Cerca

7 modi creativi per raccogliere e-mail senza essere uno spammer

L’hai già sentito, ma lo ripeteremo qui: per ogni $ 1 speso per l’email marketing, puoi aspettarti un ritorno medio di $ 32 :

E-mail-marketing-roi

In poche parole: devi convincere le persone a darti i loro indirizzi email.

Naturalmente, questo è spesso più facile a dirsi che a farsi. I consumatori in questi giorni sono esperti. Non si limiteranno a consegnare le chiavi della loro casella di posta senza una buona ragione – e inviarle spam per sottometterle non porterà a termine il lavoro.

Se sei seriamente intenzionato a far funzionare l’email marketing per te, ecco sette modi creativi per raccogliere indirizzi email senza essere spam.

Strategia n. 1: convincere le persone a “far girare la ruota”

Potresti aver visto i pop-up “gira la ruota” su vari siti Web (sia Neil Patel che io li abbiamo usati). Il succo è che ai visitatori del sito web viene data la possibilità di girare una ruota – lo stile Price Is Right – per richiedere un coupon o un altro incentivo:

modello di ruota blu

Secondo OptinMonster , i produttori della ruota nella foto sopra:

“È noto che le attivazioni gamificate trasformano i tassi di conversione del 2-3% in tassi di conversione del 30% o più”.

Ciò li rende un’ottima opzione per acquisire indirizzi e-mail, se li usi correttamente. Per i migliori risultati:

  • Offri qualcosa di veramente utile. Anche la nuova tecnologia brillante non sarà sufficiente per ispirare gli opt-in se i bonus non ne valgono davvero la pena.
  • Utilizza la tecnologia che consente più risultati. Poiché le promozioni “gira la ruota” sono nuove e divertenti, aspettati che alcuni visitatori tornino al tuo sito e inseriscano più indirizzi email per vedere se riescono a ottenere un incentivo migliore. Se ottengono lo stesso risultato ogni volta, potrebbero perdere la fiducia in te.
  • L’offerta può eliminare i lead di bassa qualità. Ad esempio, quando abbiamo utilizzato una ruota sul nostro sito, abbiamo offerto il 100% di sconto sulle nostre offerte educative. Abbiamo scoperto che quando le persone vincevano un corso gratuito, il valore percepito del corso diminuiva e che i lead di alta qualità si perdevano perché tutti stavano approfittando dell’affare. Quando l’abbiamo cambiato in un buono sconto del 25%, solo i lead di alta qualità – che potevano permettersi i nostri corsi e servizi, ma avevano solo bisogno di una piccola spinta – hanno effettivamente acquistato.

Come ogni altra cosa, gli opt-in “gira la ruota” valgono un test. Non dare per scontato che risolveranno tutti i tuoi problemi di acquisizione della posta elettronica. Ma se crearne uno è appropriato per il tuo marchio, mettine uno sul tuo sito web e guarda cosa ti dicono i risultati.

Immergiti più in profondità: 

Strategia n. 2: utilizzare segnali visivi per aumentare il coinvolgimento della casella di partecipazione

Non importa quale sia la tua offerta o cosa offri ai visitatori del sito web in cambio dei loro indirizzi e-mail, il tuo meccanismo di attivazione deve essere visivamente distinto dal resto del testo. Altrimenti, rischi che i visitatori lo perdano mentre scansionano le tue pagine.

In passato, i copywriter usavano comunemente caselle gialle per separare le informazioni importanti da altri testi. Ecco un esempio:

Magnete al piombo giallo

Detto questo, questa strategia esiste da un po ‘di tempo, il che significa che potrebbe non essere efficace come una volta. Ciò non significa che non dovresti assolutamente impostare il tuo meccanismo di attivazione. Significa solo che devi testare diversi segnali visivi per vedere quali varianti ti aiutano a catturare il maggior numero di indirizzi email, come ad esempio:

  • Utilizzando una scatola di un colore diverso
  • Testare diversi bordi della scatola
  • Aggiunta di immagini (immagini fotografiche o illustrazioni)
  • Incorporando frecce o altri segnali direzionali nel tuo progetto
  • Testare varie opzioni di pop-up

Ecco un esempio con un’immagine:

Nuovo magnete al piombo

La combinazione giusta per te non sarà la stessa di quella giusta per un altro sito web. Prova le varianti finché non sei sicuro che i tuoi visitatori non perdano la tua offerta.

Approfondisci: i 10 migliori servizi di email marketing

Strategia n. 3: pubblicare un lead magnet

Alcune persone chiamano questa strategia un “aggiornamento dei contenuti”, ma fondamentalmente stai già producendo ottimi contenuti. Perché non produrre un po ‘di più  magari una guida approfondita o qualcosa che offra un valore aggiuntivo  e poi renderla disponibile solo a coloro che aderiscono?

Ecco come Brian Dean ha usato un magnete al piombo in un post sull’uso dei magneti al piombo (molto intelligente!):

Screenshot 2019 05 01T104751.552

Il suo articolo completo è estremamente prezioso. Ma i lettori interessati possono ancora impegnarsi ulteriormente scegliendo di scaricare la sua “lista di controllo passo passo”, che non è disponibile al grande pubblico.

