Cerca

30 consigli fattibili sul Content Marketing per i Digital Marketer

Il content marketing sta crescendo esponenzialmente in popolarità e ora ci sono oltre 500 milioni di blog su Internet (1,6 miliardi di siti Web, ma solo mezzo miliardo si identifica come blog). Come in ogni grande canale di marketing, il content marketing è diventato saturo ed è meno efficace nel 2019 rispetto a dieci anni fa.

Quindi dovremmo arrenderci adesso? Bene, se non fai leva sul marketing dei contenuti non solo perderai molti lead, ma sarai anche inghiottito dalla concorrenza che sa come sfruttarlo in modo efficace.

Anche se i tempi delle fabbriche di contenuti sono ormai lontani, ci sono altri modi molto più preziosi per sfruttare il marketing dei contenuti. Ti forniremo alcuni suggerimenti da esperti che non solo dimostrano che il marketing dei contenuti funziona ancora, ma che continua a essere una delle strategie più forti per favorire le conversioni.

In questo post, ho fornito 30 suggerimenti efficaci e attuabili non solo per ottenere il massimo dal tuo marketing di contenuti , ma per portare le tue prestazioni al livello successivo.

1) Verifica errori grammaticali

Non solo sembri un po ‘sciocco ai tuoi potenziali clienti se non riesci a scrivere (in particolare con il controllo ortografico su ogni piattaforma da Word e Google Documenti a WordPress), ma potresti anche vedere un calo delle classifiche. Google vuole fornire risultati autorevoli e nulla ti fa sembrare meno autorevole di avere errori di ortografia ed errori grammaticali in tutti i tuoi contenuti.

Ma cosa succede se non sei uno scrittore? Prova un servizio di scrittura di contenuti come  EssayGeeks . Se sei uno scrittore decente ma hai solo bisogno di aiuto per migliorare, installa Grammarly, uno strumento che ti aiuterà con tutto, dalle e-mail alla scrittura sul blog:

Grammarly

Dive Deeper: 10 modi per generare argomenti e scrivere post di blog di alto livello

2) Scrivi contenuti pertinenti e fruibili

Per essere un grande marketer e imprenditore, devi prima capire il tuo cliente . Indipendentemente dalla nicchia in cui ti trovi, dovresti conoscere i problemi dei tuoi clienti e i punti dolenti come il dorso della tua mano.

E per sviluppare veramente un contenuto attorno al punto dolente del cliente, assicurati che sia fruibile. Stai dando loro i passaggi e gli strumenti specifici di cui hanno bisogno? Potresti prendere questo contenuto e replicare i passaggi? Se non pensi di poter seguire i consigli nell’articolo, non l’hai ancora finito.

Dive Deeper: 10 modi per generare argomenti e scrivere post di blog di alto livello

3) Sviluppare obiettivi di marketing dei contenuti

Una statistica scioccante da uno studio condotto da CoSchedule mostra che il 26% dei marketer non ha nemmeno un obiettivo di marketing . Di quelli che lo fanno, solo circa la metà sta raggiungendo i propri obiettivi abbastanza spesso.

image4

Noah Kagan di AppSumo parla spesso di avere un obiettivo aziendale. Quindi, prima di completare qualsiasi attività durante il giorno, chiede: “Questa attività ci avvicinerà all’obiettivo della nostra azienda?” Se la risposta è no, non farlo.

Ora che hai in mente l’obiettivo dell’azienda, cosa stai cercando di realizzare creando e promuovendo i tuoi contenuti? È consapevolezza del marchio? Più vendite nel prossimo trimestre? Da lì, puoi scegliere un argomento e mappare il pezzo.

Dive Deeper: creazione di canalizzazioni e obiettivi di Google Analytics: una guida dettagliata

4) Offri valore GRATUITO attraverso i tuoi contenuti

Sai cosa vogliono la maggior parte dei consumatori di oggi? Vogliono sentire la parola “libero”. Pensa a quanti dei tuoi amici vogliono vantarsi del grande affare che hanno appena ottenuto. Lo stesso vale per i tuoi clienti. Mentre la maggior parte dei marketer e dei marchi chiedono denaro in cambio, puoi offrire strumenti gratuiti e informazioni di alta qualità per costruire il tuo marchio.

