Cerca

3 strategie di Content Promotion scalabili per riempire il tuo Funnel

Facciamo sempre del nostro meglio per i contenuti che creiamo, ma per quanto riguarda le nostre strategie di promozione dei contenuti?

Circa il 50% dei marketer B2B crea contenuti per generare consapevolezza e interesse per il marchio:

Contenuto creato per la consapevolezza del marchio

Tuttavia, sai quanti dei visitatori del tuo sito web non hanno mai sentito parlare di te? 🤔

Pensaci un po ‘e ti renderai conto che condividi sempre i tuoi contenuti all’interno di reti uguali o simili. Presentarsi a un nuovo pubblico richiede la ricerca di nuove reti per la distribuzione. Ecco dove la promozione dei contenuti ti dà una spinta.

La promozione dei contenuti è ovunque per la maggior parte dei marchi. Social media, video, annunci, elenchi e-mail, ottenere backlink, altri social media…. Nessuno sembra aver individuato lo schema perfetto per la condivisione di contenuti e il controllo del ROI. Questa è la norma perché ogni azienda vuole ottenere il suo prodotto letteralmente su ogni muro  – ogni muro digitale che sia.

Ma ci sono tre metodi di promozione dei contenuti che potresti aver perso. Puoi utilizzare queste strategie di promozione per attirare nuovi segmenti di pubblico, non solo i tuoi follower esistenti.

Che cosa?! 😲

Sì, queste sono le uniche 3 strategie necessarie per aumentare il traffico verso i tuoi contenuti da parte dei nuovi lettori . Provato e testato.

Ma prima, approfondiamo il motivo per cui dovresti preoccuparti della promozione dei contenuti.

Perché la promozione dei contenuti è la chiave del successo della strategia dei contenuti

Probabilmente hai già sperimentato i pericoli di buttare via i tuoi contenuti dopo averli pubblicati. Lucidi un post fino a quando non è perfetto, completo di dati ben studiati e approfondimenti inauditi, ma non hai tempo per condividerlo correttamente e non ti sei preoccupato di ottimizzarlo comunque.

Quindi finisci con un altro articolo nel mare di oltre 4 milioni di articoli scritti ogni giorno . Aggiungi tutti i punti vendita, i blog aziendali, le riviste di blog personali, gli articoli scolastici, le riviste online … e questo numero aumenta ancora di più per respingere i tuoi contenuti dai bulbi oculari che stai cercando di vincere.

Ecco dove la promozione dei contenuti viene in soccorso. 🚀

In breve, per ogni contenuto che produci devi spendere l’ 80% del tuo tempo in promozione , lasciando solo il 20% per la produzione effettiva di scrittura e contenuti.

Perché tutto il clamore? Perché mantenere i tuoi contenuti alla ribalta più a lungo:

  • Assicurati che i tuoi contenuti vengano sempre letti. Questo non è solo ottimo per i tuoi sforzi SEO, ma è anche soddisfacente vedere l’interesse costante per qualcosa che hai scritto.
  • Porta più traffico. E non si ferma qui. Stai iniziando a creare consapevolezza, attirare visitatori ricorrenti e ottenere più contatti.
  • Incrementa le conversioni in base alla fase dell’imbuto target con un contenuto. Dalla consapevolezza generale all’ottenimento di sostenitori del marchio.
  • Aiutarti a diventare un leader nel tuo settore. Diffondere contenuti educativi, in particolare, risolverà un problema che molti marketer sono attualmente interessati: essere visto come un esperto . Di conseguenza, ciò aumenta la fiducia delle persone in te e nel tuo marchio. Lasciami ripetere. Promuovere attivamente i tuoi contenuti può rafforzare la tua posizione di leader rispetto a un marchio che mantiene solo le informazioni per sé.
  • Portare a nuove partnership.  Più le persone ti vedono come un fattore di influenza credibile nel tuo campo, più vorranno collaborare con te.
  • Crea una comunità. Non devi nemmeno fare la promozione da solo qui.  Voglio dire, le persone condividono video di frullatori che schiacciano iPhone . Quale modo migliore per spargere la voce? Quindi lascia correre la tua immaginazione.
  • Ottieni più quote sociali e continua a spargere la voce! E chissà, forse anche un link.  Questo è facile come sembra. Essere di fronte a un pubblico più vasto porterà statisticamente più persone a condividere i tuoi contenuti, aumentando ulteriormente la tua visibilità online. Forse anche portarlo fuori dal regno digitale tramite il passaparola.

