un fantastico team di assistenza clienti che puoi contattare via telefono, e-mail o chat.

Come ottenere un dominio con Namecheap

Passaggio 1: vai su Namecheap e inserisci il tuo nome di dominio

trova il tuo nome di dominio per il tuo blog

Passaggio 2: scegli il miglior nome di dominio disponibile e aggiungi al carrello

acquista un nome di dominio

Questa parte può diventare complicata: se si utilizza un nome comune, l’estensione .com potrebbe non essere disponibile.

In tal caso, puoi provare:

  • Cambiando un po ‘il nome.
  • Scegliere un’estensione diversa come .org, .co, .io.
WhoisGuard gratuito con ogni acquisto di dominio

3. Ottieni l’host giusto

server di hosting

Ora che hai un nome per il tuo blog, devi trovare un posto dove vivere.

Se non sai molto sui computer, un argomento come “hosting di siti Web” suona come scienza missilistica.

In breve, le società di hosting:

  • Gestire reti di server.
  • Archivia e proteggi i dati che compongono il tuo sito web.
  • Rendi il tuo sito Web accessibile alle persone su Internet.

Basti pensare all’hosting come a un luogo ( server ) per archiviare ( ospitare ) il tuo sito Web ( dati ).

Non posso sottolineare abbastanza quanto sia importante un buon hosting per il tuo blog.

Qual è il miglior web hosting per un blog?

La funzione di un host è di mantenere i dati del tuo blog sicuri e accessibili .

Quando hai appena iniziato, potresti scegliere il servizio di hosting più economico. Questa è la cosa peggiore che puoi fare per il tuo blog.

Stai osservando una spirale infinita di problemi, come tempi di caricamento lenti e crash. Aggiungi un cattivo supporto clienti al mix e vorrai buttare il tuo computer fuori dalla finestra.

Invece, ecco cosa cercare in una società di hosting:

  • Eccellente supporto clienti:  ottieni assistenza rapidamente quando ne hai bisogno.
  • Elevato tempo di operatività:  percentuale di tempo in cui i server funzionano e sono accessibili (rispetto al centro quando il tuo sito è bloccato e nessuno può accedervi).
  • Prezzi economici:  l’hosting più costoso non è necessariamente il migliore.

La mia raccomandazione: SiteGround

recensione di hosting siteground

Se sei seriamente interessato alla sicurezza e alla velocità del tuo sito Web, SiteGround è l’opzione migliore che puoi trovare tra i provider di hosting WordPress.

SiteGround è uno dei pochi provider di hosting consigliati da WordPress e questo dice molto sulla loro qualità di host WordPress.

Per ottenere lo scoop completo, vai alla nostra recensione completa sull’hosting di SiteGround .

Perché consiglio SiteGround?

Non dovresti fare un tuffo negli aspetti tecnici dei server e del web hosting. Vuoi solo che il tuo blog funzioni, e anche io. Detto questo, ecco perché ti consiglio di utilizzare SiteGround durante l’impostazione del tuo blog.

1) Assistenza clienti ben addestrata

Il supporto di SiteGround è eccellente: i rappresentanti conoscono le loro cose. Se stai configurando l’hosting per la prima volta, possono guidarti attraverso di esso.

Quando il tuo blog non funziona (cosa che non accade quasi mai con SiteGround), il loro supporto è rapido e di facile accesso. Esistono diversi modi per raggiungerli, quindi puoi scegliere quale preferisci: telefono, e-mail e persino chat dal vivo.

Curiosità: offrono supporto prioritario con piani di livello superiore.

2) Server di prim’ordine (con uptime del 99,99%)

SiteGround utilizza alcuni dei migliori server caricati con la migliore tecnologia e architettura del settore.

uptime

Ha anche il più alto tempo di operatività del 99,99%. Ciò significa che puoi ragionevolmente aspettarti che il tuo sito web sia attivo il 99,99% delle volte.

In questo modo puoi essere certo che il tuo blog e i suoi dati rimarranno sempre sicuri e accessibili a Internet!

3) Facilità d’uso

L’assistenza clienti è utile, ma è ancora meglio quando non è necessario utilizzarla: un’interfaccia di facile comprensione fa molta strada.

blog wordpress su siteground

È davvero semplice e facile gestire il tuo blog hosting con SiteGround perché ha un’interfaccia intuitiva.