Questo è solo un modo in cui potresti creare un magnete guida. Potresti anche:

  • Blocca metà del tuo articolo originale e chiedi ai lettori di accettare di completarlo (chiamato anche contenuto gated)
  • Regala un video bonus che integra il contenuto dell’articolo
  • Condividi modelli gratuiti che aiutano i lettori a mettere in atto l’argomento (ad esempio, offriamo modelli di email freddi e un foglio di lavoro per l’imbuto di marketing)
  • Espandi l’argomento scelto a un livello più alto di quello appropriato per tutti i lettori

Al momento, i tipi di lead magnet che funzionano meglio per noi includono lead magnet “stile grattacielo” (ad esempio “400 lezioni di business dai migliori imprenditori della Silicon Valley”) e liste di controllo (come il nostro foglio di lavoro Marketing Funnel, che puoi accedi qui ).

Come per la promozione “gira la ruota” descritta sopra, il valore del tuo magnete guida deve valere il costo percepito dell’attivazione. Molti professionisti del marketing consigliavano di regalare e-book come magnete guida, ad esempio, ma in questi giorni quella strategia è così abusata  e la qualità di molti magneti al piombo e-book è diventata così bassa  che la maggior parte dei visitatori vede pochissimi incentivi ad aderire.

Tutto torna a valore. Prova le diverse strategie sopra quando scegli il tuo magnete guida. Quando vedi un picco nelle tue attivazioni e-mail, saprai di aver centrato l’omaggio giusto.

Immergiti più in profondità:

Strategia n. 4: condividere graziosi collegamenti attraverso i mezzi

Questo suggerimento potrebbe non essere applicabile se pubblichi solo contenuti sul tuo sito web. Ma diciamo che fai podcast tour o eventi come Neil e io, o se fai collaborazioni video o articoli per ospiti con altri siti web. Quando sei su mezzi diversi, quello che puoi fare è creare un collegamento “carino” che sia facile da ricordare.

Diciamo che Neil avvia il suo podcast chiamato “The Neil Show” e io finisco per parteciparvi come ospite. Anziché limitarmi a dire alle persone di trovarmi online, potrei offrire loro una promozione speciale ospitata da un link memorabile come “SingleGrain.com/TheNeilShow”.

Dietro le quinte, utilizzerei uno strumento come il plugin WordPress Pretty Link per impostare un collegamento occultato a quell’URL. In questo modo, quando le persone lo attraversavano, non solo potevo mostrare loro una promozione speciale e mirata nascosta dietro un modulo di attivazione, ma potevo anche utilizzare il collegamento per tenere traccia del numero di attivazioni ottenute da quella particolare apparenza. Questo mi aiuterebbe a capire dove voglio dedicare il mio tempo in futuro per ampliare ulteriormente la mia lista.

Ancora una volta, non è spam, perché, in teoria, sto utilizzando questo collegamento per offrire ai nuovi visitatori qualcosa di veramente prezioso. Di cosa si tratta esattamente dipenderà da con chi sto parlando e di cosa ha bisogno il loro pubblico, ma sarò sempre concentrato sulla guida con valore.

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

Strategia n. 5: offrire ai potenziali clienti un’analisi di marketing personalizzata

Se vai sul sito di Neil adesso, vedrai due cose. Per prima cosa, vedrai il promo “Gira per vincere” che ho descritto in precedenza nell’angolo a sinistra. Ma vedrai anche il suo principale consenso, che ti chiede di inserire il tuo URL per un’analisi del sito web personalizzata:

Screenshot 2019 05 01T110505.606

Se inserisci l’URL del tuo sito web, il programma analizza i numeri dietro le quinte per rivelare vari dettagli sulla SEO e sulla presenza sui social del tuo sito web.

Una volta completato, vedrai una schermata come quella di seguito che ti invita a inserire le tue informazioni per ricevere assistenza nella risoluzione dei problemi rilevati dallo strumento:

Screenshot 2019 05 01T110728.007

È un’ottima opzione di partecipazione, perché dimostra immediatamente il valore della condivisione delle informazioni. Lo strumento ha identificato problemi di marketing che Neil può aiutare con! Perché non compili il modulo per far crescere la tua attività?

Ovviamente, impostare qualcosa di simile è più complicato che far cadere una ruota girevole o un magnete guida nelle tue pagine. Probabilmente dovrai assumere uno sviluppatore per creare il tuo strumento personalizzato. Ma una volta impostato, potresti scoprire che è uno degli opt-in con la maggiore conversione sul tuo sito.

Immergiti più in profondità:

Strategia n. 6: costruisci una calcolatrice aziendale o di marketing

In una nota correlata, se non vuoi dedicare tutto lo sforzo alla creazione di uno strumento di analisi personalizzato, puoi utilizzare un servizio come Outgrow per creare un calcolatore interattivo per il tuo sito web.

Supponi di essere un’agenzia di marketing. Un modo per raccogliere gli opt-in sul tuo sito è creare un calcolatore che aiuti i visitatori del sito a calcolare il ROI delle loro attuali campagne. Le persone adorano i contenuti interattivi e, è probabile che, se sono disposti a passare attraverso il processo di input dei dati richiesto dalla calcolatrice, saranno disposti a darti anche il loro indirizzo email.

