Cerca

Come avviare subito un blog e fare soldi [semplici passaggi]

Segui questa guida su come avviare un blog per costruire il tuo lavoro da casa blogging business e arrivare a migliaia di $ al mese

Ho lottato per più di un anno con l’idea di iniziare i miei blog. Avevo fatto abbastanza ricerche per sapere come avviare un blog e l’impegno necessario per fare soldi con il blog.

Alla fine ho iniziato i miei primi due blog alla fine del 2014 … Vorrei aver iniziato molto prima.

I soldi arrivarono lentamente all’inizio. Non è stato fino a pochi mesi in cui ho fatto soldi e sono stato quasi un anno prima di guadagnare oltre $ 1.000 al mese.

Ma fu allora che iniziò a succedere qualcosa di straordinario. Una volta superato quel punto di un anno, i blog hanno iniziato a decollare. Ho aperto altri tre blog nel 2016 e l’anno scorso ho potuto trasformarlo in un reddito a sei cifre.

 

quanti soldi faccio blog

Il mio reddito da blog è stato in media di $ 6.400 negli ultimi tre mesi e questo non include i soldi guadagnati da progetti di freelance.

Tutto su circa 15 a 20 ore alla settimana di blog!

Sono contento dei progressi finora compiuti, ma è solo l’inizio di ciò che è possibile nel blog. Conosco blogger che hanno avuto il loro sito per pochi anni e stanno guadagnando quasi $ 10.000 al mese. Un influente blogger che seguo guadagna oltre $ 30.000 al mese!

L’enorme potenziale per fare soldi su un blog e utilizzarlo come strumento di marketing per le altre attività svolte da aziende domestiche è mitigato dal lavoro e dall’impegno necessari per avere successo. Non ti mentirò, ci vogliono alcuni mesi per iniziare un blog e costruirlo per più di qualche migliaio di visitatori al giorno.

A volte ti sembrerà di parlare con te stesso, ma mantienilo e ne varrà la pena.

Ho creato un blog per fare soldi … ehi, non giudicare, dobbiamo tutti pagare le bollette. Ci sono altri motivi per iniziare un blog e credo davvero che sia una delle opportunità più sorprendenti degli ultimi 50 anni.

  • In quale altro luogo puoi creare la tua attività con meno di $ 10 al mese, senza requisiti educativi e gestirla per un minimo di cinque ore a settimana?
  • Dove altro puoi influenzare 10.000 persone al mese? Anche i nuovi blog raggiungono 1.000 visitatori al mese in pochissimo tempo.
  • Non troverai mai una community più forte e amichevole di quella che troverai tra i tuoi colleghi blogger.

Quando dovresti iniziare un blog?

Il momento migliore per iniziare un blog è prima che tu voglia iniziare a fare soldi. Molti dei tuoi visitatori verranno dalla ricerca di Google e ci vuole tempo per costruire il tuo ranking di ricerca. Anche se non hai molto tempo da dedicare al tuo blog in questo momento, prendi in considerazione di iniziare subito e pubblicare solo una volta alla settimana.

Trascorri cinque ore alla settimana come hobby e non preoccuparti di fare soldi o traffico sul blog. Quando sei pronto per iniziare a fare soldi, avrai già enormi classifiche di ricerca e molti visitatori mensili per iniziare.

L’aspetto positivo del lavoro e del tempo per avviare un blog è che è uno dei modi meno costosi per fare soldi. Ho incluso il mio link a Blue Host WordPress Hosting che ti offrirà un sconto per un dominio gratuito e hosting mensile a soli $ 3,49 al mese.

Clicca qui per ottenere questo affare da BlueHost. Quindi segui il tutorial qui sotto su come avviare un blog.

Perché BlueHost per iniziare il tuo blog? Esaminerò altri provider di web hosting più avanti nell’articolo, ma BlueHost è praticamente il servizio di hosting preferito per i blogger principianti. È facile da usare e offre la migliore offerta di sconto nell’hosting. Cliccando sul link qui sopra otterrai un nome di sito web gratuito, semplici strumenti per la creazione di siti, una garanzia di rimborso e hosting per soli $ 3,49 al mese.

Avrai tutto il necessario per far funzionare l’intero blog a meno di $ 45 all’anno.

Perché non dovresti iniziare un blog gratuito

Perché non avviare il tuo blog gratuitamente su Blogger o Blogspot?

Perché non puoi controllare il sito. Il fornitore del blog gestirà la pubblicità e farà soldi con il tuo sito. Inoltre non avrai accesso agli strumenti di blog di cui hai bisogno per avere successo.

Di seguito fornirò alcuni suggerimenti su come guadagno denaro con i blog, ma puoi anche dare un’occhiata ad alcuni dei miei rapporti trimestrali sul reddito dei blog per trucchi e strategie regolari.

BlueHost non è l’unico nome nel blog hosting e in questa recensione ho recensito alcuni dei migliori provider di hosting WordPress . Qualunque provider tu scelga, è importante iniziare in modo da poter iniziare a fare soldi il più presto possibile.

Dopo aver registrato il dominio e registrato per l’hosting, è ora di iniziare.

Come avviare un blog Sommario

Scegliere e registrare il tuo nome di dominio
Come avviare un blog e installare WordPress
Ottenere il layout blog perfetto con un tema
Uso dei plug-in per avviare un blog senza essere un tecnico
Come iniziare un post sul blog
Ottenere Google Love per il tuo blog
Portare il tuo blog virale con i social Regole per i blog multimediali
su cui vivere

Scegliere e registrare il tuo nome di dominio

Il tuo primo lavoro nell’avvio di un blog è scegliere un nome di dominio che sia solo il nome del tuo sito web. Questo è più importante di quanto potresti pensare. È difficile cambiare dominio una volta iniziato ed è un fattore importante nel posizionamento su Google. Utilizza le idee per la ricerca di parole chiave più avanti in questo post per trovare idee per i nomi di dominio che ricevono molte ricerche mensili su Google.

