Stai cercando di migliorare il tuo SEO ? Prova questo elenco di tecniche SEO fruibili e di facile comprensione per dimensioni.

La maggior parte delle liste di tecniche SEO sono piuttosto vaghe:

  1. Scrivi grandi contenuti (?)
  2. Costruisci alcuni backlink (??)
  3. Ottimizza per Rankbrain (… ???!)

Sì, giusto … * premi il pulsante indietro *

In questo post, eliminiamo l’ambiguità e ci concentriamo su una manciata di tecniche SEO attuabili che ottengono risultati. Andiamo.

1. Migliorare i titoli e le descrizioni per aumentare il CTR

SEO non riguarda solo il posizionamento.  * gasp *

Supponiamo che tu sia al primo posto per una parola chiave con migliaia di ricerche mensili. Non otterrai traffico se le persone non fanno effettivamente clic sulla tua pagina nei risultati di ricerca.

Ecco perché è importante ottimizzare per i clic. Ma come?

Due aspetti principali riguardano la percentuale di clic ( CTR ):

  1. Tag del titolo
  2. Meta Description

Questi sono i due tag HTML che compaiono nei risultati della ricerca …

descrizione del meta titolo

… e sono tutto ciò che devi vincere per fare clic.

Quindi è necessario renderli quanto più allettanti possibile:

  • Comprese le parole “potere”;
  • Rendere chiaro il tuo USP ;
  • Dimostrare un chiaro vantaggio;
  • Allineandoli con l’intento di ricerca

Ma ecco il punto: non importa quanto tu provi a farlo bene, le cose non funzioneranno sempre.

A volte le persone semplicemente non fanno clic sul tuo sito nei risultati di ricerca. E qui sta l’opportunità:

  1. Trova le parole chiave per le quali ti trovi nella prima pagina
  2. Cerca quelli che hanno un CTR basso
  3. Migliora i tag del titolo e le descrizioni delle pagine associate

A tale scopo, utilizza il  rapporto sulle parole chiave organiche in Ahrefs Site Explorer .

Site Explorer> inserisci il tuo dominio> Parole chiave organiche

ahrefs site explorer parole chiave organiche

Questo rapporto mostra tutte le parole chiave per le quali il tuo sito si classifica.

Poco più di 60.000 in questo caso.

Ora, siamo interessati solo alle classifiche della prima pagina in quanto è lì che i nostri sforzi avranno l’impatto più significativo. Quindi, prima di fare qualsiasi altra cosa, filtriamo il rapporto per le classifiche della prima pagina.

Inoltre, filtriamo le parole chiave con volumi di ricerca di almeno 200.

rapporto sulle parole chiave organiche filtrato

Ciò eliminerà le parole chiave con un potenziale di traffico scarso o nullo.

WEE.

Questo numero è alquanto arbitrario. Sentiti libero di usare una soglia più alta o più bassa.

Infine, escluderemo tutte le funzionalità SERP di proprietà .

caratteristiche di serp

Successivamente, esporta i dati in CSV .

esportare ahrefs

Ora, crea una copia di questo foglio di Google  e importa quel CSV nella scheda “Importa qui”.

Vai al foglio “Risultati” e dovresti vedere qualcosa del genere:

foglio google ctr

Questo mostra le pagine in cui ti trovi a guadagnare di più migliorando il CTR .

Questi sono quelli che dovresti mirare a migliorare.

WEE.

Anche se abbiamo escluso le funzionalità SERP di proprietà , è importante notare che la presenza di funzionalità SERP (ad esempio, frammenti di funzionalità) nella SERP può influire sul CTR dei risultati organici “regolari”. Inoltre, i calcoli nel foglio di calcolo si basano su medie CTR . Pertanto, prendi sempre i risultati con un pizzico di sale e approfondisci ulteriormente prima di modificare i titoli e le descrizioni. Potrebbe esserci un motivo legittimo per CTR inferiori alla media come la presenza di funzionalità SERP o il fatto che la parola chiave sia marcata. Ricorda che il CTR varia a seconda della parola chiave.

Lettura consigliata:  come creare il tag del titolo SEO perfetto (il nostro processo in 4 passaggi)

COME QUESTO OPERE

Ecco cosa fa il foglio in breve:

  1. Guarda il CTR corrente per tutte le parole chiave
  2. Trova quelli con CTR inferiori alla media data la loro posizione in classifica
  3. Calcola il potenziale aumento del traffico se colpisci il CTR medio

Per fare un esempio, immagina di avere una pagina con solo due parole chiave:

  1.  Parola chiave 1″ (1.000 ricerche / mese) – posizione n. 1
  2.  Parola chiave 2″ (500 ricerche / mese) – posizione # 2

Al momento, otteniamo un CTR del 10% sulla “parola chiave 1” e un CTR del 5% sulla “parola chiave 2”

(10% * 1.000) + (5% * 500) = 125 visite / mese

Ma ecco il punto: il CTR medio  per la posizione n. 1 è ~ 27% per le parole chiave senza marchio negli Stati Uniti e ~ 15% per la posizione n. 2.

