Cerca

21 tecniche SEO attuabili per il 2020

Tempo di lettura: 25 minuti

Allora sei nel posto giusto.

Hai bisogno d'aiuto? Contattaci via Email: info.ibdi.it@gmail.com

Perché oggi ti mostrerò le esatte tecniche SEO che utilizzo per generare 359.364 visitatori unici al mese :

Backlinko - Utenti mensili

La parte migliore?

Tutte queste strategie comprovate stanno funzionando alla grande nel 2020.

Facciamolo!

Ed ecco le tattiche che imparerai in questo post.

  • 1. Scopri le parole chiave non sfruttate su Reddit
  • 2. Ottimizza il tuo sito per Google RankBrain
  • 3. Aggiornare, aggiornare e ripubblicare vecchi post di blog
  • 4. Copia gli annunci AdWords per creare tag del titolo e della descrizione Killer
  • 5. Trova opportunità di costruzione di link non funzionanti su Wikipedia
  • 6. Ruba ai tuoi concorrenti le migliori parole chiave
  • 7. Ottimizza i tuoi contenuti per massimizzare la “condivisibilità”
  • 8. Collegamento a siti di autorità
  • 9. Invia Link Juice alle pagine sedute a pagina 2 o 3
  • 10. Aggiungi questa parola alla tua email di sensibilizzazione … e aumenta il tasso di risposta del 45%
  • 11. Scrivi mini post sul blog per le descrizioni di YouTube
  • 12. Ottimizza i contenuti per “SEO semantico”
  • 13. Incorporare parole chiave a coda lunga nei tag del titolo
  • 14. Hack Wikipedia per parole chiave e idee per argomenti
  • 15. Usa gli elenchi “Best of” per trovare fantastiche opportunità di link building
  • 16. Pubblica contenuti con almeno 1.800 parole
  • 17. Ricorda la “Regola di priorità del primo collegamento”
  • 18. Crea le tue parole chiave
  • 19. Trova parole chiave da scoprire con questo strumento SEO “sotterraneo”
  • 20. Trova opportunità di costruzione di link specifici di nicchia utilizzando Flippa
  • 21. Utilizza Google Search Console per ottenere più traffico (mirato)

1. Scopri le parole chiave non sfruttate su Reddit

Probabilmente hai già visitato “La prima pagina di Internet” prima … noto anche come Reddit .

Ma quello che potresti non sapere è che Reddit è una parola chiave ricerca GOLDMINE.

(Soprattutto quando si tratta di trovare parole chiave a coda lunga ).

Premi il pulsante di riproduzione per vedere come è fatto:

Miniatura video

Se preferisci leggere, ecco un riepilogo di come funziona questo processo:

Per prima cosa, vai a Reddit. Se conosci già un subreddit in cui il tuo pubblico di destinazione è in giro, vai direttamente lì.

Ad esempio, supponiamo che tu voglia scrivere un articolo su The Paleo Diet. Andresti a destra per r / paleo subreddit.

subredditSe non sei sicuro di dove sia il tuo pubblico su Reddit, non preoccuparti.

Cerca il tuo argomento …

ricerca reddit… e vedi quali discussioni e subreddit escono.

risultati di ricerca redditInfine, scansiona i thread alla ricerca di termini che appaiono ancora e ancora. Se le persone parlano di questi argomenti su Reddit, è probabile che stiano cercando gli stessi termini su Google.

(Il che li rende perfetti per la ricerca di parole chiave).

Ad esempio, quando ho esaminato le discussioni sull’argomento “link building”, ho notato termini come “strategia dei contenuti” e “strategie dei contenuti”.

esempio di parola chiave 1Queste sono parole chiave che non avrei MAI pensato da solo. Grazie Reddit!

E con ciò, passiamo a una delle mie tecniche SEO avanzate preferite di tutti i tempi.

2. Ottimizza il tuo sito per Google RankBrain

Qualche tempo fa, Google ha annunciato il suo algoritmo RankBrain .

rankbrain_announcementA quanto pare, questo aggiornamento ha cambiato il gioco.

Perché?

RankBrain di Google è il primo algoritmo di apprendimento automatico di Google. In altre parole, misura il modo in cui interagisci con i risultati nella prima pagina:

segnali uxCome puoi vedere, più felice fai gli utenti di Google, più alto sarai in classifica.

Certo, backlink , parole chiave e altri segnali tradizionali sono ancora importanti. Ma RankBrain sta rapidamente prendendo il sopravvento.

In effetti, Google ha continuato dicendo che RankBrain era uno dei loro “primi 3” segnali di classifica:

Google

(Gli altri 2 fattori chiave di posizionamento nei motori di ricerca? Collegamenti e contenuti).

La domanda è:

Come ottimizzi il tuo sito per Google RankBrain?

Ecco due suggerimenti semplici e facili da implementare che stanno funzionando perfettamente per me in questo momento:

Innanzitutto, migliora la percentuale di clic organica (CTR).

Google RankBrain vuole vedere che molte persone stanno facendo clic sul tuo sito nei risultati di ricerca.

