Cerca

25 migliori pratiche sulle Landing Page da seguire per aumentare le conversioni nel 2020

Ma sotto tutte le tattiche su Internet, c’è un mucchio di pratiche collaudate che aiuteranno ad aumentare le conversioni sulle tue landing page .

best practice sulla landing page

In questa guida definitiva, ci immergeremo nelle seguenti categorie :

  • Best practice per la pagina di destinazione mobile
  • Best practice sulla pagina di destinazione B2B
  • Best practice per la pagina di destinazione PPC
  • Best practice per la pagina di destinazione SEO
  • Best practice per la pagina di destinazione e-commerce

Cominciamo a convertire!

clicca qui banner

Best practice per la pagina di destinazione mobile

Solo il 50% delle landing page è ottimizzato per dispositivi mobili. Ciò significa che il 50% delle aziende si sta perdendo il mercato in più rapida crescita degli utenti di Internet nel mondo.

Non essere quel 50% . Ecco alcuni modi per ottimizzare le tue pagine per gli utenti mobili:

1. Rendi semplici i tuoi moduli

I moduli non sono un tipo unico di calamita al piombo: non dovresti utilizzare gli stessi moduli per le landing page mobili come per i desktop .

Perché? I moduli sono noiosi da compilare, soprattutto su un dispositivo mobile. Moosend ti semplifica la creazione di una landing page ottimizzata per i tuoi utenti mobili.

Tutto quello che devi fare è passare dalla visualizzazione desktop a quella mobile con la semplice pressione di un pulsante e adattare di conseguenza i tuoi elementi.

Se i tuoi moduli hanno molte caselle a discesa e campi extra, potresti scoprire che sta disattivando i lead della pagina di destinazione.

Meno è di più quando si tratta di moduli mobili. Volete ridurre la quantità di resistenza che un potenziale cliente mostrerà un modulo di opt-in, e ciò significa rendere più semplice possibile per loro optare per la vostra conversione .

Puoi farlo tagliando i campi “extra” che potresti avere sui moduli della pagina di destinazione del desktop.

Guarda il modulo di iscrizione corrente ed elimina tutto ciò che può essere seguito da un membro del tuo team di vendita in un secondo momento. Dovresti essere lasciato con un modulo scheletro sulla tua landing page mobile, ed è perfetto.

pagina di destinazione instapagesgoogle accedi

Instapage ha il minimo indispensabile delle informazioni richieste nel modulo della pagina di destinazione.

Suggerimento professionale: se puoi, personalizza ogni campo per collegarlo con la tastiera del tuo potenziale cliente in modo da renderlo ancora più semplice da compilare.

Stai chiedendo un numero di telefono?

Chiedi al campo di input del modulo di passare automaticamente alla tastiera numerica quando fanno clic sul campo.

Vuoi una email? Passali alla loro tastiera alfabetica.

Sappiamo … intelligente, vero?

2. Avere un CTA a scorrimento

Tutti sono ossessionati dall’avere un call-to-action (CTA) above the fold . Mentre è importante su una landing page desktop, diventa una storia diversa su un dispositivo mobile.

Certo, dovresti sempre avere un CTA da qualche parte nella vista degli utenti per quando atterrano sulla tua pagina.

In questo modo, il tuo obiettivo di conversione è sempre in primo piano nel loro processo di pensiero. Ma invece di averlo above the fold, prova anche ad avere un CTA a scorrimento sulla tua landing page .

Come funziona:  quando il tuo potenziale cliente scorre la pagina di destinazione mobile per leggere la copia della pagina, il tuo CTA verrà bloccato nella parte superiore dello schermo.

Questo è un ottimo modo per catturare utenti mobili orientati agli obiettivi . E li salverà dallo scorrere indietro per trovare anche il modulo di iscrizione.

3. Contrasta il tuo pulsante CTA

Non. Ripetiamo … NON avere il pulsante CTA dello stesso colore della pagina di destinazione.

Avere un pulsante CTA in un colore contrastante aiuterà i visitatori della pagina di destinazione mobile a seguire qualsiasi obiettivo di conversione che hai pianificato per loro.

È anche più facile collegare insieme una copia importante e il tuo CTA se viene dato un colore contrastante.

