Cerca

6 passaggi per iniziare un Blog

Non iniziare solo un altro blog, impara come iniziare a scrivere sul blog per fare soldi con questi sei passaggi

Ho ricevuto molte e-mail sulla nostra guida alle risorse di 10 pagine su come avviare un blog . Descrive in dettaglio tutto ciò di cui hai bisogno per iniziare a blog e fare soldi. L’unico problema è … è troppo dannatamente lungo! Ho pensato di prendere alcuni dei punti chiave nel post su come iniziare a scrivere sul blog e mettere insieme un’infografica che è più facile da scansionare rapidamente.

L’infografica delinea i sei passaggi fondamentali per iniziare a bloggare dalla ricerca di un servizio di hosting all’amore di Google e all’utilizzo di plugin sul tuo blog. Ho evidenziato ulteriori articoli in ogni sezione sotto l’infografica per maggiori dettagli su ogni passaggio.

Iniziare a scrivere sul blog richiede molto lavoro e ti sembrerà di parlare con te stesso per i primi sei mesi. Rimani fedele e inizierai a vedere crescere il traffico dei visitatori e il tuo reddito mensile inizierà a crescere. Stavo guadagnando oltre $ 2.000 dopo appena un anno di gestione dei miei blog part-time e conosco molti blogger che guadagnano oltre $ 5.000 al mese dopo solo pochi anni.

 Introduzione al blog in sei passaggi

I blogger di successo spendono centinaia al mese in strumenti e risorse, ma dovresti iniziare mantenendo basse le spese. La tua prima spesa e una delle uniche assolutamente necessarie è il web hosting. Puoi iniziare a bloggare in modo economico attraverso il piano di base sulla maggior parte degli host web, di solito tra $ 4 e $ 6 al mese. Di recente ho recensito i siti Web di hosting WordPress più popolari, inclusi piani per esigenze diverse.

Per i nuovi blog, in genere consiglio BlueHost per l’hosting. Sono l’host web più popolare per un motivo, solo $ 3,95 al mese e molti omaggi che non ottieni con altri host come crediti pubblicitari e dominio gratuito.

Passa un po ‘di tempo a scegliere il nome del sito Web perfetto perché è davvero difficile cambiare una volta iniziato a scrivere sul blog. Attenersi al .com standard a meno che non si esegua un’organizzazione di beneficenza e si utilizzino siti come Instant Domain Search per assicurarsi che il proprio nome sia disponibile.

Quanto puoi fare da un blog

Se stai leggendo questo post, immagino che tu abbia un’idea delle entrate potenziali che puoi realizzare sul blog. Hai letto alcuni dei miei rapporti sul reddito o forse hai visto alcuni dei rapporti sul reddito di altri blogger.

come avviare un blog e fare soldi

Quanti soldi guadagno nel blog

Probabilmente non avrai bisogno di convincere molto perché dovresti iniziare un blog … ma dopo aver creato il tuo blog ci sarà un punto di cui dubiterai di te stesso. Non realizzerai quanto vuoi o forse il tuo blog non crescerà velocemente quanto vuoi.

Insisti!

I miei $ 6.000 + al mese non sono avvenuti durante la notte. Anche quando ho iniziato a fare soldi, ci sono state molte volte in cui mi sono preoccupato che tutto sarebbe crollato.

Guarda alcune di quelle valli nel mio reddito mensile. Succede, ma resta fedele a questo, dai un’occhiata ad alcuni dei consigli di questo blog e sarai SUCCESSO!

Dovresti iniziare un blog gratuito?

Vedremo alcuni ottimi consigli pratici che puoi usare per iniziare il tuo blog tra un minuto, ma c’è una domanda che ricevo continuamente dai nuovi blogger.

Devo iniziare un blog gratuito?

NO! … come va per una risposta?

Puoi avviare un blog gratuitamente su WordPress o su altre piattaforme, ma presenta importanti svantaggi.

  • Non possiedi il tuo blog. La piattaforma lo possiede e può fare quello che vuole con esso.
  • Non puoi pubblicare annunci sul tuo blog. Non sono comunque un fan delle pubblicità ma è una fonte di reddito per i blogger.

La differenza tra un blog gratuito e uno a pagamento è inferiore a $ 5 al mese. Il link Blue Host qui sotto è un affare speciale per soli $ 3,95 al mese, quindi solo $ 47 all’anno per controllare totalmente il tuo blog.

