Cerca

AWEBER vs GETRESPONSE: Confronto pratico + raccomandazione

Lo sapevi che per ogni $ 1 speso per l’email marketing, viene fatta una media di $ 44 di ritorno ? E nel Regno Unito, sono 38 sterline per ogni sterlina. Se non stai ancora utilizzando l’email marketing per la tua attività (o stai ancora considerando), se questo singolo fatto non ti convince, non so cosa lo farà! Bene, torniamo all’argomento: Aweber vs GetResponse .

Se hai già familiarità con l’email marketing e perché utilizziamo strumenti come Aweber e GetResponse, puoi saltare la sezione successiva. Altrimenti, continua a leggere per alcune importanti informazioni di base. Non importa se possiedi una piccola impresa, fornisci marketing come agenzia, fai marketing di affiliazione o altro. L’email marketing non è qualcosa da non perdere.

AWEBER VS GETRESPONSE: COSA E PERCHÉ

È facile capire di cosa tratta l’email marketing semplicemente leggendo il termine. Stai inviando contenuti di marketing via e-mail e inducendo le persone a spendere di più con il tuo marchio. È un canale di marketing come la pubblicità, l’affitto di cartelloni pubblicitari … ecc. Una differenza fondamentale però: la proprietà.

Quando fai pubblicità su Facebook, Google o anche un buon vecchio cartellone fisico per strada, è tutto da giocare. Non solo, ma non possiedi nessuna di queste proprietà. Ciò significa che, anche se dipendi dalla copertura “organica” gratuita su Facebook / Google..ecc, sei ancora completamente in balia di queste fonti di traffico. Questo non è il caso dell’email, però.

Con la posta elettronica sei il proprietario del tuo traffico. Hai un elenco di potenziali clienti che puoi inviare via email in qualsiasi momento e farli leggere e rispondere alla tua email con un clic di un pulsante. Fin qui tutto bene. Perché preoccuparsi di questi “strumenti” però?

Buona domanda. Supponi di avere solo 10 abbonati. Puoi tecnicamente inviarli tramite e-mail utilizzando il tuo account Gmail. Ma dovresti inserire manualmente le loro e-mail e gestire manualmente quegli abbonati. Inoltre, non puoi farli iscrivere automaticamente al tuo elenco utilizzando un modulo web o in altro modo.

E se quei 10 avessero interessi diversi? Dovresti tracciare manualmente i loro interessi e inviare loro i contenuti pertinenti individualmente. Cosa succede se si desidera inviare loro sequenze di e-mail separate da intervalli di tempo in base alla data in cui sono entrati nell’elenco?

Cosa succede se si desidera inviare loro qualcosa se acquistano da te, ma qualcos’altro se non lo fanno? È frenetico per 10 persone. Immagina di avere 20, 50 a 100 o migliaia.

Non solo incontrerai problemi nella gestione di queste persone, ma Gmail limiterà anche fortemente le tue capacità di invio in quanto non puoi semplicemente mandare fuori migliaia di e-mail in un minuto con Gmail. Potrebbe persino contrassegnare il tuo account come spammer e chiuderti o sospenderti temporaneamente. Non bene.

Entra nel mondo dei fornitori di servizi di email marketing, noti anche come “ESP” o fornitori di servizi di posta elettronica. Il compito principale di questi servizi è di permetterti di iscrivere automaticamente le persone alle tue newsletter, gestirle facilmente, inviare migliaia di e-mail a loro senza problemi e senza atterrare nella cartella spam, oltre a utilizzare strumenti intelligenti per segmentare efficacemente il tuo e-mail e adattare i tuoi messaggi alle azioni e agli interessi delle persone, tutto fatto automagicamente.

Due degli ESP più popolari del pianeta (ho appena notato che l’uso della parola “pianeta” rende le cose troppo drammatiche, anche se comunque) sono Aweber e  GetResponse , l’argomento di questo post sul blog di confronto. Spero che questo risponda pienamente alle tue preoccupazioni “cosa e perché”.

Ora per un po ‘di storia sui due fornitori.

STORIA

Entrambe le società sono state fondate nel 1998. Sono due decenni interi, quindi è sicuro dire che sono entrambi prodotti molto maturi. Inoltre, non sorprende che siano entrambi estremamente popolari e noti, non solo nello spazio di email marketing, ma nello spazio di marketing digitale in generale.

