Cerca

42 tendenze sul Digital Marketing che non puoi ignorare nel 2020

Un tempo, l’intelligenza artificiale, il marketing basato sui dati e l’ottimizzazione dei motori di ricerca vocale (VSEO) erano concetti ambiziosi al limite del ridicolo. Oggi, queste tendenze innovative di marketing digitale sono tra le massime priorità per la maggior parte degli imprenditori nel 2020.

E perché non dovrebbero essere? Dopotutto, se la tua azienda ha intenzione di rimanere competitiva nel panorama online di oggi, devi adattarti ai rapidi cambiamenti nel marketing digitale. Come dice Brian Solis :

“Ogni azienda è vittima del darwinismo digitale, l’evoluzione del comportamento del consumatore quando la società e la tecnologia evolvono più velocemente della capacità di sfruttarla. Il darwinismo digitale non discrimina. Ogni azienda è minacciata. “

Non commettere errori: viviamo in un’epoca in cui la tecnologia di marketing si muove rapidamente e gli interessi e i comportamenti dei consumatori sono difficili da prevedere. Gli esperti di marketing non possono più conficcare la testa nella sabbia e sperare che congetture istruite e gli stessi vecchi metodi funzioneranno per sempre.

Continua a leggere per scoprire 42 tendenze di marketing digitale per il 2020 che aiuteranno la tua attività non solo a sopravvivere, ma a prosperare in questa era di innovazione.

) Intelligenza artificiale

Se non l’hai ancora capito, il 2020 potrebbe essere l’anno in cui molte persone si svegliano con il dominio dell’intelligenza artificiale (AI). In futuro sarà sicuramente al centro del business e dell’industria globale  – e sta già assumendo molti semplici lavori.

Ad esempio, Microsoft e Uber utilizzano i  robot Knightscope K5 per “pattugliare parcheggi e grandi aree esterne per prevedere e prevenire il crimine. I robot possono leggere le targhe, segnalare attività sospette e raccogliere dati da segnalare ai rispettivi proprietari. ” Puoi noleggiare questi robot simili a R2-D2 per $ 7 l’ora , il che è meno costoso del salario di una guardia di sicurezza umana:

Solo un paio d’anni fa, gli analisti di Gartner avevano previsto che entro il 2020 le tecnologie di intelligenza artificiale sarebbero pervasive  in quasi tutti i nuovi prodotti e servizi software, una previsione che Harvard Business Review aveva  distaccato all’inizio del 2019.

Secondo  Techgrabyte :

“L’intelligenza artificiale è la più grande opportunità commerciale per aziende, industrie e nazioni nei prossimi decenni” e “aumenterà il PIL globale fino al 14% tra oggi e il 2030”, il che significa che “i ritardatari dell’IA si troveranno in una situazione seria svantaggio competitivo nei prossimi anni “.

Ecco i principali motivi per cui le organizzazioni stanno adottando l’IA  nelle loro attività:

Ragioni per l'adozione dell'IA

L’intelligenza artificiale può analizzare il comportamento dei consumatori e i modelli di ricerca e utilizzare i dati provenienti da piattaforme di social media e post di blog per aiutare le aziende a capire come i clienti trovano i loro prodotti e servizi.

Un esempio entusiasmante di AI in pratica sono i chatbot (ne parleremo più avanti). Mastercard ha creato un bot di messaggistica di Facebook – che utilizza un  software di elaborazione del linguaggio naturale per decifrare ciò che il cliente desidera e rispondere come se fosse una persona reale – per automatizzare la gestione dei pagamenti:

Mastercard chatbot

L’intelligenza artificiale sarà presto la forza trainante di molti servizi e, attualmente, la vediamo già implementata in settori quali:

  • Comunicazione di base
  • Consigli sul prodotto
  • Creazione di contenuti
  • Personalizzazione e-mail
  • E-commerce transactions

image4

Le aziende che adottano l’IA nel 2020 saranno in grado di ridurre i costi del personale e accelerare la crescita, ottenendo un vantaggio rispetto ai loro concorrenti.

Dive Deeper:

2) Pubblicità programmatica

Pubblicità programmatica significa utilizzare l’IA per automatizzare l’acquisto di annunci in modo da poter indirizzare un pubblico più specifico. L’offerta in tempo reale, ad esempio, è un tipo di acquisto di annunci programmatici. Questa automazione è molto più efficiente e veloce, il che significa conversioni più elevate e minori costi di acquisizione dei clienti.

Sta cambiando così rapidamente il volto della pubblicità digitale che, secondo eMarketer, l’ 86,2% degli annunci display digitali negli Stati Uniti sarà programmatico entro il 2020.

Secondo Irina Kovalenko di SmartyAds :

“La maggior parte delle campagne pubblicitarie manuali basate sulla ricerca (anche quelle eseguite con strumenti professionali) tengono conto di tre o quattro obiettivi: la parola chiave, l’ora del giorno e la posizione. Tali strumenti come le piattaforme programmatiche sul lato della domanda possono utilizzare centinaia di segnali di targeting per personalizzare la pubblicità e persino indirizzarli in base allo stile di vita o alle abitudini di comportamento quando integrati con piattaforme di dati dei clienti “.

Ecco una rapida occhiata al funzionamento della pubblicità programmatica :

image12

Per scoprire come trarre vantaggio da questa tendenza del marketing digitale, consulta la guida  di PPC Hero per iniziare.

Dive Deeper: 5 tendenze che definiranno la nuova visione dell’automazione del marketing

) Chatbot

I chatbot continueranno a essere una parte importante del marketing digitale nel 2020. Questa tecnologia basata sull’intelligenza artificiale utilizza la messaggistica istantanea per chattare in tempo reale, di giorno o di notte, con i tuoi clienti o visitatori del sito.

I sondaggi mostrano che:

image5

Molti clienti preferiscono interagire con i chatbot in quanto sono reattivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7, rispondono prontamente, richiamano accuratamente l’intera cronologia degli acquisti e non perdono mai pazienza. Questi assistenti virtuali offrono un servizio clienti eccezionale soddisfacendo le aspettative dei clienti e automatizzando le attività ripetitive, il che significa che puoi concentrarti su lavori più importanti.

Molti marchi utilizzano già la tecnologia chatbot, incluso il marchio Rideshare Lyft. Puoi richiedere un passaggio da Lyft tramite chat (Facebook Messenger e Slack) o voce (Amazon Echo) e il loro chatbot ti farà conoscere la posizione corrente del tuo driver:

Chatbot di Lift

I passeggeri possono utilizzare l’app per scegliere il tipo di viaggio, effettuare una richiesta, tenere traccia della posizione dell’auto, inviare agli amici un orario stimato del loro arrivo ed effettuare il pagamento.

Altri marchi che  utilizzano con successo la tecnologia chatbot  includono Whole Foods Market, Fandango, Sephora, Staples, The Wall Street Journal  e Pizza Hut.

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

Dive Deeper:

4) Marketing conversazionale

Con tutto ciò che parla di chatbot, la realtà del marketing moderno diventa chiara: è più colloquiale. Le persone lo vogliono in questo modo, e quindi i marchi stanno reagendo. Quando i consumatori hanno una domanda, l’ 82% desidera una risposta “immediata” .

Il marketing conversazionale facilita una connessione one-to-one, in tempo reale tra marketing e clienti:

dialogo AI colloquiale

A differenza delle strategie tradizionali, questa forma di marketing è ora disponibile su più canali, consentendo ai marchi di soddisfare i clienti alle loro condizioni: su dispositivi, piattaforme e orari che si adattano meglio al cliente.

Secondo David Cancel , fondatore e CEO di Drift:

“Gli acquirenti di oggi si aspettano di trovare quello che stanno cercando ora, non più tardi. Mentre ci prepariamo per il futuro, sarà più importante che mai per le aziende essere disponibili su un ampio spettro di canali e per assicurarsi che stai comunicando nel modo in cui le persone preferiscono comunicare. “

In definitiva, l’obiettivo principale del marketing conversazionale è migliorare l’esperienza dell’utente attraverso un modello basato sul feedback che promuove un maggiore coinvolgimento e una maggiore fedeltà.

Dive Deeper:

) Personalizzazione

Se vuoi distinguerti nel 2020, devi personalizzare il tuo marketing e questo significa contenuti, prodotti, e-mail personalizzati e altro ancora.

Considera queste statistiche di personalizzazione :

  • Il 63% dei consumatori è fortemente infastidito da esplosioni pubblicitarie generiche
  • L’80% afferma di avere maggiori probabilità di fare affari con un’azienda se offre esperienze personalizzate
  • Il 90% afferma di trovare attraente la personalizzazione

Kevin George di  EmailMonks  afferma che  le email personalizzate attivate in base al comportamento sono 3 volte migliori delle email batch-and-blast”.

Quando vuoi studiare esempi del potere della personalizzazione, è difficile trascurare Netflix e Amazon, con i loro prodotti consigliati su misura o titoli di film. Ecco alcune altre  aziende che  oggi utilizzano con successo la personalizzazione :

  • EasyJet ha lanciato una campagna di posta elettronica basata sui dati che utilizza la cronologia dei viaggi dei clienti con la compagnia aerea per creare storie personalizzate, che suggeriscono quindi dove potrebbero piacere viaggiare in seguito. Sono stati inviati circa 12,5 milioni di email uniche, con una percentuale di clic superiore del 25% rispetto alle email non personalizzate.
  • Cadbury ha creato una campagna video personalizzata che abbina un sapore di latte da latte agli utenti in base ai dati del loro profilo Facebook, tra cui età, interesse e posizione. La campagna ha generato una percentuale di clic del 65% e una percentuale di conversione del 33,6%, a dimostrazione del fatto che il tocco personale funziona.
  • Starbucks utilizza un’app mobile gamified che attinge a dati come la cronologia degli acquisti e la posizione per ottenere il più personale possibile, consente ai clienti di personalizzare i propri drink e incoraggia un ulteriore utilizzo con il suo sistema di premi, che ha portato alle loro entrate alle stelle a $ 2,56 miliardi:

App Starbucks

Dive Deeper:

6) Video Marketing

Il video marketing è oggi una delle tendenze di marketing , se non la più importante, e probabilmente per i prossimi 5-10 anni. Questi numeri mostrano l’ importanza di integrare i video  nella tua strategia di marketing digitale nel 2020:

  • Il 70% dei consumatori afferma di aver condiviso il video di un marchio
  • Il 72% delle aziende afferma che i video hanno migliorato il loro tasso di conversione
  • Il 52% dei consumatori afferma che guardare video sui prodotti li rende più sicuri delle decisioni di acquisto online
  • Il 65% dei dirigenti visita il sito Web del marketer e il 39% chiama un fornitore dopo aver visto un video

Il video è di gran lunga il modo più popolare in cui i clienti desiderano conoscere nuovi prodotti :

image9

E non pensare solo a YouTube. Esistono molti modi per aumentare il coinvolgimento con il tuo video marketing , in quanto puoi pubblicare un post video o avviare una trasmissione in diretta su Facebook , Instagram o LinkedIn.

