Le parole e le frasi grandi possono essere travolgenti, soprattutto quando si tratta di creare un sito Web. Anche gli acronimi sono confusi.

Una di quelle frasi grandi, ma cruciali da conoscere è Content Management System , chiamato anche CMS.

Ma cos’è esattamente un CMS? E cosa fa E come ne usi esattamente uno?

Non ti preoccupare. Analizzerò tutto ciò che devi sapere.

Le principali funzioni e caratteristiche di un CMS

Innanzitutto, una definizione di un sistema di gestione dei contenuti è in ordine:

Un CMS è un software che consente di creare, modificare e gestire i contenuti e, in molti casi, di creare un sito Web con tali contenuti.

È semplice, no? La cosa principale che fa un CMS è che ti consente di creare, modificare e gestire i contenuti sul Web o su una rete Intranet. Questo è tutto. Facile.

Ora, questa è la semplice definizione, ma c’è di più in un CMS oltre a quello.

Ad esempio, ci sono due funzionalità che ogni CMS ha: un editor WYSIWYG e FTP. Lo so, sono molte lettere , quindi semplifichiamo entrambe.

Editor WYSIWYG: sembra il tuo tipico elaboratore di testi, come Google Docs o Microsoft Word. Digiti qualcosa, premi pubblica e viene visualizzato proprio come lo hai digitato. Quindi, quello che vedi è quello che ottieni. Non stai digitando alcun codice strano o qualcosa del genere.

Editor WYSIWYG

FTP : si tratta del File Transfer Protocol . È un modo per trasferire file tra computer. Ecco come i contenuti vengono caricati e scaricati dal CMS.

FTP - Protocollo di trasferimento file

Oltre a questi due, ci sono molte altre funzionalità che la maggior parte dei CMS ha – eccone alcune:

  • Con l’indicizzazione, puoi cercare contenuti con parametri specifici (date di pubblicazione, parole chiave, autori, ecc.)
  • Puoi scansionare documenti cartacei e convertirli in documenti HTML o PDF
  • Puoi ancora aggiornare e modificare i contenuti dopo averli pubblicati (e tutte le modifiche sono state tracciate)
  • È possibile utilizzare i modelli CMS per creare contenuti e pagine
  • Con il marketing one-to-one, puoi personalizzare il tuo sito Web e la tua pubblicità in modo che corrispondano a determinate caratteristiche dei tuoi utenti, grazie alle informazioni che l’utente fornisce o che il sito trova (noto anche come cookie)
  • Il tuo sito Web avrà URL SEO-friendly
  • Avrai accesso a forum di discussione e assistenza tecnica
  • E numerose altre opzioni

La bellezza di un sistema di gestione dei contenuti è che ti consente di aggiornare rapidamente i contenuti senza dover cambiare molto, o qualsiasi codice reale. Basta andare nel CMS, utilizzare l’editor WYSIWYG e il gioco è fatto.

Qual è la differenza tra un CMS e un costruttore di siti Web?

“Altre definizioni?” Chiedi. Sì, ma resisti. Non è poi così complicato.

Potresti aver visto acronimi come WCMS (sistema di gestione dei contenuti web) ed ECMS (sistema di gestione dei contenuti aziendali). Le linee tra loro sono sfocate, ma un CMS, un WCMS e un ECMS sono solo altri modi per dire il sistema di gestione dei contenuti , ma per situazioni diverse.

Tutti ti consentono di creare, modificare e gestire i contenuti, sotto forma di un sito Web o di una rete intranet.

Ma quando si tratta di un costruttore di siti Web , le differenze sono molto più chiare. Con un costruttore di siti Web standard, i tuoi contenuti appartengono al provider Web, mentre un CMS ti dà il controllo completo sui tuoi contenuti .

Inoltre, i costruttori di siti Web ( Wix , Weebly , ecc.) Tendono a semplificare la personalizzazione del design di un sito Web senza la necessità di eseguire alcun codice. Alcuni sistemi di gestione dei contenuti hanno questa funzione, ma la maggior parte richiede una conoscenza di base della codifica per apportare modifiche più importanti alla progettazione del sito.