L’interfaccia è ben organizzata in sezioni, con icone dettagliate in modo che i principianti possano capire cosa stanno guardando.

Per una recensione più dettagliata, ti consiglio di dare un’occhiata alla mia recensione di SiteGround.

Come si ottiene l’hosting con SiteGround?

Di tutti i motivi per utilizzare SiteGround per ospitare il tuo blog, la facilità d’uso è quasi in cima alla mia lista. Diamo un’occhiata ai quattro semplici passaggi necessari per ottenere l’hosting WordPress di SiteGround.

Passaggio 1: vai su SiteGround  e scegli Managed WordPress Hosting

Quindi scegli quale piano di hosting desideri:

quale piano di hosting scegliere

Se stai iniziando, ti consiglio il piano GrowBig che è il piano SiteGround più economico che ti consente di ospitare più siti web Offre il massimo valore per il tuo dollaro!

Passaggio 2: connetti il ​​tuo nuovo dominio all’account di hosting

impostazione di hosting

Innanzitutto, seleziona “Ho già un dominio”,  quindi inserisci il nome di dominio ottenuto da NameCheap e fai clic su  “Procedi”.

Passaggio 3:  inserire i dettagli ed effettuare il pagamento

hosting wordpress

Inserisci le informazioni sull’account e procedi al pagamento.

Nota : i prezzi di rinnovo di SiteGround sono tre volte superiori a quelli del prezzo promozionale, quindi optare per un abbonamento più lungo consente di risparmiare denaro .

Passaggio 4: installa WordPress sul tuo nuovo sito Web

SiteGround lo rende davvero facile. Quando accedi alla tua area clienti per la prima volta, seleziona  ” Avvia un nuovo sito Web “.

La procedura guidata di installazione farà il resto: basta seguire i passaggi e configurare il tuo account WordPress.

Hai finito!

Da ora in poi, puoi gestire il tuo sito Web accedendo alla dashboard di WordPress all’indirizzo:

nomedominio.com / wp-admin

4. Progettare il tuo blog

scrivere post sul blog

Ora che hai un nome di dominio e hosting, è tempo di arrivare alle cose divertenti: progettare il tuo blog!

Esistono due modi per farlo:

  • Assumi uno sviluppatore di WordPress
  • Ottieni un tema WordPress

Gli sviluppatori sono costosi. Non ti conosco, ma la maggior parte delle persone non vuole investire in un design personalizzato all’inizio.

Con un tema, puoi creare un blog di bell’aspetto senza assumere uno sviluppatore.

Cos’è un tema WordPress?

In breve, un tema WordPress è come una raccolta di modelli. Definisce l’aspetto del tuo blog.

Ancora più importante, ti dà la possibilità di creare un sito Web senza scrivere una singola riga di codice .

Alcuni temi premium come Thrive Themes , funzionano più come software di progettazione, con blocchi di trascinamento della selezione per testo, immagini e altri elementi.

Il tema scelto determinerà:

  • Il design visivo del sito Web
  • Tipografia
  • Colori
  • Layout di pagina
  • Stili per i tuoi articoli

Tutto quello che devi fare è aggiungere i tuoi loghi, testo e immagini per impostare le pagine che desideri.

Il tema assicurerà che le tue pagine lavorino insieme per creare un sito Web visivamente accattivante e funzionale.

Temi WordPress gratuiti e a pagamento

Tema del mese di StudioPress

L’industria dei temi di WordPress ha migliaia di temi e molti di essi sono gratuiti.

Perché non risparmiare denaro e scegliere un tema WordPress gratuito?

Ecco i quattro principali motivi per pagare i temi di WordPress:

1) Codice affidabile

C’è molto da fare per creare un tema WordPress, ma questa è solo la prima parte. C’è anche la garanzia che tutto continui a funzionare e rimanga compatibile.

Le aziende tematiche hanno sviluppatori che lavorano per correggere bug e aggiornare il codice in modo che continui a funzionare mentre la tecnologia di Internet cambia.

Con un tema gratuito, non hai nessuno che lavora sul back-end e questo spesso porta a problemi di compatibilità. Ciò significa bug, errori o peggio – tempi di inattività!