Aweber è stata fondata da Tom Kulzer negli Stati Uniti, mentre GetResponse è stata fondata dall’allora diciottenne Simon Grabowski, che ha istituito il primo ufficio di GetResponses in Polonia. Secondo le rispettive pagine “about”, GetResponse serve oltre 350.000 clienti in 183 paesi mentre Aweber serve oltre 100.000.

PANORAMICA DELLE FUNZIONALITÀ CHIAVE

Cominceremo a scomporre ogni caratteristica principale e confrontarla in un momento, ma per coloro che non hanno il tempo (o la volontà) di passare attraverso l’intero post, lascia che ti dia una rapida panoramica delle caratteristiche. Non confronterò le prestazioni simili in questa sezione, menzionerò semplicemente le funzionalità che una ha ma manca nell’altra, quindi eccoci qui.

Prima di tutto, esaminiamo ciò che è generalmente disponibile in entrambi:

  • Invio di un numero illimitato di e-mail alle tue liste.
  • Catturare, archiviare e gestire indirizzi e-mail ed elenchi di abbonati.
  • Centinaia di modelli di e-mail tra cui scegliere in modo da poter progettare l’e-mail dei sogni.
  • Sequenze automatizzate di posta elettronica con intervalli di tempo impostati utilizzando la funzionalità del servizio di risposta automatica.
  • Rapporti sulle prestazioni. Una panoramica di quante volte le tue e-mail sono state recapitate, aperte, link cliccati … ecc.
  • Modelli mobili / reattivi.
  • Oltre cento integrazioni con strumenti di terze parti (CRM, processori di pagamento … ecc.)
  • Trascina e rilascia gli editor di e-mail che ti consentono di creare e-mail senza codifica.
  • RSS to Newsletter ti consente di inviare automaticamente i tuoi nuovi post ai tuoi iscritti.

Tuttavia, nell’ultimo anno (al momento della stesura di questo), GetResponse ha aumentato il suo gioco offrendo una suite di nuove funzionalità e ridisegnando completamente la loro interfaccia. Ora si commercializzano come fornitori di strumenti o soluzioni di marketing e non solo come ESP. Hanno anche una nuova certificazione di marketing digitale e che offre maggiori informazioni sulla nuova direzione dell’azienda.

Vale a dire, e oltre a quanto sopra, offrono anche:

  • Piattaforma CRM (Customer Relationship Management).
  • Automazione del marketing superiore.
  • Hosting di webinar.
  • Uno strumento per la creazione della pagina di destinazione (o generatore).
  • Automazione del marketing e-commerce.

Sebbene queste nuove funzioni introdotte possano non essere comparabili favorevolmente a soluzioni dedicate come SalesForce per CRM o GoToWebinar per l’hosting di webinar, offrono comunque 2 vantaggi interessanti. Uno: mantengono molto sotto lo stesso tetto e riducono al minimo la necessità di impostare integrazioni avanti e indietro.

Due: i prezzi consolidati riducono i costi complessivi, paghi un prezzo per e-mail, webinar, CRM e generatore di landing page. Inoltre, si evitano le spese di una fortuna in soluzioni avanzate di automazione del marketing come Klaviyo.

È importante notare, tuttavia, che non tutte queste funzionalità sono incluse nel piano disponibile più economico. Tuttavia, i due vantaggi precedenti potrebbero essere una giustificazione più che sufficiente per i piani di livello superiore che offrono funzionalità aggiuntive. Puoi consultare i loro piani qui .

Detto questo, andiamo in profondità con i confronti delle funzionalità.

PREZZI

I prezzi di GetResponse sono un po ‘più complessi dal momento che ora offrono molto di più del semplice marketing via email. GetResponse ha 4 piani e ognuno di questi ha suddiviso i prezzi in base al numero di abbonati. Quindi, per onestà, confronterò il piano più basso di GetResponse, “Email” con Aweber , poiché questo è il più vicino all’offerta di Aweber.

Immediatamente, GetResponse ha un vantaggio che offre fino a 1.000 abbonati a $ 15 / mese mentre il piano di livello più basso di Aweber parte da $ 19 e ti dà solo 500 abbonati. GetResponse continua a battere Aweber con piani di livello superiore meno costosi, ma solo leggermente. Ecco una tabella di confronto dei prezzi per la tua convenienza:

Come puoi vedere, l’unica grande differenza è nel piano dei 1.000 iscritti. GetResponse è significativamente più economico lì e quindi molto più facile per i principianti in termini di prezzi. Oltre a ciò, GetResponse mantiene un “carino” risparmio di $ 4 (che sembra quasi intenzionale). A dire la verità, sono così tentato di inviare un’e-mail all’assistenza solo per chiedere loro se questa è stata una coincidenza.

