Cerca

12 motivi per cui la tua strategia SEO sta fallendo

Ecco un lampo di notizie per te: la tua strategia SEO non sta fallendo perché Google l’ha presa per te o perché stai soffrendo di qualche penalità misteriosa.

Anche se può essere allettante spiegare l’incapacità del tuo sito Web di avanzare nelle SERP organiche come causata da fattori al di fuori del tuo controllo, la realtà è che ci sono molte ragioni molto più banali che le campagne SEO falliscono.

Dai un’occhiata al seguente elenco e applicali alle tue frustrazioni della tua campagna prima di saltare sul carro “bash Google”!

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

1) Stai usando tattiche obsolete

La SEO cambia ogni giorno perché Google e gli altri motori di ricerca aggiornano costantemente i loro algoritmi. Quindi, se pensi che il tuo SEO non funzioni, dai un’occhiata alle tattiche che stai usando e vedi se sono semplicemente obsolete.

Ecco alcuni esempi di tattiche SEO obsolete nel 2019:

  • Macchine per contenuti . Giusto. Non sto dicendo che il marketing dei contenuti non funziona più, ma far girare grandi quantità di contenuti di bassa qualità a $ 5 per post non funziona più. Se non stai rispondendo alle domande più ardenti dei tuoi utenti, non aspettarti che Google mostri la tua pagina nelle SERP.
  • Solo parole chiave a coda lunga . Se stai creando molte piccole pagine da classificare per una specifica parola chiave a coda lunga, sarai schiacciato. Man mano che i marchi salgono ai vertici, utilizzare la tecnica del grattacielo  è una scommessa migliore. Dai un’occhiata a uno dei post sul grattacielo di Brian Dean (che ha inventato il termine / tecnica):immagine6 3Questo è un post individuale sul suo sito Web e genera oltre 1.000 visite al mese e si classifica per oltre 450 parole chiave. Quanti post sul blog hai visto generare così tanto traffico e classifica per così tanti termini ?!
  • Ripieno di parole chiave.  Questo è stato superato da molto tempo ormai. Se stai semplicemente ripetendo ripetutamente una parola chiave su una pagina senza che sia inserita in un contesto utile, non solo non sarà di aiuto, ma potrebbe anche farti ottenere una sanzione di Google.
  • Costruire collegamenti poveri . Non puoi semplicemente comprare link. Devono essere di alta qualità e provenienti da una fonte autorevole. Il numero 7 in basso illustra l’aspetto di un buon collegamento, oltre a un cattivo collegamento!

Se desideri tutte le migliori tattiche SEO che funzionano ancora nel 2019, assicurati di dare un’occhiata alla guida definitiva alle tecniche SEO  che abbiamo creato!

Dive Deeper:

2) L’esperienza utente del sito Web (UX) è scadente

La SEO è molto più che trucchi e link in entrata. Per attirare l’attenzione di Google nel 2019, i tuoi clienti devono amare il tuo sito web.

Quindi, se il tuo SEO non riesce, controlla il tempo di permanenza del tuo sito. Se il tuo cliente medio trascorre almeno 10 minuti sul tuo sito web, Google ti classificherà molto più in alto rispetto al tuo concorrente il cui pubblico rimane solo per 10 secondi.

Ecco alcuni modi semplicissimi per aumentare la tua UX:

  • Migliora la velocità del sito . Sapevi che per ogni secondo che una pagina di Amazon impiega per caricare perdono $ 1,6 miliardi di vendite ? Quindi accelera il tempo di caricamento della tua pagina! Questa è una vittoria così facile, sembrerebbe sciocco non farlo. Puoi controllare la velocità del tuo sito utilizzando uno strumento sviluppato da Google chiamato PageSpeed ​​Insights , che è gratuito.
  • IMMAGINE VELOCITÀ DEL SITO
  • Usa più media.  Se non ci sono immagini interattive o altrimenti coinvolgenti sul tuo sito Web, i tuoi sforzi SEO saranno danneggiati. Includere video, immagini e grafici oltre a sfruttare lo spazio bianco contribuirà ad aumentare l’esperienza dell’utente (che, a sua volta, migliora il tempo di permanenza).
  • Ottimizza i tuoi titoli . Il titolo del tuo articolo deve descrivere di cosa tratta la pagina, quindi non avere un titolo chiamato Le 10 migliori panetterie di Los Angeles  e quindi fare in modo che un lettore faccia clic su un articolo che descrive i dieci migliori prodotti da forno a Los Angeles. Dai loro esattamente quello che dici che farai.