2) Supporto dedicato

La maggior parte delle persone che usano temi WordPress per un blog non hanno conoscenze tecniche: sono blogger, non sviluppatori web.

I temi a pagamento offrono assistenza ai clienti, con alcuni che si estendono alla live chat. Questo è un salvavita per chiunque non sia uno sviluppatore e vuole solo creare un bel blog che funzioni.

3) Migliore comunità

Oltre all’eccellente supporto clienti, i temi WordPress più pagati hanno una comunità attiva. Ciò significa che molte persone usano i loro temi e ne parlano sui social media e nei forum.

È probabile che, se stai cercando di creare qualcosa sul tuo blog e non riesci a capirlo, qualcun altro ha già pubblicato la risposta.

4) Altamente personalizzabile

I temi a pagamento offrono un livello di personalizzazione più elevato rispetto alle alternative gratuite.

Sebbene i temi siano creati dagli sviluppatori, sono progettati per essere utilizzati da persone normali, senza imparare a programmare. Un buon tema può rendere il tuo blog esattamente come vuoi.

Linea di fondo:

Mentre i temi a pagamento costano denaro, offrono vantaggi che ti perderai con un tema gratuito.

I migliori temi WordPress per i blogger

Per scegliere il tema giusto per il tuo blog, dovrai selezionare molte opzioni.

Ti risparmierò un po ‘di tempo: c’è solo una manciata di sviluppatori di temi che valgono i soldi.

Ecco i due che raccomando:

StudioPress

studiopress miglior tema wordpress

OTTIENI UN TEMA SU STUDIOPRESS

StudioPress è uno dei migliori sviluppatori di WordPress. Ha oltre 200.000 utenti felici, grazie ai suoi temi belli e affidabili. Il blog che stai leggendo in questo momento utilizza il  tema Maker Pro di StudioPress.

Leggi la nostra recensione completa sui temi di StudioPress e ottieni lo scoop interno.

Ecco i motivi migliori per ottenere un tema StudioPress:

1) Installazione rapida e semplice

Anche un non tecnico può creare un sito Web WordPress professionale molto velocemente con un tema StudioPress.

Ha una libreria di fantastici layout, quindi tutto quello che devi fare è sceglierne uno che ti piace, installarlo e iniziare a rilasciare i tuoi contenuti.

temi di wordpress studiopress per il tuo blog

Chi ha bisogno di un web designer giusto?

2) Codice affidabile e leggero (SEO-Friendly)

Senza diventare troppo tecnici, i temi di StudioPress funzionano su un “framework di temi” chiamato Genesis. Quando scegli un’opzione di layout, stai solo scegliendo gli elementi di design visivo.

Genesis Framework è il codice base di base per un sito WordPress. È solido, affidabile e veloce – ed è incluso in qualsiasi tema acquistato da StudioPress.

Nel corso degli anni ho usato molti temi, ma non ho mai avuto problemi di prestazioni con StudioPress.  In effetti, ho la stessa velocità di un sito Web personalizzato da zero:

blog di velocità della pagina

Il mio sito Web ha ottenuto ottimi risultati per la velocità della pagina, grazie al codice pulito e leggero di Genesis Framework.

La velocità della pagina è importante per la SEO e l’esperienza dell’utente: a nessuno piace un sito che impiega un’eternità a caricarsi! Un tema con codice inaffidabile e goffo rallenta tutto.

3) Ottimo supporto clienti

Il supporto di StudioPress è di prim’ordine. Puoi ottenere supporto premium in qualsiasi momento della giornata, oltre a aggiornamenti a vita su tutti i loro prodotti.

4) Integrazioni SEO-friendly

Tema del mese di StudioPress

I temi di StudioPress includono strumenti SEO integrati che mitigano la necessità di installare plugin SEO aggiuntivi.

Tema WordPress consigliato  2: Temi Thrive

Migliore contenuto di WordPress

OTTENERE TRE TEMI

Thrive Themes è un’azienda WordPress focalizzata sulla conversione. I temi e i plugin di WordPress di Thrive sono progettati per aiutarti a convertire i lettori in abbonati e clienti.

Ciò significa che è ottimo per i blogger che vogliono creare un elenco di posta elettronica o avviare un’attività online.