Se Neil Patel è in grado di fornire gratuitamente un intero strumento (Ubersuggest, uno strumento di ricerca per parole chiave  – e non qualcosa di economico che fa a malapena il suo lavoro!), Ciò indica che esiste un ROI sul valore gratuito:

Parole chiave più Ubersuggest

Prendi in considerazione l’idea di offrire i tuoi preziosi contenuti (come una guida approfondita e scaricabile) gratuitamente o di creare il tuo strumento utile, come ha fatto Neil. Abbiamo creato ClickFlow , uno strumento che ti consente di testare l’efficacia di ogni pagina (o gruppi di pagine) per aumentare il tuo traffico organico senza il fastidio di creare collegamenti o scrivere più contenuti.

Fare clic su Prova a: b

Dive Deeper: perché Neil Patel paga $ 30.000 per i contenuti e li regala gratuitamente [podcast]

5) Usa il contenuto per indirizzare i lead nella tua canalizzazione di vendita

Il content marketing è uno degli aspetti più cruciali di una canalizzazione di vendita. Dal trascinare i clienti in quella fase iniziale ( TOFU ) con contenuti specifici fino a farli fare clic sul pulsante “acquista” nella pagina di vendita, il contenuto è tutto.

Inizia creando incredibili contenuti che promuovano la consapevolezza, che si tratti di video, post di blog o infografica. All’interno di questo contenuto, assicurati di invogliare il lettore a passare alla fase successiva dell’imbuto ( MOFU ). Questo potrebbe essere chiedendo un indirizzo e-mail prima di fornire l’accesso al contenuto recintato. Continua a essere consapevole di come si sente il tuo potenziale cliente in ogni fase della tua canalizzazione di marketing e modifica la tua copia per riflettere che:

Imbuto di marketing - Stadi AIDA

Dive Deeper: come scegliere il contenuto giusto per ogni fase della canalizzazione di marketing

Fai clic qui per scaricare subito la tua guida gratuita!

6) Tieni presente che i contenuti più lunghi hanno prestazioni migliori

I contenuti più lunghi attirano maggiormente l’attenzione sia di Google che delle persone:image12

Probabilmente l’hai già sentito prima. Ma quello che potresti non aver sentito è che classifiche più alte aumentano anche i tassi di conversione. Uno studio su Quicksprout ha mostrato che quando testavano le pagine di destinazione A / B, quelle più lunghe non solo ottenevano risultati migliori, ma avevano anche lead più qualificati.

Quindi perché i contenuti di lunga durata funzionano meglio? Più spesso, un post sul blog di circa 2.500 parole:

  • Cattura l’attenzione e offri informazioni più pertinenti
  • Incorporare più parole chiave e ottimizzazione SEO
  • Sviluppare l’autorità del sito Web che lo ha pubblicato

Dive Deeper: hai davvero bisogno di scrivere post sul blog di 1.890 parole per posizionarti sulla pagina 1?

7) Comprendi il tuo pubblico di destinazione (e la persona acquirente)

Qualsiasi campagna di marketing, che si tratti di content marketing, social marketing o marketing dei motori di ricerca , deve essere indirizzata verso un pubblico target specifico. Anche se potresti desiderare che ogni singola persona al mondo fosse il tuo cliente ideale, raramente è così. Assicurati di capire per chi stai creando i contenuti e scoprilo prima di  provare a vendere qualsiasi cosa.

Non comprendere l’acquirente target ideale (o la persona acquirente , come mostrato nell’immagine seguente) è un grave errore che comporterà un sacco di spreco di energia, tempo e denaro:

Buyer Persona - Maggie Manager

Dive Deeper: la guida completa allo sviluppo e all’utilizzo delle persone acquirente

8) Ottieni collegamenti di autorità con la pubblicazione degli ospiti

La pubblicazione degli ospiti è un modo straordinario per far conoscere più persone al tuo marchio. Pensaci. Se il tuo amico Bill ti presenta la sua amica Sally, non sei più completamente estranea a Sally. Probabilmente farà molte ipotesi positive su di te basandosi esclusivamente sul fatto che sei amico di Bill.

La pubblicazione degli ospiti funziona in modo simile. Puoi attingere a tutta la nuova rete del blog host e promuovere il tuo marchio. Se hanno un seguito forte e leale, dovresti ottenere un ROI piuttosto buono. Questo è un modo super semplice ed economico per ottenere molti occhi prequalificati sul tuo sito web.

