Cerca

Che cos’è l’E-Commerce?

Cos'è l'e-commerce

Per coloro che non hanno mai sentito parlare del termine e-commerce in precedenza, la prima domanda che viene in mente potrebbe essere: che cos’è l’e-commerce? In questo articolo, discuteremo in dettaglio che cosa è esattamente l’e-commerce, come avviare un’attività di e-commerce, come gestire un sito Web di e-commerce e molto altro. Se sei interessato a qualcosa a che fare con l’e-commerce o hai solo bisogno della domanda “Che cos’è l’e-commerce?” ha risposto, allora questo è l’articolo per te!

 

Cos’è l’e-commerce

L’e-commerce è una versione abbreviata della frase “commercio elettronico” che descrive essenzialmente qualsiasi tipo di cambio di valuta per beni o servizi online.

L’e-commerce è un termine generico che copre tutto ciò che c’è da fare con l’acquisto o la vendita online e talvolta può essere altrimenti scritto come “E-commerce”, “e-commerce” o “e-commerce”. Qualsiasi variazione dell’ortografia è corretta e descrive tutto lo stesso atto di fare affari via Internet.

Poiché la definizione di e-commerce è così aperta (include letteralmente qualsiasi tipo di acquisto o vendita di beni o servizi online), esistono così tanti diversi tipi di attività di e-commerce. In questo articolo, approfondiamo le diverse opzioni disponibili per i proprietari di e-commerce per gestire attività di e-commerce.

I tipi di modelli di business e-commerce

Per prima cosa, quando ti chiedi “Cos’è l’e-commerce?” il modo migliore per iniziare a descrivere le diverse attività di e-commerce e i diversi tipi di attività di e-commerce è quello di scomporle in tipi di modelli di e-commerce esistenti.

I modelli di business e-commerce possono essere differenziati in tre categorie principali:

  • Quali tipi di prodotti vengono venduti
  • A chi vengono venduti i prodotti
  • Dove vengono venduti i prodotti

Esaminiamo ulteriormente questi tre identificatori:

QUALI TIPI DI PRODOTTI VENGONO VENDUTI

Ogni attività di e-commerce può essere differenziata per i tipi di prodotti che vende. Esistono quattro prodotti principali che qualsiasi azienda di e-commerce può vendere e sono:

  • Prodotti fisici
  • Prodotti digitali
  • Servizi
  • Affiliati

Ogni singola attività di e-commerce online può rientrare in una o più di queste categorie, e questo in pratica ti dice semplicemente quale tipo di prodotti vendono ai loro clienti.

Alcune aziende di e-commerce vendono prodotti fisici, il che significa che l’azienda ha prodotti tangibili reali che spediscono ai propri clienti e quando i loro clienti aprono il pacco di spedizione ci sarà un prodotto fisico che possono toccare, sentire e vedere.

I prodotti digitali, d’altra parte, sono qualcosa che le aziende di e-commerce possono vendere online ma non sono un vero prodotto fisico che può essere spedito ai loro clienti. Spesso, una volta acquistato un prodotto digitale online, un cliente può scaricare immediatamente i file digitali senza che l’azienda debba effettivamente spedire nulla al cliente.

Le aziende possono anche fornire servizi digitali o di persona che i loro clienti possono acquistare online. Questi servizi possono includere qualsiasi cosa, dai servizi di progettazione o servizi di streaming (entrambi sono servizi digitali) ai servizi di miglioramento della casa o servizi di dog-walking (che sono servizi di persona). Qualsiasi azienda che fornisce un servizio, piuttosto che un prodotto fisico o digitale, può essere inclusa in questa categoria.

Infine, le aziende di e-commerce possono anche guadagnare commissioni tramite link di affiliazione che pagano loro una parte delle entrate per facilitare una vendita. Le aziende di e-commerce che guadagnano commissioni di affiliazione potrebbero essere blog, siti Web influencer o persino siti Web come Canopy che curano i prodotti venduti online per i consumatori. Se sei interessato a creare il tuo negozio di e-commerce di affiliazione, consulta la nostra Guida per principianti alla creazione di un negozio di e-commerce di affiliazione .

