ibdi.it

Come avviare un blog? [Corso di blogging gratuito per principianti]

Una procedura dettagliata per l’avvio di un blog in questo corso di blog gratuito per principianti

Stiamo iniziando una serie in sei parti sull’avvio di un blog e su come ho costruito la mia attività a oltre cento mila in quattro anni. Non solo risponderò alla domanda, Come posso iniziare un blog, ma ti mostrerò come configurarlo e avere successo.

Ti mostrerò un passo per passo per iniziare un blog e come faccio soldi su sette fonti di reddito. Sto rivelando i segreti per scegliere un’idea di blog e far crescere il tuo sito web.

Questo video fa parte del nostro tutorial sul blog di cinque video, un passaggio per iniziare un blog dal diventare online per fare soldi velocemente. Fai clic qui e ottieni un elenco di controllo gratuito di tutto il necessario per avviare un blog redditizio .

I blog possono cambiarti la vita ma devi iniziare

Sono entusiasta di iniziare questa serie, i blog mi hanno cambiato la vita e ti garantisco che ti darà qualcosa che può fare qualche soldo extra o diventare un creatore di denaro a tempo pieno. Ho appena iniziato il mio blog Work from Home alcuni anni fa e già raggiungo quasi 400.000 persone all’anno. Questo non solo fornisce una grande comunità con cui condividere, ma penso che la maggior parte delle persone non capisca quanto possa essere grande un’azienda.

Come iniziare un nuovo blog e ottenere traffico

Non ti dirò che il blogging è il reddito passivo facile che tutti ne ricavano. È un business e ho dovuto costruirlo da zero, ma è un business che cresce come non crederesti. In meno di quattro anni, ho portato il business a oltre $ 100.000 all’anno e ho rotto $ 10.000 al mese nel 2018.

Si vede da quel grafico anche se non è iniziato in quel modo. Devi prima iniziare ed è di questo che parleremo in questo primo video. Ti fornirò una procedura dettagliata per scegliere un argomento del blog, avviare il tuo sito Web e ciò di cui hai bisogno per creare un blog per il successo. Ti guiderò fino in fondo in modo che chiunque possa iniziare a bloggare.

Il resto della serie ti fornirà tutto ciò di cui hai bisogno per guadagnare quei soldi dalla scrittura di messaggi alla diffusione della parola, tutti i modi in cui uso per fare soldi e le più grandi sfide di blog.

Come scegliere un argomento blog che fa soldi

Passiamo a quel processo su come avviare un blog. Sarà un video procedurale semplice oggi e condividerò con lo schermo esattamente ciò di cui hai bisogno per iniziare. Pubblicherò i video la settimana successiva, ma puoi ottenere un elenco di controllo gratuito per tutto ciò che tratteremo facendo clic sulla sua e.

Una delle prime domande che la gente pone sull’avvio del blog è, beh, di cosa dovrei fare un blog?

È forse più importante di quanto pensiate per un paio di motivi. In primo luogo, dovrai scrivere e parlare molto di questo argomento e potrebbe essere un affare che dura decenni. Sicuramente vuoi che sia in qualcosa di cui ti piace parlare e imparare.

Anche se alcuni argomenti sono solo più redditizi di altri. Nel business online si dice che i soldi siano in salute, ricchezza e amore. Sono questi tre argomenti principali; salute e fitness, finanza personale e relazioni in cui viene speso il maggior numero di dollari pubblicitari, dove viene speso di più in corsi e dove le persone sono più disposte a spendere soldi. Certo, ci sono molti argomenti più ristretti all’interno di queste idee più grandi e non vuoi iniziare un blog su qualcosa di così ampio come la finanza personale.

Volete restringere ciò di cui parlerete ulteriormente a una categoria specifica nella finanza personale, magari risparmiando denaro o investendo. Puoi anche restringere il tuo blog al tuo pubblico, quindi parlare con un gruppo specifico come stare a casa mamme o famiglie o millennial.

Questo restringimento si chiama la tua nicchia e ha due scopi.