Uno dei problemi che gli esperti di marketing hanno dovuto affrontare negli ultimi anni è il crescente passaggio ai dispositivi mobili. Quelle pagine di vendita di lunga durata e le e-mail di un tempo stanno svanendo rapidamente perché sono semplicemente troppo difficili da leggere su piccoli schermi mobili. Tuttavia, i video possono presentare le stesse informazioni in un formato che funziona perfettamente indipendentemente dal dispositivo.

Se il tuo sito include video, è X più probabile (50 volte!) Di generare risultati di ricerca organici rispetto al testo. Perché? Perché le persone trovano i contenuti video più interessanti, quindi Google spinge le pagine che includono video più alti nelle classifiche.

Una delle cose migliori del marketing video è che semplifica la riformattazione dei contenuti. Immagina di aver registrato un video per il tuo canale YouTube. Invece di pubblicarlo su YouTube, puoi anche:

  • Fallo trascrivere in modo da avere una versione testuale del video
  • Pubblica la trascrizione sul tuo blog sotto un video YouTube incorporato per classifiche migliori
  • Carica il video non elaborato con la trascrizione come sottotitoli su Facebook (i video nativi di Facebook ottengono una condivisione  e un coinvolgimento delle impressioni molto più elevati rispetto ai video condivisi di YouTube)
  • Trasforma la trascrizione in un articolo di blog autonomo con una breve riscrittura e l’aggiunta di statistiche e immagini pertinenti
  • Copia l’audio da solo e usalo come episodio podcast
  • Usa le miniature dei video nelle tue campagne di email marketing e la parola “video” nelle righe dell’oggetto per aumentare  i tassi di apertura del 19%

Ecco alcune altre tendenze di marketing video che stanno guadagnando sempre più trazione:

  • Il video live  è particolarmente popolare tra un gran numero di aziende che lo usano per interviste, dimostrazioni di prodotti e scorci dietro le quinte del marchio, come la vita in ufficio, il modo in cui i prodotti sono realizzati, gli eventi aziendali, ecc.
  • Il video 1: 1  è quando le aziende o gli esperti di marketing creano messaggi video personalizzati anziché effettuare chiamate telefoniche o inviare e-mail. Con la riduzione dei costi delle apparecchiature cinematografiche e delle fotocamere per smartphone sempre più di alta qualità, questo è più facile che mai.
  • Video SEO. YouTube e altri video vengono visualizzati nelle SERP, quindi l’ottimizzazione dei video sta diventando molto più importante, come l’uso di sovrapposizioni di testo e didascalie, oltre alla descrizione, al titolo e ai nomi dei file. Dai un’occhiata a questa guida per saperne di più su YouTube SEO .
  • Contenuti video a 360 gradi. Questa tendenza verso un’esperienza più interattiva è in aumento: basta cercare il simbolo circolare nell’angolo in alto a sinistra per iniziare a far scorrere l’immagine in movimento a sinistra oa destra durante la riproduzione, come questo video a 360˚ di Hong Kong Airlines (香港 航空):

Dive Deeper:

7) Marketing di influenza

L’influencer marketing è un tipo di marketing passaparola che si concentra sull’uso dei leader chiave per amplificare il messaggio del tuo marchio in un mercato più ampio. Gli influencer possono essere celebrità ben note, ma più spesso sono personalità di Instagram o YouTube con un enorme seguito di nicchia che possono aiutare a spargere la voce sulla tua attività o prodotto attraverso i loro canali social.

Poiché il marketing degli influencer è generalmente più autentico della pubblicità aziendale:

  • Il 63% dei consumatori si fida delle opinioni degli influenzatori sui prodotti molto più di ciò che i marchi dicono di se stessi
  • Il 58% delle persone ha acquistato un nuovo prodotto negli ultimi sei mesi a causa della raccomandazione di un influencer

Per questo motivo, l’Islanda, una popolare catena di supermercati britannici, è passata dagli annunci con le celebrità a una campagna che presenta mamme della vita reale. In collaborazione con la community di YouTube Channel Mum, ora collabora con numerosi vlogger per promuovere i propri prodotti in modo più “autentico”. E la ricerca mostra che il 35% delle mamme si fida dei video online come quello qui sotto più degli annunci tradizionali:

L’influencer marketing non è solo una tendenza: uno studio di mediakix prevede che la spesa pubblicitaria per l’influencer marketing potrebbe raggiungere i 10 miliardi di dollari entro il prossimo anno:

image10

Anche il marketing degli influencer sarà influenzato dall’intelligenza artificiale. Con ogni anno, l’ IA sta rendendo il processo di ricerca degli influenzatori giusti  per collaborare con facilità e rapidità. Sta aiutando a identificare quelli con un coinvolgimento migliore, meno follower falsi e maggiori probabilità di generare un ritorno sull’investimento (ROI) positivo. Inoltre, l’intelligenza artificiale sta trasformando il marketing degli influencer nei seguenti modi:

  • Riconoscimento di immagini con ANN (reti neurali artificiali )
  • Determinazione delle prestazioni dell’influencer con NLP (Natural Language Processing)
  • Prevedere incentivi con ANN
  • Determinare l’influenza di un influencer
  • Post di segnalazione che non seguono le linee guida per la divulgazione
  • Eliminazione di falsi impegni e robot spam

image14

Dive Deeper:

8) App di messaggistica sociale

Se pensi che le app di messaggistica sociale siano solo per inviare emoji ai tuoi amici, dai un’occhiata a questi numeri:

image16

Queste statistiche mostrano la popolarità delle app di messaggistica sociale e poiché le persone trascorrono più tempo a vicenda, è sensato commercializzare i prodotti e i servizi della tua azienda nei punti di ritrovo dei tuoi potenziali clienti.

Le app di messaggistica sociale possono essere molto utili per inviare messaggi direttamente ai clienti, poiché consentono la personalizzazione e aggiungono valore all’esperienza utente. Inoltre, le persone si aspettano che le aziende siano presenti sulle app di messaggistica perché è un modo diretto e semplice per interagire con loro. In effetti :

Il 63% dei clienti ha maggiori probabilità di tornare a un sito Web aziendale con chat dal vivo.CLICCA PER TWEETI motivi per cui il tuo marchio utilizza app di messaggistica  includono:

  • Coltiva il contatto
  • Fornire informazioni
  • Aumenta le vendite
  • Coinvolgi le persone negli eventi
  • Riacquistare potenziali clienti
  • Fornire supporto e assistenza

9) Ricerca visiva

La ricerca visiva può portare l’esperienza dell’utente a un livello completamente nuovo: le persone possono caricare un’immagine per condurre una ricerca e ottenere risultati più specifici.

Immagine11

A) Obiettivo Pinterest

Non sorprende che Pinterest sia saltato sul carro della ricerca visiva. Sono usciti con Lens , uno strumento di ricerca visiva che consente agli utenti di scattare una foto di un articolo per scoprire dove acquistarlo online, cercare prodotti simili o visualizzare le bacheche degli articoli correlati.

Come dice Marketing Land, trasforma la fotocamera del tuo telefono in una barra di ricerca :Pinterest_LensGIF

Dal lancio della versione beta, Lens di Pinterest ora riconosce 2,5 miliardi di oggetti per la casa e la moda , ha ispirato oltre 600 milioni di ricerche sulle app mobili e sulle estensioni del browser di Pinterest e ha visto un aumento del 140% dal giorno del lancio.

Pinterest ha continuato ad aggiornare le sue funzionalità:

  • Hanno introdotto Pincodes , una tecnologia di tipo QR code che ti consente di trovare ispirazione mentre fai shopping o sfogli le tue riviste preferite.
  • Hanno lanciato Lens Your Look per eliminare le congetture dalla pianificazione dell’outfit.
  • Hanno collaborato con marchi come Samsung per portare la ricerca visiva sui suoi ultimi smartphone e Target per consentire ai clienti di cercare nel proprio catalogo utilizzando i prodotti correlati che vedono nel mondo reale.
  • Hanno completamente automatizzato Shop the Look , una funzione che aiuta gli utenti ad acquistare prodotti da aziende che lavorano con Pinterest, quindi puoi, ad esempio, acquistare un paio di jeans che vedi in una foto.
  • Hanno lanciato una serie di nuovi strumenti per aiutare i commercianti a vendere i loro prodotti, inclusi i cataloghi , che consentono a chiunque di caricare e convertire l’intero catalogo dei loro prodotti in Pin acquistabili.

Assicurati di ottimizzare per la ricerca visiva, perché (non a caso) le principali categorie di ricerca per Lens sono:

  • Moda
  • Home decor
  • Arte
  • Cibo
  • Prodotti
  • Animali
  • outfits
  • bellezza
  • veicoli
  • Viaggio

B) Google Lens

E Pinterest non è l’unico con la ricerca visiva. Google Lens è un motore di ricerca visuale di Google, che riconosce oggetti e punti di riferimento tramite un’app della fotocamera. Ecco cosa puoi fare quando scatti una foto dei seguenti elementi:

  • Abbigliamento e articoli per la casa:  trova prodotti simili e dove acquistarli.
  • Codici a barre:  utilizzare un codice a barre per trovare informazioni su un prodotto, ad esempio dove acquistarlo.
  • Biglietto da visita:  salva il numero di telefono o l’indirizzo in un contatto.
  • Libro:  ottieni un riepilogo e leggi le recensioni.
  • Volantino o cartellone  degli eventi : aggiungi l’evento al tuo calendario.
  • Punto di riferimento o edificio: visualizza  fatti storici, orari di apertura e altro.
  • Dipingere in un museo:  leggi l’artista e scopri di più.
  • Pianta o animale:  scopri le specie e le razze.

Come  dice CNet , “Google Lens si sta trasformando in ciò che Google Glass non è mai stato” quando si tratta di realtà aumentata in tempo reale.

