Cerca

7 esempi di contenuti narrativi (Storytelling Content) che è possibile utilizzare nelle tue campagne di marketing

Le aziende di successo si basano su storie efficaci. Alla gente piace vedere, leggere o ascoltare storie perché crea una connessione umana basata sull’empatia.

I migliori marketer del mondo sfruttano il potere dello storytelling per migliorare i tassi di branding e conversione. Che cosa hanno a che fare le storie con il marketing? Bene, le persone ricordano storie 22 volte più dei soli fatti e cifre e, quindi, la narrazione può aumentare i tassi di conversione di un significativo 30%. In effetti, Neil Patel ha affermato che “il 62% dei marketer B2B ha valutato lo storytelling come una tattica efficace di marketing dei contenuti”:

Storytelling-Stats

ISCRIVITI ALLE NOSTRE MAILING LIST PER IMPARARE TRUCCHI MAI VISTI SUL MARKETING, SEO E GUADAGNO ONLINE!

Tuttavia, molte aziende non hanno alcun tipo di storytelling nella loro strategia di marketing  – che senza dubbio ha un impatto diretto sul ROI delle loro campagne di marketing.

In questo articolo, ti aiuterò a capire cos’è lo storytelling, perché è importante per il marketing e quali sono alcuni dei modi migliori per commercializzare la tua attività attraverso brillanti campagne di storytelling.

Fai clic qui per scaricare subito la tua guida gratuita!

Che cos’è lo storytelling?

Una storia è un “racconto di persone o eventi immaginari o reali raccontati per divertimento” e la narrazione è semplicemente l’arte di condividere un messaggio sotto forma di una storia.

Il cassiere trasmette un messaggio per connettersi con altre persone (in questo caso, il pubblico di destinazione). Il messaggio include un protagonista più un numero di altri personaggi, una trama centrale, alcuni conflitti o ostacoli, un tema (un’idea che ricorre in tutto) e un arco narrativo. Se pensi alle fiabe classiche, erano fiabe magiche che incarnavano tutti questi punti e cercavano sempre di dare una lezione al lettore o all’ascoltatore (spesso ai bambini).

Quindi, in sintesi, una buona storia dovrebbe essere:

  • Contagioso
  • Facile da capire
  • Emotive
  • Credibile (a meno che non sia una fiaba o un film di Quentin Tarantino)
  • Utile
  • Inspiring
  • inclusivo

Nelle parole della National Storytelling Network:

“La narrazione è un’antica forma d’arte e una preziosa forma di espressione umana…. It]  è l’arte interattiva di usare parole e azioni per rivelare gli elementi e le immagini di una storia mentre incoraggia l’immaginazione dell’ascoltatore. “

La scienza dietro lo storytelling

Le storie non riguardano solo l’immaginazione; c’è una vera scienza che lavora dietro di essa. Lo storytelling è noto per aumentare i livelli di ossitocina  – un ormone che promuove la sensazione di amore, legame e benessere  – nel tuo corpo:

immagine incollata 0 70

L’ossitocina viene rilasciata dal lobo posteriore della ghiandola pituitaria, una struttura di dimensioni di un pisello alla base del cervello ed è stimolata quando le persone si abbracciano, si legano socialmente o si innamorano. È un dato di fatto, i nostri cervelli sono in realtà cablati per connettersi con le storie.

Cosa vogliono gli esperti di marketing dalle loro campagne? Un legame forte e felice con i loro clienti. E lo storytelling è in grado di costruire quel legame per loro. In effetti, il 92% dei consumatori desidera annunci che sembrano storie:

Scienza della narrazione

Perché lo storytelling è importante per il marketing?