Le strategie tradizionali di promozione dei contenuti porranno inevitabilmente molteplici sfide perché, come i contenuti, sono onnipresenti. Dal momento che tutti stanno prendendo ispirazione dagli altri, alla fine stanno facendo le stesse cose e ingombrando i nostri feed sui social media con lo stesso tipo di post.

Man mano che la concorrenza si intensifica (come quando iniziano a rivolgersi allo stesso pubblico, hashtag e parole chiave come te 😫), le tue probabilità di raggiungere un nuovo pubblico più ampio si perdono in mezzo a tutto il rumore.CLICCA PER TWEETSentiamo tutti la pressione di creare contenuti migliori, di distribuirli più velocemente e di metterli di fronte a un pubblico più vasto. Questo è il motivo per cui il 90% (la mia stima approssimativa; dipende dal settore, in realtà) dei marchi sta solo condividendo i contenuti lanciandoli a destra e a sinistra e persino inviando spam ai feed social senza un reale incentivo a fare clic sul loro link. E i contenuti accelerati alla produzione di solito significano che le strategie di promozione saranno altrettanto terribili.

Aggiungete a tutto ciò il fatto che potreste davvero non avere abbastanza risorse per prendervi cura di una promozione adeguata. Anche alcune mani d’aiuto nella tua comunità possono avere un impatto reale (ne parleremo più avanti).

L’errore di gran lunga maggiore che i marketer commettono quando promuovono i loro contenuti si sta concentrando su un pubblico o una rete che è semplicemente troppo ampia per i loro obiettivi.

I metodi di promozione dei contenuti più tradizionali ti offrono questo pubblico generale. Inevitabilmente, avrai difficoltà ad espandere e trattenere il tuo pubblico di destinazione.

Peggio ancora, quest’ultima sfida è anche il risultato della pura paura. La natura umana entra e ti impone di non provare nulla di nuovo perché fallirai. Quindi finisci per fare ciò che funziona “abbastanza bene” e perdi iniziative più redditizie.

Déjà vu fact: Questo è il motivo per cui gli autori di contenuti tendono a mantenere il formato dei loro post più importanti per tutta la loro strategia. Ma non c’è sostenibilità a lungo termine qui.

Per questi motivi, devi trovare nuovi modi di esplodere la canalizzazione per esporre i tuoi contenuti a un pubblico non sfruttato.

Dive Deeper: 

3 strategie di promozione dei contenuti che devi padroneggiare

Trovare nuovi modi per promuovere i tuoi contenuti non deve essere un lavoro ingrato o bruciarti. Invece, ecco tre strategie creative che puoi iniziare a utilizzare oggi per aumentare il tuo traffico oltre i tuoi lettori esistenti.

1) Promozione della comunità di nicchia

I lettori fedeli sono preziosi. Ma devi prima trovarli. No, non inviando il tuo post nel deserto di Internet per competere contro milioni di altri.

Le comunità di professionisti sono una tendenza piuttosto grande in questi giorni. Si tratta di comunità di contenuti curate in cui gli esperti del settore condividono articoli, video e podcast che ritengono estremamente utili per il commercio.

Trova la tua community di settore e ti sei imbattuto nel tuo pubblico ideale.

Ad esempio, i professionisti del marketing come me si rivolgono a Zest per contenuti di marketing di alto valore. La nuova scheda app di estensione di Chrome fornisce un nuovo flusso di contenuti di marketing iper-personalizzati che viene aggiornato quotidianamente con articoli, video e podcast tutti inviati dai membri della tribù di utenti Zest.

Estensione scorza

Per garantire che il contenuto sia degno di essere condiviso con i membri della comunità, ogni pezzo viene valutato dai propri utenti e dall’intelligenza artificiale per la qualità prima di essere aggiunto al database Zest. Se il contenuto viene eliminato, verrà visualizzato il contenuto dell’ora sul flusso di contenuti di Zest.

