Cerca

Come avviare un blog e fare soldi online

L’avvio di un blog non è difficile. Generare traffico e realizzare un profitto lo è.

Come avviare un blog e fare soldi online

Hai mai pensato di lanciare il tuo blog? Ti sei mai chiesto cosa serve, non solo per avviare quel blog, ma anche per costruirlo con successo nel tempo per fare soldi online o generare un reddito passivo ? Chiaramente, non sei solo. Milioni di persone si cimentano nel blogging, ma in realtà pochi riescono a generare entrate sostanziali dai loro sforzi.

Tuttavia, se stai iniziando un blog con lo scopo di fare soldi e non sei davvero appassionato di scrivere in primo luogo, allora stai sprecando in gran parte il tuo tempo. L’arte del blogging non è semplicemente scientifica o formulaica. Senza una profonda passione per il tuo mestiere, dovrai affrontare una marea di frustrazione e turbamento.

Perché? Mentre è relativamente semplice iniziare un blog, è un’impresa monumentale generare qualsiasi parvenza di traffico e trarre profitto dai tuoi ardui sforzi. Hai bisogno di messa a fuoco laser e persistenza per costruire un pubblico o raggiungere la saturazione di massa con la tua prosa. Ci vuole tempo e ci vogliono serate lunghe e prolungate che bruciano il proverbiale olio di mezzanotte.

Prendilo da me. Come blogger che ha costruito una piattaforma importante con centinaia di migliaia di visitatori mensili, posso crogiolarmi nella calda luce del successo. Tuttavia, non riesco a stare seduto a lungo a godermi la libertà e il reddito passivo che il mio blog ha creato. Senza aggiungere costantemente contenuti insaziabili, qualsiasi blog può morire.

Quindi, cosa ci vuole per avviare un blog di successo e effettivamente fare soldi online ? Suppongo che ciò dipenda da ciò che consideri di successo e da ciò che pensi di fare soldi. Se, come milioni di altri potenziali blogger là fuori, stai cercando di includerlo, avrai una lunga strada da percorrere.

Ma se sei disposto a dedicare tempo e fatica e puoi rimanere persistente negli anni (e sì, ho detto anni), allora puoi sicuramente generare un reddito considerevole online. In effetti, il tuo blog è probabilmente uno dei migliori snodi della generazione di reddito passivo e, se fatto nel modo giusto, può attrarre i giusti clienti e clienti indipendentemente dal settore o dalla nicchia in cui potresti trovarti.

Correlati:  4 modi per conservare il tuo contenuto Cassa di guerra

Come avviare un blog: passo dopo passo

Ok, se non ti ho ancora dissuaso e sei seriamente intenzionato a lanciare il prossimo Mashable o TechCrunch o qualsiasi altro blog che potresti pensare abbia un enorme successo ai tuoi occhi, allora ecco cosa devi fare in un passaggio di moda. Più ti prepari e pianifichi, più è probabile che avrai successo a lungo termine.

1. Scegli un argomento 

Fai chiarezza su ciò di cui scriverai. Definisci un argomento o una nicchia e progetta tutti i tuoi contenuti attorno a queste cose. Questo ti aiuterà non solo a focalizzare il laser sulla tua scrittura, ma anche a creare prodotti e servizi digitali a complemento dei tuoi contenuti.

Ciò ti consente di attirare i clienti, attirandoli con i tuoi post altamente informativi, quindi tentandoli con un magnete principale prima di lasciarli cadere nella tua canalizzazione di vendita (ne parleremo tra poco). 

2. Seleziona una piattaforma

Mentre WordPress è di gran lunga la piattaforma più popolare per i blog, ce ne sono altri là fuori che possono essere sfruttati come una piattaforma di micro-blog come Tumblr , Blogger.com e persino Medium . Tuttavia, se prendi sul serio i tuoi sforzi nel blogging, probabilmente vorrai andare con un’installazione WordPress ospitata su un dominio personalizzato.

