Cerca

Blogger Outreach 101: Come fare Blogger Outreach intelligente nel 2020 (+ modelli di email gratuiti)

In questa guida definitiva su come fare la divulgazione dei blogger che si distingue, sto analizzando il modo in cui ho usato personalmente la divulgazione dei blogger per aiutare a ottenere oltre 500.000 lettori mensili sul mio blog, compresi i modelli esatti di email di sensibilizzazione dei blogger che mi hanno aiutato articoli terrestri su siti come Forbes, Inc, Entrepreneur, Fast Company e altri.

Ma prima di entrare nelle strategie, nelle tattiche e nei modelli alla base della sensibilizzazione dei blogger intelligenti, gettiamo le basi per il motivo per  cui dovresti considerare di fare sensibilizzazione in primo luogo.

Hai iniziato un blog . Ora, per quanto grandi siano i tuoi contenuti, la realtà è che nessuno potrà mai conoscere il tuo blog, a meno che tu non abbia la parola.

E mentre la tua famiglia su Facebook o gli amici su Twitter potrebbero essere felici di rallegrarti, probabilmente vorrai espandere il tuo pubblico oltre le persone che già conosci. Uno dei modi migliori per far crescere il tuo pubblico è attraverso la divulgazione dei blogger .

Che cos’è la promozione di Blogger?

La divulgazione di Blogger si verifica quando si “raggiunge” altri blogger, editori o proprietari di siti Web che potrebbero essere in grado di aiutare a ottenere il proprio nome (e contenuto) davanti al proprio pubblico. Questo di solito avverrà attraverso azioni come la condivisione dei tuoi contenuti sui loro canali social, l’accettazione di un tuo post sul blog degli ospiti , il collegamento a un tuo articolo pertinente o ancora più punti creativi come apparire come un ospite sul loro podcast, il co-hosting di un webinar, parlando a una conferenza o altro.

L’obiettivo finale della divulgazione dei blogger è costruire il tuo pubblico, la tua credibilità e il tuo business.

Volete che il blogger che state facendo, abbia in qualche modo un beneficio tangibile: dovrebbe portare a generare più traffico , generare nuovi lead (abbonati e-mail) o persino entrate dirette.

Ancora più importante, se fatto bene, la sensibilizzazione dei blogger dovrebbe essere una relazione vantaggiosa per tutti.

Il blogger o l’editore a cui stai cercando di ottenere qualcosa anche dalla tua nuova partnership, come un ottimo contenuto gratuito per gli ospiti per il loro blog, una citazione di esperti da includere in un prossimo articolo o anche solo una risorsa altamente pertinente suggerimento che potranno condividere in un prossimo post per i loro lettori.

Oggi, tuttavia, la maggior parte della divulgazione dei blogger è davvero pessima. Ed è per questo che ho compilato la mia guida definitiva per la divulgazione di smart blogger, quindi entriamo.

Blogger Outreach 101: Come fare Smart Blogger Outreach (+ Modelli di email gratuiti)

  1. I 3 maggiori problemi con (la maggior parte) diffusione dei blogger oggi
  2. Cose da evitare nel modello di email di sensibilizzazione di Blogger
  3. Come eseguire la divulgazione di Smart Blogger in 10 semplici passaggi
  4. Buoni esempi: 3 email di sensibilizzazione su Blogger da cui imparare
  5. Cattivi esempi: 7 terribili email di blogger per evitare di
  6. I miei 3 migliori modelli di email di sensibilizzazione (gratuiti) per Blogger da utilizzare oggi

Assicurati di prendere i miei modelli di email di sensibilizzazione gratuiti alla fine di questa guida!

Bene, ora passiamo alla mia guida definitiva su  come fare sensibilizzazione sui blogger (che non fa schifo).

 

I 3 maggiori problemi con (la maggior parte) diffusione di Blogger

Sfortunatamente, la diffusione dei blogger di solito non viene eseguita molto bene. In effetti, la stragrande maggioranza della diffusione dei blogger è così grave che è completamente inutile (e probabilmente fa male ai tuoi sforzi di promozione molto più di quanto non aiuti mai).

Ecco un’istantanea di alcune delle peggiori e-mail di sensibilizzazione di blogger che ho ricevuto negli ultimi 3 giorni:

Esempi di e-mail di sensibilizzazione sul blog (schermata) e modello per come fare sensibilizzazione sul blog

Ci sono letteralmente altre migliaia di queste terribili e-mail di sensibilizzazione di blogger che non sono ancora state visualizzate nella mia spazzatura.

La triste realtà è che la maggior parte del raggio d’azione del blogger che ottengo si presenta sotto forma di e-mail di massa, non mirate, piene di errori di ortografia sbagliati e che mostrano chiari segni di uno strumento di automazione rotto al lavoro (come menzionare il sito Web sbagliato, chiamarmi con il nome sbagliato, formattazione non funzionante e così via).

Anche le (poche) e-mail di sensibilizzazione dei blogger che sembrano essere realizzate con cura — di solito consistono in:

  • Le presentazioni di post sul blog degli ospiti di bassa qualità (non ricercate) sono raramente correlate alla nicchia del mio blog
  • Link richieste di aggiunta che volano di fronte alle migliori pratiche SEO
  • Richieste per me di fare recensioni di prodotti gratuiti o acquisti di social media

La maggior parte dei divulgatori di blogger fa schifo. Ma non è necessario.

Se vuoi che il tuo blogger sia efficace nella crescita del tuo blog , inizia qui:

Problema n. 1 di Blogger: attenzione alla quantità (non alla qualità)

La divulgazione di Blogger non è un gioco di numeri.

È molto meglio costruire una solida relazione con un proprietario di un sito Web rispettato e di grande rilevanza che possa farti conoscere gli altri nella loro rete.

Se invece dovessi inviare centinaia di e-mail contemporaneamente utilizzando uno strumento di automazione di sensibilizzazione, con l’obiettivo di cercare di avviare decine di conversazioni o ottenere un volume più elevato di collegamenti da siti Web piccoli e spammati, stai quasi perdendo tempo .

Maggiori informazioni sulle sfumature della costruzione di link (e perché non dovresti fare la maggior parte della “costruzione di link” in primo luogo) proprio qui .

Problema n. 2 di Blogger: non personalizzare il tuo approccio

Come vedremo in un momento in cui toccheremo alcuni esempi reali, molte e-mail di sensibilizzazione non sono affatto personalizzate.

Anche quelli personalizzati, tendono a includere solo i dettagli più basilari, come il nome del blogger, il nome del sito Web o la menzione di un articolo in particolare.

Vuoi essere molto più personale e coinvolgente di quello con il tuo raggio d’azione. Dimostra di essere un vero essere umano citando qualcosa che ami del blog come il lavoro del destinatario.

Problema n. 3 di Blogger: non offrire prima qualcosa di prezioso

Se stai contattando un blogger per la prima volta, non chiedere immediatamente una condivisione social o un’opportunità di pubblicazione degli ospiti.

Assicurati di fare qualcosa di utile (o almeno di offrire loro qualcosa di utile) nella tua email di sensibilizzazione iniziale.

Per capire  come puoi essere più utile per il blogger o l’editore in questione, pensa a ciò che vogliono e di cui hanno bisogno. Determina cosa è possibile realizzare per loro usando le tue abilità, esperienze o relazioni.

