Cerca

101 suggerimenti attuabili per l’Email Marketing: La guida definitiva [aggiornata]

Ti sembra familiare questa situazione …

Hai creato una bellissima campagna e-mail e hai investito il tuo tempo per scrivere contenuti. Hai quasi distrutto la tua mente per scrivere un argomento accattivante.

Premi il pulsante di invio e fai un respiro profondo. Hai sperato per il meglio.

Quando controlli le tue statistiche, scopri che la percentuale di apertura e la percentuale di clic sono deprimenti. Ti ha deluso.

È così difficile far leggere la tua email alle persone. Tutto ciò che serve è un consiglio giusto.     

Sei confuso su come rendere convincente la tua email marketing e da dove devi iniziare?

Vai avanti e dai un’occhiata a questa guida.

In questa guida troverai la più grande raccolta di suggerimenti per l’email marketinge migliori pratiche sul web.

Tutti i suggerimenti sono fruibili e puoi facilmente implementarli nella tua attività. Ho anche intervistato alcuni esperti e hanno condiviso le loro migliori pratiche con me. 

In questa guida riceverai consigli pratici su come:

  • Sviluppa un elenco di email di qualità.
  • Gestisci e gestisci il tuo elenco.
  • Segmenta la tua lista e-mail.
  • Crea una linea tematica accattivante.
  • Scrivi contenuti che le persone vogliono leggere.
  • Inizia una vera conversazione (non campagne).
  • Anatomia e design dell’email.
  • Crea una strategia di posta elettronica.

Sezione A. Sviluppa un elenco di email di qualità

 

1. Impostare le aspettative durante il processo di attivazione

La pagina di opt-in, in cui un visitatore inserisce il suo indirizzo e-mail e altre informazioni, è la tua prima opportunità per stabilire le aspettative e creare fiducia.

Spiega chiaramente “What’s In It For Me (WIIFM)”. Fai sapere agli abbonati quale tipo di contenuto riceveranno.

Convince & Convert ti dice chiaramente cosa otterrai se ti iscrivi alla loro newsletter.
processo di opt-in

2. Prova sociale per aumentare le conversioni

 

“Nulla attira una folla come una folla.”

Siamo creature sociali e le nostre decisioni di acquisto sono influenzate da altri umani. La prova sociale è il modo migliore per dimostrare alle persone di potersi fidare di te.

L’88% dei consumatori si fida delle recensioni online e dei consigli personali. 

Alcuni principali tipi di prove sociali sono: testimonianze dei clienti, case study, base di clienti, menzioni dei media, certificazione e badge, mostra i numeri, l’approvazione delle celebrità, la politica sulla privacy e sigilli di fiducia.

Cerca di includere un messaggio del tipo: “Rispettiamo la tua privacy! Non inviamo spam e le tue informazioni rimarranno confidenziali ”- crea fiducia.

Guarda come buffer gioca il gioco dei numeri.

tampone-social-proof

3. Il sito Web è il luogo migliore per raccogliere l’indirizzo e-mail

Secondo il MarketingSherpa 2013 Email Marketing Report , “il 77% degli esperti di marketing utilizza pagine di registrazione di siti Web per creare elenchi di email”.

Dai ai tuoi visitatori un ottimo motivo per iscriversi. Può essere un’offerta speciale, uno sconto, una guida gratuita, un white paper, una demo gratuita e aggiornamenti, ecc.

Segui SEMPRE questa regola, “L’importo che fornisci determinerà l’importo che riceverai”.

Esistono alcune opzioni per posizionare il modulo di iscrizione sul tuo sito Web, qui ci sono alcuni esempi:
Conversion-XL inserisce un modulo di iscrizione nella barra laterale del suo blog.
sidebar-registrazione-form
XO Sarah inserisce il modulo nella parte superiore della sua pagina iniziale che ti invita a unirti alla sua lista.

XoSarah-optinpage

Scopri come Backlinko utilizza il piè di pagina per posizionare i moduli di iscrizione. 
backlinko-footer

 

Scopri come CoSchedule  utilizza un’immagine (legami con la pagina di iscrizione) nel mezzo dell’articolo.
CoSchedule-signup

 

Neil Patel lo inserisce in fondo a ogni articolo sul suo blog Quicksprout .
Bottom-iscrizione-page

 

Kate Spade attira la tua attenzione utilizzando una finestra popup.
Katespade-popup

Scopri come Jeff Bullas  utilizza il gate di benvenuto e ti offre un eBook gratuito.
jeff-bullas-accoglienza-gate

 

4. Crea una bella pagina di destinazione (con moduli di lead)

Rendi la tua landing page bella e interattiva. Come dovrebbe apparire la tua landing page:

  • Il titolo deve stabilire un’aspettativa chiara e concisa di “Cosa c’è dentro per me se ti do le mie informazioni?”
  • L’immagine, la grafica o il video offrono agli abbonati un indizio visivo di cosa aspettarsi.
  • Fornire dettagli importanti sulla tua offerta sotto forma di punti elenco, è molto utile per i visitatori.
  • Il modulo non dovrebbe richiedere molte informazioni. Inviti all’azione (CTA) semplici, diretti e facili.

Vedi  Unbounce fa un ottimo lavoro con la loro landing page:
Unbounce-landing-page

Cosa vedi in questa pagina?

Un chiaro e conciso titolo , facilmente digeribile informazioni in proiettili punti , un rilevante grafica , e la cattura di piombo modulo .

 

5. Tramite la tua pagina Facebook

Facebook non si tratta solo di condividere i tuoi contenuti! È PIÙ di quello.

Organizza un concorso o esegui un’offerta speciale su Facebook e raccogli gli indirizzi e-mail dei partecipanti.

Usa app come Woobox , Fanappz , Strutta per lanciare un concorso.

Aggiungi un pulsante di iscrizione sulla tua pagina per trasformare i tuoi follower in potenziali abbonati.

Scopri in che modo Medium utilizza il pulsante di iscrizione come CTA sulla loro pagina Facebook.
Media-Facebook-page

6. Attraverso la piattaforma pubblicitaria di Twitter

Utilizza la piattaforma di annunci di Twitter per generare lead: schede di siti Web, schede di generazione di lead, annunci video promossi, tweet promossi con link e immagini.

Trova l’opzione annunci di Twitter nel menu a discesa nell’angolo in alto a destra. Seleziona l’opzione Twitter card e fai clic sul pulsante Crea lead generation card.

Le schede di lead generation di Twitter aumentano del 43% il coinvolgimento.

Scopri come Sarv utilizza le schede di generazione lead di Twitter per ottenere iscrizioni.

schede twitter

7. Desideri più abbonati? Usa Pinterest (Scherzi a parte!)

Adoro Pinterest! È la piattaforma più popolare tra le donne (80% utenti) e il gruppo di età superiore ai 30 anni.

Circa il 25% dei consumatori ha dichiarato di aver acquistato un prodotto o servizio dopo averlo scoperto su Pinterest.

Pinterest non è un sito di nicchia, quindi è un’ottima piattaforma per promuovere qualsiasi tipo di attività.

Passaggio 1: creare un accattivante visual (immagine o video) di offerta / incentivo che può attirare l’attenzione del pubblico. Utilizza strumenti come Canva e Camtasia

Passaggio 2: crea una bella landing page (usa la stessa grafica che hai usato nella puntina originale) che contiene una forma di piombo. Vorrei suggerire alcuni strumenti: Leadpages e Unbounce

Passaggio 3: carica il PIN, scrivi una descrizione utilizzabile e inserisci l’URL della pagina di destinazione.

8. Ospita un webinar

Ospitare un webinar su un argomento pertinente con il tuo pubblico è un modo umano per catturare gli iscritti alla posta elettronica.

Esegui un webinar sull’argomento rilevante per i tuoi prodotti e servizi e che fornisca una soluzione utile alle domande del tuo pubblico di destinazione.

Promuovi il tuo webinar e raccogli gli indirizzi e-mail dei partecipanti.

Vedi  Wistia organizza un webinar sulla strategia di marketing video.
Wistia-webinar

Vorrei suggerirti alcuni strumenti:
Hangout di Google+
AnyMeeting 
Join.me
GoToWebinar

9. Utilizzare l’aggiornamento del contenuto

L’aggiornamento del contenuto può aumentare le conversioni di oltre il 700%.

… Ma stai scherzando?

Crea un articolo fruibile e degno di essere condiviso (i post dell’elenco sono fantastici) per il tuo pubblico. Aggiungi una riga all’inizio, al centro e alla fine dell’articolo, in questo modo:
content-aggiornamento

Nathan Ellering, responsabile del marketing dei contenuti, CoSchedule ha condiviso con noi la sua opinione sull’aggiornamento dei contenuti:

“È impossibile far crescere un pubblico se non si riceve traffico ricorrente sul proprio blog o sito Web. Il modo migliore per creare fiducia (e quindi ottenere molte visite ripetute) è concentrarsi sulla conversione del traffico che si riceve in abbonati e-mail.

I ho provato molti approcci diversi per risolvere quel problema, e il modo migliore in assoluto è fornire alcuni contenuti gratuiti altamente pertinenti, utilizzabili e preziosi su ogni post del blog in cambio di un indirizzo email. Questi contenuti bonus sono stati chiamati magneti principali e gli aggiornamenti dei contenuti e, se fatti bene, possono convertire fino al 20% di tutti i visitatori in un post sul blog.

Per iniziare sono necessari alcuni passaggi:

  1. Scrivi contenuti blog molto dettagliati e fruibili.
  2. Fornisci ulteriori suggerimenti di bonus come aggiornamento dei contenuti, o fornisci una sorta di modello per aiutare i tuoi lettori a implementare i consigli di cui leggono nel contenuto del tuo blog.
  3. Utilizzare uno strumento come LeadBox da LeadPages per offrire l’aggiornamento del contenuto in cambio di un indirizzo e-mail.

Questo è tutto. Ed è il modo migliore in assoluto per creare un elenco di e-mail di abbonati attivi, proprio come il modo in cui abbiamo creato un elenco di oltre 100.000 abbonati su CoSchedule. “

10. Impara alcune buone maniere! Servire grazie pagina

Una volta che i visitatori del sito Web si sono iscritti al tuo elenco, pubblica immediatamente una pagina di ringraziamento (mostra loro le tue maniere).

Indica agli abbonati che l’adesione ha funzionato davvero. Usa un linguaggio o una grafica creativi, divertenti e unici nella pagina di ringraziamento.

È un modo vantaggioso per invitarli ad iscriversi al tuo blog o ad altri incentivi 🙂

Smart Passive Income crea una fantastica pagina di ringraziamento. La pagina ti chiede di confermare l’indirizzo e-mail solo con una foto (senza testo).
Grazie-you-page

 

Sezione B: Come mantenere l’elenco

 

11. Centro preferenze o abbonamento

Il centro preferenze consente agli abbonati di assumere il controllo delle comunicazioni e-mail. È uno dei modi migliori per stabilire una conversazione sana con i tuoi iscritti. 

Dai un’occhiata al centro preferenze di Modcloth :
Modcloth-preferenze-center

12. Sii intelligente riguardo al tuo processo di annullamento dell’iscrizione / annullamento

Quando un abbonato fa clic sul collegamento “Annulla iscrizione”, reindirizzalo al centro delle preferenze. Dagli opzioni per cambiare la sua frequenza o le preferenze di contenuto, ecc.