Confronta questo con il costo per avviare qualsiasi altra attività e non costa davvero nulla per gestire un blog. Inizia con un budget limitato per l’hosting e forse alcuni plugin, di più su questo sotto, e continua da lì quando inizi a fare soldi.

Ricevi questa offerta speciale da BlueHost e inizia oggi

Le migliori piattaforme di blogging per i blogger principianti

Il tuo provider di hosting del sito è come il retro di un negozio, i tuoi clienti non lo vedono ma è fondamentale per aiutare il tuo negozio a funzionare. La tua piattaforma di blog invece è la parte anteriore del tuo negozio, è dove metterai tutti i tuoi articoli e prodotti per mostrare ai lettori.

La piattaforma di blogging è dove crei e gestisci tutto sul tuo blog, dal layout del sito ai tuoi articoli e plugin.

La maggior parte dei blog sono creati su WordPress per un paio di motivi. Innanzitutto perché è così facile da usare. I blogger usano anche WordPress perché c’è un esercito di sviluppatori che creano strumenti e widget che puoi usare. Alcuni di questi strumenti sono gratuiti mentre pagherai per altri, ma non esiste un’altra piattaforma di blog con la selezione di plugin aggiornati.

perché avviare un blog su wordpress

Perché iniziare un blog su WordPress

Detto questo, c’è una ragione per cui potresti selezionare una piattaforma di blog diversa per il tuo sito. Se stai creando un sito di e-commerce, qualcosa come un sito di vendita al dettaglio online, allora Wix e Shopify sono entrambe ottime opzioni.

Wix e Shopify sono appositamente realizzati per i siti di e-commerce e ho trovato alcune funzionalità un po ‘in grado di utilizzare durante l’impostazione di un carrello. Ancora una volta, questo è solo se stai creando un sito di e-commerce.

Se stai creando un blog tradizionale, anche se prevedi di vendere prodotti, ti consigliamo di utilizzare WordPress. Puoi ancora vendere prodotti attraverso un blog WordPress e vorrai tutti quei plugin e altri strumenti che ne derivano.

Avvio di un blog su WordPress

Una volta registrato per l’hosting di blog [ ecco l’offerta speciale per BlueHost ], è facile installare WordPress e iniziare.

Nel tuo account Blue Host, scorri verso il basso fino alla posizione “Installa WordPress” nella categoria Sito web. Questo ti porterà a una pagina per digitare il nome del tuo blog e iniziare.

Se stai usando un tema personalizzato o uno che hai acquistato per il tuo blog, sarai in grado di caricarlo su WordPress. Altrimenti, inizierai con uno dei temi gratuiti sulla piattaforma.

Uso il tema Genesis di StudioPress. Sembra fantastico sui dispositivi mobili ed è SEO-friendly ma non c’è motivo per cui non puoi iniziare su uno dei temi gratuiti. Ciò consentirà di ridurre le spese di avvio per il tuo nuovo blog e iniziare senza dover drenare i tuoi risparmi.

Ci sono alcune cose che vuoi usare per iniziare con il tuo blog,

  • Hosting da Blue Host o da un altro provider
  • Un servizio di email marketing. Puoi iniziare gratuitamente su MailChimp ma presto avrai bisogno di un servizio a pagamento per gestire un elenco più ampio. Uso Aweber per il semplice processo di automazione.
  • Uno strumento di gestione dei social media come Hootsuite . Puoi passare ore al giorno a condividere sui social media o puoi fare tutto in meno di dieci minuti con uno strumento social.
  • Strumento di gestione dei collegamenti PrettyLinks . Questo è un plugin a pagamento, ma uno dei migliori investimenti che puoi fare. Rende semplice il collegamento degli affiliati e consente di risparmiare ore quando è necessario modificare i collegamenti.

La stragrande maggioranza dei plug-in e degli strumenti necessari per avviare il tuo blog sarà gratuita o avrà livelli di servizio gratuiti per i nuovi blog. Le risorse di cui sopra costeranno meno di $ 15 al mese per dare al tuo sito un aspetto professionale e dargli gli strumenti di cui ha bisogno per crescere.