Scegliendo il dominio per questo blog, sapevo che volevo attingere al traffico di ricerca “lavoro da casa”. Ho esaminato più di 30 diverse combinazioni di cose come il lavoro da casa e il lavoro a casa, trovando finalmente una combinazione che descriveva il sito e sembrava buono per la ricerca.

  • Attenersi al nome .com standard a meno che non si esegua un’organizzazione di beneficenza, nel qual caso .org funziona altrettanto bene
  • Dai un’occhiata a un sito di ricerca come Instant Domain Search per assicurarti che il nome del tuo sito sia disponibile o per avere idee su un nome
  • Se viene preso il tuo nome di dominio “perfetto”, prova ad aggiungere cose come “a”, “the” o “my”, ma starei lontano dai trattini
  • La chiave è semplice e facile da ricordare

Puoi registrare (acquistare) il tuo nome di dominio da diversi siti, ma è meglio registrarsi presso la società che ospiterà il tuo sito web. Registrati con BlueHost e otterrai il tuo dominio gratuitamente, con un risparmio di $ 15 all’anno.

BlueHost offre tre pacchetti con funzionalità extra sui pacchetti plus e pro. L’unica considerazione che cambierebbe il pacchetto di cui hai bisogno ora è il numero di siti che prevedi di lanciare. Ho iniziato con due blog, quindi mi sono registrato per il pacchetto Plus, ma la maggior parte delle persone avrà bisogno solo del pacchetto Basic per iniziare.

L’accordo da $ 3,49 al mese è disponibile solo con un’iscrizione di 36 mesi, ma il pacchetto di 12 mesi costa solo $ 4,95 al mese, quindi è ancora un buon affare. BlueHost offre una delle poche garanzie di rimborso nell’hosting e puoi annullare in qualsiasi momento per ottenere una quota proporzionale dei tuoi soldi rimborsati.

come avviare un blog bluehost

L’accordo sul dominio gratuito è ancora disponibile con l’acquisto di 12 mesi, ma solo attraverso il link qui su questo sito.

Blue Host Alternative per il Web Hosting

GoDaddy è un’altra scelta popolare per l’hosting del tuo nuovo blog. Ho ospitato il mio primo blog su GoDaddy ed ero per lo più felice dell’esperienza. Lo strumento build-a-blog è facile da usare, basta inserire i diversi elementi desiderati sul tuo sito Web.

GoDaddy sembra essere il migliore per la creazione di un sito Web commerciale su cui è possibile aggiungere un blog. Potrebbe non essere l’opzione migliore per un sito Web di contenuti, che è quello in cui stai fornendo informazioni come prodotto principale.

Tuttavia, GoDaddy è una delle opzioni di hosting meno costose per i nuovi blogger, quindi è una cosa da considerare.

HostGator non spende quasi i dollari pubblicitari come Blue Host o GoDaddy, quindi non è così popolare ma è una buona alternativa al web hosting. È un po ‘più costoso per i nuovi blogger, ma aggiungono alcune funzionalità bonus extra come coupon Google Adwords e altri servizi di marketing gratuiti.

SiteGround è dove ospito alcuni dei miei blog. È anche un’alternativa più costosa rispetto ad alcuni degli altri host web, ma il supporto tecnico è migliore, specialmente per i blog più grandi. Per i nuovi blog, consiglierei di iniziare con un altro host per risparmiare sui costi.

Puoi sempre cambiare l’host del tuo blog in un secondo momento man mano che aumenti il ​​traffico e molti host faranno tutto il lavoro gratis per te.

Come avviare un blog e installare WordPress

Ho parlato un po ‘del lancio del tuo blog su WordPress in precedenza, ma ci sono alcune altre opzioni per i nuovi blogger. Come puoi vedere dalla grafica, la maggior parte dei blog viene avviata con l’opzione WordPress gratuita o come blog self-host a pagamento.

confrontare il web hosting per iniziare un blog

Confronta Web Hosting per iniziare un blog

Alcuni blogger scelgono di gestire il proprio blog su una piattaforma sviluppata su misura, ma questo sicuramente non è qualcosa che i nuovi blogger prenderebbero in considerazione a meno che non si sappia già molto sul lato tecnologico dell’azienda.

BlueHost mantiene il tuo sito sui suoi server e lo consegna ai lettori, WordPress è lo strumento dietro le quinte che utilizzerai per eseguire il tuo blog. Per iniziare il tuo blog su WordPress, vai su cPanel nel tuo account BlueHost e scorri verso il basso fino al mercato MOJO.

  • Fare clic su “One Click Install” e quindi su WordPress
  • Quando scegli il tuo nome utente e password per il sito WordPress, non utilizzare “Admin” o un nome utente che includa il tuo nome. I blog sono un grande bersaglio degli hacker e uno dei modi più comuni in cui entrano è attraverso nomi utente comuni.
  • L’URL per WordPress sarà il tuo dominio più wp-login.php, http://tuodominio.com/wp-login.php assicurati di aggiungere questo segnalibro e annota il tuo nome utente / password perché li userai come sacco.

Ottenere il layout blog perfetto con un tema

Il tema del tuo blog è solo il layout, in cui le cose si presentano e il design generale. I temi possono cambiare il numero di colonne, visualizzare contenuti in luoghi diversi e persino migliorare l’aspetto del tuo blog su tablet e smartphone.

Ci sono alcuni temi gratuiti disponibili su WordPress ma non sono così attraenti e non rispondono a dispositivi di dimensioni diverse. Un design reattivo, che cambia in base alle dimensioni del dispositivo, è importante poiché più persone navigano sul Web su tablet e telefoni. Google punirà il tuo sito e abbasserà il suo ranking di ricerca se il tuo blog non risponde a dispositivi diversi.

