5 tendenze sulle criptovalute per il 2022

Lo spazio blockchain si muove velocemente, ma lo zoom indietro rispetto al rumore quotidiano può dare un’immagine più chiara di dove potrebbero andare le cose. Guardando indietro al 2021 e al primo mese di quest’anno, è facile identificare una serie di grandi temi.

Ci sono molte tendenze che si potrebbero evidenziare. L’aumento della regolamentazione è ovvio e il modo in cui paesi tra cui Russia, India e Stati Uniti stanno chiarendo le loro posizioni sulle criptovalute. Parallelamente, le criptovalute stanno diventando più politicizzate, poiché i leader del settore fanno pressioni sui politici e supportano attivamente i candidati pro-crypto .

C’è l’ascesa dei DAO come struttura organizzativa alternativa e l’importanza fondamentale delle soluzioni Layer 2, dei bridge e dell’interoperabilità.

C’è la continua espansione della DeFi, anche se forse quest’anno con una base di utenti più sofisticata che è più scettica nei confronti di fork e cloni che offrono APY insostenibili. C’è lo sviluppo intrigante della liquidità di proprietà del protocollo, che promette di liberare la DeFi dalla sua dipendenza dal capitale mercenario.

Questi sono tutti importanti, ovviamente, ma contano di più per i nativi DeFi che vivono e respirano criptovalute. Che dire dei modi in cui la blockchain sta iniziando a cambiare la vita e le abitudini delle persone normali, su scala globale?

Ecco cinque tendenze emergenti da tenere d’occhio per il 2022.

1. Più nazioni considerano strategie bitcoin

Quando El Salvador ha reso bitcoin corso legale nel settembre 2021, ha stabilito un precedente che sarebbe stato impensabile solo pochi mesi prima. La controversa mossa è stata presentata come un mezzo per stimolare lo sviluppo economico e la creazione di posti di lavoro per il paese latinoamericano in difficoltà, che è appesantito dai pagamenti del debito estero.

Ad oggi, nessun paese ha seguito l’esempio, ma ci sono indicazioni che cambierà, poiché altre nazioni che soffrono di difficoltà economiche cercano di stabilizzare i propri bilanci, promuovere l’inclusione finanziaria e trovare modi per recuperare l’indipendenza dai paesi e dalle istituzioni che hanno prestato loro soldi. Si dice che un certo numero di paesi centroamericani stiano prendendo in considerazione l’idea di seguire l’esempio di El Salvador. E la Turchia, che soffre di un’elevata inflazione, potrebbe essere sulla stessa strada; Il presidente Recep Tayyip Erdogan ha recentemente incontrato il presidente di El Salvador Nayib Bukele, con bitcoin che si dice sia all’ordine del giorno. Non sono nemmeno solo i paesi a basso reddito. Una proposta per rendere BTC corso legale in Arizona è attualmente in fase di elaborazione attraverso il senato dello stato.

2. Il gioco per guadagnare diventa mainstream

P2E è stata una delle storie di successo blockchain di spicco per il 2021, poiché giochi come Axie Infinity hanno effettivamente pagato i giocatori per giocarci, coinvolgendo milioni di nuove persone nel mondo delle criptovalute nel processo. I giochi blockchain si sono rivelati particolarmente efficaci nei paesi a basso reddito, dove gli utenti possono guadagnare molto di più giocando ai loro titoli preferiti rispetto a un lavoro convenzionale.

La chiave per lo sviluppo dello spazio sono state le Gilde: grandi gruppi organizzati di giocatori che si uniscono per condividere risorse, inclusi preziosi NFT che possono aumentare le percentuali di successo e aumentare i guadagni. Le “borse di studio” vengono concesse per rendere disponibili ai giocatori NFT che rappresentano personaggi e oggetti di gioco, in cambio di una percentuale dei guadagni giornalieri. Grandi gilde come Yield Guild Games (YGG) possono contare decine di migliaia di utenti. Crypto Gaming United ( CGU.io), che è stato finanziato e lanciato lo scorso anno, conta quasi 100.000 giocatori, in paesi diversi come Filippine, Russia, Polonia, Libano, Africa, Bangladesh, Sri Lanka, Papua Nuova Guinea e Indonesia, con oltre 6.000 utenti che guadagnano attraverso borse di studio. Le gilde hanno spesso strutture DAO e possono raccogliere fondi significativi da investire in risorse digitali. Il mese scorso, Play It Forward DAO, composto da 40.000 persone, ha raccolto 6 milioni di dollari per aiutare a scalare il suo programma di borse di studio.