Quindi stiamo andando molto al di sotto della media qui.

Se potessimo in qualche modo migliorare il CTR per raggiungere la media, la matematica sarebbe più simile a questa:

(27% * 1.000) + (15% * 500) = 345 visite / mese

Questo è un aumento del traffico del 176% !

2. Potenzia le pagine con prestazioni inferiori con link interni

I collegamenti interni sono backlink da altre pagine dello stesso sito Web.

Le parole blu  in questa frase formano un collegamento interno alla nostra guida di testo di ancoraggio.

Perché sono importanti? Perché aiutano il flusso di “autorità” nel tuo sito web.

Molti credono anche che le ancore di link interne (le parole cliccabili) influenzino le classifiche di Google. Questo è qualcosa che John Mueller di Google ha quasi confermato in alcune occasioni.

Lino Uruñuela@Errioxa

@JohnMu @methode Does Google look at anchor text in internal links?

🍌 John 🍌

@JohnMu

Most links do provide a bit of additional context through their anchor text. At least they should, right‽

See 🍌 John 🍌‘s other Tweets

Ora, è importante notare che dovresti avere una buona struttura di collegamento interna per cominciare.

Si consiglia di utilizzare una struttura “silo”, che assomiglia a questa:

silos contenuti link interni

Ma a volte, potresti voler aumentare determinate pagine con collegamenti interni.

Ecco come farlo:

a) Trova le pagine meno performanti adatte per aumentare

Per questo processo, suppongo che tu abbia già un elenco di parole chiave per le quali vuoi classificare. Se non lo possiedi, ti consiglio di consultare la nostra guida di base SEO , perché è SEO 101.

Fatto? Copia l’elenco in Ahrefs Rank Tracker . Questo ti dice dove classifichi per ogni parola chiave nel tuo paese di destinazione.

Ecco alcune delle parole chiave target che sto monitorando per i post sul blog Ahrefs:

tracker di posizionamento della parola chiave

È importante notare che qui non è necessario incollare tutte le varianti delle parole chiave. Basta incollare la parola chiave di destinazione principale per ciascuna delle tue pagine e post.

Successivamente, filtra le classifiche delle parole chiave nelle posizioni 2–5.

classifiche di tracker di rango

Vale anche la pena escludere le classifiche delle funzionalità SERP , solo per fornire un set di dati pulito con cui lavorare.

Ecco come farlo:

escludere le funzionalità serp

Ora dovresti rimanere con un elenco di parole chiave per le quali sei attualmente classificato nelle posizioni 2–5.

Per impostazione predefinita, l’elenco di parole chiave in Rank Tracker è ordinato in base al traffico organico stimato dall’alto verso il basso, il che significa che le parole chiave che inviano più traffico al tuo sito sono in cima all’elenco.

Ad esempio, la parola chiave ” Nozioni di base SEO ” invia circa 400 visitatori organici al nostro sito ogni mese …

traffico di base seo

… e questo è dalla classifica in posizione 3!

Quindi immagina quanto più traffico potremmo ottenere da quella parola chiave se avessimo classificato solo una posizione in più! Probabilmente molto di più, giusto?

Giusto, ma in realtà, non è necessario indovinare …

Se premiamo il cursore sulla pagina attualmente in classifica sopra di noi, quindi selezioniamo il rapporto Parole chiave organiche , possiamo vedere esattamente quanto più traffico organico quella pagina riceve dalla nostra parola chiave target:

parole chiave organiche

stima del traffico della concorrenza

Qui, possiamo vedere che il posizionamento della pagina sopra di noi ottiene circa 494 visite al mese dalla parola chiave ” Nozioni di base SEO ” contro i nostri 400. Questo è il  23,5% in  più!

Conclusione: se potessimo in qualche modo aumentare il ranking della nostra pagina dalla posizione 3 → 2, vedremmo un aumento del traffico del 23,5% da questa parola chiave!

Ecco un’altra cosa:

La nostra guida di base SEO non solo classifica per ” Nozioni di base SEO “, ma anche 246 altre parole chiave …

parole chiave di base seo

Se siamo in grado di aumentare l ‘”autorità” della pagina attraverso il collegamento interno, è probabile che aumenteremo anche le classifiche per alcune di quelle altre parole chiave … il che significa ancora più traffico!

Hai una pagina che trarrebbe vantaggio da una spinta? Continua a leggere.