La condivisione dei tuoi contenuti su Zest è gratuita ma puoi aumentare la tua esposizione acquistando Content Boosts , che mette i tuoi contenuti in mostra nello stream Zest fino a due volte al giorno e può ricevere fino a 10 volte più clic:

Incremento del contenuto della scorza

Un’altra comunità di nicchia che accoglie i contenuti è Indie Hackers , in cui i membri della comunità condividono idee, post e contenuti relativi alla costruzione e alla commercializzazione delle loro startup.

Gruppi lenti

E poi ci sono le comunità professionali private. Slack è l’host preferito per questi gruppi. Condividerò solo un esempio prima di dirti come è possibile utilizzarli.

Il gruppo Product Marketing Alliance Slack ha oltre 7.000 membri, tutti coinvolti nel campo del marketing del prodotto e che sono stati precedentemente verificati per tenere lontani gli spammer! Qualsiasi membro può utilizzare il canale #freshcontent per condividere ciò su cui sta lavorando. Gli host del gruppo aggiornano anche il feed con post dal blog della propria organizzazione:

rallentamento del marketing del prodotto

Un altro gruppo Slack favorevole al marketing è ospitato da Genius online . Il gruppo OG Slack è solo su invito e i membri condividono i loro contenuti e altre promozioni nel canale #shameless_plug. Questi gruppi sono anche un’ottima fonte di contenuti condivisibili per voi curatori.

Puoi controllare Slofile per un elenco completo di tutti i gruppi Slack a cui puoi unirti:

Slofile

Ciò che queste comunità forniscono è un nido sicuro in cui sai che i membri attivi saranno veramente interessati ai tuoi contenuti. Inoltre, sono perfetti per il networking e la creazione di nuove connessioni. Inoltre, non trascurare i vantaggi della costruzione di relazioni con altri membri della comunità che potrebbero rivelarsi futuri partner commerciali.

Inoltre, puoi rivolgerti agli esperti di questi gruppi per un feedback o anche per ottenere il loro aiuto sui contenuti futuri che crei. Questa strategia aumenterà anche la tua rete di distribuzione.

Come funziona? Contatta i membri della community per un preventivo o un suggerimento da inserire nel tuo prossimo pezzo e, in cambio, condivideranno il prodotto finale con il loro pubblico. Parla di attingere alle reti dei micro-influenzatori a costo zero!

Contenuto relativo:

Fai clic qui per scaricare subito la tua guida gratuita!

Siti Web di nicchia

Come marketer, potresti già avere familiarità con GrowthHackers , una community online in cui i marketer discutono di tutto, dal SEO all’email marketing e, chiaramente, agli hack di crescita.

Se non stai ancora sfruttando il suo potere per diffondere i tuoi contenuti di marketing, sei molto indietro. La loro funzione Post consente ai membri di inviare contenuti approfonditi che gli utenti voteranno o ridimensioneranno, creando una gerarchia basata sul merito:

Hacker di crescita

GrowthHub  è un’altra rete simile che puoi utilizzare per la promozione dei contenuti.

Anche piattaforme comuni come Facebook e LinkedIn offrono un buon posto per lo scambio di contenuti. Alcuni gruppi di LinkedIn sono pieni di spam, quindi controlla i contenuti passati prima di inviare i tuoi. In alternativa, continua a creare la tua rete su LinkedIn (prova a ottenere almeno 7.000 connessioni) e a condividere post regolari con i risultati della tua ricerca di contenuti.

Contenuto correlato: 12 tattiche di coinvolgimento del gruppo Facebook ad alte prestazioni

I sottotitoli come / r / sales / o / r / marketing / (e altri che corrispondono all’argomento dei tuoi contenuti) forniscono anche comunità altamente coinvolte. Gli utenti di Reddit possono essere un po ‘difficili con i contenuti promozionali, quindi usa questo supporto solo per contenuti approfonditi che possono aggiungere valore alle discussioni preesistenti.

Lo stesso vale per Quora . Il sito Web di domande e risposte è già stato acquisito da aziende che cercano di spingere il loro marchio in faccia alle persone. Invece, usa la piattaforma per condividere intuizioni uniche e creare percorsi di contenuto per il tuo prodotto al posto di pubblicità dirette senza vergogna.