Questo dice a Google:

“La gente ADORA questo risultato. Spingiamolo in cima alla pagina in modo che sia più facile da trovare ”.

Effetto Pogo stick 4Ma se le persone non fanno clic sul tuo risultato? Google lascerà cadere il tuo sito come una pietra.

Effetto Pogo stick 3Ed è per questo che ottimizzare il tuo sito per il CTR organico è così importante.

Ho una strategia molto interessante che puoi utilizzare per migliorare il tuo CTR più avanti in questo post ( strategia SEO n. 4).

Ma per ora, ecco un breve suggerimento che ho imparato di recente:

Uno dei modi più semplici per ottenere più clic è aggiungere numeri al tag del titolo e della descrizione.

Ecco un esempio di vita reale da uno dei miei post sul blog:

Suggerimenti SEO utilizzabili (numero in evidenza) - Posta

La ricerca mostra che le persone online hanno maggiori probabilità di fare clic su contenuti che contengono un numero . Quindi, quando includi un numero nel titolo del tuo contenuto (e nella tua meta descrizione), puoi aumentare il tuo CTR molto rapidamente.

Successivamente, migliora la frequenza di rimbalzo e “Tempo di sosta”.

Ancora una volta, Google RankBrain vuole che pubblichi un contenuto che renda felici i propri utenti.

E se gli utenti lasciano il tuo sito (noto anche come ” rimbalzo “) dopo 3 secondi? Questo è un segnale di esperienza dell’utente che dice a Google che alla gente non piacciono i tuoi contenuti.

In effetti, la mia analisi di 1,3 milioni di risultati di ricerca di Google ha scoperto che i siti con una buona frequenza di rimbalzo sono stati posizionati sopra i siti con una bassa frequenza di rimbalzo:

classifiche della frequenza di rimbalzoVedi come funziona? Migliore è la frequenza di rimbalzo, migliore è il posizionamento.

E i ricercatori più a lungo rimangono sul tuo sito (noto come ” Dwell Time “), in generale, più alto sarai in classifica.

Così:

COME migliorate effettivamente il tempo di permanenza e la frequenza di rimbalzo?

Un consiglio che mi ha aiutato molto nelle mie classifiche è quello di scrivere presentazioni avvincenti che incoraggino le persone ad agire.

In altre parole, EVITARE contenuti come questo:

introduzione noiosaSe qualcuno arriva su questa introduzione da Google, rimbalzerà il più velocemente possibile.

(E di cui abbiamo parlato, fa male al tuo SEO).

Invece, porta STRAIGHT al punto, in questo modo:

blog post introduzioneBoom. Chiunque atterra su quella pagina sa ESATTAMENTE di cosa tratta il mio contenuto.

Consiglio anche di suddividere i contenuti in mini blocchi di dimensioni ridotte.

In altre parole, vuoi che i tuoi contenuti siano così:

copia di facile letturaCome puoi vedere, questa copia è super facile da leggere.

Ed è particolarmente facile da leggere su un telefono o tablet. Considerando che la maggior parte delle ricerche su Google vengono ora eseguite su dispositivi mobili, la leggibilità è più importante che mai per SEO.

E una volta che lo hai fatto, è il momento della nostra prossima tecnica SEO cappello bianco …

3. Aggiornare, aggiornare e ripubblicare vecchi post di blog

L’anno scorso ho ricevuto un’e-mail di punto in bianco:

email di emilsEmil ha scoperto The Skyscraper Technique per ottenere questi risultati impressionanti.

Non solo, Emil voleva condividere i suoi fantastici contenuti con la community di Backlinko.

Questo è quando ho avuto un’idea:

Invece di scrivere un nuovo post per il case study di Emil, perché non lo aggiungo a un post esistente?

Quindi è quello che ho fatto.

In particolare, ho aggiunto il case study di Emil a questo vecchio post:

case study seo cappello bianco(Ho anche aggiornato le immagini e aggiunto alcuni nuovi suggerimenti)

Il risultato finale?

Una versione nuova e migliorata del post:

Post SEO White Hat migliorato

Per assicurarmi che il nuovo post abbia ricevuto l’attenzione che meritava, l’ho promosso nuovamente inviando un’e-mail ai miei abbonati alla newsletter:

e-mail newsletter

L’ho anche condiviso sui social media:

Nuovo post condividi Tweet

Il risultato?

Un aumento del 111,37% del traffico organico verso quella pagina.

aumento del traffico organico(Nel caso ti stia chiedendo, no, questo non è stato un colpo di fortuna. Ho usato ” Il rilancio dei contenuti ” diverse volte da allora, e ha funzionato ECCEZIONALE)

Abbastanza bello, vero?

4. Copia gli annunci AdWords per creare tag del titolo e della descrizione Killer

Non è un segreto che tag di titoli e descrizioni avvincenti ottengano più clic nelle SERP.

(E come ho accennato in precedenza, clic più organici = ranking di Google più elevato).

La domanda è: come fai a sapere su cosa le persone vogliono fare clic?

È facile: guarda gli annunci Google Adwords di quella parola chiave.

Vedete, gli annunci AdWords che vedete per le parole chiave della concorrenza sono il risultato di centinaia (se non migliaia) di test divisi.

