Cerca

17 consigli di Content Marketing fruibili per ottenere più traffico

17 Suggerimenti per il marketing di contenuti fruibili

Questo è un elenco di suggerimenti per il marketing di contenuti fruibili .

In effetti, queste stesse strategie hanno contribuito a far crescere il mio blog a 304.265 visite mensili:

Backlinko - Visite mensili

Quindi, se desideri più traffico da ogni contenuto che pubblichi, ti piacerà questo elenco di suggerimenti, tecniche e strategie.

Iniziamo.

1. Pubblica post “X vs. Y”

I post “X vs. Y” sono post come:

  • “Convertkit vs. MailChimp”
  • “Paleo vs. Keto”
  • “UberEats vs. Postmates”

E i post “X vs. Y” sono un ottimo modo per ottenere più traffico sul tuo sito.

Perché?

In primo luogo , le parole chiave X vs. Y non hanno molta concorrenza SEO.

Ad esempio, ho recentemente pubblicato un post ottimizzato attorno alla parola chiave ” Ahrefs vs. SEMRush “.

Backlinko: post Ahrefs vs. SEMrush

Abbastanza sicuro, quella pagina è arrivata in cima a Google nel giro di poche settimane.

SERP per Ahrefs vs SEMrush

In secondo luogo , le persone che cercano parole chiave “X vs. Y” tendono ad essere piuttosto avanzate.

Pensaci in questo modo:

Qualcuno che cerca “Ahrefs vs. SEMRush” conosce già il SEO. Stanno solo cercando lo strumento migliore.

Ecco perché i CPC con parole chiave “X vs. Y” tendono ad essere molto alti.

Aweber vs. Mailchimp - CPC

Questo è un modo FACILE per ottenere più risposte alle tue email di sensibilizzazione.

Tutto quello che devi fare è aggiungere collegamenti ai tuoi profili social nella tua firma.

Aggiungi collegamenti ai tuoi profili social nella tua firma

Sul serio. Questo è tutto.

E ci sono dati per il backup.

Quando abbiamo collaborato con Pitchbox per analizzare oltre 10 milioni di e-mail di sensibilizzazione, abbiamo scoperto che i collegamenti al profilo social hanno aumentato i tassi di risposta fino al 9% .

Il collegamento ai profili social può migliorare leggermente i tassi di risposta di sensibilizzazione

I nostri dati hanno anche mostrato che l’aggiunta di un link al tuo profilo Instagram sembra fare la differenza più grande.

I collegamenti a Instagram, LinkedIn e Twitter possono portare a più risposte di sensibilizzazione

Il che ci porta a …

3. Utilizzare lo strumento Animalz Revive

Ho aumentato il mio traffico organico del 260% semplicemente aggiornando e rilanciando un vecchio post .

Aumento organico del traffico per White Hat SEO

La domanda è:

Come fai a sapere su quali post lavorare prima?

Invio: lo strumento (gratuito) Animalz Revive .

Strumento di rianimazione Animalz

Questo strumento utilizza Google Analytics per trovare le pagine con il maggiore calo di traffico.

Animalz revive - Consigli

Quando trovi una pagina che sta cadendo, hai due opzioni:

Puoi rinnovare e riavviare il post come se fosse nuovo di zecca.

Ad esempio, aggiorniamo e rilanciamo la nostra ” Guida al SEO quest’anno ” ogni novembre.

Backlinko - SEO Quest'anno

Oppure puoi aggiornare tranquillamente i tuoi contenuti. In effetti, l’anno scorso abbiamo fornito alla nostra guida per la pubblicazione degli ospiti un aggiornamento necessario.

Backlinko: la guida definitiva al blog degli ospiti

E quel singolo aggiornamento ha aumentato il traffico dei motori di ricerca verso quella pagina del 17,68%.

Ricerca aumento del traffico per la guida al blog degli ospiti

4. Prova la formula PBC

Le presentazioni dei post sul tuo blog sono ENORMI.

Dopotutto, sono la prima cosa che le persone vedono quando arrivano al tuo post.

Sfortunatamente, la maggior parte delle introduzioni sui post sul blog sono troppo lunghe.