Potrebbero essere cose come:

  • Lasciare commenti premurosi sul loro blog per alcuni giorni o settimane prima di inviare un’e-mail
  • Condividere regolarmente i loro contenuti sui canali dei social media (e taggarli)
  • Menzionando o collegando al loro blog da un articolo che hai scritto
  • Trasformando uno dei loro articoli in un eBook PDF ben progettato che possono usare
  • Segnalare un errore di ortografia o un collegamento non funzionante in un articolo esistente sul loro sito

L’elenco potrebbe continuare all’infinito.

Alla fine, tuttavia, il successo dei blogger si riduce a  iniziare una relazione sulla base di fornire valore prima (prima di chiedere qualcosa da loro).

Per lo meno, devi offrire qualcosa di veramente utile ai tuoi destinatari, come un pezzo di contenuto gratuito per gli ospiti per il loro blog, la promessa di includere una citazione da loro in un prossimo articolo sul tuo blog (o in un post degli ospiti per un sito più grande se sei ancora nuovo di zecca nel blog).

Ora, esaminiamo alcuni casi di esempi di divulgazione di veri e propri blogger cattivi e ti mostrerò esattamente cosa evitare nei tuoi sforzi di sensibilizzazione.

Cose da evitare nei modelli di email di sensibilizzazione di Blogger

Che aspetto ha quando il raggio d’azione dei blogger va molto, molto male?

Face Palm Email Fail

Cominciamo dando un’occhiata ad alcuni esempi di vita reale dalla mia casella di posta proprio ora:

Email Teardown # 1: Mr. Webmaster Fastmoney’s Epic Fail

Da dove iniziamo anche con questo?

fast-money-prestiti-sensibilizzazione-mail fallire

Nel caso in cui lo screenshot (sopra) sia difficile da leggere, ecco il testo dell’e-mail di sensibilizzazione di blogger:

Oggetto: POST OSPITE

Ehilà,

 Adoro il tuo sito e ho letto molti articoli qui, è così ben strutturato e meticoloso. Non potrei fare a meno di chiedermi perché siamo una piccola impresa e mi piacerebbe scrivere un articolo da pubblicare sul tuo sito Web su un argomento a tua scelta per un link al nostro sito.

Forniscimi l’argomento di cui desideri scriverci e ti forniremo i contenuti per la tua approvazione. Questo è assolutamente GRATUITO e tutto ciò che chiediamo è credito sotto forma di un link al nostro sito web. L’articolo può riguardare qualsiasi cosa ti piaccia e ti scriveremo un articolo di 500 parole completamente GRATUITO !!

Ahia. Questo è piuttosto duro.

Sulla base di quanto questa email si legge, sarebbe si vuole prendere tale articolo 500 parola “free” per il tuo blog?

Ti sentiresti sicuro di ottenere un buon contenuto da un rispettabile blogger?

Ci sono molte cose che non vanno in questa email di sensibilizzazione di blogger, quindi prendiamole una per una:

  • Il nome del mittente. Voglio dire, andiamo, ah! Il nome “Webmaster Fastmoney” mi ha fatto ridere all’istante vedendolo. Se non avessi fornito orribili esempi di e-mail di blogger da evidenziare per questa guida, avrei immediatamente spammato questo e non avrei nemmeno pensato di aprirlo. Aggiungi la linea dell’oggetto in quella rapida analisi e wow, che brutta partenza.
  • La linea dell’oggetto tutto maiuscolo è al massimo spam. Non inviare mai un’e-mail a un nuovo destinatario, in particolare a quello con cui speri di collaborare, utilizzando una riga dell’oggetto con tutto il testo in maiuscolo. È un miracolo che i miei filtri antispam di Gmail non abbiano inserito questo direttamente nella cartella spam.
  • Non c’è nemmeno un cenno alla personalizzazione. Questo blogger non si preoccupa nemmeno di usare il mio nome o il nome del sito. Per non parlare del fatto che questa e-mail è stata chiaramente inviata ad oltre 50 destinatari sullo stesso thread esatto.
  • Si presenta come disingenuo. La prima frase dice ” Adoro il tuo sito ” , ma è facile vedere dall’e-mail che viene inviato a dozzine di persone contemporaneamente, quindi non c’è alcuna indicazione che questo blogger abbia persino letto un singolo post sul mio blog. In realtà, suggerisce il contrario poiché stanno chiaramente inviando e-mail identiche a dozzine (se non a centinaia) di altri blogger.
  • C’è un errore grammaticale nella prima frase. Tutti commettiamo degli errori, ma dovresti provare a inviare email ai tuoi blogger prima di premere invio. La parola “suo” dovrebbe essere “è” (abbreviazione di “è”) nella prima frase di questa email di sensibilizzazione. Mentre si verificano errori di battitura, quando stai chiedendo l’opportunità di pubblicare un ospite, non puoi permetterti di dare l’impressione immediata che la tua scrittura verrà modificata male.
  • Lo stile di scrittura è semplicemente pessimo. La seconda frase, ad esempio, è lunga e contorta e non ha davvero senso: questo blogger inizia la frase con “Non potevo fare a meno di chiedermi” ma in realtà non pone una domanda, il che rende l’intera e-mail piuttosto confusa Esperienza.
  • L’enfasi sulla parola LIBERO sembra molto spammosa. Mettere “GRATIS” in maiuscolo e farlo due volte, si presenta come disperato e invadente. Sembra anche uno strano punto di vendita, poiché la maggior parte dei blogger si aspetta che i post degli ospiti vengano offerti gratuitamente.
  • Non esiste un tono reale. Questa aspirante locandina ospite mi chiede di fare il lavoro per loro e “ forniscimi l’argomento di cui desideri che scriviamo. “Oltre ad essere piuttosto sgrammaticato, questa è una bandiera rossa perché i buoni poster degli ospiti saranno disposti a suggerire un’idea per la quale ritengono di poter rendere giustizia.
  • Non vi è alcuna indicazione di dove “sarebbe andato un link al nostro sito Web”. I blogger con siti di grandi dimensioni hanno lavorato duramente per costruire la loro reputazione, spesso nel corso degli anni. Non vogliamo rischiare di danneggiare tale reputazione consentendo un collegamento a un sito Web di spamming o uno che vada contro i miei valori. Sii trasparente su ciò che speri di ottenere nelle e-mail di sensibilizzazione del tuo blogger e avrai una possibilità molto migliore di formare una relazione autentica.

Questo esempio di email di sensibilizzazione dei blogger è davvero uno dei peggiori che abbia mai visto da un po ‘di tempo.

Quindi, per tornare indietro a ciò che distingue in realtà un e-mail di sensibilizzazione di un blogger dalla folla, passiamo attraverso un cattivo esempio che non è così egregio.

Email Teardown # 2: il modello di email di sensibilizzazione per blogger più comune (cattivo)

Questa e-mail di sensibilizzazione è un ottimo esempio del livello “medio” di sforzo che va nella divulgazione dei blogger da parte della maggior parte delle persone.

Anche se non è terribile dal punto di vista del contenuto puro, fallisce alla grande nel tentativo di catturare il mio interesse. Sebbene a merito del mittente, questa e-mail di sensibilizzazione non abbia ortografia o errori grammaticali evidenti – non è solo abbastanza allettante per me agire.

Smontaggio esempio email non valido

Nel caso in cui lo screenshot (sopra) sia difficile da leggere, ecco il testo dell’e-mail di sensibilizzazione di blogger:

Oggetto: Guest post su ryrob.com

Ciao,

Prima di tutto, vorrei dire che mi è piaciuto navigare su ryrob.com . Il contenuto fornito è autentico e coinvolgente da leggere.

Il mio nome è [nome] e lavoro per un’azienda che impiega un numero di copywriter di talento ed esperienza che forniscono contenuti su una vasta gamma di argomenti.

