Cerca

6 semplici modi per costruire la prova social (Social Proof) e incorporarla nel tuo sito web

Non dovrebbe stupire il fatto che i consumatori in questi giorni siano piuttosto diffidenti nei confronti delle imprese e della pubblicità. Ci siamo tutti entusiasti di un annuncio per alcuni prodotti che fanno grandi promesse o sembrano in un certo modo  – solo per essere piuttosto delusi una volta che li abbiamo effettivamente acquistati:

image1

Questo può essere divertente in alcuni casi (come quando non sei tu), ma è incredibilmente frustrante sia per i clienti che per i professionisti del  marketing.

Poiché il senso generale di sfiducia aumenta tra i consumatori, molte delle strategie di marketing tradizionali non funzionano con la stessa magia di una volta.

L’81% dei consumatori afferma che la fiducia influenza il loro comportamento di acquisto, eppure la stragrande maggioranza ritiene che la pubblicità sia fuorviante e inaffidabile.

Quindi, come possono le aziende assicurarsi che le persone si fidino abbastanza di loro non solo per fare un acquisto, ma anche per costruire relazioni e associazioni positive di marchi?

La risposta è prova sociale .

Sebbene molte persone non si fidino delle aziende o della pubblicità, tendono a fidarsi l’una dell’altra.

Il 76% dei consumatori si fida dell’opinione di uno sconosciuto su Internet tanto quanto una raccomandazione personale di amici e parenti!

Che cos’è la prova sociale?

La prova sociale è un fenomeno psicologico che ci rende naturalmente inclini a fidarci delle opinioni degli altri e lasciare che questo influenzi il nostro comportamento.

Questo è il motivo per cui tendiamo a seguire la folla e fare le cose semplicemente perché lo stanno facendo altre persone ( line-up di Apple Store , chiunque?).

Quando si tratta di marketing, la prova sociale può essere estremamente potente perché aiuta a abbattere i muri dello scetticismo con i potenziali clienti semplicemente mostrando loro ciò che gli altri clienti (non il marchio stesso) pensano onestamente del prodotto o del servizio.

Ecco alcuni modi super semplici  – ma molto efficaci  – di integrare la prova sociale nelle tue strategie di marketing, non solo per creare fiducia con il tuo pubblico, ma anche per aumentare le conversioni.

Prenota la mia consulenza di marketing gratuita

1) Conoscere i principali tipi di prove sociali da costruire

Molti esperti di marketing pensano automaticamente alle recensioni dei clienti o ai contenuti generati dagli utenti (UGC) quando sentono il termine “prova sociale”. Ma in realtà ci sono sei diversi tipi di prove sociali – e non sempre provengono dalle raccomandazioni dei consumatori.

certificazioni

Quando ti candidi per un lavoro, provi a migliorare il tuo curriculum con la prova di avere conoscenza ed esperienza elencando risultati e certificazioni come titoli universitari o premi. Lo stesso vale per la tua azienda: se la tua azienda ha ricevuto certificazioni da organizzazioni di fiducia (come il Better Business Bureau), possono essere utilizzate per stabilire prove sociali.

Ad esempio, la società SaaS DevriX elenca le certificazioni che la loro azienda ha ottenuto per dimostrare la propria esperienza. Ciò che è importante qui è che le certificazioni provengano anche da organizzazioni che i consumatori riconoscono e di cui si fidano.

In questo caso, vedere un ” Voto degli esperti ” su un test di WordPress è piuttosto impressionante:

image14

Media Coverage

Ci sono alcuni media di cui i consumatori si fidano senza dubbio, quindi qualsiasi menzione del marchio in questo tipo di pubblicazioni può fare molto per aiutare la reputazione della tua azienda.

Qualsiasi menzione del tuo marchio in fonti esterne mostra ai potenziali clienti che la tua attività è ben nota e riconosciuta da fonti di notizie affidabili, dandoti molta credibilità.

Ad esempio, Ritual Vitamins include collegamenti ad articoli da fonti attendibili come The New York Times , Forbes e Health Magazine direttamente sulla loro homepage per mostrare che il loro nome è approvato da questi marchi importanti.