Se il tuo sito Web è ottimizzato per Google piuttosto che per i clienti, avrai difficoltà a raggiungere uno di questi tre fattori, poiché i consumatori hanno un sesto senso per filtrare i siti che ci sono per ragioni sbagliate. Ricorda, i tuoi consumatori stanno acquistando da te, non da Google!

Dive Deeper:

3) Non hai installato Analytics e il monitoraggio degli obiettivi installati

Se non ti sei nemmeno preso la briga di impostare l’analisi dei siti Web, come puoi essere sorpreso dal fatto che la tua campagna SEO stia fallendo ?! I programmi di analisi e monitoraggio degli obiettivi ti forniscono tutte le informazioni necessarie per determinare cosa funziona e cosa non funziona sul tuo sito.

Inizia con la configurazione di Google Analytics  e Google Search Console . Se non sei sicuro di come configurare Google Analytics, consulta questa guida.  Se non sai come configurare Search Console, ecco una guida su questo.

Una volta fatto ciò, assicurati di monitorare questi elementi in Google Analytics :

  • Conversione visitatore nuova o unica
  • Fonti per il traffico in entrata
  • Interazioni per visita (pagine / sessioni)
  • Ritorna la conversione dei visitatori
  • Valore per visita
  • Frequenza di rimbalzo
  • Costi per la generazione di piombo (costi per conversione)
  • Esci dalle pagine
  • Visualizzazioni di pagina
  • Durata media della sessione

Operare in assenza di queste informazioni è simile a guidare un’auto senza lo specchietto retrovisore: non saprai perché la tua campagna non sta funzionando fino a quando non guarderai al passato per vedere come le scelte precedenti hanno influenzato le tue prestazioni attuali!

Quindi assicurati di sfruttare il tuo account Google Analytics. Una volta che ti senti a tuo agio, puoi anche iniziare a conoscere le impostazioni avanzate e altri strumenti interessanti per far crescere la tua attività.

Dive Deeper: creazione di canalizzazioni e obiettivi di Google Analytics: una guida dettagliata

4) La tua nicchia è troppo competitiva

Puoi collegarti per anni cercando di far sì che un sito nelle industrie finanziarie e del benessere competitive si collochi bene tra i suoi concorrenti meglio affermati, ma – sfortunatamente – potresti non vedere mai i tuoi sforzi ripagare. Mentre potresti pensare che il tuo SEO non stia funzionando, il problema potrebbe essere che il SEO non è una tattica che puoi usare per crescere.

Quindi questo non significa che è ora di gettare la spugna e dire di dimenticarlo per il SEO? Bene, non esattamente. Hai ancora bisogno di un sito Web di qualità che sia ben ottimizzato e offra un’esperienza utente amichevole e utile.

Devi ancora avere tutte queste cose a posto , solo ora devi spostare il tuo pensiero da “SEO è la chiave del mio successo” a “SEO è una piattaforma su cui posso iniziare a costruire il successo”:immagine1 1

Ora che hai un sito web intuitivo, puoi implementare alcuni contenuti di marketing sotto forma di post di blog, podcast, video, ecc.

Un tempo eri in grado di ottimizzare un sito Web per la SEO per ottenere tonnellate di traffico, ma ora devi effettivamente essere l’eroe del tuo cliente per classificare. La buona notizia è che una volta che sarai in grado di costruire un seguito fedele, non dovrai preoccuparti di generare costantemente nuovi contatti.

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

5) Sei troppo concentrato sulle parole chiave

Siamo stati in grado di lanciare una pagina su una parola chiave a coda lunga super specifica e di vederla classificare in pochissimo tempo, anche se eravamo in competizione con grandi marchi.

Se lo stai ancora facendo, non c’è da meravigliarsi se il tuo SEO non sta funzionando. Nel 2019 è cambiato. Ora sono i grandi marchi che finiscono sempre al top, non importa quanto sia specifico il tuo post.

I marchi saliranno ai vertici. Quante volte lo hai sentito? Indovina un po? È vero!