Il settore P2E è solo agli inizi. Aspettatevi che continui ad espandersi, specialmente in parti del mondo dove ci sono alti tassi di disoccupazione giovanile.

3. Le NFT si espandono oltre l’arte digitale

I token non fungibili potrebbero aver guadagnato popolarità come mezzo per scambiare arte digitale, ma il loro potenziale è di gran lunga maggiore rispetto all’acquisto e alla vendita di JPEG. Come notato sopra, le risorse di gioco e i personaggi rappresentati dagli NFT stanno già guidando il movimento P2E, fornendo ai giocatori un mezzo per monetizzare il proprio lavoro e la propria esperienza, vendendo NFT di alto valore o noleggiandoli ad altri giocatori.

Oltre a questo, c’è la tendenza degli NFT ad essere integrati nella DeFi e utilizzati per creare nuovi strumenti finanziari. Progetti tra cui Teller Finance e Charged Particles stanno lanciando NFT con una reale utilità finanziaria, inclusi NFT a rendimento, diritti di contrarre un prestito e altro ancora. Questo prima ancora di iniziare i casi d’uso più ampi per gli NFT in termini di identità e accesso ai servizi Web3 autorizzati.

4. Blockchain arriva alle risorse umane

Dato che la pandemia di coronavirus ha suscitato sia un maggiore interesse per il lavoro nei concerti sia un aumento dell’adozione delle criptovalute, era prevedibile che la libera professione per le criptovalute sarebbe diventata un tema per il 2021. La rivoluzione dei freelance è appena iniziata, guidata non solo dalle mutevoli esigenze e circostanze, ma anche da una crescita del numero di portali freelance e dall’aumento dei siti abilitati alla blockchain.

Verso il 2022, stiamo assistendo a un modello più ampio di blockchain integrato nei processi delle risorse umane per semplificare e automatizzare il reclutamento, i termini di lavoro e la contabilità, nonché i pagamenti crittografici effettivi. Le piattaforme basate su contratti intelligenti come CryptoTask e LaborX.com consentono ai liberi professionisti di connettersi direttamente con i clienti, eliminando gli intermediari e l’inefficienza e i costi che comportano, proteggendo comunque gli utenti. Nel frattempo, le criptovalute vengono integrate con i sistemi di contabilità tramite software come BitWage , deel e PaymentX , in modo che le aziende normali possano pagare i lavoratori a tempo indeterminato e a contratto in cripto, automatizzando il processo di fatturazione e regolamento per risparmiare tempo ed eliminare gli errori manuali.

5. Crypto mostra le sue credenziali verdi

Bitcoin è stato preso di mira per il suo consenso sul proof-of-work assetato di potere, che ha spinto Tesla a sospendere i pagamenti BTC nel maggio 2021 fino a quando il 50% dell’elettricità utilizzata dai minatori non è stata generata da fonti pulite (una soglia che potrebbe essere già stata raggiunta). . La decisione di Tesla ha accelerato l’interesse per le criptovalute pulite e il mining ecologico ha ricevuto una spinta quando la Cina ha cacciato i suoi minatori, gran parte dei quali faceva affidamento sull’elettricità generata dal carbone. Più recentemente, le autorità di regolamentazione europee hanno chiesto il divieto delle criptovalute estratte dalla prova del lavoro, incoraggiando il settore a concentrarsi sulle blockchain proof-of-stake. Con opzioni come Cardano e Solana che hanno guadagnato terreno nell’ultimo anno, è lecito aspettarsi che questa tendenza continui e che l’industria blockchain adotti un approccio più attivo alla responsabilità sociale d’impresa – o al suo equivalente decentralizzato.