Usa un linguaggio accattivante e umorismo. Ridurrà sicuramente la tua percentuale di annullamento dell’iscrizione 🙂

Vedi cosa fanno i Bonobo quando fai clic sulla loro opzione “Annulla iscrizione”:
optout-process

13. Il tuo elenco contiene abbonati inattivi? Puliscili!

Secondo il rapporto speciale MarketingSherpa: Prospettiva OCM sulla consegna delle e-mail , “Rimuovere gli abbonati inattivi è la tattica più efficace per migliorare il tasso di consegna delle e-mail”

Il tuo elenco contiene abbonati che non intraprendono alcuna azione (apri, fai clic, leggi) sulla tua e-mail? Rimuovili.

Ridurrà la frequenza di rimbalzo e migliorerà la tua frequenza di apertura, CTR e reputazione.

Ramesh Choudhary, direttore di Sarv.com, ha condiviso le sue opinioni,

“Mantieni un elenco pulito. Hai l’indirizzo email ma è tua responsabilità mantenere la qualità della tua lista. Rimuovi tutti gli utenti inattivi e non coinvolti dal tuo elenco. E, rimuovi immediatamente tutti i contatti con rimbalzi rigidi. Ricorda SEMPRE che la salute del tuo elenco è la migliore metrica email che può migliorare le tue prestazioni email. “

14. Dai agli abbonati la possibilità di essere attivo!

Ho detto, rimuovere i tuoi abbonati inattivi? Ma meritano un’altra possibilità – lo facciamo tutti.

Quindi, prima di rimuoverli: “Dai loro un’altra possibilità in più per stare di nuovo con te.”

Invia una serie di e-mail agli abbonati che non hanno aperto, fatto clic o letto le tue e-mail recenti.

Ho ricevuto un’e-mail “mi manchi” da Animaker
MissYou-mail

Sam Hurley ha fornito la sua opinione su questo:

“Coinvolgi nuovamente abbonati non aggiornati

Inoltre, se hai abbonati inattivi, è tempo di coinvolgere nuovamente queste persone. Perchè no? Hai già le loro informazioni. Una volta erano interessati. Non c’è niente che ti impedisca di riaccendere questa fiamma!

Invia un’e-shot dedicata a queste persone specifiche: assicurati di creare una linea tematica attraente e stravagante che sia impostata per attirare l’interazione. Potresti essere sorpreso di quanto riemergano! ”

 

Sezione C: segmentazione

 

15. Segmenta il tuo elenco in base ai dati demografici (Conosci i tuoi abbonati)

Vuoi rendere pertinente il tuo messaggio? Innanzitutto, conosci i tuoi iscritti. Segmenta il tuo elenco in base agli attributi demografici: genere, età, titolo professionale, azienda, industria, posizione, interessi ecc.

Scopri cosa ha da dire Ramesh Choudhary sulla segmentazione ,

“Segmentazione. L’email marketing si basa sull’invio dell’email giusta alle persone giuste. E questo non può essere possibile senza segmentazione. Esistono diversi tipi di clienti con interessi, esigenze e problemi diversi, quindi ogni cliente dovrebbe essere intrattenuto in modo diverso e personale. Utilizza le informazioni dei tuoi iscritti per creare elenchi più segmentati e mirati. “

16. Come ottenere i dati dell’abbonato?

Stai pensando a come ottenere queste informazioni demografiche? A Long Forms!

No. Le forme lunghe sono irritanti. Ecco alcuni modi:

  • Ottieni informazioni di base durante l’iscrizione e chiedi maggiori informazioni sul modulo di conferma.
  • Hai visitatori abituali? Chiedi nuove informazioni ogni volta.
  • Consenti ai clienti di invitare al tuo centro preferenze dove possono personalizzare o controllare il proprio profilo.
  • Incoraggia gli abbonati a collegare i loro account di social media al loro profilo. Fornisce compleanni, anniversari, interessi, ecc. Degli abbonati

 

17. Segmenta il tuo elenco in base al comportamento (Scopri come si comportano)

Conoscere i tuoi abbonati è fantastico, ma sapere come si comportano ti dice cosa vogliono esattamente.

Bloomingdale personalizza la propria campagna di email marketing in base ai comportamenti e alle esigenze dei propri clienti. Le loro entrate sono aumentate del 50% .

Eliza Bzdon, Content Designer di FreshMail ha fornito la sua opinione sulla segmentazione:

“La segmentazione è la chiave per aumentare Open Rate e CTR nelle tue campagne. Invece di inviare lo stesso messaggio a tutti gli utenti del tuo elenco di iscritti, è meglio dividerlo in gruppi più piccoli e inviare messaggi personalizzati in base ai loro interessi e bisogni.

Dividere la tua lista di abbonati in frammenti più piccoli ti consente, ad esempio, di inviare campagne che corrispondono al genere di qualcuno o a coloro che vivono in una determinata area geografica.

Puoi anche creare segmenti sulla base di dati comportamentali e di coinvolgimento  . Basta controllare per vedere chi apre frequentemente i tuoi messaggi e chi no.

Inoltre, invia messaggi di ringraziamento agli abbonati che sono più coinvolti e campagne di attivazione a coloro che non lo sono. Il feedback che ricevi da come gli abbonati interagiscono con i tuoi messaggi ti diranno quali argomenti li interessano e ti aiuteranno a pianificare la tua prossima campagna.

Ricorda che puoi utilizzare dati pertinenti di altri sistemi per segmentare il tuo elenco come dal tuo CRM, piattaforma di e-commerce o Google Analytics.

La personalizzazione basata sul  comportamento dei tuoi abbonati è sempre la strada verso un’e-mail marketing più efficace. “

18. Scopri il percorso del cliente

Definisci il percorso dell’acquirente della tua azienda e sviluppa la tua strategia di posta elettronica. È tua responsabilità fornire l’esperienza il più positiva possibile. 

Secondo Hubspot, “Il viaggio di un acquirente è un modello che aiuta a mantenere il comportamento, le esigenze di informazione e i problemi dell’acquirente al centro di tutto ciò che le vendite e il marketing fanno”.

Ti chiedi perché il percorso del cliente è così importante?

Il marketing Sherpa ha chiesto ai consumatori “Pensando alla tua esperienza complessiva, cosa ti ha reso soddisfatto di [azienda]?”

Vedi i risultati qui sotto:
soddisfazione del cliente

Tamara Gielen , consulente di email marketing, trainer e leader del pensiero afferma:

“La mia strategia principale sarebbe quella di investire nella mappatura dell’intero percorso del cliente e identificare i principali punti di contatto in cui è possibile attivare un’e-mail in base all’azione o all’inazione di un abbonato”.

 

19. Prestare attenzione alla preferenza / al comportamento e-mail di Prospect

  • Quale tipo di e-mail (testo semplice o HTML) viene aperto o cliccato / letto da un potenziale cliente?
  • A quale tipo di contenuto / offerta risponde più spesso?
  • Con quale frequenza interagisce con la tua email?
  • Ottieni informazioni dettagliate sui loro interessi personali.

20. Prestare attenzione al loro comportamento sociale

  • Un potenziale cliente ha menzionato la tua azienda sui social media?
  • Il consumatore ha navigato nel tuo sito tramite Facebook o Twitter?
  • Un potenziale cliente ha condiviso la tua email su Facebook o Twitter?
  • Che tipo di contenuto lui / lei ripubblicano o condividono?
  • Ha partecipato a qualche sondaggio o sondaggio?

 

21. Prestare attenzione all’attività di ricerca

  • Con quale frequenza un potenziale cliente visita il tuo sito Web?
  • Per quanto tempo naviga sul tuo sito Web? E quante pagine?
  • Che tipo di contenuto un consumatore legge o scarica?
  • Che tipo di parole chiave ha usato?
  • Ha compilato un modulo durante la sua visita?

 

22. Storia transazionale

  • Ha acquistato qualche servizio o prodotto?
  • Un consumatore ha aggiunto un prodotto al carrello ma non ha effettuato l’acquisto?
  • Quale prodotto o servizio è più interessata?

Ryan Shelley, fondatore e CEO, Shelley Media Arts LLC. ha fornito la sua opinione sulla segmentazione:

“La cosa più importante da ricordare con l’email marketing è la segmentazione. Non tutti nel tuo database hanno bisogno o vogliono tutto ciò che invii. Segmentando le tue liste, non solo vedrai migliorare i risultati, ma mostrerai anche ai tuoi contatti che apprezzi loro e la loro casella di posta. “

23. Invio di e-mail di compleanno agli abbonati

I compleanni sono sinonimi di feste, torte e regali.

Tutti amano le sorprese nei loro compleanni. Li fa sentire speciali.

Offrire uno sconto speciale o un incentivo almeno una settimana prima del compleanno dell’abbonato per dargli il tempo di utilizzare l’offerta. Lo apprezzeranno davvero.

Accedi ad alcune informazioni rapide:

secondo Experian , le e-mail di compleanno hanno tassi di transazione superiori del 481% rispetto alle e-mail promozionali.
Il 27% delle e-mail di compleanno arriva il giorno del compleanno dell’abbonato.

Il 73% arriva prima del compleanno del destinatario.
Topshop augura buon compleanno e offre uno sconto speciale del 20%.
Compleanno-mail

24. Invia una serie di email di abbandono del carrello

Abbandonato prima che acquistassero?

Secondo il Baymard Institute , una società di ricerca web nel Regno Unito, il 69,23% dei carrelli della spesa online viene abbandonato.

Invia campagne e-mail mirate di follow-up per incoraggiare i tuoi abbonati a completare il loro ordine.

Carl Sednaoui, Director of Marketing @ MailCharts afferma:

“Invia email di abbandono del carrello. Il 68% dei carrelli viene abbandonato. L’invio di email di abbandono del carrello di potenziali clienti può aiutarti a recuperare tra il 5% e l’11% delle vendite altrimenti perse “.

Ecco un esempio di come Godaddy mi ha inviato un’e-mail personalizzata dopo aver abbandonato il carrello.
lo shopping-cart-mail

 

Sezione D: Riga dell’oggetto

25. Rendi il soggetto il tuo titolo

Cosa fai quando vedi un’email nella posta in arrivo?

Cosa ti incoraggia ad aprire un’e-mail?

Una riga dell’oggetto. Giusto?

La maggior parte dei marketer ha una domanda comune: come possiamo ottenere l’attenzione del nostro lettore ideale?

Gary Bencivenga , il più grande copywriter vivente, analizza i titoli migliori mai usati nel direct mail e trova un’equazione:

Interesse = Vantaggio (cosa ne uscirò) + Curiosità (chiedo cosa dirà il resto dell’email)

Guarda come Ramit Sethi usa la stessa formula nelle sue linee tematiche per generare un’enorme quantità di entrate per lui.
Ramit-soggetto-line

26. Crea Launch Subject Line (come Brian Dean)

Brian Dean, fondatore di Backlinko , che offre regolarmente ottimi contenuti ai suoi abbonati attivi (adoro leggere le sue e-mail).

Di recente ha lanciato uno strumento premium, YoRocket (che aiuta ad attirare traffico sul tuo sito e a migliorare il CTR).