Intro post lungo

Bene, di recente ho sviluppato una breve formula introduttiva per post di blog che funziona GRANDE.

Lo chiamo: “La formula PBC”.

La formula PBC

Ecco il dettaglio completo.

Innanzitutto, visualizzi rapidamente l’ anteprima del tuo post.

Introduzione ai post sul blog - Anteprima

Quindi, elencherai una serie di vantaggi che qualcuno otterrà dalla lettura del tuo post.

Introduzione al post sul blog - Vantaggi

Infine, chiudi le cose con un invito all’azione .

Blog post introduzione - CTA

Questo è tutto quello che c’è da fare.

5. Pubblica “Power Posts”

Quando abbiamo unito le forze con BuzzSumo per analizzare quasi 1 miliardo di articoli , è emerso un risultato:

Un numero molto limitato di “Power Posts” guida la maggior parte della condivisione sociale online.

Post di potenza

I nostri dati hanno mostrato che l’1,3% degli articoli pubblicati sono responsabili del 50% delle condivisioni sui social media.

Chiamo questi articoli ad alte prestazioni “Power Posts”.

Per essere chiari:

Non esiste una formula per la creazione di contenuti che verranno condivisi come un matto.

(Se ci fosse, lo farebbero tutti 😀)

Ma quando pubblichi epici post di potere, aumenti le probabilità che le persone condividano le tue cose.

Ad esempio, abbiamo recentemente pubblicato un post di alimentazione chiamato: ” Come scrivere un post sul blog: la guida definitiva “.

Backlinko - Scrivi una guida ai post sul blog

Questo singolo post ha impiegato 50 ore di lavoro .

  • 20 ore per scrivere il post
  • 15 ore per la progettazione di illustrazioni e immagini
  • 10 ore per acquisire e modificare schermate
  • 5 ore per codificare e assemblare la pagina

Ma alla fine, quel duro lavoro ha dato i suoi frutti.

Il nostro Power Post ha attirato 10.555 visitatori solo nella prima settimana.

Scrivi un post sul blog - Visitatori della prima settimana

E una buona parte di quei visitatori proveniva da tutte le condivisioni che abbiamo ottenuto su Twitter, Facebook e LinkedIn.

Scrivi una guida ai post sul blog - Azioni

In effetti, quella singola pagina ha 5369 condivisioni social totali .

Scrivi una guida ai post sul blog: condivisioni social

Affrontiamolo:

La maggior parte degli argomenti sono SUPER competitivi.

Ad esempio, prendi una parola chiave di nicchia come “seo site check up”.

Secondo Ahrefs , questa parola chiave ottiene solo 90 ricerche al mese.

Ahrefs - volume di ricerca "seo site check up"

E ha un punteggio di difficoltà della parola chiave di 86.

Ahrefs - "seo site check up" - Difficoltà delle parole chiave

Oggi è la stessa storia con la maggior parte degli argomenti.

Quando scrivi un articolo su qualcosa, ci sono già centinaia (o addirittura migliaia) di post sull’argomento.

Qual è la soluzione?

Scrivi su argomenti di tendenza.

Gli argomenti di tendenza sono argomenti popolari che non sono super competitivi (ancora).

E se vuoi trovare argomenti di tendenza, ti consiglio di provare uno strumento gratuito chiamato ExplodingTopics.com .

Temi che esplodono - Home page

Questo strumento elenca gli argomenti che stanno crescendo rapidamente in 29 diverse categorie.

Argomenti che esplodono: panoramica delle parole chiave

In questo modo, puoi lanciarti su questi argomenti prima che decollino davvero.

7. Includi contenuti nativi con le condivisioni social

“Condividi i tuoi contenuti sui social media” era un utile suggerimento per il marketing dei contenuti.

Non più.

Oggi, la maggior parte degli algoritmi dei social media ( come Facebook ) seppellisce i post che inviano gli utenti fuori dalla loro piattaforma.

Gli algoritmi dei social media preferiscono i contenuti nativi

Anche se non c’è modo di aggirare completamente questo, di recente ho trovato una piccola scappatoia che aiuta:

Pubblica contenuti nativi con il tuo link.