Ho iniziato tutti i miei blog su un framework Genesis disponibile su StudioPress. Il sito offre una vasta selezione di temi e sviluppatori. Devi acquistare un tema una sola volta e puoi applicarlo a tutti i blog che possiedi.

come avviare un blog temi

Puoi anche ottenere un tema personalizzato da uno sviluppatore su DesignCrowd. Il sito è una piattaforma di libero professionista per ottenere lavori di progettazione da sviluppatori digitali a loghi e grafica. Sono necessari meno di cinque minuti per descrivere il progetto in una richiesta e impostare il budget.

In pochi giorni riceverai decine di idee di design da diversi sviluppatori o designer. Scegli quello migliore e collabora con lo sviluppatore su specifiche. Ho usato il sito per loghi e alcune infografiche personalizzate.

Se uno sviluppatore progetta il tuo tema, lo caricherà anche sul tuo sito web. Non è troppo difficile fare te stesso o puoi esternalizzare il lavoro a uno sviluppatore da Upwork anche se non li hai fatti progettare il tema.

  1. Accedi alla tua area di amministrazione di WordPress e fai clic su “Aspetto -> Temi”
  2. Fai clic su “Aggiungi tema” e quindi su “Carica tema”
  3. La maggior parte dei temi scaricati verrà fornita in un file zip. Carica l’intero file zip e fai clic su “Attiva” quando il tema viene caricato
  4. A seconda del tema, potresti avere più opzioni da personalizzare quando lo attivi.

Impostazione delle pagine del tuo blog

La prima cosa da fare dopo aver iniziato il tuo nuovo blog è creare alcune pagine. Di solito li vedrai nel menu in alto di un blog e ci sono alcune pagine principali che vorrai sul tuo sito.

  • Chi sono può essere la tua home page o una pagina separata per raccontare la tua storia. Mi piace avere questa come home page perché è la prima pagina che molti vedono. Questo è importante perché vuoi che le persone ti conoscano come persona. Quella connessione o relazione che costruisci è molto importante per creare un seguito per il tuo nuovo blog.
  • Pagina del blog – Alcune persone creano la loro pagina del blog, una pagina in cui elencano tutti i loro post di blog correnti, come la loro home page. Ciò significa che i visitatori della home page visualizzano tutti i post recenti del tuo blog, ma non fa molto per presentarteli. Mi piace avere una pagina separata per la pagina del blog.
  • Inizia qui: è una pagina blog speciale che alcune persone usano per guidare i nuovi lettori attraverso un processo. Pubblicherai articoli sulle idee in tutto l’argomento, ma forse vuoi che i nuovi lettori seguano un percorso speciale per apprendere prima le basi.
  • Assumimi – Se lavori come freelance, questo può essere un ottimo modo per ottenere nuovi clienti. Ho anche visto persone includere e pubblicizzare la pagina per promuovere il blog.

Avrai bisogno di altre pagine per il tuo nuovo blog, inclusa una pagina di contatto e alcune altre, ma puoi iniziare con queste.

Utilizzo dei plugin per avviare un blog senza essere un tecnico

I plugin sono strumenti per il tuo blog creati da persone tecnologiche perché … tu non sei persone tecnologiche. Esistono centinaia di migliaia di plug-in che ti permetteranno di fare qualsiasi cosa, dalla riduzione del tempo impiegato dal tuo blog a comparire sullo schermo di qualcuno alla visualizzazione dei post più popolari in una finestra caratteristica del tuo sito. I plugin sono indispensabili.

Devi essere un po ‘selettivo, perché avere troppi plugin rallenterà il tuo sito. Non dovresti preoccuparti molto se non hai più di circa 20 plugin.

La maggior parte dei plugin di cui hai bisogno sono gratuiti, anche se molti offriranno funzionalità extra a un prezzo. Uso solo quattro plugin a pagamento rispetto a 16 plugin gratuiti. Per trovare un plug-in, vai su “Plugin” nel menu di WordPress e quindi cerca un plug-in specifico o un argomento.

Alcuni dei plugin che utilizzo:

  • Akismet: questo è precaricato sui blog di WordPress e ti farà risparmiare un sacco di tempo con i commenti di spam. Elimina automaticamente i commenti di spam e ti avviserà quando è necessario approvare un commento legittimo.
  • Controllo link interrotto – Niente è più fastidioso che fare clic su un collegamento in un blog e non andare da nessuna parte. Questi link non funzionanti danneggeranno anche il tuo ranking di ricerca. Il plugin ti avvisa quando un collegamento non funziona. Attivalo una volta al mese per un fine settimana per trovare collegamenti non funzionanti, quindi disattivalo perché è costantemente in esecuzione e rallenterà il tuo sito altrimenti.
  • EWWW Image Optimizer – Le immagini rallenteranno il tuo sito, quindi utilizza questo plugin per ottimizzare le dimensioni del file per un caricamento rapido del sito.
  • Post popolari di WordPress: questo è uno dei miei plugin preferiti per mostrare un elenco di post in una finestra caratteristica. Puoi impostarlo per mostrare i post di una categoria specifica o tutti i post per popolarità. È un ottimo modo per mostrare le tue cose migliori.
  • WordPress SEO di Yoast – un altro plug-in indispensabile che ti darà suggerimenti su come migliorare il tuo ranking di ricerca per ogni post.
  • Genesis Responsive Slider – questo è il plugin che uso per mostrare i post scorrevoli sulla mia pagina del blog. Mi piace il movimento dinamico di un dispositivo di scorrimento, un ottimo modo per attirare l’attenzione dei lettori su post diversi.
  • Shareaholic: è il plug-in che utilizzo per la condivisione social. Mette i pulsanti mobili sulla sinistra dello schermo in modo che le persone possano condividere post con i loro amici.
  • OptimizePress – è un plugin a pagamento per progettare landing page. Queste sono pagine speciali per vendere prodotti, ottenere iscrizioni e concentrarsi su un messaggio specifico.
  • Sucuri Security: protezione del sito Web da hacker, malware e molti altri problemi che possono interrompere il tuo sito in un istante.
  • UpdraftPlus: eseguirà il backup dei file del tuo blog, quindi se si blocca o succede qualcosa, non ti sbaglierai e ti chiederai cosa fare.