Ecco uno screenshot che contiene le linee tematiche durante il lancio di YoRocket.
Launch-soggetto-line

27. Rendi la riga dell’oggetto più personalizzata

“Ricorda che il nome di una persona è per quella persona il suono più dolce e importante in qualsiasi lingua.”
– Dale Carnegie

Usa il “Nome” dell’abbonato o parole come “Tu / Il tuo” nella riga dell’oggetto.

Personalmente, io (e tutti gli altri) amo vedere il mio nome o qualcosa che strizza l’occhio alla mia identità.

Includere il nome di un abbonato nella riga dell’oggetto ha aumentato i tassi di apertura del 29,3%. ( Fonte )

Vedi Social Media Examiner ha usato il mio nome nelle righe dell’oggetto.
personalizzato-soggetto-line

28. Usa parole come “Vendite”, “Nuovo” o “Video”

Annunciare una vendita o un nuovo prodotto / post?

L’uso di parole come Vendite , Nuovo o Video nella riga dell’oggetto aumenta la percentuale di clic.

Vedi alcune righe dell’oggetto che contiene la parola ” vendita “
vendita-soggetto-line

29. Educare i tuoi abbonati

Scrivi una riga dell’oggetto incentrata sul cliente.

Inizia a istruire i tuoi abbonati fin dalla prima e-mail (e-mail di benvenuto).

La formazione di nuovi abbonati genera il 33% delle entrate totali della posta elettronica nella campagna di benvenuto. ( MarketingSherpa )

Guarda come Robbie Richards scrive i suoi argomenti.
educare abbonati

30. Poni una domanda e “Istruzioni” nella riga dell’oggetto

Le righe dell’oggetto della domanda invogliano il destinatario a scoprire la risposta. Dovresti anche considerare l’uso di parole come “How-to”.

Le righe dell’oggetto “How to” descrivono ciò che imparerai dall’e-mail

Vedi alcune righe dell’oggetto “How-to”:
How-to-soggetto-line

31. Crea senso di urgenza

Conosci il concetto FOMO?

FOMO (Fear of Missing Out) afferma: “Le persone hanno paura di perdere eventi, aggiornamenti importanti o notizie, un buon affare e opportunità”.

Crea un senso di urgenza nell’oggetto (cerca di essere creativo). Usa parole come “Offerta a tempo limitato”, “Ultima opportunità”, “Solo oggi”.

Le linee tematiche che creano un senso di urgenza ed esclusività possono dare un tasso di apertura superiore del 22%. ( Fonte )

Come BirchBox scrive linee tematiche esclusive e fruibili.
Birchbox-subjectline

32. Keep It Short, semplice e specifico

“La semplicità è meglio della complessità.”

Le righe dell’oggetto con 30 o meno caratteri hanno un tasso di apertura superiore alla media. ( Fonte )

Crea la tua riga dell’oggetto unica e precisa (Nessuna cosa senza senso).

33. Usa un po ‘di umorismo

Hai un buon senso dell’umorismo? Fai sorridere i tuoi lettori.

Un sorriso ha il potere di milioni di parole, dice semplicemente: “Mi piaci, mi rendi felice. Sono contento di vederti.”

Mescola un po ‘di umorismo nell’oggetto (ma non essere offensivo o sarcastico). Se li fai sorridere, si ricorderanno di te.

34. Riga dell’oggetto come CTA

Utilizzare la riga dell’oggetto come invito all’azione (CTA). Rispondi alla domanda dell’abbonato, “Perché dovrei leggere questo?”

Chelsea Scholz, stratega della campagna, Unbounce , afferma: “Il lavoro del soggetto, ad esempio, è di convincere le persone ad aprire il messaggio”.

Jesper Isaksson, Me and You Marketing ci ha detto:

“L’uso della riga dell’oggetto dell’email come CTA è un modo semplice per aumentare le percentuali di clic. Perché questa è la linea che ha innescato un’azione da loro in primo luogo, aprendo la tua e-mail. Se l’oggetto e-mail e l’invito all’azione rispecchiano il titolo della pagina di destinazione. Altri si impegneranno anche con quella pagina. “

35. Utilizzo delle parole “Giornaliero” o “Settimanale” nella riga dell’oggetto

Vedi Hacker di crescita  contiene la parola “Settimanale” nella riga dell’oggetto.
GrowthHackers-soggetto-line

36. La riga dell’oggetto Numero / Elenco  

Elenchi e numeri creano curiosità e sono più facili da elaborare per il cervello.

I post dell’elenco o gli articoli dell’elenco sono molto popolari tra i blogger, l’utilizzo di numeri o dati nella riga dell’oggetto è una best practice efficace per l’email marketing per far notare la tua e-mail e impostare le aspettative.

37. MAI fare false promesse

Ripeti dopo di me, “MAI fare false promesse e disorientare i tuoi lettori”. Influisce negativamente sulla loro percezione del tuo marchio.

Una falsa promessa può aiutarti ad aprire la tua e-mail, ma ti permetterà anche di cancellarti (o addirittura di SPAM)!

38. Rompere la regola: non usare mai la parola “LIBERO”

Cerca la tua casella di posta ora per i marchi usando le parole “Gratis”. Troverai sicuramente un buon numero di email.

LIBERO è una parola utilizzabile.

Le e-mail con “Gratis” nella riga dell’oggetto sono state aperte del 10% in più rispetto a quelle senza.

Vedi le righe dell’oggetto che contengono la parola “Free”.
Free-soggetto-line

39. Rompere la regola: giudicare una riga dell’oggetto per tasso aperto

Come giudichi la tua riga dell’oggetto?

Basato su open rate?

Se sì, allora stai facendo un grosso errore.

Se la riga dell’oggetto ottiene un buon numero di aperture, ma pochi clic e conversioni. Non è un segno goos.

Giudicalo sempre per conversioni (o clic). 

40. Rompere la regola: non usare mai simboli

Adoro vedere emoji e simboli nella riga dell’oggetto. I simboli lo rendono più attraente.

Prova a usare simboli e altre punteggiatura (ma non abusare).

Persino marchi noti stanno usando simboli. Vedi questo esempio di seguito:
Simboli-soggetto-line

 

Section E: Content

 

41. Sii umano!

La maggior parte delle tue e-mail (noiose e impersonali) irritano i tuoi abbonati. Ammettiamolo questa verità!

Vuoi rendere la tua email più coinvolgente?

C’è solo una REGOLA: il contenuto deve essere naturale e umano.

RICORDA che dall’altra parte c’è un essere umano che leggerà il tuo messaggio. Rendi la tua lingua amichevole e colloquiale.

Usa le parole naturali nel tuo messaggio che il destinatario vuole leggere.

Usa un po ‘di umorismo per comunicare in un modo più umano!
“L’impegno efficace si ispira all’empatia che si sviluppa semplicemente dall’essere umano”. – Brian Solis

Leggi l’e-mail qui sotto che ho ricevuto da Ramit, sembra umano? Si!
natural-mail

42. Storytelling (chiave per vendere con e-mail)

“Ognuno ha storie da raccontare.”
Condividi case study o storie di successo dei tuoi clienti. Rompi la tua e-mail in tre parti (come una storia o un film):

Parte 1: mostra lo scenario del cliente (punto critico) prima della modifica.
Parte 2: mostra un po ‘di drammaticità.
Parte 3: mostra come il tuo prodotto o servizio può essere una soluzione. Lieto fine 🙂

Usa il linguaggio che i lettori possono visualizzare e usare immagini di persone reali.

Vedi l’e-mail di seguito da Jon Morrow, fondatore di SmartBlogger . È l’esempio perfetto di storytelling: la riga dell’oggetto di questa email dice “Newbie Blogger ottiene 56.334 visitatori in 60 giorni”
narrazione-mail

Jesper Isaksson ha condiviso la sua migliore pratica con noi:

“Direi che il modo migliore per creare fiducia è lo storytelling o” storyselling “per uccidere due uccelli contemporaneamente.

Per ” storysell ” potresti usare parabole “piccole storie” che si legano a dimostrare un punto (educare il lettore mentre racconta una storia). Ciò rafforzerà l’intento del tuo messaggio educando e divertendo i tuoi lettori mentre avvicini i tuoi lettori al tuo invito all’azione “.

43. Rendi personale ogni email!

Usa la personalizzazione nei tuoi contenuti.

Il 94% delle aziende afferma che la personalizzazione è fondamentale per il loro successo attuale e futuro e per una buona ragione.

Probabilmente hai ricevuto e-mail che contengono il tuo nome come   “Ehi [nome], abbiamo un’offerta speciale per te”

Ma la personalizzazione è molto più che indirizzare i tuoi lettori con il loro nome. Cosa dice il tuo messaggio e qual è l’oggetto.

Vedere l’e-mail che ho ricevuto da Jeff Goin è un ottimo esempio di personalizzazione. Include sia il nome che i contenuti altamente pertinenti.
E-mail personale

Juntae DeLane, fondatrice del Digital Branding Institute afferma:

“L’email marketing personalizzato implica lo sviluppo di contenuti altamente pertinenti per tutti gli aspetti del percorso dell’acquirente. Consideralo quando sviluppi la tua prossima campagna e-mail”

Gisela Hausmann , Email Evangelist, ha condiviso la sua migliore strategia con noi:

“Rendi personale ogni email!

Nei momenti in cui tutti possono inviare un’e-mail a tutti, le persone cercano solo una via di fuga senza dover rispondere a un’e-mail. Qualsiasi e-mail che sembra sia stata inviata a un numero qualsiasi di persone offre tale evasione (“Qualcun altro lo farà.”).

Inoltre, studia le tecniche su come scrivere le migliori e-mail. L’email è il modo migliore per raggiungere gli influenzatori. Un sondaggio di Good Technology ha rivelato che l’americano medio controlla prima il telefono intorno alle 7:09 Per essere precisi: il 68% delle persone controlla le e-mail di lavoro prima delle 8:00, il 50% controlla la posta elettronica mentre è ancora a letto e il 69% non va dormire senza controllare la posta elettronica.

Pertanto, lo studio delle migliori tecniche paga. È il miglior investimento per qualsiasi carriera professionale.

L’uso del metodo di prova ed errore non richiede solo troppo tempo, ma brucerai ponti con persone che imparano a ignorare le tue e-mail. “

44. Personalizzazione più profonda

Prima di personalizzare la tua email, prenditi un po ‘di tempo per controllare i dati che raccogli: i dati hanno senso e sembrano personali?

Usa le informazioni personalizzate a beneficio dei tuoi abbonati.

Di seguito è riportato un esempio di profonda e-mail personalizzata inviata da Grammarly
Grammarly-mail

Sam Hurley ha fornito la sua opinione sulla personalizzazione:

“Utilizza un software di automazione del marketing intelligente per  personalizzare le tue e-mail ben oltre quella di includere semplicemente il nome del destinatario …

Che cosa attirerà il tuo interesse: un’e-mail con il tuo  nome o un’e-mail con una raccolta di contenuti, prodotti, servizi e volti del team conosci, in base alla cronologia di navigazione immediata?

Potente davvero!