Innanzitutto, ti avvicina ai tuoi lettori perché stai parlando più direttamente con loro e le loro esigenze specifiche. Inoltre, questo renderà il tuo blog un’autorità in quell’argomento specifico. Google vedrà che stai costruendo autorità in un’area e ti classificherà più in alto e i tuoi visitatori non dovranno setacciare dozzine di articoli non correlati per ottenere di più su ciò per cui sono venuti sul tuo sito.

Come scegliere il nome di un blog

Quindi abbiamo un argomento che ci piace e una nicchia al suo interno che farà soldi, ora è il passo per scegliere il nome del tuo sito Web e farlo online. Questi sono tecnicamente due passaggi, ma ho una soluzione che si occuperà di entrambi in uno che condividerò dopo.

Ora, ai bei vecchi tempi del 2005, era possibile che si potesse ottenere un impulso su Google se il nome del proprio sito Web includesse parole chiave. Quindi hai tutti i tipi di blog come come fare soldi.com e passiveincome.com ma ora il tuo nome di dominio non ha molta importanza.

Ciò significa che puoi praticamente nominare il tuo sito come preferisci, qualcosa che è facile da ricordare e scrivere. L’unica cosa di cui ti ammonirei qui è mettere il tuo nome nel tuo dominio. Il problema qui è che se mai vuoi vendere il sito web, sarà ovviamente più difficile trovare un acquirente se tutti conoscono il sito come joeschmo.com.

Scegliere un nome di blog disponibile può essere complicato, quindi userò il controllo del nome di dominio su bluehost per vedere se qualcosa è disponibile. In caso contrario, il sito fornirà molti suggerimenti qui e io non andrei necessariamente con nessuno di questi, ma possono darti alcune idee che puoi provare diverse combinazioni di aggettivi e altre parole.

Come si avvia un blog online?

Ora per rendere il tuo blog online dovrai registrare quel dominio, il nome del tuo blog e avrai bisogno di web hosting. Il web hosting è solo una società che mantiene il tuo sito Web sui suoi server e quindi lo distribuisce su Internet ai lettori.

Per entrambi, raccomando Bluehost e in realtà ho negoziato un accordo speciale se usi il link qui sotto. Consiglio Bluehost per diversi motivi ed è l’host su cui ho iniziato tutti e quattro i miei blog.

In primo luogo, con bluehost, ottieni il tuo dominio registrato gratuitamente, il che ti fa risparmiare dieci o quindici dollari proprio lì. È anche uno degli host web più economici e offre molti omaggi che vedremo nel configurare il tuo blog. Ti guiderò attraverso la configurazione del tuo blog, ma in realtà ci vogliono circa cinque minuti e Bluehost lo rende estremamente facile.

Se fai clic sul link qui vedrai la nostra pagina di sconto speciale qui e vedrai l’offerta che abbiamo impostato che include quel nome di dominio gratuito, supporto 24 ore su 24 e una garanzia di rimborso per meno di tre dollari al mese.

Una tariffa speciale per la mia comunità

Ecco perché amo i siti Web come idea imprenditoriale. Per meno di quella moka-coca-porcellana a Starbucks, puoi mettere in funzione il tuo sito Web per un mese e fare soldi. 

Come ottenere un blog su Bluehost

Quindi la prima cosa che vediamo sono questi tre piani tariffari e, onestamente, questo primo piano è probabilmente più di quanto sia necessario per iniziare. Cinquanta gigabyte di spazio di archiviazione sono enormi, ottieni il certificato di sicurezza gratuito e tutto ciò di cui parleremo.

Le due cose che mi piacciono e perché sono finito sul piano Plus sono stati questi siti Web illimitati, poiché volevo avviare alcuni siti Web contemporaneamente e quindi i $ 200 nelle offerte di marketing. Tieni presente che puoi sempre eseguire l’aggiornamento in un secondo momento, quindi potresti semplicemente seguire il piano di base e vedere se ne hai bisogno in seguito.

Selezioneremo quel piano di base e poi ti chiederanno di scegliere un nome di dominio di cui abbiamo appena parlato in modo da inserire semplicemente il nome del tuo sito qui. Puoi cambiarlo da .com ad altri come .net o .biz, ma consiglierei di utilizzare il tipo .com.