Usa i plugin per iniziare a scrivere sul blog senza essere un tecnico

I plugin sono programmi che puoi mettere sul tuo blog per fare cose che non puoi fare senza essere un genio della programmazione. Questi includono tutto, dalla pulizia del blog al posizionamento di pubblicità e raccolta di e-mail. Ci sono decine di migliaia disponibili ma inizia con alcune nozioni di base.

  • Akismet: aiuta a filtrare i commenti spam … e ce ne sono molti
  • Controllo dei link non funzionanti: i lettori odiano fare clic su un collegamento in un vicolo cieco, così come Google. Questo plugin aiuta a catturare i collegamenti interrotti sul tuo blog.
  • EWWW Image Optimizer – Aiuta a ridurre la dimensione del file delle immagini sul tuo blog e ad accelerare il tempo necessario per caricare.
  • SEO by Yoast – La metà o più dei visitatori del tuo blog verranno da Google, quindi devi assolutamente SEO ogni articolo. Questo plugin lo rende più facile.

Non ho ancora un post esclusivamente sui plug-in, ma includo un elenco completo di quelli che utilizzo sui miei siti nella nostra guida alle risorse per il blog iniziale. La maggior parte dei plugin sono estremamente facili da usare. Basta scaricarli e installarli in WordPress e venire precaricato per fare il lavoro.

Non scrivere il post perfetto sul blog, inizia a scrivere sul blog!

Non andare fuori di testa e passare ore a cercare di scrivere ogni articolo. Inizia scegliendo un argomento e delineando i tuoi pensieri. Quindi scrivilo senza preoccuparti se è materiale Pulitzer. Imparerai a scrivere più velocemente e in modo più persuasivo più scrivi.

Quanto dovrebbero durare i tuoi articoli ? Uno studio dei primi dieci risultati di ricerca su Google ha rilevato una lunghezza media dei post superiore a 2.000 parole con i primi due punti in media più di 2.450 parole. Ci sono un paio di ragioni probabili. In primo luogo, i post più lunghi hanno maggiori probabilità di essere collegati dai lettori a causa di maggiori informazioni. I post più lunghi contengono anche più potenziali parole chiave a coda lunga che Google può trovare.

Prova a scrivere un post al mese con più di 2.000 parole, ma mantieni il resto a 750- 1.250 parole più gestibili.

Ottieni un po ‘di Google Love per il tuo blog!

La classificazione dei tuoi articoli su Google inizia con ciò che viene chiamato SEO sulla pagina , aggiungendo le parole giuste nei posti giusti.

  • Usa immagini e grafica pertinenti con la tua parola chiave taggata
  • Link ad altri articoli sul tuo sito e altri siti Web di autorità
  • Usa le parole chiave nelle intestazioni e crea i tag H con il tuo editor WordPress

Dopo che la SEO in-page viene fuori dalla SEO attraverso la creazione di link. Qui puoi trovare altri siti Web da collegare ai tuoi contenuti, aumentando l’autorità del tuo blog con Google. È una delle strategie più trascurate dai blogger e la chiave per iniziare a bloggare. Condivido le mie tre strategie preferite per la creazione di link in un post precedente, incluso uno che mi ha procurato tonnellate di link .edu di qualità.

Porta il tuo blog virale con i social media

Facebook e Pinterest rappresentano il 95% del traffico dei social media verso la maggior parte dei blog, quindi trascorri il tuo tempo su queste due reti. Molti blogger si comportano bene anche su Twitter, quindi trascorri un po ‘di tempo a imparare a utilizzare la rete di 140 caratteri.

I social media possono essere frustranti perché ci vuole molto lavoro per iniziare e costruire una comunità. Con percentuali di clic dell’1% e inferiori, hai bisogno di centinaia di follower solo per vedere alcuni visitatori al giorno sul tuo blog. Costruisci la tua social community nel tempo e inizierai a vedere più traffico e un maggiore coinvolgimento con i tuoi post.

Una delle cose più difficili da fare nella tua strategia sui social media è impegnarsi e pubblicare costantemente i tuoi articoli. La durata di un tweet è inferiore a 18 minuti, il che significa che il tuo post viene seppellito e smette di attrarre visitatori in pochissimo tempo. Guidare veramente il traffico dei social media significa condividere costantemente tutto il giorno su più reti. Gli strumenti di gestione dei social media come Hootsuite rendono questo più semplice consentendo di collegare tutti i tuoi account a una pagina e pianificare in anticipo le condivisioni.