Alcuni fornitori:

  • Intercom.io (B2B)
  • GetVero.com (e-commerce)
  • SparkPage (B2C)

 

Jenna Tiffany, fondatrice e direttrice della strategia presso Let’sTalk Strategy ha condiviso con noi le sue opinioni sulla personalizzazione.

“La personalizzazione e la segmentazione sofisticate che utilizzano una visione per singolo cliente sono strettamente in linea con l’incremento delle prestazioni di email marketing per marchi e operatori di marketing. La ragione di ciò è che consente a un marchio di comunicare con il cliente giusto, al momento giusto, con il contenuto giusto circondato dal contesto. “

45. Non fare degli abbonati il ​​tuo obiettivo di marketing

 

“Tutti sono acquirenti”.
Ma nessuno vuole essere un obiettivo di marketing. Quindi, mercato per le persone come vogliamo essere commercializzati.

Non usare un tono di vendita o marketing, irrita i lettori. Usa la tua email per educare.
“Il miglior marketing non si sente affatto come marketing”.

Chelsea Scholz, stratega della campagna, Unbounce ci ha detto:

“L’email può essere il tuo canale di marketing più prezioso; tuttavia, farlo non è abbastanza: devi farlo nel modo giusto. Ogni componente della tua e-mail dovrebbe avere un lavoro da svolgere, quindi, per quanto allettante, evita di trasformare ogni parte della e-mail in una proposta di vendita.

Questo approccio alla scrittura di e-mail ti preparerà per un’esperienza più personale (e con maggiore conversione) perché ogni elemento muove il lettore attraverso una storia e uno scopo. “

46. ​​A cosa sono interessati? Comprendi le loro esigenze

“La migliore strategia di marketing di sempre: CARE.”  – Gary Vaynerchuk

Il tuo contenuto dovrebbe essere utile, educativo, pertinente e divertente. Se vuoi vincerli, devi conoscere personalmente i bisogni e i punti deboli di ogni prospettiva.

I clienti dovrebbero essere al centro di tutto il marketing perché il cliente è l’EROE. Personalizza i tuoi contenuti per l’interesse del pubblico.

Guadagna = Educare + Intrattenere

Steve Arnold, fondatore e CEO di MarketHub ha condiviso le sue parole con noi:

“Se desideri migliorare le probabilità di recapitare i tuoi messaggi nella posta in arrivo principale del tuo pubblico, assicurati di inviare messaggi solo a persone che potrebbero interagire con loro. I provider di posta elettronica come Gmail e Yahoo cercano segnali come tasso aperto per determinare la consegna futura.

Una strategia è quella di segmentare il pubblico in base a un’area tematica molto specifica e quindi inviare e-mail esclusivamente relative a tale argomento a tali persone “.

47. Parla di Pain Point!

Trova un punto critico o problemi comuni tra il tuo pubblico di destinazione e trova una soluzione sotto forma di articoli, webinar o serie di post di blog, quindi invialo come contenuto e-mail.

Scopri come Ian Brodie parla della più grande sfida dei suoi clienti e trova una soluzione.
Ian-Brodie-mail

Uzzal Hossain , un marketer di social media ci ha detto:

“Fornisci sempre il valore migliore e praticabile nei tuoi settori. Parla sempre di “singolo punto di dolore”.

Assicurati di rispondere a ogni singolo problema / domanda dei tuoi iscritti. Ricorda quando si fideranno di te, compreranno da te. “

48. Fornire incentivi per aumentare la conversione

Offri incentivi o bonus irresistibili per aumentare il tuo tasso di conversione!

Devi considerare un abbonato come un membro stimato della tua comunità.

Le offerte esclusive rendono speciali gli abbonati: ebook o guida gratuiti, coupon o codice offerta, sconti speciali una tantum, video o webinar, corso gratuito, ecc.

Ecco un’e-mail che ho ricevuto da Animoto
Animoto-mail

Jesper Isaksson ha fornito la sua opinione:

“Dico spesso che un’e-mail senza l’incentivo a leggerla e il vantaggio di agire è come un panino davvero secco senza condimenti.

Perché se non c’è nessuno che interagisce con le tue e-mail (non leggendo o facendo clic sui tuoi link), non importa quanto siano buoni i tuoi contenuti … fine della storia ? Non proprio …

Ogni e-mail nella tua sequenza ha un motivo specifico per essere lì. Più che generare aperture e clic … Deve fare qualcosa per spostare il potenziale cliente verso il prossimo passo e rimanere in linea con l’obiettivo finale.

Se il tuo obiettivo come marketer di posta elettronica è quello di creare entrate come spesso accade, l’invio di persone alle pagine in cui è possibile effettuare vendite è la seconda competenza più importante di cui hai bisogno.

Meglio ancora, coinvolgerli oltre la tua email.

Quindi, come incentivare la riga dell’oggetto e rendere l’e-mail orientata ai benefici?

Strutturato in una riga dell’oggetto, potrebbe apparire così …

“Il tuo dono all’interno rivela – 3 semplici passaggi per aggiungere 1.000 abbonati”

Il dono è l’incentivo per l’apertura della tua e-mail. Aggiungendo 1k abbonati, il vantaggio di agire sui 3 passaggi forniti.

Se offri un incentivo oltre a un vantaggio derivante dall’azione, non solo apriranno la tua e-mail … È più probabile che la leggano e alla fine agiscano.

Sebbene sia importante che i tuoi contenuti e-mail mantengano le promesse, non vuoi che il lettore si fermi qui.

Perché “l’unico scopo della tua e-mail” è spesso quello di indirizzare il traffico verso altri contenuti.

… e il tuo obiettivo finale molto probabilmente non si esaurisce con i tuoi destinatari che aprono la tua e-mail, giusto?

Quindi, per andare ancora oltre e per assicurarti di ottenere risultati, puoi usare il tuo CTA per preparare i lettori a ciò che è dall’altra parte del tuo link per aumentare il coinvolgimento in quella pagina … assicurati che rimangano abbastanza a lungo per finire acquista il tuo prodotto o servizio.

Io chiamo questo “contenuto lineare”.

49. Sii umile!

Non sembrare un robot. È importante rimanere umili mentre trasmetti il ​​tuo messaggio.

Parla di loro invece di parlare di te. Valorizza le loro opinioni e decisioni.

Ian Brodie, leader del pensiero di marketing e autore ci ha detto:

“Sii umile. Quello che intendo con ciò è che non cercare di mettere in onda e grazie. Non cercare di essere una celebrità che dice “guardami” o un professore che parla al tuo pubblico. I tuoi lettori vogliono sentire qualcuno come loro, vogliono sapere dei tuoi alti e bassi. Vogliono storie su tutte le verruche. Essere un esperto o un’autorità non significa essere distanti.

Non aver paura di vendere delicatamente in quasi tutte le tue e-mail. Ci vuole scrittura di classe mondiale per vendere freddo in una singola e-mail. Ma chiunque può vendere con successo inviando e-mail regolari che costruiscono la tua relazione e offrono delicatamente qualcosa che aiuterà il lettore a fare il passo successivo. “

Ottieni una copia dell’email di 21 parole di Ian che può attirare più clienti

50. Usa elementi visivi nell’email

Usa la potenza degli elementi visivi nella tua e – mail per soddisfare i tuoi clienti.

Il 90% delle informazioni trasmesse al cervello è visivo. Gli elementi visivi vengono elaborati 60.000 volte più velocemente nel cervello rispetto al testo. ( Fonte ) I

video sono canali coinvolgenti e divertenti per fornire informazioni.

Gli esperti di marketing che integrano i video nell’e-mail generano entrate mensili superiori del 40% rispetto a coloro che non lo utilizzano.

51. Non abusare della parola “io”

Non usare la parola “io” frequentemente. Scrivi la tua copia e-mail in seconda persona, “tu”, “tuo” e “tuo”.

Dai un’occhiata alla copia in questa email da Udemy.
Udemy-mail

Conta quante volte l’e-mail dice “tu / il tuo” invece di “I”. Va bene va bene, faccio il conto …

‘Tu / il tuo’ appaiono 7 volte, mentre le parole ‘Io’ e ‘noi’ appaiono solo 2 volte.

Vedi la differenza?

52. Smetti di essere spammer accidentale

Nessuno vuole essere uno spammer nell’universo! Ma cosa succede se stai dando il cuore e l’anima al servizio dei clienti e vengono ricevuti i reclami di spam?

Vorrei suggerirti alcuni modi che ti impediranno di essere spammer accidentali :

  • Chiedi l’autorizzazione prima di inviare e-mail.
  • Segui l’atto CAN-SPAM.
  • Mostra la tua identità.
  • Invia informazioni altamente pertinenti.
  • Invia l’e-mail solo a cui si è iscritta.
  • Non irritare o interrompere i clienti inviando un numero di e-mail.
  • Rendi il tuo processo di annullamento dell’iscrizione super facile!

 

Sezione F: Inizia la conversazione, non campagne

53. Crea una connessione reale

Come marketer, dovresti ridurre il divario tra te e i tuoi abbonati. Devi lavorare sodo per connetterti e interagire con loro.

Ho usato un po ‘la parola “Coinvolgimento”, ma cosa significa veramente. Secondo Marketo ,

“Un’e-mail coinvolgente non parla solo con un lettore; gli dà anche una ragione e un’opportunità per rispondere, proprio come una conversazione nel mondo reale. “

Ramesh Choudhary ha fornito la sua opinione ,

“Fai conversazione. Affronta questa verità nessuno vuole le tue noiose campagne e-mail. L’acquirente di oggi desidera una conversazione più genuina e pertinente. Un tono di conversazione e umano nella tua e-mail può aiutarti a costruire relazioni più naturali e affidabili con i tuoi potenziali clienti. Se vuoi conquistare un cliente devi essere ossessionato da lui. “

Leggi questa fantastica copia e-mail che ho ricevuto da Pat Flynn:
reale collegamento

54. Dai una voce ai clienti!

Cosa succede quando passi un appuntamento a parlare? Niente di buono, vero? Consenti alla persona di risponderti.

Se ridi delle date, ti diverti e hai conversazioni che scorrono facilmente, allora probabilmente sei una buona partita.

Lo stesso principio si applica alla tua email marketing. Dai voce ai tuoi iscritti. Chiedi recensioni, sondaggi, feedback. E ascolta cosa ti rispondono.

Anche se non è tutto positivo, almeno c’è un’opportunità per fare una conversazione.

Dobbiamo fornire contenuti pertinenti agli interessi di un lettore per avviare una conversazione a flusso libero.

James di Buzzsumo voleva che rispondessi e avvii una conversazione ponendo alcune domande.
bidirezionale comunicazione

 

55. Tratta gli abbonati come membri della community

Ryan Robinson, consulente di content marketing ai massimi esperti del mondo e startup in crescita. Scrive per oltre 200.000 lettori mensili su ryrob.com . Ha fornito la sua opinione:

“Per essere un efficace marketer della posta elettronica, devi creare connessioni significative con il tuo pubblico. Il mio consiglio è di smettere immediatamente di usare la parola “abbonato” e di allenarti invece a trattare le persone che ricevono le tue e-mail, come le persone uniche che sono. Sostituisci “abbonato” con “membro della comunità” e tutto ciò che riguarda il tuo stile di interazione con i membri della tua comunità cambierà: li stai umanizzando e ciò ti aiuterà in modo significativo a costruire connessioni più forti.

