ibdi.it

Come ottengo clienti per il mio Business di Freelance Writing utilizzando Twitter [CASE STUDY]

Quando ero una scrittrice freelance nuova di zecca, ho iniziato a commercializzare i miei servizi su Twitter perché mia madre mi ha consigliato la piattaforma (sul serio – è super cool).

Lavora nelle promozioni degli autori e mi ha fatto iniziare con alcuni dei suoi consigli e trucchi. Ora, li ho adattati lentamente alla mia strategia di ottenere clienti di scrittura freelance su Twitter.

Si apre in una nuova scheda:  Come iniziare la tua carriera di scrittore freelance: un caso di studio reale

E fino ad oggi:

Ecco come lo faccio …

Contenuto della pagina

 

La mia strategia completa per ottenere clienti freelance che scrivono usando Twitter

Step 1: seguo la mia nicchia.

Ogni giorno passo un po ‘di tempo a seguire persone e aziende legate alla mia nicchia di scrittura (marketing digitale).

Posso cercare quelle parole chiave correlate alla nicchia su Twitter e quindi fare clic su “Account”.

Ma ci sono modi migliori per trovare potenziali clienti su Twitter, come ManageFlitter .

Ho iniziato con ManageFlitter perché la versione di base era gratuita.

Una volta collegato il mio account Twitter, vado alla funzione “Cerca” .

Nell’esempio di cui sopra, ho indicato che ho solo voluto vedere i profili che hanno avuto la mia nicchia parola chiave nella bio.

Quindi, ho scelto di visualizzare solo gli account attivi, senza che sia necessario commercializzare persone e aziende che non sono presenti.

Successivamente, ho impostato un numero minimo di follower per gli account. Suppongo che se un’azienda non può investire nella costruzione della propria presenza sociale, probabilmente non può nemmeno investire nell’assumermi come scrittore freelance.

ManageFlitter restituisce un elenco di profili che soddisfano i miei requisiti e posso seguirli con un solo clic.

C’è anche la possibilità di ordinare i risultati in base a diversi fattori, come:

Mi piace ordinare per  “Influenza”. 

La versione gratuita di ManageFlitter ti consente di seguire solo 50 account al giorno, ma puoi ottenerne di più con una versione “Pro”.

Cerco di usare ManageFlitter ogni giorno usando diverse parole chiave correlate alla mia nicchia.

Passaggio 2: tweet sulla mia nicchia.

Ho visto così tanti scrittori freelance su Twitter twittare di nient’altro che la scrittura freelance.

Funziona per artisti del calibro di Carol Tice – a questo punto della sua carriera, la maggior parte dei suoi guadagni proviene dall’aiutare altri scrittori freelance.

Ma per la maggior parte degli scrittori, tu e io dobbiamo agire davvero interessati ai nostri argomenti di nicchia  (non solo alla scrittura in generale).

Dal momento che stai seguendo la tua nicchia, c’è molto che puoi ritwittare, ma anche essere originale e trovare i tuoi contenuti da condividere.

Se non sei sicuro di quali siano gli hashtag, una semplice ricerca su Google risolverà che:

Cura i contenuti seguendo i blog di nicchia o semplifica la vita con un aggregatore di contenuti .

Uso Feedly perché posso cercare e creare feed personalizzati basati su diversi argomenti.

Il tweet sulla tua nicchia è importante perché:

Passaggio 3: aggiungo potenziali clienti all’elenco dei lead.

La maggior parte dei miei nuovi follower su Twitter sono marketing digitale stessi, agenzie o aziende SaaS che mi  prendono di mira perché tweet sul loro settore (cioè vogliono commercializzarmi).

Ma queste persone e aziende fanno anche grandi prospettive per i miei servizi di scrittura freelance.

Ecco come controllo i miei potenziali clienti:

Una volta sul loro sito, ecco cosa cerco:

  1. Hanno un blog?
  2. Se sì, è stato aggiornato di recente?
  3. Se sì, i contenuti sono preziosi per il loro pubblico di destinazione?

Molte aziende hanno un blog ma non lo rendono evidente dalla loro home page.

Quindi, se non ne vedo uno subito, uso una ricerca nel sito.

In questo caso, scopro perché il loro blog non è elencato nella home page:

Se l’azienda non dispone di una funzione di ricerca nel sito, utilizzo anche Google.