Alcune cose qui nella pagina di registrazione dell’account, la maggior parte di queste sono solo le tue informazioni di contatto e il pagamento, quindi tutto abbastanza facile anche se sottolineerò alcune di queste informazioni sul pacchetto.

Il primo è che puoi cambiare la durata del tuo piano da dodici a 36 mesi. Anche il piano a breve termine è piuttosto economico ma mi piace sempre ottenere lo sconto più grande. Questo business è qualcosa che costruirai e farai soldi per gli anni a venire, quindi ottenere quello sconto è sempre bello.

Alcune cose che provano a farti vendere qui che di solito provo a controllare. Le informazioni sulla privacy del dominio non sono poi così importanti. Ho il mio indirizzo di casa sul mio e non ho mai avuto problemi o puoi usare una casella postale.

In questo piano di backup del sito, sarai in grado di eseguire il backup del tuo sito con plug-in gratuiti che utilizzeremo, quindi faremo clic anche su quello e ti risparmieremo tre dollari al mese.

Quindi deselezioneremo questa sicurezza sitelock perché non è nemmeno qualcosa che devi davvero iniziare. Quindi questo porta il mio totale a poco più di cento dollari che ricordo è per tre anni di hosting. Fondamentalmente hai il tuo sito online per tre anni, quindi ho intenzione di inserire le mie informazioni e fare clic su Invia.

Riceverai un’email di conferma e ti verrà quindi richiesto di creare una password per il blog, quindi non il tuo compleanno e nessun nome di animale domestico per favore. Per ora useremo solo le password generate automaticamente.

Successivamente ti chiederà di scegliere un tema per il tuo blog. Questo è come il layout o il design del tuo blog quello che la gente vede, quindi è estremamente importante. Bluehost ti mostrerà i temi gratuiti per iniziare, quindi sceglieremo solo uno di questi.

Come impostare un nuovo blog

Questo è fondamentalmente per rendere il tuo blog online. In passato dovevi installare WordPress ma ora Bluehost sta facendo tutto questo automaticamente per te. Il tuo blog sarà inizialmente in uno stato temporaneo e mostrerà solo una pagina “Prossimamente”, quindi quando facciamo clic su allora possiamo fare clic su “Avvia sito” e portarlo dal vivo.

Qui siamo ancora nel pannello Bluehost che è come una dashboard dietro le quinte per il tuo account Bluehost. Lo utilizzerai raramente, quindi faremo semplicemente clic su Accedi a WordPress, il dietro le quinte del tuo blog stesso.

Ed ecco WordPress, una volta che usciremo da tutte queste notifiche sulla destra, vedrai il menu a sinistra che è il modo in cui apporterai modifiche al blog e lo gestiremo.

C’è una configurazione di base che ti consigliamo di modificare come il titolo del tuo sito e la tagline in Impostazioni e quindi in Impostazioni generali. Puoi anche provare alcuni look diversi per il tuo blog andando su Aspetto e poi temi per farti scegliere alcuni degli altri temi gratuiti.

Cosa sono i plugin del blog?

Una volta che il tuo sito web è attivo e funzionante, c’è qualcosa che renderà la tua vita molto più semplice chiamata plug-in. Questi sono programmi per computer che puoi installare sul tuo sito Web per svolgere un’attività specifica come impedirti di ricevere molti commenti spam e rendere più facile per le persone condividere il tuo sito sui social media.

Per aggiungere un plug-in al tuo blog, fai clic su Plug-in nel menu a sinistra in WordPress. Vedrai tutti i plugin sul tuo sito web e potrai fare clic su Aggiungi nuovo per cercare quelli che desideri. Quando ne trovi uno, fai clic su Installa ora e quindi su Attiva per farlo funzionare.

Ci sono più di 30.000 plugin disponibili su WordPress ma capisci che avere troppi può rallentare il tuo sito web. Non c’è consenso su quanti siano troppi. Ogni volta che decidi se aggiungerne un altro, chiediti se hai davvero bisogno di ciò che offre.

