Cerca

7 suggerimenti comprovati per creare Post sul Blog che convertono in modo incredibile

I tuoi post sul blog non vengono convertiti come vorresti? Vuoi conoscere i segreti di come scrivere un post sul blog che converte? In questo articolo, condivideremo 7 suggerimenti che ti aiuteranno a scrivere un post sul blog che converte.

Vedi, la maggior parte delle persone che visitano il tuo post sul blog di solito se ne vanno senza leggerlo fino in fondo.

E la parte peggiore è che una percentuale ancora maggiore di persone che vede il tuo blog postare qualsiasi piattaforma di social media che usi non ci fa nemmeno clic .

Hai davvero solo 2-3 secondi per attirare l’attenzione dell’utente, convincerli a fare clic e in realtà leggere il tuo post sul blog.

Quindi, come fai ad assicurarti che i tuoi sforzi di content marketing non vadano persi? Bene, segui questi 7 suggerimenti e ti promettiamo che ti aiuterà a scrivere post sul blog che convertono.

Nota: se sei  completamente nuovo di zecca in tutto questo e non hai ancora un blog, non preoccuparti. Ecco un articolo killer che ti aiuterà a iniziare il tuo blog in 7 semplici passaggi.

1. Conosci il tuo pubblico

conosci il tuo pubblico

Prima di iniziare a scrivere, è fondamentale sapere chi è il tuo pubblico e cosa stanno cercando.

Invece di indovinare ciò di cui il tuo pubblico ha bisogno o desidera, prova a prendere decisioni basate sui dati facendo ricerche di settore e analisi della concorrenza.

Sembra complicato? Non lo è davvero.

Ci sono tonnellate di risorse là fuori che puoi usare per rendere la vita più facile. Di seguito alcuni dei nostri preferiti:

KeywordTool.io : questo è uno strumento gratuito che puoi utilizzare per vedere quali sono alcune delle parole chiave più popolari ricercate dagli utenti nel tuo settore.

Ricerca avanzata Twitter :  digita semplicemente la tua parola chiave e seleziona il filtro “domande” e ti mostrerà tutte le domande che stanno ponendo le persone nel tuo settore.

Quora : un’ottima risorsa per trovare domande poste dalla gente del tuo settore.

SEMRush : sebbene sia uno strumento a pagamento, funziona estremamente bene e ti consente di spiare i tuoi concorrenti e rubare le loro idee migliori.

E nel caso in cui stiate esaurendo le idee per i post di blog, abbiamo creato un elenco di 103 idee per post di blog e 73 tipi di post di blog che hanno dimostrato di funzionare.

2. Scrivi titoli convincenti

Titoli avvincenti

Se non hai un titolo convincente, allora ci sono ottime possibilità che il tuo post sul blog non venga letto o condiviso.

Come umani, siamo superficiali. Giudichiamo un libro dalla copertina e un post sul blog dal titolo.

Ecco perché il titolo del tuo post sul blog è cruciale per il successo di quell’articolo.

Ti consigliamo di eseguire il tuo titolo attraverso l’ analizzatore di titoli EMV per trovare il valore di marketing emotivo del tuo titolo.

È inoltre possibile utilizzare lo strumento di analisi dei titoli di IsItWP che fornisce anche suggerimenti su come migliorare il titolo.

Contenuti correlati: 13 migliori siti di blog nel 2020: qual è la scelta giusta per te?

3. Aggiungi sottotitoli e paragrafi più brevi per suddividere la pagina

Sottotitolo e formattazione

La formattazione è estremamente importante per i post sul blog. Non c’è niente di peggio che leggere un post sul blog che è solo un paragrafo gigante.

Il più delle volte le persone sfogliano il contenuto prima di decidere di leggerlo, quindi consigliamo sempre di suddividere il tuo articolo con i sottotitoli.

Qualunque cosa tu possa fare per rendere più semplice la vista agli utenti, li aiuterà a leggere il tuo post sul blog (e ad intraprendere l’azione che desideri).

Un altro suggerimento veloce è usare paragrafi più brevi per aiutare i tuoi lettori a farsi strada nel tuo post.

In OptinMonster, potresti aver notato che tendiamo a spezzare ogni paragrafo ogni poche righe circa. Ecco un esempio di uno dei nostri post sull’ottimizzazione dell’eCommerce:

Esempio tratto dal post del blog OptinMonster per mostrare che non utilizziamo blocchi di testo

Nota quanto sono piccoli i blocchi di testo. Di solito, ci atteniamo a 2-3 righe di testo, forse a 4 se qualcosa ha davvero bisogno di spiegazioni.

Facciamo questo per aiutare i nostri lettori ad assorbire tutte le informazioni che arrivano nel minor tempo possibile.

Ricorda, non tutti i tipi di contenuto sono creati uguali. A volte vuoi leggere un libro, quindi molto blocco di testo va bene. Ma i post sul blog sono diversi. Sono progettati per fornire informazioni di alta qualità e mirate in breve tempo.

In altre parole, sappiamo che il nostro pubblico non è seduto a leggere Guerra e Pace . Vogliono sapere come guidare il traffico, convertire i lead e aumentare le loro entrate.

E vogliono tutte quelle informazioni ieri.

Quindi, organizza le tue idee attraverso i sottotitoli e mantieni i tuoi paragrafi brevi per aiutare il tuo lettore ad assorbire più informazioni in meno tempo.

A volte puoi anche fare un passo oltre i brevi paragrafi, il che ci porta al nostro prossimo consiglio …

4. Utilizzare i punti elenco

Le persone tendono a sfogliare i post del blog prima di decidere di leggerlo. Ciò significa che devi assicurarti di evidenziare le tue migliori informazioni. In questo modo, possono vedere rapidamente che il tuo post vale la pena.