L’installazione dei plugin è piuttosto semplice. Quando cerchi nuovi plugin, controlla quante altre persone lo hanno scaricato e quando è stato aggiornato l’ultima volta. Non userei un plugin che non è stato scaricato da almeno alcune decine di migliaia, solo per essere sicuro che sia stato testato da molti utenti.

Mentre il plugin Yoast SEO ti aiuterà a gestire alcuni fattori nel tuo post sul blog per essere classificato nella ricerca di Google, devi assolutamente iniziare a pensare a una strategia globale del motore di ricerca. Un buon processo SEO è fondamentale per il tuo successo come blogger e per guadagnare più denaro possibile.

Fortunatamente, non devi passare gli anni che ho imparato su come ottenere quel primo posto su Google. Ho inserito il mio processo SEO completo in un nuovo libro, Google SEO for Bloggers. Dall’imparare come scrivere e attirare l’attenzione di Google ai semplici trucchi e strategie che utilizzo per ottenere maggiore autorità.

i migliori libri sull'imprenditoria da leggere 2017Questo semplice processo SEO mi ha aiutato a classificare i miei blog per oltre 1.700 parole chiave solo sulla prima pagina di Google ed è il fattore più importante in quanti soldi guadagno.

Fai clic per ottenere la tua copia di Google SEO per i blogger .

WordPress ti avviserà quando un aggiornamento è pronto per un plugin. Dovresti attendere qualche giorno dopo che un aggiornamento è pronto prima di aggiornare il tuo. Questo dà ad altri utenti (sfortunati) il tempo di testare l’aggiornamento per eventuali problemi.

Una volta installati i plug-in, vorrai finalizzare l’aspetto del tuo sito gestendo i widget. I widget sono solo strumenti che ti consentono di posizionare un plug-in o un elemento in un determinato posto sul tuo blog. Vai su “Aspetto” e poi su “Widget”.

Spostare questi widget e personalizzarli è anche abbastanza facile. Li inserirai in diversi punti del tuo sito web. I widget sono mostrati nella metà sinistra dello schermo e ci sono aree del sito Web sul lato destro.

Basta trascinare un widget in quell’area e verrà visualizzato come elemento a discesa, ovvero il widget Testo nella mia sezione Intestazione destra. Facendo clic sul menu a discesa per il widget, è possibile personalizzare la modalità di visualizzazione sul sito.

come avviare un blog wordpress widget

Mi piace includere post popolari di WordPress e un profilo utente nella parte superiore della barra laterale principale (la colonna di destra del sito). Ciò mette in mostra alcuni dei tuoi lavori migliori per i visitatori e ti presenta.

Come iniziare un post sul blog

Dopo aver impostato tutto, sei finalmente pronto per iniziare a scrivere sul blog! Questa sezione e quella successiva sono il tuo nuovo migliore amico. Ho visto blog in circolazione da anni che non utilizzano alcune delle idee seguenti … e pagano il prezzo con un traffico di blog ridotto . Segui le idee qui sotto e per iniziare a convincere le persone a visitare il tuo blog.

Ottenere i tuoi post sul tuo blog è abbastanza semplice, basta andare su “Post” e quindi “Aggiungi nuovo” nel menu di WordPress.

Una delle domande più frequenti che ricevo dai nuovi blogger è come posso trovare nuove idee per i post ogni settimana. Scrivo blog e libero professionista dal 2011, la maggior parte delle volte scrivendo fino a 20 o 30 pagine alla settimana.

Il modo migliore per ottenere nuove idee per i blog è passare circa mezz’ora ogni giorno a leggere altri blog e notizie. Dovrai leggere altri blog come un modo per costruire relazioni con altri blogger comunque.

Leggere attivamente ogni giorno fornirà idee su cose di cui scrivere. Quando hai un’idea o vedi un argomento che ti piace, annota l’idea e alcuni punti chiave. Una parte importante dell’essere uno scrittore o un blogger di successo è avere un processo che rende tutto più veloce.

Ogni volta che mi viene un’idea o vado a scrivere un post sul blog, inizio con una descrizione approssimativa delle idee chiave. Avere una struttura e le idee chiave aiuta davvero quando si va a fare la vera scrittura.

Quando ti siedi per scrivere un post … scrivilo. Non preoccuparti troppo del fatto che sia un post degno di Pulitzer perfettamente realizzato. Basta scrivere un paragrafo o due per ogni punto chiave. Troppi nuovi blogger trascorrono ore in una singola sezione o paragrafo, preoccupandosi troppo della loro bozza approssimativa.

Assicurati di copiare l’indirizzo del sito web dell’URL per qualsiasi fatto che riscontri, perché vorrai fornire collegamenti nei tuoi post se i lettori desiderano ulteriori informazioni. Una volta che hai finito di scrivere una bozza approssimativa, puoi tornare indietro per assicurarti che scorra bene.

È un po ‘superficiale, ma le persone decidono se leggere qualcosa in base al titolo. Metti insieme almeno cinque idee per i titoli per ogni post prima di decidere il meglio. Quali titoli sembrano sempre attirare la tua attenzione? Prendi in considerazione temi come la sorpresa, l’umorismo o l’incredulità. Gli elenchi numerati funzionano sempre bene, ma non vuoi fare di più di qualche post.