Diamo un’occhiata ad alcuni dei plugin che uso che saranno fondamentali per l’avvio del tuo blog. La maggior parte di questi sono plug-in gratuiti sebbene possano avere alcuni livelli premium. Quando si tratta di pagare per plugin, ho solo tre plugin per cui pago e ne considero uno assolutamente necessario per i blogger principianti.

Il primo è Akismet, probabilmente il plugin più utilizzato su WordPress. Questo filtra i commenti di spam evidenti in modo da non passare ore a settimana a eliminare la merda dalla sezione dei commenti. È gratuito e il primo plugin che tutti devono installare.

Il prossimo è Controllo collegamenti interrotti. Ora un collegamento interrotto è ogni volta che fai clic su qualcosa online e tutto ciò che vedi è una pagina di errore o una pagina 404. Questo è ovviamente molto fastidioso per i tuoi lettori e Google in realtà dirà il tuo sito se ne trova troppi. Quindi installi questo plugin per collegamenti interrotti che controlla tutti i collegamenti sul tuo sito Web per assicurarti che vadano da qualche parte. Un avvertimento però, questo può rallentare il tuo blog se lo lasci perché è costantemente in esecuzione attraverso il controllo dei tuoi collegamenti.

Invece, quello che vuoi fare è installarlo ma attivarlo solo per un fine settimana ogni mese. Lascialo funzionare per quei tre giorni circa per controllare i tuoi collegamenti, correggere eventuali collegamenti interrotti che trova e quindi disattivarlo in modo che non venga eseguito continuamente.

Il prossimo è il plug-in PrettyLinks, facilmente il mio plug-in preferito e l’unico plug-in premium che penso dovrebbe avere ogni blogger principiante. Ci sono due cose che fa questo plugin. Innanzitutto, ti consente di creare un link che desideri inserire nel tuo blog. Quindi, se hai mai passato il mouse su un testo collegabile e hai visto solo un miscuglio di lettere, con PrettyLinks crei un collegamento che inizia con il nome del tuo sito Web e sembra molto più professionale.

Ancora più importante, il plug-in semplifica la gestione di tutti i collegamenti. Puoi cambiare la direzione o la destinazione in cui si trova il collegamento quando qualcuno fa clic.

Questo è estremamente importante per prodotti o affiliati . Puoi collegare il tuo corso o un affiliato su una dozzina o più pagine del tuo blog, ma se mai vuoi cambiare il link, devi andare su ogni pagina e cambiare il link.

Con prettylink, vai semplicemente nel plug-in e cambi l’obiettivo e questo viene automaticamente modificato su tutte le pagine. Il plugin mostra anche quante persone hanno fatto clic su quel link e da quale pagina, quindi è un ottimo strumento di monitoraggio.

Il prossimo plug-in che raccomando è il social sharer shareaholic. Se hai mai notato quei pulsanti di condivisione social sul lato sinistro o nella parte superiore di un post sul blog, è probabilmente shareaholic. Questo semplifica la condivisione dell’articolo da parte dei lettori e ti offre più traffico, il che è enorme per i nuovi blogger. Una caratteristica che mi piace di Shareaholic è che puoi impostarlo in modo che galleggi dove rimarrà visualizzato sullo schermo anche mentre qualcuno scorre la pagina.

Ora hai impostato il tuo blog e sei pronto per iniziare a pubblicare, ottenere visitatori sul tuo blog e fare soldi. La prossima settimana, ti mostrerò come scrivere un post sul blog che verrà notato, non solo dai visitatori, ma da Google per classificare nelle ricerche. Rivelerò segreti che ho imparato a rendere la scrittura facile per chiunque, quindi assicurati di verificarlo.

Iniziare a blog è facile e puoi ottenere un blog online in meno di cinque minuti con Bluehost. Assicurati di approfittare di quella tariffa speciale che ho negoziato con Bluehost per i tuoi prezzi scontati e le funzionalità extra. Iscriviti al canale in modo da non perdere nessuno di quei video gratuiti sui corsi di blog.

Exit mobile version