Dive Deeper: 5 tipi di contenuti Guest-Post che supportano i tuoi sforzi di costruzione di link

9) Ottimizza tutti i titoli

David Ogilvy una volta disse:

“In media, cinque volte più persone leggono il titolo rispetto alla copia del corpo. Quando hai scritto il tuo titolo, hai speso ottanta centesimi dal tuo dollaro. “

Ma se non fai mai in modo che nessuno faccia clic sui tuoi titoli per post, non importa quanto siano grandi i tuoi contenuti.

La percentuale di clic (CTR) è un fattore di ranking diretto. Se Google nota che le persone non fanno clic, inizierai a vedere un calo delle classifiche. Tieni presente che è necessario ottimizzare le intenzioni dell’utente prima dei motori di ricerca. Anche se è bene includere la parola chiave principale nel titolo, non ottimizzare troppo.

Se rimani bloccato con un titolo che attira l’attenzione per il tuo articolo, dai un’occhiata al nostro post su questo argomento:

Dive Deeper: come scrivere i titoli degli eroi alle percentuali di clic di Skyrocket

10) Offri contenuti esclusivi alla tua lista e-mail

Con un ROI del 4,400% , l’e-mail è ancora uno dei canali di marketing più potenti che dovresti sfruttare, perché le persone nella tua lista sono già i tuoi fan.

Se non stai già offrendo contenuti esclusivi ai tuoi abbonati, ti stai perdendo. Le persone adorano sentirsi speciali e quando dici loro che solo loro (gli abbonati) riceveranno le informazioni “migliori delle migliori”, è più probabile che accettino.

Se vuoi passare a un altro livello, prova a segmentare le tue e-mail . Uno studio condotto da Campaign Institute ha mostrato che le campagne segmentate hanno prodotto un aumento del 760% delle entrate . Questo ulteriore livello di personalizzazione fa molta strada.

image5

Dive Deeper: come utilizzare la personalizzazione per aumentare l’impatto dell’email marketing

11) Mantenere un calendario dei contenuti

Il marketing dei contenuti senza coerenza è proprio come un programma di fitness che non viene eseguito su base regolare. Entrambi i casi porteranno meno risultati.

Al fine di costruire la reputazione del tuo marchio, è necessario creare e condividere coerentemente contenuti di valore e qualitativi e il modo migliore per organizzare questo compito alquanto scoraggiante è utilizzare un calendario editoriale :

CoSchedule calendar

Se non hai un team o un budget enorme, puoi farlo con un semplice foglio di calcolo Excel o Fogli. Tuttavia, sono disponibili numerosi strumenti, come:

  • CoSchedule – editorial calendar
  • WordPress – calendario editoriale
  • Asana – gestione del progetto e calendario editoriale
  • Trello – strumento di gestione del progetto
  • MeetEdgar – programmatore di post sui social media
  • Buffer – strumento di automazione dei social media

Dive Deeper: come produrre contenuti di alta qualità in modo coerente e non sprecare i tuoi soldi

12) Rendi semplice la condivisione social sul tuo blog

Questo è uno degli hack più facili da implementare. Aggiungi pulsanti di condivisione social visivamente attraenti (e ben posizionati) nelle pagine del tuo sito Web e nei post del blog. Usa un semplice pulsante di condivisione con un clic, perché se è dispendioso in termini di tempo o altrimenti difficile, nessuno lo utilizzerà.

Sul blog Single Grain, ogni post ha una colonna mobile di condivisione social che ti segue mentre scorri verso il basso, quindi è sempre lì:

image2

Un’altra idea è che quando i tuoi lettori finiscono un articolo, crea un CTA (call-to-action) che chiede loro di condividere i tuoi contenuti sui social media.

Un’altra ottima opzione per rendere semplice la condivisione social per il lettore è quella di includere citazioni su Twitter quando possibile (assicurati che valgano davvero la pena di citare, però!), Come questa tra 6 strategie SEO attuabili per un servizio clienti eccezionale :

image3

Dive Deeper: come utilizzare i social media per migliorare sostanzialmente il tuo SEO

Fai clic qui per scaricare subito la tua guida gratuita!

13) Vai al canale Omni

Hai già speso un sacco di tempo a fare un incredibile il video – b ut se si lascia da solo un video, si sta perdendo un sacco di opportunità che richiedono solo un po ‘di lavoro extra. Approfitta di uno dei grandi contenuti che hai creato (il “seme”) per creare facilmente una manciata di altri (i “germogli”) usando il metodo Content Sprout .