Dalla narrazione orale nella preistoria alla narrazione geroglifica nell’antico Egitto ai nostri film moderni, le storie hanno sempre trovato un posto speciale nella nostra vita. Quando ci sono dettagli sufficienti e le emozioni autentiche nel racconto, l’ascoltatore o lettore è in grado di connettersi a una storia semplice  – e marchi possono utilizzare questo dispositivo per far capire come i loro prodotti aggiungere valore alla loro vita:

immagine incollata 0 74

Ecco alcuni dei motivi principali per cui lo storytelling è una necessità assoluta per il marketing:

  • Aiuta a costruire una connessione più profonda e più forte con il pubblico.
  • Aggiunge un elemento umano ai tuoi contenuti e, quindi, al marchio.
  • Lo storytelling va oltre la pubblicità; fa sì che le persone si fidino del tuo marchio molto più facilmente.
  • Consente alle aziende di interagire con i clienti in un mondo dei media frammentato.
  • Stories ti aiuta a unire i tuoi contenuti che altrimenti potrebbero sembrare sparsi.
  • Le storie aiutano a condividere la visione del tuo marchio nel modo più piacevole.
  • Un’azienda con una grande storia è in grado di sconfiggere facilmente i suoi concorrenti.
  • Le storie sono l’arma di maggior successo per creare fedeltà al marchio, il che significa che le persone sono molto più disponibili a promuovere il tuo prodotto o marchio attraverso il marketing passaparola, che è il modo migliore per diffondere un’azienda.

Dive Deeper:

5 principi dello storytelling

Se vuoi trasformare il tuo normale prodotto in qualcosa di straordinario, devi commercializzare i tuoi servizi con una narrazione impressionante. E per implementare lo storytelling nella tua strategia di marketing, devi capire i principi dello storytelling.

Ecco i 5 principi di base dello storytelling che ogni azienda dovrebbe seguire:

1) Scegli un personaggio principale relabile

Una storia è incompleta senza un personaggio principale. Il protagonista, o eroe, aggiunge un volto alla storia a cui le persone possono relazionarsi.

Devi scegliere un personaggio che renda facile per il pubblico comprendere la tua storia e devi renderlo attraente (non come in “bello”; come in “accattivante”). Questo personaggio dovrebbe essere abbastanza interessante e ben definito da lasciare un’impressione nella mente delle persone:

immagine incollata 0 69

Tutta la tua storia deve girare attorno a questa persona. Le persone ricordano personaggi unici e quindi il tuo protagonista deve essere in grado di dare alla tua storia un vantaggio in più per rimanere in prima linea (esempi di questo di seguito).

2) Inserisci i migliori elementi all’inizio della tua storia

Proprio come con un articolo con un ottimo gancio, dovresti mettere all’inizio i migliori elementi della tua storia piuttosto che salvare “il migliore” per la fine. Vuoi attirare immediatamente il lettore o l’osservatore nella tua storia e costringerli a condividere il tuo blog o video con altri.

Il titolo della tua storia e una breve e scattante descrizione (pensa alle cronache dei film  – I predatori dell’Arca perduta : un archeologo viene assunto dal governo degli Stati Uniti per trovare l’Arca dell’Alleanza prima dei nazisti) gioca un ruolo importante nel creare la tua storia attraente.

Ad esempio, invece di utilizzare un titolo come Come sono diventato un imprenditore che non si collega al pubblico, usa un titolo come Come ho iniziato a guadagnare $ 100.000 all’anno . Il secondo titolo è molto meglio perché qui hai messo il miglior elemento della tua storia  il dettaglio succoso: il denaro  – all’inizio.

Questo è ciò che Melyssa Griffin ha fatto nel suo post sul blog e indovina un po ‘? Il post ha ricevuto più di 125 commenti e conteggi:

immagine incollata 0 68

Contenuto correlato: Come scrivere i titoli degli eroi nelle percentuali di clic di Skyrocket

3) Crea “Conflict”

Potrebbe sembrare strano ma, sì, il conflitto nella tua storia aiuta a coinvolgere il pubblico. Ora, come si crea un conflitto nella storia del proprio marchio senza far arrestare il CFO per rapina in banca?