Ricorda anche che potresti già avere la tua piccola comunità: la tua lista e-mail . Sebbene i tuoi abbonati siano un pubblico esistente, puoi incentivarli a condividere ulteriormente i tuoi contenuti o, ancora meglio, trovare altre newsletter per pubblicare i tuoi post. Google “viene messo in evidenza nella nostra newsletter” (con virgolette), tenendo presente che la maggior parte di questi sono opportunità retribuite.

I risultati possono essere eccezionali quando si unisce la portata di tutte queste comunità. In effetti, il 35% dei marketer afferma che se fossero costretti a scegliere una sola strategia di promozione per i loro contenuti, le comunità sarebbero le loro:

Databox sulla promozione dei contenuti

Grow & Convert ha ottenuto 32.977 visitatori unici in cinque mesi solo dalla promozione nelle comunità.

Gli Ahrefs hanno ottenuto circa 1 milione di visualizzazioni sui loro post su Quora. Certo, questi non hanno portato tanto traffico quanto il loro sito Web, ma è un solido tentativo di sensibilizzare il marchio.

Dive Deeper:

2) Tecnica dei lettori beta per la promozione dei contenuti

Generalmente, i lettori beta sono persone con cui condividi un manoscritto per ottenere una seconda opinione prima di pubblicare un libro. L’industria del software utilizza anche i beta tester per modificare i loro risultati e  – aspettatelo  – spargete la voce!

Come funziona per i contenuti? Diamo un’occhiata a ciò che Hotjar ha fatto molto prima di noi . Prima di lanciare la loro guida SaaS (contenuti di lunga durata), hanno contattato direttamente oltre 5.700 dei loro utenti e hanno chiesto loro di diventare collaboratori. Questa divulgazione è stata in seguito la chiave del successo dell’opera.

Hotjar beta-reader-email

I partecipanti dedicano il tempo e gli sforzi per rivedere la guida e fornire il proprio feedback. Più tardi, furono più motivati ​​a condividere il pezzo poiché avevano fatto parte della sua creazione.

Per Hotjar, il payoff è stato una solida guida e molte delle parole chiave del passaparola che tutti noi cerchiamo durante i nostri primi giorni di promozione di qualcosa.

Complessivamente, 448 persone hanno chiesto di essere “lettori beta” e tutti hanno ottenuto il riconoscimento in cambio. La guida di Hotjar ha raggiunto quasi 15.000 visualizzazioni durante i primi due giorni. Un marketer può solo sognare … 🦄

Risultati di Hotjar

I post di arrotondamento di esperti funzionano in modo simile alla strategia di Hotjar, sebbene su scala ridotta. I professionisti inseriscono le loro citazioni e di solito condividono l’articolo per ottenere più informazioni perché sono state presentate. I partecipanti sanno che una menzione su un sito Web affidabile non farà che rafforzare il loro marchio personale.

Quando ho creato post arrotondati, l’incremento del traffico è stato da 3 a 6 volte superiore a quello di un post normale. Il vero valore sta nel convincere i professionisti di fiducia a parlare dei tuoi contenuti nei primi giorni dopo averli pubblicati.

Un consiglio segreto qui: questo (beh, il traffico e il tempo sulla pagina risultanti) diranno anche a Google che i tuoi contenuti possono fornire l’esperienza che le persone stanno cercando e aumentare il tuo posizionamento.

Un altro hack di partecipazione beta che potresti usare qui è la pubblicazione di un articolo come post esclusivo prima di aggiungerlo ufficialmente al tuo blog. Il modo migliore per farlo senza cadere nello schema “paga per leggere questo articolo” è usare la tua newsletter. Crea post a cui solo i tuoi abbonati potranno accedere per 1-2 mesi e raccogli il loro feedback prima di rendere attiva la versione ufficiale. Qui è dove le mailing list salvano di nuovo il giorno.

Dive Deeper: 4 passaggi per espandere e promuovere il tuo contenuto epico

3) Side Project Marketing

I progetti collaterali non sono solo per singoli. Come marchio, puoi creare diversi tipi di progetti secondari o complementari: un prodotto separato, una comunità (come già accennato), una pubblicazione o persino un sito Web divertente (come il mini sito di ZenDesk per catturare la parola chiave ad alto intento ” Alternativa ZenDesk ” ).

