Cerca

5 motivi per NON iniziare un Blog

Il mondo online si muove rapidamente. Qual è stata una volta la cosa più calda da quando il pane a fette diventa rapidamente l’iPhone dell’anno scorso. Nessuno nella loro mente giusta probabilmente avrebbe avviato un’attività MySpace oggi, giusto? E mentre i blog potrebbero essere stati una volta la spina dorsale fiorente delle opportunità emergenti, ciò potrebbe non essere più il caso.

Certo, ci sono alcuni blog di grande successo là fuori, che fanno un sacco di soldi, ma la stragrande maggioranza di essi è in circolazione da diversi anni. Non sono nuovi. Se dovessi iniziare da zero oggi con un blog nuovo di zecca, lo faresti? Dovresti? Ci sono molti motivi per cui potresti non voler iniziare un nuovo blog.

ISCRIVITI ALLE NOSTRE MAILING LIST PER IMPARARE TRUCCHI MAI VISTI SUL MARKETING, SEO E GUADAGNO ONLINE!

1. SEO è un mostro volubile

 

La rilevabilità è sempre stata una grande sfida per gli imprenditori online, indipendentemente dal tipo di attività Internet che gestiscono. Se hai un negozio online, devi attirare i clienti sul tuo sito web. Ma questo è un grande motivo per cui così tanti e-tailer vendono anche i loro prodotti attraverso canali più grandi e più tradizionali come Amazon, eBay e persino Best Buy. Il piccolo artigiano avrebbe probabilmente avuto più successo su Etsy che sul solo sito Web.

Bloggare è più o meno allo stesso modo. Se è stato difficile farsi notare prima, oggi può sembrare praticamente impossibile. Il rapporto segnale-rumore è travolgente e può essere notevolmente difficile sfondare e attirare quei lettori, soprattutto su una base coerente. L’ottimizzazione dei motori di ricerca può arrivare solo fino a quel momento, e ciò che oggi potrebbe farti guadagnare un po ‘di traffico potrebbe metterti nei libri cattivi di Google domani.

2. In realtà odi scrivere

Ti farò conoscere un piccolo segreto. I post sul blog, in generale, sono composti da parole. Molte parole. Idealmente messi insieme in un modo interessante, coinvolgente, divertente o informativo. E qualcuno deve scrivere quelle parole. Quando sei un business di uno, è probabile che “qualcuno” sei tu.

Se sei come me e ti è sempre piaciuta la parola scritta, sia come lettore che come scrittore, allora crea un blog e inizia a scrivere. Tuttavia, se scrivere non è mai stato il tuo punto di forza e generalmente eviti di farlo, probabilmente non dovresti provare a fare il blogger. La scrittura è una parte piuttosto grande della shtick.

 

3. Nessuno READS Davvero Blog

Ehi guarda! Un castello! Se sei arrivato così lontano nel post del blog di oggi, congratulazioni. Molto probabilmente, sei in una minoranza relativa. Vai avanti, tamponati sulla schiena e lascia un commento qui sotto dichiarando che sei uno dei pochi eletti che stanno effettivamente leggendo queste parole.

Ora, questo non significa che i post di blog scritti non abbiano più valore. Certo che lo fanno. Ma dobbiamo anche riconoscere che la stragrande maggioranza dei netizen ha la capacità di attenzione di un pesce rosso. Potrebbero leggere il titolo, sfogliare rapidamente le intestazioni e passare alla cosa successiva. Molte persone preferiscono anche consumare i loro media in altre forme; ecco perché i video di YouTube , i post sui social media, i podcast e altre alternative fanno tutti parte del mix in questi giorni.

 

4. Vai a dove già è il tuo pubblico

Se la rilevabilità è una tale sfida, perché non eliminare uno dei maggiori ostacoli sulla tua strada? Perché non incontrare il tuo potenziale pubblico, follower e lettori a metà strada, quindi è molto più facile per loro trovare te e i tuoi contenuti meravigliosi?

Quando hai il tuo blog sul tuo dominio, è molto improbabile che qualcuno digiti accidentalmente quel dominio nella barra degli indirizzi e ti trovi “accidentalmente di proposito”. Ma tutte queste altre piattaforme hanno la rilevabilità incorporata proprio in esse, così che se tu crea grandi cose e viene notato da pochi, è più probabile che venga notato da più persone.

Instagram ha uno dei più alti livelli di coinvolgimento in circolazione. YouTube è estremamente popolare ed è facile per gli utenti cadere nella tana del coniglio dei video suggeriti. Facebook, Medium, podcast … queste sono tutte alternative apparentemente “più facili” a un nuovo blog.

 

5. Una pagina di destinazione potrebbe essere migliore

Alcuni anni fa, ho affermato che non dovresti costruire la tua attività su Internet su terreni in affitto . Con questo intendevo dire che dovresti sempre avere il tuo sito web. Questa è la tua casa sul Web, indipendentemente da cos’altro accade nel mondo dei social media e di altre piattaforme.

Sottoscrivo ancora questa filosofia. Tuttavia, la tua casa sul web non deve necessariamente essere un blog, soprattutto se non hai voglia di scrivere post di blog su base regolare. Nessuno vuole leggere un altro post che inizia con “Mi dispiace non mi aggiorno da un po ‘!”

Allora, qual è l’alternativa? Una landing page con marchio può essere molto più efficace. Usalo come un biglietto da visita online, mettendo in evidenza chi sei, cosa fai e dove le persone possono trovarti. Sei principalmente su YouTube con vlog settimanali? Dimostralo. Continua a creare contenuti altrove e utilizza il tuo sito Web come un modo per mostrare il meglio di ciò che fai e di ciò che hai fatto.

Con tutti questi motivi sopra, potrebbe sembrare che saresti stupido a iniziare un nuovo blog nel 2019, giusto? Beh, forse non è nemmeno il caso …

Lascia il tuo prezioso commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

[email protected]

Close