L’autore Cathy Yardley usa una semplice formula per questo chiamato GMCD:

  • Obiettivo –  Cosa vuole raggiungere o raggiungere il tuo personaggio punto di vista nella scena? In altre parole, qual è l’oggetto del desiderio della scena?
  • Motivazione –  Perché il tuo personaggio vuole raggiungere quell’obiettivo e perché è importante?
  • Conflitto –  Cosa impedisce al tuo personaggio di raggiungere il suo obiettivo?
  • Disastro – Qual è il risultato del conflitto della scena? Yardley delinea tre possibili opzioni:
    • Il personaggio non ottiene ciò che vuole.
    • Il personaggio non ottiene ciò che vuole e succede qualcosa di peggio.
    • Il personaggio non ottenere ciò che vogliono, ma qualcos’altro va storto come un risultato.

Quindi, devi rendere i tuoi clienti o influenzatori di nicchia l’eroe della tua storia e quando li vediamo per la prima volta , hanno un problema o un problema che vogliono risolvere, o un desiderio o un’azione che vogliono realizzare.

All’inizio, devono fallire (o hanno già fallito) con qualsiasi cosa stiano cercando di ottenere. Se ottengono immediatamente ciò che vogliono, yay per loro, ma non c’è storia.

Quindi, aggiungi opinioni e ostacoli diversi per creare conflitti che impediscono all’eroe di raggiungere il loro obiettivo.

Infine, quando il protagonista trova il tuo prodotto o servizio, gli ostacoli vengono superati e raggiungono il loro desiderio e / o risolvono il loro problema. Le cose dovrebbero andare a posto solo alla fine.

immagine incollata 0 69

Guarda il video completo di 5 minuti sulla creazione di conflitti in una storia :

4) Comprendere il rapporto tra ascolto e racconto

Esiste una relazione reciproca tra ascoltare e raccontare storie. Immagina di raccontare una storia a un gruppo di persone, ma a loro non interessa ascoltarti. Sarai in grado di raccontare la tua storia? No.

immagine incollata 0 68

fonte

Individua gli ostacoli che impediscono al tuo pubblico di ascoltarti , come ad esempio:

  • Ostacoli esterni
  • Ostacoli fisici
  • Ostacoli interni
  • Ostacoli psicologici
  • Ostacoli relazionali

Dopo aver eliminato il maggior numero di ostacoli possibile, assicurati di implementare il numero 1, il numero 2 e il numero 3 sopra. Questo ti darà le migliori possibilità di essere veramente ascoltato.

Nel caso del marketing, convincere il pubblico ad ascoltare la tua storia significa capire il loro stato mentale, i loro gusti e antipatie, la loro capacità di attenzione, il loro comportamento, ecc. Altrimenti, tutti i tuoi sforzi vengono sprecati.

Dive Deeper: The Ultimate Guide to Developing Personer Buyer (with Templates!)

Fai clic qui per scaricare subito la tua guida gratuita!

5) Mantieni autentica la tua storia

Le persone adorano l’autenticità, che è il modo più veloce per connettersi con un altro essere umano. Sta a te produrre una storia che sia genuina e unica. Non rubare le idee degli altri o cercare di imbatterti in qualcuno che non sei solo per impressionarli (è come se i tuoi genitori si comportassero come adolescenti per impressionare i tuoi amici).

Finché rimani fedele al tuo marchio, sarà facile per le persone reagire (e connettersi) alla tua storia. In altre parole, la personalità del tuo marchio dovrebbe riflettersi nella tua storia, quindi se sei una startup che si piega alle regole, crea una narrazione divertente o irriverente. Se sei uno studio legale tradizionale, crea una narrazione rassicurante e professionale.

In entrambi i casi, la tua storia dovrebbe essere semplice e focalizzata su un singolo problema per il quale una soluzione al problema è chiaramente offerta alla fine. Ricorda, questa storia non è un annuncio di vendita. Volete che la vostra storia si colleghi ai clienti in modo che l’acquisto dei prodotti avvenga in modo naturale.