I migliori motivi per ottenere Thrive Themes

Thrive Themes offre molto più dei temi WordPress autonomi. Forniscono un pacchetto di plugin e temi che funzionano insieme.

1) Pacchetto all-in-one

Con un pacchetto completo di Thrive, ottieni tutto ciò di cui hai bisogno per assicurarti che il tuo blog sia efficace per attirare più clienti e clienti.

Il pacchetto Thrive Theme include:

  • Temi Thrive : una serie di bellissimi temi WordPress incentrati sulla conversione.
  • Thrive Leads : moduli di attivazione e-mail accattivanti ed efficaci.
  • Thrive Architect : un generatore di pagine drag and drop ( lo uso per creare pagine di vendita ).
  • Tonnellate di plugin:  fai crescere la tua attività con strumenti per pubblicare testimonianze , pubblicare un quiz, creare una barra laterale e altro ancora.

Thrive Themes include così tante funzionalità integrate che non dovrai acquistare alcun plug-in esterno. Risparmierai e il tuo sito web non verrà rallentato.

2) Enorme libreria di layout

Ogni tema di Thrive viene pre-costruito con quasi un centinaio di layout. Per un non designer, è davvero utile.

Puoi rendere la tua home page, landing page, pagina di contatto e pagine di vendita fantastiche con layout progettati professionalmente. Basta inserire testo e immagini.

3) Buono per l’ottimizzazione della conversione

I temi di Thrives si concentrano principalmente sull’ottimizzazione della conversione. Le funzionalità integrate lavorano insieme per assicurarti di ottenere il massimo dai tuoi visitatori.

GeneratePress

tema wordpress generatepress

OTTIENI GENERATEPRESS

GeneratePress si concentra su velocità, affidabilità e facilità d’uso.

Non ha molte campane e fischietti, ma è un’opzione conveniente per un blog veloce, pulito e semplice.

I migliori motivi per ottenere GeneratePress

1) Prestazioni

Uno dei punti salienti del tema GeneratePress è la sua eccellente prestazione.

È sviluppato con un codice pulito e leggero. Senza fronzoli extra, è ottimo per SEO e tempi di caricamento rapidi.

2) Biblioteca del sito gratuita

Questo tema sfoggia un’eccellente libreria di layout che ti consente di creare un sito Web completamente funzionale in pochi minuti.

3) Costruttore di siti Web semplice e intuitivo

Un altro vantaggio di GeneratePress è il suo generatore di siti Web altamente personalizzabile. Ti consente di personalizzare il tuo blog senza troppi problemi.

5. Cinque pagine di cui ogni blogger ha bisogno

So che sei entusiasta di iniziare a scrivere sul blog. Ma prima di iniziare a scrivere, hai bisogno di alcune nozioni di base sul tuo sito Web in modo che i lettori sappiano di cosa ti occupi. Non importa se vuoi iniziare a vendere corsi online o avviare il tuo blog sulle citazioni di motivazione , queste stesse pagine sono necessarie.

Ci sono cinque pagine di cui ogni blog ha bisogno per offrire ai lettori un’esperienza migliore sul tuo sito web.

Come creare una nuova pagina in WordPress

Considerando che è la prima volta che crei un blog su WordPress, ecco come creare una nuova pagina:

1. Dalla dashboard di WordPress, vai alle pagine e fai clic su “aggiungi nuovo “.

crea una nuova pagina in wordpress

2. Dai un titolo alla tua pagina e inizia ad aggiungere del contenuto. Quando sei soddisfatto di come appare, premi ” pubblica ” 

creare una nuova pagina del blog

Ricorda: quando premi “pubblica”, la tua pagina viene pubblicata. Se non si desidera pubblicarlo immediatamente, salvarlo come bozza.

Grande! Ora sai come creare pagine sul tuo blog.

Pagina 1: Home

La tua home page è senza dubbio la pagina più importante del tuo blog.

Perché?

Perché è la pagina più visitata e di solito è la prima cosa che vedono i nuovi visitatori.

La tua home page dovrebbe descrivere di cosa tratta il tuo blog e attirare i visitatori più a fondo nel tuo blog.

Come puoi vedere la mia home page mostra chiaramente chi sono e cosa faccio:

home page per un blog

Stabilisco la fiducia mostrando alcune pubblicazioni online per cui ho scritto. Chiedo anche alle persone di approfondire l’abbonamento alla mia mailing list.