IMPORTANTE

Ci sono due avvertenze in questo processo in quanto la classifica della pagina sopra dovrebbe avere:

  1. Intento di ricerca simile:  se stai cercando di classificare un post sul blog, è meglio se la pagina sopra di te è anche un post sul blog, non una pagina del prodotto.
  2. Circa lo stesso URL Rating ( UR ) : l’ URL rating  è la metrica proprietaria di Ahrefs che indica l ‘”autorità” della pagina. Se la classifica della pagina sopra di te ha un punteggio UR drasticamente più alto, potrebbe essere necessario puntare molti potenti collegamenti interni sulla tua pagina per superarla.

NOTA .  Osservare l’ UR relativodelle pagine di alto livello è un indicatore utile per giudicare l’opportunità. Ma non è definitivo. Ci sono molte ragioni per cui una pagina potrebbe essere più alta della tua (migliore SEO sulla pagina , ecc.)

b) Trova luoghi pertinenti da cui aggiungere collegamenti interni alla pagina di destinazione

Ora abbiamo una pagina adatta da potenziare, dobbiamo trovare luoghi adatti da cui aggiungere collegamenti interni a quella pagina. Ci sono due modi per farlo.

Sito Google: cerca

Vai su Google e cerca site:yourdomain.com “topic of the page you want to boost”

In questo caso, potremmo cercare site:ahrefs.com/blog “seo basics”

Questo trova tutte le pagine del tuo sito che menzionano la frase da qualche parte nella copia. In altre parole, opportunità di collegamento interno contestuali.

Ecco una pagina che menziona la frase ” SEO di base “:

nozioni di base seo ricerca di google

Sembra che questo sarebbe un buon posto da cui aggiungere un link interno alla nostra guida.

Meglio per link

Vai su Ahrefs Site Explorer , inserisci il tuo dominio, quindi controlla il rapporto Best by links .

meglio con i link ahrefs

Questo rapporto è ordinato in base alla Classificazione URL ( UR ) per impostazione predefinita, quindi mostra le pagine più “autorevoli” sul tuo sito. In altre parole, un elenco di pagine da cui un collegamento interno potrebbe trasferire una buona dose di autorità.

Scorri l’elenco alla ricerca di opportunità di attualità.

Eccone uno che probabilmente funzionerebbe per il caso in questione:

meglio per link link building

Questa pagina ha molta autorità e riguarda anche la creazione di link, un argomento secondario del SEO .

Se guardiamo la pagina, non ci vuole molto per trovare la perfetta opportunità di collegamento interno contestuale.

nozioni di base sull'opportunità di collegamento interno seo

Aggiorniamolo.

link interno di base seo

Letture consigliate:  link interni per SEO : una guida utilizzabile

3. Recupera il “link juice” perso dalle pagine morte con backlink

I backlink non sono sempre facili da acquisire. In realtà, lo sono raramente.

Se hai speso tempo, fatica e, possibilmente, freddo nella  costruzione di collegamenti in contanti , vale la pena assicurarsi che non indichino pagine morte. Tali collegamenti vengono effettivamente sprecati.

Per fare questo, usa il rapporto Best by links  in Site Explorer di Ahrefs .

Site Explorer> inserisci il tuo dominio> Migliore per collegamenti> aggiungi un filtro “404 non trovato”> Ordina per domini di riferimento

meglio con i collegamenti ahrefs rotti

Questo rapporto mostrerà pagine morte con backlink.

Perché sono cattivi? Semplice. Le pagine morte non esistono più tecnicamente. Impediscono a qualsiasi PageRank (autorità) di quei backlink di fluire nel tuo sito.

Fortunatamente, tali problemi sono abbastanza semplici da risolvere. Puoi:

  • Ripristina la pagina morta (se cancellata per errore)
  • Reindirizzare (301) la pagina morta su un’altra pagina pertinente
  • Lascia come un morbido 404 (se nessuno dei backlink è di alta qualità)

Lettura consigliata:  come trovare e correggere i collegamenti interrotti (per recuperare prezioso “succo di collegamento”)

4. Utilizzare il “Metodo Middleman” per aumentare l’autorità delle pagine “denaro”

Costruire collegamenti non è facile, ma costruire collegamenti a “pagine di denaro” può sembrare quasi impossibile.

  • Pagine prodotto / categoria e-commerce
  • Pagine di destinazione
  • Pagine di affiliazione (recensioni, ecc.)
  • Pagine di servizi di mattoni e malta

… sono tutti un incubo quando si tratta di link building .

Soluzione: utilizzare il “Metodo Middleman”.