C) CamFind

CamFind è un’altra app mobile di ricerca visiva che ti consente di cercare qualsiasi cosa dal tuo telefono semplicemente scattando una foto.

Invece di digitare query in un motore di ricerca, puoi cercare direttamente tramite immagini per trovare immagini simili, confronti di prezzi, risultati di acquisti locali, ecc. Puoi anche scattare una foto di un poster di un film e CamFind ti mostrerà informazioni sul film, trailer, orari di programmazione e teatri locali.

Video Player

00:00
00:09

 

D) Ricerca visiva Bing

E con Bing Visual Search , puoi cercare un elemento specifico all’interno di un’immagine senza dover passare attraverso tutti i cerchi attuali.

Ad esempio, supponiamo che stai cercando l’ispirazione per la decorazione della cucina e un’immagine attira la tua attenzione. Fai clic sul risultato di una miniatura per accedere alla “Visualizzazione dettagli”. L’arredamento generale è fantastico, ma sei particolarmente interessato a quel bel lampadario. Non ti piacerebbe sapere dove puoi trovarne uno così? Con Bing Visual Search, ora puoi farlo.

image15

Secondo i social media oggi :

  • Il 62% dei Millennial è più interessato alle capacità di ricerca visiva rispetto a qualsiasi altra nuova tecnologia
  • Le immagini vengono restituite per il 19% delle query di ricerca su Google
  • Ci sono oltre 600 milioni di ricerche visive su Pinterest ogni mese

Gli esperti di marketing possono ottenere il vantaggio sui concorrenti saltando sulla tendenza della ricerca visiva nel 2020 per attirare i clienti e servire loro il prodotto perfetto.

10) Micro-momenti

Un micro-momento è “Un momento ricco di intenti in cui una persona si rivolge a un dispositivo per agire in base a un’esigenza: conoscere, andare, fare o acquistare”.

Definizione di micro momento

Le persone generalmente prendono decisioni immediate all’interno di questi quattro micro-momenti :

Micro Moments

Per sfruttare i micro-momenti nel 2020, devi essere il luogo in cui i consumatori sono alla ricerca di informazioni nel momento o, come afferma Google, gli esperti di marketing devono ” essere lì, essere utile, essere veloce “.

La crescente popolarità dei micro-momenti significa che i professionisti del marketing devono ripensare l’imbuto di marketing lineare che segue un percorso prestabilito: consapevolezza, considerazione e decisione.

Nel 2020 e oltre, il percorso del cliente sarà più dinamico e imprevedibile, poiché dovrà rispondere ai rapidi cambiamenti dei desideri dei consumatori. Dopotutto, nell’era mobile, le persone si sono abituate alla gratificazione istantanea. Se pensano o parlano di qualcosa, vogliono saperne di più, vedere di più e acquistarne di più con pochi clic di un pulsante.

Secondo la menzione : 

“Quando agiamo sui nostri bisogni nel momento, le nostre aspettative sono alte e la nostra pazienza è bassa. Ciò rende la qualità, la pertinenza e l’utilità del marketing più importanti che mai. “

Per ottenere il massimo dai micro-momenti nel 2020, dovresti:

  • Identifica i momenti “Voglio comprare” dei tuoi consumatori
  • Sii lì in questi momenti di bisogno
  • Fornire contenuti pertinenti
  • Rendi facile per loro fare un acquisto
  • Misura ogni momento che conta

11) Ricerca vocale e altoparlanti intelligenti

L’uso crescente della ricerca vocale ha reso importante per le aziende ripensare le proprie strategie di marketing digitale nel 2020. Considera questi numeri :

  • Il 50% di tutte le ricerche avverrà tramite voce entro il 2020
  • Entro il 2022, il 55% di tutte le case americane avrà un altoparlante intelligente
  • Il 72% delle persone che possiede altoparlanti ad attivazione vocale afferma che i loro dispositivi vengono utilizzati come parte delle loro routine quotidiane
  • Lo shopping vocale salterà a $ 40 miliardi nel 2022 , rispetto ai $ 2 miliardi di oggi
  • Le spedizioni globali di  altoparlanti intelligenti sono quasi triplicate tra il 1 ° trimestre 2018 e il 2 ° trimestre 2019, passando da 9,36 milioni di unità a 26,1 milioni di unità

Nel complesso, le persone si aspettano di utilizzare la ricerca vocale molto più in futuro :

Immagine 20

La ricerca vocale svolge un ruolo importante nel fornire tutte le informazioni pertinenti che le persone cercano attraverso i contenuti audio. L’intelligenza artificiale sta diventando più intelligente e il numero di errori commessi da assistenti vocali come Alexa, Siri e Google si è notevolmente ridotto.

Come afferma Digital Marketing Institute :

“Adottare una strategia di ricerca vocale non significa solo rimanere pertinenti, ma anche creare un’esperienza cliente unica e ottimizzata che favorirà le relazioni e rafforzerà la fedeltà al marchio.”

Molti marchi stanno già includendo la ricerca vocale nelle loro strategie di marketing digitale per fornire contenuti basati sul valore in modo efficace ai propri clienti:

  • Patrón Tequila aiuta i consumatori ad accedere a ricette di cocktail personalizzate
  • Domino consente agli amanti della pizza di ordinare comodamente dal proprio divano senza dover alzare il telefono o effettuare un ordine online
  • Gli utenti PayPal possono coinvolgere Siri per inviare denaro ad amici, familiari o aziende
  • Nestlé ha creato un’abilità che fornisce istruzioni vocali mentre cucini
  • Campbell ha un’abilità che aiuta i consumatori affamati a scegliere e cucinare ricette

Google Assistant ha 2.000 ” azioni ” e Alexa ha 30.000 ” abilità ” , che sono funzioni che consentono a questi assistenti vocali di reagire in modo molto specifico ai comandi e alle query degli utenti:

Abilità Alexa

E tieni presente che non solo più aziende produrranno contenuti audio nella speranza di acquisire consapevolezza del marchio (quindi anche tu dovresti), ma è probabile che anche le pubblicità siano in arrivo. Ciò significa che Alexa ti dirà la risposta alla tua domanda insieme a una “parola dal suo sponsor”.

Per tutta la tecnologia vocale, ricorda di scrivere in tono colloquiale, concentrati su come ottenere frammenti in primo piano su Google e pensa alle parole chiave che le persone parleranno piuttosto che digitare.

L’ottimizzazione per la ricerca vocale è un ottimo modo per diffondere la consapevolezza del marchio, ma come si trasformerà in vendite? Bene, nel 2020 vedremo più aziende tentare di sfruttare questo potenziale, sperimentando nuove idee per utilizzare gli altoparlanti intelligenti come canale redditizio per incrementare le vendite.

In questo momento, Jetson è uno dei primi corridori nello spazio del commercio vocale, consentendo alle persone di utilizzare i propri dispositivi abilitati alla voce per effettuare acquisti:

La chiave per le aziende è rendersi conto che la ricerca vocale non è un altro canale per forzare la messaggistica e le vendite. Al contrario, gli esperti di marketing devono sviluppare un approccio unico all’interazione con il consumatore e questo canale dovrebbe far parte di un’esperienza di marchio più ampia e più connessa.

Dive Deeper:

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

12) Storie sui social media

Innanzitutto, Snapchat  è uscito con il concetto di “La mia storia”, quindi  sono state introdotte le storie di Instagram  e Facebook e quindi YouTube ha svelato il loro formato di storia: Reels.

Per dirla tutta, ecco una cronologia delle storie sui social media :

image13

Poiché questi tipi di storie scompaiono dopo un determinato periodo di tempo, questa è una grande opportunità per gli esperti di marketing di fare buon uso di FOMO (paura di perdersi).

vantaggi dell’utilizzo di storie sui social media  includono:

  • Maggiore consapevolezza del marchio
  • Impegno costante con i follower
  • Efficacia dei costi
  • Aumento del traffico verso la tua pagina web
  • Opportunità di raggiungere un pubblico più giovane

Lasciati ispirare da alcuni di questi modi per utilizzare le storie sui social media :

  • Usa i sondaggi nelle Storie di Instagram
  • Aggiungi collegamenti alle tue storie sui social media
  • Approfitta dei geofiltri Snapchat
  • Aggiungi tag di posizione
  • Aggiungi menzioni per altre marche e i tuoi fan
  • Prova il video live durante la creazione di Storie
  • Invita i follower a esplorare di più con chiari inviti all’azione

13) Notifiche push del browser

Le notifiche push sono in aumento, con l’ 85% dei negozi online che le utilizzano nel 2019. Considera queste altre statistiche:

  • Almeno il doppio delle persone si iscrive alle notifiche push web rispetto a una newsletter.
  • Solo il 10% dei migliori marketer e-mail è in grado di raggiungere un tasso di iscrizione alla newsletter che corrisponde alle prestazioni del web push.
  • 6,4 ore è il tempo medio che trascorre prima che il destinatario apra una newsletter. Nel caso di push web, il destinatario vedrà immediatamente il messaggio.

Gli aggiornamenti al GDPR (General Data Protection Regulations) e filtri più severi hanno intaccato la potenza dell’email marketing. Inoltre, il pubblico più giovane preferisce altri metodi di comunicazione e preferisce gestire meno punti di contatto quando coinvolge i marchi.

Come parte dell’offerta per coinvolgere gli utenti su più canali, le notifiche push del browser sono qualcosa che vedrai sempre più marchi adottare nel 2020 e stanno diventando sempre più sofisticati e personalizzati. In effetti, l’utilizzo di notifiche push personalizzate aumenta le conversioni:

  • Tasso di apertura del 7% per i messaggi push segmentati rispetto a un tasso di apertura del 3% per i messaggi di trasmissione generici (un miglioramento di 2x)
  • Il 54% degli utenti si converte da una notifica push segmentata, rispetto al solo 15% per i messaggi broadcast (un miglioramento di 3 volte)

Le notifiche attivate dal comportamento vengono utilizzate per coinvolgere nuovamente le persone che hanno mostrato interesse ma non sono riuscite a convertire e per recuperare le entrate dai carrelli della spesa abbandonati:

push alert, semplice

Le notifiche possono anche includere immagini e CTA  per massimizzare i tassi di conversione da tali sforzi:

avvisi push

Dive Deeper:

14) Content Marketing continua a dominare SEO

A novembre 2019, Google ha lanciato alcuni importanti aggiornamenti al suo algoritmo di ricerca. Gli aggiornamenti includevano il nuovo sistema BERT , progettato per aiutare Google nei suoi sforzi per comprendere il linguaggio naturale che le persone usano nelle loro query di ricerca.