Mi chiedevo se saresti disposto ad accettare un articolo che corrisponda allo stile editoriale e agli argomenti di ryrob.com . Poiché un articolo conterrebbe un collegamento contestualmente integrato al sito Web del nostro partner, saremmo disposti a premiarti per averlo pubblicato.

Saresti interessato?

Cordiali saluti,

[Nome]

Anche se questo non è affatto male come nell’esempio precedente, lascia ancora molto a desiderare (e, cosa più importante, non è stato efficace nel farmi agire su di esso).

Che ci crediate o no, questa e-mail di sensibilizzazione sui blogger in realtà commette molti degli stessi errori del nostro primo, tra cui:

  • Nessuna personalizzazione significativa. Anche se c’è un piccolo grado di personalizzazione (con l’URL del mio blog nella riga dell’oggetto e il corpo dell’e-mail), non vi è alcuna indicazione che il mittente abbia effettivamente guardato il mio sito. Inoltre, mi capita di sapere che ci sono tonnellate di strumenti di automazione che possono inserire il nome di un sito Web nel corpo di un’e-mail di sensibilizzazione fatta su larga scala, quindi fin dall’inizio sono già scettico qui perché non mi indirizza per nome .
  • La prima frase è un modello molto generico. “Il contenuto fornito è autentico e coinvolgente da leggere …” è un complimento molto vago che potrebbe essere utilizzato per quasi tutti i blog, suggerendo di nuovo che fa parte di una campagna di sensibilizzazione più ampia e automatizzata.
  • Non è chiaro chi scriverebbe il post o dove collegherei. Citano “un link al sito Web del nostro partner” nell’e-mail che potrebbe essere qualcosa di totalmente estraneo alla nicchia del mio blog (o peggio, un sito che è spam e potrebbe danneggiare la reputazione del mio blog).
  • Invece di promettere un post “GRATUITO”, questa email fa un’offerta di pagamento. “Saremo disposti a premiarti per averlo pubblicato”. Sebbene all’inizio possa sembrare un’offerta interessante, i blogger esperti sapranno che i poster degli ospiti che offrono denaro normalmente non avranno contenuti di alta qualità (il che crea più lavoro per me). Inoltre, la vendita di un “collegamento contestualmente integrato” potrebbe portare il tuo sito in acqua calda con i motori di ricerca, a meno che tu non Nofollow il link o lo contrassegni come sponsorizzato, ed è improbabile che il tuo aspirante poster ospite accetti tali termini.

Tra i lati positivi, però, c’è almeno una semplice richiesta: mandarmi un post per gli ospiti.

Anche se tornando alle nostre fondamenta fondamentali di sensibilizzazione sul blogger intelligente qui, non consiglierei di fare questo tipo di domande (specialmente senza effettivamente presentare una vera idea) prima di costruire prima una relazione con il destinatario.

Come eseguire la divulgazione di Smart Blogger in 10 semplici passaggi

Probabilmente è chiaro da questi esempi di e-mail di sensibilizzazione sui blogger che ci sono molte cose semplici che puoi fare per ottenere la giusta sensibilizzazione.

Schermata di invio di un'e-mail al potenziale cliente nella promozione blog

Ora ti guiderò attraverso questo processo passo dopo passo, per rendere la creazione di una straordinaria campagna di sensibilizzazione il più semplice possibile per te. Condividerò anche i miei modelli di email di sensibilizzazione di blogger che puoi modificare, modificare e utilizzare nel tuo raggio di azione di blogger.

Prima di iniziare, però, ecco qualcosa di importante da ricordare:

Se in passato hai provato a sbrigare i blogger e hai prodotto e-mail simili ai cattivi esempi di cui sopra, non preoccuparti.

Non sei qui per essere vergognoso … sei qui per imparare a fare una  migliore divulgazione dei blogger che in realtà ottiene risultati reali per la crescita del tuo blog .

Sebbene non sia l’ideale se hai già inviato molte email di sensibilizzazione che assomigliano ai nostri esempi sopra, non è nemmeno la fine del mondo.

A meno che tu non abbia inviato e-mail ripetutamente gli stessi blogger, è molto improbabile che ricordino il tuo nome o indirizzo e-mail.

I blogger di successo vengono presi di mira con così tante di queste e-mail di cattiva diffusione che la maggior parte di noi ha appena colpito “elimina” immediatamente senza interiorizzare nessuna delle informazioni sul mittente.

Quindi, con questo in mente … impariamo come fare il blogger in modo corretto.

1. Scegli un piccolo numero di blogger a cui rivolgersi

La radice del problema con i nostri cattivi esempi di cui sopra, è che i blogger che hanno inviato queste email di sensibilizzazione si stanno concentrando sull’invio di quante più email possibili.

Se lo stai facendo, è comprensibile che finirai con una personalizzazione minima e che ti presenterai ad alcuni blog (nella migliore delle ipotesi) solo leggermente correlati al tuo argomento.

È meglio scegliere un piccolo numero di blogger come target per i tuoi sforzi di sensibilizzazione.

Quando segui l’approccio di provare a connetterti con un numero inferiore di blogger, significa che puoi concentrarti su un raggio d’azione di altissima qualità, piuttosto che considerare l’intera campagna come un gioco di numeri. L’intero approccio di sensibilizzazione sarà diverso (in modo positivo).

Un buon punto di partenza con chi raggiungere in primo luogo, è con i blog che già segui e ti piacciono.

Ad esempio, se gestisci un blog che condivide tutorial approfonditi su WordPress , probabilmente considereresti di contattare i blog nel tuo spazio che producono contenuti in campi correlati (ma non direttamente competitivi). Ciò potrebbe includere blog come i miei che scrivono di parole chiave come:

Il tuo obiettivo potrebbe essere qualcosa di simile all’atterraggio di un post ospite, alla presentazione di un preventivo, alla condivisione dei tuoi contenuti sul mio canale social o altro.

Se non hai ancora letto molti blog nella tua nicchia , chiedi consigli in giro, fai una ricerca per parole chiave per vedere chi è già un forte battitore nelle classifiche di ricerca principali o guarda quali sono i grandi nomi del tuo settore che stanno ritwittando e condividendo sui social media .

2.  Costruire una relazione nei commenti o sui social media

Anche se non è impossibile mandare una e-mail fredda a qualcuno per la prima volta, magari con un ottimo post per gli ospiti , e farli accettare, è sempre meglio stabilire una sorta di connessione con il blogger prima che la tua e-mail (con una loro richiesta) arrivi la loro casella di posta.

Ecco un paio di buoni modi per costruire una relazione basata sul valore con i blogger prima di contattare:

  • Commentando regolarmente sul loro blog . Lascia commenti utili e utili nel corso di una o due settimane prima di inviare un’e-mail e inizieranno a notarti. Assicurati però che i tuoi commenti si stiano davvero aggiungendo alla conversazione. Se non riesci a pensare a qualcosa da dire per un particolare pezzo diverso da “grande post”, salta i commenti su quello.
  • Condivisione dei loro contenuti sui canali dei social media . Anche se non hai un tuo seguito, questo è comunque un bel gesto e una cosa veramente utile da fare, specialmente se stai aggiungendo un commento autentico, facendo una domanda convincente e taggando il blogger. Quando possibile, aggiungi il tuo piccolo frammento alla condivisione social (come “Ho adorato il suggerimento n. 9 qui” o “ottimi consigli su SEO per i nuovi blogger “), piuttosto che semplicemente condividere il titolo e il link al post. Più personalizzata è la tua condivisione, maggiore sarà la probabilità di fare un’impressione duratura.