Va qualcosa del genere:

  1. Crea un pezzo di contenuto informativo attualizzato (ad es. Un post sul blog)
  2. Crea collegamenti a quello
  3. Aggiungi collegamenti interni da quella pagina alla tua pagina “soldi”

In effetti, il post sul blog diventa l’ intermediario .

Questa è in realtà una strategia SEO  che utilizziamo in Ahrefs per aumentare le nostre landing page.

Ecco il  rapporto Backlink interni in Site Explorer , filtrato per mostrare i link interni al nostro  strumento Explorer parole chiave dai nostri post sul blog:

collegamenti interni all'esploratore di parole chiave

72 collegamenti interni!

In altre parole, ci colleghiamo continuamente alla nostra pagina di destinazione di Explorer Parole chiave all’interno dei post del blog. E alcuni dei nostri post hanno una seria autorità a livello di pagina.

best by links ahrefs blog 1

Ora, se hai già contenuti informativi relativi alla “pagina del denaro” che vuoi migliorare, questo processo è facile. Usa le tattiche di collegamento interno menzionate al punto 3 per trovare opportunità pertinenti al contesto.

Se non disponi già di tali contenuti, devi creare qualcosa che abbia il potenziale per guadagnare pochi link.

Esistono molti modi per farlo, ma ecco un semplice punto di partenza:

  1. Trova un contenuto pertinente che abbia molti link
  2. Fai qualcosa di ancora meglio
  3. Convinci quelli che si collegano al contenuto ora inferiore a scambiare quel link a tuo favore

Ulteriori informazioni su come eseguire questa strategia qui .

IMPORTANTE

È sempre preferibile creare collegamenti diretti alle tue pagine “denaro”, se possibile.

Questo perché l’intermediario prende un taglio di “autorità”. Non tutto il succo del link viene trasferito alla tua pagina dei soldi tramite link interni. Parte di esso scorre attraverso altri collegamenti interni sulla pagina e alcuni rimarranno con la pagina stessa.

Ma mentre questo può sembrare un aspetto negativo, spesso non è così.

Questo perché la pagina “intermediario” può essere classificata per parole chiave informative, che invieranno traffico più mirato a modo tuo. Questo può essere prezioso per la tua azienda.

5. Vinci più frammenti in primo piano

I frammenti in primo piano sono i risultati di ricerca che assomigliano a questo:

frammento in primo piano

Nel 2016, abbiamo studiato  2 milioni di risultati di ricerca e abbiamo scoperto che gli snippet in primo piano vengono visualizzati per il 12,3% delle ricerche. Abbiamo anche riscontrato che l’8,6% dei clic va allo snippet.

01 query di ricerca con snippet in primo piano

Ma quello che potresti non aver capito è che Google estrae questi frammenti da siti che si posizionano già nella top 10. E, soprattutto, da una delle pagine che si posizionano nelle prime 5 posizioni.

dove i frammenti in evidenza tendono a classificarsi

WEE.

 Siamo certi che questo sia il 99,58%.

Ecco cosa significa tutto questo:

Se sei tra i primi 10 per una query in cui Google mostra uno snippet in primo piano ma non lo possiedi ancora, allora c’è spazio per ottenere più traffico vincendo lo snippet.

Per trovare tali opportunità, utilizza il  rapporto Parole chiave organiche in Esplora siti di Ahrefs .

Site Explorer> inserisci il tuo dominio> Parole chiave organiche> Funzionalità SERP > Snippet in primo piano> Filtro per le prime 10 classifiche

serp caratteristiche in primo piano frammenti di ahrefs

Se vedi questo simbolo, significa che sei già proprietario dello snippet per quella parola chiave.

snippet in primo piano di proprietà

Per ogni altra parola chiave, un concorrente possiede lo snippet e qui sta l’opportunità. È solo un caso di cercare di capire perché possiedono lo snippet e non tu, quindi ottimizzare di conseguenza.

Ora, sarò onesto; non c’è una regola dura e veloce qui.

Tuttavia, la maggior parte della comunità SEO sembra concordare sul fatto che per vincere lo snippet, il formato dei contenuti deve allinearsi alle intenzioni di ricerca.

Ad esempio, classifichiamo il n. 4 per “come diventare un responsabile marketing”, ma non possediamo lo snippet.

come diventare un responsabile marketing

Questo è probabilmente perché le persone vogliono un processo passo-passo, come indicato dallo snippet corrente.

come diventare un frammento di responsabile marketing

La nostra guida non è  in quel formato.

Quindi, in questo caso, riformattare quella guida come un processo passo-passo potrebbe  aiutare a vincere lo snippet.

Ne vale la pena?