Il consiglio di John Mueller di Google è che “piuttosto che inseguire le ultime tendenze SEO, è più importante garantire che un sito abbia velocità elevate, collegamenti utili e contenuti ben scritti”.

In effetti, il marketing dei contenuti è così importante che l’ 88% dei marketer di contenuti B2B concorda sul fatto che la creazione di contenuti fa sì che il proprio pubblico consideri la propria organizzazione come una risorsa credibile e affidabile:

image17

Statistiche da Content Marketing Institute :

  • Il content marketing costa il 62% in meno rispetto al marketing in uscita e genera 3 volte il numero di lead.
  • Il content marketing ha costi iniziali inferiori e vantaggi a lungo termine più profondi rispetto alla ricerca a pagamento.
  • 615 milioni di dispositivi ora utilizzano il blocco degli annunci, il che significa che i tuoi annunci non vengono visti da altrettante persone.
  • Le piccole imprese con blog generano il 126% di lead in più rispetto a quelle senza blog.
  • Il marketing del contenuto genera tassi di conversione 6 volte superiori rispetto ad altri metodi.

Nonostante tutta l’innovazione, il content marketing rimane un modo affidabile e potente per attirare nuovi clienti sul tuo sito e costruire relazioni con loro in modi reali e quantificabili che offrano valore a lungo termine per la tua attività.CLICCA PER TWEETCon Google che continua a valutare articoli ben studiati e regolarmente aggiornati, molte aziende leader continueranno a investire pesantemente nel marketing dei contenuti per tutto il 2020.

Dive Deeper:

15) Test di suddivisione SEO A / B

Il marketing moderno si basa su test e analisi. Usando il split test A / B, puoi isolare le variabili nella tua campagna e identificare facilmente quali versioni stanno guidando i risultati di cui hai bisogno. Questa forma di test offre agli esperti di marketing un approccio metodico per apportare modifiche efficaci al loro contenuto.

Piattaforme come ClickFlow suggeriscono pagine con potenziale SEO non sfruttato – un numero di impressioni elevato ma una bassa percentuale di clic (CTR) – che puoi quindi migliorare per aumentare il traffico, i lead e, ovviamente, le conversioni:

image19

ClickFlow ti consente di impostare un valore CTR target, quindi pubblica le pagine insieme a un rapporto sulle parole chiave che elenca le parole chiave che la tua pagina sta già classificando per ora. Meglio ancora, suggerisce preziose nuove parole chiave che dovresti scegliere come target per ottenere più traffico.

All’interno dell’app, apporti modifiche al titolo, alla meta descrizione, al tag del titolo e al contenuto del corpo, che si riflettono automaticamente sul tuo sito:

image27

Scegli il CTR target:

Immagine 24

Esegui l’esperimento per almeno 15 giorni e ClickFlow ti mostrerà quanti più clic stai ricevendo e le entrate aggiuntive che stai ottenendo dai miglioramenti.

Il test di suddivisione SEO A / B spinge la maggior parte del succo SEO dal tuo sito e ti dà un’idea delle variabili che muovono l’ago. Con questa strategia e gli strumenti giusti, anche un budget ridotto può generare un ROI eccezionale.

Dive Deeper: 

) Commercio sociale e messaggi shoppable

Con l’e-commerce e i social media entrambi in crescita a tassi allarmanti, non c’è da meravigliarsi che i marchi usino i due insieme per massimizzare le opportunità di vendita.

A marzo 2019, Instagram ha presentato Instagram Checkout, che consente agli utenti di completare il loro acquisto da Instagram :

image49

I marchi di e-commerce sperano che questo riduca il rischio che i clienti abbandonino i loro acquisti perché devono cambiare app o accedere a un negozio sconosciuto.

Ormai hai sentito che Instagram nasconde i Mi piace e, con tutto il clamore, penseresti che l’app di condivisione di foto fosse in declino. Pensa di nuovo.

I social media sono parte integrante del marketing digitale e le piattaforme visive come Instagram sono l’oro per gli esperti di marketing. Meglio ancora, il commercio visivo sta decollando poiché sempre più consumatori sono disposti ad acquistare prodotti attraverso gli annunci che vedono nei loro feed.

Instagram riferisce che la piattaforma ha 1 miliardo di utenti e il 90% di loro segue già marchi commerciali attivi, con molti che visitano questi profili su base giornaliera. Quindi, quale modo migliore per sfruttare questo enorme potenziale se non usando post shoppable ?

image21

 

I marchi di e-commerce possono creare e pubblicare annunci interattivi che consentono agli utenti di fare clic e acquistare con facilità. Instagram ritiene che ciò faciliterà il raggiungimento da parte delle aziende di potenziali nuovi clienti, poiché accorcerà efficacemente l’imbuto di vendita, offrendo ai consumatori l’accesso immediato che desiderano.

17) Contenuto interattivo

Parlando di accesso istantaneo, ciò ci porta a una delle tendenze di marketing digitale in più rapida crescita negli ultimi tempi: i contenuti interattivi.

Nel 2020, siamo destinati a vedere un passaggio dai tradizionali contenuti testuali a contenuti dinamici e coinvolgenti che offrono agli utenti un’esperienza coinvolgente. Ad esempio, pensa a:

  • Quiz e sondaggi
  • Calcolatrici integrate
  • Annunci di realtà aumentata
  • Video a 360 gradi

Ecco un buon esempio di video a 360 VR :

Ed ecco un esempio del nostro calcolatore di impatto sul marketing per aiutarti a calcolare quanti più soldi guadagnerai con il marketing:

Single Grain's Marketing Impact Calculator

Se hai bisogno di convincere, considera che il 91% degli acquirenti è attivamente alla ricerca di contenuti più interattivi. Alla gente piace non solo perché è fresca e originale, ma perché li fa sentire più connessi ai marchi e più coinvolti nel processo di acquisto.

I contenuti interattivi sono più coinvolgenti, più memorabili e hanno maggiori probabilità di generare i risultati di cui la tua azienda ha bisogno.

Ulteriori informazioni: 7 tipi di contenuti interattivi: perché e come utilizzarli

 Marketing multicanale

Il marketing omnicanale è stata una delle parole d’ordine del 2019. Mentre la frase può ora sembrare un po ‘logora, la strategia è matura e pertinente come mai nel 2020.

Il  marketing omnicanale è il processo di marketing su più piattaforme (come social media, app, e-mail e blog) in modo da poter connetterti con i potenziali clienti su più punti di contatto. Quando fai il marketing omnicanale, puoi offrire un’esperienza utente migliorata e un messaggio di marca coerente che guida le persone all’azione.

Per stare al passo, i marchi devono presentare una voce e un messaggio senza soluzione di continuità e coerenti su tutti i mezzi disponibili, compresi vetrine fisiche, canali di social media, online, in cataloghi e ovunque tu possa immaginare. Tutti i canali dovrebbero essere collegati in un’unica strategia onnicomprensiva per i migliori risultati.

Le statistiche mostrano che i marchi che utilizzano tre o più canali in un flusso di lavoro di automazione possono generare grandi risultati :

  • Tasso di coinvolgimento: 18,96% su canale multicanale contro 5,4% su canale singolo
  • Frequenza di acquisto: 250% in più su canale multicanale rispetto a canale singolo
  • Valore medio dell’ordine: 13% in più per ordine su canale multicanale rispetto a canale singolo
  • Percentuali di fidelizzazione dei clienti: 90% in più per omnicanale rispetto a canale singolo

Con le società SaaS sempre più sofisticate che forniscono gli strumenti per gestire più canali in modo più efficiente, sta diventando più facile gestire una strategia omnicanale, sebbene possa essere una sfida.

Gli utenti richiedono personalizzazione e vogliono poter navigare in un negozio fisico, visualizzare i prodotti sui social media e acquistare online. E se non stai al passo con le loro richieste, qualcun altro otterrà quel business.

Questa è un’altra area in cui l’IA e i big data svolgono un ruolo aiutando i marchi a comprendere meglio il comportamento dei consumatori e personalizzare a livello individuale su vasta scala. Entrare nella testa del percorso di acquisto del cliente ideale è la chiave per attuare un approccio omnicanale efficace.

Dive Deeper:

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

19) Realtà aumentata (AR) e tecnologie immersive

Gartner prevede che entro il 2022, il 70% delle imprese sperimenterà tecnologie immersive e che il 25% sarà distribuito alla produzione.

Mentre la realtà virtuale (VR) fa molto rumore e entusiasma tutti con grandi idee fantascientifiche, l’AR è molto più implementabile dal punto di vista del marketing. Gli esperti prevedono che l’ AR continuerà a superare la realtà virtuale  in termini di quota di mercato:

image25

I marchi utilizzano sempre più questa tecnologia per migliorare l’esperienza del consumatore e aumentare le vendite.

ModiFace, che è stato recentemente acquisito da L’Oreal, produce applicazioni AR per i marchi. Sephora Virtual Artist , un esempio impressionante della tecnologia ModiFace, ti consente di vedere come i diversi colori di varie forme di trucco appariranno sul tuo viso, senza dover andare in un negozio e applicarlo fisicamente:

Sephora GIF
E IKEA ha la sua app AR chiamata IKEA Place  che ti consente di scattare una foto di una stanza della tua casa con la fotocamera dello smartphone (con solo iOS 11.0.1 per ora) al fine di “testare” i mobili IKEA al suo interno. Puoi spostare i mobili e vedere come appare da diverse angolazioni :

image28

Con l’AR che sta migliorando rapidamente, vedremo un enorme assorbimento da parte dei marchi che in futuro troveranno utili applicazioni per la tecnologia.

20 ) Analisi predittiva e aumentata

L’analisi predittiva è la pratica di utilizzare il data mining, la modellazione predittiva e l’apprendimento automatico per identificare modelli e tentare di prevedere il futuro. Sta diventando sempre più sofisticato e diffuso in molti settori.

In termini di tendenze del marketing digitale, vedremo molto di più di questo, poiché viene utilizzato nel punteggio avanzato del lead, nonché per la segmentazione e la personalizzazione individuale, che aiuta i professionisti del marketing a ridurre l’abbandono e migliorare la fedeltà dei clienti.