Se autentico, lasciare regolari commenti sul blog funziona molto bene nella costruzione di una relazione di base.

Ecco un esempio di un paio di commenti (su un mio recente rapporto sul reddito del blog ) da parte di lettori che hanno iniziato lasciando regolarmente commenti sui miei post sul blog … e da allora hanno continuato a collaborare con me su una serie di progetti come i post degli ospiti, i posizionamenti delle citazioni , condivisioni social e altro ancora.

Blog Commenting Esempio di costruzione di relazioni

Ecco alcuni ottimi modi per andare ancora oltre e offrire al tuo blogger target qualcosa di più prezioso che potrebbe includere:

  • Collegamento al loro blog dal tuo . Soprattutto se stai offrendo una raccomandazione, usando uno dei loro articoli come esempio positivo di qualcosa, o includendo una sorta di commento sul blogger con cui stai cercando di costruire una relazione.
  • Valutare e rivedere il loro podcast su iTunes . Questo è un altro modo estremamente genuino per aiutare un blogger, nonché un buon modo per farsi notare da loro. Dimostra anche che stai effettivamente ascoltando il loro contenuto, il che ti sarà utile per convincerli che sei davvero investito in loro una volta che invii un’email di sensibilizzazione al tuo blogger.
  • Revisione del loro libro su Amazon o GoodReads . Come rivedere un podcast, questo è veramente utile per il blogger in questione e dimostra che hai letto almeno una discreta quantità del loro lavoro (e nella maggior parte dei casi, pagato per farlo).
  • Offrire in modo proattivo una testimonianza per il loro prodotto o servizio . Se hai acquistato uno dei loro corsi di blogging , acquistato un libro, messo a punto un modello gratuito o hai utilizzato i loro servizi a un certo punto, è incredibilmente utile raggiungere e offrire una testimonianza che il blogger può utilizzare nelle loro attività di marketing o direttamente sulla loro pagina di vendita. Pochissime persone offrono testimonianze indesiderate, quindi questo è un ottimo modo per distinguersi dalla massa: posso dirti personalmente che questo è un modo garantito per ottenere una risposta da un blogger come me. Inoltre, aiuta anche a ricordare al blogger che sei un cliente pagante.

3. Fai una domanda altamente mirata (lanciali qualcosa che non possono rifiutare)

Come costruire una relazione con i blogger e fornire prima il valore

Qualunque cosa tu stia chiedendo, un preventivo con un link, una condivisione social o uno spazio per i post degli ospiti, hai bisogno che il tuo pitch sia altamente  pertinente per il blog e la persona a cui stai raggiungendo.

Spero che sia ovvio che non dovresti pubblicare un post su “dieci consigli per il trucco” su un blog sul SEO. Ma essere estremamente rilevanti va ben oltre questo semplice esempio.

È necessario che la tua richiesta corrisponda alle idee dei post di blog esistenti che tendono a coprire e ai tipi di contenuti che il blog produce regolarmente.

Ad esempio, se hai appena scritto una guida approfondita rivolta ai blogger che desiderano iniziare con la SEO, potrebbe avere senso chiedere lo shoutout o condividere da un sito adatto ai principianti per i blogger, come il mio blog qui, o siti come ProBlogger e SmartBlogger. D’altra parte, probabilmente non sarebbe una buona idea chiedere a una pubblicazione SEO approfondita come Ahrefs di collegarsi alla tua guida, in quanto non sarebbe la soluzione adatta per il loro pubblico o blogger più avanzati.

Quando pubblichi un post per gli ospiti, assicurati che la tua idea sia fatta su misura per il blog che stai raggiungendo.

Non limitarti a delineare un post sul blog e poi capire dove potresti riuscire a pubblicarlo. Sta andando indietro (e non produrrà gli stessi risultati).

Scegli il blog giusto su cui vorresti pubblicare prima … e poi puoi trovare un titolo accattivante che risuonerà con i loro editor, un profilo allettante che si adatterebbe perfettamente a loro — e le probabilità saranno molto più in alto che ti daranno un pollice in alto per immergerti e iniziare a scrivere un post sul blog per loro.

4. Fallo valere la pena

Qualunque cosa tu stia chiedendo, assicurati che valga la pena per il blogger di dedicare tempo e risorse (1) alla valutazione e (2) agire sulla tua richiesta.

Esempio di valorizzazione del tuo blog

Certo, potrebbero volerci solo un minuto o due per leggere un articolo che hai inviato e scrivere un breve tweet per promuoverlo al loro pubblico, ma è un’attività che faranno per tuo conto, invece di lavorare su qualcosa dei loro. Trasforma la tua domanda in un gioco da ragazzi che ne beneficia in qualche modo.

Comprendi che il tuo raggio d’azione del blogger sta chiedendo al destinatario di dedicare il proprio tempo a qualcos’altro, vale la pena farlo.

Esistono molti modi per fare in modo che il tuo sbrigatore di blogger chieda un degno sforzo per il tuo potenziale partner:

  • Collegati prima a loro. Se stai chiedendo a un eminente blogger di condividere il tuo articolo sui loro canali di social media, è fantastico se quel post sia già collegato a loro o a uno dei loro prodotti da qualche parte all’interno dell’articolo. Nota: non dovresti assolutamente subordinare il collegamento a loro per ottenere una condivisione!
  • Elimina qualsiasi potenziale attrito. Se stai chiedendo di scrivere un post per il loro blog, fai del tuo meglio per rendere il processo il più semplice possibile per loro. Crea una chiara idea per un post sul blog con una struttura semplice che si riferisca agli argomenti di contenuto che trattano regolarmente, in modo che possano darti un rapido “sì, facciamolo” o “no, non è per noi” senza dover fare molte critiche pensare (o comunicare avanti e indietro con te).
  • Usa i tuoi punti di forza. Se hai un pubblico abbastanza vasto, o hai un amico che lo fa, chiarisci che contribuirai a promuovere il tuo post ospite o che sarai lieto di condividere qualsiasi loro contenuto che potrebbe fare con una spinta. Nota: questo non avrà molta credibilità se il tuo pubblico è composto solo da una dozzina di follower su Twitter.

Come ho già detto molte volte in questa guida per la sensibilizzazione dei blogger intelligenti …

La divulgazione di Blogger che fa una richiesta immediata è molto meno efficace di quando mostri che stai investendo per primo nella relazione.

5. Non offrire denaro nella tua email di sensibilizzazione di Blogger

A meno che il blog non offra specificamente opzioni di sponsorizzazione (che è normale in alcuni settori) e che tu non voglia seguire questa strada, sembra volgare e ingannevole offrire denaro in cambio della pubblicazione dei tuoi post degli ospiti o della condivisione dei tuoi contenuti.

L’offerta di denaro in un’e-mail di sensibilizzazione iniziale è una delle grandi bandiere rosse che cerco quando valuto la legittimità.

Un esempio di dove NON dovresti assolutamente offrire denaro è in cambio di un backlink.

A meno che tu non stia bene con il link da impostare su Nofollow (il che significa che non trasferirà alcun vantaggio SEO), questo tipo di sensibilizzazione è un grande no-go.

Il pagamento per i link Dofollow è vietato dalle norme di Google e può avere un impatto negativo duraturo sia sul tuo blog SEO che sul SEO del sito che ti collega.

6. Fai una richiesta (semplice) chiara

Fai una domanda semplice e chiara nel tuo modello di email di sensibilizzazione sul tuo blog

Qualunque cosa tu stia chiedendo nell’e-mail di sensibilizzazione del tuo blogger, sii chiaro e diretto al riguardo.

