Cerca

Affrontiamo le coppie di valute più volatili nel Forex Trading

Questo articolo esplora l’argomento della volatilità della valuta Forex nel suo insieme, discutendo cos’è la volatilità ? Quali sono le coppie di valute con la più alta volatilità ? in che modo la volatilità influisce sul trading in generale, come misurare la volatilità con indicatori come il Average True Range (ATR) , le fluttuazioni valutarie e altro ancora!

Coppie di valute volatili

L’incertezza derivante dal risultato a sorpresa del voto sulla Brexit nel 2016 ha provocato onde d’urto nei mercati finanziari globali . Di conseguenza, l’estate 2016 è stata un periodo instabile per il mercato Forex. Le mosse più importanti sono state in coppie Forex (FX) contenenti sterline (GBP). Le immediate scosse di assestamento del referendum sulla Brexit sono in qualche modo svanite (anche se le coppie di valute che includono GBP sono ancora fortemente influenzate dagli sviluppi delle notizie e dagli annunci riguardanti i negoziati sulla Brexit).

Ci sono molti altri fattori che influenzano anche i mercati FX. La speculazione sui tempi di ulteriori rialzi dei tassi della FED (Federal Reserve Bank) e le paure a lungo termine della debolezza economica sono cresciute di più negli ultimi anni, il che ha alimentato l’incertezza. E il più delle volte – l’incertezza è un compagno vicino alla volatilità. Ma prima di iniziare, dobbiamo essere chiari su cosa sia la volatilità, su come classificheremo le coppie di valute volatili e su come regolare le impostazioni di protezione della volatilità .

Che cos’è la volatilità?

Quando discutiamo di volatilità, stiamo discutendo di quanto si muove un prezzo in un determinato periodo di tempo. In breve, un mercato più volatile si muoverà più frequentemente in un determinato arco di tempo, rispetto a uno meno volatile. Ora, quando lo diciamo, stiamo parlando di movimenti dei prezzi, e questa può essere una delle due cose:

  1. Proporzionale
  2. Assoluto

Entrambi hanno i loro usi, vale a dire: la misura proporzionata è più utile a fini comparativi in ​​generale, e quando guardiamo specificamente le valute, può essere utile parlare in termini assoluti.Dopo tutto, gli operatori potrebbero semplicemente voler conoscere il tipico movimento di pip per un certo periodo. E ai fini del seguente confronto, usiamo questo percorso. Vedremo semplicemente quanti pip si muove ogni valuta.

Misurazione dell’indice di volatilità e dell’indicatore Forex ATR

Esistono diversi modi per misurare la volatilità, ma uno degli indicatori più noti a tal fine è il Average True Range (ATR). L’indicatore ATR è stato sviluppato da J. Welles Wilder (insieme a una raccolta di altri metodi ben noti), nel suo libro Nuovi concetti nel commercio tecnico. Wilder era un commerciante di materie prime e ATR era originariamente progettato per i mercati delle materie prime .

Nel mercato delle materie prime, esiste normalmente un intervallo di tempo tra la chiusura e la riapertura del mercato. Non è insolito vedere i prezzi delle materie prime “spalancare” all’apertura. Gapping si riferisce all’apertura a un livello diverso rispetto alla chiusura del giorno precedente. Questo è meno un problema con il mercato FX, perché le valute vengono scambiate 24 ore al giorno durante la settimana.

Tuttavia, potrebbe essere applicabile quando il mercato FX riaprirà dopo la chiusura per il fine settimana. Un mercato spalancato pone un problema al modo più semplice di misurare la volatilità: che sta osservando l’intervallo tra il massimo e il minimo per un certo periodo.

Quindi qual è il problema se la chiusura precedente era al di fuori di tale intervallo?

Bene, se ci concentriamo esclusivamente sulla gamma high-low, stiamo ignorando una certa quantità di movimento quando il mercato si apre all’apertura. La gamma reale è una misura che tiene conto di questa circostanza ed è la più grande delle seguenti:

  • Massima del periodo corrente meno bassa del periodo corrente
  • Massima del periodo corrente meno chiusura del periodo precedente
  • Basso del periodo corrente meno chiusura del periodo precedente.

Si noti che l’intervallo vero è sempre un valore positivo. Ignoriamo il segno meno se otteniamo un valore negativo dai calcoli (vedi sopra). Ma perché lo facciamo? Per quanto riguarda la volatilità, siamo interessati solo all’entità del cambiamento, non alla sua direzione. Una volta che abbiamo i nostri valori per l’intervallo reale, li usiamo per derivare ATR.