Mentre potresti installare un blog su WordPress.com con un sottodominio come myblog.wordpress.com, otterrai una maggiore trazione con una soluzione self-hosted e sarai quindi in grado di utilizzare i sottodomini su piattaforme popolari per i tuoi sforzi di marketing dei contenuti .

Correlati:  Medio è la soluzione se si desidera blog senza spese generali

3. Scegli un nome di dominio

I nomi di dominio personalizzati sono importanti se vuoi seriamente fare soldi dal blog che inizi. Piuttosto che fare affidamento su un sottodominio ospitato da terze parti, trova un nome di dominio breve (ma possibile) ricco di parole chiave (se possibile) che descriva il tuo argomento, settore o nicchia. Usa BlueHost, HostGator, 1 & 1 Hosting o qualsiasi altro numero di provider di nomi di dominio per creare il tuo dominio.

Se sei preoccupato per cose come la SEO, quando selezioni il tuo nome di dominio, dovresti aderire ai seguenti suggerimenti:

  • Utilizzare un dominio di primo livello noto (TLD) come .com o .net
  • Mantieni il dominio breve, non più di 15 caratteri circa
  • Cerca di non acquistare un nome di dominio con trattini, poiché sono più spesso associati agli spammer
  • Evita di utilizzare sottodomini ospitati autonomamente per classificare o classificare i post

Correlati:  21 modi per commercializzare il tuo business online

4. Trova una buona società di web hosting

Ci sono un sacco di buone compagnie di hosting là fuori. Se stai iniziando un blog WordPress, self-hosted, ci sono una quantità quasi infinita di opzioni. L’importante è fare la dovuta diligenza e scegliere quella giusta adatta al proprio budget e assicurarsi che il livello di servizio e la garanzia di disponibilità siano presenti.

All’inizio, probabilmente vorrai iniziare con una soluzione WordPress gestita o un server privato virtuale (VPS) e scalare da lì. Alla fine, probabilmente avrai bisogno di una soluzione di hosting dedicata con un CDN (sotto) una volta che passi attraverso alcune migliaia di visitatori al giorno.

5. Reti di cache e distribuzione dei contenuti (CDN)

Utilizza un sistema come W3 Total Cache o WP Super Cache e attiva la memorizzazione nella cache del browser per velocizzare la consegna delle tue pagine web. All’inizio, questo potrebbe non sembrare così importante. Ma man mano che cresci e il tuo traffico aumenta a migliaia di visitatori al giorno, questo sarà fondamentale. Utilizza Page Speed ​​Insights di Google per testare le cose prima e dopo l’installazione.

È anche importante impostare un CDN, che accelererà la consegna globale dei tuoi contenuti. Ad esempio, la tua pagina potrebbe caricarsi relativamente rapidamente negli Stati Uniti, ma cosa succede quando qualcuno in Australia prova a caricare i tuoi contenuti? Le CDN replicano i dati su più repository in tutto il mondo e rendono la consegna dei contenuti ultraveloce.

Questo è importante per l’esperienza dell’utente perché la maggior parte delle persone che sono focalizzate ad attendere anche pochi secondi per il caricamento di una pagina, spesso abbandonano il sito Web e passano a quello successivo nei risultati di ricerca. W3 Total Cache si integra con AWS e MaxCDN di Amazon, due ottime opzioni quando si tratta di CDN.

6. Abilita permalink

In WordPress, dovresti abilitare i permalink prima di far decollare le cose, il che ti darà simpatici URL canonici che sono SEO-friendly. I permalink si trovano nella sezione impostazioni> permalink dell’amministratore di WordPress e selezionare l’   opzione Nome post .