A CHI VENGONO VENDUTI I PRODOTTI

Successivamente, le aziende di e-commerce possono essere differenziate da chi l’azienda sta vendendo i propri prodotti. Mentre è normale pensare che tutti i prodotti siano venduti ai consumatori, non è sempre così. A volte il “consumatore” può essere un’altra attività.

Queste sono le tre categorie principali a cui le aziende di e-commerce vendono i loro prodotti o servizi a:

  • B2B: questo significa Business-to-Business. Le e-commerce che vendono prodotti o servizi fisici o digitali ad altre aziende rientrano in questa categoria. Ad esempio, ciò potrebbe includere produttori o fornitori che forniscono materiali o prodotti per altre aziende.
  • B2C: significa Business-to-Consumer. Le e-commerce che vendono prodotti o servizi fisici o digitali ai consumatori rientrano in questa categoria. Ciò include rivenditori o rivenditori di e-commerce che vendono prodotti al consumatore finale.
  • B2G: significa Business-to-Government. Le imprese di e-commerce che vendono prodotti o servizi fisici o digitali a istituzioni o agenzie governative rientrano in questa categoria. Ad esempio, ciò potrebbe includere le aziende che creano software specializzato, mobili per ufficio, divise, ecc.

Mentre la maggior parte delle aziende generalmente vende i propri prodotti a una di queste categorie, è del tutto possibile per le aziende di e-commerce vendere a più di una categoria di consumatori. È importante per le aziende di e-commerce capire a chi vendono esattamente i loro prodotti perché influisce su decisioni importanti come il marketing, il marchio, le procedure di spedizione, il markup, ecc.

DOVE VENGONO VENDUTI I PRODOTTI

Infine, le attività di e-commerce possono anche essere differenziate in base al modo in cui vendono i loro prodotti ai propri clienti. Queste opzioni sono:

  • Negozi di e-commerce di marca: sono negozi di e-commerce di proprietà e gestiti dal fondatore (i) o creatore del negozio e vendono i propri prodotti alle proprie condizioni alla propria base di clienti. Questi tipi di negozi sono generalmente costruiti su piattaforme di e-commerce come Shopify o BigCommerce .
  • Mercati e- commerce : le aziende e-commerce possono anche vendere attraverso mercati online come Amazon, eBay o Etsy. Per l’azienda, è un po ‘come affittare uno spazio in un centro commerciale: il centro commerciale gestisce il marketing e porta il traffico pedonale, il che significa che i commercianti non devono investire molto tempo o denaro per portare ai clienti i loro negozi. Devono, tuttavia, rispettare le regole del centro commerciale come i loro orari di apertura, quali prodotti possono e non possono vendere, ecc.
  • Commercio conversazionale: con i social media come parte principale delle routine quotidiane dei consumatori, le piattaforme di social media stanno rendendo più facile per i consumatori fare acquisti attraverso i post sul loro feed di notizie. Instagram, Facebook, Pinterest e Snapchat hanno tutti opzioni di commercio conversazionale attraverso cui i marchi di e-commerce possono vendere i loro prodotti.

Le diverse piattaforme di e-commerce

Ogni azienda di e-commerce ha bisogno di un negozio di e-commerce, che è essenzialmente solo un punto di approdo online dove i loro clienti possono venire a esplorare, conoscere e acquistare i loro prodotti.

Le aziende di e-commerce hanno diverse opzioni quando si tratta delle piattaforme di e-commerce che usano per vendere i loro prodotti online, come abbiamo discusso nel nostro articolo sulle piattaforme di e-commerce: il miglior software, recensioni e confronti . Indipendentemente dal fatto che un negozio voglia vendere su mercati come Amazon, eBay o Etsy, dovrebbero anche avere un negozio di e-commerce impostato in modo da non vendere tutti i loro prodotti attraverso un intermediario. La creazione di un negozio con marchio proprio su una piattaforma di e-commerce è l’unico modo per ottenere il pieno controllo sulla tua attività di e-commerce ed è il modo migliore per avere voce in capitolo su branding, marketing, esperienza dei clienti e entrate.