Quanto dovrebbero durare i tuoi articoli? Ho gestito un paio di blog che pubblicavano da sei anni con appena 1.800 visitatori al mese. Confrontalo con uno dei miei blog che ha raggiunto oltre 10.000 visitatori dopo sei mesi.

Tra l’altro, molto è stato a causa della lunghezza della posta. La maggior parte dei post sul sito dell’altro blogger aveva meno di 300 parole ed era assolutamente inutile agli occhi di Google.

C’è qualche dibattito sul fatto che Google classificherà anche il tuo post se è lungo meno di 300 parole, ma non c’è dubbio che i post super-brevi non ti porteranno molti lettori. In effetti, la ricerca sulla lunghezza media delle parole dei risultati di Google della prima pagina mostra una media ben superiore a 2.000 parole.

I post più lunghi hanno maggiori probabilità di avere molti dettagli che le persone condivideranno e collegheranno ad altri siti. Post più lunghi ti daranno anche una migliore possibilità di classifica per diverse frasi di parole chiave.

come iniziare un post sul blog

Ora ogni post che scrivi non può essere lungo migliaia di parole, ci vorrebbe troppo tempo per scrivere. Provo a scrivere almeno un post di lunga durata al mese, qualcosa con molti dettagli e valore di ricerca. Per il resto dei miei post, mirerò tra le 700 e le 1.000 parole. È ancora abbastanza per avere qualche buon dettaglio, ma non ci vorrà più di un’ora per scrivere.

L’aggiunta di immagini è importante per i lettori e per scopi SEO. Per i lettori, le immagini aiutano a spezzare letture lunghe e aiutano con le informazioni visive. Non stiamo parlando solo di aggiungere una vecchia immagine ma quelle che si aggiungono al contenuto. Quando vai ad aggiungere un’immagine al tuo post, assicurati di salvare il nome del file con la parola chiave al suo interno.

Quando aggiungi l’immagine al post, tramite il pulsante “Aggiungi media”, vedrai delle caselle lungo il lato destro dello schermo per titolo, didascalia, testo alternativo e descrizione. Queste sono cose che Google vedrà quando vedrà un’immagine nel tuo post. Non hai necessariamente bisogno di una didascalia ma devi avere un titolo, un testo alternativo e una descrizione. Il testo e la descrizione alternativi devono essere una o due frasi e devono includere frasi di parole chiave.

Quando si inserisce l’immagine, assicurarsi che le parole chiave siano state popolate nelle caselle “Testo alternativo” e “Attributo titolo immagine” facendo clic sull’immagine e modificandola.

come avviare una parola chiave immagine blog seo

Prima di premere pubblica sul tuo post, ti consigliamo di assegnarlo a una categoria. Questi sono gli argomenti principali di cui scrivi regolarmente sul blog. Assegnare post a categorie aiuta i lettori a orientarsi verso altri articoli di interesse. Mi piace includere un elenco di categorie nella mia barra laterale e nella pagina del blog in modo che le persone non debbano cercare troppo per qualcos’altro da leggere.

Ti consigliamo inoltre di aggiungere tre o quattro tag al tuo post. Queste sono altre parole chiave e frasi relative al post.

Una delle ultime cose che farai quando scrivi un post è scrivere la meta-descrizione. Questo è ciò che le persone vedono sotto il tuo titolo quando effettuano ricerche su Google, quindi rendilo descrittivo e interessante. Se hai il plug-in Yoast, otterrai una comoda casella nella parte inferiore della pagina dei post di WordPress da inserire nella tua descrizione. Dovrebbe contenere almeno 120 caratteri ma meno di 160 parole.

Puoi pubblicare un post immediatamente o pianificarlo per pubblicare in futuro. Scrivo tutti i miei post in anticipo e quindi li pianifico in anticipo. Aiuta ad assicurarsi di mantenere un programma di pubblicazione regolare anche se si presenta qualcosa.

 Ottieni Google Love per il tuo blog

Il traffico di ricerca sarà la maggior parte dei visitatori del tuo blog, la maggior parte da Google. La maggior parte dei blog che ho visto ottengono tra il 50% e il 75% dei visitatori totali dalla ricerca di Google. Mentre Google non condivide il suo programma per computer che determina il posizionamento nelle ricerche, conosciamo molti dei maggiori fattori.

Molti dei maggiori fattori di posizionamento iniziano con ciò che viene chiamato ottimizzazione dei motori di ricerca su pagina (SEO), cose che fai in ogni post che scrivi.

Uno dei più frequentemente persi è l’uso dei tag H nei tuoi post. I tag H sono un modo di formattare le parole in modo che si distinguano per i lettori e Google. Per i lettori, i tag H fanno risaltare le frasi in grassetto. Per Google, i tag H significano che qualcosa è importante e include l’argomento chiave o l’idea nel post o in una sezione.

Ogni post dovrebbe avere un titolo, indicato con un tag H-1 o H-2. Questi sono i tag più potenti e dovrebbero essere usati solo una volta nel tuo post. Ogni sezione del tuo post, in cui parli di nuovi punti chiave, deve essere designata con un tag H-3 o H-4.

come iniziare un blog scrivere un post

Il collegamento interno ed esterno è anche un modo importante per sviluppare il potere SEO. Il collegamento è quando si evidenzia una parola o una frase e quindi si collega a un altro sito Web o pagina. I collegamenti esterni, in cui si fa riferimento a dati o informazioni dettagliate su un altro sito Web, aiutano i lettori a trovare ulteriori informazioni su un argomento.

La ricerca ha anche scoperto che Google vede i link esterni a siti di alta qualità come un segno di credibilità anche per la tua pagina. Ogni post dovrebbe avere almeno un link esterno ma non dovrebbe avere più di alcuni, tranne nel caso dei post di roundup.