ATR è una media mobile esponenziale (EMA) di intervallo reale. La buona notizia è: ATR arriva come indicatore standard con MetaTrader 4 . I trader possono anche trarre vantaggio dall’uso del plug-in MetaTrader 4 Supreme Edition , che offre la possibilità di elencare coppie di valute altamente volatili e viene fornito con diversi altri utili indicatori che completano l’ATR.

Coppie di valute con la più alta volatilità

Un modo per misurare la volatilità di una coppia di valute consiste nell’utilizzare l’indicatore di trading ATR o Average True Range. Ad esempio, ecco un grafico dei prezzi giornalieri di EUR / GBP, con l’ATR (25) tracciato sotto di esso:

coppie di valute volatili EURGBP

Fonte: Admiral Markets MetaTrader 5 , EURGBP , Giornaliero – Intervallo di dati: dall’8 agosto 2018 al 06 novembre 2019, accessibile il 06 novembre 2019 alle 15:35 GMT. – Nota: le performance passate non sono un indicatore affidabile di risultati futuri.

Questa valuta ha attraversato periodi di elevata volatilità e bassa volatilità. Durante i periodi di elevata volatilità – quando l’indicatore ATR è al massimo – la gamma media giornaliera di scambi delle ultime venticinque barre giornaliere era di 89 pips. Considerando che, durante i periodi di bassa volatilità – quando gli indicatori ATR sono al suo livello più basso – l’intervallo di negoziazione giornaliero medio degli ultimi venticinque giorni era di soli 41 pips.

Confrontiamolo con la coppia di valute EUR / GBP:

coppie di valute volatili EURNZD

Fonte: Admiral Markets MetaTrader 5 , EURGBP , Giornaliero – Intervallo di dati: dall’8 agosto 2018 al 06 novembre 2019, accessibile il 06 novembre 2019 alle 15:35 GMT. – Nota: le performance passate non sono un indicatore affidabile di risultati futuri.

Durante i primi mesi del 2019, la lettura di ATR era piuttosto elevata, con un picco di 152 pips. La lettura più bassa fino a giugno 2019 è stata di 81 pips. Entrambi sono significativamente superiori a EUR / GBP.

Quindi, dagli esempi forniti, è chiaro che EUR / NZD si è spostato molto più di EUR / GBP durante il periodo di tempo specificato. È importante notare che la volatilità cambia nel tempo e quello che una volta era un mercato ad alta volatilità poteva trasformarsi in un mercato a bassa volatilità.

Cosa c’è di così importante sulla volatilità delle valute?

Come molte misure tecniche, ATR è qualcosa che è accaduto in passato. Viene eseguito per fare un’ipotesi plausibile su ciò che potrebbe essere probabile per il mercato in futuro. Tale pensiero probabilistico è di solito al centro di un buon commercio.

Si consiglia agli operatori:

  • Non tentare di fare previsioni specifiche sul futuro
  • Tentare di valutare le probabilità complessive di successo per le strategie a lungo termine

Naturalmente, probabilmente ora ti starai chiedendo se c’è un modo per avvertirti sui probabili periodi di maggiore volatilità. Si C’è. Uno strumento utilizzato dagli operatori è il calendario Forex . Osservando come aumenta la volatilità quando vengono pubblicati determinati report, gli operatori possono avere un’idea di quale tipo di rilasci di dati tende ad essere il motore del mercato. Ad esempio, l’US Bureau of Labor Statistics di solito pubblica i dati sull’occupazione il primo venerdì di ogni mese.

I dati sono estremamente tempestivi e storicamente ben correlati con la crescita economica. Di conseguenza, ha spesso innescato movimenti bruschi per una varietà di mercati come FX. Ma questa è solo una parte della storia: perché potrebbero esserci modelli di volatilità durante la settimana di negoziazione. Puoi studiare questo da solo per vedere come la volatilità diminuisce e scorre. Se è così, perché non leggere la nostra guida sui migliori giorni della settimana per fare trading sul Forex ? e saperne di più!

Altri modi in cui la volatilità influisce sul trading

Esistono vari modi in cui puoi usare la volatilità per guidare le tue decisioni di trading. Ad esempio, puoi utilizzare la tua misura di volatilità per cercare di normalizzare il livello di rischio che prendi con ogni operazione. Ciò comporta l’adeguamento delle dimensioni del tuo trading, in modo che sia appropriato in relazione alla volatilità del mercato.

In altre parole:

  • Più una coppia è volatile, minore è la dimensione del contratto
  • Meno una coppia è volatile, maggiore è la dimensione del contratto.

Questa mossa tenta di ridurre l’impatto della volatilità sul trading. Ma perché dovresti farlo?