Correlati:  10 modi intelligenti per guadagnare o costruire backlink al tuo sito web

7. Installa il plug-in AMP

Il progetto AMP (Accelerated Mobile Pages) è un’iniziativa di Google per accelerare l’accessibilità mobile su larga parte dei loro contenuti. La specifica AMP , di cui puoi leggere di più qui, aiuta a ridurre una pagina web ai suoi componenti strutturali di base con JS ridimensionato e codice CSS minimizzato, per velocità della pagina estremamente elevate.

8. Installa Google Analytics

Installa Google Analytics in modo da poter tenere traccia dei tuoi sforzi mentre costruisci il tuo blog. Questo è un ottimo modo per tenere traccia dei risultati mentre si utilizza il generatore di campagne URL quando si rilasciano collegamenti nei social media e in altri luoghi in modo da poter determinare efficacemente da dove proviene il traffico.

9. Imposta gli Strumenti per i Webmaster di Google

Chiunque sia seriamente intenzionato a creare un blog e fare soldi, deve sfruttare gli strumenti per i webmaster di Google per vedere per quali parole chiave stanno classificando e tutti i messaggi che potrebbero influire sulla loro capacità di classifica. Ciò ti consentirà anche di inviare una sitemap XML e tenere traccia delle impressioni delle parole chiave insieme alle percentuali di clic. Questo è uno degli strumenti più utili per far crescere il tuo sito o blog attraverso un’analisi costante dei tuoi sforzi.

Correlati:  Perché la tua strategia di marketing dei contenuti di avvio non funziona

10. Impara il SEO nel modo giusto

Anche se non dovresti aprire un blog con l’intenzione di ottimizzarlo all’oblio, sicuramente dovresti comprendere i principi fondamentali dell’ottimizzazione dei motori di ricerca in modo da prestare attenzione agli aspetti chiave che influenzeranno la tua capacità di posizionamento su motori di ricerca come Google . Inizia con le Linee guida per i webmaster di Google , digerisci e implementa tali informazioni. L’apprendimento della SEO è un viaggio lungo e lungo. Dovresti sempre aumentare le tue conoscenze ed espandere il tuo set di abilità .

11. Creare regolarmente contenuti utili

Se vuoi davvero avere successo con il tuo blog, devi creare utili contenuti di ancoraggio. Deve essere accattivante, incentrato sulle parole chiave, perspicace, unico e ben scritto. Non scrivere i tuoi contenuti per i motori di ricerca. Piuttosto, scrivi i tuoi contenuti per gli esseri umani e allo stesso tempo rendi omaggio ai motori di ricerca e a ciò che vogliono. In poche parole, è un’abilità che si sviluppa nel tempo con la pratica. È anche importante pubblicare regolarmente i tuoi contenuti su base settimanale.

12. Iscriviti a una piattaforma di email marketing

La migliore strada per fare soldi dal tuo blog è attraverso l’email marketing, chiaro e semplice. Giù le mani, questo offre una delle strategie più veloci e sicure per guadagnare un reddito attraverso il tuo blog. Ma prima di arrivare lì, è necessario registrarsi a una piattaforma di email marketing come Aweber, ConvertKit, MailChimp, Constant Contact, InfusionSoft o qualsiasi altro numero di piattaforme esistenti.

Correlati:  4 regole d’oro per aumentare il coinvolgimento nei post di blog

13. Costruisci un magnete al piombo

Se sei seriamente intenzionato a commercializzare qualcosa online, piuttosto che optare per la pubblicazione di annunci sul tuo blog (che non ti farà guadagnare soldi veri a meno che tu non abbia almeno centinaia di migliaia di visitatori al giorno) o di impegnarti nel marketing di affiliazione, dovresti costruire un magnete al piombo d’attualità che venderà un prodotto digitale o un’offerta che crei nel back-end. Il magnete principale attirerà le persone a iscriversi al tuo elenco e fornirti il ​​loro indirizzo e-mail.