Inoltre, più sei in grado di intrecciare la tua voce, la tua storia e le tue esperienze personali nelle comunicazioni e-mail con la tua community, più ti sentiranno vicini e il modo in cui la tua community si sente in te determinerà notevolmente con cui acquisteranno da te in futuro.

56. Email di benvenuto

“Il 74,4% dei consumatori si aspetta un’e-mail di benvenuto quando si abbonano.”

L’email di benvenuto è una prima conversazione amichevole tra te e il nuovo abbonato. Dovrebbe essere utilizzabile e informativo, il che incoraggia i nuovi abbonati a interagire con la tua attività.

L’anatomia di un’e-mail di benvenuto dovrebbe essere simile a questa:

• Grazie!
• Congratulazioni, ora sei iscritto!
• Ecco la tua offerta (mantieni la promessa dell’iscrizione inviando il codice coupon, il contenuto o altra offerta promessa).
• Ecco cosa aspettarsi dopo e quando aspettarsi (impostare le aspettative).

BAGGU offre un codice coupon al nuovo iscritto nel messaggio di benvenuto.

welcome-mail

Bria Sullivan, Content Developer presso Constant Contact ha condiviso le sue migliori pratiche con noi:

“Credo che una breve serie di autorisponditori di e-mail di benvenuto sia la chiave per creare una prima impressione duratura e positiva della tua attività. Quella serie di e-mail di benvenuto è la prima cosa che vedono i nuovi abbonati ed è quindi fondamentale coinvolgere e impressionare subito. “

Meera Kothand , scrittrice freelance e specialista di marketing e-mail certificata le ha fornito la sua email di benvenuto:

“Ogni operatore di marketing online dovrebbe avere una sequenza di e-mail di benvenuto, una serie di 3-5 e-mail che vengono inviate a un abbonato quando si iscrivono per la prima volta alla tua lista e-mail. Questo è l’aspetto più trascurato dell’email marketing. Un’e-mail di benvenuto è buona, ma quello che vuoi fare è “stendere il tappeto rosso” per i tuoi abbonati al momento della prima iscrizione.

Secondo uno studio di Ciceron, le prime 48 ore sono quando gli abbonati e-mail sono più coinvolti. Vuoi creare un’ottima prima impressione di te e del tuo marchio in questo breve periodo di tempo. Una serie di e-mail di benvenuto dedicata non solo ti aiuterà a farlo, ma creerà anche fiducia “.

57. Rispondi a ogni domanda

SEMPRE pronto ad aiutare i tuoi potenziali clienti. Forse stanno cercando una soluzione reale per il loro problema o forse vogliono semplicemente conoscere il tuo prodotto o servizio.

Rispondi sempre alle loro domande. Le piccole cose costruiscono impegni a lungo termine.

58. Piattaforma scalabile 1: 1

Joel Traugott, professore senior di marketing in entrata, HubSpot Academy ci ha detto:

“Piattaforma scalabile 1: 1 – Una cosa che mi piace di più del lavoro con la posta elettronica è la quantità di dati disponibili nell’area. Non devo mai chiedermi se il mio messaggio risuona perché posso semplicemente guardare nella mia dashboard e vedere.

È un modo meraviglioso per ridimensionare le conversazioni 1: 1 (notoriamente difficile da quantificare) mentre si fa crescere la presenza online di un’azienda ”.

59. Conversazione pertinente

Stai uscendo con qualcuno?

Se vuoi una relazione a lungo termine, conosci meglio le sue simpatie, antipatie e bisogni. È vegana o odia i film d’azione?

Lo stesso qui: presta molta attenzione alle simpatie e alle antipatie degli abbonati. Consenti loro di scegliere il tipo di contenuto / informazioni che desiderano ricevere nella loro casella di posta.

La chiave del successo dell’email marketing: rispetta le preferenze degli iscritti e avvia una conversazione pertinente.
pertinenza

Ramesh C, Fondatore e CTO @ Sarv.com

“Il successo dell’email marketing dipende solo dalla trasparenza e dalla pertinenza, la trasparenza con ISP definisce la tua deliverability e gli e-mail pertinenti aumentano sempre il ROI. L’invio di e-mail in blocco sta morendo, questa è l’era dell’email marketing rilevante per automazione e segmentazione. “

60. Usa parole come Ricorda, Supponi o Immagina

Immagina se avessi il potere di ipnotizzare le persone.

Immagina di poterlo fare scrivendo la tua e-mail per farli leggere.

Sembra interessante!

Può essere possibile usando parole ipnotiche nella tua copia e-mail come “Ricorda”, “Supponi” o “Immagina”.

Hai notato che ho anche usato la parola “immaginare” due volte per farti leggere 🙂

Perché non provare queste parole e controllare i tuoi risultati – dopo tutto, il marketing è tutto incentrato sulla psicologia .

61. Invia serie di e-mail che passano da una all’altra

Invia serie di email come una conversazione. Ti aiuterà a portare avanti la relazione.

Come suona?

Esempio di serie di e  mail Meera Kothand :
email-series

 

Sezione G: Anatomia e design dell’email

 

62. SEMPRE Metti il ​​’nome’ per guadagnare abbastanza fiducia!

Il nome di (o del mittente) è un fattore critico nella decisione di un abbonato di aprire o eliminare la tua e-mail.

Quando riceve il tuo messaggio, per prima cosa guarda il “campo” per vedere chi ha inviato l’e-mail. Quindi, è tua responsabilità mostrarle chi sei.

Usa il nome dell’azienda / marchio, il nome personale, il nome basato sulla campagna come da nome.

63. Testo pre-intestazione per dare un’anteprima!

La tua campagna e-mail è come il film – e una preheader è un’anteprima in modo che sappiano cosa aspettarsi (struttura del contenuto del messaggio).

Il testo pre-intestazione è un’estensione della riga dell’oggetto e viene effettivamente visualizzato accanto alla riga dell’oggetto.

Scopri come Casper utilizza il testo di anteprima come estensione della riga dell’oggetto.
Anteprima testo

Suggerisco di non ripetere la riga dell’oggetto nella parte pre-intestazione. Scrivi qualcosa di creativo, pratico e unico.

Ecco alcune linee guida di Tornasole , quali client di posta elettronica visualizzano il testo di anteprima? Ti dà un’idea di come scrivere il testo preheader per diversi dispositivi e client.

Janie e Jack fanno un ottimo lavoro nella loro e-mail. Aggiungono un testo pre-header “Aspetti perfetti per feste festive e riunioni di famiglia”.
intestazione del testo

 

64. Conserva la tua e-mail Copia al punto questa stagione!

Leggi ogni singola parola in un’e-mail di marketing? Probabilmente no.

Le persone non leggono le e-mail, le scansionano.

La ricerca di Jakob Nielsen mostra che

“Gli utenti sono estremamente veloci sia nell’elaborare le loro caselle di posta sia nella lettura delle newsletter. Le persone erano fortemente inclini a saltare il testo introduttivo di blah-blah. Nota l’enfasi posta sulla lettura delle prime due parole dei titoli “.

Cosa possiamo imparare da questa ricerca?

Mantieni il testo breve e puntuale. Scrivi il tuo messaggio principale above the fold per rendere i potenziali clienti in grado di leggere il tuo messaggio in meno di 10 secondi.

Mantieni le prime due parole del titolo informativo.

Suddividi i tuoi contenuti in punti elenco per mantenere organizzato il testo.

Ecco un’e-mail da Todd Brison. Copia di questa e-mail è breve e puntuale.
a breve e-mail

Cosa dice Ann Handley a proposito della copia e-mail ,

“In generale, penso che più breve sia meglio. Penso che la brevità regni sempre. Penso che se potessi dirlo più semplicemente, dovresti.

Se la tua scrittura richiede più spazio, non sono contrario ai messaggi lunghi. Ciò a cui sono contrario è sprecare il tempo del pubblico. Finché rispetti il ​​pubblico e provieni da un luogo di umiltà, penso che sia del tutto perfetto scrivere tutto il tempo necessario.

Ma niente di autoindulgente. Non perdere il tempo del tuo pubblico. “

Ma aspetta, c’è qualcosa di più: lo

stile di un’e-mail dovrebbe essere basato sui gusti del cliente. Se sei un influencer, un Guru o un autore e hai progettato una piattaforma attorno allo storytelling, i tuoi potenziali clienti mostreranno interesse per una copia più lunga.

Ramit Sethi invia email relativamente lunghe perché il livello di coinvolgimento dei suoi abbonati è così alto che vogliono leggerlo.
-Lunga email-copy

 

65. Parla di vantaggi, non di funzionalità

Hai mai sentito il detto: “I benefici vendono, le funzionalità no”?

Quindi vero …

Il tuo messaggio dovrebbe mostrare i vantaggi del tuo prodotto a un consumatore. I consumatori non si preoccupano delle funzionalità (nemmeno del prodotto stesso).
“La gente non vuole comprare un trapano da un quarto di pollice. Vogliono un buco da un quarto di pollice!”
– Theodore Levitt, professore di marketing della Harvard Business School
Il tuo compito è far capire ai clienti i vantaggi del tuo prodotto.

Jenna Tiffany ha condiviso la sua interpretazione:

“Pensa sempre al cliente e al vantaggio che l’e-mail che stai per premere invia al destinatario. Se stai lottando per identificarlo, vale la pena inviarlo?”

Dai un’occhiata alla copia dell’email di FOOD52.
email-benefici

66. Ricorda di aggiungere un link alla tua email

Vuoi inviare un articolo o un argomento (che richiedono una spiegazione) ai tuoi abbonati?

Non è necessario inviare l’intero articolo nella tua e-mail. Scrivi la breve descrizione del contenuto nella tua e-mail, quindi includi un link per leggere di più su una pagina web.

Guarda come Darius Foroux  invia l’e-mail dopo aver pubblicato l’articolo o il podcast.
add-link-in-mail

Ci sono 2 vantaggi:

1. Le informazioni sono facili da consumare e

2. Indirizzare i visitatori a una pagina Web che offre l’opportunità di migliorare SEO e conversione.

 

67. Soddisfa la tua promessa nella tua copia e-mail

Hai fatto qualche promessa o impostato aspettative nella riga dell’oggetto? Il messaggio di posta elettronica DEVE consegnare quella promessa.

Ripeto ANCORA che una promessa falsa può aiutarti ad aprire la tua e-mail, ma un’alta percentuale di apertura non significa nulla senza alcun click-through.

Vedi l’e-mail seguente di Selena Soo in questa e-mail che mantiene la sua promessa.
selena-soo-mail

68. Inserisci immagini nel tuo messaggio

 

“Un’immagine vale più di mille parole.”

Un’email senza immagine è come samosa (piatto indiano) senza salsa. Mettere le immagini nella posta elettronica sembra attraente e informativo.

Puoi includere un’immagine reale di una persona o cosa, oppure puoi fare delle illustrazioni.

Hai bisogno di aiuto per le immagini? Visita siti come Canva , Death to Stock Photo e Twenty20

69. Assicurati che le immagini abbiano il testo ALT

Il contenuto visivo è davvero potente e avrebbe senso includere le immagini nella tua e-mail.

Grande!