Con quasi il 62% delle e-mail che vengono lette su un dispositivo mobile oggi, il blogger impegnato a leggere la tua e-mail potrebbe anche avere dozzine (o persino centinaia) di e-mail da superare oggi e non vuoi che decidano che anche la tua molto lavoro da affrontare.

Per rendere la tua richiesta chiara e semplice, è una buona idea:

  • Scrivi una riga dell’oggetto che rifletta in modo succinto ciò che stai chiedendo. Alcuni esempi di grandi linee di soggetti email di sensibilizzazione dei blogger includono cose come “Invio di post per gli ospiti: dieci modi per ottenere i tuoi primi cento abbonati” o “Vuoi condividere il mio post sul SEO per principianti?” o “La tua funzione sul mio blog” che sono tutti molto chiari. Righe come “QUESTION” o “Hi” o “(nessun soggetto)” vengono in genere archiviate all’istante quando smistamento delle e-mail al mattino.
  • Chiedi quello che vuoi all’inizio dell’e-mail. Ad esempio, se il raggio d’azione del tuo blogger inizia con una riga dell’oggetto che chiarisce che speri di pubblicare guest per il destinatario, allora sarebbe intelligente posizionare il tuo tono (e perché sarebbe perfetto per il tuo blogger correre con) in alto nell’e-mail, in modo che il destinatario non debba leggere i paragrafi di testo solo per raggiungere lo scopo dell’email.
  • Mantieni l’e-mail di sensibilizzazione del tuo blogger breve e dolce. Se stai scrivendo un romanzo nella tua email di sensibilizzazione, stai facendo qualcosa di sbagliato. Ricorda lo scopo di inviare un’email di sensibilizzazione in primo luogo … per aprire una linea di comunicazione, iniziare a formare una relazione, fornire valore al destinatario e  infine fare una richiesta che non vorranno rifiutare. Vai ai miei modelli di email di sensibilizzazione del mio blogger qui in fondo a questa guida per esempi delle mie e-mail più efficaci che puoi utilizzare oggi.

Per rendere la tua richiesta semplice e chiara, è anche importante essere sicuri che stai chiedendo solo una cosa, non fare più richieste diverse. Ciò può causare travolgimento istantaneo .

Non chiedere al destinatario di fare qualcosa che richiede tempo fin dall’inizio.

Richieste che richiedono molto tempo come “rivedrai il mio blog?” o “ti incontrerai con me per un caffè?” sembrerà privo di adeguata consapevolezza, soprattutto se non hai ancora stabilito una sorta di relazione con il blogger con cui stai raggiungendo.

7. Offrire idee alternative

Non vuoi rendere la tua e-mail di blogger poco chiara o eccessivamente complicata. Questa priorità viene prima di tutto.

Screenshot di esempio e-mail semplice di sensibilizzazione

Tuttavia, in alcuni casi, potrebbe avere senso offrire al destinatario un paio di alternative rapide alla tua domanda originale, specialmente se hai coltivato la relazione per almeno alcuni scambi via e-mail, nei commenti sul loro blog e sui loro social feed.

Ad esempio, potresti presentare un titolo per un determinato post ospite con una struttura rapida. E alla fine della tua e-mail, potresti aggiungere rapidamente una frase di chiarimento del tipo: “Se quell’idea non si adatta perfettamente, un paio di altri articoli che potrei scrivere sono [titolo] e [titolo]”.

Con questa semplice menzione di alcune idee alternative, non stai solo mostrando la tua flessibilità, ma le stai salvando dall’andamento avanti e indietro di potenziali situazioni come “Abbiamo già qualcosa in lavorazione su [titolo # 1] – Hai qualche altra idea?”

Ricorda, il tuo obiettivo è quello di fornire valore al tuo destinatario, quindi mettiti nei loro panni prima di colpire inviare e-mail di sensibilizzazione sul tuo blogger.

8.  Modifica e correggi la tua email di sensibilizzazione di Blogger

Controlla le tue e-mail prima di inviarle

Dopo aver scritto l’e-mail di sensibilizzazione del tuo blogger, assicurati di concedere abbastanza tempo per modificarlo e correggerlo attentamente per eventuali errori.

Questo non significa solo controllare gli errori di battitura, anche se ovviamente è anche importante. Dovresti anche fare attenzione ai passi falsi come:

  • Frasi ambigue o poco chiare. Sostituiscili per renderli più semplici e facili da comprendere per il tuo destinatario.
  • Troppe informazioni. Non è necessario fornire più paragrafi di informazioni sul tuo background, sulla storia dei blog o su come ciò ti ha ispirato a lanciare il tuo blog. Vai subito al punto e assicurati che tutto ciò che hai incluso nella tua email di sensibilizzazione di blogger sia estremamente rilevante per loro.
  • Errori grammaticali. Alcune parole e frasi facilmente confuse non verranno rilevate da tutti gli strumenti di controllo ortografico (“suo” e “è” sono facili da confondere, come abbiamo visto in uno dei cattivi esempi sopra), quindi correggi le bozze lentamente e consulta un online dizionario dei sinonimi, se necessario.
  • Dettagli personalizzati errati. Se stai utilizzando un modello di email di sensibilizzazione per i blogger, fai molta attenzione a non copiarlo e incollarlo con il nome sbagliato o il nome del sito web! Assicurati di controllare anche l’ortografia, specialmente se il blogger ha un nome insolito o il sito ha un nome con maiuscole insolite (ad esempio, “ProBlogger” ha un capitale nel mezzo, ma “Copyblogger” no).

Mentre un piccolo errore non rovinerà necessariamente le tue possibilità di stringere una relazione con il tuo destinatario, vuoi fare la prima impressione migliore possibile.

Ciò è particolarmente vero se il tuo raggio d’azione del blogger contiene qualsiasi tipo di intonazione per creare contenuti per il loro pubblico: vorranno vedere che hai la tua pat di trascrizione.

9. Non spingere la tua fortuna

Ricorda, i blogger di successo sono persone impegnate: gestiscono un’attività online con molte parti mobili e probabilmente stai saltando nella loro casella di posta senza un invito.

Sii gentile nelle tue e-mail se vuoi una risposta

Se non ricevi una risposta alla tua email di sensibilizzazione di blogger entro un giorno o due, non inviare immediatamente un follow-up. Sii paziente e premuroso.

Il mio consiglio è di attendere almeno 5 giorni prima di dare seguito, soprattutto se la tua e-mail è completamente fredda e non hai una relazione esistente.

Se non sono tornati alla tua prima e-mail entro una settimana, allora è molto probabile che (1) siano solo estremamente occupati o (2) non hai consegnato un tono abbastanza convincente da farli azione su. La scommessa più sicura è assumere entrambe, il che ti informerà su come posizionare al meglio il tuo follow-up. Ne parleremo presto.

Se il destinatario risponde e la risposta è no, accettalo (per ora).

Per quanto grandi tu pensi che siano i tuoi contenuti e per quanto pensi che stiano perdendo, non cercare di convincerli a prendere il tuo post ospite o link ai tuoi contenuti. Se il blogger risponde e ti chiede di non inviare di nuovo email, rispetta anche quello.

Le possibilità che cambino idea sono molto scarse. E ancora più importante, saranno molto meno propensi a voler collaborare con te in futuro se ti innervosisci durante la tua prima interazione.

La tua domanda probabilmente non era adatta a loro in questo momento, quindi non prenderla sul personale .

