Cerca

5 tipi di Email che dovresti inviare ai tuoi iscritti (e perché)

L’email è uno dei canali più popolari per il marketing online e offre una serie di vantaggi per i blogger.

In effetti, un sondaggio di The Manifest ha rilevato che il 69% delle aziende spende tempo e denaro per l’email marketing.

Può aiutare ad avere più occhi sui tuoi articoli ed è un ottimo modo per generare vendite. In effetti, un sondaggio di Litmus ha rilevato che per ogni dollaro un marchio investe nell’e-mail marketing in cambio ricevono 42 dollari.

Esistono molti tipi di email che puoi inviare al tuo elenco. Ciascuno con funzioni diverse. In questo articolo esploreremo alcuni dei tipi più popolari, spiegando come possono aiutarti e come costruirli.

Iniziamo!

1. Email di benvenuto

Che cos’è?

Un messaggio di benvenuto per introdurre le persone alla tua lista e-mail, prodotto o corso. 

Perchè ne hai bisogno?

Dicono “non hai mai una seconda possibilità di fare una prima impressione” per un motivo. Le e-mail di benvenuto sono una delle prime opportunità per i lettori di conoscere te e il tuo marchio e impostare le aspettative per il futuro.

Un sondaggio di GetResponse ha scoperto che hanno un’apertura MOLTO alta oltre l’82% e una percentuale di clic di circa il 27%! Questa è un’e-mail da non perdere.

Possono aiutare a condividere la tua storia con i lettori e creare fiducia. Aumentare il numero di lettori e impostare il nutrimento dei lead per future e-mail.

Come creare un’e-mail di benvenuto efficace

  • Scrivi una riga dell’oggetto accattivante: le righe dell’oggetto sono fondamentali per il successo della tua e-mail. Sono uno dei pochi elementi che un lettore utilizza per decidere se aprire un’e-mail. Le righe dell’oggetto di benvenuto dell’e-mail non fanno eccezione. Potresti mantenerlo semplice con un semplice “Benvenuto nella mia mailing list” ecc. Oppure potresti essere un po ‘più creativo.
  • Presentati: spiega un po ‘di te e della tua storia. La condivisione di alcune informazioni personali può iniziare a creare una connessione con i tuoi lettori.
  • Dì “grazie”: fai sapere al lettore che apprezzi che siano lì. Aweber ritiene che “grazie” sia una delle parole più efficaci che è possibile utilizzare in un’e-mail, in quanto aggiunge una qualità umana e aumenta la fedeltà al marchio.
  • Di ‘loro cosa aspettarsi da te: invierai una serie di e-mail. Darai loro aggiornamenti su nuovi contenuti? Una newsletter mensile? Una serie di email?
    • Questo aiuta a stabilire le aspettative dal tuo elenco. Può incoraggiare le persone a rimanere in giro e può anche ridurre il rischio di cancellazioni in seguito se si inviano troppi messaggi.
  • Chiedi loro di autorizzarti: questo può creare un po ‘di confusione, in quanto può essere un processo diverso per ogni fornitore di posta. Ma, in sostanza, stai chiedendo ai lettori di contrassegnare i tuoi contenuti come importanti per loro. Ciò aumenta le possibilità che le tue e-mail vengano recapitate invece di passare direttamente allo spam.
  • Chiedere di connettersi sui canali social: questa è un’ottima opportunità per chiedere ai lettori di seguirti sui tuoi canali social, poiché è probabile che siano coinvolti con ciò che hai da dire.

Una delle e-mail di benvenuto che Blogging Wizard invia ai nuovi abbonati spunta molte di queste caselle:

Email di benvenuto della procedura guidata di blogging

2. Newsletter

Che cos’è?

Una e-mail regolare che aggiorna i tuoi abbonati di qualsiasi novità sul tuo marchio o blog.

Potrebbe includere:

  • Nuovo contenuto
  • Vecchio contenuto (su cui si desidera aumentare le visualizzazioni)
  • Annuncio di una nuova serie o tema di blog
  • Nuove offerte sui prodotti
  • Cosa è successo nella tua vita personale
  • Valore aggiunto per il lettore: suggerimenti, istruzioni, ecc. 

Perchè ne hai bisogno?

Le newsletter non sono solo un’occasione per dire ai tuoi lettori che hai una nuova cucina o che hai iniziato una nuova serie su Netflix. Possono essere un potente strumento di marketing. Compreso

I loro vantaggi possono includere:

  • Aumento delle visualizzazioni su nuovi contenuti
  • Aumento delle vendite
  • Consentire ai lettori di conoscere le offerte
  • Aumento del traffico verso le landing page
  • Aumentare la consapevolezza di un nuovo prodotto o servizio
  • Aumento dei follower sui social media