Abbiamo discusso dettagliatamente le 10 principali piattaforme di e-commerce in questo articolo, quindi per chiunque sia interessato a diventare un imprenditore di e-commerce, questa è la guida più approfondita sulle piattaforme di e-commerce che possiamo consigliare. Per coloro che vogliono semplicemente iniziare sulla migliore piattaforma di e-commerce del settore, consigliamo di costruire su Shopify . Abbiamo discusso perché sono la piattaforma di e-commerce più consigliata nella nostra recensione di Shopify , quindi se sei interessato a saperne di più sulle funzionalità e sui servizi che offrono, dai un’occhiata. Lo aggiorniamo regolarmente man mano che escono con nuove funzionalità e servizi.

Se hai bisogno di funzionalità specifiche dalla tua piattaforma di e-commerce o desideri semplicemente ricevere una raccomandazione personalizzata in base alla tua situazione e circostanze uniche, dai un’occhiata al nostro Strumento di raccomandazione sulla piattaforma di e-commerce personalizzato . Indipendentemente da dove ti trovi nel processo di costruzione, avvio o crescita della tua attività di e-commerce, questo strumento può consigliarti la migliore piattaforma di e-commerce.

Chi può avviare la propria attività di e-commerce?

La risposta breve è: chiunque può iniziare la propria attività di e-commerce. Chiunque può passare dal chiedersi: “Che cos’è l’e-commerce?” a costruire la propria attività di e-commerce nell’arco di settimane, mesi o anni. Alcune aziende di e-commerce sono più facili da avviare rispetto ad altre, alcuni proprietari di e-commerce potrebbero avere più conoscenza del settore rispetto ad altri al primo avvio, ma il bello dell’ecommerce è che chiunque può costruire, lanciare e far crescere la propria attività di e-commerce se ha un po ‘di tempo , energia e risorse e sono pronti a lavorare.

La cosa grandiosa di e-commerce è questo:

  • C’è una bassa barriera all’ingresso: ciò significa che, indipendentemente da quanto poco tempo o denaro hai a disposizione per investire per avviare la tua attività di e-commerce, c’è qualcosa che puoi fare per iniziare. Per avviare un’attività commerciale in passato, quando l’attività online non era un’opzione, gli imprenditori dovevano ottenere un prestito bancario per affittare un negozio e acquistare inventario e attrezzature in anticipo prima di poter iniziare a vendere ai clienti. Avevano avuto un colpo per avere successo e se avessero fallito, avrebbero avuto un’enorme somma di denaro e avrebbero respinto qualsiasi altra banca a cui si sarebbero avvicinati in futuro. Con l’e-commerce, puoi avviare un’attività in proprio senza inventario oppure puoi gestire la tua attività online a un costo inferiore alla fattura mensile del cellulare.
  • Copertura del pubblico illimitata: con le attività commerciali, il mercato dei consumatori a cui puoi vendere è limitato a chi si trova nelle vicinanze. Con l’e-commerce, puoi vendere al tuo mercato di riferimento, indipendentemente da dove si trovino nel mondo, indipendentemente da dove vivano, e non sei limitato ai clienti in una particolare area o regione. Ciò significa che puoi davvero affinare il tuo target di mercato e vendere alla tua nicchia, non importa quanto sia specifico.

Crediamo davvero che con le giuste risorse, tutti e chiunque può diventare un imprenditore e-commerce. Non devi lasciare il tuo lavoro quotidiano se non vuoi, ti consigliamo vivamente di iniziare qualcosa . Costruire un’attività di e-commerce insegna così tante lezioni preziose e anche se non sei ancora pronto per iniziare la tua attività di e-commerce a tutti gli effetti, ci sono ancora dei passaggi che puoi fare per ottenere qualcosa in movimento! Consulta il nostro articolo su come avviare un’attività di e-commerce quando non sei pronto per iniziare un’attività di e-commerce per saperne di più.

È comune per coloro che iniziano la loro prima attività di e-commerce a lottare con la sindrome di Imposter , la sensazione di essere una “pecora vestita da lupo” o di non sentirsi abbastanza bene per iniziare la propria attività. Ti esortiamo a superare questi sentimenti e ad avviare comunque la tua attività di e-commerce. Avviare la propria attività di e-commerce non significa solo avere successo o guadagnare un sacco di soldi. Si tratta del viaggio dal trasformare qualcosa in nulla e trasformare idee, risorse e ispirazione in qualcosa di tangibile.