Se trovo un’azienda senza blog:

Se trovo un’azienda con un blog che non è stato aggiornato da mesi (o anni):

Abbastanza frequentemente, mi imbatto anche in blog che non sono affatto blog. Sono solo un luogo in cui l’azienda condivide le menzioni della stampa e altre notizie aziendali.

Questo tipo di contenuto non fa praticamente nulla per parlare al loro pubblico di destinazione, quindi:

Successivamente, li aggiungo a Fogli Google, dove conservo le mie informazioni sul potenziale cliente.

Includo:

Passaggio 4: li inseguo online. (Shh..non giudicarmi)

Se vuoi ottenere clienti freelance che scrivono su Twitter, non ti consiglio di presentarli su Twitter.

La maggior parte delle persone non controlla i loro messaggi diretti su Twitter e, se si tratta di un account aziendale a cui stai contattando , probabilmente raggiungerai solo il loro stagista di social media  e non il gestore delle assunzioni.

Sul loro sito, c’è sempre una pagina “Contattaci” , ma NON passo al loro indirizzo email di contatto predefinito.  Chiunque stia gestendo l’  indirizzo email info@theirdomain.com probabilmente non è in grado di assumere nessuno.

Ecco un esempio da SharkReach :

Quasi mai avrai singoli indirizzi email elencati qui (… ma li ho trovati qui una o due volte prima).

Quello che potresti trovare nella pagina del team è una menzione “Unisciti a noi” , come su Kissmetrics :

Io controllare questo fuori, e se stanno cercando uno scrittore freelance, con tutti i mezzi, io  compilare la domanda , invece di pitching freddo.

Comunque, torna alla pagina “Chi siamo” .

Ora ho alcuni nomi che posso lanciare a …

Devo presentare al CEO?

Se sembra un piccolo team, il CEO probabilmente gestisce gran parte della logistica. Se hanno un direttore generale, un responsabile della strategia, un redattore del sito o simili, potrebbero essere più propensi al CEO occupato.

Quindi dico che decido di presentare Steve Moriya, il GM di SharkReach. La sua email è probabilmente qualcosa come steve@sharkreach.com.

Ma aspetta, lui e il CEO si chiamano entrambi Steve:

Nessun problema…

Userò semplicemente lo strumento  VoilaNorbert per ottenere l’indirizzo e-mail di GM Steve. L’Email Hunter è un altro strumento simile.

VoilaNorbert ti consente di digitare semplicemente il nome di una persona e l’indirizzo del dominio e loro cercheranno sul web.

Sarò onesto, non ho idea di come strumenti come VoilaNorbert trovano e-mail aziendali. Ma hanno trovato Steve e sono sicuri al 100% che sia giusto: 

Ok, prima di presentare Steve, ecco un altro scenario:

Questo mi dà alcuni nomi che posso collegare a VoilaNorbert e mi dà alcuni potenziali contatti di follow-up a seconda del tipo di account LinkedIn che hanno.

Sembra che non riesca a contattare l’amministratore delegato senza prima collegarmi, ma posso inviare InMail al VP di Enterprise Business Development e al CFO.

Passaggio 5: lancio.

Una volta che ho alcune informazioni di contatto, lancio.

Ho creato modelli per i diversi tipi di siti a cui lancio:

  1. Nessun blog
  2. Blog non aggiornato di recente
  3. Contenuto del blog non pertinente per il pubblico

Copio e incollo uno di questi nella mia e-mail, quindi riempio gli spazi vuoti.

Ecco un esempio di uno dei passi che uso:

Gli altri modelli sono sostanzialmente gli stessi, cambio solo le statistiche per concentrarmi sul perché devono aggiornare il loro blog più frequentemente, perché hanno bisogno di un blog, ecc.

Una volta inoltrata, annoto la data dell’e-mail nelle mie informazioni sul potenziale cliente, così saprò quando dare seguito.

Dopo circa due settimane, seguo la stessa persona su una piattaforma diversa (ad esempio LinkedIn) o un diverso decisore all’interno dell’azienda.

I risultati?

Sto aggiungendo e perfezionando questa strategia di lancio da un po ‘di tempo, ma da quando l’ho adottata per intero, ho avuto un tasso di risposta del 30% sul primo raggio d’azione.

È abbastanza buono per un tono freddo e molto meglio del mio tasso di risposta quando propongo alle aziende attivamente alla ricerca di uno scrittore.