Un esempio è Amazon Assistant , un’estensione di Chrome del gigante della vendita al dettaglio che consente agli utenti di consentire ai consigli sui prodotti di Amazon di estendersi oltre il sito Web per fare offerte personalizzate mentre navigano altrove sul Web:

image39

L’analisi avanzata , d’altra parte, utilizza l’apprendimento automatico e l’ elaborazione del linguaggio naturale (NLP) per automatizzare la preparazione e consentire la condivisione dei dati.

Come afferma Bonnie D. Graham , conduttrice del podcast di Game-Changers Business:

“Laddove l’analisi predittiva utilizza l’apprendimento automatico per prevedere cosa accadrà, l’analisi aumentata utilizza l’intelligenza artificiale per potenziare l’intelligenza umana con il perché, in modo da poter lavorare più velocemente e in modo più intelligente su set di dati sempre più grandi.”

Entro il 2020 Gartner prevede che oltre il 40% delle attività di data science sarà automatizzato , il che significa che la comprensione delle enormi quantità di big data che le aziende stanno raccogliendo consentirà un processo decisionale migliore e più personalizzato e quindi una maggiore produttività.

Dive Deeper:

21 ) Crescita della geo-scherma

Mentre l’idea del marketing per le persone in base alla loro posizione non è una novità, prevediamo un aumento dell’uso della geo-recinzione – questo mercato è destinato a crescere a $ 2,4 miliardi entro il 2023  – insieme all’aumento dell’uso mobile:

image30

La geo-scherma consente il targeting in tempo reale in base alla posizione dell’utente. Un’area di destinazione è definita, ad esempio, entro un miglio da un ristorante e quando un utente entra o esce da questa area, riceve una notifica push, un messaggio di testo o un’altra forma di comunicazione di marketing.

La ricerca mostra che tra le persone che aprono una notifica push, il 54% degli utenti si converte da push segmentato  rispetto a solo il 15% per i messaggi broadcast. E il 52% degli utenti abilita la messaggistica push sulle proprie app.

76, una società di gas americana, ha usato Waze per contrassegnare le proprie stazioni di servizio su una mappa in tutta la California. Mentre i conducenti si avvicinavano, sulla loro mappa compariva un logo che mostrava loro dove fermarsi per il gas e offriva l’accesso a una competizione se si riempivano. La loro campagna “Tank 5” ha portato a una velocità di navigazione del 6,5% verso le stazioni di rifornimento:

76 e Waze

Per le industrie che hanno bisogno di convertire gli utenti digitali in clienti fisici, la geo-recinzione diventerà sempre più importante nella loro strategia di marketing.

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

) Progressive Web App (PWA)

Le app Web progressive sono essenzialmente siti Web che funzionano come app mobili. Offrono la funzionalità di un’app mobile nativa – tempi di caricamento rapidi, notifiche push, lavoro offline, utilizzo dell’hardware del dispositivo, ecc. – senza essere limitati a una piattaforma (che in realtà significa Android o iOS).

Ciò consente ai team di sviluppo di creare app Web per qualsiasi dispositivo che funzioni esattamente come un’app mobile.

Entro il 2020, il numero di utenti di smartphone dovrebbe raggiungere 2,87 miliardi . Con le visualizzazioni di pagina totali sui dispositivi mobili che aumentano di anno in anno di quasi il 50% in tutto il mondo, i  dispositivi mobili sono più importanti che mai per la tua strategia digitale:

image40

Le PWA diventeranno sempre più diffuse man mano che la rivoluzione mobile continuerà a ritmo.

Dive Deeper:

) Contenuti generati dall’utente (UGC)

Il contenuto generato dall’utente (UGC) è una potente risorsa per gli esperti di marketing che vogliono attingere ai mercati del Millennio e della Gen Z. Puoi incoraggiare il tuo pubblico a condividere contenuti unici offrendo loro un incentivo, come uno sconto, o anche collaborando con loro per una buona causa.

Aerie , un’azienda di abbigliamento femminile, “si è impegnata a smettere di ritoccare le foto delle modelle nei suoi costumi da bagno. E per ogni utente di Instagram che ha pubblicato una sua foto inedita in costume da bagno (usando l’hashtag #AerieReal , ovviamente), Aerie ora dona $ 1 alla National Eating Disorders Association (NEDA). ”

Aerie UGC

Questa semplice strategia UGC può aumentare rapidamente il coinvolgimento del marchio e favorire i tassi di conversione man mano che più persone scoprono il tuo marchio, i suoi prodotti e servizi.

Le persone si fidano degli altri come se stesse molto più di quanto si fidino delle aziende. In effetti, un sondaggio ha rilevato che il 90% degli acquirenti ha riferito che UGC ha influenzato la propria decisione di acquistare più di qualsiasi altra forma di pubblicità, con un enorme 97% di 18-29 anni che ha affermato di avere “un’influenza estrema”.

UGC può essere semplice come commenti e testimonianze sul blog o può assumere la forma di post, immagini e video del blog creati dagli utenti. L’intero canale YouTube di GoPro è dedicato a UGC, che mostra video di alta qualità prodotti dai suoi clienti utilizzando le sue fotocamere portatili e resistenti. Il canale sta attualmente spingendo 8 milioni di abbonati.

Recentemente, GoPro ha creato un concorso UGC con l’hashtag #MillionDollarChallenge in cui i suoi clienti hanno creato e condiviso video  – e 25.000 persone hanno partecipato!

Dive Deeper: 8 modi per incoraggiare più contenuti generati dagli utenti (UGC)

) Tecnologia Blockchain

Come definito da Blockgeeks :

“Una blockchain è, nel più semplice dei termini, una serie timbrata di record di dati immutabili  che è gestita da un cluster di computer non di proprietà di una singola entità. Ognuno di questi blocchi di dati (ad es. Blocco) è  protetto e associato l’uno all’altro mediante principi crittografici (ad es. Catena). “

Come funziona una Blockchain

fonte

Gli usi della blockchain sono tuttavia molto più ampi del solo mondo finanziario; questa tecnologia sta anche facendo ondate nel mondo del marketing digitale. Blockchain elimina l’intermediario di marketing digitale, crea fiducia attraverso la trasparenza, guida la responsabilità pubblica e offre vantaggi per il branding.

Ma nel 2020 e oltre, vedremo queste tendenze nella blockchain:

Dive Deeper:

) Informatica quantistica

Il calcolo quantistico è una nuova tecnologia basata su una teoria della fisica quantistica, che afferma che le particelle subatomiche esistono contemporaneamente in più di uno stato.

As per ITSPmagazine:

“ I computer tradizionali memorizzano i dati in bit, che possono esistere in uno dei due stati: uno o zero. I computer quantistici, tuttavia, usano una nuova unità di misura, un singolo atomo noto come qubit (letteralmente “bit quantico”), che  aumenta notevolmente la potenza computazionale di un sistema. “

Un altro modo per visualizzare il calcolo quantistico è immaginare un’enorme libreria :

“Mentre un computer classico legge tutti i libri di una biblioteca in modo lineare, un computer quantistico legge tutti i libri contemporaneamente. I computer quantistici sono in grado di lavorare teoricamente su milioni di calcoli contemporaneamente. “

Informatica quantistica

fonte

Quindi, come possono gli esperti di marketing usare il quantum computing? Ecco cosa possiamo aspettarci:

  • Migliore copertura dei dati mobili (un vantaggio per gli operatori di telefonia mobile)
  • L’intelligenza artificiale diventa più umana ( Google AI  sta sviluppando algoritmi quantistici che miglioreranno drasticamente l’apprendimento automatico)
  • Maggiore rilevanza degli annunci (la ricottura quantistica  può aiutare gli annunci a raggiungere una più ampia gamma di persone a un costo migliore)

usi di calcolo quantistico

fonte

26) Big Data e Deep Learning

Nel 2020, l’industria dei big data del mondo continuerà a crescere in modo esponenziale, il che è una grande notizia per gli esperti di marketing  , se sai come sfruttare la potenza dei big data. Gran parte di questo compito dipende dagli strumenti che usi, cosa che molte aziende trovano impegnative.

Forbes riferisce che il 78% delle organizzazioni ha già o sta sviluppando una piattaforma di dati dei clienti per aiutare a gestire, analizzare e sfruttare i propri dati. Non sorprende che gli esperti di dati siano in cima alla lista delle priorità per molte aziende, con il 41% dei proprietari di aziende che afferma che ora è la loro abilità più desiderata da assumere.

Con i vantaggi dei big data nasce la necessità per le aziende di sfruttare meglio questi dati per “semplificare significativamente le attività che in precedenza potevano essere completate solo dai data scientist”. Ancora più importante, “Questa continua democratizzazione porterà a nuovi casi d’uso più vicini alle esigenze degli utenti aziendali e consentirà un time-to-market più rapido per le applicazioni di intelligenza artificiale nell’azienda”.

big data

Un avvertimento è che man mano che i big data diventano ancora più potenti, le esigenze su come le aziende dovrebbero gestire i dati dei consumatori diventano sempre più precarie. Le modifiche al GDPR hanno acceso il touchpaper per una rivoluzione globale sulla privacy dei dati, con la California che ha lanciato il California Consumer Privacy Act (CCPA)  il 1 ° gennaio 2020.

In quanto tale, i big data sono un’arma a doppio taglio, ma quella a cui molti marketer digitali troveranno difficile resistere nel prossimo futuro.

Dive Deeper:

27) Automation (& AI)

Gartner prevede che il 30% delle aziende includerà l’intelligenza artificiale (AI) nei loro processi di vendita nel 2020. In tutta onestà, dovremmo aspettarci di più, soprattutto se si considerano i sorprendenti benefici dell’IA e dell’automazione per le vendite e il marketing :

usi dell'automazione del marketing

Ad esempio, è possibile utilizzare l’intelligenza artificiale e l’ automazione per :

  • Migliora la fidelizzazione e la fidelizzazione dei clienti
  • Prevedi il comportamento del tuo cliente con modelli di propensione e analisi predittiva
  • Usa i chatbot basati su AI per migliorare l’esperienza utente
  • Sfrutta la potenza di Audience Insights per potenziare gli annunci di ricerca
  • Amplia il tuo Content Marketing con contenuti generati dall’IA
  • Offri un’esperienza del sito Web altamente personalizzata a tutti gli utenti
  • Ottimizza per le query di ricerca vocale
  • Identificare “Hot Leads”
  • Ridurre l’abbandono del carrello
  • Clienti target attraverso canali diversi
  • Aumenta il valore della vita dei clienti (CLV)
  • Upsell e Cross Sell ai clienti
  • Migliora la divulgazione di Blogger
  • Genera lead da pagine di ringraziamento
  • Suggerisci automaticamente contenuti ai visitatori
  • Identifica i colli di bottiglia nella tua pipeline di vendita
  • Misura le prestazioni delle tue campagne di marketing
  • Mantieni un hub centrale per tutte le tue attività di marketing
  • Riduci i costi e risparmia tempo

Ma non limitarti a crederci sulla parola. Come dice Neil Patel :

“Il marketing diventerà un campo di gioco più uniforme e non avrai altra scelta che utilizzare l’automazione.”