Ma l’email è un po ‘complicata. La maggior parte dei destinatari ha bloccato le immagini, quindi devi assicurarti che le tue immagini abbiano il testo alternativo.

Il testo alternativo è il testo alternativo che appare quando le immagini non vengono caricate in un’e-mail.

Vedi questa email di  Vistaprint
Vistaprint-mail

70. Scegli un avvincente invito all’azione

Le email con un singolo invito all’azione hanno aumentato i clic del 371% e le vendite del 1617%. (grazie a Wordstream )

Questa statistica dice a gran voce che usando un CTA convincente otterrai risultati migliori. Cerca di limitarti a un solo invito all’azione principale.

Guarda come Buzzsumo utilizza un CTA primario nel loro messaggio.
Buzzsumo-CTA

71. Cosa vuoi che facciano i tuoi lettori? Diglielo

Cosa ti serve per spostarti da un luogo a un altro?

Gambe, giusto!

CTA è come le gambe. Dì ai tuoi lettori cosa vuoi che facciano – e lascia che lo facciano.

“Il tuo pulsante – che dovrebbe sempre completare la frase” Voglio … “- attira un clic.” – Chelsea Scholz, stratega della campagna, Unbounce

Non usare termini come fare clic qui. Usa frasi descrittive che istruiscono le persone su ciò che vuoi che facciano, ad esempio Acquista ora, Ottieni la demo gratuita, Prenota il tuo posto, Scarica la Guida, ecc.

Asana dice chiaramente agli abbonati di “provare le bacheche” in una delle loro e-mail.
Asana-mail-CTA

Kath Pay, CEO e fondatrice, Holistic Email Marketing ha fornito il suo approccio agli inviti all’azione:

“Quando si creano inviti all’azione, tenere presente che l’e-mail è un canale push e il sito Web è un canale pull – una differenza fondamentale che viene spesso dimenticata quando si creano CTA per e-mail.

Con un canale pull come un sito Web, il cliente è lì perché è stato attirato sul sito Web desiderando completare un’attività che si è prefissata e avere una missione da svolgere.

Considerando che con un canale push come l’e-mail, noi esperti di marketing, stiamo spingendo le nostre offerte a loro e suggerendo “Vorresti”, “perché non considerare”. Ciò significa che è più probabile che l’acquirente sia più vicino alla parte superiore della canalizzazione di acquisto con la posta elettronica, piuttosto che più vicino alla parte inferiore della canalizzazione come con la ricerca o il sito Web. Tutto ha a che fare con l’intento.

Tieni presente che i CTA sono il fattore scatenante di un’azione e dobbiamo assicurarci di chiedere loro di intraprendere l’azione più appropriata in base a dove si trovano all’interno del percorso di acquisto. Se il trigger non è appropriato per il punto in cui si trovano nella canalizzazione di acquisto, è meno probabile che si convertano. “

72. Usa un linguaggio fruibile nel tuo CTA

CTA è un’istruzione che incoraggia l’azione. Usa un linguaggio fruibile nel tuo invito all’azione.

L’invito all’azione dovrebbe includere un linguaggio breve, chiaro e orientato all’azione.

Esorta le persone a rispondere ora. Aggiungi parole come “Now” o “Today” nel tuo CTA. La maggior parte dei pulsanti CTA di Amazon include la parola “ORA”.

Dai un’occhiata a questo esempio di Storyblocks (precedentemente GraphicStock) che utilizza un linguaggio utilizzabile nel loro pulsante CTA e il senso di urgenza “affrettati, questa offerta scade a mezzanotte!”
CTA attuabile

 

73. Questioni di posizione!

Neil Patel ha  scoperto che la gente voleva leggere un po ‘di più per sapere cosa aveva da offrire, prima di vedere un invito all’azione. Per questo motivo, un invito all’azione above the fold ha causato una riduzione delle conversioni del 17%.

Il posizionamento dei pulsanti CTA ha un grande impatto sul CTR e sul tasso di conversione.

74. Questioni relative al colore e al design dei pulsanti CTA

I colori influenzano il tasso di conversione.

SAP ha scoperto che il colore arancione ha aumentato il loro tasso di conversione di oltre il 32,5% e Performable ha scoperto che il colore rosso ha aumentato il loro tasso di conversione del 21%. (Grazie a QuickSprout )

È necessario prendere in considerazione l’utilizzo di un pulsante (abbastanza grande) anziché utilizzare il testo con collegamento ipertestuale per l’invito all’azione. Onestamente, non esiste una formula per il colore del pulsante CTA. Prova ciò che ti funziona meglio e sii coerente con il tuo colore.

75. Usa gli spazi bianchi per far risaltare il tuo CTA

Gli spazi bianchi ti aiutano a far risaltare i pulsanti. Non posizionare nulla attorno al tuo CTA.

Assicurati che l’invito all’azione sia immediatamente evidente quando un utente guarda rapidamente i tuoi contenuti.

Deve essere visibile, anche con le immagini disattivate.

Burke Decor rende il CTA eccezionale nelle loro e-mail.
Burke-decor-mail

76. Non dimenticare di provare!

Sii creativo e non aver paura di testare! Il test è la cosa migliore che puoi fare per scrivere un CTA migliore.

SEMPRE ricordare ciò che ha funzionato per gli altri potrebbe non funzionare per te e ciò che non ha funzionato per loro potrebbe funzionare per te.

 

77. Pulsanti social per migliorare i risultati

I social media sono come la bocca della parola digitale! È uno strumento prezioso per promuovere i tuoi fantastici contenuti.

Devi utilizzare il potere dei social media: inserisci i pulsanti social (Facebook, Twitter, LinkedIn, Google+, Pinterest ecc.) Nella tua e-mail.

Le e-mail con i pulsanti di condivisione social aumentano la percentuale di clic del 158% .

 

78. Link / pulsante Segui e condividi social media

Assicurati di inserire i link del tuo profilo social. Il pulsante Segui i social media ti consente di migliorare la copertura della tua attività e aiutarti a generare più fan su varie piattaforme social.

Rendi condivisibile la tua campagna sui social media. Il pulsante di condivisione dei social media consente ai tuoi lettori di condividere facilmente i tuoi contenuti e-mail con i loro amici e la rete.

Devi fornire agli abbonati un motivo per condividere i tuoi contenuti fornendo informazioni utili e utili nell’e-mail.

Ecco un esempio di e-mail di J.Crew Factory
social-media-tasto

79. Posizionamento giusto!

È molto importante scegliere il posto giusto per mettere i tuoi pulsanti social. Le opzioni di posizionamento popolari per i pulsanti social sono: above the fold e below the fold.

Esegui un test A / B: posiziona i pulsanti social sopra la piega nell’email A e sotto la piega nell’email B. Pronto a tenere traccia di tutte le metriche pertinenti.
Vedi cosa funziona meglio per te?

Secondo lo studio di Jakob Nielsen ,

“Le visualizzazioni di eyetracking mostrano che gli utenti leggono spesso le pagine Web in un modello a forma di F: due strisce orizzontali seguite da una striscia verticale. La parte in alto a sinistra è la parte più visualizzata. “

 

80. Rendi super facile l’annullamento dell’iscrizione per le persone!

Fornire un modo chiaro e super semplice per annullare l’iscrizione.

Non nascondere MAI l’opzione di annullamento dell’iscrizione. Se lo fai; incoraggerà gli abbonati a contrassegnare la tua e-mail come spam.

Inserisci il link per annullare l’iscrizione nella parte inferiore della tua e-mail (considera anche la creazione di un centro di preferenze / abbonamenti).

I posti di Huckberry gestiscono l’opzione delle preferenze accanto al link per annullare l’iscrizione facile da vedere (e ti chiedono anche di inoltrare l’email agli amici).
Huckberry-mail

 

Sezione G: Coinvolgere l’email è strategico

 

81. Pianifica la tua strategia

Il rapporto sui benchmark di email marketing di marketo ha  rilevato che i migliori performer impiegano più di 3 volte la quantità di tempo al mese in strategia e-mail rispetto ai performer medi.

Mark Sean Elliott, Sparks4Growth Ltd. afferma:

“Ogni campagna di email marketing deve essere pianificata con cura. Questo per garantire che massimizzi
il livello di tassi di conversione e di risposta, oltre a garantire che i tuoi dati disponibili vadano il più lontano possibile”.

John McIntyre, CEO e fondatore ReEngager ci ha detto:

“Infine, utilizza l’e-mail in modo strategico per tappare i fori di conversione sul tuo sito web. Abbandono del carrello. Newsletter. Nuovi clienti. Vecchi clienti. Persone che non aprono email. E così via.
Il trucco sta usando la posta elettronica nello stesso senso del retargeting – per riportare continuamente le persone nella tua canalizzazione di vendita “.

Kristin Jones, CEO di JONES , una delle principali società di marketing e pubbliche relazioni nel Midwest con clienti situati in tutto il paese, ha condiviso con noi alcune delle strategie di email marketing dell’azienda:

“In JONES , facciamo affidamento sul potere del marketing inbound per portare i visitatori ai siti Web dei nostri clienti, fornendo contenuti utili e informativi che aiutano potenziali e clienti a risolvere i loro problemi di business.

“La posta elettronica svolge un duplice ruolo nelle strategie che utilizziamo e raccomandiamo ai nostri clienti nel Midwest e in tutti gli Stati Uniti”, ha affermato. Le esplosioni di e-mail in uscita promuovono offerte specifiche su base programmata e una serie di e-mail automatizzate per la cura dei lead, che offrono contenuti strettamente correlati all’interazione iniziale di un lead con il sito, viene avviata ogni volta che un visitatore completa una pagina di destinazione.

Tre regole chiave che seguiamo per l’e-mail marketing di successo:

1. Utilizzare una strategia di opt-in; non comprare mai elenchi e potenziali clienti spam.
2. Invia offerte preziose; ciò è possibile perché abbiamo sviluppato una libreria di apprendimento per il marketing in entrata completa di preziosi e-book, case study, modelli e fogli di lavoro.
3. Fornire ai destinatari e-mail gli strumenti per condividere; i pulsanti di condivisione con un clic incorporati nelle e-mail facilitano ai destinatari la condivisione delle offerte che ritengono utili con i loro amici e colleghi.

L’e-mail marketing in uscita e la promozione di e-mail di supporto per avvicinare le prospettive a una vendita sono due degli strumenti che collaborano con il contenuto del sito Web e i blog per formare una strategia di marketing in entrata completa incentrata sulla generazione di lead e vendite, Jones ha detto.

Le e-mail regolari in uscita due volte al mese completano tale strategia promuovendo offerte specifiche, ma generiamo quasi 5 volte più traffico (e 20 volte più lead) attraverso la ricerca organica “.

Jenna Tiffany, stratega del marketing digitale, le ha fornito:

“La cosa a cui ho assistito funziona di più con l’email marketing è dove i marchi e gli esperti di marketing hanno chiaramente definito la loro strategia di email marketing. Hanno definito ciò che vogliono ottenere, come ciò avvantaggia il cliente, perché vogliono ottenere X, chi ne trarrà vantaggio e come lo faranno, fornendo un piano strategico molto chiaro.