10. Seguire le e-mail di sensibilizzazione di Blogger

Giusto, giusto … sai che i blogger di successo (e gli esperti di marketing, i redattori, gli editori delle migliori marche e siti Web) sono tutti persone impegnate.

La realtà del nostro mondo digitale oggi è che siamo più distratti che mai. E la ricerca mostra che i contenuti di lunga durata stanno diventando sempre più importanti per posizionarsi in alto nella ricerca organica, il che significa che anche i blogger devono dedicare più tempo alla creazione di contenuti che mai.

Si può presumere che siamo tutti a corto di tempo. Ciò significa che dovresti assumere la necessità di dare seguito alle tue e-mail di sensibilizzazione nella maggior parte dei casi, specialmente se non hai ancora creato un marchio personale per te all’interno della tua nicchia.

Il successo delle tue campagne di sensibilizzazione sui blogger verrà misurato dal tuo gioco di follow-up.

Steli Efti, co-fondatore di Close.com ha una filosofia di follow-up molto semplice che ha usato per costruire una startup multi-milioni di dollari, e si applica anche alla divulgazione dei blogger.

Condivide: “Seguo tutte le volte necessarie fino a quando non ricevo una risposta. Non mi interessa quale sia la risposta finché ne avrò una. Se qualcuno mi dice che hanno bisogno di altri 14 giorni per tornare da me, lo inserirò nel mio calendario e li eseguirò nuovamente il ping tra 14 giorni. Se mi dicono che sono occupati e non hanno tempo in questo momento, risponderò e chiederò loro quando si sentono come se fosse un buon momento per me pingarli. La chiave qui è di continuare effettivamente a dare seguito. Se qualcuno mi dice che non sono interessati, li lascio soli. Ma ecco il kicker: se non rispondono affatto, continuerò a pingare fino a quando non lo fanno. E fidati di me, lo fanno sempre. “

Steli continua a condividere una storia su come gli sono serviti 48 tentativi di follow-up per convincere un potenziale investitore a rispondergli. Molti mesi dopo, la sua persistenza ha dato i suoi frutti e quella persona ha finito per investire.

Segui fino a quando non ricevi una risposta definitiva alle e-mail di sensibilizzazione del tuo blogger.

Ora, esaminiamo un paio di esempi per analizzare l’aspetto di follow-up di successo nel contesto della divulgazione dei blogger.

Ecco un esempio di e-mail di follow-up davvero divertente che ho ricevuto da Andriana Moskovska su Go Remotoy :

Ottimo follow-up sul blog

In primo luogo, aveva una linea dell’oggetto piuttosto forte e un’e-mail di sensibilizzazione iniziale per i blogger, ma non avevo risposto perché ero in vacanza quando arrivò la sua e-mail.

La sua e-mail di follow-up è esilarante e inizia catturando la mia attenzione con una citazione (falsa) divertente e GIF di un popolare programma televisivo che guardavo e di cui ho scritto. La sua e-mail si chiude quindi con una frase educata che ribadisce la richiesta dalla sua e-mail originale senza cercare di colpire in alcun modo.

Inutile dire che Andriana ha ricevuto una risposta dopo quel fantastico follow-up.

Diamo un’occhiata a un altro esempio di email di follow-up di blogger.

Questa persona ha un ammirevole trambusto di follow-up (2 follow-up entro 14 giorni), ma il contenuto di questi follow-up non ha aggiunto alcun valore alla conversazione:

Buono follow-up su un modello di email di sensibilizzazione del blog ma modello troppo usato e non così rilevante

Poiché ho immediatamente ritenuto che l’e-mail originale e la richiesta non fossero adatte al mio blog (inoltre ha seguito un modello molto vecchio che ricevo più volte al giorno), questo sbraccio di blogger era già iniziato e non ha risuonato con me .

Dove i follow up sono andati male, è che non hanno mai cercato di aggiungere più valore (o diverso).

Entrambe queste e-mail di follow-up da questo blogger hanno appena seguito il formato di spingermi freddamente a rispondere alla loro e-mail.

Non hanno offerto un’idea alternativa, non erano affatto divertenti o interessanti e mi hanno solo rimandato alla loro e-mail originale senza un promemoria sul contesto della loro richiesta iniziale (più lavoro da fare per me).

Che cosa succede quando la divulgazione del tuo blogger ha successo?

D’altra parte, supponiamo che il vostro blogger di destinazione non fare quello che stai chiedendo di loro via e-mail di sensibilizzazione.

Devi assicurarti di seguirli anche dopo che lo hanno fatto.

Innanzitutto, è importante ringraziarli per aver dedicato del tempo a lavorare con te, il che è solo una buona educazione.

Coltiva quella relazione, soprattutto se la prima collaborazione va bene.

A seconda delle dimensioni della loro organizzazione editoriale, forse dopo alcune settimane, potresti voler inviare loro un’altra presentazione per gli ospiti o suggerire un’altra collaborazione reciprocamente vantaggiosa.

Fai attenzione a non eseguire il ping dei tuoi partner di contenuti troppo frequentemente per inasprire la relazione, in particolare quando chiedi qualcosa senza prima fornire più valore.

Se questo suona come un disco rotto, è perché così poche persone adottano l’approccio di dare valore per primo nel loro raggio d’azione.

Continua ad aiutarli commentando i loro post sul blog e condividendo i loro contenuti sui tuoi canali social.

Buoni esempi: 3 email di sensibilizzazione su Blogger da cui imparare

Bene, ora che abbiamo seguito il mio processo passo-passo per scrivere un’e-mail di sensibilizzazione di blogger di successo, ho pensato che sarebbe stato divertente esplorare alcuni altri esempi di e-mail di sensibilizzazione che ho superato negli ultimi due settimane.

Esempio di e-mail di sensibilizzazione n. 1: Jon Dabach

Questa e-mail di sensibilizzazione di Jon Dabach presso Rhino Marketing Group mi ha fatto impazzire con quanto valore iniziale ha consegnato nella sua presentazione iniziale:

Incredibile blog di sensibilizzazione Esempio di email e schermata di fornitura di valore folle

(Fai clic qui per aprire questo screenshot full-size in una nuova scheda)

La sua e-mail inizia con un oggetto eccellente che è (1) divertente e (2) ha immediatamente catturato la mia attenzione.

Quindi si tuffa direttamente in un vero complimento per i miei contenuti e in un folle valore aggiunto: ha preso uno dei miei articoli esistenti e l’ha impacchettato in un eBook digitale per me (incluse alcune immagini di alta qualità per accompagnarlo).

Questo è tutto prima di farmi qualsiasi domanda. Come posso non rispondere a questo?

Ora stiamo lavorando per realizzare una potenziale collaborazione nei prossimi mesi.

Esempio di email di sensibilizzazione n. 2: Dane Maxwell

Con un argomento killer, Dane Maxwell di The Foundation si è presentato con una grande e-mail di sensibilizzazione per vedere se sarei interessato a recensire il suo libro in arrivo, Start From Zero e per prendere in considerazione un’intervista podcast:

Modello di email di sensibilizzazione eccellente per blog con tutto fatto molto bene

(Fai clic qui per aprire questo screenshot full-size in una nuova scheda)

Questa e-mail è ricca di ottime lezioni che puoi applicare al tuo raggio d’azione:

  • A partire da un complimento e dimostrando che hai un vero interesse per il tuo destinatario
  • Costruire la tua credibilità in base alle tue esperienze uniche
  • Fare una domanda (chiara) ultra chiara
  • Nota che anche la formattazione dell’email di Dane è molto pulita, semplice e non sembra stressante

Presto faremo un’intervista sul podcast e abbiamo anche trovato un paio di altre collaborazioni vantaggiose che hanno molto senso.