Se ti stai concentrando sul posizionamento per le parole chiave a coda lunga, soffrirai. Certo, potresti avere un ottimo articolo sulla parola chiave “scarpe blu da donna in vendita” e il tuo titolo potrebbe persino corrispondere esattamente. Ma ciò non significa che ti classificherai per questo.

Controlla la SERP per quella parola chiave. Nessuno dei risultati è una corrispondenza esatta. Invece, Google sceglie di mostrare grandi marchi:

immagine14 1

Cosa  puoi fare per diventare un grande marchio?  Ecco alcuni modi per farlo:

  • Produrre grandi contenuti . Se riesci a rispondere a tutte le domande che i tuoi clienti pongono in uno stile accurato, aggiornato e personale, non dovresti avere troppi problemi a ottenere un seguito che ti aiuterà a far crescere il tuo marchio. Prova a utilizzare la nostra  tecnica di germinazione dei contenuti  per creare infiniti pezzi di contenuti sorprendenti.
  • Associato a marchi più grandi . Questo può essere fatto attraverso la pubblicazione degli ospiti sui siti dei leader del settore, con un influencer sul tuo podcast o altri modi creativi. Se non hai un trade uniforme da offrire (potrebbero non voler rinunciare al loro tempo), pensa a come puoi renderlo prezioso per quella persona. Potete offrire loro marketing di contenuti gratuiti? Cosa fai bene?
  • Sii un grande narratore . La sensazione di YouTube  Tim Schmoyer ha condiviso in un podcast di Growth Everywhere  che il modo migliore per creare un seguito è raccontare storie super credibili. Anche se la tua concorrenza ha un SEO migliore o una guida più approfondita, potresti comunque riuscire a batterli se riesci a creare un legame più forte con il tuo pubblico.

Dive Deeper:

6) Le tue parole chiave target non ricevono abbastanza volume di ricerca

Il volume di ricerca delle parole chiave è difficile da misurare con precisione, ma ciò non significa che non dovresti misurarlo affatto! Lascia che ti racconti una storia di quando ho fallito in SEO (puoi ascoltarla anche su Marketing School ).

Volevo creare un sito web sugli spettacoli di luci, quindi l’ho costruito ed aveva solo un mese quando era classificato per il termine “video di Lightshow”. Ma indovina un po? Non ha avuto traffico!

Perché? Perché nessuno stava cercando il termine “video di Lightshow”. Non importa se hai un post sul blog di 8.000 parole con i contenuti più incredibili se nessuno sta cercando ciò di cui stai parlando.

Potrebbe non essere che le tattiche SEO che stai utilizzando stiano fallendo. Molte campagne falliscono perché le classifiche elevate ricercate dai loro manager provengono da parole chiave che semplicemente non vengono ricercate dagli utenti normali. Può essere facile saltare in cima alle SERP per queste query, ma se vuoi che queste prime classifiche si trasformino in traffico reale, assicurati che ognuna delle parole chiave che stai prendendo di mira abbia un volume di ricerca coerente con gli obiettivi del tuo sito web prima  di iniziare a lavorare sulla tua campagna.

Ma le parole chiave con un volume di ricerca elevato di solito hanno un punteggio di difficoltà delle parole chiave molto elevato, quindi non è meglio attenersi a parole chiave con un volume di ricerca basso?

immagine7 3

Bene, nel 2019, stai meglio creando una guida super approfondita che abbia come target una parola chiave ad alto volume, anche se è una parola chiave a difficoltà piuttosto elevata. Se è davvero dettagliato, dovrebbe essere classificato per alcune parole chiave anche se non ottiene la parola chiave ad alta difficoltà. Rivedi il tuo post tra circa sei mesi e vedi quali parole chiave sono rimaste bloccate. Quindi prova a utilizzare una strategia di rinnovamento del contenuto per aggiornarli e ottimizzarli per quelle parole chiave.

È così che Brian Dean di Backlinko ha  avuto successo. Ha solo circa 50 post sul blog, ma sono estremamente accurati e quindi coprono molte parole chiave.

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

7) Stai costruendo i collegamenti sbagliati

Sì, stai creando collegamenti. È fantastico. Ma sulla scia degli aggiornamenti di Panda e Penguin, è importante essere consapevoli del fatto che non è possibile creare solo vecchi collegamenti che ti piacciono.