Come creare una newsletter efficace

  • Segmento: segmentare il tuo elenco è una delle regole d’oro dell’email marketing. Può aiutare a rendere più efficaci tutte le e-mail inviate, comprese le newsletter. L’invio di varianti su misura per diversi segmenti dell’elenco può aiutare ad aumentare la percentuale di apertura e di clic. Ciao più visualizzazioni di pagina e conversioni!
  • Aggiungi valore: dare valore ai tuoi lettori aiuta ad aumentare la fiducia nel tuo marchio. Questo può portare a più lettori e, in definitiva, alle vendite. Potresti offrire suggerimenti o guide nella tua e-mail e collegarti ad altri contenuti.
  • Personalità: fai risplendere un po ‘la tua personalità nella tua newsletter. Potresti condividere qualcosa che sta accadendo nella tua vita in questo momento se ti senti a tuo agio o usi un po ‘di umorismo. Ancora una volta, questo può aiutare a costruire una connessione e fiducia nei tuoi lettori.
  • Qualcosa di vecchio e qualcosa di nuovo: la tua newsletter non deve solo promuovere nuovi contenuti, cogliere l’occasione per aumentare le opinioni su articoli più vecchi che sono ancora pertinenti.
  • Presta attenzione al layout: a volte nelle newsletter può esserci molto da dire, fai attenzione che la tua pagina non sia affollata da lunghi blocchi di testo e molti inviti all’azione.
  • Chiedi un feedback: chiedere ai tuoi lettori cosa vorrebbero vedere nelle tue newsletter può essere un ottimo modo per fare ricerche sui clienti. Questo può aiutarti a produrre e-mail ancora migliori in futuro e informare tutte le tue strategie di marketing. Incoraggia anche la comunicazione tra di voi, il che offre un’altra opportunità per costruire una connessione.

Ecco un altro esempio da Blogging Wizard:

Blogging Wizard Newsletter Email

 3. Email di reimpegno

Che cos’è?

Un’e-mail che contatta gli abbonati inattivi nella tua mailing list, per indurli a interagire nuovamente con i tuoi messaggi.

Perchè ne hai bisogno?

Quando hai persone nella tua lista e-mail che non interagiscono con le tue e-mail, ciò può danneggiare la tua deliverability . Ciò aumenta le possibilità che le tue e-mail ben realizzate finiscano nella cartella spam.

Può anche essere molto più economico e più semplice coinvolgere nuovamente gli abbonati esistenti piuttosto che acquisirne di nuovi.

Come creare un’e-mail di reimpegno efficace

  • Scopri perché le persone non sono coinvolgenti: sapere perché le persone non sono coinvolgenti può aiutarti a creare le tue e-mail di conseguenza.

La campagna attiva ha compilato un pratico elenco di alcuni dei motivi per cui le persone smettono di impegnarsi:

  • Troppe email
  • Linee tematiche Clickbait
  • Design confuso
  • Non ottimizzato per dispositivi mobili
  • Contenuto ripetitivo o irrilevante
  • Si è registrato solo per un’offerta unica
  • Chiedere agli abbonati di completare un sondaggio o un sondaggio con un incentivo omaggio gratuito
  • Competizioni online
  • Consigli sul prodotto
  • Partecipa a una campagna: è improbabile che una e-mail sia sufficiente per ringiovanire l’interesse di qualcuno per il tuo marchio. Invece, crea una campagna rivolta a diversi segmenti di abbonati.
  • Attenzione attirando la linea dell’oggetto : qui è estremamente importante che la linea dell’oggetto catturi l’attenzione del lettore. Se comunque non vengono attivati, è più probabile che passino l’e-mail senza aprirli.
  • Fornisci loro un motivo per tornare: offri un incentivo per farli tornare, come l’accesso a contenuti esclusivi o uno sconto su uno dei tuoi prodotti o servizi.
  • Personalizza: le e-mail personalizzate possono aiutare ad aumentare la connessione e stimolare il coinvolgimento. Adatta la tua e-mail a ciascun destinatario. Cose come il loro nome, collegamenti a contenuti che corrispondono ai loro interessi e suggerimenti pertinenti nell’e-mail possono essere d’aiuto qui.

Dai un’occhiata a questa email di reimpegno dal servizio di creazione video, Animoto:

Email di reimpegno di Animoto

4. Email abbandonata del carrello

Che cos’è?

Un’e-mail inviata ai visitatori che lasciano un carrello pieno sul tuo sito. L’obiettivo è di farli tornare e fare un acquisto.

Perchè ne hai bisogno?

Questa è un’e-mail importante se vendi prodotti sul tuo blog.

Molti soldi vengono persi ogni anno per i carrelli della spesa abbandonati. In effetti, in uno studio di Barilliance il tasso del carrello abbandonato per gli Stati Uniti nel 2019 è stato di circa il 72%.

L’e-mail può essere molto efficace per recuperare alcune di queste entrate perse. In uno studio di MooSend sono state aperte oltre il 40% delle e-mail di abbandono del carrello, il 21% di queste ha ricevuto click-through e il 50% delle persone che hanno fatto clic sugli acquisti effettuati!