Per i piani superiori a 25.000 abbonati, tuttavia, accade una svolta interessante. GetResponse ha un prezzo fisso per quelli mentre Aweber dice “Richiedi un preventivo”, suggerendo che i prezzi per i loro piani più grandi sono negoziabili e quindi potrebbero battere quelli di GetResponse.

Il confronto dei prezzi non finisce qui però. Ci sono un paio di altre cose che mi infastidiscono davvero sulla politica dei prezzi di Aweber. Prima di tutto, ti vengono addebitati gli annullamenti della sottoscrizione (a meno che non li elimini, ma poi non sapresti chi ha annullato l’iscrizione).

Considerando che i “disiscritti” hanno rinunciato alle tue e-mail e non riceveranno ulteriori comunicazioni da parte tua (quindi non ti faranno più soldi o ti impegneranno in alcun modo), è un po ‘ridicolo essere ancora accusati di loro come se fossero abbonati attivi.

In secondo luogo, non ti addebitano alcun costo per ogni persona unica nel tuo account ma per ogni persona unica nella tua ELENCO. Quindi, supponiamo di avere la stessa persona su 10 elenchi (il che è molto possibile perché ogni elenco potrebbe essere per un particolare evento, webinar, offerta … ecc.) Quindi ti verrà addebitato 10 volte per quella persona. Se hai 1.000 di quelle “una persona”, ora ti vengono addebitati 10.000.

DELIVERABILITY

Non importa quanto siano intelligenti, ben scritte e coinvolgenti le tue e-mail o quanto sia grande la tua lista e-mail se le tue e-mail non raggiungono le caselle di posta delle persone. Sfortunatamente, raggiungere una buona consegna è tutt’altro che una procedura standard e diretta.

Certo, da dove provengono le tue e-mail (i server del tuo ESP) hanno una grande influenza sul fatto che le tue e-mail arrivino alle caselle di posta dei destinatari, ma non è l’unico fattore. Il contenuto e-mail stesso svolge un ruolo importante così come il tuo settore.

Ad esempio, un’e-mail su “pillole dimagranti” ha un rischio significativamente maggiore di atterrare nella cartella spam rispetto a un’e-mail sui “migliori consigli per l’infanzia”, ​​indipendentemente da dove viene inviata la tua e-mail.

Le persone di OptinMonster hanno scritto un post DAVVERO approfondito sul blog sulle 13 principali cose che puoi fare per massimizzare le tue possibilità di atterrare nelle caselle di posta dei destinatari. Bene, quindi ora che ci siamo occupati della parte che puoi controllare, che dire della parte che non puoi?

TEMPO PER I NUMERI!

Per fortuna, sia Aweber che GetResponse sono piacevolmente trasparenti con le statistiche relative alla consegna. Certo, entrambi affermano di avere il 99% + di deliverability, ma fanno una mossa più audace e forniscono i loro indirizzi IP di invio. Se non sei una persona tecnica, non ti preoccupare, in pratica significa che ti stanno fornendo gli indirizzi esatti dei server che inviano le e-mail.

In che modo aiuta? Utilizzando un servizio come Return Path’s SenderScore , puoi avere un’idea della reputazione di questi server di invio e quindi della loro erogabilità. Puoi saperne di più su come funziona SenderScore qui .

I termini di servizio di SenderScore mi vietano di condividere pubblicamente i loro dati, quindi non posso darti dettagli precisi, ma posso dirti che sia GetResponse che Aweber hanno un solido punteggio di reputazione del server. Detto questo, Aweber prende il comando qui in termini di punteggi IP superiori a 90 e successivamente di punteggi inferiori a 90.

Ma ancora una volta, entrambi i numeri dei fornitori sono solidi, quindi credo che questo criterio da solo non sia sufficiente a giustificare la scelta dell’altro. Puoi effettivamente eseguire questo esercizio da solo ed essere il giudice.

