Cerca

5 fatti che non sapevi sul SEO e Hosting condiviso (ma che dovresti conoscere!)

Una forte strategia SEO è la chiave del successo del tuo sito web. Lo sai già (o, in caso contrario, dovresti!). Tuttavia, la SEO non implica semplicemente l’uso delle parole chiave giuste nei posti giusti, la garanzia che il tuo sito sia ottimizzato per i dispositivi mobili e la pubblicazione di contenuti efficaci che attirano gli ospiti. Numerosi problemi tecnici possono anche influire sull’efficacia complessiva della strategia.

Pertanto, potresti chiederti fino a che punto un fattore tecnico come l’ opzione di hosting avrà un effetto sulle prestazioni del tuo sito. Forse stai considerando un’opzione di hosting condiviso. Questo è popolare, poiché l’hosting condiviso tende ad essere più conveniente rispetto ad altri modelli.

L’hosting condiviso è una scelta ragionevole o danneggerà il tuo SEO? Per comprendere meglio questo argomento, abbiamo messo insieme questo elenco di cinque punti chiave che devi sapere sulla relazione tra SEO e hosting condiviso.

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

1) L’hosting condiviso non è un fattore di classifica

Questo è il punto più importante. Alcuni fattori SEO hanno un impatto diretto sul posizionamento delle tue pagine nei risultati di ricerca di Google pertinenti. Questi sono fattori che l’algoritmo di Google “considera” in modo specifico nel determinare dove classificare una pagina. Durante la programmazione dell’algoritmo, gli sviluppatori di Google lo progettano intenzionalmente per tenere conto di questi fattori durante il posizionamento delle pagine. Spesso sono anche disposti a far sapere alle persone quali sono i fattori importanti.

Secondo Matt Cutts , ex responsabile della qualità della ricerca di Google, la tua opzione di hosting non è un fattore di classifica perché Google capisce che non puoi controllare chi altro si trova su quell’indirizzo IP:

Detto questo, ci sono molti fattori SEO che hanno un effetto indiretto sulle classifiche. Il fatto che Google non programmi il suo algoritmo per considerare l’host di un sito non significa necessariamente che la tua opzione di hosting non abbia alcun effetto.

Ad esempio, mentre l’opzione di hosting potrebbe non influire direttamente sul posizionamento di Google, può influire sul rendimento, influendo indirettamente sul posizionamento di conseguenza. Molti dei punti rimanenti in questo elenco illustrano come ciò può accadere.

Dive Deeper:

2) La velocità del sito è un problema

Il tempo di caricamento della pagina sul tuo sito Web è un esempio di come la tua scelta di host web possa influire indirettamente sulla tua classifica. Dopotutto, mentre l’host che scegli non è esattamente così importante per il SEO, la velocità del sito lo è. Le pagine che si caricano più velocemente hanno semplicemente una frequenza di rimbalzo inferiore rispetto al caricamento lento delle pagine. Nel tempo, un’alta frequenza di rimbalzo può influire sul posizionamento delle pagine quando gli utenti eseguono ricerche pertinenti.

Le persone semplicemente non hanno la pazienza per i siti lenti. In effetti, la ricerca di Google ha confermato che la maggior parte degli utenti di dispositivi mobili lascerà una pagina che richiede più di tre secondi per caricare:

new-industria-benchmark cellulare-page-speed-

Questo tipo di comportamento coerente degli utenti dice all’algoritmo di Google che il contenuto di queste pagine non è prezioso per gli utenti. Poiché l’obiettivo di Google è garantire che gli utenti trovino contenuti pertinenti e utili quando eseguono ricerche, l’algoritmo favorirà quindi le pagine che si caricano più rapidamente perché hanno semplicemente maggiori probabilità di trattenere gli ospiti.