Ad esempio, i miei post sui social media erano solo il titolo del mio post sul blog e un link.

Condivisione social solo con link

E questi post sarebbero BURIED.

Oggi scrivo un po ‘di contenuto nativo per andare d’accordo con il post.

Questo contenuto nativo offre agli algoritmi dei social media ciò che vuole (contenuto originale e coinvolgimento).

E una volta che il post inizia a diffondersi sulla piattaforma, ottieni ciò che desideri (più traffico al tuo post).

Ad esempio, questo post di LinkedIn ha ottenuto oltre 41.000 visualizzazioni.

Visualizzazioni post su LinkedIn

E questo è dovuto principalmente al fatto che il post non era solo un link al mio sito.

Il mio post aveva un po ‘di contenuti preziosi da abbinare al mio link.

Contenuti preziosi nei post di LinkedIn

8. Utilizzare i post del lucchetto

Potresti aver notato questi post in grigio nel feed del blog di Backlinko.

Lucchetto su Backlinko

Internamente, chiamiamo questi “lucchetti”.

Sono praticamente normali post sul blog a cui solo gli abbonati e-mail di Backlinko possono accedere.

E quando qualcuno fa clic su un lucchetto, appare un piccolo popup che richiede la sua e-mail.

E mentre è ancora presto, questi sembrano funzionare DAVVERO bene.

In effetti, questo Padlock Post ha portato finora 1.614 abbonati e-mail.

Lucchetto post - Abbonati e-mail

Non male.

9. Includi una parola chiave nel tuo URL

Gli URL ricchi di parole chiave non sono solo per SEO on-page .

(Anche se sicuramente aiutano anche con quello).

A quanto pare, includere una parola chiave nel tuo URL può aumentare la percentuale di clic organica fino al 45% .

Gli URL ricchi di parole chiave si collegano a una percentuale di clic organica più elevata

Dovrei sottolineare qualcosa:

Il tuo URL non deve essere una corrispondenza 1: 1 per la parola chiave che qualcuno sta cercando.

Finché il testo nel tuo URL è simile alla parola chiave, di solito otterrai un buon incremento del CTR.

Il nostro metodo per vedere se gli URL ricchi di parole chiave hanno avuto un impatto positivo sul CTR

Ad esempio, qualche mese fa ho pubblicato un post chiamato: ” 17 modi per migliorare le classifiche SEO “.

Backlinko - Migliora il tuo post SEO

La mia parola chiave target per quel post è: “Migliora le classifiche SEO”.

Migliora le classifiche SEO - Parola chiave nel titolo

Anche se il mio URL non contiene quel termine esatto, è abbastanza vicino.

Migliora il tuo SEO - Parola chiave nell'URL

10. Aggiungi altri tagli ai tuoi contenuti video

Le persone vogliono video che si muovono VELOCEMENTE.

Questo è qualcosa con cui ho lottato quando ho iniziato a girare video.

Volevo che i miei video sembrassero “naturali”. Quindi ho filmato interi video di YouTube con solo uno o due tagli.

E questo ha fatto muovere i miei video SUPER lentamente. I miei video erano pieni di “umms”, “aaahs” e “sai” che hanno rallentato le cose.

Oggi, i miei video hanno 80-100 tagli ciascuno.

In questo modo, ogni video si muove a un ritmo super rapido.

Il che aiuta la mia fidelizzazione del pubblico a rimanere gentile e alta.

Fidelizzazione del pubblico dei video di YouTube

11. Scrivi titoli più lunghi

Vuoi ottenere più condivisioni social dai tuoi contenuti?

Prova a scrivere titoli più lunghi.

Lo studio BuzzSumo che ho citato in precedenza ha scoperto che titoli più lunghi sono fortemente correlati con alti livelli di condivisione sociale.

Questo era vero quando abbiamo misurato la lunghezza del titolo in termini di conteggio delle parole:

I titoli lunghi sono correlati con una maggiore condivisione sociale

E il conteggio dei personaggi:

I titoli lunghi (oltre 80 personaggi) sono correlati con più azioni social

Abbiamo effettivamente scoperto che i titoli lunghi generano in media il 76% di azioni in più rispetto ai titoli brevi.