Penso che ci siano tre elementi davvero importanti di una forte strategia di lancio del freddo:

1. Rilevanza

Presentando ai potenziali clienti che mi hanno seguito su Twitter, sto dimostrando che non sto correndo in giro per ogni sito di marketing digitale sul web.

È importante ricordare:

Controllare la loro attività è esattamente ciò che vogliono che facciano i loro follower su Twitter.

2. Un problema

Non perdo tempo a rivolgermi alle aziende che hanno già un blog aggiornato.

Anche se potrebbero beneficiare dei miei servizi di scrittura, la loro strategia di marketing non ha un problema evidente che posso sottolineare nel mio campo.

3. Brevità

C’è molto di più che potrei dire sulle mie credenziali, ma rimango con una frase sui siti di autorità  (vedi esempio sopra) che sono disposti a pubblicarmi.

Mostra conoscenza e mostra prove sociali .

Ecco alcuni consigli bonus!

Suggerimento n. 1- Impegnarsi prima di inviare un’e-mail.

In realtà, andare su un potenziale cliente direttamente su Twitter ti aiuterà a distinguerti ancora di più quando lancerai più tardi.

Invece di dire:

Si può dire:

Questo aggiunge un po ‘più di pertinenza al tuo tono.

Questa strategia mi ha aiutato a ottenere uno dei miei primi post ospiti segnalati .

Ho avuto problemi con l’atterraggio di post degli ospiti perché, sebbene avessi ghostwriting nella mia nicchia, non avevo esperienza “ufficiale” con il marketing digitale.

Avevo intenzione di inviare un post a People Engine Search , ma la loro pagina di invio stava dando un errore 404.

Così ho contattato il loro editore su Twitter:

Gli ho mandato un’e-mail, mi ha risposto entro un’ora e la mia presentazione era in coda per la pubblicazione entro il giorno successivo. Ho anche ottenuto un concerto come collaboratore regolare.

Ora, so che Ruud ha a che fare con molti scrittori ogni giorno e, all’epoca, non c’era niente di speciale in me.

È stato prima di tutto su Twitter che mi ha aiutato a farmi il concerto.

Suggerimento # 2- Utilizzare IFTTT per creare elenchi di hashtag.

Tweettare sulla mia nicchia usando gli hashtag giusti è abbastanza per farmi un bel gruppo quotidiano di nuovi follower che posso trasformare in potenziali clienti.

Ma una tattica che ha davvero migliorato il mio seguito e il mio coinvolgimento è stata la creazione di elenchi di hashtag.

Lo faccio automaticamente con l’aiuto di IFTTT .

L’ho impostato per creare elenchi di persone usando hashtag relativi alla mia nicchia.

Quando aggiungo persone, ricevono una notifica. Molti di loro fanno clic sul mio profilo e mi seguono (il che significa che ci sono più prospettive che posso estrarre e presentare).

Suggerimento n. 3- Schmooze.

Se vuoi usare Twitter per commercializzare i tuoi servizi di scrittura per i grandi campionati:

I principali attori di qualsiasi nicchia non avranno i “problemi” evidenti che puoi risolvere con i tuoi servizi.

Devi corteggiarli.

La mia mascella è caduta quando questo ragazzo ha ottenuto un invito a scrivere su HuffPost da un tweet:

Suggerimento n. 4- Concedi la sconfitta al temuto DM.

Io e molti altri, odio leggere i messaggi diretti su Twitter.

Grazie ai DM automatici, la mia casella di posta è piena di messaggi automatici ogni volta che seguo qualcuno di nuovo.

Non valgono il tempo di passare al setaccio.

Tuttavia…

Una volta, quando stavo seguendo persone e aziende nella mia nicchia, uno di loro ha visto che ero uno scrittore sul mio profilo  e mi ha contattato per un lavoro di blog.

Lezione imparata: se ignoro completamente i DM, potrei perdere le opportunità.

Quindi ora provo a scorrerli circa una volta alla settimana  nel caso in cui ci sia un pezzo d’oro mescolato con tutti quei messaggi di robot.

Quindi è tutto.

Questo è praticamente tutto il consiglio che posso dare sul marketing ai clienti di scrittura freelance su Twitter.

G ot un’altra strategia che funziona per voi? Cosa ne pensi di queste strategie? Mi piacerebbe sentire i tuoi pensieri nei commenti.

Hai trovato utile questa guida? Condividilo con i tuoi amici su Facebook, Google Plus e (ovviamente) Twitter!

Ecco articoli scelti per te:

Exit mobile version