Questo è molto diverso rispetto alla sola mentalità tattica, che riguarda l’invio di un’e-mail perché “abbiamo un database di persone a cui inviare”. Come tutti sappiamo, i consumatori stanno passando a tali tattiche e bramano l’ esperienza trulypersonalizzata che una strategia di posta elettronica consente a un marchio di soddisfare 

È tempo di pianificare la tua strategia di email marketing per raggiungere i tuoi obiettivi.

82. Esegui regolarmente la ricerca

 

“L’obiettivo del marketing è conoscere e comprendere i clienti così bene, il prodotto o il servizio si adatta a loro e si vende da solo.”
– Peter F. Drucker

I consumatori di oggi non sono nella media – sono esperti di digitale . Il modo in cui le persone consumano informazioni, fanno acquisti e prendono decisioni di acquisto si trasforma continuamente.

La ricerca può essere tua amica!

Paul de Fombelle, direttore dello sviluppo globale di Mailify ha condiviso la sua opinione con noi:

“Le tre pietre miliari sulla tua strada verso l’email marketing:

avere sempre un piano. Definisci il tuo obiettivo principale e determina i piccoli obiettivi (ciascuno incarnato nelle campagne e-mail che invii) che devi raggiungere. Dovrai anche determinare qual è il tuo obiettivo, adattare il contenuto lungo il percorso, in base ai comportamenti dei tuoi lettori e ai dati che ottieni da essi.

Ricorda, l’email marketing è una battaglia quotidiana che vuoi condurre, quindi preparati 🙂 ”

Heinz Marketing  organizza un sondaggio per comprendere le esigenze e gli interessi del pubblico e offre anche buoni regalo come incentivo.
survey-mail

83. Offri esperienza cliente su più canali

I consumatori possono accedere a informazioni dettagliate, prezzi e recensioni su servizi / prodotti sempre e ovunque: è sufficiente un dito / pollice con uno smartphone.

Pertanto, è necessario offrire un’esperienza cliente integrata su ogni singolo canale (e-mail, cellulare, social media, sito Web, numero verde).

È necessario prestare molta attenzione (molto stretta) al comportamento del cliente per personalizzare la conversazione su tutti i canali.

84. L’email è la colla digitale!

“L’email è la ‘colla digitale’ del panorama dei nuovi media. L’e-mail è l’app dominante ed è dove l’attenzione del nostro pubblico è più frequente ”- Greg Cangialosi L’e

-mail è il canale del driver che contiene tutti gli altri canali. È ovunque (grazie ai dispositivi mobili), è possibile accedere alle informazioni pertinenti in qualsiasi momento e ovunque.

Più di cinque su sei aziende (84%) vedono la posta elettronica come completamente integrata con altri canali di marketing entro i prossimi cinque anni, con il 76% che ritiene che tutte le comunicazioni e-mail saranno completamente personalizzate. (Grazie ad Adestra )

Integra la posta elettronica con web / ricerca, analisi, social media, video, negozi, dispositivi mobili e una telefonata.

In MarketingSherpa Email Benchmark Study, ai marketer è stato chiesto: “Quali canali di marketing integra la tua organizzazione con il tuo programma di posta elettronica”.

Vedi i risultati:
marketing di canale

Larry Kim, fondatore di MobileMonkey  ci ha detto:

“I tassi di coinvolgimento delle email continuano a diminuire ogni anno. Anche se le persone hanno aderito alla tua mailing list, rimangono sempre più bloccate in tutti i tipi di nuovi filtri.

Quindi, l’idea è di riavere il tuo impegno caricando le tue e-mail in AdWords e Facebook e presentando le tue offerte più performanti come annunci sponsorizzati in Gmail, YouTube, Ricerca Google e Annunci Facebook.

Non è gratuito ma non è nemmeno troppo costoso e di solito offre un ROI fantastico. “

85. Lead Nurturing

La cura del piombo è la tattica migliore per costruire relazioni con i potenziali clienti (anche se non sono pronti per l’acquisto).

Comunicare in modo coerente con loro, ti aiuterà a fornire più lead pronti per le vendite.

I lead nutriti fanno acquisti del 47% più grandi rispetto ai lead non nutriti. ( Marketo ) Il

lead coltivato con e-mail personalizzate e mirate genera entrate più elevate.

Le email mirate generano entrate 18 volte maggiori rispetto a quelle non mirate. (Social media oggi)

Guarda come Yann Girard ha inviato la serie di e-mail di supporto per il suo corso Un libro in 30 giorni
nutrimento-messaggi di posta elettronica senza piombo

86. Drag and Drop Editor

Non hai conoscenza di codifica e progettazione di parti?

Drag-and-drop-editor può essere tuo amico!

Il potente editor di trascinamento della selezione ti consente di progettare una campagna di posta elettronica professionale che offre risultati per te.

Vedi Sarv Drag n drop editor
Drag-n-drop-editore

Preeti Kaushik, Vice President (VP) di Sarv.com ha condiviso la sua opinione :

“Modo efficiente di utilizzare i modelli di e-mail: crealo fresco dai designer o utilizza il  metodo di trascinamento della selezione . Questo eviterà problemi di spam causati dall’uso di vecchi modelli che sono nella lista nera.
Inoltre, se qualcuno non può permettersi un designer e non vuole pagare per un nuovo design, può realizzarlo da solo utilizzando il metodo di trascinamento della selezione (essendo intuitivo , nessuna conoscenza tecnica richiesta) “

Kraig Swensrud, CMO di Campaign Monitor afferma:

“Il 2016 è l’anno in cui la codifica delle e-mail diventa un ricordo del passato e il design delle e-mail diventa estremamente semplice. La potente tecnologia di trascinamento della selezione libererà il progettista di e-mail in tutti e consentirà agli esperti di marketing di tutto il mondo di creare campagne di e-mail marketing professionale in grado di fornire risultati “. (Fonte: approfondimenti dell’esperto sull’email marketing )

 

87. Ottimizzazione mobile

L’ottimizzazione della posta elettronica per dispositivi mobili è estremamente importante!

55% di e-mail aperte su dispositivi mobili. D’altra parte:

“Solo il 21 percento dei marketer intervistati afferma di integrare il canale mobile con la propria campagna di posta elettronica”. – ( MarketingSherpa Email Report )

Devi rendere la tua email mobile reattiva.

Assicurati che il tuo pulsante CTA sia chiaramente visibile e facile da cliccare sui dispositivi mobili.

Ottimizza i tuoi moduli e le landing page per dispositivi mobili.

L’aspetto della tua e-mail sui dispositivi mobili è importante per i clienti. Quindi, testa il tuo progetto su diversi clienti per vedere come appaiono.

Scopri la quota di mercato del client di posta elettronica (grazie a tornasole )
email-client-quota di mercato

88. Coerenza

“La coerenza porta alla fiducia”

Il modo migliore per instaurare un rapporto di fiducia con l’email marketing è quello di essere coerente.

  • Sii coerente con i tuoi tempi,
  • Sii coerente con la tua frequenza di invio,
  • Essere coerenti con i contenuti pertinenti,
  • Quasi ogni email dovrebbe apparire simile (coerenza del marchio),
  • La riga dell’oggetto dovrebbe sembrare simile!

Una volta stabilita una relazione di fiducia con i potenziali clienti, è possibile inviare e-mail di sorpresa occasionali (ma dovrebbe esserci un motivo strategico per inviare un’e-mail di sorpresa).

MarketingProfs mi invia e-mail su base regolare, vedi la schermata qui sotto:
MarketingProfs-email

Hiten Shah, cofondatore di Crazy Egg , e KISSmetrics hanno condiviso la sua opinione sulla coerenza dell’email:

“Per l’email  marketing raccomanderei alle persone di pensare al giorno della settimana e all’ora del giorno in cui inviano le loro e-mail. Dai un’occhiata alle tue tariffe aperte e alle percentuali di clic in base al giorno della settimana e all’ora del giorno per capire cosa sta succedendo.

Per ottenere un vantaggio, guarda il traffico del tuo sito Web in Google Analytics per giorno della settimana e ora del giorno per sapere quando le persone sono davanti ai loro computer e inviare le tue e-mail in base a ciò che impari. “

John McIntyre, CEO e fondatore ReEngager

“Quando si tratta di e-mail marketing, la prima cosa è effettivamente farlo. E regolarmente. Invia e-mail regolarmente ai tuoi clienti.

Ian Brodie, Marketing Thought Leader & Author ha condiviso le sue parole con noi:

“Scrivi regolarmente e con la massima frequenza possibile. Migliorerà la tua scrittura e il tuo rapporto con il tuo pubblico. C’è un motivo per cui le star della TV più pagate sono quelle con programmi regolari che compaiono sui nostri schermi settimana dopo settimana o più frequentemente ”.

89. Le parole di una persona reale rendono la tua email più coinvolgente

Il successo della tua attività dipende fortemente dalle lodi dei tuoi clienti o puoi dire passaparola. Siamo più probabilmente interessati a fare affari con un marchio che elogiano le persone reali.

Cook Smart è eccezionale includendo l’esperienza dei propri clienti nelle e-mail.

Cook Smart e-mail

90. Prova il testo normale

L’e-mail in testo normale funziona meglio dell’email HTML.

Hubspot ha eseguito il test A / B per ottenere una migliore immagine delle e-mail HTML rispetto alle e-mail in testo semplice e ha scoperto che le e-mail HTML hanno ridotto il tasso di apertura.

L’opinione di Sam Hurley su questo:

“Go Plain Jane

Finalmente, prova un semplice messaggio di posta elettronica senza fronzoli. Scherzi a parte …

Con statistiche come queste, potresti perdere un trucco:

  • L’aggiunta di immagini (GIF) alle e-mail ha ridotto i tassi di apertura del 37%.
  • L’uso di un modello HTML nelle e-mail ha ridotto le percentuali di apertura del 25%.
  • L’aumento della quantità di HTML nelle e-mail ha ridotto le percentuali di apertura del 23%.

(Fonte: http://blog.hubspot.com/marketing/plain-text-vs-html-emails-data )

Non perdere tempo cercando di essere troppo fantasioso! ”

Vic Maine , TwittBuilder.com ha condiviso la sua migliore strategia con noi:

“La gente impazzisce creando e – mail html grandi, luminose, appariscenti e grafiche in Mailchimp e simili, e tutto il resto è uguale, penseresti che sarebbe una grande idea (la

grafica è sempre più stimolante, vero?). Ma se non puoi garantire che le persone siano effettivamente in grado di leggere quelle email, in pratica sono solo spazzatura. Certo, sono fantastici sullo schermo del tuo laptop gigante, ma probabilmente non tanto sul cellulare ( ovviamente vedi dove sto andando con questo :-).

Già nel 2013 SearchEnginePeopleha riferito che “il 64% dei decisori legge le loro e-mail sui telefoni cellulari e il 35% di tutti i professionisti controlla le e-mail sui loro telefoni cellulari” … e scommetto che possiamo tranquillamente presumere che questi numeri siano ancora più alti ora (3 anni dopo) .

Se i messaggi che stai inviando al tuo elenco sono così deboli che hanno bisogno di tutta quella grafica e flash per supportarli, forse avere una percentuale molto alta di loro in realtà da leggere non è poi così importante per te.

Ma se i tuoi messaggi hanno un valore reale, lasciali in piedi da soli; basta inviare e-mail in chiaro.