Ricorda, gli utenti mobili sono in cerca di preda. Non scherzare con errori amatoriali come questo, altrimenti rimbalzeranno.

pagina di destinazione dell'invito all'azione

Prendi nota della noiosa pagina di destinazione a sinistra . Yawn-degno! Fonte immagine

Suggerimento professionale:  assicurati che il tuo CTA abbia le dimensioni giuste. Un pulsante a larghezza intera dovrebbe misurare almeno 44 pixel.

4. Utilizzare la regola “Lunghezza del braccio”

Quante volte sei arrivato su una landing page che chiaramente non era stata ottimizzata per i dispositivi mobili?

È probabilmente una delle maggiori deviazioni per i potenziali clienti. Emana l’atmosfera che l’azienda non si è preoccupata di fare uno sforzo per i dispositivi mobili .

E questo è un modo enorme per allontanare i clienti dalla conversione. Come questo:

landing page ottimizzata per dispositivi mobili

Fonte immagine

Quale è più facile da navigare per il cliente? La landing page mobile a sinistra non è ottimizzata e ha un testo minuscolo?

Probabilmente no.

Non è ottimizzato per i dispositivi mobili e potrebbe essere un enorme cambiamento per chiunque desideri diventare un cliente .

Per evitare che ciò accada, è necessario utilizzare la regola “lunghezza normale” su qualsiasi landing page mobile prima  che diventi attiva .

Semplici passi:

  • Carica la tua landing page sul tuo dispositivo mobile
  • Tieni il braccio dritto
  • Tutto sembra ancora come dovrebbe da quella distanza?
  • In caso contrario, cambia tutto ciò che non sembra chiaro al 100%
  • Ottieni una seconda opinione; avere qualcun altro nella tua squadra per fare anche il test di libera concorrenza

Suggerimento professionale:  mantieni qualsiasi carattere sulla pagina di destinazione mobile di almeno 16 pixel per renderlo leggibile. Ciò garantirà che la copia sia di facile lettura sui dispositivi mobili.

5. Avvolgi il tuo CTA in copia

Se stai cercando di convertire gli utenti su un dispositivo mobile, è probabile che tu abbia ridotto drasticamente la copia anche sulla pagina di destinazione .

Meno copie significa che devi essere più intelligente sulla psicologia della tua conversione .

È qui che puoi utilizzare il tuo CTA per aumentare le conversioni avvolgendolo nella copia.

Rendi pop il tuo CTA inserendo una dichiarazione di supporto sotto di esso. Dì all’utente esattamente cosa otterrà facendo clic sul CTA:

best practice sulla landing page cta

Fonte immagine

Questo aiuterà in due modi.

In primo luogo, suddividerà la tua copia in un doppio scemo: un obiettivo di conversione associato a una dichiarazione a sostegno.

In secondo luogo, ti aiuterà a comunicare ciò che desideri fare effettivamente al visitatore della landing page, senza interrompere il design della pagina.

clicca qui banner

Best practice sulla pagina di destinazione B2B

Le landing page continuano ad essere una delle 5 principali sfide per i marketer B2B .

Ecco cinque modi per superare la sfida e aumentare le conversioni:

6. Usa copia specifica

Se un cliente sta guardando la tua pagina di destinazione, non sta solo iniziando il viaggio dell’acquirente … è nel mezzo. Quindi non includere una copia nella pagina di destinazione che parla di cose che normalmente avresti all’inizio del viaggio dell’acquirente. Le probabilità sono, lo sanno già.

È così che sono finiti sulla tua landing page e perché non sono sulla tua homepage.

Non avere una copia specifica per complimentarmi con una landing page è uno dei più grandi errori commessi dalle aziende B2B.

Stai davvero sprecando i tuoi sforzi di conversione se stai duplicando la tua copia dalla tua home page alla tua pagina di destinazione.

Invece, usa la copia della pagina di destinazione per spingere il tuo potenziale cliente nella direzione in cui vuoi che vadano.

7. Utilizzare solo un CTA

Il motivo principale per cui le landing page sono così dannatamente efficienti è perché hanno un unico obiettivo.

È possibile che un visitatore sia atterrato lì per scaricare un eBook gratuito. O registrati per una prova. Oppure abbonati a un prodotto con un’offerta a tempo limitato.

