Cerca

4 modi per ridurre l’abbandono del carrello in un e-commerce (rapidamente)

Immagina una situazione in cui hai avviato un’attività di e-commerce. Hai finito di promuoverlo e ora anche il tuo sito web ha iniziato a guadagnare terreno.

Sempre più persone visitano il tuo sito Web ogni giorno e alcuni aggiungono addirittura articoli al carrello con entusiasmo. Ma un attimo dopo, semplicemente svaniscono, abbandonando il loro carrello così com’è.

Può esserci qualcosa di peggio di così?

L’abbandono del carrello è uno dei problemi più comuni nel mondo dell’e-commerce. È il processo in cui le persone aggiungono articoli al carrello ma lasciano il tuo sito web prima di completare la procedura di pagamento.

La maggior parte delle persone non prende sul serio questo problema. Se sei uno di loro, non hai idea di quanti soldi stai lasciando sul tavolo.

Fortunatamente, questo problema può essere risolto. E così facendo, puoi facilmente recuperare le vendite perse e aumentare immediatamente anche il tuo obiettivo di conversione. Quindi scopriamo come ridurre rapidamente l’abbandono del carrello per aumentare le tue entrate .

1. Ridurre il tempo di caricamento della pagina

Uno dei motivi principali per cui le persone lasciano il tuo sito web è la sua velocità di caricamento. A nessuno piacciono i siti web lenti.

Per i siti Web di e-commerce, le persone si aspettano che la velocità di caricamento sia inferiore a 2 secondi . Ciò significa che se il tempo di caricamento è maggiore, aumenta anche la possibilità di perdere le vendite.

Quindi, ottimizza la velocità del tuo sito web per evitare che ciò accada. Puoi utilizzare strumenti gratuiti come Pingdom per controllare la velocità del tuo sito.

Ci possono essere vari motivi per cui il caricamento del tuo sito è lento. Può essere dovuto al tuo servizio di web hosting o al tuo CDN. Dovresti anche considerare di ridurre il numero di plugin che usi, comprimere le immagini del tuo sito web e ridurre al minimo il numero di file JavaScript e CSS sul tuo sito.

A volte potresti anche dover ottimizzare il tuo database per velocizzare il tuo sito . È difficile dire perché il tuo sito si carica lentamente. Il motivo può essere diverso per i diversi siti web. Quindi devi identificare cosa lo causa per il tuo sito.

2. Migliora i tuoi CTA

Un altro modo per ridurre l’abbandono del carrello sul tuo sito web è migliorare i tuoi CTA. L’invito all’azione che utilizzi sul tuo sito web deve essere chiaro e diretto.

A volte i marketer cercano di essere intelligenti con i loro CTA. Ma invece di lavorare per il meglio, confonde solo i tuoi utenti costringendoli ad abbandonare del tutto il loro carrello.

Per evitare che ciò accada, usa verbi di azione semplici e semplici per etichettare i tuoi CTA. Invece di utilizzare termini generici come Passaggio successivo o Continua, utilizza etichette intuitive come Continua per il pagamento o Rivedi il tuo ordine, ecc.

Ciò renderà chiaro ai tuoi utenti di capire dove atterreranno facendo clic su un pulsante specifico. È un ottimo modo per evitare confusione e ridurre l’abbandono del carrello sul tuo sito web.

3. Utilizzare le notifiche push di abbandono del carrello

Molte persone spesso abbandonano il carrello della spesa, pensando che continueranno a fare acquisti in seguito. Ma tendono a dimenticarsene dopo un po ‘di tempo.

L’invio di notifiche push di abbandono del carrello a tali clienti è un ottimo modo per ricordare loro delicatamente gli articoli nel carrello.

In questo modo puoi aumentare rapidamente le tue vendite e aumentare il tasso di conversione. Plugin come PushEngage facilitano l’invio di tali notifiche.

Puoi usarlo per recuperare le vendite perse semplicemente aggiungendo notifiche automatiche del browser per i tuoi clienti che hanno abbandonato i loro carrelli.

Ti consente di selezionare il numero di volte in cui la notifica deve essere inviata. Puoi anche scegliere quando inviarlo. Puoi inviarlo subito dopo che il cliente ha abbandonato il carrello o diversi minuti dopo, come da tua comprensione.

Puoi anche personalizzare le tue notifiche push aggiungendo immagini degli articoli nei carrelli dei tuoi clienti.

Questo ricorda loro il prodotto che volevano acquistare e li incoraggia a continuare a fare acquisti.

4. Ottimizza il tuo processo di pagamento

Un altro modo per ridurre l’abbandono del carrello è ottimizzare il processo di pagamento . Molte persone escono dal tuo sito web semplicemente perché non hanno la pazienza di completare il lungo e complesso processo di checkout.

Quindi cerca di offrire una migliore esperienza di pagamento. Puoi farlo rimuovendo i campi non necessari dal modulo di checkout o etichettandoli chiaramente come facoltativi, ove possibile.

Se utilizzi un modulo più lungo, prova a dividerlo in 2 o 3 passaggi diversi con meno campi in ogni passaggio. Ciò evita confusione e non travolge i tuoi acquirenti con un complicato processo di pagamento.

Un altro fattore importante da considerare durante l’ottimizzazione del processo di pagamento è scegliere un software di pagamento affidabile.

Le persone non si sentono a proprio agio nel rivelare i propri dettagli di pagamento a meno che non siano sicure che l’opzione di pagamento sia sicura. Quindi è importante per te scegliere un software che faccia della sicurezza la sua priorità assoluta.

È anche una buona idea offrire diverse opzioni di pagamento anziché una sola. Quindi, oltre a utilizzare le loro carte per effettuare il pagamento , lascia che colleghino il tuo sito a PayPal, Apple Pay o Amazon Pay. Ciò consentirà loro di effettuare il pagamento anche senza inserire i dati della carta di credito.

Per i clienti che scelgono di pagare tramite la loro carta, dai loro la possibilità di salvare i loro dettagli. In questo modo, non devono inserire i propri dati ogni volta che effettuano un acquisto. Inoltre, puoi offrire piani di pagamento che consentono agli acquirenti di effettuare pagamenti mensili sul loro acquisto. Tali opzioni semplificano il processo di checkout e riducono notevolmente l’abbandono del carrello.

L’abbandono del carrello degli acquisti avviene in tutte le attività di e-commerce e continuerà a verificarsi. Questo perché non tutti i visitatori che arrivano sul tuo sito effettuano un acquisto perché hanno bisogno del prodotto. Ciò è particolarmente vero per gli acquirenti di vetrine. L’abbandono del carrello per tali acquirenti è estremamente comune. E non puoi farci niente.

Ma perdere potenziali clienti a causa di un malfunzionamento tecnico o di un processo di checkout non funzionante può drenare in modo massiccio i tuoi profitti. Quindi prova a impedire che accada. I punti di cui sopra possono aiutarti a farlo in modo efficace e riguadagnare facilmente le vendite perse.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close