Basta creare un account SenderScore gratuito e fare clic su “Punteggio mittente” dal menu in alto per accedere al loro strumento di ricerca. Tutto quello che devi fare è inserire gli intervalli IP di Aweber e GetResponses e controllare i risultati. Puoi ottenere gli IP di Aweber qui e GetResponse qui .

INTERFACCIA UTENTE

Ad essere onesti, GetResponse ha avuto un’interfaccia storicamente sgradevole e una strana convenzione di denominazione come la chiamata alla newsletter “Campagne”. L’interfaccia di GetResponse non era intuitiva e sembrava decisamente obsoleta.

Per fortuna, hanno completamente riprogettato la loro interfaccia nel 2017 e ora sembra molto meglio. Hai una “dashboard” della schermata iniziale che ti dà accesso a tutto e un chiaro menu superiore che scompone i moduli principali all’interno del software:

L’interfaccia ha sostanzialmente più opzioni di Aweber, e questo è prevedibile poiché GetResponse ora offre molto di più del semplice marketing via email. La sfida è mantenere tutte queste funzionalità / opzioni organizzate in modo chiaro, e penso che abbiano fatto un buon lavoro in questo.

L’interfaccia di Aweber è abbastanza semplice. La homepage fornisce alcune statistiche aggregate sui tuoi abbonati e recenti “trasmissioni”. Le trasmissioni sono il termine di Aweber per le newsletter. Il menu superiore è inoltre organizzato in 6 sezioni: Home, Messaggi, Iscritti, Moduli di iscrizione e Rapporti. Abbastanza semplice, ecco uno screenshot:

VUOI CREARE COLLEGAMENTI INTERNI INTELLIGENTI E PERTINENTI … RAPIDAMENTE?

NichePursuits Rating

Link Whisper è uno strumento rivoluzionario che rende il collegamento interno molto più veloce, più semplice ed efficace. Semplifica il potenziamento dell’autorità del tuo sito agli occhi di Google. Puoi utilizzare Link Whisper per:

  • Mostra i tuoi contenuti orfani che non sono in classifica
  • Crea collegamenti interni intelligenti , pertinenti e veloci
  • Rapporti sui collegamenti interni semplici ma efficaci: che cosa ha molti collegamenti e quali pagine richiedono più collegamenti? 

Fai clic qui per rivoluzionare il modo in cui il tuo sito esegue collegamenti interni

CREA COLLEGAMENTI INTERNI MIGLIORI CON LINK WHISPER

Un anno fa avrei detto che Aweber è il chiaro vincitore perché odiavo davvero l’interfaccia di GetResponse. Sembra che io non sia stato l’unico, però, perché hanno ascoltato e sono riusciti a migliorare davvero il loro gioco. Entrambi offrono prove gratuite di 30 giorni in modo da poterti iscrivere ed esplorare da solo.

MODELLI E-MAIL

Qui dovrei notare che non sono un fan dei modelli di email. In effetti, la maggior parte delle e-mail che invio sono e-mail di testo semplice o HTML minime (collegamenti e forse immagini di tanto in tanto). Il motivo è semplice, i miei test suggeriscono che le e-mail in chiaro non solo vengono aperte più spesso, ma portano anche più coinvolgimento.

Non crederci sulla parola, però. Le persone di HubSpot hanno svolto ricerche indipendenti e sono giunti alla stessa conclusione. Immagino sia perché queste e-mail sono più simili alle e-mail normali che ricevi da persone normali. Dopotutto, le e-mail che leggi e alle quali rispondi ogni giorno raramente sono fantasiose con colori vivaci e grafica accattivante.

Questa sezione non tratta di farti abbandonare utilizzando i modelli di email, però. Ma penso che dovresti provare le e-mail in chiaro se non l’hai ancora fatto. Detto questo, parliamo di come si confrontano i modelli di email pre-progettati da GetResponse e Aweber.

Entrambi hanno oltre 500 modelli tra cui scegliere, quindi è abbastanza. Puoi anche personalizzare facilmente quei modelli in entrambi. Entrambi ti consentono di creare il tuo modello da zero e se non trovi ispirazione in nessuno dei modelli disponibili. Ecco uno screenshot dal sito Web di Aweber che mostra modelli di esempio:

Quindi chi ha modelli più belli? Come ho detto, non uso quasi mai i loro modelli pre-progettati, ma se dovessi scegliere, sceglierei quelli di Aweber. Questo, ovviamente, è altamente soggettivo, quindi se i modelli sono una cosa importante per te, assicurati di rivedere a fondo i modelli su entrambe le piattaforme prima di prendere una decisione.