Lettura correlata:

28) Offerte intelligenti di Google Ads

Con un’intensa concorrenza sui social media che soffoca lentamente la portata organica, la pubblicità a pagamento diventerà una forza più affidabile nel 2020. E se consideri la funzione di offerta intelligente su Google Ads, saresti uno sciocco a non provarlo.

Google lo spiega con Smart Bidding:

“Gli algoritmi di machine learning si allenano sui dati su vasta scala per aiutarti a fare previsioni più accurate sul tuo account su come i diversi importi delle offerte potrebbero influire sulle conversioni o sul valore delle conversioni.”

In altre parole, gli inserzionisti possono consegnare le redini delle loro campagne pay-per-click (PPC) al sistema di intelligenza artificiale di Google, che ottimizzerà quindi il budget per massimizzare il ROI. Funziona con qualsiasi numero di obiettivi PPC, tra cui:

  • CPA target  : genera nuovi lead e clienti per un costo massimo per acquisizione impostato.
  • ROAS target: imposta i  tuoi obiettivi su come ottenere il miglior ritorno sulla tua spesa pubblicitaria.
  • Massimizza le conversioni  : aumenta i tassi di conversione pubblicitari, indipendentemente dal fatto che il tuo obiettivo sia ottenere più abbonati e-mail, download o vendite di prodotti.

L’offerta intelligente ti consente di utilizzare molti segnali diversi per l’ottimizzazione dell’offerta , tra cui:

  • Dispositivo
  • Luogo fisico
  • Intenzione di posizione
  • Giorno della settimana e ora del giorno
  • Elenco per il remarketing
  • Caratteristiche dell’annuncio
  • Lingua dell’interfaccia
  • Browser
  • Sistema operativo

Alcuni di questi segnali sono disponibili come aggiustamenti delle offerte manuali, ma altri segnali (e combinazioni di segnali) sono disponibili solo tramite le offerte intelligenti :

Segnali di offerta intelligenti

La linea di fondo è che con Smart Bidding che gestisce lo spettacolo, gli esperti di marketing avranno più tempo libero per concentrarsi su strategia, copywriting e analisi.

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

29) SERP Position Zero

Negli ultimi due anni, la ricerca vocale ha causato ondate, cambiando il modo in cui funziona l’ottimizzazione dei motori di ricerca. Il più notevole è l’ascesa dello snippet in primo piano, che appare nell’ambita “posizione zero” nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca di Google, come in questo esempio:

frammento in primo piano, posizione zero

Nel 2020, almeno il 30% di tutte le ricerche su Internet verrà condotto senza uno schermo e poiché il  40,7% di tutte le risposte alla ricerca vocale proviene da uno snippet in primo piano, se il tuo marketing è abbastanza forte, potresti essere quello che colpisce quel posto ambito.

Conosciuto anche come snippet di rango zero o posizione zero, questo è il Santo Graal del SEO moderno, in quanto risponde direttamente alle query di ricerca degli utenti senza che l’utente debba fare clic su un collegamento. VSEO (ottimizzazione del motore di ricerca vocale) può darti un enorme vantaggio competitivo (ovviamente, questa è solo una buona notizia per un marchio …).

Questa tendenza è in crescita, con il  62,5% delle ricerche sui dispositivi mobili e il 34,4% delle ricerche sul desktop che ora portano a risultati di “ricerca zero-clic”. E secondo Ahrefs, queste sono le parole più comuni nelle query di ricerca con snippet in primo piano:

spesso-met-parole in vetrina-frammenti

Per questo motivo, un numero maggiore di esperti di marketing investirà le proprie risorse in SEO On-SERP , che  è la pratica di ottimizzare le pagine Web con l’obiettivo di rivendicare quanto più spazio possibile nelle SERP di Google. Ciò aumenta la percentuale di clic (CTR), indirizzando più traffico organico verso il tuo sito e aumenta la probabilità di ottenere il primo posto.

Dive Deeper:

30) Marchio

Viviamo in un’epoca in cui i consumatori hanno l’imbarazzo della scelta. Non importa in quale nicchia ti trovi  : è improbabile che tu operi nel vuoto. Il 66% dei consumatori afferma di sentirsi connesso a un marchio ogni volta che si fida di esso e per guadagnare la propria fiducia, è necessario stabilire un marchio solido.

Il motivo per cui il branding è così importante ora è a causa del fattore di ranking EAT di  Google , che significa:

  • Competenza:  la pagina deve avere contenuti di qualità scritti da uno scrittore esperto
  • Autorità:  il sito stesso deve avere una certa autorità in materia
  • Affidabilità:  il sito deve avere altri collegamenti autorevoli che puntano ad esso da siti attendibili

In sostanza, Google vuole fare di più che classificare buoni contenuti; stanno soddisfacendo l’esperienza dell’utente richiedendo il contenuto più accurato, aggiornato, ben studiato (cioè autorevole) su qualsiasi argomento, creato preferibilmente da veri esperti del settore.

Se il blog medico di Jimmy (non un sito reale) fornisce alcuni cattivi consigli che portano una mamma ad avvelenare il suo bambino con alcuni consigli amatoriali sui rimedi casalinghi, non va bene per il marchio Jimmy  – o per la reputazione di Google nel fornire risultati di qualità. Quindi, man mano che il nuovo anno avanza e la SEO si evolve, Google potrebbe reprimere i principali settori, in particolare nel campo della salute e della finanza dove informazioni accurate sono fondamentali.

Neil Patel consiglia ai professionisti del marketing di concentrarsi sulla costruzione della loro esperienza, sottolineando che possono rafforzare la loro reputazione con post degli ospiti su blog leader del settore, parlando alle conferenze e richiedendo premi. Includi sempre una biografia autore aggiornata nella parte inferiore di tutti i tuoi contenuti pubblicati per costruire il riconoscimento del marchio e guadagnare la fiducia dei lettori:

image33

Dive Deeper:

31) Migliore analisi

Il marketing e le metriche moderne vanno di pari passo, quindi se non stai investendo in una migliore analisi, avrai difficoltà a guidare i risultati che vuoi vedere. Il problema, tuttavia, è che il percorso del cliente è ora più complesso. Viviamo in un’era omnicanale in cui il consumatore medio impegna un marchio fino a sei punti di contatto prima di effettuare un acquisto.

Con più canali da gestire e una miriade di modi per commercializzare i tuoi prodotti e servizi, il lavoro di monitoraggio delle analisi sta rapidamente diventando una missione gigantesca. Di conseguenza, molte aziende guardano oltre le nozioni di base di Google Analytics per una soluzione di business intelligence completa o un dashboard di analisi come  Amplitude:

image45

Un altro modo in cui questa tendenza si manifesterà è spostandosi verso la business intelligence , le “tecnologie, applicazioni e pratiche per la raccolta, l’integrazione, l’analisi e la presentazione di informazioni commerciali. Lo scopo della Business Intelligence è supportare un migliore processo decisionale aziendale. “

Come afferma Neil Patel , un’opzione di BI è “Un luogo centrale in cui è possibile collegare tutti i dati e prendere decisioni più informate in modo da poter ottimizzare il valore della propria vita anziché il reddito a breve termine”.

Esistono molte opzioni di business intelligence , sia a pagamento che gratuite, come Google Data Studio (la soluzione di reporting di Google per utenti esperti che vogliono andare oltre i dati e le dashboard di Google Analytics), Metabase e Tableau:

Quadro

Dive Deeper:

32) Tecnologia 5G

In un mondo impazzito per il mobile, probabilmente una delle tendenze di marketing digitale più significative del 2020 è l’alba della tecnologia 5G, o quinta generazione di tecnologia mobile. Questo aggiornamento annuncia una nuova era delle comunicazioni digitali e il suo impatto si farà sentire praticamente in ogni settore.

Asha Keddy di Intel afferma:

“Il 5G consentirà una società completamente mobile e connessa – liberando possibilità umane e tecnologiche e alimentando opportunità commerciali e finanziarie.”

Come dice Adage :

“L’arrivo del 5G potrebbe anche portare milioni di consumatori rurali nelle corsie dati ad alta velocità in cui gli esperti di marketing vendono sempre più i loro prodotti. Potrebbe persino interrompere il duopolio digitale di Google e Facebook armando le società di telecomunicazioni con dati senza precedenti per i servizi pubblicitari “.

T-Mobile sottolinea i vantaggi che la velocità 5G ha per il fiorente settore della realtà aumentata, osservando come potrebbe essere strumentale nello sviluppo di un display heads-up virtuale. Come mostra l’immagine seguente, le velocità di Internet 5G possono aiutare i ciclisti a individuare il pericolo da tutti i lati:

image35

L’Unione europea ha un ambizioso piano d’azione per il 5G che include una copertura ininterrotta del 5G per le principali strade e ferrovie entro il 2025. Inoltre, la tecnologia dovrebbe alimentare un incredibile aumento del numero di dispositivi connessi. Naturalmente, ciò solleva preoccupazioni per gli effetti negativi sulla salute e sull’ambiente causati dalle radiazioni RF (radiofrequenza) , dalle emissioni elettromagnetiche prodotte dai telefoni wireless, ma questo è un argomento per un altro articolo.

Tutto ciò significa che la tecnologia 5G trasformerà il modo in cui accediamo ai contenuti online, dai marketer digitali all’utente medio.

33) Privacy Marketing

Recentemente, Forbes ha riferito che British Airways è stata schiaffeggiata con una multa di £ 183 milioni per una violazione dei dati, e la catena alberghiera, Marriott, è stata punita per £ 99 milioni dopo aver omesso di proteggere i dati personali di 339 milioni di ospiti.