Quindi, invece di creare un milione di diversi contenuti in aggiunta al video che hai realizzato, puoi assumere qualcuno per trascrivere il video e trasformarlo in un post sul blog; puoi usare l’audio e pubblicare un episodio podcast; puoi compilare le statistiche o il processo passo-passo in un’infografica. E così via.

Il motivo per cui funziona così bene è perché tutti hanno un mezzo preferito in cui consumano contenuti, quindi se a una persona non piace leggere lunghi post sul blog, possono facilmente consumare le stesse informazioni tramite podcast per ascoltarle mentre lavorano.

Dive Deeper: marketing multicanale: utilizzo del metodo Content Sprout per superare il sovraccarico di informazioni

14) Sapere quale forma di contenuto è meglio per ogni piattaforma social

Ogni canale di social media varia leggermente nella loro forma preferita di contenuti. Ad esempio, YouTube è ovviamente il posto migliore per i contenuti video, Twitter è l’ideale per un teaser di una frase e un link al tuo blog, Instagram e Pinterest sono fantastici per i contenuti visivi, ecc. Pinterest è anche un’ottima piattaforma a tema natalizio :

Picchi di interesse di Pinterest

Dive Deeper: la guida per principianti alla realizzazione di una strategia di social media altamente efficace nel 2019

15) Pubblica su Media

Questa è una tattica che viene spesso trascurata, ma è un modo molto potente per ottenere più traffico sul tuo sito. Medium è libero di pubblicare post e fornisce molte informazioni su una varietà di argomenti:

medio

Per ottimizzare il CTR più elevato sul tuo sito Web, pubblica solo i primi parecchi paragrafi del tuo articolo e fai in modo che il lettore faccia clic sul tuo sito Web per leggere il resto. Se vuoi davvero portarlo al livello successivo, assicurati di ottimizzare i tuoi post datati  – ciò significa aggiornare vecchie idee, immagini / schermate e statistiche (e, naturalmente, tutti i link) per renderlo più pertinente per l’anno in corso .

Inoltre, controlla le tue parole chiave . Se stai classificando argomenti per parole chiave pertinenti ma non menzionati nel contenuto, considera l’aggiunta di una sezione che spieghi tali argomenti.

Dive Deeper: la guida avanzata al marketing medio

16) Aggiorna il vecchio contenuto

A proposito di ottimizzare i tuoi post precedenti … In questo settore in rapida evoluzione, bastano un anno o due affinché i tuoi contenuti diventino obsoleti. Oppure potrebbe essere la classifica per parole chiave che inizialmente non stavi scegliendo come target. Piuttosto che passare attraverso la seccatura di scrivere un post completamente nuovo, un’idea migliore è semplicemente aggiornarlo. In questo modo non perdi alcun succo SEO sull’URL originale.

L’aggiornamento di contenuti meno recenti e ben funzionanti comporta:

  • Esecuzione di alcune ricerche per vedere cosa è cambiato sull’argomento
  • Riscrivere parti dell’articolo per riflettere questi aggiornamenti
  • Citando nuove fonti autorevoli
  • Assicurarsi che tutti i collegamenti funzionino (e siano aggiornati  , in genere non si desidera collegarsi a una fonte che ha più di 1-2 anni)
  • Sostituzione di immagini ovviamente obsolete
  • Aggiornamento dell’introduzione e della conclusione

Come fai a sapere quali post del blog aggiornare? Dovresti condurre un controllo approfondito dei contenuti su base annuale per scoprire eventuali approfondimenti sul tuo blog e sulla strategia di marketing dei contenuti. Fai clic sul link in basso per sapere come fare.

Dive Deeper: la guida dettagliata alla conduzione di un audit dei contenuti

17) Il tuo contenuto + citazione dell’influencer = risultati positivi

Avvicinati a un influencer che ritieni possa essere interessato ai tuoi contenuti, ai valori o alle idee del marchio:image6

Entro cinque anni, il marketing degli influencer è posizionato per diventare un settore da 5-10 miliardi di dollari. E le aziende e i marchi che ne sono consapevoli e hanno già investito in campagne di marketing per influencer hanno generato un ritorno sugli investimenti fino al 520%! Ecco alcune statistiche più succose :

  • In media, le aziende generano $ 6,50 per ogni $ 1 investito nel marketing degli influencer.
  • L’81% degli esperti di marketing che hanno utilizzato l’influencer marketing lo ha giudicato efficace.
  • Il 51% degli esperti di marketing ritiene di ottenere clienti migliori dal marketing degli influencer.