TEST A / B

Il test A / B (noto anche come split test) è generalmente considerato una funzionalità avanzata e di importanza meno generale nella scelta del giusto provider di email marketing. Non sono d’accordo, ma prima di dirti perché, lascia che ti parli rapidamente un po ‘dei test A / B nel caso in cui non si abbia familiarità con il termine.

Questa è una sezione molto importante da leggere se non si ha familiarità con i test A / B. Se hai familiarità con questo, però, vai alla sezione successiva “Chi vince?” Per vedere chi ha i migliori strumenti di test A / B.

I test A / B possono applicarsi a molte cose, ma per il nostro scopo, prenderemo un oggetto dell’e-mail come esempio. Quando invii campagne o newsletter di e-mail marketing, di solito scrivi l’email, rileggi le bozze, aggiungi gli ultimi ritocchi e la mandi al tuo elenco. Un’e-mail che utilizza i test A / B dell’oggetto sarà strutturata in modo leggermente diverso.

Supponi di avere un elenco di 10.000 abbonati e di aver completato la stesura della tua email. Verrà quindi visualizzato l’oggetto A e l’oggetto B, sostanzialmente due argomenti per la stessa e-mail. Fai andare i tuoi succhi creativi, impazzisci, rendi i due soggetti completamente diversi l’uno dall’altro. Ad esempio, invieresti e-mail con oggetto A a 2500 abbonati, e-mail con oggetto B a altri 2500 abbonati e il vincitore di entrambi ai restanti 5000 abbonati.

Confuso? Abbi pazienza qui.

Quello che abbiamo fatto qui è stato inviare la stessa e-mail allo stesso numero di persone (non le stesse persone però) con l’unica differenza che è la riga dell’oggetto. Abbiamo quindi monitorato il modo in cui le persone interagivano con l’e-mail (apre, clic) e utilizzavano l’e-mail “vincente” per il resto del nostro elenco.

Ma perché preoccuparsi? Semplicemente perché una delle linee del soggetto potrebbe notevolmente (o leggermente) superare l’altra. Per semplicità concentriamoci solo su tassi aperti. Supponiamo che il soggetto A abbia avuto aperture del 10% e il soggetto B abbia avuto il 20%. Eseguendo quel test ora ho i dati che indicano che l’e-mail con l’oggetto B viene aperta il doppio delle volte che A è.

Ora se avessi usato solo il soggetto A per l’intero elenco, avrei ottenuto un tasso di apertura del 10%. Ma grazie a questo esperimento, ho ottenuto molto di più. Ecco un semplice calcolo:

Se avessi usato il Soggetto A per tutti:

10% * 10000 = 1000 totali aperti.

Oggetto A & B Test con 5000 abbonati + oggetto B con restanti 5000:

Un test: 10% * 2500 = 250

COME HO COSTRUITO UN SITO DI NICCHIA CHE GUADAGNA $ 2,985 AL MESE

NichePursuits Rating

Vuoi avviare un sito di nicchia che può portare $ 3.000 al mese … o più? Qui discuto:

  • Gli strumenti di cui avrai bisogno
  • Come iniziare con un budget
  • Il modo migliore per generare velocemente un reddito 

Interessato? Fai clic qui per sapere come avviare il tuo sito di nicchia che genera entrate .

INIZIA OGGI STESSO IL TUO SITO DI NICCHIA

Test B: 20% * 2500 = 500

Resto con vincitore (B): 20% * 5000 = 1000

Totale apertura: 1750

Con questa semplice esercitazione per provare 2 righe dell’oggetto per la nostra e-mail, siamo riusciti ad aumentare i tassi di apertura di un enorme 75% . Sembra inventato? Dai un’occhiata a questo case study di SmartInsights, hanno fatto quasi esattamente quello che avevo descritto sopra e hanno tutti i numeri per eseguirne il backup.

Non ho niente da aggiungere.

CHI VINCE?

GetResponse batte davvero Aweber in questo senso. Aweber ha una funzione molto limitata che ti consente di testare A / B solo i moduli di iscrizione. Con GetResponse, non solo puoi dividere il test dell’oggetto, il contenuto e persino la data di consegna e il campo “da”, ma puoi testare fino a 5 variazioni di ciascuno.