Quelle promozioni “10.000 link per $ 10” che hai usato per acquistare? Su. I link del profilo spam che hanno sparato i tuoi vecchi siti fino alla cima delle SERP? Anche fuori.

Ecco alcune tattiche di link che dovresti evitare:

  • Link Directory . Google non è uno sciocco. Non valuterà un collegamento inserito in una directory con centinaia di altri collegamenti.

immagine11 2

  • Collegamenti in piè di pagina . Se hai un sito web che ti collega esternamente dal piè di pagina, questo potrebbe potenzialmente danneggiarti. Se vedi un gran numero di questi tipi di link o altri link spam, sentiti libero di rinnegarli nella tua Console di ricerca di Google ( istruzioni su come farlo qui ). Tuttavia, Google afferma che “Nella maggior parte dei casi, Google può valutare quali link fidarsi senza ulteriori indicazioni, quindi la maggior parte dei siti non dovrà utilizzare questo strumento”.
  • NoFollow Links . Se qualcuno lascia cadere il tuo link, ma “non lo segue”, il tuo sito web purtroppo non riceverà un grande impulso. È importante chiedere se il tuo collegamento verrà seguito prima di pubblicare un post ospite. Come si controlla se un collegamento viene seguito o non seguito? Basta scaricare l’ estensione di Chrome “NoFollow”  e verrà racchiuso in rosso tutti i collegamenti nofollow. Ecco un esempio:estensione cromata nofollow link
  • Sito Web DA basso . Se hai molti link da siti Web con autorità di basso dominio, questo non ti danneggerà necessariamente, ma non aumenterà nemmeno esattamente il tuo sito web. Se stai creando collegamenti e desideri controllare il DA di un sito Web, scarica l’ estensione Chrome di MozBar  che ti permetterà di vederlo nelle SERP di Google:

immagine8 3

Puoi anche vedere il DA sotto l’URL nella parte superiore della pagina di un sito Web: assicurati di aver effettuato l’accesso per vederlo:

image2 3

Se vuoi vedere i link che hai già, accedi a SEMrush  e digita il nome del dominio. Quindi vai a Backlink> Domini di riferimento> sotto la freccia a discesa del punteggio dell’autorità accanto al numero> DA

Backlink SEMrush

  • Argomento irrilevante . Se sei un panificio e hai un link che rimanda al tuo sito Web da Apple (il negozio di elettronica), non ti aiuterà. Perché? Sicuramente hanno un ottimo DA e sono famosi, ma gli argomenti sono completamente diversi, quindi Google non ti vedrà come una delle maggiori autorità nel settore dei prodotti da forno.
  • Collegamenti reciproci . Uno studio condotto da Ahrefs mostra che mentre i collegamenti reciproci sono comuni tra le pagine di alto livello, questo è spesso qualcosa che si verifica naturalmente all’interno di un settore. Tuttavia, i collegamenti reciproci sono in effetti contrari alle linee guida di Google e, pertanto, l’invio di e-mail come “Se mi colleghi a me collegherò a te” dovrebbe essere evitato a tutti i costi.        image9 1

Il nome del gioco ora è link di alta qualità e dall’aspetto naturale, quindi se non sei disposto a dedicare il tempo necessario (o pagare qualcun altro per farlo), non essere sorpreso quando le tue campagne SEO alla fine falliscono .

Dive Deeper:

8) Stai ottimizzando troppo il testo di ancoraggio

Un’altra lezione post-Penguin che tutti i SEOer devono prendere a cuore è il divieto di ancorare un testo eccessivamente ottimizzato. Sebbene non vi siano regole rigide sul livello di ottimizzazione accettabile in questi giorni, è una buona idea utilizzare parole chiave SEO in non più del 50% del testo di ancoraggio. E anche allora, le parole chiave specifiche che usi dovrebbero variare ampiamente al fine di impedire ai motori di ricerca di oscurare il tuo sito Web e la tua campagna SEO per la manipolazione.

Ecco alcuni esempi specifici di testi di ancoraggio BAD:

Vendiamo il miglior materasso blu negli Stati Uniti  al miglior prezzo di sempre!