14. Costruisci un prodotto digitale e posiziona le tue offerte

L’e-mail marketing e i magneti al piombo sono tutti progettati per aiutarti a costruire un distributore automatico. Tuttavia, per farlo è necessario un prodotto digitale, un servizio o un altro tipo di offerta nel back-end. È possibile creare più offerte o prodotti, che possono condurre le persone su una catena del valore verso le vendite di biglietti alti.

15. Creare una canalizzazione di vendita

Prenditi il ​​tempo per costruire la tua canalizzazione di vendita automatizzata. C’è così tanto da fare con le canalizzazioni di vendita, ma la premessa di base è che i tuoi visitatori si mostreranno al tuo sito scoprendo i tuoi contenuti, entrando nella tua canalizzazione di vendita attraverso un’offerta tramite il tuo magnete principale o qualche altro tripwire, e poi essere guidato attraverso un viaggio con messaggi alimentati con flebo in un programma periodico che ti permetterà di vendere i tuoi prodotti e servizi con il pilota automatico.

Correlati:  Come questa imprenditrice ha creato un sito Web per lo stile di vita femminile Premier

16. Diventa social

Costruire un blog non è facile da nessuna parte. Per aiutarti lungo il cammino verso il successo, devi diventare social. Non solo collegandosi con altri blogger affini interessati al marketing online , ma anche condividendo e interagendo con altri sui social network come Facebook, Instagram e altre piattaforme di social media.

17. Commercializza i tuoi contenuti

La singola strategia più importante che troverai per creare un blog e aumentare la tua visibilità sui motori di ricerca come Google, e la mia strategia di sempre per scalare le classifiche di ricerca sui SERP di Google, è il content marketing. La commercializzazione dei tuoi contenuti è un processo complesso che richiede lunghe ore apparentemente infinite per la creazione di contenuti off-site più utili che si collegano ai tuoi contenuti di ancoraggio principali, ma ne vale la pena.

Puoi utilizzare questa singola strategia per classificare il numero uno nelle ricerche di Google per quasi tutte le parole chiave se è fatto nel modo giusto. C’è sicuramente un’arte in questo, oltre a uno schema tecnico e nel farlo nel modo giusto. Non tentare di inviare spam o sovrastimare le parole chiave nel tentativo di commercializzare i tuoi contenuti con qualsiasi mezzo.

Il content marketing può essere fatto con articoli su siti come Medium.com o Scribd.com, può rispondere rispondendo a domande su Reddit o Quora e può essere fatto con video su YouTube o Vimeo, insieme a una varietà di altri mezzi. Il punto è che tutto il contenuto deve essere utile, punto. Non cercare di fare la minima quantità di lavoro per il massimo rendimento. Devi fare l’esatto contrario se vuoi avere successo.

Correlati:  5 suggerimenti per l’avvio della propria casa editrice online

18. Monetizza i tuoi contenuti

Ammettiamolo, l’avvio e la gestione di un blog possono essere costosi. Non aspettarti di diventare ricco durante la notte. Tuttavia, puoi prendere alcune misure per monetizzare alcuni dei tuoi contenuti lungo il percorso. Assicurati di rimanere attualità con i tuoi contenuti e che i tuoi magneti di piombo ti aiutano a far cadere le persone in una canalizzazione di vendita che alla fine venderà i tuoi articoli a prezzo elevato.

Tuttavia, a parte questo, puoi sempre scegliere di generare piccole quantità di flusso di cassa facendo altre cose come la creazione di articoli che porteranno le persone a corsi o audiolibri che hai sviluppato, o la creazione di tutorial video che alla fine venderanno alcuni grandi pacchetto o sistema che ti aiuterà a insegnare alle persone qualunque cosa tu sia davvero bravo.

Esistono numerosi modi per monetizzare i tuoi contenuti e fare soldi dal tuo blog, ma non cercare di prendere scorciatoie lungo il percorso. Non cercare il fast-buck se sei serio sui risultati a lungo termine. Agisci e resta persistente se vuoi avere successo e raggiungere i tuoi obiettivi.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close