Vale la pena ricordare quando si decide dove ospitare il tuo sito Web. Con un provider di hosting condiviso, le tue risorse sono distribuite in modo tale che la velocità del sito possa a volte soffrire . Questo ha senso; non sei il solo a utilizzare le risorse dell’host. Anche altri siti dipendono da questo. Questo può mettere a dura prova l’host di tanto in tanto e quando ciò accade, ci sono buone probabilità che le tue pagine vengano caricate più lentamente.

Questo non vuol dire che dovresti rifiutare un’opzione di hosting condiviso solo per questo motivo. Significa semplicemente che dovresti considerare la velocità del sito un fattore importante nella valutazione di tutte le opzioni. Devi essere sicuro che le tue pagine verranno generalmente caricate a una velocità ragionevole (tre secondi o meno). Cerca le tue opzioni e prova a trovarne uno noto per l’hosting di siti affidabili in modo rapido. E ricorda che puoi sempre passare a un nuovo host web  se quello attuale non sta fornendo risultati.

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

3) Uptime e downtime sono importanti

Non dovrebbe sorprendere che l’uptime e il downtime del sito contribuiscano entrambi al posizionamento di Google. I siti inattivi per lunghi periodi di tempo avranno difficoltà ad attirare visitatori coerenti. Ovviamente non puoi raggiungere la cima delle SERP se questo è il caso. Come nel caso del caricamento lento di siti, è improbabile che gli utenti visitino nuovamente siti che in passato sono stati inattivi. I tempi di fermo limiteranno naturalmente anche la capacità degli utenti di trovare il tuo sito in primo luogo.

Non dare per scontato che puoi trovare un host che manterrà il tuo sito attivo e funzionante ogni minuto di ogni giorno. Alcuni tempi di inattività dovrebbero essere previsti poiché gli host Web devono arrestare temporaneamente i siti per eseguire la manutenzione di base. È necessario ricercare la frequenza con cui ciò si verifica con le varie opzioni che si stanno prendendo in considerazione prima di prendere una decisione finale. Alcuni host mantengono la manutenzione delle prestazioni più spesso di altri.

Mentre la manutenzione è, ovviamente, importante, una manutenzione eccessiva potrebbe limitare i tempi di attività. È necessario trovare il giusto equilibrio tra tempo di attività ragionevole e manutenzione ragionevole. Potresti anche fare riferimento a grafici come quello qui sotto, che rappresenta i tempi di inattività dei primi 50 siti di e-commerce su Internet:

downtime dei primi 50 siti di e-commerce

Tuttavia, devi anche tenere conto delle capacità tecniche della tua opzione di hosting. Alcuni host non sono in grado di gestire cambiamenti drammatici nelle esigenze di un sito.

Ad esempio, forse pubblichi un contenuto sul tuo sito che diventa virale. Ciò potrebbe comportare un forte aumento del traffico. Un host web mal equipaggiato potrebbe non essere in grado di gestire questo traffico. Quale dovrebbe essere una buona giornata per la popolarità del tuo sito potrebbe trasformarsi in una brutta giornata se l’improvviso aumento del traffico causa la caduta del tuo sito. Poiché la SEO si basa su un sito con tempi di inattività minimi, è necessario trovare un host in grado di gestire questi imprevisti picchi di traffico.

Detto questo, ci sono dei passaggi che puoi intraprendere da solo per prevenire i tempi di inattività del sito web , come:

  • Configurare il monitoraggio
  • Aumenta la sicurezza
  • Esegui regolarmente il backup del tuo sito
  • Scegli un host web affidabile
  • Utilizzare un CDN
  • Ottimizza il tuo sito

Ancora una volta, questo dimostra come i fattori tecnici possono avere un impatto maggiore sulla SEO di quanto tu possa aver inizialmente considerato. Come probabilmente saprai, un principio chiave della SEO è semplice: pubblicare contenuti forti. Se i tuoi contenuti sono forti, attirerai naturalmente gli utenti sul tuo sito.

Il problema è che se l’opzione di web hosting non è in grado di gestire improvvisi aumenti del traffico, non sarai in grado di sfruttare tali contenuti al massimo delle loro potenzialità. Pertanto, quando pianifichi la tua strategia di contenuto dal punto di vista SEO, devi comunque considerare come i dettagli tecnici influenzeranno la tua strategia di contenuto.