Includono anche citazioni dirette da questi articoli per mostrare ai clienti ciò che i media hanno da dire su di loro:

immagine5 1

Prova dei social media

I social media sono i luoghi in cui le prove sociali imperversano. Vedere che un account ha molti follower o un alto coinvolgimento in termini di Mi piace e condivisioni ci fa fidare di più. Dopotutto, se tutte queste persone avallano l’account, forse dovremmo farlo anche noi, giusto?

Puoi vedere un ottimo esempio di questo sul sito Web di HubSpot (anche lì sulla homepage), dove elencano i numeri sulla dimensione della loro comunità su più tipi di reti, inclusi i social media seguenti e l’appartenenza a gruppi correlati:

image15

Ciò dimostra ai consumatori che, diventando clienti, si uniranno a una grande comunità di marchi. C’è potere nei numeri e vedere che HubSpot ha milioni di follower sui social media può fornire un po ‘di tranquillità.

Contenuto correlato: 4 modi per acquisire le recensioni dei clienti utilizzando i social media

Referenze di esperti

Avere a disposizione un esperto del settore può aiutarti a rilassare la mente di un nuovo cliente. Questi esperti non devono necessariamente essere conosciuti, devono solo avere una sorta di credenziale – come essere un imprenditore, un autore o avere molta esperienza nel settore.

Ad esempio, Quip, un marchio di spazzolini da denti elettrici, presenta citazioni di dentisti sul loro sito Web per stabilire prove sociali che i loro prodotti per la pulizia dei denti sono approvati da professionisti medici :

immagine6 1

Le persone si fideranno delle opinioni di questi dentisti, anche se non le conoscono personalmente.

Valutazioni, recensioni e testimonianze

Naturalmente, avere recensioni online è uno dei modi più ovvi per costruire prove sociali, ma il modo in cui le integri è importante.

Alcune aziende metteranno in evidenza solo alcune delle loro recensioni luminose preferite nel tentativo di farsi apparire alla grande. Ma è meglio per ottenere super dettagliate se si vuole convincere i clienti a realtà  fiducia.

Ad esempio, Care / Of, un marchio di vitamine e integratori, condivide storie di successo dei clienti sul loro sito Web.

immagine4 3

Queste brevi e brevi testimonianze li aiutano a guadagnare fiducia con i nuovi clienti che potrebbero essere un po ‘scettici sulle affermazioni dell’azienda. Ciò fornisce alle persone dettagli più personalizzati sull’esperienza, piuttosto che una valutazione a stelle generica.

Contenuto correlato: Come ottenere quante più testimonianze possibili dai tuoi clienti

Referenze da amici e familiari

Quante volte hai comprato qualcosa perché il tuo amico ti ha raccontato tutto o tua madre ti ha suggerito di provarlo? Tendiamo a fidarci di una raccomandazione sul prodotto quando proviene direttamente da una persona che conosciamo.

Costruire un programma di referral è un altro modo per costruire prove sociali e aumentare le conversioni.CLICCA PER TWEETLe aziende forniranno spesso un ottimo incentivo per avviare il marketing del passaparola. Ad esempio, il servizio di personal styling Stitch Fix offre un credito di $ 25 quando i clienti condividono il loro link di riferimento sulle loro pagine personali sui social media.

image2 1

Contenuto correlato: Marketing passaparola – Che cos’è e come si fa?

2) Accetta il feedback onesto

Uno dei modi più semplici per integrare la prova sociale nel tuo sito è quello di presentare frammenti di recensioni o testimonianze dei clienti.

Le recensioni sono anche un’ottima strategia per le parole chiave : sono un segnale di posizionamento per Google e possono aumentare la presenza delle parole chiave nelle tue pagine.

Ad esempio, The Pearl Source, un rivenditore online di gioielli di lusso, ha iniziato a presentare citazioni delle loro recensioni sul proprio sito Web per creare fiducia con i nuovi clienti e stabilire prove sociali:

image9

Hanno raccolto oltre 7.000 recensioni verificate, quindi includendole direttamente sul loro sito e sulle pagine dei prodotti hanno permesso alla società di creare immediatamente prove sociali, oltre a posizionarsi più in alto nelle ricerche organiche di Google , che ha portato più traffico al loro sito.