Nel nostro manifesto , discutiamo i 7 tratti degli imprenditori di successo, quindi se hai appena iniziato l’e-commerce ti consigliamo di dare un’occhiata a quell’articolo. Potresti non avere tutte le conoscenze del settore o il tempo e il denaro per avviare la tua attività di e-commerce, ma se hai quei 7 tratti, puoi comunque avere successo.

Pro e contro dell’avvio della propria attività di e-commerce

Come per qualsiasi cosa, l’avvio della propria attività di e-commerce comporta una serie di vantaggi e svantaggi. Anche se potresti essere solo nelle prime fasi di chiederti “Cos’è l’e-commerce?” e in realtà non sai se avvierai la tua attività di e-commerce per te stesso, è utile conoscere i pro e i contro in anticipo in modo da poter decidere se è adatto a te o no.

PRO DI AVVIARE LA PROPRIA ATTIVITÀ DI E-COMMERCE

  • Costruire qualcosa dal nulla: con l’e-commerce, hai la capacità di prendere idee, conoscenza e ispirazione e usarle per costruire la tua attività da zero.
  • Connettiti con il tuo pubblico in tutto il mondo: non sei limitato a un’area o regione quando si tratta di clienti a cui puoi vendere; puoi vendere ai clienti di tutto il mondo.
  • Essere il tuo capo: quando costruisci la tua attività puoi essere il tuo capo e avere l’autonomia per dare vita alla visione della tua attività.
  • Vendita online, offline e ovunque: non sei limitato a dove puoi vendere. Puoi avere un’attività commerciale e un’attività online, puoi vendere ai pop-up, puoi vendere ai festival, ecc.
  • Lavorare ovunque: purché si disponga di una connessione Wi-Fi e alcuni dei sistemi e dei processi automatizzati, si ha la libertà di lavorare ovunque e in qualsiasi momento.
  • Rendendolo il tuo lavoro a tempo pieno o un hobby part-time: non devi andare all-in nella tua attività di e-commerce se non vuoi; può essere il tuo trambusto laterale. Ma tu stabilisci le regole, quindi se vuoi renderlo il tuo lavoro a tempo pieno e uscire dalla corsa dei topi, puoi farlo anche tu!

CONTRO DELL’AVVIO DELLA PROPRIA ATTIVITÀ DI E-COMMERCE

  • Nessun negozio fisico: la maggior parte delle aziende di e-commerce funzionano esclusivamente online, il che ha i suoi vantaggi, ma quando non si dispone di un negozio fisico, può essere un ostacolo per acquisire il traffico iniziale o per connettersi con i clienti esistenti.
  • Nessun tempo faccia a faccia con i tuoi clienti: poiché non puoi vedere i tuoi clienti faccia a faccia, non sei in grado di connetterti con loro personalmente, quindi per costruire un marchio molto personale dovrai fare di più connettiti con i tuoi clienti.
  • Concorrenza e distinguersi dalla massa: c’è molta concorrenza online e differenziare le attività di e-commerce dagli altri può essere una sfida. Per distinguerti dalla massa, la tua attività di e-commerce deve offrire qualcosa che gli altri non hanno, che si tratti di servizio, selezione, prezzo, varietà, marchio o qualcos’altro.
  • Tempo e denaro: mentre puoi avviare un’attività di e-commerce con un budget limitato, alla fine ogni azienda ha bisogno di fondi per crescere e ridimensionarsi.
  • La curva di apprendimento: avviare un’attività, creare un sito Web, creare un marchio, costruire un cliente, ecc. Richiede tempo e sforzi per imparare a farlo correttamente all’inizio, può sicuramente essere un po ‘una curva di apprendimento. Ti consigliamo di cercare fonti affidabili di informazioni online come il nostro blog , il blog Shopify e Skillshare per iniziare a conoscere “Che cos’è l’e-commerce?”

Come avviare la propria attività di e-commerce

Avviare la propria attività di e-commerce non è mai stato così facile, il che è una buona notizia se ti stai chiedendo: “Che cos’è l’e-commerce?” e vuoi iniziare a costruire la tua attività di e-commerce il prima possibile.