Qualunque cosa sia, le landing page che funzionano meglio sono quelle che seguono il rapporto 1: 1 : una landing page per un obiettivo di conversione.

Quindi, se hai una landing page che dice che porta a fare più di una cosa, c’è una grande possibilità che molti di loro non lo faranno. Invece, li confonderai.

Come questa landing page di Chase:

esempio di best practice sulla landing page

Fonte immagine

Se un visitatore è stato condotto a quella landing page con la promessa di un nuovo accordo sul conto corrente, quale pensi che sia stata la sua reazione quando si sono trovati di fronte a questa bestia?

Ci sono due CTA principali e una quantità empia di altri collegamenti e scelte per l’utente.

Anche tutti i collegamenti sono dello stesso colore, quindi non ti viene data alcuna direzione su cosa fare clic.

È travolgente e soprattutto … distrae l’utente dal raggiungimento del tuo obiettivo di conversione.

8. Crea una landing page per ogni messaggio della campagna

Questo è allarmante. Kissmetrics afferma che un enorme 52% degli annunci B2B  punta alla home page delle aziende, anziché a una landing page dedicata.

best practice e consigli sulla landing page

Fonte immagine

Questo è il peccato cardinale dell’ottimizzazione della landing page . Perché qualcuno che ha appena fatto clic sul tuo annuncio per una prova gratuita di un prodotto specifico è appena arrivato sulla tua home page. Dove stai offrendo tutto .

Invece di indirizzare tutti alla tua home page, devi incanalare gli utenti su pagine di destinazione dedicate che consentano loro di accedere al prodotto su cui hanno fatto clic.

Ciò significa che per ogni annuncio unico che hai in esecuzione, hai bisogno di una pagina di destinazione dedicata se vuoi aumentare le tue conversioni. Altrimenti, stai solo buttando via i tuoi soldi.

Suggerimento professionale : assicurati di aver fatto tutto il possibile per aumentare il tasso di conversione e offrire ai tuoi clienti un modo semplice per contattarti.

Come? Installa un  widget di richiamata  che analizzi il comportamento dei visitatori del tuo sito Web e richieda una chiamata immediata quando è più probabile che il visitatore si converta.

9. Testimonianze e prove sociali: fronte e centro

Se non hai testimonianze stellari di clienti attuali, vai a prenderne alcune. Proprio adesso.

La prova social è uno dei modi più semplici per aumentare le conversioni sulla pagina di destinazione.

Mostrando ai clienti che altre aziende sono disposte a entusiasmare il tuo prodotto, sarai in grado di creare fiducia e credibilità nel tuo marchio .

E più grande è il marchio nella testimonianza, meglio è.

best practice per landing page a prova dei social media

Il fondatore di Consulting.com, Sam Ovens , ad esempio, ha avuto successo nell’uso della prova sociale per migliorare le sue conversioni sulla pagina di destinazione mostrando numeri reali.

Quasi tutte le sue landing page vantano figure fenomenali, tra cui oltre 3000 recensioni positive da parte dei suoi studenti reali, alcune delle quali sono noti imprenditori.

Prove sociali delle migliori pagine di destinazione

 

Suggerimento pro: se hai un cliente che conosci adori il tuo prodotto, chiedi loro una testimonianza e un colpo alla testa che puoi usare. Le persone si connettono di più con un testimonial se sono in grado di dare un volto a un nome. Punti bonus se puoi ottenerli dal decisore chiave di un’azienda.

10. Spingere il cliente attraverso l’imbuto

Con le landing page B2B , hai l’opportunità unica di spingere i clienti attraverso la tua canalizzazione ad un ritmo più veloce .

Se ottimizzi la tua pagina di destinazione al massimo delle sue potenzialità, puoi condurre il tuo potenziale cliente attraverso diverse fasi del percorso del cliente utilizzando un’unica pagina .

Caso in questione: PIM on Clouds.

caratteristiche chiave delle best practice sulla landing page

Fonte immagine

Va bene, quindi stanno percorrendo la linea con la nostra regola “un solo invito all’azione” offrendo CTA “scegli piano” o “chiedi il prezzo”.

Ma ciò che riescono a fare è creare interesse per il loro servizio e guidare i loro potenziali clienti attraverso un elenco di funzionalità e vantaggi.

