Cerca

7 best practice SEO che dovresti fare indipendentemente da ciò che Google dice

È importante tenere presente che il mantenimento di una buona presenza online va oltre le classifiche di ricerca.

In molti modi, le classifiche di ricerca organiche sono la linfa vitale del mondo del business online.

Come gli esperti SEO sanno fin troppo bene, Google è notoriamente silenzioso su ciò che accade nei loro algoritmi di ranking della ricerca, che aggiornano continuamente. Quando viene rilasciato un nuovo aggiornamento, gli appassionati di ricerca sono pronti a formulare ipotesi su come modificare le loro strategie SEO per soddisfare i potenti robot di Google.

Di tanto in tanto, gli esperti dietro le quinte di Google lasciano indizi enormi sulle indicazioni di un aggiornamento - "dai la priorità a questo, ignoralo".

Tuttavia, indipendentemente da ciò che pensa o fa l'ottone di Google, ci sono alcuni compiti SEO a cui dovresti ancora prestare attenzione. Ecco i sette grandi.

1. Ottimizzazione del testo alternativo dell'immagine
L'immagine alt text è stata a lungo una componente preziosa nella SEO. Negli ultimi anni ci sono stati crescenti discorsi su Google che utilizza l'apprendimento automatico per capire cos'è un'immagine e di cosa si tratta - che era la funzione principale del testo alternativo dell'immagine.

Questo significa che includere il testo alternativo è una perdita di tempo?

No. Assolutamente no.

Indipendentemente da quali sono le più recenti procedure basate sull'intelligenza artificiale per il riconoscimento di immagini, non perderai nulla includendo buoni testi di immagini alt nel tuo sito web. Tieni presente che l'apprendimento automatico è un concetto relativamente nuovo. Mentre l'immagine alt text potrebbe essere completamente obsoleta nei prossimi cinque o dieci anni (forse prima), l'ottimizzazione delle immagini alla "vecchia maniera" è una buona idea per giocare sul sicuro.

2. Assegnazione di priorità all'autorità del contenuto
Il contenuto "autorità" è stata questa componente ambigua della SEO fin dall'inizio. Ovviamente, Google vuole presentare agli utenti i contenuti più credibili e autorevoli in base alle loro query di ricerca.

In seguito all'aggiornamento dei Medic Core del mese di agosto 2018, è stato più o meno chiaro che le organizzazioni dei settori Your Money Your Life avevano bisogno di dare priorità all'E-A-T (Competenza, Autorità, Affidabilità) del loro contenuto. Tuttavia, in questo recente aggiornamento di marzo, sembrava che molti dettagli su questo concetto fossero stati redatti (ovviamente si tratta di speculazioni).

Alla gente rimase la domanda: "Dovremmo ancora concentrarci sull'autorità edilizia con i nostri contenuti? Se cosi, quanto?"

Semplice e semplice, dovresti SEMPRE lavorare per creare contenuti autorevoli, sempre!

Ciò si riduce alle basi della creazione di contenuti intuitivi e affidabili. Semplifica l'utilizzo da parte dell'utente medio, fai riferimento a dati / informazioni credibili per sostenere le tue affermazioni, fornisci suggerimenti chiari e così via. Queste strategie comuni di creazione di contenuti autorevoli sono state vere sin dall'inizio di Internet.

In un recente episodio di The Marketing Microscope (ospitato dalla mia azienda), abbiamo ascoltato l'entusiasmo di Rand Fishkin sulla questione.

3. Creazione di contenuti più lunghi
John Mueller ha dichiarato pubblicamente che il conteggio delle parole non è un fattore di ranking. 

"Alcune pagine hanno un sacco di parole che non dicono nulla, il conteggio delle parole non è indicativo di qualità". 

Con questo in mente, Google non classifica necessariamente i tuoi contenuti basandosi esclusivamente sul conteggio delle parole. Il breve contenuto della forma ha lo stesso potenziale di ranking del modulo lungo. 

Ma questo significa che dovresti solo mirare a creare contenuti più brevi? 

No. 

La cosa più importante della creazione di contenuti è che fornisce le migliori informazioni possibili in base a determinate query e, cosa più importante, all'intenzione dell'utente. Forse puoi farlo in 500 parole; forse ci vogliono 5.000. In definitiva, spetta a te utilizzare il tuo giudizio migliore come proprietario del sito. 

Secondo il recente caso di ricerca sui contenuti di Backlinko, "Il contenuto di forma lunga ottiene in media il 77,2% in più di collegamenti rispetto agli articoli brevi. Pertanto, il contenuto di lunga durata sembra essere l'ideale per l'acquisizione di backlink. "Ciò porta anche a risultati di ricerca organici migliorati. 

Tieni presente che le parti di contenuto con un numero di parole superiore hanno un potenziale maggiore per indirizzare query più pertinenti e raggiungere la radice dell'intento di ricerca. Quindi, detto questo, è spesso meglio creare contenuti più lunghi. Elimina la peluria e assicurati di rispondere a domande urgenti con intuizioni significative e credibili. 

4. Considerare AMP 
Per riferirsi nuovamente a John Mueller, ha registrato un paio di anni fa affermando che l'AMP non è un fattore di ranking.


Fonte

In questi giorni (indipendentemente da come impatta le classifiche), l’AMP è diventato una necessità assoluta dato il numero crescente di ricerche su dispositivi mobili.

Uno dei grandi aggiornamenti di Google del 2018 è stato il primo roll-out dell’indice mobile. Da allora, si dice che AMP influenzi le classifiche in una forma o nell’altra.