Pagina 2: categoria Blog

Mentre la maggior parte delle persone usa la propria homepage per visualizzare post, mi piace avere una pagina dedicata per tutti i miei articoli: una pagina di categoria blog . Su Hack the Entrepreneur, abbiamo anche una pagina di categoria podcast .

Se hai intenzione di pubblicare in modo coerente, finirai con una vasta raccolta disorganizzata di articoli. I lettori avranno difficoltà a trovare ciò che vogliono leggere e i nuovi visitatori non sapranno da dove iniziare.

Con una pagina di blog, puoi creare i tuoi articoli come post di blog e organizzarli con categorie e tag.

Ad esempio, Smart Passive Income ha una vasta raccolta di contenuti e utilizza un elegante dispositivo di scorrimento per filtrare le categorie. È davvero facile per i lettori trovare quello che stanno cercando.

categorie per un blog

Pagina 3: contatto

Il tuo blog aprirà le porte a molte opportunità. Nel tempo le persone saranno interessate a lavorare con te mentre altri potrebbero voler mettersi in contatto.

Ma come possono contattarti?

Pubblicare il tuo indirizzo e-mail sul tuo blog è un’idea terribile. Capirai perché abbastanza rapidamente: la tua casella di posta verrà spammata.

Ecco perché hai bisogno di una pagina con un modulo di contatto. Niente di speciale, solo una forma semplice e concisa,

Basta un semplice modulo e un messaggio su quanto velocemente rispondi normalmente. Ecco un ottimo esempio dalla pagina dei contatti di SoulSalt .

soulsalt avvia un modulo di contatto per il blog

Nota : consiglio di utilizzare il plug-in Ninja Forms per creare bellissimi moduli di contatto.

Pagina 4: Su di me

Alla gente piace sapere cosa sta succedendo dietro le quinte, o meglio chi è responsabile del contenuto che stanno leggendo.

È più probabile che si fidino del tuo sito Web (e della tua attività) se vedono un volto dietro il tuo blog.

Ad esempio, Gemma e Alistair Clay di Class: PR trovano un perfetto equilibrio tra narrazione e prove sociali ed è un eccellente esempio di pagina di informazioni.

sulla pagina per il tuo nuovo blog

Avere una pagina su di me aiuta i visitatori a saperne di più su di te e stabilisce una connessione personale.

Pagina 5: Informativa sulla privacy

Nell’era del GDPR e dei problemi di privacy, questa pagina è essenziale per ogni blog.

Qui descrivi le informazioni personali che raccogli dai tuoi visitatori, ad esempio e-mail e nomi raccolti tramite moduli di opt-in.

Ancora una volta, non esagerare. Uso una semplice pagina di testo che mostra chiaramente la mia politica sulla privacy senza alcuna lanugine.

pagina sulla privacy per un blog

Se prevedi di utilizzare una rete pubblicitaria di terze parti, dovrai menzionare chiaramente l’uso dei cookie nella pagina della tua politica sulla privacy.

Nota : è necessario disporre di una pagina di politica sulla privacy se si desidera visualizzare annunci da Google e altre reti.

Ecco alcuni strumenti per aiutarti a creare una pagina di politica sulla privacy.

6. Plugin essenziali per i blogger

Con il tuo sito Web lanciato e le pagine essenziali a posto, sei pronto per iniziare a bloggare.

Mentre la maggior parte dei principianti evita di utilizzare i plugin, sono una parte necessaria del processo di blog.

Se non presti attenzione all’ottimizzazione e alla manutenzione del tuo sito Web, non funzionerà come dovrebbe.

Avrai difficoltà a ottenere traffico e a convertirlo in clienti, entrambi essenziali se vuoi guadagnare con un blog.

Ecco dove entrano i plugin.

I plugin sono fasci di codice che aggiungono funzioni al tuo blog WordPress. Automatizzano anche alcuni processi amministrativi in ​​modo che tu possa concentrarti su cose più produttive, come scrivere fantastici post sul blog.

Mentre i plugin sono fantastici, l’aggiunta di troppi finirà per rallentare il tuo blog.

