Cerca

8 passaggi per il recupero della penalizzazione di Google per salvare il tuo blog

Evita una sanzione di Google se puoi, ma questi otto passaggi ti aiuteranno a recuperare il tuo traffico di ricerca se succede

L’attività di Google sta classificando i siti Web nella sua ricerca per aiutare a rispondere alle domande. La speranza è che facendo questo meglio di chiunque altro, molte persone useranno Google su cui potranno quindi vendere annunci pubblicitari.

Ciò porta a una sgradevole collaborazione tra Google e tutti coloro che producono contenuti che desiderano classificare nella ricerca di Google. Google ha bisogno che tu continui a rispondere alle domande con i tuoi contenuti. Vuoi raggiungere l’ambita posizione n. 1 su Google.

Se arrivi sulla prima pagina di ricerca in base ai tuoi contenuti, va bene. Se fai qualcosa che potrebbe mettere a repentaglio i 26 miliardi di dollari che la società guadagna ogni tre mesi manipolando le sue classifiche di ricerca … il tuo sito potrebbe essere prossimo a subire una penalità di Google.

Le sanzioni di Google sono comuni nel mondo dei blog, anche i blog di grandi dimensioni e legittimi vengono colpiti ogni tanto. Che la sanzione sia giustificata o meno, sapere come recuperare da uno significherà il futuro del tuo blog.

Che cos’è una sanzione di Google?

Google utilizza fattori in loco e fuori sede per classificare le pagine . Ha una montagna di dati e diventa “più intelligente” quando qualcosa non sembra del tutto giusto. Per Google, ciò significa quando qualcuno sta cercando di potenziare artificialmente un contenuto nella ricerca.

Se Google sospetta che tu stia cercando di fare qualcosa per manipolare la sua piattaforma di ricerca, punirà la tua pagina o anche l’intero blog svalutando le tue classifiche. Potrebbe persino togliere completamente il tuo blog dai risultati di ricerca.

Questo viene fatto più spesso automaticamente con uno dei due algoritmi, chiamato Penguin e Panda. Questi due programmi eseguono la scansione del Web, analizzando i fattori in loco e fuori sede. Sono come le forze di polizia di Google.

Google cambia ciò che percepisce come manipolazione. Una strategia che funziona un giorno può essere vista come incerta il prossimo e inaccettabile entro pochi anni. Quando Penguin è stato rilasciato nel 2012, ha raggiunto più di uno su 10 risultati di ricerca e cancellato del tutto alcuni siti Web.

Diversi tipi di sanzioni di Google che potrebbero danneggiare il tuo blog

Se il tuo sito riceve una sanzione di Google, sarà automatico o manuale. Le azioni manuali saranno annunciate sulla tua Google Search Console. Le penalità automatiche si verificheranno quando uno degli algoritmi di Google rileva attività sospette sul o indirizzate al tuo sito.

cos'è una sanzione per googleLe penalità di Google Panda riguardano l’usabilità e la qualità del tuo sito. Negli ultimi anni Google ha progressivamente spostato la propria preferenza verso i dispositivi mobili e sta “convincendo” i proprietari di siti Web a fare altrettanto. Se il tuo blog non viene mostrato bene sui dispositivi mobili o hai un pop-up che blocca lo schermo all’entrata, Panda ti troverà … e danneggerà le tue classifiche di ricerca.

Le penalità di Google Penguin riguardano fattori esterni al sito come i collegamenti che arrivano al tuo blog e i modi in cui usi l’ottimizzazione su pagina. Queste sono alcune delle sanzioni più comuni che vedo, in particolare per i link acquistati e spam.

Come sapere se sei stato colpito da una sanzione di Google

Le penalità manuali sono facili da vedere. Riceverai un messaggio in Search Console e potrai richiedere la revoca della sanzione dopo aver apportato le modifiche.

Sono le penalità automatiche di cui devi preoccuparti. Fatti colpire da uno di questi e non c’è nessuno da chiamare, nessuno che ti dirà perché sei stato colpito o se sei stato colpito.

Le penalità automatiche attraverso uno degli algoritmi di Google mostreranno solo un enorme calo del traffico di ricerca, forse anche a nessun traffico.