Ciò significa che con un CMS puoi pubblicare i tuoi contenuti con qualsiasi host tu voglia. I costruttori di siti Web sono molto più facili da usare, ma i CMS hanno una personalizzazione molto maggiore.

Quali sono i più grandi CMS?

Le piattaforme CMS più popolari, comprensibilmente, sono gratuite. Ma sono anche i più popolari perché sono decisamente buoni.

Diamo un’occhiata a tutti e tre e a ciò che offrono ( quindi tratteremo come scegliere un CMS ).

WordPress

WordPress CMS

Se questa fosse una rissa, WordPress sarebbe il Hulk Hogan dei CMS.

WordPress alimenta il 30% di tutti i siti Web , che è significativamente più delle altre migliori opzioni. Attualmente detengono una quota di mercato del 60% sbalorditiva su tutti i CMS, con Joomla al secondo posto al 6,3%. Non è davvero una gara.

Ma una volta che vedi quanto è potente e facile da usare WordPress, capirai perché conquistano il cuore di aziende come TechCrunch e Vanity Fair e persone come Usain Bolt e Katy Perry .

Quando si tratta di un CMS, è difficile battere WordPress. È relativamente facile da usare, ha migliaia di temi e plugin per siti Web e può fare praticamente tutto ciò di cui hai bisogno.

NOTA:

Esistono due versioni di WordPress:

Ecco la differenza tra WordPress.org e WordPress.com .

Drupal

Drupal CMS

Drupal è per coloro che conoscono HTML, CSS e PHP. E se dovessi su Google quegli acronimi, potresti non essere pronto per questo CMS.

Ma se sai cosa stai facendo quando si tratta di programmazione o vuoi imparare, Drupal può essere un’ottima scelta. Il suo punto di forza è la potenza, ma offre anche molti moduli, stili di immagine e tutto personalizzabile.

Joomla

Joomla CMS

Se non ti piace il suono delle due opzioni precedenti, Joomla è il CMS che fa per te. È l’equilibrio tra la semplicità di WordPress e la potenza e la personalizzazione di Drupal. Per quanto riguarda la popolarità, è secondo a WordPress ma batte Drupal.

Altre opzioni CMS

Anche se quei tre CMS sono i giganti del gioco, non sono i soli. Di seguito sono riportate alcune di quelle altre opzioni (alcune che dovrai acquistare).

dotCMS

dotCMS fa molto di più che semplici siti Web: può gestire intranet, app mobili e letteralmente tutto ciò che richiede una connessione a Internet. È adattato alle grandi aziende che necessitano di flussi di lavoro per adattarsi ai propri sistemi e che necessitano di una facile integrazione con software di terze parti.

Ippopotamo CMS

Hippo CMS viene fornito con analisi che mostrano quali dei tuoi contenuti hanno i più alti tassi di conversione e coinvolgimento. Questo può essere uno strumento utile per aziende di qualsiasi dimensione o imprenditori con diversi livelli di successo.

Magnolia

Magnolia funziona su Java ed è un CMS open source. Il suo scopo principale è aiutare le aziende a gestire facilmente i contenuti su più canali, lingue e siti Web. Se hai bisogno di velocità elevate e facile integrazione, questo CMS potrebbe essere una buona opzione.

SharePoint

SharePoint offre un modo per archiviare, gestire e condividere informazioni all’interno di un’azienda.

Documentum

Documentum ha anche strumenti che aiutano le aziende a archiviare e recuperare rapidamente i contenuti. Gli utenti rispettano se per quanto controllo hai con esso.

M-Files

M-Files ti consente di archiviare e gestire i tuoi documenti elettronici usando un algoritmo unico meta-tag.

DNN

DNN è orientato verso gli esperti di marketing e consente un facile accesso alle loro risorse digitali indipendentemente da dove vengono archiviati i dati. Puoi anche pubblicare e personalizzare i contenuti in base a ciascun visitatore.