Parla della costruzione dell’hype prima di arrivare ai CTA.

clicca qui banner

Best practice per la pagina di destinazione PPC

Tagliamo per inseguire. Il 97% degli annunci PPC  viene cliccato e finisce senza conversione per mostrarlo.

Ecco cinque best practice per la landing page per impedirti di sprecare il tuo budget PPC e iniziare ad ottenere alcune conversioni.

11. Assicurati che il tuo messaggio corrisponda all’annuncio

Questo è sicuramente il più grande assassino di conversioni di landing page quando si tratta di PPC.

Se un potenziale cliente fa clic su un annuncio, si aspettano che qualsiasi offerta o prodotto su cui ha fatto clic li stia aspettando quando arrivano alla pagina di destinazione .

E se non lo è, se ne andranno. Subito.

Devi mostrare immediatamente ai tuoi potenziali clienti che la tua pagina di destinazione è pertinente all’annuncio su cui hanno fatto clic. Dovrebbero essere immediatamente in grado di dire che sono atterrati sulla pagina giusta per trovare qualsiasi prodotto, affare o offerta su cui hanno cliccato.

Questo significa un titolo forte o CTA per sbarazzarsi di qualsiasi confusione.

12. Rimuovere navigazione o collegamenti

Hai collegamenti ai social media sulla tua landing page? Che ne dici di collegamenti alla tua home page o ad un altro prodotto?

Se lo fai, sbarazzati di loro. È l’equivalente in PPC di avere buchi in una barca che perde.

Chiunque abbia fatto clic sul tuo annuncio ha in mente un obiettivo. Non stanno navigando sul web, stanno cercando qualcosa. Quindi daglielo.

best practice per landing page rimuovi menu

Una classica landing page Hubspot: non un link in vista.

Assicurati che la tua pagina non li distragga da tale obiettivo.

A meno che, naturalmente, non desideri che visitino la tua pagina Facebook. In tal caso, goditi la tua costosa barca che perde!

13. Non scrivere abbastanza annunci

Stai attualmente pubblicando annunci con 10 varianti diverse , anziché 10 annunci distinti e mirati?

Se lo sei, i tuoi annunci saranno generici . E significa che le tue landing page non saranno così mirate come devono essere.

Cerchiamo “gestori PPC” e vediamo cosa succede:

best practice sulla pagina di destinazione ppc

Cosa ottieni da questi annunci? Sono tutti uguali. Nessuno di loro è originale. E nessuno di questi è clic stimolante.

In effetti, uno degli annunci ci ha portato a una home page generica:

annunci sulle best practice della pagina di destinazione

Solo un suggerimento a tutti … non seguire questa pratica!

14. Il retargeting è essenziale

Se pagherai per attirare persone sulla tua landing page … farai meglio a trarre il massimo dalla tua spesa.

E puoi farlo retargeting dei visitatori che visitano pagine di destinazione specifiche .

Il motivo per cui il retargeting è un gamechanger quando si tratta di conversioni è dovuto alla specificità che puoi ottenere.

Hai la conoscenza interna del prodotto o del servizio che l’utente stava cercando perché sono arrivati ​​su una pagina di destinazione specifica.

Retarget it fino a quando il contenuto del tuo cuore attraverso i social media e altre strade per rendere utile la tua campagna PPC.

Suggerimento professionale:  assicurati di escludere le persone che seguono il tuo obiettivo di conversione. Su Facebook, puoi farlo in pochi clic in Gestione annunci:

retargeting degli annunci delle best practice sulla pagina di destinazione

Best practice per la pagina di destinazione SEO

Ai motori di ricerca piacciono le cose a modo loro. Strisciano, guardano e selezionano le landing page che giocano secondo le regole.

Analizziamo i modi migliori per far notare la tua landing page.

15. Titoli di pagina

Il tuo titolo è la prima cosa che un motore di ricerca eseguirà la scansione, quindi se sbagli … non sarai mai mostrato nei risultati .

Un titolo perfetto sarà chiaro, conciso e impaginerà il tuo posizionamento . Ma dovrebbe anche agganciare il tuo utente abbastanza da fare clic su di esso.

Suggerimento pro: se stai lottando per trovare il modo giusto per scrivere un titolo killer, usa uno strumento.