La chiave qui è, ovviamente, un  feedback onesto .

Molti marchi sceglieranno solo alcune recensioni brillanti da evidenziare mentre cercano di tenere nascoste quelle meno positive. I consumatori sono ben consapevoli di questa pratica, quindi solo una dimostrazione delle testimonianze impeccabili solleverà alcune bandiere rosse.

Secondo il rapporto di BrightLocal , molti clienti erano abbastanza a loro agio nell’acquistare da aziende con una valutazione media da tre a quattro stelle. Hanno anche percepito aziende con medie a cinque stelle come inaffidabili e sospettavano che fingessero le loro recensioni!

Quindi non aver paura di mostrare un mix di recensioni sul tuo sito web (aumentando quelle positive in alto) in modo che i clienti possano vedere l’ampia gamma, piuttosto che solo la bobina di evidenziazione. Questo ti aiuterà a costruire prove sociali più credibili.

Contenuti correlati: Targeting per parole chiave di marca rispetto a SEO: su cosa dovresti concentrarti?

3) Pubblica le foto dei clienti sulle pagine dei prodotti

I contenuti generati dagli utenti sono incredibilmente potenti per il visual marketing poiché offrono ai clienti una visione più “realistica” di ciò che possono aspettarsi dai loro prodotti.

Mentre è abbastanza comune vederlo sui social media, i marchi stanno iniziando a integrarlo anche nei loro siti Web e in altri contenuti di marketing. Ad esempio, Abercrombie mostrerà spesso immagini di clienti reali insieme a foto di modelli per i loro articoli di abbigliamento:

image10

Ma un problema che molte aziende trovano in questo tipo di marketing sta raccogliendo UGC in primo luogo. Per incoraggiare i tuoi clienti a condividere  questo tipo di contenuti, potresti dover offrire alcuni incentivi.

Un modo è offrire loro qualcosa in cambio. Ad esempio, Tarte Cosmetics offre ai propri clienti punti premio extra per la condivisione degli acquisti sui canali social :

Premi di Tarte Cosmetics

Un’altra opzione è quella di ospitare un concorso di social media o omaggi che richiede ai clienti di impegnarsi condividendo i contenuti per conto proprio. Questo può aiutare a incoraggiare un coinvolgimento significativo e una comunità di marchi semplicemente richiedendo ai clienti di condividere le immagini con un hashtag di marca come voce.

Prenota la mia consulenza di marketing gratuita

4) Collaborare con microinfluencer su account di grandi nomi

Sebbene il marketing degli influencer sia piuttosto popolare e molto efficace, al giorno d’oggi i consumatori sanno che molti account stanno facendo queste promozioni per uno stipendio e quindi potrebbero non considerarle necessariamente affidabili.

Molti influencer sono stati chiamati in passato per aver semplicemente copiato e incollato una didascalia che proveniva direttamente dal loro manager PR in un post  – o addirittura non utilizzavano il prodotto che stanno approvando. Questo risulta estremamente inautentico.

Uno studio recente ha scoperto che solo il 4% delle persone ritiene che i grandi influencer siano affidabili. Tuttavia, lo stesso studio rivela che i micro-influenzatori (account con meno di 10.000 follower) hanno tassi di coinvolgimento molto più alti e sono considerati autentici e affidabili dallo stesso gruppo di consumatori.

Quindi, se hai intenzione di provare l’influencer marketing, prendi in considerazione la scelta di micro-influenzatori con un pubblico di nicchia estremamente trasparente. Ad esempio, Liz Claire gestisce un canale YouTube e un account Instagram in cui esamina i prodotti che riceve ai fini dell’influencer marketing:

image13

Claire fornisce un feedback onesto, anche quando non le piace il prodotto o non ha funzionato per lei. Le sue raccomandazioni autentiche hanno molto peso sul suo pubblico, rendendola un ottimo micro-influenzatore per i marchi con cui collaborare.

Contenuti correlati: Come far crescere il tuo business con Influencer Marketing e le partnership di marca

5) Impostare i sistemi di riferimento

Come accennato in precedenza, è molto più probabile che acquistiamo qualcosa quando il nostro amico o familiare ce ne parla direttamente.