Quindi non solo A / B ma A / B / C / D / E se lo desideri (ovviamente non ti consiglio di provare molte varianti contemporaneamente a meno che tu non abbia un elenco abbastanza grande). Ecco un paio di immagini dal loro sito Web:

RAPPORTI E ANALISI

Potresti essere stanco di leggere la stessa cosa ancora e ancora, ma sia Aweber che GetResponse offrono solide funzionalità di reporting tra cui tassi di apertura e di clic, ROI e tassi di annullamento dell’iscrizione.

Aweber ti consente di personalizzare fortemente la tua vista aggiungendo / eliminando rapporti favorevoli. Mentre i dati di Aweber sono molto completi, la navigazione non è così intuitiva come in GetResponse. GetResponse si integra anche nativamente con Google Analytics, cosa che Aweber non fa.

AUTOMAZIONE ED E-COMMERCE

GetResponse ha recentemente introdotto strumenti avanzati di automazione del marketing, nonché strette integrazioni con una serie di piattaforme di e-commerce. Questo apre tutta una serie di nuove opportunità in termini di personalizzazione della posta elettronica.

Aweber offre strumenti simili ma non sono altrettanto potenti o intuitivi. Puoi taggare o segmentare gli abbonati in base alle azioni intraprese e attivare sequenze di e-mail in base a ciò. Tuttavia, il processo non è così visivo come quello di GetResponse e non è sicuramente così sofisticato.

Con GetResponse, ad esempio, puoi inviare e-mail alle persone che hanno aggiunto prodotti al carrello ma non hanno acquistato ricordando loro che ci sono articoli in attesa nel loro carrello. Puoi inviare un’e-mail ai clienti recenti o provare a riattivare i clienti che non hanno acquistato da un po ‘di tempo. Puoi persino utilizzare un costruttore di automazione visiva avanzato per creare flussi di lavoro piuttosto sofisticati:

INTEGRAZIONI

Entrambe le piattaforme offrono oltre un centinaio di integrazioni con strumenti di terze parti poiché sono state entrambe sul mercato per due decenni. Aweber vince quando si tratta del numero complessivo di integrazioni che supportano però. Se l’indisponibilità di una specifica integrazione è un problema per te, assicurati di controllare le integrazioni supportate da ciascuna piattaforma per evitare il fastidio di dover cambiare strada.

Tuttavia, non posso fare a meno di ribadire che GetResponse supporta Google Analytics immediatamente. È qualcosa che ancora non riesco a capire perché Aweber non abbia ancora fatto, anche se è già stato adottato da grandi concorrenti tra cui MailChimp e GetResponse.

IL VERDETTO

Consentitemi di affrontare ciò che è probabilmente sulla vostra testa in questo momento: perché il pregiudizio? A dire la verità, GetResponse e Aweber erano concorrenti molto vicini fino a poco tempo fa. Entrambi si sono sentiti obsoleti “una volta soluzioni dominanti”. provò pietà per entrambi e in realtà non si aspettava che nessuno di loro facesse un “ritorno”.

Aweber è migliorato molto nel corso degli anni, ma non nella misura in cui posso definire un “ritorno” nel mio libro. GetResponse mi ha sorpreso, però e da allora, mi hanno conquistato (come evidente da questo post). Tuttavia, non tutti gli arcobaleni e le farfalle, ci sono alcuni singhiozzi con GetResponse.

Il loro supporto è lento nella mia esperienza e non offrono supporto telefonico al momento della stesura di questo (mentre Aweber lo fa). I loro punteggi di consegnabilità non sono immacolati come Aweber. Le persone hanno anche subito ritardi nella consegna quando inviano e-mail. Aweber invia e-mail quasi istantaneamente.

Se non ti piace GetResponse , ti consiglio vivamente di dare un’occhiata anche a questa recensione di ConvertKit . È incredibile ma un po ‘caro, ancora un’opzione molto solida. Puoi anche leggere il nostro confronto ConvertKit vs. Aweber . Non mi piace molto MailChimp, ma li prenderei anche in considerazione su Aweber.

Spero che questo confronto sia stato utile. Quale soluzione attualmente usi e ti piace? Se stai cercando di cambiare, perché? Per favore condividi la tua opinione nella sezione commenti e fammi sapere se hai qualche domanda!

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close