Esempio di email di sensibilizzazione n. 3: Josh Crist

Un altro esempio recente di e-mail di sensibilizzazione che mi ha fatto apparire in un podcast è venuto da Josh Crist di Be My Guest FM , dove ha lanciato un lancio davvero straordinario sul CEO di Freshbooks (un marchio con cui ho lavorato in passato):

Una delle migliori e-mail di sensibilizzazione sul blog che ho ricevuto quest'anno (promozione dell'apparizione di un ospite podcast)

(Fai clic qui per aprire questo screenshot full-size in una nuova scheda)

Josh inizia complimentandomi con il mio podcast e condividendo uno screenshot di una recensione a 5 stelle che ha appena lasciato su iTunes, che è anni luce avanti rispetto a qualsiasi altra email di presentazione degli ospiti che abbia mai ricevuto.

Da lì, fa una domanda molto chiara, stabilisce perché dovrebbe essere rilevante per il mio pubblico (inclusi tre diversi angoli che potrei considerare per inquadrare un episodio), rafforza la credibilità dell’ospite e si conclude con una frase chiara che ribadisce la sua domanda. Questo è un libro di testo eccellente email di sensibilizzazione.

Ci sono davvero tante cose fantastiche: per favore analizza il mio commento sullo screenshot qui sopra.

Cattivi esempi: 7 terribili email di blogger per evitare di

Prima di entrare nei miei modelli di email di sensibilizzazione del mio blogger personale, desidero evidenziare alcuni esempi più specifici di email di sensibilizzazione … in modo da sapere cosa evitare mentre lavori sulla tua campagna di sensibilizzazione.

Email n. 1 di Bad Blogger Esempio: formattazione del disastro

Controlla gli errori di formattazione in questa e-mail, che vanno dalla riga dell’oggetto all’intero corpo dell’email con spaziatura disattivata e contenuto ricco di grammatica scadente:

Blog Email di sensibilizzazione Esempio terribile con cattiva formattazione Screenshot

Sembra che questo sia stato inviato utilizzando uno strumento di automazione che ha fatto qualcosa di gravemente sbagliato. Inoltre, l’e-mail proviene da un account @ gmail.com dal suono molto sospetto  che non fa nulla per aiutare la loro causa.

Esempio di email n. 2 di Bad Blogger: i peggiori errori di formattazione di sempre

La riga dell’oggetto inizia in modo terribile utilizzando l’URL completo del mio blog direttamente nell’oggetto (sembra spammy).

E da qui in poi si scende solo con errori di formattazione e sembra che l’intero corpo dell’email venga incollato per un totale di 4 volte (questo screenshot ha solo i primi tre), inclusi i nomi di diversi siti Web …

Esempio esilarante di un modello di email di sensibilizzazione del blog non riuscito con formattazione, errori di battitura, riga dell'oggetto, nessuna personalizzazione e errori enormi

Questo è abbastanza sorprendentemente cattivo. Vuoi evitare di inviare un’e-mail di sensibilizzazione come questa? Non utilizzare uno strumento di automazione.

Bad Blogger Outreach Email Esempio # 3: Link Building  Mishap

Se qualcuno si rivolge a me specificatamente parlando di link building, sono un no abbastanza istantaneo (poiché ciò va contro le norme di Google):

Modello di email di sensibilizzazione per blog davvero pessimi (nessuna personalizzazione e cattiva domanda)

Aggiungete al fatto che questa email di sensibilizzazione del blogger non è personalizzata, ha una grammatica scarsa, errori di ortografia e sembra essere inviata su larga scala – è un passaggio difficile per me.

Esempio n. 4 di email di sensibilizzazione di Bad Blogger: offerta a pagamento per postare il lavoro client

Questa e-mail di sensibilizzazione è solo una formulazione più elaborata di “posso ottenere un backlink per il mio cliente dal tuo blog?” e si offre di pagarmi per questo. Ancora una volta, no perché va contro le migliori pratiche SEO :

Esempio di e-mail di divulgazione errata del blog: nessuna personalizzazione e scarsa formattazione

Ci sono anche alcuni ovvi blip di formattazione, che suggeriscono che questo è stato inviato a una grande lista di persone che usano anche uno strumento automatizzato di qualche tipo, un altro segno che dovrei evitare questa persona.

Esempio email n. 5 di Bad Blogger: sto sperimentando Déjà Vu?

Questa e-mail di sensibilizzazione (davvero brutta) è sorprendentemente simile a circa una dozzina di altre attualmente nella mia posta in arrivo:

Awful Blog Outreach Email Esempio Screenshot Così tanto sbagliato

Viene anche da un  account @ gmail.com e ha molto poco senso dal punto di vista della conversazione. No.

Esempio di email n. 6 di Bad Blogger: Ok Ora sto sicuramente vedendo il doppio

Sì, ora abbiamo confermato che ci sono alcuni terribili modelli di e-mail (e costruttori di link che li usano) che fluttuano là fuori in natura. Ho preso questo lo stesso giorno del 5 ° sopra.

Blog sorprendentemente simile Esempio di modello di email di sensibilizzazione e schermata di email non valida

Ancora una volta, abbiamo un sacco di errori di formattazione e grammaticali oltre al fatto che l’e-mail ha zero sostanza. Sarà un no per me dawg.

Email n. 7 di Bad Blogger Esempio: ottieni il punto

Ok, ok … questo è l’ultimo, lo prometto. Ma dai, vero ?! Questo è esattamente lo stesso del precedente:

Orribile blog di sensibilizzazione Email Esempio di cattiva riga dell'oggetto, foto d'archivio, nome e scarsa formattazione, ortografia, errori grammaticali

Voglio ribadire che la stragrande maggioranza di sensibilizzazione dei blogger che ottengo è così grave.

Davvero, non sto scherzando.

Se si desidera inviare messaggi di posta elettronica blogger di sensibilizzazione che  in realtà si ottiene risultati reali … quindi utilizzare uno dei miei modelli qui.

3 modelli di email di sensibilizzazione (gratuiti) di Blogger da utilizzare oggi

Se non sei sicuro di come scrivere un’email di sensibilizzazione di blogger di successo, prova a utilizzare uno dei miei modelli gratuiti per guidarti.

Mentre potresti voler cambiare un po ‘di lingua, verbosità e tono per adattarli alla tua voce e al tuo stile, non preoccuparti se queste e-mail di sensibilizzazione sui blogger saranno o meno “solo un altro di questi modelli comuni” che appaiono dozzine di volte nella posta in arrivo di blogger ed editori ogni giorno.

Questi modelli resisteranno per sempre alla prova del tempo, lo prometto. Perché?

Questi modelli di email di sensibilizzazione per i blogger non verranno mai utilizzati in modo eccessivo … perché richiedono un lavoro reale, una riflessione strategica e un valore aggiunto per i destinatari.

Continuerò a utilizzare questi tre modelli di email di sensibilizzazione per i blogger per gli anni a venire, perché  richiedono lavoro .

E costruire relazioni reali con altri blogger, marchi ed editori richiede di mettersi al lavoro.

Quelli che non sono disposti a investire nelle partnership che vogliono costruire invieranno e-mail come alcune delle cattive sopra, che fanno sì che questi modelli aumentino ancora di più rispetto al rumore.


Modello email n. 1 di Blogger: la notifica delle funzionalità

L’intera premessa di questo modello di email di sensibilizzazione dei blogger è che ti costringe a fare il (primo) passo nel fornire valore alla relazione che speri di costruire qui.