Il collegamento interno avviene quando si collega a un’altra pagina del proprio sito. Oltre ad aiutare i tuoi lettori a trovare maggiori informazioni e a orientarsi nel tuo sito, aiuta anche Google a orientarsi nel sito e a determinare quali pagine sono importanti per quali parole chiave. Ogni post dovrebbe avere almeno uno o due link interni.

Parole chiave … Potrei scrivere un libro sulle parole chiave e molte persone hanno. Quando digiti qualcosa in Google, si tratta di una parola chiave o frase chiave. I blog e i siti che compaiono per primi hanno fatto ricerche per parole chiave e molto SEO per ottenere quei post in una posizione così alta.

Se non sei abbastanza venduto sull’importanza del SEO e ti classifica molto su Google, dai un’occhiata alla grafica della ricerca Chitka. Mostra la percentuale di clic che ogni risultato ottiene in base al suo posizionamento in una ricerca di Google.

come avviare un ranking di ricerca nel blog di Google

Lo spot numero 1 su Google ottiene, in media, il 33% del traffico di ricerca e se non sei nella prima pagina … non pensarci più!

Tutto inizia con la stesura del tuo post. Il modo migliore per fare in modo che un post si distingua davvero per una parola chiave è che quella parola chiave sia naturale per il post. Una volta terminata la stesura del post, pensa a cosa tratta il post e utilizza uno strumento di densità delle parole chiave per trovare quelli già visualizzati.

Avviare la parola chiave in questo modo, scrivere prima il post, significa che la parola chiave e le parole chiave correlate verranno visualizzate in modo naturale. I fattori di posizionamento per Google includono le parole chiave stesse, le parole chiave correlate, la distanza tra le parole chiave e una miriade di altre cose che rendono il semplice inserimento di una parola chiave in un post nel modo sbagliato di classificare.

Una volta che hai qualche idea su quali parole chiave potresti voler utilizzare, è finita nel Pianificatore di parole chiave di Google. Se non sei ancora sicuro delle idee per le parole chiave ma conosci l’argomento del post sul blog, inseriscilo nello strumento “Cerca nuove parole chiave”.

Il modo più semplice per utilizzare le informazioni è scaricarle in un foglio di calcolo Excel, quindi ordinarle per “Media. Ricerche mensili “dall’alto verso il basso. Il foglio di calcolo ti aiuterà con le parole chiave correlate al tuo argomento. Scegli uno che ha più di 500 ricerche mensili ma un punteggio di competizione inferiore a 0,90 se disponibile.

come avviare un planner parole chiave blog google

Se hai già un elenco di idee per le parole chiave, usa lo strumento “Ottieni volume di ricerca” per vedere quante ricerche mensili ottengono ognuna e i loro punteggi della concorrenza. La frase chiave che scegli potrebbe non essere necessariamente quella con il maggior numero di ricerche, ma quella che non è troppo competitiva e ha ancora un alto traffico di ricerca.

Invece di utilizzare solo una parola chiave stretta o una frase di due parole, trasforma la parola chiave post in una frase di tre o più parole. Sarebbe bello classificare per una singola parola chiave che ottiene centinaia o migliaia di ricerche al giorno, ma queste sono in realtà una piccola parte delle ricerche complessive, circa il 20% delle ricerche di Google.

Pensa a come cerchi. Cerchi una o due parole o cerchi una frase più lunga?

È più probabile che classifichi un post per queste parole chiave a coda lunga perché ci sarà meno concorrenza. Scriverai centinaia e persino migliaia di post nel corso degli anni, l’uso di frasi più lunghe per le tue parole chiave significa che non le ripeterai e ti classificherai per più ricerche.

Controlla la tua frase chiave su Google. I primi dieci risultati di ricerca sono siti Web molto famosi come Huffington Post o Forbes? Quali sono le tue possibilità di classifica tra questi siti? La scelta di una frase chiave che puoi classificare a causa della minore concorrenza è importante quanto scegliere una frase con molte ricerche mensili.

Una volta che conosci la parola chiave che desideri utilizzare per il post, è tempo di tornare indietro e ottimizzare il tuo post per la frase. L’idea è quella di mostrare a Google che questa frase chiave è importante per l’argomento del post, quindi includila in tutti i punti chiave che Google ha.

  • Includi la frase chiave nel titolo principale e in altrettante intestazioni di sezione, ovviamente con i tag H.
  • Includilo nel nome del file immagine, alt-tag e descrizione.
  • Includilo nella meta-descrizione del post
  • Includilo nel titolo e nell’URL del post
  • Includilo nel primo e nell’ultimo paragrafo del post

Quando stai cercando di classificare una pagina per una parola chiave o una frase specifica, prova a ottenere collegamenti da altri siti Web o collegamenti interni sul tuo blog con quella frase chiave collegata. Questo dice a Google che la pagina è importante per quella parola chiave. Il modo migliore per farlo con link esterni è scrivere un post ospite per qualcuno e includere quel link nel contenuto del post.

Prendendo il tuo blog virale con i social media

I social media sono come il Santo Graal per ottenere traffico di blog, molte persone ci credono ma non sono sicuro che esista realmente. Otterrai un buon traffico da siti social come Facebook, Pinterest e Twitter, ma probabilmente non tanto quanto pensi.

Il grafico è tratto dalla ricerca Shareaholic che mostra il traffico medio verso i blog dai siti di social media. Mentre circa un terzo dei visitatori dei blog proviene dai social media, quasi tutto proviene da sole due fonti, Facebook e Pinterest.

come avviare un blog sui visitatori dei social media

Non fraintendetemi, potete avere enormi giornate sui social media in cui il vostro traffico aumenta da una menzione di un altro blogger. In questi giorni sono fantastici e spererai di avere lo stesso successo ogni giorno, ma non succede in media.