Il summenzionato CCPA (California Consumer Privacy Act) nella tendenza # 26 sopra sarà la legge sulla privacy statale più restrittiva approvata negli Stati Uniti quando entrerà in vigore nel 2020. Nonostante l’ opposizione dei grandi attori della Silicon Valley come Facebook , il quinto più grande al mondo l’economia sta avanzando con il suo nuovo atto sulla privacy dei consumatori.

È chiaro che le persone (ma non le aziende) del mondo stanno prendendo sul serio la privacy e che gli esperti di marketing  – che fanno affidamento su quelle persone  – non hanno altra scelta che giocare secondo le nuove regole o perdere. Una delle nuove regole è che gli esperti di marketing e i marchi dovranno “guadagnare” le informazioni di contatto dei loro obiettivi “piuttosto che impegnarsi nel marketing di massa. Come sottolinea Forbes:

“Negli Stati Uniti, i professionisti del marketing sono diventati così lenti nelle loro pratiche di targeting che ognuno di noi deve impiegare diversi minuti al giorno per eliminare dalla nostra casella di posta  – sia professionale che personale  – le decine di e-mail che non sono pertinenti e chiaramente non sono benvenute “.

Le persone vogliono sapere di potersi fidare dei marchi e che i loro dati personali sono al sicuro. Invece di essere compiacenti, i team di marketing digitale dovrebbero diventare strategici per rafforzare il loro impegno per la privacy in modo da poter guadagnare la fiducia dei potenziali clienti.

Alcuni dei modi in cui i marchi possono guadagnare la fiducia dei consumatori sono:

  • Ricerca e comprensione del nostro pubblico
  • Sviluppare un messaggio rilevante per coinvolgere il pubblico
  • Trovare il canale giusto per interagire con quel pubblico specifico
  • Sviluppare una relazione “intima” attraverso l’impegno premuroso

Dive Deeper:

34) Sicurezza del sito Web

Nello stesso respiro della privacy, dobbiamo menzionare la sicurezza del sito Web.

Quando un visitatore arriva sul tuo sito per la prima volta, si decideranno sulla tua sicurezza in pochi secondi. Se non si sentono sicuri, non resteranno in giro, il che porta ad un aumento della frequenza di rimbalzo. Nel tempo, un’alta frequenza di rimbalzo è una cattiva notizia per la tua attività, poiché scivolerai giù nelle SERP quando Google si renderà conto che le persone non vogliono rimanere a lungo sul tuo sito.

Tech Republic nota che ci sono state oltre 3.800 violazioni dei dati all’interno delle organizzazioni  – nel solo 2019! Mentre gli hack di grandi aziende come Yahoo, Facebook, Equifax e Marriott fanno notizia, ci sono anche molte violazioni nelle aziende più piccole. Di conseguenza, solo il 25% dei consumatori ritiene che la maggior parte delle aziende gestisca i propri dati personali sensibili in modo responsabile.

Nel 2020, la sicurezza dei siti Web non è più un’opzione. Ad agosto 2014, Google ha annunciato che HTTPS è un segnale di classifica e contrassegna ogni sito come non sicuro a meno che non abbia una certificazione HTTPS (la “S” sta per “sicuro”):

HTTPS vs. HTTP

D’ora in poi, il minimo indispensabile è abilitare il protocollo HTTPS per il tuo sito, che mostrerà ai tuoi visitatori una piccola icona a forma di lucchetto verde nell’URL:

Barra verde lucchetto verde SSL

Inoltre, mostrare in modo prominente un  sigillo di sicurezza o un badge di fiducia sul tuo sito Web rassicurerà i visitatori del tuo sito che prendi sul serio la loro sicurezza:

Trust-badge

Ulteriori informazioni: In che modo la scarsa sicurezza del sito Web influisce negativamente sulle classifiche SEO

35) Pubblicità IoT

Non importa i nostri dispositivi mobili e laptop  : dalle auto intelligenti agli elettrodomestici alla tecnologia indossabile, l’ Internet of Things (IoT) sta diventando sempre più connesso:

IoT

As per QuanticMind:

“Al giorno d’oggi, ci si aspetta che i dispositivi e le tecnologie connesse, in modo discreto e talvolta nascosto, raccolgano dati sulle nostre funzioni vitali, cosa facciamo, dove andiamo, cosa condividiamo, cosa crediamo, cosa compriamo, chi conosciamo, come ci muoviamo e anche ciò che mangiamo “.

Ciò significa, ovviamente, che marchi e professionisti del marketing vogliono utilizzare (o stanno già utilizzando) questi dati per i propri scopi commerciali e pubblicitari. Per esempio :

  • Johnnie Walker ha una bottiglia Blue Label con sensori elettronici incorporati in grado di dire se la bottiglia è stata aperta e dove si trova nella catena di approvvigionamento.
  • Malibu , un’altra azienda produttrice di bevande, fa un ulteriore passo avanti, usando le loro bottiglie “connesse” come touchpoint digitale per promuovere contenuti esclusivi.

E con la maturazione della tecnologia 5G, un numero maggiore di dispositivi IoT presenterà più contenuti on demand per i consumatori e maggiori opportunità pubblicitarie per gli esperti di marketing.

36) Contenuti di lunga durata 

Nel 2020, i post più brevi non ti porteranno da nessuna parte  , con Google o il tuo pubblico. In genere, i post di almeno 3.000 parole attirano la maggior parte del traffico, in quanto offrono ai lettori un’esplorazione approfondita degli argomenti. I contenuti di lunga durata consentono ai creatori di contenuti di affermarsi come esperti in materia e offrono loro più spazio per il targeting di parole chiave.

Uno studio del Journal dei motori di ricerca indica che i contenuti di lunga durata ottengono il 77% in più di backlink rispetto ai brevi articoli, il che è fondamentale per indirizzare il traffico organico:

image48

Secondo Small Biz Trends, il 56% dei blogger genera un ROI migliore sui propri contenuti quando passa più di sei ore a creare un singolo post sul blog. Ciò può sembrare eccessivo, ma quando attira più traffico, aumenta il tempo sulla pagina e aumenta le classifiche di ricerca organiche, è un ottimo investimento aziendale.

Questi post epici sono talvolta chiamati contenuto 10X o contenuto del pilastro , che è fondamentalmente un contenuto che fornisce una risposta completa a qualsiasi domanda che un utente possa cercare su un determinato argomento. È specificamente progettato per fornire valore per il lettore e anche per posizionarsi in alto nei motori di ricerca.

I vantaggi del contenuto long-pilastro o pilastro sono:

  • Tempo più lungo trascorso sulle pagine del tuo sito. Più contenuti saranno disponibili per gli utenti, più tempo passeranno a farlo.
  • Una diminuzione della frequenza di rimbalzo. Se gli utenti trovano ciò che stanno cercando sulla tua pagina, non torneranno a Google per trovare un’altra fonte.
  • Backlink e tonnellate di condivisioni sui social media. Le pagine dei pilastri vengono condivise ampiamente e spesso, soprattutto tra gli influenzatori in un determinato spazio.
  • Ottiene il traffico per tutta la durata del tuo blog o sito Web. Il contenuto del pilastro è sempreverde, quindi il suo valore non diminuisce nel tempo.
  • Un alto ranking di Google.  L’alto numero di parole, le condivisioni e i backlink contribuiranno tutti a migliorare la visibilità sulle SERP.

Dive Deeper:

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

37) Ricerca di parole chiave semantiche

Ecco qualcosa che devi tenere a mente quando crei contenuti di lunga durata: devi scrivere per le persone, non per Google .

Cancellare un post di 5.000 parole a giorni alterni è fantastico, ma non vedrai i risultati che speri se non tieni presente le intenzioni dell’utente . Conosciuto anche come intento di ricerca o intento di parola chiave, questo è l’obiettivo principale che una persona ha quando digita o pronuncia una query di ricerca. Potrebbe essere quello di trovare un prodotto, informazioni o un punto vendita.

Pensa a come Google analizza i tuoi contenuti. Il motore di ricerca non valuta solo le parole chiave in una casella di ricerca; considera il contenuto di una query e esegue il drill down per determinare l’intento di ricerca dell’utente. In questo esempio di seguito , se qualcuno cercasse un gatto scomparso, Google userebbe l’analisi semantica per includere concetti come:

  1. Concetti correlati (ovvero “animali domestici” non solo “gatti”; “perso”, non solo “dispersi”; “rifugi per animali domestici” e “centri di controllo degli animali”)
  2. Aree correlate
  3. Altri modi possibili per aiutarti

image37

Questa analisi si chiama ricerca semantica e con l’intelligenza artificiale e la ricerca vocale su un aumento meteorico, sta diventando un aspetto più centrale di come funziona la ricerca.

I marketer del contenuto possono sfruttare questo a proprio vantaggio andando oltre la loro parola chiave primaria per includere termini, domande e frasi correlate nei loro contenuti. Insieme, queste parole chiave semantiche latenti forniranno a Google una comprensione molto migliore della natura dei tuoi contenuti, nonché delle soluzioni e dei vantaggi che offre agli utenti.

Nel 2019, il rapporto B2B annuale di Content Marketing Institute ha rivelato che il 90% dei marketer di maggior successo al mondo pone le esigenze del proprio pubblico davanti agli obiettivi promozionali. Le aziende con questo atteggiamento saliranno ai vertici nel 2020.

Dive Deeper:

38) Dati strutturati SEO

Tra tutte le tendenze del marketing digitale di cui sentirai parlare presto (se non già), ci saranno senza dubbio le affermazioni annuali ora obbligatorie secondo cui ” SEO è morto “.

Ignora queste affermazioni. Ancora una volta, SEO non è morto  : è un mutaforma. Nel 2020 vedremo che i dati strutturati diventeranno più prevalenti nei risultati dei motori di ricerca.

I dati strutturati sono tutti i dati organizzati in modo tale da facilitare la scansione e la categorizzazione dei motori di ricerca. I creatori di contenuti possono farlo nel loro codice back-end o organizzando ordinatamente le informazioni in tabelle con colonne e righe etichettate.