Ad esempio, questo titolo di uno dei nostri post è di 15 parole.

Post Statistiche velocità pagina - Titolo

Il che potrebbe aver aiutato quella posta a raccogliere 2036 condivisioni.

Post sulle statistiche della velocità della pagina: condivisioni social

12. Ottimizza le parole chiave non sfruttate

La maggior parte degli strumenti di ricerca per parole chiave presenta lo stesso problema:

Mostrano a tutti lo stesso identico insieme di parole chiave!

E se ci fosse un modo per trovare parole chiave non sfruttate che i tuoi concorrenti non hanno ancora trovato?

Bene, c’è.

Ecco come farlo:

Innanzitutto, accedi a Google Keyword Planner .

Quindi, fai clic sulla scheda “Inizia con un sito Web”.

Keyword Planner - Inizia con un sito Web

Ed entra nella homepage di un concorrente …

Keyword Planner: inserisci il sito web

… o un post sul blog.

Keyword Planner - Inserisci post sul blog

E lo strumento eseguirà la scansione della pagina alla ricerca di idee per le parole chiave

Idee che la maggior parte delle persone non vede.

Keyword Planner - Idee per le parole chiave

Molto bello.

13. Utilizzare i modelli di post sul blog

I modelli possono REALMENTE aiutarti a ridimensionare il tuo content marketing.

Ad esempio, ogni volta che inizio un nuovo post, non apro un documento Google vuoto.

Invece, lavoro da uno dei nostri modelli di post di blog comprovati .

Ad esempio, quando mi siedo per scrivere un case study, utilizzo questa cartella di lavoro in PDF per aiutarmi a ottenere le parti importanti su carta.

Foglio di lavoro PDF del case study

Quindi, lo trasferisco su un documento Google e inizio a scrivere.

In effetti, lavorare da una serie di modelli ci ha aiutato ad ampliare il nostro programma di pubblicazione. Una volta al mese pubblicavamo un nuovo post. Ora pubblichiamo un nuovo post ogni 2 settimane.

14. Usa i titoli emotivi

Secondo la nostra analisi di 5 milioni di risultati di ricerca di Google , i titoli che racchiudono un pugno emotivo ottengono più clic.

I titoli emotivi hanno una percentuale di clic organica più elevata

Detto ciò:

È possibile che i tuoi titoli siano TROPPO emotivi.

Lo stesso studio ha scoperto che i titoli con “Power Words” avevano un CTR più basso .

Le parole di potere nei tag del titolo sono state correlate con una percentuale di clic inferiore

Quindi raccomando di usare titoli che abbiano un sentimento emotivo. Ma se esageri, il tuo CTR può iniziare a soffrire.

Ad esempio, questo titolo è emotivo. Ma non è “clickbaity”.

NerdFitness - Titolo emotivo

15. Ottimizza le parole chiave del marchio

“Parole chiave di marca” sono proprio come sembrano:

Sono parole chiave ottimizzate per marchi e prodotti .

Ecco un esempio di uno dei nostri post ottimizzato attorno a una parola chiave di marca.

Backlinko - Guida BuzzSumo

Quindi: perché ottimizzare i contenuti del tuo blog in base alle parole chiave del marchio?

Perché di solito NON sono competitivi.

Ad esempio, prendi una parola chiave come “BuzzSumo”.

Secondo Ahrefs, quella parola chiave ottiene 49K ricerche al mese. E ha anche un CPC decente.

Ahrefs - BuzzSumo - Volume di ricerca e CPC

Nonostante questi numeri impressionanti, la difficoltà delle parole chiave su questo termine è solo 13.

Ahrefs - BuzzSumo - Difficoltà delle parole chiave

Il rovescio della medaglia delle parole chiave del marchio è che non ti classificherai mai al primo posto in Google per quel termine.

E a seconda delle SERP per quella parola chiave del marchio, potresti non essere in grado di decifrare le prime 3.

Ad esempio, abbiamo pubblicato questa guida su Google Search Console lo scorso anno.