Quindi l’idea è quella di passare il tempo a pubblicare i tuoi post sui social media, ma non di dedicare così tanto tempo che sei deluso quando i visitatori del traffico sociale non sono il diluvio massiccio che ti aspettavi. Uno dei modi migliori per farlo è attraverso uno strumento di gestione dei social media come Hootsuite.

Hootsuite Proti consente di collegare tutti i tuoi account di social media e pianificare tweet o post per uscire in anticipo. Non tutti sono su Twitter o Facebook in un determinato momento, quindi è necessario un flusso costante di aggiornamenti e contenuti in uscita, qualcosa che è praticamente impossibile senza uno strumento di gestione sociale.

In effetti, la ricerca mostra che la vita media di un tweet è inferiore a 18 minuti. Questo è il tempo necessario per seppellire i tuoi tweet finché nessuno li vede. I post di Facebook e i post su altri siti vivono un po ‘più a lungo, verso l’alto di alcune ore, ma è necessario inviare più aggiornamenti al giorno.

Hai bisogno di una pagina Facebook, Twitter e Pinterest per il tuo blog. Pubblicherai post su questi ogni giorno, che tu abbia o meno un nuovo post sul blog. Ho evitato Pinterest per molto tempo pensando che il mio tema di finanza personale non fosse abbastanza visivo per il sito. Grosso errore!

In meno di tre mesi dall’utilizzo di un solido programma di pubblicazione su Pinterest, ricevevo più di duemila visitatori al mese dal sito. Conosco blogger che ricevono centinaia di migliaia di visitatori da Pinterest ogni mese, molto più di quanto ottengano da qualsiasi altro sito social.

Oltre a mantenere un flusso costante dei tuoi post che appaiono sui social media, devi fare un’altra cosa per avere successo … essere social. Commentare, apprezzare e condividere i post di altri blogger sui social media è il modo migliore per accedere ai loro radar e per farli condividere il tuo blog. Questo si chiama “curation dei contenuti” e ti aiuta a costruire un nome come un’ottima fonte di informazioni anche con i tuoi lettori.

Non stai semplicemente inviando spam senza fine sulle tue cose, ma essendo una fonte di contenuti di qualità, indipendentemente da dove provenga dalla rete.

Come iniziare a fare soldi sul tuo nuovo blog

Fare soldi su un nuovo blog non è facile … ok, fare soldi è facile, ma fare soldi veri non lo è. Nel mio sondaggio sui blogger del 2018, i nuovi blogger hanno riferito di aver guadagnato meno di $ 500 al mese sui blog creati nell’ultimo anno.

Non è male, ma non sosterrà una famiglia.

Il vantaggio è che non ci vuole molto per iniziare a fare blog con soldi veri. L’anno scorso ho fatto una media di $ 5.500 al mese e ho prenotato altre poche migliaia al mese come freelance. Per un lavoro che non richiede una laurea o connessioni interne, è fantastico.

Fare soldi su un nuovo blog è una questione di usare alcune strategie per fare soldi velocemente e quindi sviluppare le strategie che pagheranno le bollette.

Il motivo per cui vuoi iniziare con alcune delle strategie di reddito più semplici, anche se non fanno molti soldi, è perché ti daranno la motivazione per continuare a bloggare. La stragrande maggioranza dei nuovi blogger, fino al 90%, ha lasciato i blog entro sei mesi dall’inizio perché non vedono i soldi.

A partire da annunci Google e vendite di affiliati, inizierai a guadagnare non appena avrai visitatori del tuo blog. Potrebbe ammontare a soli $ 100 al mese, ma vedere quei controlli è sufficiente per continuare a bloggare.

Mentre stai costruendo il tuo blog, puoi iniziare a sviluppare alcune delle altre fonti di entrate. L’autopubblicazione è una scelta naturale per i blogger e guadagno quasi $ 2.000 al mese solo da questa fonte. Corsi e consulenze sono un’altra fonte di guadagno, ma ci vorrà tempo e traffico blog per svilupparsi.

Migliori risorse per iniziare a bloggare

Iniziare a bloggare è la parte facile. Gestire il tuo nuovo blog senza perdere tutto il tempo è più difficile, ma ci sono alcune risorse di blog che lo rendono più facile.

Grammarly è uno strumento online per controllare la grammatica dei post del tuo blog e assicurarsi che i contenuti forniti non vengano rubati da un altro blog. Questa è un’ottima risorsa per i nuovi blogger che non sono ancora abbastanza sicuri della loro scrittura.

Grammarly non è solo uno strumento per controllare la grammatica, ma un buon modo per migliorare rapidamente la tua scrittura. Lo strumento fornisce suggerimenti sulla leggibilità e cerca frasi scomode.

Udemy è una piattaforma di corsi video che ho usato per seguire sei corsi. Non consiglierei di pubblicare i tuoi video corsi sul sito perché sei limitato a quanto puoi caricare, ma è un’ottima risorsa per conoscere diversi argomenti.

Che si tratti di un corso di scrittura (mia madre ha seguito un corso prima che mi aiutasse a scrivere articoli) o l’ottimizzazione dei motori di ricerca o la creazione di un corso, troverai un corso video su Udemy per meno di $ 25 ciascuno. In effetti, di solito puoi trovare un corso per $ 15 o meno.

Hootsuite è uno di cui ho già parlato, ma ho pensato di coprirlo di nuovo. Esistono altri strumenti di gestione dei social media ma ho trovato Hootsuite come il più completo e il più facile da usare. Non è il più economico per i nuovi blogger, ma considerando che risparmierai almeno un’ora alla settimana sulla tua condivisione social, vale la pena spendere i costi per l’utilizzo dello strumento.