Quando è fatto bene, i dati strutturati forniscono un grande impulso SEO, poiché potresti posizionarti in quella posizione ambita in una forma o nell’altra, come una finestra del grafico della conoscenza, che mostra informazioni importanti sulla tua attività:

image50

Un altro possibile vantaggio dell’utilizzo di dati strutturati è la possibilità di generare risultati Rich Snippet, che visualizzano immagini, statistiche di revisione e prezzi. Questi rich snippet  , noti anche come rich card  , sono eccellenti per generare clic, soprattutto su dispositivi mobili.

image36

Schema.org è un vocabolario semantico di tag che consente ai proprietari di siti Web di incorporare dati strutturati nelle loro pagine Web in modo che i motori di ricerca possano comprendere, interpretare e rappresentare chiaramente il contenuto in risposta a una query di ricerca. L’elenco continua a crescere ma finora, ecco i tipi di schema.org di solo contenuto che Google sta attivamente utilizzando:

Tipi di schemi

Con quasi il 50% di tutto il traffico Internet globale che si sta verificando su dispositivi mobili, la concorrenza per questi ricchi risultati si sta surriscaldando, quindi vedremo molti marketer concentrarsi sulla valorizzazione dei dati strutturati nel 2020.

Ulteriori informazioni: come (e perché) creare una struttura di contenuti efficace per un migliore posizionamento

39) Motori di ricerca alternativi

La ricerca di StatCounter mostra che oltre il 92% di tutto il traffico sui motori di ricerca è attraverso Google, facendo impallidire i suoi rivali “più vicini”, Yahoo e Bing:

Quota di mercato dei motori di ricerca

Il motore di ricerca più dominante al mondo è un sofisticato insieme di innovazioni, messo a punto per fornire i risultati più pertinenti, recenti e completi per qualsiasi query di ricerca degli utenti. È difficile capire un crollo catastrofico che si verifica in qualsiasi momento presto, rendendo apparentemente impossibile per qualsiasi altro motore di ricerca dare a Google una corsa per i suoi soldi.

Detto questo, DuckDuckGo  – un motore di ricerca incentrato sulla privacy fondato nel 2008 che ha guadagnato una popolarità di nicchia tra gli utenti attenti alla privacy  – ha recentemente fatto alcune onde con il suo slogan “il motore di ricerca che non ti traccia” perché “motori di ricerca non è necessario tracciare gli utenti per fare soldi “.

Secondo il consigliere generale DuckDuckGo e il responsabile della politica, Megan Gray , questo modello è redditizio: “Guadagniamo un sacco di soldi. Siamo una società privata, quindi non posso dirti esattamente quanto facciamo. Ma siamo soggetti al California Consumer Privacy Act (CCPA), che richiede almeno $ 25 milioni di entrate annuali, e siamo ben al di sopra di questo. “

Nello spirito della privacy online (tendenza n. 33 sopra), mentre Google è stato coinvolto in scandali di dati come il fiasco di Cambridge Analytics, DuckDuckGo ha nel frattempo visto una crescita massiccia colpendo 1 miliardo di ricerche nel mese di gennaio 2019:

image44

Proprio di recente, il motore ha avuto un altro impulso quando è stato approvato dal CEO di Twitter, Jack Dorsey :

image38

In definitiva, gli esperti di marketing dovrebbero considerare il proprio pubblico e pensare a dove è probabile che vengano visualizzati i contenuti del proprio marchio. Con questo in mente, ottimizza i tuoi contenuti per più di un solo motore di ricerca.

40) Imbuti di marketing vocale

Abbiamo già menzionato l’impatto della ricerca vocale in precedenza in questa guida (tendenza n. 11). Ciò che non abbiamo esplorato è stato l’impatto cumulativo che i dispositivi abilitati alla voce e la ricerca vocale avranno su un aspetto fondamentale del business: la tua canalizzazione di marketing.

Con queste tendenze di marketing digitale in rapida crescita, non è possibile che la tua canalizzazione tradizionale rimanga la stessa. Deve evolversi. Nel 2020, l’imbuto lineare cesserà di essere rilevante. In effetti, tale transizione è già in corso.

Nel nuovo imbuto di voice marketing , i lead possono entrare nell’imbuto in diverse fasi del percorso del cliente, poiché molti consumatori conducono molte delle proprie ricerche online. Questo modello aggiornato richiede che ogni cliente sia trattato come un individuo anziché come un potenziale cliente. Di conseguenza, l’imbuto deve soddisfare la domanda di soluzioni personalizzate :

image51

Un altro modo che l’imbuto di vendita è stato rivoluzionato è da imbuto per il motore , in cui il marchio non dettami più di percorrenza del compratore  – anzi, la marca e il cliente “sinergicamente interagiscono gli uni con gli altri”:

dall'imbuto al motore

La linea di fondo è che possiamo, e dovremmo aspettarci, che la tecnologia continuerà a metamorfizzarsi, quindi gli esperti di marketing devono sviluppare imbuti in grado di reagire a costanti cambiamenti nel panorama digitale.

Il Search Engine Journal afferma che i primi marchi che si adegueranno alle esigenze della ricerca vocale otterranno i maggiori premi, aumentando le loro entrate online digitali del 30% o più.

Lettura correlata: come creare la canalizzazione di marketing definitiva (modelli inclusi)

41) Social Media Marketing

Nel 2020 vedremo i marchi attingere maggiormente al potenziale dei contenuti video e interattivi sui social media per attirare l’attenzione, ma devono seguirlo facendo fede nei loro canali social e lavorando duramente per coltivare una comunità di persone coinvolte, seguaci fedeli.

Come afferma il consulente di strategia sui social media Neal Schaffer :

“Se la tua azienda vuole sopravvivere nei social media organici nel 2020, credo che questo tipo di umanizzazione del tuo marchio sarà necessaria.”

È improbabile che questa crescita vacilli sulla scia di Instagram che rimuove i Mi piace dalla piattaforma.

Dai social media Oggi, ecco alcune tendenze dei social media da tenere d’occhio:

  • Facebook Pay: lanciata negli Stati Uniti a novembre 2019, questa funzione di pagamento “faciliterebbe i pagamenti su piattaforma, in-stream, rendendo più semplice per gli utenti l’acquisto di prodotti su Facebook, Instagram, WhatsApp e Messenger”.
  • Facebook Watch: il servizio di video on demand di Facebook.
  • Oculus: tecnologia VR che rende i social media più interattivi, che Facebook sta propagandando come “la prossima evoluzione dei social”.
  • Messaggistica cross-stream: integrazione di Facebook delle funzionalità di messaggistica di Messenger, Instagram e WhatsApp.
  • Instagram che rimuove i Mi piace: in risposta alla crescente realizzazione degli effetti negativi sulla salute mentale, Instagram si sta concentrando su una migliore umanizzazione del loro marchio.
  • IGTV : la piattaforma video di lunga durata di Instagram non è nuova, ma probabilmente avrà un’altra spinta nel 2020.
  • MDAU di Twitter: una nuova metrica di utenti attivi mensili e giornalieri denominata “utenti attivi giornalieri monetizzabili”, una mossa per ripulire la sua piattaforma dai bot.
  • Tweet stretti: un’opzione che “limiterebbe il pubblico e l’uso dei tuoi tweet, inclusa la possibilità di rimuovere la funzione di retweet dai tweet scelti e di limitare la portata dei tuoi tweet solo alle discussioni di hashtag scelte e / o ad alcuni amici … [e consentire tu] per indirizzare i tuoi tweet a un pubblico specifico “.
  • Streaming Tweet: una nuova funzionalità di streaming live.
  • Gruppi di LinkedIn: simili ai gruppi di Facebook. Non esattamente una nuova funzionalità, ma LinkedIn potrebbe provare a spingerla di nuovo l’anno prossimo.
  • Video di LinkedIn: poiché gli utenti di LinkedIn hanno una probabilità 20 volte maggiore di condividere un video su questa piattaforma rispetto a qualsiasi altro tipo di post, LinkedIn sembra intenzionato a migliorare i propri strumenti di scoperta dei video e a porre maggiormente l’accento sui contenuti video caricati.
  • Snapchat AR: una versione in realtà aumentata dei suoi occhiali potrebbe essere sulla strada, che “sovrapporrebbe la grafica digitale sulla visione del mondo reale delle persone”.

Dive Deeper: la guida per principianti alla realizzazione di una strategia di social media altamente efficace nel 2019

42) Neuromarketing

Infine, ma sicuramente non meno importante, immergeremo le dita dei piedi in una delle tendenze di marketing digitale più entusiasmanti del 2020: il neuromarketing. Sebbene possa sembrare che stiamo citando un film di fantascienza, la realtà è che questa tecnologia sta avanzando rapidamente e potrebbe presto diventare uno strumento praticabile per i professionisti del marketing.

Per i non iniziati, il neuromarketing è una strategia che analizza le misurazioni dell’attività cerebrale e del sistema nervoso di una persona per determinare quali tipi di contenuto trovano interessanti.

Sta essenzialmente progettando materiali di marketing (inclusi sito Web, pubblicità, campagne e-mail e contenuti) per evocare specifiche reazioni neurologiche che scatenano emozioni o risposte legate all’acquisto. Puoi utilizzare queste informazioni per ottimizzare i tuoi contenuti di conseguenza e modificare le tue strategie, migliorando l’efficacia del tuo marketing.

SPARK Neuro , un’azienda di neuroanalitica che misura l’emozione e l’attenzione per ottimizzare la pubblicità e l’intrattenimento, è leader nello spazio. La società combina biometria, neurometria e algoritmi complessi per analizzare i livelli di attenzione ed emozione, aiutando efficacemente gli esperti di marketing a capire su quali contenuti concentrarsi e cosa evitare.

image46

Forbes riferisce che la società dovrebbe collaborare con campagne politiche in futuro. Ma che ciò accada o no, possiamo essere certi che il neuromarketing avrà un impatto importante sul futuro del marketing. I dati sui consumatori più ricchi risiedono nel cervello e qualsiasi strumento che aiuti le aziende a comprendere il cervello dei loro potenziali clienti avrà sicuramente la pena di pesare sull’oro.

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

Avvolgendo

Quindi, il gioco è fatto  : la nostra guida definitiva alle 42 tendenze di marketing digitale più importanti che non puoi ignorare nel 2020.

Come disse una volta John F. Kennedy:  “Il cambiamento è la legge della vita. E quelli che guardano solo al passato o al presente mancheranno sicuramente il futuro. “

Per chiunque nel marketing digitale , il cambiamento è parte integrante del lavoro. Devi continuare a guardare avanti e impegnarti ad abbracciare nuove tecnologie, strumenti e strategie al fine di guadagnare un vantaggio rispetto ai tuoi concorrenti.