Per iniziare con il piede giusto, ho elencato i plugin migliori per un nuovo blog:

Yoast per SEO: ottimizza il tuo blog per i motori di ricerca

come aprire un blog e usare yoast per seo

OTTIENI GIOVANI SEO

L’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) nel mondo dei blog è un grosso problema!

Accedere alla prima pagina di Google  è uno dei modi principali per convincere più persone a leggere il tuo blog.

Ora, mentre molti fattori di posizionamento vanno nel SEO, l’ottimizzazione dei contenuti per i motori di ricerca è essenziale. Yoast ti aiuta ad assicurarti che i post del tuo blog siano scritti e formattati correttamente per la ricerca.

Nota: puoi saltare il  plug-in XML Sitemap poiché anche Yoast si occupa di questo

Social Warfare:  condivide il tuo blog sui social media

Plugin di guerra

OTTIENI LA ​​GUERRA SOCIALE

Social Warfare aggiunge pulsanti di condivisione social velocissimi al tuo blog – e stanno benissimo su ogni dimensione dello schermo.

Ciò significa che condividere i tuoi contenuti sui social media sarà facile e veloce per i tuoi lettori.

W3 Total Cache: velocizza il caricamento del tuo blog

w3 cache totale per la memorizzazione nella cache di wordpress

OTTIENI W3 TOTAL CACHE

W3 Total Cache è un altro plug-in essenziale che aiuta con SEO e l’esperienza utente del tuo sito web. Ottimizza le prestazioni per ridurre i tempi di caricamento.

OptinMonster: aiuta a far crescere la tua lista e-mail

optinmonster moduli per blog

OTTIENI OPTINMONSTER

OptinMonster è un plug-in per la creazione di moduli per l’acquisizione di lead, incentrato su conversioni elevate.

Se vuoi far crescere la tua attività con l’email marketing, devi creare preziosi magneti di piombo e assicurarti che i tuoi moduli di iscrizione vengano notati.

Moduli ninja: crea moduli per qualsiasi scopo

Ninja form è un form builder che ti aiuta a raccogliere informazioni dai tuoi lettori. Questo plugin rende semplicissimo creare moduli dal design accattivante e rilasciarli ovunque tu voglia sul tuo sito web.

Ad esempio, è possibile utilizzare Ninja Forms per creare una richiesta di preventivo, un modulo di registrazione dell’evento o anche un semplice modulo di contatto.

[Bonus # 1] Guida alla configurazione di Google Analytics

google analytics per un blog wordpress

Google Analytics ti fornisce informazioni preziose sul traffico del tuo sito web.

Oltre a quante persone visitano il tuo sito, questo strumento essenziale suddivide tonnellate di informazioni:

  • Quali pagine visitano
  • Quanto durano
  • Quello su cui fanno clic
  • Come hanno trovato il tuo sito web
  • In quali paesi si trovano

Questi dati sono essenziali per apprendere il funzionamento interno del tuo sito Web, in modo da poter valutare se sta raggiungendo il suo scopo.

Mentre questi dati potrebbero non significare molto quando non hai molto traffico, è essenziale integrarli dall’inizio.  La raccolta di dati preziosi fin dall’inizio ti aiuta a evitare le lacune.

Ci sono un sacco di dati nel tuo account Google Analytics e non è necessario scavare troppo in profondità all’inizio.

Tracciare queste tre metriche ti aiuterà a guidare le tue decisioni su cosa scrivere e come promuovere il tuo blog:

  1. Rapporto di sintesi:  una rapida occhiata al pubblico del tuo blog per un certo periodo.
  2. Post più popolari:  ti aiuta a scoprire quale tipo di contenuto risuona maggiormente con il tuo pubblico.
  3. Traffico di riferimento: ti fornisce i primi 10 siti Web che ti inviano traffico. Questi sono siti che si collegano al tuo blog all’interno dei loro contenuti.

Configurazione di Google Analytics

Ora sai che Google Analytics è un must – ma configurarlo può essere complicato.

Questa sezione illustra passo per passo l’intero processo di configurazione di Google Analytics sul tuo sito Web WordPress.

Passaggio 1: iscriviti a Google Analytics

Inserisci le informazioni richieste e fai clic su ” Ottieni ID di monitoraggio “.

Passaggio 2: ottieni il codice di monitoraggio sul tuo blog

codice di monitoraggio google analytics

Una volta aggiunto il sito Web, otterrai un ID di monitoraggio. Sotto questo, troverai il “Tag globale del sito”. Contiene uno snippet di codice che è il tuo codice di monitoraggio.