Test divisi progettati per massimizzare i clic.

E puoi usare la copia di questi annunci per trasformare i tag del titolo e della descrizione in magneti clic.

Ad esempio, supponiamo che stiate per pubblicare un post sul blog ottimizzato attorno alla parola chiave “miglior materasso”.

Innanzitutto, dai un’occhiata agli annunci AdWords per quella parola chiave:

SERP "miglior materasso"

Tieni d’occhio una copia interessante degli annunci che puoi inserire nel titolo e nella descrizione:

parole chiave SERP "miglior materasso"

Come puoi vedere, questi tag includono parole che hanno dimostrato di generare clic. Pertanto, quando includi questi termini nei metatag , probabilmente otterrai più clic:

Yoast contenuto SEO

E se vuoi migliorare ancora di più il tuo CTR, dai un’occhiata a questo video case study:

Nota: questa è una strategia SEO avanzata. Quindi, se sei nuovo nell’ottimizzazione dei motori di ricerca , non esitare a saltare questo suggerimento].

La costruzione di collegamenti interrotti ha tutto …

Scalabile.

Cappello bianco.

Potente.

C’è solo un problema: trovare collegamenti interrotti è un dolore ENORME.

Cioè, a meno che tu non conosca una ruga poco conosciuta nel sistema di editing di Wikipedia.

Vedete, quando un editor di Wikipedia inciampa su un collegamento non funzionante, non cancella subito il collegamento.

Invece, aggiungono una nota a piè di pagina accanto al link che dice “dead link”:

link morto di WikipediaQuesta nota a piè di pagina offre agli altri editor la possibilità di confermare che il link è effettivamente morto prima di rimuoverlo.

E quella semplice nota a piè di pagina semplifica la ricerca di collegamenti interrotti.

Ecco come:

Innanzitutto, utilizza questa semplice stringa di ricerca:

sito: wikipedia.org [parola chiave] + “dead link”

Ad esempio, se ti trovassi nello spazio di investimento, dovresti cercare qualcosa del genere:

stringa di ricerca di GoogleSuccessivamente, visita una pagina nei risultati di ricerca pertinenti al tuo sito:

voce di Wikipedia in googlePremi ctrl + f e cerca “dead link”:

ricerca nel browser ctrl fIl tuo browser passerà a tutti i link non funzionanti nella sezione riferimenti:

link morto di Wikipedia 2Suggerimento pro: Wikipedia in realtà ha un elenco di articoli con link non funzionanti . Questo rende ancora più facile la ricerca di link morti in Wikipedia.

pagina dei link morti di WikipediaOK. Quindi, una volta trovato un collegamento non funzionante, e adesso?

Ebbene si potrebbe ricreare quella risorsa morti sul tuo sito e sostituire il link morti in Wikipedia con la vostra.

Ma questo ti farebbe solo un singolo link (e un link nofollow a quello).

Invece, ti consiglio di toccare il metodo The Moving Man.

Questo post ti mostrerà tutto ciò che devi sapere :

post sul blog di backlinkoOra per la nostra prossima tecnica SEO …

6. Ruba ai tuoi concorrenti le migliori parole chiave

Esistono due modi per trovare parole chiave per ottimizzare i tuoi contenuti.

Inserisci parole chiave casuali in uno strumento.

O

Trova le parole chiave esatte per le quali i tuoi concorrenti sono già in classifica.

Entrambi gli approcci possono funzionare. Detto questo, tendo ad avere più fortuna semplicemente rubando le migliori parole chiave del mio concorrente.

Ecco come:

Innanzitutto, trova un sito concorrente che abbia già un buon posizionamento su Google. In questo modo, sei siti di reverse engineering che già sanno cosa stanno facendo.

Ad esempio, nel mio caso, un sito come QuickSprout è uno che a) scrive sugli stessi argomenti che faccio eb) sta andando davvero bene in termini di SEO.

Articolo Quicksprout

Successivamente, inserisci la home page del sito in uno strumento di ricerca per parole chiave come SEMrush .

SEMrush - Ricerca Quicksprout

E otterrai un elenco di parole chiave per le quali sono già classificate.

keyword_rankingsNaturalmente, alcune di queste parole chiave non avranno senso per la tua attività. Ad esempio, possono scegliere come target parole chiave che i tuoi clienti non cercano. O forse stanno classificando per parole chiave ultra competitive per le quali non hai foto di classifica.

Ecco perché vuoi concentrarti sulle parole chiave che a) il tuo cliente target cerca in Google e B) in cui potresti creare fantastici contenuti.

Parlando di contenuti fantastici, la nostra prossima tecnica ti mostra esattamente come farlo.

7. Ottimizza i tuoi contenuti per massimizzare la “condivisibilità”

Ammettiamolo: la maggior parte dei contenuti online non vale la pena condividerli.

E senza condivisioni (in particolare i backlink), non andrai al rango su Google.

Fortunatamente, portare i tuoi contenuti da “zero” a “eroe” non è poi così difficile.