Ci sono così tante risorse là fuori che ti aiutano a iniziare la tua attività di e-commerce e questi sono alcuni posti che ti consigliamo di verificare prima di iniziare:

  • Trova un’idea di prodotto: per avviare un’attività di e-commerce dovrai avere un prodotto da vendere ai tuoi clienti. Questo può essere qualsiasi cosa, e come abbiamo elencato sopra potrebbe essere un prodotto fisico, un prodotto digitale, un servizio o persino collegamenti affiliati curati. Per ulteriori informazioni sui tipi di prodotti che puoi vendere online, ti consigliamo di dare un’occhiata all’elenco dei migliori prodotti dell’anno di tendenza o alla nostra intera categoria di post di blog nella categoria Selezione prodotti e nicchia . Abbiamo anche una guida scaricabile gratuitamente di 500 nicchie per aiutarti ad affinare una nicchia in cui puoi trovare potenziali idee di prodotto.
  • Pianifica il tuo business: il prossimo passo è iniziare a formulare un piano. Quando sei nuovo nell’e-commerce, potrebbero esserci alcuni aspetti della costruzione della tua attività di e-commerce che potresti non conoscere, quindi questo piano aziendale di e-commerce in una pagina è stato appositamente creato per aiutare gli imprenditori in e-commerce in erba a identificare eventuali vantaggi o svantaggi che potrebbero incontrare nella costruzione della propria attività, oltre ad altri aspetti della costruzione di un’attività di e-commerce che è importante considerare.
  • Iscriviti a una piattaforma di e-commerce: una volta che hai trovato un prodotto da vendere e pianificato la tua attività in modo ponderato, il tuo prossimo passo è quello di iscriverti a una piattaforma di e-commerce in modo da poter iniziare a lavorare sul sito web che chiamerai online memorizzare. Quando ti iscrivi a una piattaforma di e-commerce come Shopify , sarai in grado di scegliere subito il nome della tua attività e il nome del tuo dominio, quindi puoi iniziare a personalizzare il tuo sito Web con un tema, caratteri e colori per renderlo personale per il tuo marchio. È semplicissimo ed è divertente vedere il tuo sito Web iniziare a prendere forma!

Quindi, quando si tratta di imparare a progettare effettivamente il sito Web della propria attività di e-commerce, come il tema e il marchio, si consiglia di consultare queste risorse:

  • Guida al marchio e-commerce : crea un marchio eccezionale sin dall’inizio in modo da poter connetterti con i tuoi clienti e coinvolgerli nella tua attività di e-commerce.
  • 50 splendidi design di siti Web di e-commerce : scopri cosa fanno le altre aziende di e-commerce non solo per rendere bello il loro sito Web ma anche funzionale per i loro visitatori.
  • Come trovare un nome commerciale : è probabile che il tuo nome commerciale sia la prima cosa che le persone sentono del tuo marchio, quindi vuoi che sia rappresentativo di ciò che possono aspettarsi da te. Trova un nome commerciale da assassino grazie ai suggerimenti e ai consigli contenuti in questa guida.
  • Crea un bellissimo logo aziendale : il tuo logo è il volto del tuo marchio, quindi assicurati di fare la giusta impressione con un bellissimo logo aziendale. Questa guida ti aiuterà a ottenere il miglior logo creato per la tua attività che puoi, indipendentemente dal tuo budget (anche se non ne hai uno!).
  • I migliori temi di Shopify : nel mondo online di oggi un sito Web è giudicato dalla sua copertina, quindi devi assicurarti che il tema del tuo negozio rifletta la personalità e i valori del tuo marchio pur essendo funzionale e facile da navigare. Con una piattaforma di e-commerce come Shopify, tuttavia, creare un negozio online bello e funzionale è facile come sfogliare tutti i temi Shopify disponibili e abbiamo arrotondato i migliori in questo articolo.

Che tipo di attività di e-commerce puoi iniziare?

È tempo di passare dal chiederti: “Che cos’è l’e-commerce?” e per iniziare a chiederti: “Che tipo di attività di e-commerce posso iniziare?” Da quando hai letto questo articolo fino a questo punto sai già che chiunque può iniziare la propria attività di e-commerce e che chiunque può essere tu .