Oracle WebCenter

Oracle WebCenter ti consente di gestire i contenuti da un’unica posizione condividendoli su più applicazioni. È composto da tre funzioni principali: Contenuto Oracle WebCenter, Siti Oracle WebCenter e Portale Oracle WebCenter.

Pulse CMS

Pulse CMS è un software per siti Web più piccoli che consente allo sviluppatore Web di aggiungere facilmente contenuti a un sito in un breve periodo di tempo. Non ha bisogno di un database, ma utilizza Apache con PHP 5. E se sei un cliente pagante, ottieni assistenza clienti.

TERMINALFOUR

TERMINALFOUR è un altro CMS basato su software che è orgoglioso di offrire supporto e ispirazione dalla comunità degli utenti.

OpenText

OpenText , che è disponibile in loco e attraverso il cloud, è pensato per le aziende che hanno bisogno di gestire molti contenuti contemporaneamente e la gestione sia online che mobile.

Sfondo CMS

Backdrop CMS è un CMS gratuito e open source gestito da Drupal. Il suo obiettivo è fornire un potente CMS a costo zero all’utente nella speranza che possa aiutare le piccole e medie imprese.

Come scegliere un CMS

Va bene, quindi sono molte informazioni. Ci sono un sacco di CMS, quindi come nel mondo puoi sceglierne solo uno?

Per il 60% delle persone che usano un CMS, la risposta è WordPress.

Tra tutte le scelte, considera la scelta di una delle tre opzioni CMS più popolari: WordPress, Drupal e Joomla . In questo modo, avrai un CMS provato e vero, con enormi community di supporto in attesa dietro le quinte se hai bisogno di aiuto.

Non sei ancora sicuro? Ecco come puoi restringere le tue opzioni.

Scopri lo scopo del tuo sito web

Chiediti cosa devi fare per il tuo sito web. È un blog, un sito di e-commerce o qualcos’altro?

Come scegliere un CMS, WordPress, Joomla, Drupal

Se stai solo bloggando o creando un tipico sito Web aziendale , WordPress è probabilmente la soluzione migliore. Ma se hai bisogno di un sito Web completo con tutte le campane e fischietti, potresti voler esaminare Joomla o Drupal (potrebbe essere necessario uno sviluppatore web professionale).

Quanto è grande la tua operazione?

Hai bisogno di un portfolio per te? Stai conducendo un’attività individuale che speri di ridimensionare? Fai parte di un’impresa? Quanto è grande la tua azienda?

Le risposte a queste domande possono influire su quale CMS decidi di seguire.

Ad esempio, se sei un’azienda multimilionaria con più amministratori, un sito Web WordPress gratuito creato da te non ti farà molto bene, a meno che tu non sappia cosa stai facendo.

WordPress è in grado di gestire carichi enormi e i principali marchi di tutto il mondo lo utilizzano, ma dovrai essere sicuro di costruire il tuo sito in modo appropriato.

Il CMS deve adattarsi, quindi qual è la tua taglia?

Vuoi pagare?

Come ho detto prima, alcuni CMS sono gratuiti e alcuni richiedono un po ‘di investimento (tempo e denaro). Quindi cosa sei disposto a pagare per questo sito?

Tieni presente che se usi un CMS o un costruttore di siti web gratuiti , probabilmente finirai per pagare per altre cose che include un CMS a pagamento, come l’hosting e il supporto tecnico.

Inoltre, potrebbe essere necessario assumere uno sviluppatore web per aiutarti a personalizzare il tuo sito, indipendentemente dal CMS che scegli.

Chi gestirà il CMS?

Questo è importante. Se lo gestirai, dipende davvero dalla tua esperienza con la programmazione e lo sviluppo web. Ma se assumerai qualcuno, puoi provare uno dei CMS più complicati (come Drupal) perché sai che un esperto se ne occuperà.

Avvolgendo

Spero che tu abbia già un’idea di cosa sia un CMS, cosa può fare, a chi serve e come scegliere quello giusto per te o per la tua azienda.

Un CMS essenzialmente semplifica le attività noiose, come l’aggiornamento manuale dei contenuti di un sito.

Vedi, non è stato troppo complicato.