A parte i sottotitoli, gli elenchi puntati sono perfetti perché sono molto facili da sfogliare.

Ecco alcuni suggerimenti che utilizziamo per scrivere punti elenco che le persone leggeranno effettivamente:

  • Esprimi chiari vantaggi. Pensa ai proiettili come mini-titoli.
  • Mantieni i tuoi proiettili simmetrici. 1-2 righe ciascuno.
  • Evitare il disordine dei proiettili. Non scrivere paragrafi in punti elenco.
  • Ricorda che i proiettili non sono frasi. Sono proprio come titoli.

Ancora una volta, le persone non vengono ai post sul blog per leggere tranquillamente la spiaggia. Vogliono informazioni specifiche e non vogliono lavorare per ottenerle.

I punti elenco sono un modo eccellente per nutrire il pubblico in modo tale da farli tornare di più.

5. Aggiungi immagini

Cervello con colori

Il cervello umano elabora i contenuti visivi molto più velocemente dei contenuti testuali. Ecco perché l’aggiunta di immagini accattivanti può aiutarti a migliorare il tuo coinvolgimento.

Ci sono tonnellate di fantastiche risorse gratuite per trovare immagini royalty-free di alta qualità .

Ma onestamente, probabilmente faresti meglio a scattare le tue foto o creare le tue immagini. Le foto d’archivio sono fantastiche quando sei in difficoltà (e di sicuro le usiamo di tanto in tanto!), Ma non sono super personali.

Per OptinMonster, utilizziamo anche Shutterstock , un sito di foto d’archivio premium. Questo ci consente di creare immagini personalizzate per l’immagine in primo piano del nostro post:

Esempio di un'immagine in primo piano

O per creare immagini interessanti per spezzare il testo nel nostro articolo (come l’immagine sotto il nostro prossimo consiglio, per esempio?).

6. Ottimizza per SEO

SEO a pagina

 

Nel mondo dei blog, SEO può essere complicato. Da un lato, non dovresti mai mettere SEO sull’esperienza del tuo utente (UX). D’altra parte, non dovresti nemmeno ignorare la SEO .

L’obiettivo è trovare l’equilibrio.

La verità è che le ricerche organiche su Google generano un’enorme fetta del traffico per la maggior parte dei siti Web. OptinMonster incluso.

Se vuoi massimizzare il tuo posizionamento SEO, ti consigliamo vivamente di ottimizzare il tuo post sul blog per importanti fattori di posizionamento SEO .

Di seguito sono riportati alcuni dei suggerimenti che seguiamo:

  • Aggiungi un titolo meta appropriato
  • Aggiungi una meta descrizione corretta
  • Ottimizza per parole chiave mirate
  • Utilizza la variazione della parola chiave correlata
  • Aggiungi alt-text alle tue immagini
  • Incorpora collegamenti interni ad altri tuoi contenuti

Per maggiori dettagli, dovresti dare un’occhiata a questo elenco di controllo di post di blog in 14 punti da utilizzare prima di pubblicare.

7. Aggiungi un chiaro invito all’azione

Nello spirito di salvare il meglio per ultimo, ecco il nostro ultimo suggerimento per scrivere un post sul blog che converte: aggiungi un chiaro invito all’azione .

Che si tratti di chiedere ai tuoi lettori di lasciare un commento, condividere il tuo post sul blog, seguirti sui social media o acquistare il tuo prodotto, assicurati di dichiarare chiaramente cosa vorresti che facessero.

Un buon invito all’azione è qualcosa che è facilmente distinguibile e si distingue.

Di solito, per i tuoi post sul blog, l’invito all’azione chiederà ai lettori di condividere i loro contenuti se gli piace quello che leggono.

Se segui il blog di OptinMonster, probabilmente avrai notato che è così che finiamo la maggior parte degli articoli. L’invito all’azione è simile al seguente:

Esempio di fine di un post sul blog optinmonster

Se i tuoi contenuti sono stellari, la maggior parte dei lettori sarà entusiasta di condividerli. E se il tuo prodotto è fantastico, molte persone saranno felici di acquistarlo.

Ma per farli fare entrambi, devi chiedere!

Catturare ancora più lead

Se segui i 7 suggerimenti sopra elencati, siamo sicuri che vedrai molte più conversioni rispetto a prima. Ma ecco la cosa:

Più non significa sempre di più .

E se stai cercando di ottenere il maggior numero di  conversioni, ti consigliamo di investire in software di ottimizzazione delle conversioni.

Ora, per essere onesti, questa è la specialità di OptinMonster . Ciò significa che siamo un po ‘di parte.

Pensiamo che la chiave per ottenere conversioni sia creare campagne mirate progettate per catturare l’attenzione dei tuoi lettori e far crescere la tua mailing list . Da lì, puoi coltivare i tuoi contatti e costruire una base fedele di clienti per tutta la vita.

La verità è che convertire i lettori con un post sul blog è come cercare di riparare un tubo rotto con del nastro adesivo. Puoi sicuramente farlo. E può sicuramente funzionare.

Ma non è lo strumento migliore per il lavoro e sei obbligato a vedere alcuni cavi che scivolano attraverso le fessure.

Pertanto, sia che tu decida di utilizzare OptinMonster o un altro strumento di ottimizzazione delle conversioni di tua scelta, ti consigliamo al 100% di eseguire tutte le operazioni per massimizzare le conversioni .

Hai qualche asso nella manica per l’utilizzo dei blog per convertire il traffico? Se è così, ci piacerebbe sentirne parlare!

Contattateci su Facebook o Twitter e fateci sapere cosa funziona per voi. Oppure vai sul nostro canale Youtube per altri tutorial utili.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close