Quando si tratta di esso, puoi avviare qualsiasi tipo di attività di e-commerce che desideri purché tu:

  • Avere qualcosa che puoi vendere ai consumatori sia che si tratti di un prodotto fisico, di un prodotto digitale, di un servizio o di un link di affiliazione.
  • Avere da qualche parte online da cui è possibile vendere il prodotto, come le piattaforme di e-commerce di cui abbiamo discusso in precedenza in questo articolo.

Finché hai un prodotto da vendere e da qualche parte per venderlo puoi avviare la tua attività di e-commerce.

Per iniziare, consulta questi articoli per ottenere istruzioni dettagliate sulle attività di e-commerce che puoi iniziare da zero:

Quindi, dai un’occhiata a questi case study di e-commerce per scoprire come altri proprietari di e-commerce hanno creato, lanciato e fatto crescere le proprie attività di e-commerce:

Infine, se vuoi solo qualche conoscenza più generale su quali mercati dei prodotti stanno andando in questo momento o su come trovare grandi idee di prodotti, dai un’occhiata a queste risorse:

Dove reperire i prodotti per la tua attività di e-commerce

I prodotti di sourcing per la tua attività di e-commerce saranno il prossimo passo più importante quando avvierai la tua attività di e-commerce e dipenderanno in gran parte dal modello di e-commerce che scegli di vendere.

Esistono 4 principali modelli di business e-commerce e ognuno determina il modo in cui procurerai i tuoi prodotti. Puoi:

  • Crea i tuoi prodotti
  • Realizza i tuoi prodotti
  • Vendita all’ingrosso di prodotti
  • Dropship dei tuoi prodotti

CREA I TUOI PRODOTTI

Se scegli di realizzare i tuoi prodotti, ti occuperai dell’approvvigionamento di tutti i tuoi materiali in modo da poter dare vita ai tuoi prodotti. La sfida principale con la realizzazione di prodotti per il tuo negozio di e-commerce è il tempo necessario per rendere i tuoi prodotti, i costi e le difficoltà incontrati con l’approvvigionamento di materiali per rendere i tuoi prodotti e quanto possa essere difficile ridimensionare la tua attività commerciale per aumentare i tuoi prodotti.

REALIZZA I TUOI PRODOTTI

Se scegli di far fabbricare i tuoi prodotti, dovrai procurarti un produttore in grado di realizzare i tuoi prodotti. Per fare ciò, è possibile consultare le directory online come la nostra Directory dei produttori per trovare un elenco curato di produttori affidabili in grado di creare una gamma di prodotti diversi, è possibile utilizzare un servizio di sourcing di produttori di terze parti come Sourcify per aiutarti a trovare il perfetto fornitore per i tuoi prodotti (il fondatore di Sourcify ha scritto due articoli per il nostro blog, dai un’occhiata qui: Come ottenere prodotti dai produttori cinesi e I segreti non raccontati per ridurre i costi di produzione e i tempi di consegna ) e puoi anche trovare un produttore tramite un online mercato dei produttori come AlibabaRow del produttore . Se sei interessato a procurarti i tuoi prodotti da Alibaba, ti consigliamo vivamente di consultare la nostra Guida ai prodotti di sourcing da Alibaba in modo da poter procurarti i tuoi prodotti nel modo più sicuro e protetto possibile.

Il vantaggio principale di lavorare con i produttori per creare i tuoi prodotti è che puoi creare prodotti personalizzati, puoi creare i tuoi prodotti esattamente come li desideri e puoi ridurre al minimo i costi. Lo svantaggio maggiore di lavorare con un produttore, tuttavia, è che molto probabilmente dovrai soddisfare le quantità minime di ordine del produttore che possono essere un costo iniziale notevole.

VENDITA ALL’INGROSSO DI PRODOTTI

Quando acquisti i tuoi prodotti dai grossisti, sarai in grado di acquistare i tuoi prodotti sfusi senza doverli fabbricare da soli. Dai un’occhiata alle directory all’ingrosso online (come la nostra Directory dei fornitori all’ingrosso !) Per trovare grossisti che vendono prodotti che ti interessano vendere sul tuo negozio online, oppure potresti persino procurarti prodotti all’ingrosso tramite AliExpress o queste alternative di AliExpress .