Ad esempio, questo mio post sulla creazione di link ha funzionato davvero bene.

guida alla costruzione di linkQuanto bene? Ha generato oltre 470.000 visite da social media, forum, blog e motori di ricerca:

visualizzazioni di pagina totali(Devo sottolineare che il design e la promozione della guida hanno contribuito al suo successo. Ma tutto è iniziato con l’organizzazione del contenuto stesso. Come probabilmente saprai, quando si tratta di SEO, il contenuto di qualità è la base)

In particolare, il mio post segue i suggerimenti attuabili da questa infografica:

infografica contenuto viraleAdesso:

C’è MOLTO da digerire da questa infografica. Vorrei quindi evidenziare due suggerimenti che stanno funzionando meglio per me in questo momento.

In primo luogo , utilizzo URL brevi in ​​quasi tutti i post del blog.

Ad esempio, l’URL di questo post che stai leggendo è semplicemente: backlinko.com/seo-techniques.

Perché?

Gli URL brevi tendono a ricevere più clic. E più clic = classifiche più alte (grazie a Google Rankbrain).

Successivamente , metto in primo piano i pulsanti di condivisione social sulla pagina.

Probabilmente avrai notato quella piccola barra laterale mobile sul lato sinistro di questa pagina.

Barra laterale social mobile lato pagina

Da molti test ho scoperto che queste icone aumentano SIGNIFICATIVAMENTE la quantità di Mi piace e Tweet di Facebook che i miei post ricevono.

Ora, per essere chiari: Google probabilmente non utilizza i segnali social come fattore di classifica.

google social segnala SEO(Almeno non direttamente)

Detto questo, le condivisioni social possono portare più traffico. E alcune di quelle persone potrebbero collegarsi a te, il che PUO ‘aiutare le tue classifiche.

E ora che i tuoi contenuti sono ottimizzati per le condivisioni, vuoi assicurarti che il SEO in-page della tua pagina sia perfetto.

E questo è il nostro prossimo consiglio: una tecnica SEO on-page che è facile … e può aiutare le classifiche del tuo sito.

Con tutte le discussioni su Colibrì e Pinguini è facile dimenticare un importante aggiornamento dell’algoritmo di Google chiamato Hilltop .

voce dell'algoritmo hilltop in wikipediaNonostante abbia più di dieci anni, Hilltop svolge ancora un ruolo nel panorama dei motori di ricerca di oggi.

Hilltop è essenzialmente un modo di segnale SEO on-page che dice a Google se una pagina è o meno un “hub” di informazioni.

Quindi: come fa Google a sapere quali pagine sono hub?

È semplice: gli hub sono determinati dalla qualità e dalla pertinenza dei collegamenti in uscita di quella pagina.

Questo ha senso se ci pensi …

Le pagine che linki tendono a riflettere l’argomento della tua pagina web.

E le pagine che si collegano a risorse utili tendono anche ad essere di qualità superiore rispetto alle pagine che si collegano solo alle proprie cose.

In altre parole, le pagine che si collegano a risorse fantastiche si affermano come hub di contenuti utili agli occhi di Big G.

In effetti, un recente studio del settore ha trovato una correlazione tra collegamenti in uscita e classifiche di Google.

studio di link in uscita(Come bonus, i collegamenti in uscita sono anche migliori per l’esperienza dell’utente. Dopo tutto, utili collegamenti esterni aiutano gli utenti a trovare contenuti che possano aiutarli a saperne di più sugli argomenti discussi nel tuo articolo).

Linea di fondo:

Collega ad almeno 3 risorse pertinenti e di qualità in ogni contenuto che pubblichi.

Questo mostrerà a Google che la tua pagina è un Hilltop Hub.

Detto questo, i link esterni sono solo uno dei tanti segnali SEO sulla pagina che Google guarda. Per un elenco completo, ti consiglio di guardare questo video:

Se sei a pagina 2 o 3 dei risultati di ricerca di Google … potresti anche essere a pagina 58 .

In effetti, il nostro recente studio su CTR di Google ha rilevato che meno dell’1% dei ricercatori di Google finisce nella seconda pagina.

Pochi utenti di Google visitano la seconda pagina e oltre

(E sì, anche i contenuti di qualità possono rimanere bloccati nella seconda pagina se non sono ottimizzati per i motori di ricerca).

Quindi, come puoi dare una spinta a quelle pagine in modo che colpiscano la prima pagina?

Usa questa potente tecnica SEO: lancia alcuni link interni a modo tuo!

invia collegamenti interni pagerankEcco il processo in 3 passaggi:

Passaggio n. 1: utilizza Google Search Console per trovare le parole chiave in base alla tua seconda o terza pagina.

Per trovarli, accedi alla nuova Console di ricerca di Google e vai al Rapporto sul rendimento:

Rapporto sulle prestazioni GSC

Assicurati di toccare “Posizione media”. In questo modo vedrai il ranking medio per ogni parola chiave.

Fai clic sulla posizione media

Quindi, ordina i risultati per “Posizione”:

Ordina per posizione

Quindi, cerca le parole chiave con una posizione media di 11-30.

Se ricevi clic da una parola chiave a pagina 2 o 3, puoi essere abbastanza sicuro che la parola chiave abbia un volume di ricerca decente.