Dai un’occhiata all’esempio seguente di Patagonia, il marchio di abbigliamento per esterni. Patagonia condivide storie autentiche di clienti reali chiamati “Le storie che indossiamo” sul loro sito Web:

Storie della Patagonia

Le persone acquistano prodotti dopo aver letto le storie associate a tali prodotti, quindi cosa c’è di più autentico di questo?

Contenuto correlato: 7 modi creativi per far risaltare i tuoi post sul blog

7 esempi brillanti di come i marchi usano lo storytelling

Lo storytelling è il modo migliore per convincere il tuo pubblico ad acquistare i tuoi prodotti o servizi senza impegnarti nella vendita diretta. Ecco 7 brillanti esempi di storytelling del marchio in azione che possono ispirarti a raccontare la tua storia:

1) Dannijo – Connettiti con il tuo pubblico con video di ispirazione

Dannijo è un marchio di gioielli fondato dalle sorelle Danielle Snyder e Jodie Snyder-Morel.

Il marchio è cresciuto in enorme popolarità grazie alla strategia di narrazione che hanno usato. Le sorelle affermano che l’ autentica narrazione è la chiave per creare un marchio di lifestyle di successo.

Sul loro account Instagram , condividono le foto della propria vita insieme a foto di celebrità che indossano i loro gioielli. Pubblicano anche video di ispirazione intervistando altri influencer nella loro nicchia:

Hanno persino avviato un podcast popolare chiamato No Filter con Danielle Snyder in  cui intervistano le persone più influenti del mondo per raccontare la loro storia.

Tutti questi sforzi di storytelling di contenuti generati dagli utenti hanno aiutato Dannijo ad acquisire nuovi clienti e generare referral dai loro clienti esistenti.

Key Takeaway:  resta autentico e condividi qualcosa di stimolante con il tuo pubblico. Investi tempo a intervistare gli altri o ad essere intervistato da altri. Le storie basate sulla vita reale sono tra le migliori al mondo.

Contenuti correlati: 12 tipi di contenuti video coinvolgenti che gli spettatori amano guardare

2) IKEA – Usa l’umorismo per promuovere i tuoi prodotti e servizi

IKEA Singapore utilizza umorismo e giochi di parole esilaranti nei loro video di narrazione per illustrare soluzioni pratiche di archiviazione e arredamento.

Questo video si intitola Improve Your Private Life ed è narrato da Fille Güte, un “Shuru-Help Guru”. È caratterizzato da un tipico marito e moglie che discutono della mancanza di spazio nella loro camera da letto – e poi lo Shelf-Help Guru arriva con una soluzione: l’armadio Pax di IKEA, i cassetti Malm, gli accessori interni Komplement, ecc .:

Il video usa l’umorismo:

  • Moglie: Vorrei solo che tu sapessi cosa fare con la tua spazzatura.
  • Il marito sembra mortificato. La telecamera si inclina sui fianchi, quindi si concentra di nuovo sul mucchio di spazzatura sul pavimento della loro piccola camera da letto.
  • Vai a Shelf-Help Guru suggerisce i mobili IKEA per risolvere il problema dello spazio nella loro camera da letto e, allo stesso tempo, salvare il loro matrimonio.

L’annuncio termina dicendo “Inizia il tuo viaggio alla scoperta degli scaffali” . Questa storia è qualcosa che ogni coppia deve affrontare ad un certo punto della loro relazione e IKEA colpisce tutti i punti giusti. È una storia comune con un tocco unico! Puoi anche vedere nei commenti video qui sotto quanto le persone adorano le pubblicità divertenti di IKEA.

Key Takeaway:  non aver paura di diventare personale con i tuoi clienti. Sii divertente ma mantieni i valori del tuo marchio allo stesso tempo. Usa un influencer per trasmettere il tuo messaggio e offrire una soluzione al problema.