DROPSHIP DEI TUOI PRODOTTI

Se soddisfare le quantità minime di ordine anticipato sembra scoraggiante o desideri semplicemente la flessibilità di non dover immagazzinare inventario o spedire prodotti, allora il dropshipping può essere il modello di business ideale per te. Per ottenere i tuoi prodotti dai dropshipper, la soluzione migliore è quella di consultare una directory dropshipping online o anche una carrellata delle migliori app Dropshipping per acquisire inventario per la tua attività che si integri direttamente con i negozi Shopify, se scegli di avviarne uno.

Che tipo di budget è necessario per avviare un’attività di e-commerce?

Le aziende di e-commerce possono essere costruite su qualsiasi budget. Come abbiamo discusso in “Che cos’è l’e-commerce?” sezione di questo articolo, le aziende di e-commerce sono così vaste e varie, che sono quasi impossibili da definire da qualsiasi altro identificatore piuttosto che semplicemente “e-commerce”.

Dal momento che ogni attività di e-commerce dipende esclusivamente dagli imprenditori che la avviano, le attività di e-commerce possono davvero essere costruite su qualsiasi budget. Se sei un imprenditore che costruisce la tua prima attività di e-commerce e hai solo un piccolo budget con cui lavorare, avvia un’attività di dropshipping e presta attenzione alle risorse di risparmio di denaro come i blog dedicati ad aiutare le aziende di e-commerce a risparmiare denaro come Bootstrapping E-commerce , e tieni d’occhio gli sconti sui servizi per aiutarti a costruire, lanciare e far crescere la tua attività come la nostra pagina Offerte esclusive o AppSumo .

In ogni altro caso, il tuo budget dipende interamente da cosa devi lavorare e da come desideri allocare le tue finanze. Lavora con un commercialista o un team di contabilità come Bench per tenere sotto controllo le tue finanze e utilizzare risorse utili come un calcolatore di prestiti commerciali o un calcolatore del margine di profitto e persino il nostro calcolatore delle commissioni PayPal e il calcolatore delle commissioni a strisce per assicurarti di tenere d’occhio sul tuo budget nei luoghi che contano di più.

Come acquistare e vendere aziende e-commerce

Se non sei completamente interessato ad avviare la tua attività di e-commerce da zero, è possibile acquistare attività di e-commerce che gli imprenditori di e-commerce hanno già dedicato tempo, sforzi e denaro per crescere dove sono oggi.

Il posto migliore dove cercare attività di e-commerce da acquistare online è lo scambio Shopify . Lo scambio di Shopify è un mercato in cui i proprietari dei negozi di Shopify possono andare a elencare le loro attività commerciali per la vendita o per acquistare le attività commerciali esistenti di Shopify e le attività commerciali disponibili sono elencate a una varietà di prezzi a seconda del traffico, della base clienti, delle entrate, ecc.

Se sei interessato ad avviare un’attività di e-commerce e l’idea di non doverla avviare completamente da zero ti piace, allora dai un’occhiata a Shopify Exchange e vedi cosa c’è sul mercato!

Non importa quando inizi la tua attività di e-commerce, tuttavia, è indispensabile disporre di una strategia di uscita in modo tale che se e quando arriva il momento di vendere la tua attività o chiuderla, tu e tutti i tuoi potenziali partner o investitori sapete cosa la procedura è. Avere una strategia di uscita in atto può anche aiutarti a prendere decisioni migliori per la tua attività commerciale nel corso degli anni della sua esistenza e può aiutare gli investitori a desiderare di saltare a bordo con la tua attività. Scopri di più sull’elaborazione di una strategia di uscita nel nostro articolo Come vendere un’azienda: perché gli imprenditori e-commerce devono avere una strategia di uscita .

Come far crescere il tuo business e-commerce

Dopo aver superato “Cos’è l’e-commerce?” fase e ti muovi verso la costruzione della tua attività di e-commerce, il passaggio finale e il passaggio che occuperà la maggior parte del tuo tempo man mano che la tua azienda invecchia e si ridimensiona, è come far crescere la tua attività di e-commerce.