In questo caso, il valore iniziale arriva sotto forma di una menzione che ho dato al destinatario di Copyhackers in un recente post sul mio blog (su come nominare un blog ), che ho fatto strategicamente, sapendo che presto vorrei raggiungere per vedere come gli ospiti scrivono per il loro blog, dove hanno un pubblico molto simile al mio.

Esempio e screenshot del modello di email di sensibilizzazione del blog di Copyhackers

Ecco una versione modello di quell’e-mail di sensibilizzazione di blogger che puoi utilizzare da solo:

Oggetto: la tua funzione nel mio articolo

Ehi [FIRSTNAME],

Sono un lettore del blog [COMPANY] da un po ‘di tempo e mi imbatto sempre nei tuoi contenuti nella scrittura che faccio per altri siti come [SITO # 1], [SITO # 2], [SITO # 3 ] e simili. In realtà vi ho appena menzionato in un recente articolo che ho pubblicato (qui) sul blog [DESTINATION].

Saresti pronto per ricevere un post da me?

Sarei così entusiasta di fare un contenuto per i tuoi lettori e lavorerei sodo per promuoverlo sul mio pubblico di blog, sui social e amplificare attraverso altri canali a cui ho accesso anche 🙂

Fatemi sapere cosa ne pensate!

[IL TUO NOME]

Anche se probabilmente non hai le stesse credenziali e le stesse dimensioni del pubblico per eseguire il backup del tuo tono come posso (ora) fare oggi, non lasciarti scoraggiare dall’uso di questo approccio di sensibilizzazione.

La parte importante di questa prospettiva è che è molto strategico iniziare la relazione facendo prima qualcosa di prezioso per il tuo destinatario … e anche se oggi vieni rifiutato, qui avrai una potenziale amicizia che può crescere nel tempo.


Modello email n. 2 di sensibilizzazione di Blogger: la richiesta di posta ospite originale

Quando voglio presentare un blog o una pubblicazione sull’hosting di un mio post ospite, ma non li ho mai menzionati nei miei scritti prima, userò questo modello di email di sensibilizzazione di blogger che non si appoggia tanto sull’angolo del valore iniziale —Yet mostra ancora che sono disposto ad andare a pipistrello per aver reso il mio articolo un successo per loro.

Esempio di modello e-mail di collaborazione sul contenuto

Ecco la versione modello di questa email che puoi usare:

Oggetto: Collaborazione di contenuti

Ehi [FIRSTNAME],

Sono un lettore del blog [COMPANY] da un po ‘di tempo e mi imbatto sempre nei tuoi contenuti nella scrittura che faccio per altri siti come [SITO # 1], [SITO # 2], [SITO # 3 ] e simili.

Saresti pronto per ricevere un post da me?

Sarei così entusiasta di fare un contenuto per i tuoi lettori e lavorerei sodo per promuoverlo sul mio pubblico di blog, sui social e amplificare attraverso altri canali a cui ho accesso anche 🙂

Fatemi sapere cosa ne pensate!

[IL TUO NOME]

A volte, prenderò il mio consiglio qui e includerò un paio di idee per post sul blog che potrei scrivere per loro in questa e-mail di sensibilizzazione iniziale, ma mentre ho costruito il mio marchio e scopro che la maggior parte degli altri blogger nel mio spazio mi riconosce già quando apro le loro caselle di posta, mi piace mantenere le mie prime e-mail un po ‘più brevi.

Se non sei ancora nella fase in cui mi trovo ancora con il tuo pubblico, potresti voler utilizzare un modello di email di sensibilizzazione dei blogger che sfrutti al meglio le tue credenziali esistenti e inserisca un post ospite specifico, come il prossimo.


Modello email n. 3 di Blogger: The Curated Pitch

Ecco un modello di email di sensibilizzazione per i blogger che ho usato nel 2017 nei giorni precedenti, ho davvero imparato a guidare il traffico verso un blog (e molto prima avevo un pubblico o ho capito come fare soldi con i blog ).

È un esempio di come puoi avere successo con i tuoi sforzi di sensibilizzazione del tuo blogger con un’e-mail molto semplice, umana e basata sul valore, pur non avendo ancora un pubblico esistente:

Screenshot di esempio del modello di email di sensibilizzazione del blog da My Early Days

Ecco una versione modello di questa email di sensibilizzazione che puoi usare oggi, che ti chiede più direttamente di accettare un post da ospite rispetto a quello che vedrai nel mio screenshot dall’alto. Ti incoraggio a sperimentare con entrambe le versioni:

Oggetto: la  tua funzione sul mio blog

Ehi [FIRSTNAME],

Sono un lettore del blog [AZIENDA] già da un po ‘di tempo e ho particolarmente apprezzato il tuo post [ULTIMA SETTIMANA / ALCUNE SETTIMANE INDIETRO / ETC] su [ARGOMENTO / TITOLO]. In realtà ho appena parlato di voi ragazzi in un recente articolo che ho pubblicato (qui) anche sul mio blog.

Saresti pronto per ricevere un post da me? Mi piacerebbe scrivere di [TITOLO PROPOSTO] e coprirei [ELENCO BREVE DI QUELLO CHE AVREBBE COPERTO NEL POSTO].

Puoi vedere alcuni dei miei scritti anche qui:

[Link a due o tre dei tuoi migliori articoli, idealmente i post degli ospiti per aumentare la tua credibilità se ne hai scritto uno]

Fatemi sapere cosa ne pensate!

[IL TUO NOME]

E questo è un impacco, amici miei 🙏

Spero che tu possa mettere a frutto questi modelli di e-mail e ricordare di non rifuggire dal (duro) lavoro che sta costruendo relazioni reali e basate sul valore con i blogger nella tua nicchia.

L’investimento ripagherà, lo prometto.

Considerazioni finali: la diffusione del blogger Win-Win è la via del futuro

In un mondo in cui il 99% delle e-mail di sensibilizzazione sui blogger chiede immediatamente al destinatario di intraprendere un’azione unilaterale per conto del mittente … è incredibilmente facile distinguersi dalla massa e costruire relazioni reali con altri blogger.

Iniziando il tuo raggio d’azione con una proposta win-win (e usando modelli come quelli qui), avrai molte più probabilità di avere successo nei tuoi sforzi.

Ricorda, la divulgazione efficace dei blogger non riguarda l’invio di dozzine (o centinaia) di e-mail.

Si tratta di trovare un piccolo numero di blogger ed editori a cui è possibile connettersi autenticamente e costruire una relazione reciprocamente vantaggiosa.

Le migliori e-mail di sensibilizzazione dei blogger faranno pensare il tuo destinatario, diavolo sì!

La divulgazione intelligente offre qualcosa di veramente utile, come un pezzo di contenuto gratuito per gli ospiti che i lettori del blogger adoreranno, e le migliori e-mail di divulgazione sono scritte in modo autentico e coinvolgente.

Inizia oggi con i primi 3 passaggi per un’efficace diffusione dei blogger:

  • Crea una lista dei dieci migliori blogger con cui ti piacerebbe connetterti e seguili sui social media
  • Cerca modi per aiutarti condividendo i loro contenuti, rispondendo alle loro domande o commentando i loro post
  • Pianifica di contattarli con uno di questi modelli di email di sensibilizzazione entro la prossima settimana o due

Piaccia o no, avviare un blog e trasformarlo in un’attività redditizia è un gioco lungo.

E le relazioni che puoi instaurare con la sensibilizzazione dei blogger win-win aiuteranno immensamente nelle settimane, nei mesi e negli anni a venire.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close