Uno strumento gratuito come l’ analizzatore di titoli di CoSchedule  può dirti quanto è buono il tuo titolo e come migliorarlo:

titoli delle best practice sulla landing page

16. Fai contare le tue parole chiave

Mettere le tue parole chiave nel posto giusto sulla tua landing page è uno dei modi principali per ottimizzarlo per il SEO.

Ove possibile, le principali parole chiave sulla pagina di destinazione devono essere inserite in:

  • Il testo del tuo corpo
  • Le tue intestazioni
  • Nel titolo della pagina, URL e meta descrizione

Posizionando le parole chiave target nei luoghi in cui si trova Google, hai maggiori probabilità di farle contare.

17. Dì a Google quali sono le tue foto

Lo sapevi che … Google è cieco?

Sì. Non capisce le immagini . Quindi se non aggiungi descrizioni di testo alle tue immagini, i motori di ricerca avranno difficoltà a capire cosa sono.

Se sei pigro, almeno dovresti dare alle immagini sulla tua landing page lo stesso nome della pagina in cui sono posizionate.

Se vuoi ottenere il massimo da essi, prova a incorporare le parole chiave nelle descrizioni dei testi .

Ciò aumenterà le tue possibilità che la pagina venga selezionata da Google. Ma non fare parole chiave. Prova a descrivere accuratamente di cosa tratta l’immagine, nel modo più semplice possibile.

Suggerimento professionale:  se non sei sicuro che le immagini della tua pagina di destinazione abbiano o meno descrizioni di testo, controlla rapidamente facendo clic con il pulsante destro del mouse sulle immagini e selezionando “Ispeziona”. Se l’immagine ha un attributo “alt”, sei in affari!

18. Nail i tuoi metadati

I metadati sono la lingua nerd per il titolo della pagina, l’URL e la descrizione .

Sono questi tre elementi che alla fine decideranno se qualcuno farà clic sulla tua landing page in primo luogo :

meta descrizione delle migliori pratiche della pagina di destinazione

Fonte immagine

Il motivo per cui i tuoi metadati sono importanti è perché è un’anteprima di ciò che l’utente troverà sulla tua pagina di destinazione. È la tua unica opportunità per invogliare le persone a visitarti.

Usalo o perdilo. Fornisci il maggior valore possibile e fai sapere al ricercatore che sei una scelta migliore rispetto alla concorrenza.

Oh, e fallo in meno di 160 caratteri.

19. I tuoi contenuti corrispondono alla query?

Non esitare le persone a fare clic sulla tua pagina di destinazione se non hai intenzione di seguire ciò che si aspettano di vedere.

Se gli utenti fanno clic sulla tua pagina di destinazione dalla loro query di ricerca, devono essere in grado di rispondere a “chi, cosa o perché” non appena arrivano .

Provalo tu stesso. Cerca qualcosa che richieda subito una determinata pagina di destinazione sul tuo sito.

Quindi chiediti:

  • È ovvio a cosa serve la pagina?
  • È ovvio quale sia il tuo marchio e di cosa ti occupi?
  • Stai fornendo ai visitatori un chiaro motivo per convertire?
  • Sei tentato di restare in giro?

Se hai esitato su uno di questi, hai del lavoro da fare.

20. Fai sparare un eroe

Il tuo eroe è l’immagine dell’intestazione.

Se il tuo obiettivo principale è far sì che il tuo potenziale cliente scarichi un eBook, ad esempio, è qui che dovresti metterlo in mostra:

home page delle best practice sulla landing page

Fonte immagine

Rendilo allettante e mostra al tuo potenziale cliente la migliore immagine dell’offerta per massimizzare le tue possibilità di conversione.

Suggerimento professionale:  assicurati che il tuo eroe sia della giusta dimensione per soddisfare i requisiti di ottimizzazione. Dagli una descrizione testuale con parole chiave per aumentare le tue possibilità nei risultati dei motori di ricerca.

clicca qui banner

Best practice per la pagina di destinazione e-commerce

Non essere allarmato da questo, ma il 96% dei visitatori non è pronto per l’acquisto  quando visita una pagina del prodotto.

Le buone notizie? Sono meno propensi a rimbalzare  se vengono invece portati a una pagina di destinazione.

Cominciamo a convertire.