Ad esempio, questa pagina di Backlinko si classifica al 12 ° posto per la parola chiave “Elenco di controllo SEO”.

Anche se sono sulla seconda pagina, ottengo ancora 24 clic e 2.792 impressioni al mese per quella parola chiave:

parola chiave negli strumenti per i webmaster di GoogleAbbastanza sicuro, secondo Ahrefs, quella parola chiave ottiene 1,7k ricerche mensili con un’offerta suggerita di $ 12.

"seo checklist" post - Volume di ricerca

Ciò significa che vale la pena spendere questa parola chiave a pagina 1.

Passaggio 2: identifica le pagine autorevoli sul tuo sito.

Puoi facilmente trovare le pagine del tuo sito con la maggior quantità di succo per passare in giro utilizzando uno strumento SEO chiamato Ahrefs .

Hai bisogno d'aiuto? Contattaci via Email: info.ibdi.it@gmail.com

Basta inserire l’URL della tua homepage nello strumento e fare clic su “Cerca”:

Ahrefs - Ricerca URL

Quindi fare clic su “Best By Links” nella barra laterale di sinistra:

Meglio per link

Questo ti mostrerà le pagine più autorevoli sul tuo sito:

Le migliori pagine per elenco di collegamenti

Passaggio n. 3: vai alle pagine di destinazione e aggiungi collegamenti interni.

Infine, aggiungi collegamenti interni da quelle pagine autorevoli alla pagina di destinazione che necessita di una spinta.

Collegamento interno

10. Aggiungi questa parola alla tua email di sensibilizzazione … e aumenta il tasso di risposta del 45%

Quando qualcuno vede un’e-mail pop nella sua casella di posta, vengono in mente due domande:

“Chi è questa persona?” e “Cosa vogliono?”

Più velocemente risponderai a queste domande nelle tue email di sensibilizzazione, migliore sarà il tuo tasso di risposta.

Ma come puoi farlo?

È facile: usa la parola “perché” all’inizio della tua e-mail.

Che ci crediate o no, la parola “perché” ha effetti sorprendentemente potenti sulla psicologia umana.

Una ricerca del Dr. Ellen Langer dell’Università di Harvard ha verificato se le persone in fila per usare una fotocopiatrice avrebbero lasciato un estraneo davanti a loro.

Ricerche più strane

Quando lo sconosciuto ha chiesto: “Posso usare la fotocopiatrice prima di te?”, Solo il 61% delle persone ha detto “sì”.

Ma quando lo sconosciuto ha chiesto: “Posso usare la fotocopiatrice davanti a te perché ho fretta ?”, L’89% ha detto di sì.

Percentuale di persone che diranno di sì

(È un aumento del 45% !)

Perché una differenza così grande?

Si scopre che la parola “perché” rende la tua richiesta più legittima.

Nel mondo della divulgazione, i messaggi legittimi ottengono risposte migliori.

(Basta guardare tutte quelle pessime presentazioni di guest post che inondano la tua casella di posta. Se davvero si prendessero il tempo di sembrare legittime, avrebbero prestazioni molto migliori)

Ecco un esempio di sensibilizzazione dei blogger che fa leva sulla parola “perché” all’inizio:

email di esempio di sensibilizzazioneLa persona che riceve quel messaggio sa perché li sto inviando un’email dopo due secondi di lettura.

Ma soprattutto, la parola “perché” rafforza la mia ragione per raggiungere come più legittimo.

11. Scrivi mini post sul blog per le descrizioni di YouTube

Non ho bisogno di dirti che i risultati dei video di YouTube stanno dominando la prima pagina di Google.

E considerando che Google possiede il popolare sito di video, è una tendenza che probabilmente non cambierà presto.

Ecco la parte migliore:

Esiste una tecnica estremamente semplice che può far classificare i tuoi video di YouTube per parole chiave competitive sia su YouTube che su Google: scrivi oltre 200 descrizioni di video di parole.

Quando la maggior parte delle persone carica un video su YouTube, lancia senza parole alcune parole nella casella della descrizione:

descrizione di YouTubeQuesto è un enorme errore.

Ricorda che Google non può guardare o ascoltare i tuoi contenuti video.

Al contrario, si basano su del video basato su testo titolo e una descrizione per determinare ciò che il video è su.

E questo contenuto di testo extra può aiutarti a classificare per le tue parole chiave target.

Ad esempio, ho recentemente pubblicato questo video che delinea alcune strategie di ottimizzazione dei motori di ricerca fai-da-te:

Ed ecco la descrizione per quel video:

descrizione del video di YouTubeCome puoi vedere, è una descrizione video di 200 parole di alta qualità (potresti anche aver notato che contiene più volte la mia parola chiave target, “SEO fai-da-te”).

E questa descrizione è uno dei motivi per cui il mio video è arrivato alla prima pagina di YouTube per la mia parola chiave target:

classifiche della prima paginaSe vuoi saperne di più su YouTube SEO, dai un’occhiata a questa guida dettagliata .

12. Ottimizza i contenuti per “SEO semantico”

Alcuni anni fa, Google ha lanciato un nuovissimo algoritmo di ricerca chiamato Hummingbird .