Esistono molti modi per far crescere un business e-commerce, ma due dei modi principali sono il traffico e le conversioni. Maggiore è il traffico che ricevi nel tuo negozio di e-commerce, maggiore è la probabilità che effettuerai conversioni, il che significa maggiori entrate e quindi maggiori profitti.

Traffico + conversioni = entrate e profitti!

Esistono innumerevoli modi in cui puoi aumentare il traffico del tuo negozio, di cui discutiamo alcuni nel nostro articolo Come aumentare il traffico del sito Web , ma uno dei modi più efficaci è trattare i tuoi clienti come risorse, non solo numeri. Se ti concentri troppo sui numeri e sulle entrate che stai facendo, puoi perdere di vista l’aspetto più importante della tua attività di e-commerce che rende tutto utile e che sono i tuoi clienti.

Ovviamente ottenere traffico nel tuo negozio rapidamente ti aiuta a rimanere a galla quando sei nuovo e solo a trovare il tuo piede e per questo, ti consigliamo di dare un’occhiata a un articolo come il nostro articolo Come ottenere i tuoi primi 100 vendite , ma oltre a ciò, prendi in seria considerazione come puoi aggiungere valore alla vita dei tuoi clienti, così è più probabile che acquistino di nuovo dal tuo sito e diffondano la parola sulla tua azienda con i loro colleghi e il loro seguito sociale.

Portare rapidamente traffico al tuo negozio di e-commerce e generare buzz sui tuoi prodotti o il lancio del tuo negozio è quello di lanciare un concorso, concorsi a premi o omaggi. Il modo migliore per i negozi di e-commerce di farlo è attraverso il software ViralSweep per la sua facilità d’uso, il prezzo ragionevole e le capacità che offre. Abbiamo condotto una revisione approfondita del servizio ViralSweep e di tutto ciò che fanno per aiutare le aziende di e-commerce ad aumentare rapidamente il loro traffico e la loro base di clienti, quindi dai un’occhiata alla nostra recensione ViralSweep qui.

Infine, se stai cercando modi più approfonditi per aumentare il traffico e le conversioni, abbiamo creato un piano di marketing di 52 settimane per guidarti attraverso il processo di crescita passo dopo passo della tua nuova attività. Abbiamo creato questa guida perché abbiamo notato che far crescere una nuova attività era una prospettiva così scoraggiante per così tanti nuovi commercianti e riceviamo costantemente domande da parte degli imprenditori che ci chiedono consigli e raccomandazioni. Quindi, mettiamo tutto ciò che sappiamo in una guida con l’intenzione di aiutare il maggior numero possibile di nuovi imprenditori. Inserendolo in un formato di 52 settimane, rende più facile da digerire e implementare ciò che abbiamo notato è importante per i nuovi proprietari di e-commerce che a volte possono essere sopraffatti da tutto ciò che c’è da fare una volta lanciato il tuo nuovo negozio. In questo modo, ilIl piano di marketing di 52 settimane ti informerà su cosa è fondamentale concentrarsi nelle prime settimane e poi progredisce da lì.

Una volta che inizi a portare più traffico al tuo negozio di e-commerce, il tuo tasso di conversione dovrebbe crescere organicamente da lì, ma se vuoi provare altri metodi per ottenere più visitatori che acquistano i tuoi prodotti, consulta la nostra guida all’ottimizzazione del tasso di conversione e questo articolo sulla conversione Ottimizzazione delle tariffe per i negozi del 1 ° anno .

Conclusione

Mentre potresti essere arrivato a questo articolo chiedendoti “Cos’è l’e-commerce?” speriamo che tutte le informazioni fornite in questo post completo ti abbiano fornito una visione approfondita di cosa sia l’e-commerce e quali opzioni ti siano disponibili per avviare la tua attività di e-commerce.

L’avvio di un’attività di e-commerce è davvero accessibile a chiunque, quindi prendi le informazioni, le conoscenze, le risorse e le guide fornite in questo articolo e inizia qualcosa per te. Ora che conosci “Cos’è l’e-commerce?” sei ben attrezzato per costruire, lanciare e far crescere la tua attività di e-commerce e iniziare il viaggio imprenditoriale per te stesso.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close