Se diamo un’occhiata al  rapporto sulle parole chiave organiche per la pagina che possiede lo snippet, possiamo vedere che ricevono una stima di 238 visite al mese dal solo snippet …

traffico dallo snippet in primo piano

… e più o meno lo stesso dagli altri nove frammenti della pagina:

Conclusione: vincendo lo snippet, potremmo potenzialmente aumentare il traffico del 200% +.

Lettura consigliata: come trovare e rubare frammenti in primo piano (per ottenere più traffico di ricerca)

6. Aggiorna il contenuto esistente

A volte i contenuti che funzionavano bene nei motori di ricerca cessano di farlo.

Caso in questione, il nostro elenco delle principali ricerche di Google :

Se inseriamo tale URL in Site Explorer , possiamo vedere che il traffico organico mensile stimato è diminuito di oltre il 56% (!!!) tra dicembre 2017 e febbraio 2018:

top google ricerche drop

In termini assoluti, ciò significava ~ 3.000 visite in meno al mese.

Ma alcuni di voi probabilmente hanno notato che dopo la caduta, il traffico è salito alle stelle! Questo perché abbiamo aggiornato e ripubblicato l’articolo con nuove statistiche e cifre.

La domanda è: come trovi i post e le pagine che potrebbero trarre vantaggio da un aggiornamento dei contenuti?

a) Usa tentativi ed errori

Ammettiamolo, questo è qualcosa che accade nel tempo.

Quindi di solito sono vecchi post e pagine che soffrono di cadute di traffico.

Prova a visualizzare una pagina pubblicata più di sei mesi fa in Site Explorer , quindi guarda il  grafico del traffico organico .

Se il grafico scende come Niagara Falls 🇨🇦, allora è maturo per un aggiornamento.

b) Utilizza Google Analytics

Se sei un utente di Google Analytics e preferisci farlo in modo più metodico, continua a leggere. Quello che segue è un metodo per trovare queste pagine su larga scala.

Per iniziare, vai su Google Analytics e vai al  rapporto Pagine di destinazione .

Google Analytics> Comportamento> Contenuto del sito> Pagine di destinazione

Quindi imposta il tuo periodo sugli ultimi 12 mesi più recenti  (ad esempio, 1 gennaio 2018 – 31 dicembre 2018), filtra solo per il traffico organico e aggiungi “mese” come dimensione secondaria. Dovresti finire con qualcosa del genere:

rapporto di Google Analytics

Esporta il rapporto come CSV .

esportare google analytics

WEE.

Vale anche la pena escludere gli URL spazzatura utilizzando il filtro di esclusioni incorporato in Google Analytics. Ad esempio, prima di esportare il mio rapporto, ho escluso gli URL contenenti “?”, “/ Author /” e “/ category /”.

Successivamente, crea una copia di questo modello di Fogli Google .

Importa il CSV nella scheda ” IMPORT HERE “. (File> Importa …> Carica CSV )

Passare alla scheda “Risultato”. Dovrebbe assomigliare a qualcosa di simile a questo:

goccia di traffico fogli di google

IMPORTANTE

A volte ci sono motivi legittimi per le cadute di traffico che non hanno nulla a che fare con la “freschezza” come:

  1. Aggiornamenti dell’algoritmo
  2. stagionalità

Prima di riscrivere o aggiornare il contenuto, esaminare sempre i motivi alla base di eventuali cadute di traffico.

Ciò che fa è confrontare il modo in cui il traffico del mese scorso su ogni pagina viene confrontato con il suo mese migliore. I risultati vengono quindi ordinati in ordine decrescente, con il traffico più grande che scende per primo.

Puoi quindi esaminare ulteriormente le pagine con grandi cali di traffico in Site Explorer  o Google Analytics.

Vale anche la pena controllare la SERP della parola chiave primaria per ogni pagina per segni di freschezza come fattore di classifica. Ad esempio, l’anno in corso nei titoli delle pagine più classificate …

panoramica serp migliori ricerche su google

O date di pubblicazione recenti:

date in serpe

Queste cose mostrano che Google sta dando priorità alla freschezza della SERP .

Ciò può aumentare la probabilità che un aggiornamento del contenuto abbia successo per quella pagina.

Puoi anche cercare in Content Explorer  e filtrare le pagine ripubblicate, quindi guardare l’andamento nel tempo.

top google cerca contenuto explorer

Se le persone pubblicano regolarmente contenuti sull’argomento, significa che l’argomento si basa sulla freschezza.

Letture consigliate: Contenuto sempreverde: cos’è, perché ne hai bisogno e come crearlo

7. Cerca opportunità di contenuti a basso impatto

Nel 2018 abbiamo analizzato  quasi un miliardo di pagine Web. Abbiamo trovato una correlazione positiva tra il numero di domini di riferimento a una pagina (collegamenti da siti Web unici) e traffico organico.

domini di riferimento vs traffico di ricerca organica ahrefs content explorer

Traduzione: più link ha una pagina, più traffico organico è probabile che attragga.