Outgrow offre un calcolatore del ROI come uno dei suoi modelli standard, ma puoi anche creare il tuo calcolatore, in base alle tue specifiche:

Screenshot 2019 05 01T111253.135

Strategia n. 7: utilizzare MobileMonkey per acquisire indirizzi e-mail

Ho parlato di MobileMonkey prima  una piattaforma di marketing Facebook Messenger che lo rende facile da chatbots creare ed eseguire la commercializzazione automazioni senza scrivere una riga di codice:

MobileMonkey

Ma ciò che rende lo strumento così potente non è solo il fatto che puoi usarlo per convincere i potenziali clienti a chattare con te su Facebook Messenger. Puoi anche usarlo per convincere le persone a darti i loro indirizzi e-mail, rendendolo un affare due per uno per le aziende che hanno bisogno di aumentare il loro pubblico su entrambe le piattaforme.

Cosa fare dopo aver acquisito gli indirizzi e-mail

Le sette strategie sopra descritte ti aiuteranno a inserire gli iscritti alla posta elettronica nella tua lista senza correre il rischio di essere visto come spam dal tuo pubblico.

Ma se non hai un piano per quello che farai con gli indirizzi e-mail dopo averli acquisiti, qual è il punto di utilizzare queste strategie in primo luogo?

Non è garantito che l’email marketing offra quel ritorno di $ 32 su ogni $ 1 di spesa. In effetti, i tuoi numeri potrebbero essere molto più bassi se non gestisci in modo proattivo il tuo elenco. Ecco solo alcuni suggerimenti da tenere a mente:

Prova, prova e riprova

In teoria, ogni persona che opta per la tua lista di posta elettronica dovrebbe essere immediatamente indirizzata lungo un percorso verso un maggiore coinvolgimento con la tua attività. Quel flusso di lavoro sarà molto diverso da un’attività all’altra, ma potrebbe comportare:

  • Condivisione dei tuoi contenuti più recenti con gli abbonati non appena vengono pubblicati
  • Contenuti web dinamici e personalizzati (come la presentazione di abbonati su diversi prodotti o servizi, in base al loro comportamento o al coinvolgimento passato con la tua azienda)
  • Chiedere rinvii ad altri potenziali contatti

L’unico modo per sapere quali messaggi saranno più efficaci per il tuo pubblico è testare diverse opzioni. Proprio come fai un test A / B sul tuo sito web , assicurati di testare sia i messaggi che invii agli iscritti sia il modo in cui li invii.

E questo non significa solo testare i messaggi trasmessi. Il sondaggio sullo stato della posta elettronica di Litmus 2018 ha  rilevato che:

  • Il 39% dei marchi non verifica mai o raramente A / B la trasmissione e le e-mail segmentate.
  • Il 65% dei marchi non verifica mai o raramente A / B le proprie e-mail automatizzate.
  • Il 76% dei marchi non verifica mai o raramente A / B le proprie email transazionali.

Assicurati di testare ogni diverso tipo di messaggio che invii, nonché i trigger e le regole di segmentazione che utilizzi per inviarli.

Immergiti più in profondità:

Segmenta e personalizza

Ho già parlato molto dell’importanza della segmentazione e della personalizzazione su questo blog, ma solo per dirlo a casa, tieni presente che, secondo ActiveTrail :

  • Quasi tre quarti dei professionisti del marketing riferiscono che i messaggi mirati e la personalizzazione delle e-mail migliorano il coinvolgimento dei clienti.
  • È stato dimostrato che le e-mail personalizzate forniscono tassi di transazione sei volte superiori rispetto alle e-mail non personalizzate.
  • Oltre il 90% dei consumatori ha acquistato almeno un prodotto o servizio come risultato di una campagna e-mail.

Otterrai risultati migliori dalle tue campagne di email marketing quando sarai più sicuro di inviare il messaggio giusto all’abbonato giusto al momento giusto.

Probabilmente hai visto questo effetto in azione tu stesso. Se ti sei mai iscritto a un elenco perché i messaggi che stavi ricevendo non erano pertinenti ai tuoi interessi o bisogni, sai perché la segmentazione e la personalizzazione sono importanti. E con strumenti come Segment e Hull sul mercato, semplicemente non ci sono scuse per inviare messaggi irrilevanti.

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

Sviluppare la propria strategia di partecipazione

Se non stai utilizzando le strategie che ho descritto sopra, scegli quella che ti sembra più interessante (e più rilevante per il tuo marchio) e provala. Ma tieni presente che questo elenco non è completo. Ci sono molte altre strategie di opt-in là fuori, quindi se queste non sono adatte o se non producono risultati per te, non scoraggiarti.

Fai i tuoi compiti. Scegli un’altra strategia di attivazione da testare. Continua, perché non appena trovi la giusta combinazione di meccanismo di attivazione e offerta per il tuo pubblico, sarai in grado di sfruttare gli enormi vantaggi che l’email marketing ha da offrire.

Open

info@ibdi.it

Close