21. Rendi facile la conversione

Molti negozi di e-commerce fanno tutte le cose giuste. Rendono i loro annunci allettanti, la loro copia è puntuale.

Ma poi cadono all’ultimo ostacolo. Non rendono il processo di pagamento facile per i loro clienti e si traduce in un carrello abbandonato.

Se il processo di pagamento non è stato progettato tenendo conto della velocità e della semplicità, potrebbe essere uno dei motivi principali per cui i tuoi clienti non acquistano.

Ecco come farlo direttamente sulla tua landing page:

best practice sulla pagina di destinazione per le conversioni

Fonte immagine

È semplice:

  • Il cliente può scegliere il colore e gli extra nella stessa pagina.
  • Viene visualizzata la spedizione.
  • Il CTA per andare avanti con il loro acquisto è di colore contrastante.

22. Non nascondere le spese di spedizione

Se hai un sacco di carrelli abbandonati alla cassa, le tue spese di spedizione potrebbero essere un contributo:

le pagine dei prodotti mostrano i costi di spedizione in anticipo

Fonte immagine

Se hai speso molto tempo e sforzi nell’ottimizzare le pagine di destinazione dei tuoi prodotti ma hai trascurato di menzionare i costi di spedizione, è una scommessa sicura che stai buttando via i soldi.

Sebbene un cliente possa essere pronto per l’acquisto, sta anche stimando il costo del carrello mentre fa acquisti.

Quindi, se arrivano alla cassa e tu schiaffi su una tassa di spedizione di $ 10 che non hanno tenuto conto, probabilmente lasceranno il tuo negozio .

Mostra i costi di spedizione sulla pagina di destinazione, qualunque cosa accada. Questo è giusto per il cliente: possono quindi decidere se sono felici di continuare con l’acquisto.

23. Avere un’opzione di accesso social

La salsa segreta per il successo dell’e-commerce sta nel rendere il più semplice possibile per i clienti darti i loro soldi.

Ciò significa che se riesci a eliminare il dolore dal fatto che il cliente crei un account per il tuo negozio, fallo.

E questo è fatto meglio dando al cliente la possibilità di accedere con un account social:

pagina di destinazione best practice social login

Il gigante del commercio elettronico Asos utilizza tre diverse opzioni social alla cassa

Non solo i clienti saranno in grado di accedere e iniziare ad acquistare con un solo clic, ma fornirai anche all’utente un’opzione per condividere il loro acquisto con gli amici.

Promozioni gratuite e un checkout più rapido per i tuoi clienti? Sì grazie.

24. Dai uno zoom al tuo prodotto

Una delle maggiori sfide di un negozio di e-commerce è convincere le persone ad acquistare un prodotto … quando non l’hanno mai toccato.

Rendi la tua missione colmare ogni lacuna possibile. Dando ai tuoi clienti la possibilità di ingrandire i tuoi prodotti, ti stai dando un vantaggio .

Lo zoom del prodotto darà ai tuoi clienti la possibilità di vedere i tuoi prodotti nel modo più dettagliato possibile:

pagina di destinazione best practice zoom del prodotto

Fonte immagine

Suggerimento professionale:  assicurati che lo zoom sia impostato su HD in modo che i tuoi clienti possano vedere quanti più dettagli possibile.

25. Avere un’opzione per la lista dei desideri

Assicurati che ogni prodotto su ogni landing page abbia un’opzione da aggiungere a una lista dei desideri.

Questo può servire a ricordare a un cliente che ha adorato un prodotto che non ha mai finito per acquistare . O invogliali a tornare al tuo negozio quando possono permettersi l’acquisto.

wishlist delle best practice sulla landing page

Alcuni negozi di e-commerce, come Shopify, hanno un pulsante “vuoi” simile , che condivide un articolo con il feed Facebook di un cliente. Questo offre al tuo negozio anche un promo gratuito.

Alcuni semplici test A / B di diversi pulsanti possono scoprire ciò che funziona meglio per le tue landing page.

Best practice per la pagina di destinazione = Conversioni potenziate

La prova è in questa guida. Seguire le migliori pratiche per aumentare le conversioni non è un compito difficile.

Ogni settore ha il suo modo unico di migliorare le conversioni, ma tutti seguono la stessa regola chiave: rendere il percorso del cliente il più semplice possibile aumenterà i profitti della tua attività.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close