ISCRIVITI ALLE NOSTRE MAILING LIST PER IMPARARE TRUCCHI MAI VISTI SUL MARKETING, SEO E GUADAGNO ONLINE!

Quindi, le pagine AMP ne valgono la pena?

Assolutamente!

Il tasso di adozione è alle stelle in questo momento. Quasi 31 milioni di domini hanno adottato AMP nell’ultimo anno. SEO si sta allontanando dai computer desktop e sul piccolo schermo. Più a lungo si evita l’implementazione di AMP, più in ritardo si farà scorrere.

5. Targeting delle parole chiave LSI, ma non ancora nel ranking
Le parole chiave di indicizzazione semantica latente non influiscono direttamente sul posizionamento delle ricerche. Tuttavia, prendersi il tempo necessario per scegliere meticolosamente le parole chiave di LSI può aiutare a coprire le informazioni necessarie relative alle parole chiave e alle frasi che avevate preso di mira. A sua volta, questo ti aiuterà a ottenere classifiche per quei termini di ricerca pertinenti ed evitare le penalità di riempimento delle parole chiave.

Se non utilizzi le parole chiave LSI, sarà più difficile per Google individuare le correlazioni SEO e sovrapporle tra i contenuti del tuo sito web. Pertanto, anziché cercare di utilizzare ripetutamente le stesse parole chiave e frasi nel contenuto, incorporare le parole chiave LSI è fondamentale per aiutare i robot di Google a comprendere la tua messaggistica e la sua rilevanza per l’intento dell’utente.

L’obiettivo è incorporarli in un modo naturale e colloquiale. Se utilizzate correttamente, le parole chiave LSI aiuteranno i visitatori del sito Web a trovare le risposte di cui hanno bisogno e aiutano Google a comprendere meglio i tuoi contenuti.

 

6. Le parole chiave nel nome del dominio sono marginali peril ranking
I giorni dei domini esatti della partita che funzionano con la magia SEO sono finiti da tempo.

In questi giorni, l'URL di un dominio svolge un ruolo marginale nei fattori di ranking di Google. Secondo Google:

"Volete la risposta, non miliardi di pagine web, quindi i sistemi di classificazione di Google selezionano centinaia di miliardi di pagine Web nel nostro indice di ricerca per fornire risultati utili e pertinenti in una frazione di secondo".

Ora, questo non significa sempre che l'utilizzo di parole chiave nel tuo dominio sia una cosa terribile. I domini delle corrispondenze esatte possono potenzialmente svolgere un ruolo nel modo in cui i ranghi della tua pagina web. Ma è rischioso.

La chiave è personalizzare il dominio attorno all'intento dell'utente. Ad esempio, facciamo una ricerca Google "lawyer marketing".



La maggior parte delle inserzioni principali include questo termine nel nome del dominio.

L’intento dell’utente dietro questa query è abbastanza semplice: avvocati in cerca di servizi di marketing. Con questo in mente, questa parola chiave focalizzata può probabilmente aiutare un sito Web di nicchia o il posizionamento di un fornitore di servizi per questa particolare richiesta.

Pertanto, in alcuni casi, l’inserimento di parole chiave nel tuo nome di dominio può fornire indizi su cosa sia il tuo sito e guida gli utenti alle risposte di cui hanno bisogno.

Ora, questo sicuramente non funzionerà per tutti i domini.

Facciamo una ricerca Google con il termine “muffler replacement”.

 

Si noti che non vi è alcuna corrispondenza di parole chiave in nessuno dei principali domini elencati. Per domande come questa, Google ha determinato che gli utenti cercano spesso risorse come directory, guide e istruzioni DIY. Pertanto, l’utilizzo di queste parole chiave in un dominio non farebbe molto bene.

Tieni presente che, se scegli di provare questo, devi essere MOLTO attento a questo. Google ha represso la pratica esatta del dominio delle partite quando le persone hanno iniziato ad abusarne.

7. HTTPS
Google ha affermato che HTTPS è un fattore di posizionamento leggero. John Mueller lo confermò anche a gennaio.

Fonte

Anche se tecnicamente non hai bisogno che HTTPS venga indicizzato da Google, questo NON significa che non dovresti ottenere un certificato SSL!

Quando atterri su un sito web, Google indica chiaramente se è sicuro o meno. Il simbolo rosso accecante e l’etichetta “Not Secure” possono far sì che le persone abbandonino il tuo sito immediatamente, specialmente se si prendono informazioni personali come nomi, indirizzi, informazioni sulla carta di credito, ecc.

Rendi solida te stessa e i tuoi visitatori e assicurati che il tuo sito sia sicuro, indipendentemente dal modo in cui influisce sulle classifiche di Google.

Avvolgendo
Ovviamente, vuoi metterti nella posizione migliore per posizionarti bene su Google. Tuttavia, è importante tenere presente che il mantenimento di una buona presenza online va oltre le classifiche di ricerca.

Non importa ciò che Google dice pensa o fa, ci sono molti compiti relativi alla SEO che non devi trascurare. Alcuni sono semplicemente saggi da fare perché non ti influenzano negativamente, e alcuni sono ideali per il bene superiore.

 

1 comment on 7 best practice SEO che dovresti fare indipendentemente da ciò che Google dice

  1. Hai bisogno di finanziamenti per consolidare i tuoi debiti? Hai bisogno di fondi per aiutare la tua azienda a tornare in pista? mi ha contattato e mi dicono l’importo necessario e il termine di rimborso e non esiterò a rispondervi.
    E-mail : [email protected]

Lascia il tuo prezioso commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

[email protected]

Close