Domande frequenti sul blog

Ho aggiornato il post con questa sezione sulle domande frequenti dei nuovi blogger. Se hai una domanda sul blog o su come iniziare a scrivere sul blog, sentiti libero di farlo nei commenti.

Posso creare un blog gratuitamente?

Puoi avviare un blog gratuitamente su WordPress ma non lo possiedi e avrai problemi a fare soldi. L’indirizzo del blog avrà quella fastidiosa parte .wordpress e non sarà davvero il tuo sito.

Creare un blog gratuito è come affittare una casa. Puoi usarlo solo finché il proprietario è d’accordo e sei limitato a ciò che puoi fare con il sito. Avere il tuo blog costa meno di $ 5 al mese con Blue Host, quindi non è davvero un costo significativo.

Di cosa dovrei blog?

Blog su ciò che sai! Ciò include gli hobby, la tua professione o qualsiasi cosa tu abbia trascorso del tempo. Scrivo blog sulla finanza personale perché sono consulente per gli investimenti da oltre un decennio. Mia moglie blog sulla maternità e l’allattamento perché è quello che sa.

Molto probabilmente, segui già alcuni blog in argomenti che ti interessano. Blog a riguardo. Non preoccuparti che ci siano già blog sull’argomento.

Cosa succede se il nome del mio blog non è disponibile?

Cosa c’è in un nome, giusto? Dedica un po ‘di tempo al brainstorming di nomi diversi. Guarda altri blog per vedere cosa ti piace in un nome.

Le persone dovrebbero avere almeno qualche idea di cosa tratta il blog dal nome. Aiuta solo con il marketing e per le persone ricordare il tuo blog.

Come faccio a fare soldi sul blog?

Ancora una volta, questo è facile … e non così facile fare soldi su un nuovo blog. Puoi iniziare a fare soldi quasi immediatamente ma non sarà molto. Non passeranno più di un paio d’anni e sarai in grado di sostituire il tuo lavoro a tempo pieno.

Ci sono due punti da ricordare quando si tenta di fare soldi su un nuovo blog:

  • Scopri i diversi modi in cui i blogger fanno soldi. Bloggare è un business e ci sono molte diverse fonti di reddito che puoi usare ma devi imparare come usarle correttamente.
  • Insisti! Il segreto numero 1 per essere un blogger di successo è solo quello di continuare a bloggare. Costruirai una community di follower e traffico in meno di un anno di blog.

Come faccio a convincere le persone a visitare il mio blog?

Far visitare le persone al tuo nuovo blog è una combinazione di promozione SEO e social media. Ho trascorso gran parte del mio tempo in SEO perché è il traffico gratuito che continuerà a crescere nel tempo. Il problema con SEO è che ci vuole tempo per costruire il tuo blog e la sua autorità.

Il traffico sui social media è immediato, non appena condividi qualcosa su Facebook o Twitter. Non pensare di dover essere su ogni piattaforma social. Concentrati su alcuni che funzionano per te. Facebook è quasi obbligatorio e Pinterest può essere un’enorme fonte di traffico, quindi considera di aggiungerli almeno al tuo elenco.

Quanto costa gestire un blog?

Questa è un’altra domanda che mi sono assicurato di porre nel sondaggio blogger 2018. Puoi iniziare il tuo blog a meno di $ 10 al mese per l’hosting web e alcuni altri servizi, ma costa un po ‘di più per gestire un blog di grandi dimensioni.

Il blogger medio paga poco meno di $ 100 al mese per gestire il proprio blog. Ciò include molti extra e alcuni aiuti per i blog, quindi non pensare che dovrai spenderli come nuovo blogger. La maggior parte dei nuovi blogger che conosco spendono circa $ 25 al mese sul loro blog.

Regole di blog su cui vivere

guida su come avviare un blog per fare soldi da casaSe hai mai scritto per qualcun altro o hai appena consegnato un giornale scolastico, adorerai avere il tuo blog.

Invece di trasformare qualcosa solo per vederlo tagliato a brandelli da un editore dominante o sedersi sulla loro scrivania per sempre, puoi scrivere quello che vuoi e quando vuoi. Detto questo, ci sono ancora alcune regole di blog che vorrai mantenere.

  • Non rubare post . Verrà scoperta la copia di parti o di un intero post da un altro sito Web. Ci sono plugin che avviseranno le persone quando il loro post viene copiato e Google è molto bravo a trovare contenuti duplicati. Non solo è illegale copiare il post di qualcuno, ma verrà abbassato il ranking di ricerca per l’intero sito.
  • Non diffamare o stampare informazioni false su qualcuno o qualche azienda. Questo aprirà problemi legali che non puoi permetterti. Questo include solo affermare la tua opinione. Conosco un blogger che è stato citato in giudizio per aver paragonato una famosa società di marketing multilivello a uno schema piramidale. Non devi rimanere in silenzio ma camminare leggermente quando il tuo post potrebbe causare a qualcuno gravi difficoltà finanziarie o di reputazione.
  • Comprendere il corretto utilizzo delle immagini. Non utilizzare mai un’immagine protetta da copyright o che non si ha il diritto di utilizzare. Se stai cercando immagini da utilizzare per i post, assicurati di cercare su Google “creative creative”, il che significa che possono essere utilizzate senza autorizzazione.

Scopri come impostare un blog WordPress in 15 minuti

Se sei ancora con me, probabilmente sei abbastanza impegnato da creare il tuo blog. Il blogging è facile da avviare, ma avrai bisogno di un vero impegno per mantenerlo finché non inizia a dare i suoi frutti. Questo post ha appena spiegato come iniziare a scrivere sul blog. Non abbiamo nemmeno iniziato a parlare di come fare soldi tra cui affiliati, pubblicità e messaggi sponsorizzati. Resta sintonizzato per tutto il necessario per rendere la tua attività di blog di successo.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close