Mentre Google non ti parlerà di una sanzione automatica, ci sono alcuni indizi:

  • Se il tuo sito web non è classificato per il suo nome, in particolare un nome di dominio univoco, probabilmente sei stato colpito.
  • Le parole chiave più classificate che in precedenza occupavano una posizione # 1- # 5 cadono alla pagina due o tre entro un mese.
  • Ricerca nel sito di Google: [tuodominio.com] non trova risultati di ricerca
  • Vedi un calo di oltre la metà del traffico di ricerca nel corso di un mese

Vedo anche molti blogger interpretare erroneamente un calo del traffico di ricerca per una sanzione di Google. Una penalità non è solo un calo del traffico, è una scogliera importante. Vedere il tuo traffico di ricerca scendere dal 20% al 30% in pochi mesi è doloroso ma probabilmente non è una penalità. Più spesso, è solo che non hai fatto tanto per mantenere le tue classifiche di ricerca come concorrenti.

Come recuperare il traffico dopo una penalità di Google

come google recupero penalitàRecuperare da una penalità di Google significa innanzitutto capire come hai fatto incazzare la ricerca degli dei. Proprio come gli dei della mitologia greci, ci sono innumerevoli slights che potrebbero penalizzare il tuo blog ma alcuni si distinguono come i più comuni.

  • Pagare qualcuno per mettere un link al tuo blog sul loro sito.
  • Ottenere molti collegamenti da un sito e dare a quello stesso sito molti collegamenti in un breve periodo di tempo.
  • Molte pagine reindirizzano a una pagina 404.
  • Hai o ottieni molti link in entrata da siti di bassa qualità e spam, tra cui directory, porno, giochi d’azzardo, link farm e siti in altre lingue.
  • Stai nascondendo contenuti o collegamenti sul tuo sito Web, ad esempio la visualizzazione in un colore che corrisponde allo sfondo in modo che i lettori non lo vedano.
  • Ci sono molti collegamenti interrotti che puntano a 404 pagine sul tuo sito.
  • Duplica i contenuti di altri siti per pubblicarli da soli senza collegarti all’originale.
  • Usi eccessivamente il testo di ancoraggio quando punti i link al tuo sito.
  • Hai collegamenti di affiliazione in tutto il tuo sito che sono seguenti.
  • Stai collegando a siti sospetti o di bassa qualità

La verifica di questi fattori e la correzione di errori comuni di blogger possono richiedere fino a un mese, ma possono aiutarti a recuperare alcune delle tue classifiche di ricerca.

  1. Controlla i tuoi collegamenti in entrata per vedere chi punta al tuo sito. Hai raccolto molto tutto in una volta? Provengono da siti di bassa qualità con un’autorità di dominio inferiore a 15 anni o da siti in un’altra lingua?
  2. Crea un file di disavow e carica su Google Search Console. I nuovi aggiornamenti di Penguin “presumibilmente” aiutano a capire che i link in entrata spam potrebbero non essere colpa tua ma l’algoritmo non è perfetto. Non hai nulla da perdere dicendo a Google quali link non devono essere conteggiati contro di te.
  3. Se ci sono collegamenti da fonti ovviamente cattive, ad esempio fattorie porno, di gioco d’azzardo o di link, puoi contattare l’e-mail per richiedere la rimozione del link.
  4. Esegui un controllo dei contenuti del tuo sito . Questo ti mostrerà lo stato delle tue pagine e di eventuali pagine spezzate. Sarai anche in grado di vedere quali pagine sono classificate, link in entrata e come migliorare i post per classificare più in alto.
  5. Rivedi e rivedi il contenuto del problema. Attraverso il tuo controllo, troverai pagine con dati terribili sull’esperienza utente come alte frequenze di rimbalzo e tempi di attesa bassi sulla pagina. Potrebbero non essere la causa di una sanzione, a meno che l’intero sito non contenga contenuti molto sottili, ma ti farai un favore migliorandoli o eliminandoli del tutto.
  6. Controlla la percentuale di testo di ancoraggio sui collegamenti in entrata. Non è naturale avere più del 10% dei collegamenti in entrata con lo stesso testo di ancoraggio, tranne quando è il tuo nome di dominio.
  7. Controlla i collegamenti non funzionanti sul tuo sito con il plug-in di controllo dei collegamenti non funzionanti.
  8. Assicurati di seguire tutti i link di affiliazione, i link di Amazon e i link a siti Web non correlati che non aggiungono informazioni al tuo post.

Il recupero da una sanzione di Google non è sempre una cosa certa anche dopo aver preso il tempo per correggere le cattive pratiche sul tuo sito. Ho sentito di persone che hanno recuperato il loro precedente traffico di ricerca in un mese e ho sentito altri che non si erano ancora ripresi dopo più di un anno. Il meglio che puoi fare è attenersi al marketing dei contenuti di qualità e alle tattiche SEO ed evitare una sanzione in primo luogo.

Open

info@ibdi.it

Close