Ogni progetto secondario funziona come un marchio secondario. Il progetto o prodotto secondario che crei dovrebbe essere orientato alla promozione dei contenuti e non solo un altro strumento.

Diamo un’occhiata ad alcuni esempi reali.

Muz.li & Behance

Alcuni anni fa, Muz.li è stata acquisita da InVision. Prima di questo, Adobe ha acquistato Behance . Entrambi hanno fornito un’enorme comunità preesistente in cui un marchio poteva facilmente mostrare la propria creazione e garantire un pubblico relativamente nuovo.

Queste piattaforme avrebbero potuto essere create anche internamente, ma la mossa più intelligente era iniziare con milioni di membri già disponibili.

Drift’s Insider

Portandolo nel mondo del marketing, una mossa dalle prestazioni migliori è quella di iniziare una serie di corsi come Drift’s Insider . Questa piattaforma utilizza fortemente la promozione dei contenuti facendo riferimento non solo al loro prodotto ma anche ai risultati passati e a ciò che hanno fatto loro stessi per i loro sforzi di marketing dei contenuti.

Inoltre, gli utenti che sostengono l’esame di certificazione del marketing conversazionale potranno visualizzare il loro certificato letteralmente ovunque. Questa è una tecnica di marketing di prim’ordine che stiamo vedendo poiché la maggior parte dei laureati mostrerà il certificato con il marchio Drift su di esso sui loro siti Web e social media.

Insider della deriva

Accademia SEMrush

Questo tipo di opportunità di apprendimento genera anche un’enorme pubblicità passaparola per la tua attività. Poiché il loro obiettivo principale è educare anziché promuovere, contenuti come questo sono più facili da condividere per chiunque.

SEMrush Academy è un altro grande esempio. Oltre alle certificazioni che puoi dimostrare di essere un abile utente del loro strumento, hanno corsi generali sulla ricerca di PPC, SEO e parole chiave. Tutti questi continueranno a portare nuovi utenti e traffico verso l’hub di apprendimento.

Accademia SEMrush

Buffer Community

Ricordi il mio precedente riferimento a gruppi professionali? Anche le comunità di marchi possono essere un buon progetto collaterale. La comunità Buffer , ad esempio, è esclusiva per gli utenti di Buffer. Ma oltre allo strumento di social media del marchio, il suo obiettivo è aiutare le persone e le aziende a sviluppare i propri  marchi. I membri possono chiedere consigli, condividere i propri consigli e articoli su cui hanno lavorato o persino trovare un nuovo lavoro o opportunità di concerti secondari.

Buffer coglie anche questa opportunità per organizzare eventi speciali e rilasciare menzioni occasionali dei loro aggiornamenti o nuovi contenuti. In realtà ho scoperto il loro podcast da un post nella community che chiedeva alle persone di lasciare le loro domande.

Livellamento del podcast

A proposito, i podcast possono tornare utili se stai cercando di creare nuovi contenuti o riutilizzare articoli esistenti e portare più traffico e ronzio ai tuoi post recenti. Creazione e promozione in un’unica rete.  Hai già controllato il podcast di Leveling Up ?

Quando produci un episodio di podcast, assicurati di includere le menzioni del tuo marchio o dei contenuti passati. In caso contrario, le persone ascolteranno solo quello che hai da dire ma non assoceranno il podcast alla tua azienda. Non esagerare però.

Mentre questi progetti secondari sono marchiati, non dovrebbero essere direttamente “commessi”. In un mondo in cui gli annunci pubblicitari sono letteralmente sulla nostra strada ad ogni passo, i consumatori corrono costantemente da qualsiasi cosa assomigli a un passo di vendita. Offrire fatti e cifre preziosi anziché un poster “Compra questo” è molto più rinfrescante da vedere e condividere.

Trova un equilibrio tra autopromozione e coinvolgimento del pubblico. Tieni il podcast separato dal tuo dominio principale se non vuoi che le persone eseguano il secondo quando vedono un nuovo episodio perché inconsciamente si aspettano un altro lancio di vendite.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close