3) BACARDÍ – Festeggia la tua cultura attraverso la musica

BACARDÍ è la più grande azienda di alcolici al mondo. Nel video BACARDÍ presenta il Sound of Rum: Dancehall Kings & Queens , condividono la storia della vibrante cultura della danza in Giamaica e di come è progredita. Il video mostra leggende dell’industria musicale giamaicana e innovatori di oggi per vedere come la musica è stata adottata in tutta Europa.

Key Takeaway: crea un video di nicchia con la cultura del tuo pubblico di destinazione. Le persone sono sempre interessate a imparare qualcosa di nuovo sulla propria cultura o su una cultura di cui non conoscono. Sii creativo e non dimenticare di mostrare gli influencer.

4) Warby Parker – Mostra ai tuoi clienti cosa c’è dietro le quinte del tuo marchio

Warby Parker è un marchio americano di occhiali. Nel loro video di narrazione, non si concentrano sulla mostra solo dei loro prodotti; invece, presentano la loro cultura, persone e valori.

Nel video su come sono fatti gli occhiali Warby Parker , spiegano il processo passo-passo della creazione di un bicchiere direttamente dal taglio delle lenti. Le persone sono in grado di comprendere il processo esatto e il duro lavoro necessari per preparare un bicchiere e perché il loro prodotto è il migliore. Non solo, ma impariamo la loro storia, come il fatto che per ogni paio di occhiali venduti, donano un paio a qualcuno nel bisogno.

Key Takeaway: mostra la cultura del tuo marchio e le persone con video “dietro le quinte”. Presenta il fondatore dell’azienda e fai sapere al tuo pubblico perché il tuo prodotto è così unico. Le persone dovrebbero “vedere” invece di “sentirsi dire”. Questa è l’essenza di mostrare la cultura del marchio e la produzione del prodotto ai tuoi clienti.

Dive Deeper: 

5) Colomba: condividi storie di persone reali per suscitare emozioni

Dove è uno dei primi marchi a rendere popolare l’idea di presentare i propri clienti nei loro video. Per lo più hanno caratterizzato le donne, ma recentemente la società ha fatto un turno e ha caratterizzato uomini (papà) nei loro video. Il concetto è stato fantastico.

Nel loro video Dove® Men + Care® Mission: Care , mostrano un uomo di nome John che si riunisce con la sua famiglia il giorno del papà fuori dalla sua base militare americana dopo aver parlato di quanto sia difficile stare lontano dai suoi figli per mesi alla volta.

Questo video è una storia vera creata con l’Operazione Homefront per consentire al personale militare di riunirsi con le loro famiglie in occasioni speciali  – e ti sfido a guardarlo senza piangere!

Key Takeaway: concentrati sulle persone reali e usa emozioni autentiche nella tua storia. Il motto del tuo marchio deve corrispondere alla storia morale presentata nel video. Nel caso di Dove, era “ci prendiamo cura di te”. 

Contenuto correlato: 5 modi in cui i proprietari delle PMI possono rinnovare la propria strategia di marketing digitale

6) Huggies – Usa i dati per creare una storia toccante

Il marchio globale di pannolini Huggies ha sfruttato il potere degli abbracci per vincere le mamme a livello emotivo.

Un tempo, Pampers aveva il 100% dei contratti ospedalieri canadesi per la fornitura di pannolini. Gli Huggies hanno dovuto aumentare la loro quota di mercato, quindi per sconfiggere Pampers hanno creato e promosso una campagna chiamata “No Baby Unhugged” .

La loro campagna si basava su ricerche che hanno dimostrato che gli abbracci aiutano a stabilizzare i segni vitali dei bambini, scongiurano le malattie e promuovono lo sviluppo del cervello. Il loro video mostra una mamma e il suo neonato in ospedale. Si vede che la mamma abbraccia il suo bambino e la didascalia “Gli abbracci rafforzano il sistema immunitario del bambino, promuovono l’aumento di peso e migliorano lo sviluppo del cervello”  .