Ma ecco la cosa:  ci sono valori anomali a questa regola generale.

Alcune pagine si classificano e attirano tonnellate di traffico di ricerca con pochissimi backlink … o addirittura senza backlink. Le parole chiave per le quali si classificano queste pagine sono frutti di bassa pendenza (ovvero argomenti per i quali si classifica senza molti backlink).

Quindi come trovi queste pagine?

Inserisci Content Explorer .

Content Explorer è un database di ricerca di oltre un miliardo di pagine Web. Inserisci qualsiasi parola o frase per visualizzare tutte le menzioni sul Web, oltre ad alcune metriche SEO utili per ogni risultato.

Ecco i risultati per “polvere proteica”:

proteine ​​in polvere

Sono 68.300 pagine Web che menzionano questa frase!

Ora filtriamo questi risultati per trovare solo pagine con:

  • Almeno 500 visite organiche al mese;
  • Zero domini di riferimento

In altre parole, pagine che ricevono molto traffico organico senza molti backlink.

polvere proteica bassa pendenza

Ora arriviamo a 53 risultati, uno dei quali è questa pagina:

muffin ad alto contenuto proteico

MANCIA

Non vedi i risultati in Explorer contenuto? Allenta il filtro per mostrare le pagine con un massimo di cinque, dieci o venti domini di riferimento.

Se premiamo il cursore “Dettagli” e controlliamo la scheda “Parole chiave organiche”, vediamo che è in classifica per le parole chiave correlate ai muffin ricchi di proteine. E tutti hanno un punteggio basso in Keyword Difficulty ( KD ).

parole chiave di content explorer

Tutto ciò conferma la nostra teoria che si tratta di un argomento a bassa concorrenza.

Quindi, se ti capita di gestire un sito legato al fitness, questo argomento potrebbe essere una fonte di traffico facile.

8. Converti le menzioni non collegate in collegamenti

A volte le persone citano la tua attività online senza ricollegarti.

Ecco un paio di esempi di ciò che sta accadendo per Ahrefs:

ahrefs non collegati

ahrefs content explorer non collegato

Menzioni non collegate come questa possono verificarsi per molte ragioni. Ma, il più delle volte, direi che si tratta dell’oblio piuttosto che della malizia.

Può essere frustrante in entrambi i casi. Fortunatamente, c’è una soluzione semplice:

  1. Trova le tue menzioni non collegate
  2. Raggiungi e prova a convertirli in collegamenti

Ora, ci sono molti modi per trovare menzioni non collegate. Ho scritto una guida completa qui .

Ma per ora, manteniamo le cose semplici e usiamo Content Explorer .

Content Explorer> inserisci il nome del marchio

menzioni del marchio Content Explorer

Questa ricerca restituirà tutte le pagine che menzionano il tuo marchio, molte delle quali saranno menzionate in link.

Puoi sbarazzartene incollando il tuo dominio nel filtro “Evidenzia menzioni non collegate”.

evidenziare menzioni non collegate

Content Explorer evidenzierà quindi le pagine di siti che non sono mai stati collegati a te.

Queste sono menzioni non collegate.

NOTA

L’uso del filtro “evidenzia domini non collegati” includerà collegamenti a livello di dominio. Ciò significa che la pagina nei risultati della ricerca verrà evidenziata solo se non ci sono collegamenti al tuo sito Web da tutto il dominio. Pertanto, la menzione sulla pagina potrebbe essere una menzione non collegata, ma non evidenzeremo la pagina se il sito ti collega già da altrove.

Ciò è utile perché ha senso concentrarsi sulla costruzione di collegamenti da nuovi siti Web.

Se vuoi perseguire tutte le opportunità, anche quelle provenienti da siti che ti hanno già collegato, allora leggi questo .

Da qui, consiglio di attivare “una pagina per dominio”. Ciò garantirà che nei risultati sia presente solo una pagina per ogni sito.

menzioni non collegate

Successivamente, fai clic su “Esporta” e seleziona la casella di controllo “Solo pagine con domini evidenziati”.

esporta menzioni non collegate

Ora, fatti strada attraverso il foglio e controlla ciascuna delle pagine di collegamento. Decidi se vuoi perseguire la menzione non collegata caso per caso.

Guarda se:

  1. Ha senso che la menzione sia un collegamento
  2. In realtà vuoi  un link dalla pagina

Hai la tua lista di potenziali clienti? Trova i loro indirizzi  e -mail e contattaci con un semplice:

  • Ehi, ho visto che ci hai menzionato qui: https: // post1
  • Potrebbe rendere cliccabile il nostro marchio in modo che le persone possano trovare il nostro sito?