Una tattica semplice è quella di ottenere un’opinione sulla stessa questione di cui discutono i tuoi contenuti. Pubblica alcuni articoli di qualità con alcune grandi citazioni di influencer noti nel tuo spazio e otterrai incredibili benefici. Questo è un esempio:

image7

Dive Deeper: 5 hack per iniziare una conversazione con un influencer

18) Utilizzare un influencer per una migliore esposizione dei contenuti

Un’altra opzione è quella di pagare un influencer per promuovere i tuoi contenuti al suo pubblico. Prima di impegnarti, assicurati di fare delle ricerche adeguate. Analizza il pubblico, l’impegno e l’influenza dell’autore dell’influencer. Questi sono tutti elementi che fanno la differenza tra un investimento buono e uno cattivo nel marketing degli influencer.

Ricorda, questa è una relazione e proprio come qualsiasi relazione, l’influencer marketing dovrebbe essere una strada a doppio senso. Se il tuo marchio è l’unico che ne trae beneficio, non avrai tempo per questa strategia. Alla fine scoprirai che nessuno vuole collaborare con te.

Gli influencer di YouTube sono probabilmente i più popolari, ma questa non è la tua unica opzione. I principali tipi di influenzatori includono:

  • Influencer di celebrità
  • Influencer di autorità
  • “Sensazioni” sui social media
  • Micro-Influencers
  • bloggers

Poiché il 44,44% degli influenzatori ritiene che i marchi non stiano fornendo loro un equo compenso, distinguersi dalla (cattiva) concorrenza trattando bene i propri influenzatori e trarre i benefici di un accordo reciprocamente vantaggioso.

Dive Deeper: come far crescere il tuo business con Influencer Marketing e le partnership di marca

19) Prestare molta attenzione alla ricerca di parole chiave

La ricerca di parole chiave è estremamente importante. Migliore è il posizionamento per parole chiave specifiche, migliore sarà il rendimento nelle SERP. Direi che questo è uno degli errori più comuni commessi dagli esperti di marketing: trascurano il processo di ricerca delle parole chiave. Non è che non lo facciano, ma non stanno davvero trovando le migliori combinazioni possibili di parole chiave per il loro scopo.

La scelta della parola chiave giusta può attirare il pubblico giusto, che potrebbe spingere la tua strategia di marketing dei contenuti nel più grande driver di nuovi clienti per la tua azienda.

Secondo Ann Smarty :

“Cosa cercano le persone interessate alla tua nicchia? Che domande hanno? Cosa gli piace? Cosa leggono? Le parole chiave offrono molte informazioni su questi fattori, dandoti uno sguardo alle ricerche comuni che il tuo pubblico sta eseguendo. L’obiettivo è quello di vedere ciò che vogliono e quindi fornirlo. “

Dive Deeper:

20) Educare invece di provare a vendere

Il contenuto può essere considerato una macchina di vendita – indirettamente. Tuttavia, se la tua strategia di marketing dei contenuti include contenuti gratuiti (post di blog, newsletter, post sui social media), dovresti avere uno scopo chiaro per questi contenuti. Direi che l’obiettivo perfetto sarebbe quello di portare la prospettiva dal punto A (non interessato) al punto B (molto interessato) a fare qualcosa / ottenere un problema risolto (diventare un cliente).

E il modo migliore per farlo è: solo una volta istruito il potenziale cliente, dovresti iniziare a suggerire il tuo servizio o prodotto.

Un ottimo esempio di ciò è la compagnia di Ramit Sethi, Ti insegnerò ad essere ricco:

Ramit Sethi

Non offre nessuno dei suoi corsi online, quindi anche se volessi comprare i suoi corsi, non puoi. In primo luogo, ti riscalda in una sequenza e-mail e ti fornisce una tonnellata di informazioni preziose per te in anticipo  – senza stringhe allegate. È solo dopo un periodo di tempo che ti offrirà il corso. E funziona In un solo giorno ha guadagnato $ 400.000 !

Fai clic qui per scaricare subito la tua guida gratuita!

21) Prestare attenzione all’analisi

Le analisi contano molto. Una campagna di content marketing dipende in realtà dalle statistiche, in quanto vorrai sempre ottimizzare e infine ridimensionare i tuoi sforzi.