Come creare un’e-mail del carrello della spesa abbandonata efficace

  • Includilo in una serie : l’invio di una serie di e-mail di carrello abbandonate può essere più efficace di un messaggio autonomo.
  • Personalizza: puoi personalizzare le e-mail del carrello abbandonato con dettagli come il nome del destinatario, i dettagli o un’immagine di ciò che era nel carrello.
  • Segmentazione: utilizzare la segmentazione per personalizzare ulteriormente le e-mail. Neil Patel consiglia di segmentare in categorie come abbandoni per la prima volta e clienti esistenti per contribuire a creare messaggi più pertinenti.
  • Il tempismo è importante: quando invii le tue e-mail può influire sul loro successo. I tempi esatti che funzionano per te possono essere specifici per la tua attività.
  • Usa la prova sociale: questo può essere un modo efficace per aumentare le conversioni, una recensione o una testimonianza sul tuo prodotto può aiutare a convincere i lettori a finire ciò che hanno iniziato.

Di seguito è riportata un’e-mail di carrello abbandonata semplice ma efficace da FiftyThree:

Email del carrello abbandonata FiftyThree

5. E-mail per la cura dei lead

Che cos’è?

Una serie di e-mail che sviluppano consapevolezza e fiducia nel tuo marchio, con l’obiettivo finale di fare una vendita.

Perchè ne hai bisogno?

Se il tuo blog vende prodotti o servizi, la cura dei lead può essere un modo efficace per aumentare il numero di vendite e il valore medio degli ordini di ogni vendita.

L’educazione al piombo può aiutare a trasformare i lettori in clienti creando fiducia nel tuo marchio nel tempo.

Come creare un’efficace campagna di promozione dei lead

  • Non vendere subito: è importante ricordare di non essere troppo focalizzati sulle vendite all’inizio della tua campagna. Prima vuoi costruire una relazione con i lettori. È simile alla costruzione di una relazione nella vita reale. Non suggeriresti di trasferirti con qualcuno al primo appuntamento, vero?
  • Diventa personale: se ti senti a tuo agio, condividere alcuni dettagli personali su di te può aiutare a favorire una connessione e aiutare a coltivare il piombo. C’è una parte particolare della tua storia che mostra che hai avuto lotte simili con i tuoi clienti? Li hai superati?
  • Comprendi i tuoi clienti: è importante capire i tuoi clienti per creare e-mail che risuonano con loro. Com’è il loro mondo? Di quali bisogni hanno? Come puoi aiutarli?

Fare ricerche sul pubblico di destinazione e creare personalità acquirente può aiutarti a creare e-mail che aggiungono valore per il lettore. E dimostreranno anche che capisci i loro punti di dolore. Tutto questo aiuta a costruire … hai indovinato …. Fiducia.

  • Decidi i tempi: i tempi di ogni email sono importanti. Troppe e-mail, troppo spesso, potrebbero frustrare le persone, ma lasciarle troppo a lungo e potrebbero dimenticare chi sei. L’esatta linea temporale che funziona per te può essere individuale per la tua azienda. 
  • Varia i tuoi contenuti: prova diversi tipi di contenuti per mantenere interessante la tua campagna e vedere cosa funziona per te. Potresti includere video, infografiche, podcast e altro. Non tutto deve essere la parola scritta. E considera la sperimentazione della lunghezza dei contenuti.

Le e-mail per la cura dei lead possono assumere molte forme.

Potresti cercare un’e-mail semplice, piena di valore e consigli pertinenti per i tuoi abbonati.

Oppure potresti optare per un approccio più “pratico” che ti consente di saperne di più sui tuoi abbonati e aiutarli in un modo più significativo. Queste e-mail sono generalmente più brevi e focalizzate su una singola domanda.

Ecco un esempio da Blogging Wizard:

Email per coltivare il lead della procedura guidata di blogging

Questo tipo di e-mail è difficile da ridimensionare ma provoca interazioni significative con gli abbonati.

Bonus: migliori pratiche di email marketing

Migliori pratiche

Esistono alcune best practice per scrivere tutte le e-mail che non sono state trattate qui, come come creare pulsanti di invito all’azione efficaci e come formattare le e-mail. Dai un’occhiata a questo articolo per maggiori dettagli su alcune di queste cose.

Test A / B

Se desideri ottimizzare le tue e-mail per la massima conversione, è importante testare gli elementi A / B di ciascuna e-mail per trovare ciò che funziona personalmente per il tuo marchio.

Ciò che funziona per un marchio potrebbe non funzionare per il tuo e ciò che funziona oggi potrebbe non funzionare la prossima settimana.

Il test A / B sta semplicemente cambiando un elemento di un’e-mail alla volta e vedendo quale ha il risultato più positivo. Un fornitore di servizi di email marketing di qualità avrà gli strumenti per farlo facilmente.

L’asporto

Speriamo che questo articolo ti abbia offerto alcune informazioni sui tipi di email più diffusi e su come possono aiutare il tuo blog.

È importante assicurarsi che le tue e-mail siano pertinenti per il tuo pubblico, indipendentemente dal tipo. Renderli il più coinvolgente possibile e test A / B per mantenerli ottimizzati.

L’e-mail può aumentare i tuoi lettori e le entrate che guadagni. Quindi, avvia la tua piattaforma di mailing e inizia a creare alcuni messaggi allettanti.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close