E ‘semplice come quella .

Nota che la maggior parte dei collegamenti creati usando questa tattica saranno collegamenti alla homepage. Finché hai una buona struttura di collegamento interna, questa è una buona cosa. Una parte dell ‘”autorità” da quei collegamenti fluirà alle altre tue pagine.

Controlla una volta al mese e filtra le pagine aggiunte negli ultimi 30 giorni per un flusso costante di nuove opportunità. In alternativa, imposta un avviso di marca in Ahrefs Alerts .

9. Collega i gap di contenuto per aumentare il potenziale di traffico della tua pagina

Un divario di contenuto è quando i concorrenti hanno contenuti su un argomento che non hai affrontato.

Ad esempio, il blog di Moz, Backlinko e Yoast.com hanno tutti articoli su 301 collegamenti di reindirizzamento. Non abbiamo ancora affrontato questo argomento.

Tuttavia, a livello di pagina possono verificarsi lacune nel contenuto.

Per illustrare cosa intendo, dai un’occhiata alla nostra guida per fare un’analisi competitiva .

analisi della concorrenza vecchia

È una guida approfondita, se non un po ‘vecchia (pubblicata alla fine del 2017).

WEE.

Abbiamo aggiornato questa guida da quando ho iniziato a lavorare su questo post. La guida che vedi in quell’URL sarà diversa da quella nella foto sopra.

Ma affronta tutto ciò che dovrebbe?

Scopriamolo accendendo lo  strumento Content Gap di Ahrefs per la nostra pagina e collegando anche alcuni dei siti più importanti per “analisi competitiva”.

Site Explorer> inserisci il tuo URL > Divario contenuto

divario nei contenuti

Questo strumento cerca le parole chiave che le altre pagine classificano tra le prime 100, ma noi no.

Questa volta, selezionerò l’opzione per “Mostra parole chiave per le quali tutti gli obiettivi sottostanti” si classificano. Spunterò anche la casella di controllo “Almeno uno degli obiettivi dovrebbe essere classificato tra i primi 10” per mantenere i risultati il ​​più pertinenti possibile. Quindi premerò “Mostra parole chiave”.

risultati gap di contenuto

16 risultati, molti dei quali sono argomenti secondari che rientrano nel tema dell’analisi competitiva.

Il fatto che la nostra pagina non sia classificata per nessuna di queste parole chiave dimostra che probabilmente abbiamo trascurato di menzionare tali cose nella nostra guida.

Soluzione: emettere un aggiornamento minore al post o alla pagina per parlare delle cose che ci mancano.

Ad esempio, potremmo aggiungere una sezione su “analisi della concorrenza nel marketing”. O su vari “modelli di analisi della concorrenza”.

Questo non solo può aiutare la pagina a classificarsi per tali parole chiave, ma può anche aumentare la “pertinenza topica” della pagina. A sua volta, ciò potrebbe aumentare le classifiche per altre parole chiave correlate.

Cosa significa: Google è un algoritmo. Guardano il contenuto della tua pagina per capire di cosa si tratta. Parlando di cose relative al tuo argomento principale, aumenti efficacemente la fiducia di Google in merito alla pagina.

Ulteriori informazioni sulla pertinenza topica nella nostra guida al SEO on-page .

10. Approfitta delle pagine morte dei tuoi concorrenti per creare collegamenti

La maggior parte dei siti Web ha alcune pagine morte, inclusi i tuoi concorrenti.

E se le pagine morte dei tuoi concorrenti sono rilevanti (o almeno semi-pertinenti) per la tua attività e hanno backlink, allora c’è spazio per vincere quei backlink per te.

Spiegherò come funziona mentre andiamo, ma prima, abbiamo bisogno di un modo per trovare le pagine morte dei nostri concorrenti.

Per questo, possiamo utilizzare il rapporto Best by links  in Site Explorer .

Site Explorer> inserisci domini concorrenti> Migliori per link> aggiungi un filtro “404 non trovato”> ordina per numero di domini di riferimento da alto a basso

collegamento interrotto backlinko

Guarda l’elenco di URL e scopri se sono rilevanti / semi-rilevanti per la tua attività.

In questo caso, l’argomento di evitare sanzioni è legato alla SEO , che è ciò di cui parliamo sul blog Ahrefs. Ha collegamenti da 29 domini di riferimento.

Facciamo clic sul cursore e facciamo clic sul collegamento “Visualizza su Archive.org” per vedere cosa fosse una volta.

pagina morta di backlinko

Come previsto, si trattava di un post sul blog sull’evitare le penalità di Google.

Il fatto è che, poiché la pagina è morta, 29 persone ora si collegano a nient’altro che a una pagina di errore.