Google Hummingbird Wiki

Prima di Hummingbird, Google ha analizzato solo le singole parole chiave sulla tua pagina.

Ma grazie a questo nuovo algoritmo, Google ora può capire l’argomento della tua pagina.

(A proposito, la capacità dei motori di ricerca di comprendere argomenti e classificare i risultati della ricerca di conseguenza è chiamata: ” Ricerca semantica “)

La domanda è:

Come puoi ottimizzare i tuoi contenuti per Semantic SEO ?

Ecco la procedura dettagliata:

Innanzitutto, ottimizza la tua pagina in base alla parola chiave target come faresti normalmente.

Quindi, coprire gli argomenti secondari relativi alla parola chiave di destinazione. In questo modo, Google può comprendere appieno l’argomento della tua pagina (non solo la tua parola chiave).

Ad esempio, questa pagina sul mio sito è un elenco di 200 fattori di ranking di Google :

Backlinko - Google

Poiché copro gli argomenti secondari (come le penalità di Google e i fattori a livello di sito), Google sa di cosa tratta il mio contenuto.

E poiché Google può comprendere appieno l’argomento dei miei contenuti, classifica questa singola pagina per oltre 2.400 parole chiave (secondo SEMRush):

numero di parole chiave classificatePuoi trovare facilmente argomenti secondari usando uno strumento chiamato LSIGraph :

homepage di lsigraphQuesto strumento mostra argomenti secondari (e termini) correlati alla parola chiave digitata. E quando usi questi argomenti secondari nei tuoi contenuti, questi saranno ottimizzati per la ricerca semantica.

13. Incorporare parole chiave a coda lunga nei tag del titolo

Ecco l’accordo:

Se includi solo una parola chiave nel tag del titolo, stai lasciando MOLTO traffico del motore di ricerca sul tavolo (E no, non sto parlando del riempimento delle parole chiave).

Spiegherò: di recente ho pubblicato un post chiamato ” Case Study SEO White Hat: come ottenere un posizionamento n. 1 “.

La mia parola chiave target per quel post era “SEO cappello bianco”.

Quindi ho incluso la parola chiave “cappello bianco SEO” nel titolo del post.

Ma non mi sono fermato qui …

Mi sono reso conto che la parola chiave “case study SEO” ogni mese riceveva anche una discreta quantità di ricerche:

Volume di ricerca di case study SEO

Così ho deciso di incorporare quella parola chiave a coda lunga nel titolo del post sul blog:

Parola chiave coda lunga incorporata

E ho raggiunto il numero 5 per “Case study SEO” in poche settimane.

Come prevedibile, la parola chiave “case study SEO” è MOLTO meno competitiva di “SEO white hat”.

Per questo motivo, ho ottenuto traffico quasi istantaneamente dalla parola chiave “case study SEO”.

E poiché quella pagina ha accumulato collegamenti, si è fatta strada nella prima pagina per il “cappello bianco SEO”.

SERP SEO cappello bianco

Se avessi ottimizzato solo per il “cappello bianco SEO”, non avrei ricevuto NESSUN traffico fino a quando non avessi colpito la prima pagina per quel termine.

Fortunatamente, la mia parola chiave incorporata “caso di studio SEO” mi ha subito collegato al traffico.

Linea di fondo:

Trova lunghe code che puoi incorporare nei tuoi titoli.

Otterrai il traffico dei motori di ricerca più velocemente … e alla fine classificherai la pagina per più di un termine.

14. Hack Wikipedia per parole chiave e idee per argomenti

Vuoi trovare parole chiave non sfruttate che la tua concorrenza non conosce?

Quindi smetti di utilizzare Google Keyword Planner e utilizza invece questa tecnica SEO.

Certo, lo Strumento di pianificazione delle parole chiave è utile per le informazioni mensili sul volume di ricerca … ma è ORRIBILE nel generare nuove idee per le parole chiave.

Perché?

Bene, lo Strumento di pianificazione delle parole chiave offre solo variazioni MOLTO vicine alle parole chiave delle parole chiave seed.

Quindi, se inserisci una parola chiave seed come “perdita di peso”, verranno generate parole chiave MOLTO simili, come questa:

Se vuoi trovare parole chiave strettamente correlate alla tua parola chiave seed, ma non varianti chiare, hai bisogno di una mente umana.

O meglio ancora, le migliaia di menti umane che contribuiscono a Wikipedia.

Ecco come:

Vai su Wikipedia e inserisci una parola chiave (in questo esempio userò la parola chiave “assicurazione”):

ricerca di WikipediaQuindi, tieni d’occhio le sezioni della voce di Wikipedia che mostrano parole chiave e argomenti strettamente correlati.

Queste sezioni sono … La casella “Contenuti”:

indice di wikipediaCallout e barre laterali:

barra laterale di WikipediaLink interni:

link interni di WikipediaE sezioni “Vedi anche”:

Guarda ancheDi solito vieni a pugni di idee per parole chiave e argomenti da una singola voce di Wikipedia.

Se vuoi trovare ancora più idee per le parole chiave, fai clic su un link interno.