Passaggio 3: aggiungi il codice di monitoraggio all’intestazione del tuo blog

Copia il codice di monitoraggio e incollalo nella sezione <Header> del tuo blog.

Se stai usando un tema StudioPress, il Genesis Framework lo rende facile. Nella dashboard di WordPress:

  • Trova Genesis  nel menu lungo il lato sinistro
  • Fai clic su Impostazioni tema
  • Scorri verso il basso fino a visualizzare il campo <Script intestazione>
  • Incolla il codice di monitoraggio  nel campo

Se non stai usando Genesis, puoi:

Contatta l’assistenza per l’azienda che ha creato il tuo tema : chiedi loro dove aggiungere manualmente il codice di monitoraggio all’intestazione.

O

Installa plug-in gratuito Inserisci intestazioni e piè di pagina : utilizza il plug-in per aggiungere il codice di monitoraggio a qualsiasi tema.

Questo è tutto!

Hai appena aggiunto Google Analytics al tuo sito web.

[Bonus # 2] Guida alla configurazione di Google Search Console

console di ricerca di google per seo

Search Console è un altro strumento di dati essenziale. In particolare, fornisce dati sull’andamento del tuo blog sui motori di ricerca.

Vuoi che le persone trovino il tuo blog quando cercano  informazioni su Google. I dati in Search Console ti aiutano a sapere quando sei sulla strada giusta con i tuoi contenuti.

Search Console fornisce dati preziosi come:

  • Quali parole chiave e query portano traffico?
  • Quali sono le tue parole chiave con il rendimento migliore?

Google Search Console ti aiuta a capire con che efficacia stai indirizzando e ottimizzando i tuoi contenuti per il SEO.

Impostazione di Google Search Console

Ecco una procedura dettagliata su come configurare Google Search Console per il tuo blog.

Passaggio 1: crea un account con Search Console

Vai a Google Search Console e fai clic su ” Inizia ora ” per creare un account.

Quindi fai clic su ” Aggiungi una proprietà”  e inserisci il nome di dominio del tuo blog.

impostazione della console di ricerca

Passaggio 2: verifica la proprietà utilizzando Yoast

Esistono diversi modi per verificare il tuo blog, ma ti consiglio di utilizzare il plug-in Yoast SEO.

Tutto quello che devi fare è copiare e incollare il tag HTML nel plugin:

imposta blog per la console di ricerca di Google

Passaggio 3: aggiungi il codice nel tuo blog

imposta la console di ricerca in yoast

Trova Yoast SEO  nel menu a sinistra della dashboard di WordPress.

Vai alle  impostazioni “Generali” e incolla il codice ottenuto da Google Search Console.

Passaggio 4: verifica con Google Search Console

configurare la console di ricerca di Google su un blog

Una volta aggiunto il codice, fai clic su “verifica”  e dovresti ottenere la conferma.

Congratulazioni per aver collegato correttamente il tuo blog a Google Search Console!

Considerazioni finali sul blog nel 2020

Ora che hai tutto pronto per iniziare il tuo blog, inizia il vero lavoro: scrivere post sul blog e costruire un pubblico!

Non ti mentirò. Ci vorrà molto tempo e lavoro (forse mesi) per vedere un cambiamento evidente.

Potresti anche sentirti stupido per aver passato così tanto tempo su qualcosa con un ritorno imprevedibile. Fidati di me: una volta ottenuta la prima vittoria, le cose iniziano a cambiare abbastanza velocemente.

Mi ci sono voluti 7 mesi prima che facessi la mia prima vendita, ma dopo quello, il mio sito web è decollato.

statistiche sul traffico del blog organico

Mentre il blog ha molti vantaggi, non è sicuramente facile. C’è molto lavoro da fare. E non importa se vuoi diventare un blogger professionista come James Altucher o semplicemente scrivere delle tue ricette preferite, il blog è una grande abilità da imparare.

Ma per ora, concediti una pacca sulla spalla per fare qualcosa di fantastico: iniziare un blog!

Vai a prendere il tuo nuovo account di hosting WordPress su SiteGround e inizia il tuo viaggio nel blog.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close