Tuttavia, mentre potremmo avere alcuni marchi o prodotti che giuriamo e di cui parliamo ai nostri amici, spesso non condividiamo le nostre esperienze o l’amore per un marchio online a meno che non abbiamo avuto un’esperienza eccezionalmente grande – o eccezionalmente terribile.

Quindi potresti (ancora una volta) dover incentivare un po ‘i tuoi clienti a diventare sostenitori del tuo marchio, in particolare online. Un marchio che lo fa molto bene è Harry’s, un marchio di accessori per la rasatura, che incoraggia la condivisione sociale per guadagnare prodotti gratuiti :

image12

I clienti condividono semplicemente il loro link e codice speciali con gli amici. Possono guadagnare fino a un anno di prodotti gratuiti, nonché regali più piccoli, per ogni ospite che si iscrive.

Ciò che è interessante notare qui è quanto bene questa strategia abbia funzionato per Harry.

Hanno annunciato questo programma insieme al loro lancio iniziale del prodotto al fine di aumentare la loro base di clienti e sono stati in grado di generare 100.000 lead  nella prima settimana – e il 77% è diventato clienti paganti!

image3 2

fonte

Ma non è necessario offrire ricompense così estreme affinché questa strategia abbia successo. Anche un semplice sconto del 10% può aiutare a far rotolare la palla di riferimento!

6) Pubblica e condividi contenuti non sponsorizzati

Contenuti affidabili, non sponsorizzati  – come case study, rapporti di ricerca e interviste di esperti del settore  – possono essere estremamente utili per la creazione di prove sociali, in particolare per le aziende B2B.

Un rapporto di Demand Gen ha rilevato che i clienti B2B preferiscono consumare vari formati di contenuto mentre si spostano lungo il percorso dell’acquirente. I clienti nella fase iniziale preferiscono gli e-book e le pubblicazioni di settore, mentre quelli nella fase avanzata degli acquisti sono persuasi da contenuti come report degli analisti e case study.

image7

Sfortunatamente, potrebbe essere difficile trovare contenuti specifici per la tua azienda o settore, quindi potrebbe essere necessario crearne uno da solo o trovare modi creativi per integrarlo.

Ad esempio, Hum Nutrition invia sondaggi ai propri clienti chiedendo loro di rivedere le loro esperienze dopo aver assunto un supplemento per un determinato periodo di tempo. Pubblicano quindi queste informazioni sulle pagine dei loro prodotti per fornire prove statistiche :

Immagine11

Potrebbe anche essere utile incorporare informazioni relative a studi scientifici o ricerche sul tuo settore per dimostrare perché il  tuo prodotto è importante.

Ad esempio, supponiamo che la tua azienda offra software di analisi dei dati, che altre aziende possono utilizzare per supportare il processo decisionale strategico.

È possibile utilizzare le statistiche di studi verificati, come il rapporto di Teradata sull’uso dell’analisi da parte di Siemen per ottimizzare i sistemi di consegna. O  il case study di SFR  su come hanno usato i dati per migliorare il loro percorso verso i clienti.

Anche se questi casi di studio non riguardano specificamente la tua azienda, purché siano collegati al tuo settore, possono lavorare per evidenziare la tua esperienza nel settore.

Contenuti correlati: [Caso di studio] Il metodo Content Sprout: come utilizzare il Content Marketing strategico per aumentare il traffico da 0 a milioni

Prenota la mia consulenza di marketing gratuita

Considerazioni finali sulla prova sociale

La fiducia è facilmente uno dei fattori più importanti quando si tratta di convertire i clienti.

Se i consumatori non si fidano della tua attività, non c’è modo di darti i loro soldi guadagnati duramente. Gran parte del tuo marketing dovrebbe essere focalizzato sulla ricerca di modi per costruire una relazione autentica con il tuo pubblico – e l’integrazione della prova sociale è senza dubbio uno dei modi migliori per farlo.

Alla fine della giornata, i clienti si fidano delle persone rispetto ai marchi, quindi sfruttalo a tuo vantaggio utilizzando la prova sociale come strategia di marketing per rafforzare la fiducia.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close