Quindi segui semplicemente la stessa procedura per quella voce di Wikipedia.

Risciacqua e ripeti.

15. Usa gli elenchi “Best of” per trovare fantastiche opportunità di link building

Questo è uno dei miei consigli SEO preferiti di tutti i tempi.

Se fai molto link building, sai che un elenco di blog di alta qualità e di nicchia è come il denaro in banca.

Quello che potresti non capire è che i blogger nella tua nicchia creano questi elenchi per te sotto forma di “best of” post sul blog.

I post di blog “Best of” sono semplicemente elenchi curati a mano dei migliori blog in un settore specifico.

Come puoi trovare questi post di blog “best of”?

Usa queste stringhe di ricerca:

  • “Blog [parole chiave] da seguire”
  • “Best [keyword] post 2020”
  • “I migliori blog [parole chiave] da seguire” + “2020”

Ad esempio, ho appena fatto una rapida ricerca di “blog di fitness da seguire”:

ricerca GoogleHo trovato questo elenco di 10 fantastici blog nello spazio fitness dopo circa 30 secondi di ricerca:

10 blog di fitness da seguire

Questi 25 blog sono luoghi PERFETTI da contattare per la prossima volta che desideri promuovere un contenuto o costruire una relazione a lungo termine.

16. Pubblica contenuti con almeno 1.800 parole

Non si può negarlo: contenuti più lunghi CRUSHES post di blog di 300 parole brevi.

In effetti, il nostro studio su 1 milione di risultati di ricerca di Google ha rilevato che il conteggio medio delle parole di una prima pagina di risultati di Google era di 1.890 parole.

02_Contenuto totale parole_line(I contenuti lunghi sono ottimizzati per i dispositivi mobili? In base ai nostri dati, sì. I contenuti più lunghi hanno prestazioni eccellenti anche per le ricerche sui dispositivi mobili).

Perché i post lunghi funzionano? Innanzitutto, i post lunghi mostrano a Google che stai fornendo informazioni approfondite per gli utenti.

Ma non è tutto:

Il contenuto approfondito lancia un importante passaggio emotivo che spinge le persone a condividere contenuti online: soggezione .

Il dott. Jonah Berger dell’Università della Pennsylvania ha scoperto che i contenuti suscitati da timore reverenziale aumentavano del 30% le probabilità di condividerli .

Come ci si può aspettare, è DAVVERO difficile innescare una sensazione di soggezione da un articolo di 350 parole …

… ma i pezzi di approfondimento funzionano come un fascino.

Ecco un errore SEO che vedo MOLTE persone fanno:

Supponiamo che tu abbia due link che puntano a una pagina del tuo sito … ed entrambi i link si trovano sulla stessa pagina.

A quale testo di ancoraggio fa attenzione Google? Il primo? Il secondo? Tutti e due?

Secondo la regola di priorità del primo collegamento , solo il primo collegamento.

Perché questo è importante?

Supponiamo che tu abbia una barra di navigazione sul tuo sito, in questo modo:

menu di navigazione di esempioPoiché la tua navigazione è nella parte superiore della pagina, Google vede prima quei link.

Ecco dove le cose si complicano:

Supponiamo che in un post del blog trascini un link alla tua pagina “Indice delle ricette”.

E quel link ha il testo di ancoraggio: “ricette sane”.

testo di esempio di ancoraggioSfortunatamente, il testo di ancoraggio “ricette sane” è ignorato da Big G.

Google conta solo il testo di ancoraggio che ha visto per primo: “Indice ricette”.

first_link_v1-01Takeaway importante :

Usa ancore ricche di parole chiave nella navigazione del tuo sito.

Come hai appena appreso, i link interni ricchi di parole chiave sottostanti non contano.

18. Crea le tue parole chiave

Questo è uno dei migliori consigli di SEO che sentirai mai:

Sei sempre al primo posto per le parole chiave che crei.

Di cosa sto parlando?

Quando crei qualcosa di veramente originale – come un marchio, un prodotto o un sistema passo-passo – sei l’unica persona che ottimizza per quel termine.

(Dopo tutto, l’hai inventato)

E se la tua creazione diventa popolare, ti ritroverai improvvisamente al primo posto per una parola chiave ad alto volume.

Lascia che ti mostri un esempio:

Qualche tempo fa ho pubblicato un post chiamato: Case Study di link building: come ho aumentato il mio traffico di ricerca del 110% in 14 giorni .

Post di tecnica del grattacielo

Ora avrei potuto ottimizzare il mio post attorno a una parola chiave come: “strategia di costruzione di link”.

Invece, ho deciso di creare la mia parola chiave: ” The Skyscraper Technique “.

Oggi ricevo un flusso costante di traffico organico dalle persone che cercano quella parola chiave che ho creato.

tendenze di googleCome puoi fare la stessa cosa?

La prossima volta che scrivi di una tecnica che hai creato, che si tratti di un suggerimento dietetico, di un hack di produttività o di un sistema per coltivare pomodori, chiamalo.

Se sei stato nel gioco SEO per un po ‘, sai che uno strumento per le parole chiave è buono solo come le parole chiave seed che hai inserito.