Il motivo per cui dovresti guardare l’analisi è perché devi vedere dove le persone stanno abbandonando nella tua canalizzazione di vendita. A meno che non si verifichi un errore tecnico con il sito, si consiglia di testare la copia con A / B. Puoi persino rintracciarlo direttamente in Google Analytics:

image9

Il più delle volte, troverai schemi e contenuti “vincenti” e presto saprai cosa funziona e cosa no, in modo da poter raddoppiare su ciò che funziona.

Dive Deeper: come eseguire test A / B che aumentano effettivamente le conversioni

22) Sfrutta i dati per ottimizzare i tuoi contenuti

La raccolta dei dati è enorme oggi. Ogni azienda sta cercando di acquisire contatti. La maggior parte chiederà il tuo nome, e-mail, numero di telefono, sesso, cibo preferito, combinazione di armadietti delle scuole superiori, ecc., Al fine di creare una descrizione di te (chiamata persona acquirente ) e fornire i migliori prodotti, servizi o pubblicità possibili per il loro pubblico.

In questo modo aumenterai le tue vendite perché non spingerai solo i prodotti verso tutti sul Web; sarai in grado di indirizzare persone specifiche con offerte specifiche, rendendo più probabile la vendita.

E dovresti fare esattamente la stessa cosa con i tuoi contenuti: usa le informazioni che il tuo pubblico target condivide con te per soddisfare meglio le loro esigenze e problemi.

Dive Deeper: come scrivere post basati sui dati

23) Produci contenuti sia sempreverdi che di tendenza

Sia i contenuti sempreverdi che i trend sono degni della tua attenzione, ma preferisco concentrare il 70% dei miei sforzi su argomenti sempreverdi, mentre il 30% va su argomenti di tendenza. Non commettere errori: se c’è un argomento caldo nel tuo spazio, scrivici. Assicurati solo di non sfornare lo stesso contenuto di tutti gli altri fornendo il tuo angolo unico, le statistiche o le ricerche che la tua azienda ha raccolto, o scrivendo davvero 10 contenuti al riguardo:

Contenuto 10X

Il vantaggio di scrivere su argomenti sempreverdi è che sarai in grado di continuare ad aggiornarlo ogni anno o giù di lì e ottenere molto più chilometraggio con molto meno lavoro.

Dive Deeper: assolutamente tutto ciò che devi sapere sul contenuto 10x

24) Usa un linguaggio semplice e conversazionale

Il contenuto eccezionale non è mai complicato. La maggior parte delle persone non è entusiasta di leggere un libro di testo, ma si entusiasma di avere una conversazione con un amico. Scrivi con un tono colloquiale, non monotono.

Questa è anche una grande opportunità per far leva sul tuo marchio creando una voce unica. Se sei una startup funky, puoi “chattare” con i tuoi lettori e usare il gergo casuale. Se sei una società di contabilità, vorrai sembrare professionale, ma puoi rendere l’argomento più appetibile con esempi interessanti e un linguaggio di facile comprensione.

Dive Deeper: The Art of UX Storytelling: come creare la storia del tuo marchio

25) Interagisci con le tue prospettive il più possibile

Pensalo come un’amicizia. Più parli, più forte diventa il rapporto. Con quale frequenza ti connetti con i tuoi potenziali clienti e clienti? Una volta a settimana? Una volta all’anno?

Il tuo contenuto è un ottimo strumento che può aiutarti bene in questo senso. Durante la scrittura di articoli, ad esempio o durante la registrazione di video, rivolgiti direttamente al tuo pubblico. Usa la seconda persona (“tu”, “tuo”) e fai loro molte domande. Incoraggiali a fornire le risposte nei commenti, tramite e-mail o sulla pagina Facebook del tuo marchio (e assicurati di rispondere rapidamente!).