Dive Deeper:

4) Questioni relative alla posizione del server host

È spesso importante tenere conto della posizione del server host quando si considerano le opzioni. La posizione del server host influenza la velocità del sito e, come già sapete, la velocità del sito influisce sulla SEO.

Il tuo obiettivo principale è identificare dove vivono la maggior parte dei membri del tuo pubblico di destinazione. Questo non deve essere un luogo molto specifico; può anche essere un paese. Tuttavia, se il tuo pubblico è abbastanza concentrato in una determinata area, più specificamente puoi definire la sua posizione generale, meglio è. Questo potrebbe essere il caso se gestisci un’attività locale. In questo caso, il tuo sito si rivolge a un pubblico in una particolare città o quartiere. Pochissimi dei tuoi ospiti verrebbero da altre regioni.

È importante tenerlo presente perché i siti si caricano più rapidamente quando i loro server host sono geograficamente vicini agli utenti che li visitano. Pertanto, quando si considerano le opzioni, provare a trovarne uno con un server host nella regione identificata come base di residenza per la maggior parte del pubblico.

Per comprendere meglio l’effetto della posizione del server sulla velocità del sito, fare riferimento all’immagine seguente. Rappresenta i risultati di un test della velocità di download da vari server nel mondo a Milwaukee:

velocità media di download 1

Naturalmente, il grado in cui questo sarà un fattore importante dipende dalla natura del tuo pubblico. Proprio come ci sono siti web aziendali locali destinati a persone in un’area geografica relativamente piccola, ci sono anche molti siti Web con ospiti frequenti distribuiti in tutto il mondo.

In questo caso perderai tempo a cercare un server host che sia “vicino” a persone che vivono in varie parti del mondo. Se il tuo sito attira traffico globale, la posizione del server host non dovrebbe essere una priorità importante. Questo è solo un fattore da tenere a mente se gran parte del tuo traffico proviene dalla stessa regione.

Inoltre, man mano che il tuo sito cresce in popolarità, il traffico potrebbe iniziare a raggiungerlo da diverse parti del mondo. Il fatto che la maggior parte dei membri del tuo pubblico viva in una regione ora non significa che sarà sempre così. Devi tenerne conto quando pianifichi la tua strategia a lungo termine. Un’opzione di web hosting che soddisfa le tue esigenze ora (e ha una posizione del server vicino al tuo pubblico) potrebbe non essere l’ideale in futuro. Ancora una volta, è per questo che è importante prepararsi.

5) La sicurezza è essenziale

Le violazioni della sicurezza ovviamente causano problemi SEO. Anche se Google non penalizza intenzionalmente i siti che sono stati violati, la ricerca indica che le violazioni della sicurezza possono portare a difficoltà tecniche che impediscono a Google di classificare correttamente le tue pagine.

Se il tuo sito richiede che gli utenti condividano le loro informazioni , avrai difficoltà a mantenere un pubblico se la tua sicurezza è inferiore a quella stellare o è stata compromessa. Ecco perché è importante cercare un’opzione di web hosting che sia nota per essere relativamente sicura. Non vuoi che il tuo SEO ne risenta perché hai scelto un’opzione di hosting che rende il tuo sito vulnerabile agli attacchi.

Dive Deeper: in che modo la scarsa sicurezza del sito Web influisce negativamente sulle classifiche SEO

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

Pensieri finali

È chiaro che la scelta di un’opzione di hosting condiviso non rovinerà immediatamente la tua strategia SEO. Molti si affidano già all’hosting condiviso e continuano a gestire siti di successo. Devi semplicemente capire quali fattori meritano di essere considerati prioritari quando si considerano le opzioni. Finché tieni a mente fattori come la sicurezza, la velocità del sito e i tempi di inattività, è molto probabile trovare un host del sito che soddisfi le tue esigenze.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close