Ha promosso l’uso dei pannolini Huggies negli ospedali e ha insistito sul messaggio che Huggies è il miglior regalo che una madre possa fare al suo bambino.

Il risultato della campagna è stato sorprendente, con un aumento delle vendite di pannolini per neonati Huggies del 30% .

Key takeaway: educa le persone sul tuo prodotto e crea una storia che presenta l’USP (Unique Selling Point) del tuo prodotto. Usa i dati e la ricerca per sostenere i tuoi suggerimenti e sfruttare il potere della storia e delle emozioni per convincere le persone che il tuo prodotto è il migliore.

7) Nike: raggiungi il tuo pubblico con una serie Web

Nike ha fatto un passo avanti nello storytelling lanciando una mini serie web di 8 episodi  su YouTube.

La serie è stata nominata Margot vs Lily in cui Lily sfida Margot a fare uno spettacolo web di fitness che attira 1.000 follower e Margot sfida Lily a trovare almeno tre veri amici. Ecco un’anteprima del primo episodio intitolato Risoluzioni:

Guarda l’ episodio completo qui .

Nike ha deciso di investire nella creazione di contenuti reali (rispetto alle pubblicità) come un nuovo modo per ispirare i fan e convincerli a esercitarsi e vivere una vita sana. Come nota a margine, i personaggi della serie sono visti indossando prodotti Nike, ma non è un passo di vendita. La serie si concentra sulle emozioni che fanno parte del percorso di fitness personale (frustrazione, abbattimento, mancanza di motivazione). Il risultato è stato sorprendente e alla gente è piaciuto molto lo spettacolo. Aveva un punteggio di 7.4 su IMDb!

Key takeaway: pensa al tuo pubblico di destinazione quando racconti la trama e identifica i canali in cui trascorrono la maggior parte del tempo. Pensa al futuro: Nike ha creato una serie web nel 2016, quando la tendenza a guardare le serie web stava lentamente prendendo piede tra i Millennial. Ha saputo sfruttare in modo intelligente il canale investendo nella narrazione principale che ha portato all’enorme successo del marchio. 

Dive Deeper: come costruire un marchio personale forte usando i webinar

Fai clic qui per scaricare subito la tua guida gratuita!

Formati di narrazione per inserzionisti

Devi sempre identificare il formato giusto per la tua storia perché non tutte le storie sono create allo stesso modo.

Ad esempio, è necessario utilizzare il video per mostrare qualcosa e non dirlo. Allo stesso modo, le immagini dovrebbero essere utilizzate per fare una dichiarazione. Di seguito sono riportati i diversi tipi di formati di storytelling per gli inserzionisti:

1) Mini Ads

Questa è una forma di narrazione in cui gli inserzionisti creano mini annunci video per connettersi con il pubblico e trasmettere il proprio messaggio. I video durano circa 6-10 secondi e hanno il potere di guidare il coinvolgimento dei clienti senza sovraccarico di contenuti.

Facebook ha già lanciato annunci di 6 secondi per offrire messaggi più veloci e favorire un’azione immediata da parte del pubblico. Allo stesso modo, YouTube offre ora annunci paraurti che sono annunci video di 6 secondi per favorire la copertura e la conversione del marchio:

Dai un’occhiata a questa raccolta di annunci paraurti di 6 secondi :

Annunci paraurti

Nelle parole di Google:

“ Cosa puoi dire in sei secondi? Molto probabilmente, più di quanto pensi. Molti marchi di grandi dimensioni utilizzano annunci paraurti per raggiungere obiettivi nella canalizzazione superiore come il richiamo e la consapevolezza degli annunci. Gli annunci paraurti sono un modo economico per raggiungere il tuo pubblico di destinazione, assicurarti che il tuo messaggio sia visto e ascoltato (con quasi tutti gli annunci di YouTube visualizzabili e udibili) e ti mantenga al top. “

Fatti ispirare:

2) Storytelling basato sui dati

Puoi sempre espandere le capacità dello storytelling se lo accendi con i dati. Qualsiasi storia che utilizza i dati per trasmettere il messaggio è nota come storytelling basato sui dati.