In altre parole:

Se usi le stesse parole chiave seed della concorrenza, vedrai le stesse parole chiave che fanno.

Fortunatamente, esiste uno strumento poco conosciuto che consente di aggirare questo problema: SeedKeywords.com .

Seedkeywords.com

Ecco come usarlo:

Per prima cosa, vai su Seed Keywords e crea uno scenario.

(Uno scenario è quello che qualcuno userebbe per trovare la tua attività online).

Le parole chiave creano scenari

Premi “crea il mio scenario” e otterrai un link speciale.

Collegamento parole chiave

Invia questo link ad amici, familiari e clienti target per vedere quali parole chiave utilizzerebbero:

Collegamento sekeykeywords selezionato

E otterrai un elenco di parole chiave seed predefinite che puoi inserire in Google Keyword Planner.

Ora è il momento della nostra prossima tecnica SEO attuabile …

20. Trova opportunità di costruzione di link specifici di nicchia utilizzando Flippa

Non ci sono dubbi:

Google sta dando sempre più peso alla pertinenza dei link che puntano al tuo sito.

Ma dove puoi trovare opportunità di link building specifiche per la tua nicchia? Flippa.com .

Capovolgi la homepage del sito

Flippa è come eBay per i siti Web.

Ed è uno dei posti migliori sul web per trovare opportunità di costruzione di link non sfruttate.

Perché?

Perché le persone che vendono il loro sito su Flippa forniscono ogni dettaglio su come hanno costruito il loro sito.

Ciò significa che spesso ti mostreranno le loro parole chiave, la strategia di marketing dei contenuti (e ovviamente) le fonti dei link.

È come un piano di marketing per contenuti scaricabili.

Ecco come farlo:

Vai su Flippa e fai clic su Siti Web -> Tutto :

capovolgere i siti WebSuccessivamente, inserisci una parola chiave che descriva l’ampia nicchia del tuo sito (in questo esempio userò il viaggio).

ricerca flippaVuoi anche impostare gli utenti mensili su almeno 500 al mese.

utenti mensiliEccone uno buono:

risultati di ricercaIl proprietario di questo sito fornisce in realtà un elenco di luoghi in cui ha ottenuto collegamenti editoriali:

elenco di link editorialiNon solo ti mostra da dove ha preso i suoi link … ma COME è stato in grado di ottenerli:

Frase PR(Molti venditori di Flippa sono altrettanto imminenti)

Ora sai che hanno acquisito quei collegamenti di qualità usando PR.

Ciò significa che hai un elenco di giornalisti aperti a coprire siti nello spazio di viaggio.

Sai dire jackpot?

21. Utilizza Google Search Console per ottenere più traffico (mirato)

Il Search Console di Google è uno dei migliori strumenti SEO sul mercato.

A differenza della maggior parte dei software SEO sul mercato, i dati che ottieni Google Search Console provengono direttamente da Google.

Detto questo, ci sono MOLTE funzioni all’interno del software … la maggior parte delle quali non ti serviranno.

Quindi lascia che ti mostri come catturare rapidamente più traffico utilizzando i dati che hai seduto nel tuo account in questo momento.

Innanzitutto, accedi e fai clic su “Performance” nella barra laterale:

Google Search Console: fai clic su "Rendimento" nella barra laterale

Quindi, cerca le parole chiave (GSC chiama queste “query”) che hai già classificato. In altre parole, parole chiave che generano il maggior numero di impressioni:

Google Search Console - Impressioni

Quindi, vedi quanti clic ottieni per alcuni di questi termini ad alta impressione. Se ricevi molte impressioni per una determinata parola chiave e non molti clic, significa che hai MOLTO potenziale per ottenere traffico per quel termine.

Devi solo aumentare le tue classifiche per quella parola chiave.

Ad esempio, ricevo MOLTE impressioni ma pochissimi clic per questa parola chiave (scusate, non riesco a rivelare la parola chiave. È una buona 🙂).

Google Search Console: impressioni e clic

Quindi, come puoi ottenere un posizionamento più elevato del tuo sito per quella parola chiave?

Ecco alcuni consigli:

  • Migliora la tua percentuale di clic. I ricercatori di Google probabilmente non stanno facendo clic sul risultato spesso come gli altri siti nella prima pagina.
  • Aggiungi più contenuti. Come ho già detto in precedenza, contenuti più lunghi = ranking di Google più elevato.
  • Includi contenuti multimediali visivi. Prova a creare contenuti con contenuti multimediali (come immagini e video). Questo tipo di contenuto tende a posizionarsi meglio dei contenuti con testo al 100%.
  • Crea collegamenti. Sì, i backlink sono ancora molto importanti. In generale, collegamenti più di alta qualità comporteranno classifiche più elevate.

Ecco il prossimo passo …

Ora voglio consegnartelo:

Quale delle 21 tecniche SEO del post di oggi proverai per prima?

Inizierai a pubblicare contenuti più lunghi?

O forse vuoi ottimizzare il tuo sito per Google RankBrain.

Ad ogni modo, fammi sapere lasciando un commento qui sotto adesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1550 shares
Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close