Bene, immagina di utilizzare la stessa strategia su più coppie FX. È ovvio che la tua possibilità di vincere o perdere è la stessa per ogni posizione che hai, giusto? Dopotutto, una strategia vincente dovrebbe fornire profitti globali a lungo termine.

Tale risultato, genererà una sequenza di operazioni perdenti e vincenti. Ma ecco il punto: l’equilibrio di questi risultati è tutto. È fondamentale che nessuna negoziazione in perdita riduca le tue operazioni vincenti. Ciò può accadere se si verifica una perdita su una coppia di valute più volatile, quando non hai adeguato di conseguenza le tue dimensioni. L’utilità della volatilità non si ferma qui: può anche aiutarti a scegliere un mercato che si adatta meglio al tuo stile di trading .

Se sei un follower di tendenza a lungo termine, probabilmente vorrai scambiare una valuta meno volatile. Perché? Perché i mercati volatili rendono difficile mantenere una tendenza a lungo termine. I prezzi delle fruste assicureranno che ci siano momenti in cui almeno parte del tuo profitto evaporerà.

E ammettiamolo, che può essere difficile per la psicologia di un commerciante . D’altra parte, se sei un trader swing , probabilmente vuoi coppie più volatili. Diamo un’occhiata a un rapido esempio di aumento della volatilità. Abbiamo menzionato la Brexit in precedenza, perché era un esempio di estrema volatilità del mercato. Consideriamo la negoziazione in quel periodo:

La Brexit vota la volatilità del Forex

Fonte: Admiral Markets MetaTrader 5 , GBPUSD, Settimanale – Intervallo di dati: dal 25 agosto 2013 al 06 novembre 2019, accessibile il 06 novembre 2019 alle 15:35 GMT. – Nota: le performance passate non sono un indicatore affidabile di risultati futuri.

L’immagine sopra mostra un grafico settimanale della coppia di valute GBP / USD, che include l’ATR a 14 periodi tracciato al di sotto di essa. Puoi vedere quanto era instabile la coppia FX prima, durante e dopo il voto Brexit, poiché l’ATR ha raggiunto i livelli più alti nel periodo indicato. La lunga candela rossa nel mezzo è per il 24 giugno 2016, quando il mercato ha reagito all’esito del voto sulla Brexit.

Ora, ovviamente, una mossa così brusca ha spinto l’ATR a livelli molto alti, e poiché l’ATR è una media, questo ha mantenuto alto l’ATR per qualche tempo dopo. Tuttavia, noti come l’ATR stava aumentando anche prima del voto sulla Brexit? La volatilità ha effettivamente iniziato a salire un anno prima nel 2015.

A gennaio 2016 l’intervallo medio settimanale era superiore a 200 pips. Dopo il voto sulla Brexit la gamma era superiore a 480 pips.

Un’ultima parola sulla volatilità

Qualsiasi strategia completa includerà regole per:

  • Quali mercati negoziare
  • Quando negoziare mercati specifici
  • Dimensionamento della posizione
  • Gestione del rischio

La conoscenza della volatilità di un mercato può aiutare a informare la tua decisione su tutti e quattro i punti precedenti, quindi è importante. Come discusso in precedenza nell’articolo, la misurazione della volatilità dipende dal lasso di tempo su cui ci si sta concentrando. Quale periodo di tempo fornisce le informazioni più utili probabilmente dipenderà dal tipo di operatore che sei. Sarai in grado di capire cosa funziona meglio per te attraverso un processo di prova ed errore, che è meglio servito tramite un conto di trading Demo . Speriamo che questa discussione sulle coppie di valute più volatili ti aiuti ad aggiungere un’altra dimensione al tuo trading.

Conto di trading demo Forex gratuito

Informazioni su Admiral Markets

Admiral Markets è un broker Forex e CFD pluripremiato e regolamentato a livello globale, che offre trading su oltre 8.000 strumenti finanziari tramite le piattaforme di trading più popolari al mondo: MetaTrader 4 e MetaTrader 5. Inizia a fare trading oggi !

Questo materiale non contiene e non deve essere interpretato come contenente consigli di investimento, raccomandazioni di investimento, un’offerta o sollecitazione per qualsiasi transazione in strumenti finanziari. Si prega di notare che tale analisi di trading non è un indicatore affidabile per qualsiasi performance attuale o futura, poiché le circostanze possono cambiare nel tempo. Prima di prendere qualsiasi decisione di investimento, è necessario rivolgersi a consulenti finanziari indipendenti per assicurarsi di comprendere i rischi .

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close