Spesso, la storia viene creata automaticamente semplicemente compilando alcuni dati e presentandoli agli utenti in un formato presentabile.

Ecco un esempio di storytelling basato su dati in cui Google condivide i momenti più importanti dell’anno e le domande che hanno ispirato (puoi esplorare molti esempi di storytelling basato su dati sotto Google Trends):

Storytelling basato sui dati

Dive Deeper: come scrivere post basati sui dati

3) Narrazione di forme lunghe

Lo storytelling non è solo video. Puoi creare storie di lunga durata in modo presentabile usando testo e immagini.

Le storie di lunga durata sono diverse dai contenuti video più brevi: se stai usando testo e immagini per raccontare la tua storia, devi optare per storie di lunga durata. Per le storie video, si preferisce breve e nitido.

La ricerca di Orbit Media ha rivelato che i blogger che creano storie di oltre 2.000 parole hanno riportato risultati più forti rispetto a quelli che hanno creato storie con meno di 500 parole:

Percentuale-of-blogger-che-report-_strong-results_-by-media-blog-post-word-count

Ecco un esempio di narrazione di lunga durata sull’argomento Modern Women in the Land of Genghis Khan creato dalla BBC. Utilizza lo scorrimento della parallasse per fornire un effetto 3D alla storia e rende divertente la lettura:

immagine incollata 0 67

Dive Deeper: 22 tendenze del marketing digitale che non puoi più ignorare nel 2019 e oltre

4) Storytelling personalizzato

Alla gente piace leggere storie che trovano significative. Questo è ciò che rende lo storytelling personalizzato così potente.

Con questa forma di narrazione, permetti al lettore di scegliere la storia che corrisponde al suo interesse. È una scelta più personale di quanto tu possa offrire come marchio.

Dai un’occhiata a questa storia di Policing the Schools creata da NBC:

Sorveglianza delle scuole

Il lettore sceglie il distretto scolastico in cui vive e il contenuto si adatta automaticamente in base a tale scelta:

Sorveglianza delle scuole

Dive Deeper:

5) Audio Storytelling

Le storie possono anche essere raccontate attraverso conversazioni registrate. Puoi creare podcast e consentire al tuo pubblico di ascoltarlo.

Un grande esempio di questa forma di narrazione è StoryCorps, un progetto di storia orale iniziato nel 2003. Con solo una cabina di storia, hanno registrato interviste e conservato le registrazioni per essere ascoltate in un secondo momento:

immagine incollata 0 76

StoryCorps è un maestro nel condividere storie legate all’umanità. Ecco la raccolta completa delle loro storie che puoi ascoltare per trarre ispirazione e migliorare i tuoi sforzi di personalizzazione:

StoryCorps

Dive Deeper: 

Fai clic qui per scaricare subito la tua guida gratuita!

Pensieri finali

Lo storytelling del marchio è il futuro del marketing. Quando dati e storie vengono usati insieme, sono in grado di spostare il tuo pubblico sia intellettualmente che emotivamente. La storia è uno dei mezzi più potenti per trasmettere il tuo messaggio perché è ricordato molto più a lungo di fatti e cifre e le persone hanno maggiori probabilità di essere persuase.

Le migliori storie del mondo non sono necessariamente tue. Le storie generate dagli utenti sono spesso in grado di ispirare le persone molto più delle storie di marca. Segui gli esempi condivisi in questo articolo e accendi le tue campagne di marketing con una narrazione efficace!

Lascia il tuo prezioso commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

[email protected]

Close