Nota: se chiedi commenti (come dovresti!) YouTube non ti piace in realtà dire le parole “lascia un commento qui sotto” o rendere altrimenti ovvio che stai chiedendo loro di commentare. Invece rendilo più naturale dicendo qualcosa del tipo “fammi sapere cosa ne pensi di …”

Dive Deeper: ecco come il traffico freddo, caldo e caldo crea relazioni di successo con i clienti

26) Offrire forti inviti all’azione (CTA)

I CTA sono essenziali. Le persone generalmente non fanno cose a meno che tu non glielo dica. Quindi la prossima volta che vuoi che apprezzino la tua pagina sui social media, chiedi  loro una pagina come. Quando hai bisogno di più abbonati, crea un forte invito all’azione che incoraggi le iscrizioni. Il trucco di un pulsante CTA efficace è informare l’utente che cosa contiene al suo interno :

image8

La maggior parte delle persone non capisce anche che puoi testare A / B sul tuo CTA. Ecco alcuni fattori che cambieranno il CTR del tuo CTA:

  • Posizione
  • Colore
  • copia
  • Valore Prop

Ecco alcuni esempi eccezionali di irresistibili idee di invito all’azione  per la tua ispirazione.

Dive Deeper: come creare CTA che causano effettivamente un’azione

27) A/B Test

In caso di dubbio, provalo! I numeri non mentono mai. Come marketer dei contenuti, questo è spesso trascurato, anche se è importante farlo. Ecco un paio di cose che puoi e dovresti testare A / B:

  • Titoli / Tag titolo
  • Vari opt-in e CTA
  • Formati di contenuto
  • Tipi di immagine
  • Lunghezza del contenuto

A:B test

Google ora offre un  software di test A / B gratuito oppure puoi utilizzare altri strumenti a pagamento, come  Crazy Egg . Assicurati che quando esegui il test A / B, hai tutto il tempo per avere un campione completo di dati da guardare e non cambiare troppe cose contemporaneamente.

Dive Deeper:

28) Comprendi quali canali di traffico valgono la pena

Di solito non vale la pena pubblicare i tuoi contenuti ovunque . Ad esempio, potrebbe non valerne la pena per un negozio di e-commerce che vende scarpe da donna per la pubblicazione su Medium. Alcuni canali di traffico saranno difficili da sfruttare, quindi è molto più saggio concentrare la propria energia sulle piattaforme che portano a risultati migliori.

Per avere un’idea di dove iniziare, guarda i canali utilizzati dai tuoi concorrenti. Se stanno investendo denaro in quei canali, indovina un po ‘? Lavorano!

Devi testare, testare e testare di nuovo. Scopri quali canali funzionano meglio per il tuo marchio / prodotto e poi raddoppia su di essi.

image10

Dive Deeper: 54 reti pubblicitarie alternative per aprire nuovi canali di crescita nel 2019

29) Utilizzare la regola 80/20 per ottimizzare il marketing dei contenuti

Sei familiarità con il principio di Pareto ? In poche parole, afferma che l’80% degli effetti proviene dal 20% delle cause.

Con riferimento al content marketing, dovresti capire quale 20% dei contenuti che stai creando genera l’80% dei risultati complessivi. Ricorda che puoi applicarlo per testare vari mezzi, testare formati di post di blog e persino cluster di argomenti. Una volta che sai cos’è quel 20%, dedica più attenzione e risorse.

Quindi l’80% del tuo lavoro dovrebbe promuovere quel contenuto 10x.

Dive Deeper: perché il Content Marketing dovrebbe essere sempre una creazione del 20% e una promozione dell’80%

30) Tenere il passo con il mercato

L’ambiente digitale cambia praticamente ogni giorno e la velocità dei progressi è fenomenale. Questo è il motivo per cui è così facile per il marketing online di rimanere indietro: si rimane bloccata con qualcosa che utilizzato  per il lavoro, ignorando la realtà di un mercato in crescita e in evoluzione. Con l’avanzare della tecnologia e delle tecniche, il mercato inevitabilmente fluttuerà.

Il tuo ruolo di marketer dei contenuti è quello di prestare attenzione a ciò che sta accadendo e di essere un passo avanti rispetto al tuo pubblico in modo che tu possa informarli. Scopri quali sono le ultime regole del mercato, tendenze, catastrofi, tecnologie e argomenti e presta attenzione a loro!

Dive Deeper: come l’IA sta plasmando il futuro del marketing e della personalizzazione dei contenuti

Fai clic qui per scaricare subito la tua guida gratuita!

Porta via

Il marketing dei contenuti funziona. Ecco perché così tante persone lo usano oggi. La chiave per garantire che continui a funzionare è sfruttare tattiche nuove e innovative come stabilire obiettivi di marketing di contenuto più chiari e test A / B su vari contenuti. Allontanarsi dalla content mill e passare a una strategia incentrata sul cliente è il modo in cui farai funzionare il content marketing.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close