Backlinko - Guida di Google Search Console

E considerando che i primi 5 risultati sono tutte le pagine di Google.com, il n. 6 è alto quanto questa pagina sarà mai classificata.

Anche così, quel post porta ancora 1.126 visitatori al mese da Google.

Guida di Google Search Console - Visitatori mensili

16. Racconta storie interessanti nei video di YouTube

Una delle cose potenti di YouTube è che è un mezzo molto personale.

A differenza di un post sul blog, qualcuno ti sta effettivamente guardando consegnare il tuo messaggio.

Il che lo rende il posto perfetto per abbassare la guardia. E rivela alcune curiosità personali su di te.

Ad esempio, provo a includere una piccola storia di 30-60 secondi in ognuno dei miei video di YouTube.

La maggior parte di queste storie condivide il modo in cui inizialmente ho lottato con l’argomento che sto trattando in quel video.

In questo modo, non arrivo come se alcuni sapessero tutto.

Dimostra che, come chiunque, ho dovuto imparare le cose attraverso prove ed errori.

Finché queste storie sono brevi e riguardano il tuo argomento, scoprirai che il tuo pubblico le apprezzerà.

Commento di YouTube relativo a una storia

17. Scrivi descrizioni meta avvincenti

No, Google non utilizza il tag meta description per comprendere il contenuto della tua pagina.

Ma gli utenti usano la tua descrizione per capire quale risultato fare clic su.

Le pagine con una descrizione meta hanno un CTR medio più elevato rispetto alle pagine senza una descrizione

Adesso:

La copia nel tuo metatag dipenderà molto dalla pagina.

Ma ecco un modello che tende a funzionare bene:

Meta Descrizione Template Formula

Ed ecco un esempio di quel modello in azione.

Formula di descrizione meta in azione

Bonus n. 1: Reverse Engineer Your Competition

C’è un posto per l’originalità.

E pensiero creativo.

Ma c’è anche un posto per copiare direttamente ciò che fanno i tuoi concorrenti.

E non hai nemmeno bisogno della loro password di Google Analytics per farlo.

In realtà, ci sono un sacco di fantastici strumenti di marketing dei contenuti che ti mostreranno cosa sta già funzionando per qualcun altro.

Se il tuo obiettivo principale è la costruzione di link , Dettagliato.com ti mostra da dove i blog più importanti in quasi tutte le nicchie ottengono i loro link.

Collegamenti Hubspot da Dettagliato

E se vuoi vedere i contenuti più condivisi di un sito specifico, BuzzSumo è lo strumento che fa per te.

BuzzSumo - Backlinko, i contenuti più condivisi

O forse vuoi vedere le pagine di un sito che portano il traffico più organico. Bene, Ahrefs può collegarti con queste informazioni.

Ahrefs - Prime pagine per traffico organico

Bonus n. 2: Crea pagine statistiche

Le pagine delle statistiche sono un ottimo modo per creare backlink senza bisogno di fare un sacco di sensibilizzazione.

Ecco perché:

Le pagine delle statistiche sono ottimizzate attorno alle parole chiave “[Argomento] + statistiche”.

E chi tende a cercare parole chiave “[Argomento] + Statistiche”?

Esatto: blogger e giornalisti!

E quando usano una delle tue statistiche nel loro articolo, di solito rimandano alla tua pagina delle statistiche.

Ad esempio, alcuni mesi fa abbiamo pubblicato questo elenco di statistiche di email marketing .

Backlinko - Post sulle statistiche di marketing via email

E ha colpito rapidamente la prima pagina per le parole chiave che i blogger e i giornalisti cercano (come “statistiche di email marketing”).

SERP - Statistiche di email marketing

Il che lo ha aiutato a raccogliere alcuni collegamenti solidi, come questo:

Statistiche di email marketing - Backlink

Bello.

Cosa pensi?

Ora vorrei consegnarti le cose:

Quale suggerimento per il marketing dei contenuti di questo elenco era il tuo preferito?

O forse hai un suggerimento che non ho trattato qui.

Ad ogni modo, fammi sapere e lascia un commento qui sotto.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close