Quindi vediamo se abbiamo qualcosa di simile sul blog che potrebbe servire come sostituto rilevante per quei link non funzionanti. E … sembra che lo facciamo :

sanzioni di Google ahrefs

Questa guida parla praticamente della stessa cosa: come evitare le penalità di Google.

CONSIGLIO RAPIDO

Non hai già un sostituto rilevante? Crea qualcosa.

Ulteriori informazioni sull’esecuzione di questa tecnica nella nostra guida completa alla creazione di collegamenti interrotti .

Grande. Ora diamo un’occhiata al  rapporto Backlink per la pagina morta in Site Explorer.

backlink a pagina morta

Questo ci dà effettivamente un elenco di persone a cui possiamo contattare e avvisare del loro collegamento interrotto. Ma non li avvertiremo soltanto; suggeriremo inoltre gentilmente la nostra guida come sostitutivo pertinente.

Certo, potremmo contattare tutte queste persone …

… ma poiché siamo interessati solo a creare collegamenti di alta qualità, aggiungerò alcuni filtri per restringere il nostro elenco di potenziali clienti:

report backlink filtrato 1

Eccolo qui: un elenco di 17 persone dalle quali potremmo potenzialmente ottenere collegamenti.

Ora tutto ciò che dobbiamo fare è trovare i loro indirizzi e-mail e contattarli  con una semplice e-mail lungo le linee di:

  • Ehi, ti ho visto link a: http: // deadpost
  • Quel post è morto.
  • Abbiamo qualcosa di simile: http: // ourpost
  • Potresti voler scambiare il link.

11. Usa Pixsy per cercare il furto di immagini

Le immagini sul Web vengono spesso rubate e incorporate altrove senza attribuzione.

Se sul tuo sito sono presenti immagini popolari, potresti avere l’opportunità di creare collegamenti rapidi. Ecco in breve:

  1. Trova incorporamenti nelle tue immagini su altri siti Web senza attribuzione
  2. Raggiungi e richiedi l’attribuzione (sotto forma di backlink)

Sembra semplice, ma come lo fai?

Usa Pixsy: uno strumento gratuito che esegue la scansione del Web alla ricerca di occorrenze delle tue immagini su altri siti Web.

Quindi, l’ovvio punto di partenza è quello di raccogliere alcune immagini per far funzionare la magia di Pixsy.

Ti consiglio di compilare prima tutte le tue immagini di proprietà che potrebbero essere popolari: infografiche, ecc. Ad esempio, se lo facessi per Ahrefs, arrotolerei tutta la grafica del nostro marchio e li inserirei in una cartella.

Successivamente, carica le immagini su Pixsy.

caricamento pixsy

Pixsy eseguirà quindi la scansione del Web alla ricerca di altri luoghi in cui appaiono le immagini.

Ecco i risultati per le poche immagini che ho caricato dal blog Ahrefs:

corrisponde a pixsy

Sembra che compaiano su altri 125 siti!

Ora, prima che ci eccitiamo troppo, vale la pena notare che alcune delle pagine in cui appaiono queste immagini sono già collegate a noi.

Quindi quello che devi fare è passare attraverso tutte le pagine trovate da Pixsy e controllare il codice sorgente per un link al tuo sito. Se esiste, premi “ignora”. In caso contrario, aggiungi l’ URL di quella pagina a un foglio di calcolo, insieme a:

  • L’immagine incorporata
  • Il link di origine originale che deve essere aggiunto

foglio di calcolo delle immagini

SUGGERIMENTO PRO

Controllare il codice sorgente per tutti i risultati in Pixsy può richiedere molto tempo. Quindi vale la pena assumere un VA per fare questo per te. Dai loro istruzioni chiare e non dovrebbe essere un lavoro costoso. In alternativa, puoi utilizzare la funzione di ricerca personalizzata in Screaming Frog.

Una volta terminato, trova i loro indirizzi e-mail, quindi contatta con un’e-mail amichevole ma ferma affermando:

  • Ehi, ti ho visto incorporare una delle mie immagini qui: https: // theirpost
  • Potresti darci credito con un link sorgente?

L’uso di uno strumento di divulgazione  come Buzzstream, Mailshake o Pitchbox dovrebbe semplificare questo processo. I campi di stampa unione sono tuoi amici.

Pensieri finali

Le tecniche SEO sono abbondanti. Questo post elenca solo alcune delle molte tattiche che puoi utilizzare per aumentare il traffico sul tuo sito web .

Tuttavia, la mia speranza è che questi siano abbastanza semplici e facili da usare, anche per chi non conosce SEO .

Cerchi modi ancora più attuabili per migliorare la SEO ? Dai un’occhiata al nostro elenco di 75 suggerimenti SEO .