Link a www.example.com/best-blue-mattress-in-the-USA

Perché questo è cattivo? Bene, è troppo ottimizzato! Se il testo di ancoraggio corrisponde esattamente all’URL o al titolo, potresti avere problemi.

Come è possibile farlo in modo sicuro ma includere comunque le parole chiave?

Vendiamo alcuni dei materassi blu della più alta qualità a prezzi competitivi.

Link a www.example.com/best-blue-mattress-in-the-USA

Vedi come l’ho espanso in modo che ora le parole chiave occupino solo una percentuale del testo di ancoraggio?

9) Non capisci il tuo pubblico di destinazione

Mentre molti webmaster pensano al SEO come a un processo “graduale” in cui vengono intraprese azioni specifiche al fine di garantire buoni risultati nelle SERP, un buon SEO ha molte più sfumature.

In effetti, un buon SEO inizia con una solida comprensione di chi è il tuo pubblico di destinazione e cosa stanno cercando online. Conoscere i tuoi clienti ideali su una base intima e personale è la chiave per selezionare le parole chiave appropriate da indirizzare e le giuste tecniche SEO per ottenere i risultati che desideri. Raccogliere semplicemente alcuni punti dati dal tuo strumento SEO preferito semplicemente non ti darà il quadro completo necessario per garantire il successo della campagna.

Quindi, come puoi conoscere meglio il tuo cliente? Costruisci un paio di persone acquirente  intorno ai tuoi clienti ideali (in genere, dovresti avere più di un “tipo” che acquista i tuoi prodotti). Scopri come farlo qui:

Ulteriori informazioni : attirare le giuste prospettive con le persone acquirente (include modelli passo-passo!)

10) Non stai utilizzando i social media

Davvero, è il 2019. Quindi, se non usi i social media come parte delle tue campagne SEO, sarai intenzionalmente ignorante. Il peso relativo attribuito alle condivisioni social e alla relativa autorità dell’utente negli algoritmi di ranking di Google aumenta ogni giorno, il che significa che ti stai perdendo se hai deciso di non investire in questi potenti siti.

Ma mettiamo da parte Google per un minuto. A partire da aprile 2019, Bing controlla circa il 24% del traffico di ricerca e i social media sono un fattore di ranking diretto per loro. Quindi potresti lasciare molto traffico di ricerca sul tavolo senza un account di social media !

immagine13 2

I social media aiutano anche a migliorare il volume di ricerca del marchio. Anche se le persone non riescono a fare clic sul tuo post sui social media, potrebbero ricordarlo e tornare indietro e Google.

Dive Deeper:

11) Stai ignorando i tuoi clienti

Perseguire la SEO ad esclusione del servizio ai clienti è una ricetta per il disastro.

Il modo in cui i tuoi clienti interagiscono con il tuo sito Web e parlano del tuo marchio nella sfera sociale può darti un’enorme quantità di informazioni preziose da utilizzare nelle tue strategie SEO – ma lo faranno solo se ascolti!

In effetti, HubSpot ha  fatto un caso di studio sulla scrittura di una copia nella lingua del cliente. Quando hanno apportato alcune semplici modifiche, dai un’occhiata a quello che è successo:

HubSpot utilizzando la lingua del cliente

È abbastanza potente!

Presta particolare attenzione alle parole chiave utilizzate dalle persone per descrivere il tuo marchio e ai modi in cui navigano nel tuo sito Web, poiché ciascuno di questi elementi particolari può dettare le parole chiave che scegli come target nelle tue campagne di costruzione di link interne ed esterne.

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

12) Stai diventando impaziente

Sfortunatamente, i risultati SEO non si verificano dall’oggi al domani. Puoi collegarti per settimane o mesi alla volta senza vedere miglioramenti, solo per fare in modo che le tue classifiche saltino di alcuni posti appena prima che stavi per rinunciare a tutte le speranze di sperimentare il successo SEO.

Non c’è modo di prevedere quando pagheranno le tue attività SEO, il che significa che la pazienza è una virtù che tutti i SEOer e i webmaster devono praticare. Anche se non vedi i risultati nel tempo che ti aspetti, continua ad abbandonare le migliori pratiche descritte sopra. Prima o poi, i tuoi risultati sono fantastici per essere ricompensati.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close