Inizia la tua prova gratuita su Hootsuite per aumentare il traffico sui social

Introduzione al video blog

L’ultima cosa a cui vuoi pensare quando inizi il tuo blog è la creazione di un video blog. Abbiamo già coperto molto materiale e per iniziare i blog ci vorranno mesi.

Ma il video è il futuro del blog e devi iniziare a pensare di portare il tuo blog in quella direzione.

In passato, i servizi Internet non erano abbastanza veloci per i video. Ricordi i giorni di “buffering” costante in cui ci vorrebbe mezz’ora per guardare un video di cinque minuti?

Tutto è cambiato e i dispositivi mobili 5G stanno per rendere i video velocissimi.

Proprio come la TV ha sostituito la radio, il video blog alla fine sostituirà i blog tradizionali. Non sto dicendo che ai blog sui contenuti non siano rimasti decenni ma c’è già un chiaro cambiamento nella popolarità.

La buona notizia è che video e blog tradizionali possono lavorare insieme! Ho appena iniziato a sviluppare il mio canale YouTube e i visitatori dei video sono già la mia quinta fonte di traffico verso i blog.

  • Inizia intervistando blogger e altri video blogger. Questi video di tipo intervista sono molto più facili da produrre e richiedono meno tempo per la modifica.
  • Crea brevi riassunti video per alcuni dei tuoi post di blog più popolari. Puoi caricarli su YouTube e incorporarli nel tuo post sul blog per un impulso di marketing immediato sul tuo canale video.
  • Proprio come i blog, i video possono essere estremamente frustranti e rallentare fino a un anno. La chiave del successo è solo per mantenerlo e far crescere lentamente il tuo seguito.
  • Scopri come migliorare i tuoi video scegliendo come target parole chiave e impostando la tua pagina per la ricerca.

Per iniziare Blogging per denaro

Non aspettare per iniziare a guadagnare sul tuo blog .

Riceverai molti consigli come “Basta un blog per un anno e non preoccuparti di fare soldi fino a quando non aumenti il ​​tuo traffico”.

Sai cosa, il tuo traffico non sarà mai così alto come desideri. Potresti non fare molti soldi in quei primi mesi, ma anche un po ‘ti aiuterà a motivare a continuare a bloggare.

Alcune fonti di reddito per il blog funzioneranno meglio per i nuovi blog. Il segreto per avere successo come nuovo blogger sta nell’apprendere le fonti di reddito, che funzionano più velocemente e che richiedono più tempo ma ripagano nel lungo periodo.

  • La pubblicità tramite Google Adsense è semplice e può essere avviata quasi immediatamente. Non ti farà molto, ma è un buon inizio.
  • Gli affiliati sono i luoghi in cui la maggior parte dei blogger guadagna. Trova da tre a cinque affiliati che funzionano bene per altri blogger nella tua nicchia. Scrivi un post di revisione per ciascuno e un post di confronto che li abbini tutti insieme.
  • I post sponsorizzati saranno una fonte di reddito maggiore una volta generato un po ‘più di traffico ma assicurati di limitare il numero di post ogni mese.
  • Corsi ed e-book sono i luoghi in cui desideri accedere ai blog. La creazione dei tuoi prodotti elimina l’intermediario e ti consente di mantenere tutti i profitti.

Regole di blog su cui vivere

Non rubare articoli da altri siti. Google lo vedrà e indicherà il ranking di ricerca del tuo sito … inoltre è illegale!

Non diffamare o stampare informazioni false su qualcuno o un’azienda. Le recensioni di un prodotto sono corrette ma assicurati di poter supportare i tuoi reclami o affrontare sfide legali.

Comprendere il corretto utilizzo delle immagini. L’uso di immagini protette da copyright senza autorizzazione è uno dei primi errori dei nuovi blogger. Evita costose cause sapendo cosa puoi usare.

Per iniziare a bloggare e fare soldi ci vorranno più di questi sei passaggi, ma l’infografica ti darà una buona idea di come iniziare. Il più grande segreto del successo del blog è solo iniziare e continuare! Hai bisogno di almeno sei mesi o un anno per iniziare davvero a vedere il traffico crescere fino al punto in cui stai facendo soldi veri. Scopri alcuni degli altri post sul blog su come avviare un blog e fare soldi e sarai sulla buona strada.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close