Quindi qual è il mio “consiglio” di marketing via email? Preoccupati di PIÙ delle tue e-mail che vengono effettivamente lette di quanto non sembri (come saltare i modelli html ).

Forse impiegherai più tempo ed energia a creare un messaggio, una storia, un’offerta eccetera più potenti … e meno tempo a cercare di sostenere quelli deboli con colori e grafica accesi. “

91. Trasforma la newsletter in un impegno

Rendi la tua newsletter e-mail un processo di routine per costruire una relazione a lungo termine.

Invia informazioni personalizzate e pertinenti in una newsletter. Segui la regola di 3E:

Educa – Invia informazioni educative come post di blog, demo di prodotti / servizi, guide, ecc.
Intrattieni – Vendite / offerte imminenti, codici promozionali, sconti esclusivi, nuovi esperimenti, lancio di nuovi prodotti / servizi ecc.
Coinvolgi – Sondaggi online, feedback moduli, invia l’invito per il prossimo evento / webinar, parla dei progetti futuri.

Jay Baer invia la newsletter ogni settimana che contiene post di blog settimanali.
Jay-Baer-mail

Phil Frost, fondatore e COO Main Street ROI ha condiviso la sua strategia sulla newsletter via e-mail:

“Mi concentrerò sull’importanza di una newsletter via email. Nella mia esperienza molte aziende ignorano le newsletter via e-mail perché pensano che questa tattica sia morta, ma ciò non potrebbe essere più lontano dalla verità.

L’e-mail è uno dei modi migliori per stare al passo con i tuoi potenziali clienti (per incrementare le vendite) e con i tuoi clienti (per favorire acquisti ripetuti, referral e testimonianze). Il segreto di un’efficace newsletter via e-mail in cui gli abbonati attendono con impazienza le tue e-mail è fornire sempre valore e mostrare una personalità autentica.

Le persone vogliono fare affari con persone che conoscono, apprezzano e di cui si fidano, e quando ti apri al tuo pubblico di destinazione nelle tue newsletter via e-mail, allora formi un legame più forte che è difficile da spezzare per i concorrenti. “

92. Autoresponder: il migliore amico di Marketer!

I messaggi di posta elettronica automatizzati hanno una percentuale di apertura più elevata del 70,5% e una percentuale di clic superiore del 152% rispetto ai messaggi di marketing “business as usual”. – (Grazie a Campaign Monitor )

Hai un migliaio di iscritti nella tua lista? Inviare loro messaggi personalizzati e mirati è un compito piuttosto difficile – e impiega troppo tempo!

Quindi, come raggiungi i tuoi abbonati e risparmi tempo?

L’Autoresponder può essere tuo amico.

Può essere semplice creare un’e-mail e inviarla automaticamente quando qualcuno si iscrive al tuo elenco.

Benvenuto ai nuovi abbonati, quindi invia una serie di email pertinenti e mirate che spiegano la tua attività, prodotto o servizio e li incoraggiano ad acquistare il tuo prodotto.

Ogni e-mail di risposta automatica deve contenere contenuti aggiuntivi o materiale bonus.

 

93. Campagne a goccia

Le e-mail con gocciolamento o e-mail attivate sono insiemi di e-mail automatizzati (altamente mirati, personalizzati e pertinenti) che forniscono in base all’azione e al comportamento specifici dell’utente.

La parte migliore?

Non è necessario scrivere e inviare manualmente ciascuno 🙂

I messaggi di posta elettronica pertinenti generano entrate 18 volte maggiori rispetto ai messaggi di posta elettronica trasmessi. (Grazie a Emma )

I messaggi personalizzati basati sul comportamento sono molto meglio di batch ed esplosione. In effetti, sono 3 volte migliori in media.

Quando utilizzare la campagna Drip (trigger)?

Diamo un’occhiata ad alcuni casi: benvenuto, cura del piombo, onboarding, abbandono del carrello, raccomandazioni, rinnovi, conferme, reimpegno, corsi, annullamento dell’iscrizione.

MyWifeQuitHerJob fa un ottimo lavoro:
Drip-campagne

James Scherer, Content Editor presso Wishpond ha condiviso con noi la strategia di email marketing dell’azienda:

“La strategia di email marketing più efficace di Wishpond negli ultimi mesi si concentra sulla creazione di campagne di gocciolamento. Abbiamo adottato una strategia per il nostro nutrimento di piombo che in precedenza era stata utilizzata solo dal nostro team di vendita in uscita.

Aggiungendo il campo “sito Web aziendale” alle nostre campagne di generazione di lead e utilizzando l’automazione del marketing e le campagne attivate, siamo in grado di segmentare tutti i nostri lead in segmenti in base a ciò che hanno scaricato e quindi inviare loro e-mail relative a tale contenuto.

Siamo anche in grado di inviare loro periodiche e-mail di vendita utilizzando il loro nome commerciale nell’e-mail (ad esempio “Ho sentito che molte aziende del settore dell’ospitalità fanno fatica a promuovere affari ripetitivi. È un problema in” Acme Hotels Incorporated “?) Tutto automatico (che ci consente di testare A / B molto più facilmente di prima). Stiamo vedendo un rapporto significativamente più alto di MQL che diventano SQL da queste e-mail rispetto a quelli delle campagne precedenti. “

94. Invia e-mail agli abbonati attivi

Invia e-mail solo ai tuoi abbonati attivi. Che dire di quelli inattivi?

Invia loro una campagna e-mail di ritorno. Se non riesci a riconquistarli, basta smettere di spedirli.

Neil Patel ( @neilpatel ), imprenditore, investitore e influencer ci ha detto:

“Solo l’invio di e-mail alle persone le sta aprendo. Un grande errore che i marketer commettono è che continuano a inviare e-mail a persone che non aprono le loro e-mail, il che alla fine farà sì che le e-mail finiscano nella cartella spam. Per questo motivo dovresti mettere tutte le persone che non stanno aprendo una campagna di reimpegno per renderle attive. “

95. Lega strettamente l’email alla pagina di destinazione

Progettate un’e-mail straordinaria e interattiva con un CTA attuabile, ma la vostra e-mail non si sta convertendo.

Ti sei mai chiesto perché?

Perché non hai progettato una pagina di destinazione bella e pertinente (con un modulo di presentazione) – GRANDE ragione per cui i tuoi lettori potrebbero perdere interesse.

Solo il 48% degli esperti di marketing costruisce una nuova landing page per ogni campagna di marketing e il 44% dei collegamenti di marketing inbound B2B è diretto a una home page, NON a una landing page.

La tua pagina deve corrispondere all’email in termini di titolo, copia, contenuto, aspetto grafico. Li rassicurerà che sono atterrati nel posto giusto.

Uzzal Hossain, Marketer dei social media afferma:

“Pagina di destinazione molto accattivante con una presentazione strabiliante, coinvolgi e crea fiducia con il tuo pubblico e i tuoi iscritti.”

Inizia a costruire la tua landing page!

Scopri come Marketo lega strettamente una delle e-mail del suo webinar con la pagina di destinazione.
Marketo-landing-page

96. Dynamic Duo: email e social media

Gli esperti di marketing non considerano la posta elettronica e i social media come forze concorrenti, ma come un giocatore di squadra nella strategia di base.

Quello che Jay Baer ha detto al MarketingSherpa Email Summit ,

“La posta elettronica e i social media hanno un ruolo importante da svolgere nella conversazione tra azienda e consumatore. Sono allineati strategicamente , operativamente e tatticamente – o se non lo sono, dovrebbero esserlo.

Le e-mail sono le conversazioni urgenti e importanti. I social media sono le conversazioni che sono meno urgenti e meno importanti, hanno ancora un posto.

L’e-mail
è come Madonna, l’originale, ma ora un po ‘stanca e oppressa. Lady Gaga è Facebook, “la stessa identica cosa con una nuova mano di vernice”.

Usa il potere dell’e-mail per far crescere i tuoi follower sui social. Inserisci le icone o i link dei social media nell’e-mail, oppure puoi anche inviare una campagna e-mail dedicata al tuo elenco e-mail (dai loro una solida ragione per seguirti).

Guarda come crocs invia una campagna e-mail che chiede agli abbonati di connettersi sui social media.
Crocs-mail

Incoraggia gli abbonati a condividere attivamente i tuoi contenuti sui social media. Ti consiglio di usare “condividi i contenuti con la tua rete” come “inoltro a un amico”.

Lo studio di benchmark Silverpop indica che “La condivisione social è il nuovo e migliore forward-to-a-friend”.

Pubblica un aggiornamento su Facebook o twitta la tua recente campagna e-mail.

Inserisci un link nel tuo tweet o un pulsante nella pagina Facebook per invitare i follower a iscriversi al tuo elenco.

Aggiungi i pulsanti dei social media nella pagina di disattivazione per le persone che preferiscono rimanere in contatto sui canali social.

97. Tieni d’occhio i tuoi rimbalzi

Tieni d’occhio il tuo rapporto di rimbalzo per vedere perché i tuoi messaggi vengono restituiti. Ti aiuterà a sbarazzarti di indirizzi e-mail errati dalla tua lista.

Nick Brennan, fondatore e CEO di Watch Social Media , suggerisce di monitorare la frequenza di rimbalzo. Lui dice,

“Il miglior consiglio che posso fornire per quanto riguarda le campagne e-mail è monitorare attentamente i tuoi rimbalzi, sia duri che deboli. Uno dei maggiori rischi che chiunque invia e-mail di massa è avere il proprio ESP (MailChimp, Constant Contact, ecc.) Chiuso a causa di un elenco che viene percepito come di bassa qualità.
La frequenza di rimbalzo, in particolare la frequenza di rimbalzo, è uno dei principali fattori che gli ESP usano per determinarlo. Assicurati che tutti gli indirizzi che rimbalzano duramente vengano rimossi dalle tue liste tra le mandate e sei sulla buona strada per garantire una campagna prospera.

 

98. Metriche di cui dovresti preoccuparti (oltre a aperture e clic)

Sei ancora ossessionato dalle metriche di posta elettronica tradizionali: aperture, clic, tasso di apertura, CTR, recapito, rimbalzo ecc.?

Va bene! Ma hai bisogno di una metrica migliore (oltre la percentuale di apertura e la percentuale di clic).

Vorrei suggerirti alcune nuove metriche di cui i migliori performer e esperti di marketing ( Marketo ):

  • Promuovere il coinvolgimento e la conversione dei clienti
  • Misurare e fornire ROI
  • Battere la concorrenza
  • Aiuta il tuo acquirente e rendila felice
  • Controllo del rischio
  • Comprendi il comportamento dell’acquirente e il viaggio
  • Entrate crescenti e “fare i dollari”

Per misurare nuove metriche, devi combinare tutte le metriche tradizionali in un’unica misura.

99. Le aperture vanno bene, ma tutti vogliono vendite effettive

Le aperture e i clic vanno bene, ma alla fine della giornata si desidera vendite effettive. Giusto?

Perché stiamo discutendo tutte le migliori pratiche e-mail qui – perché vogliamo fare i numeri.

Secondo la Direct Marketing Association , il 26% degli esperti di marketing afferma che le vendite sono l’obiettivo principale delle campagne di email marketing.

Vedi la tabella qui sotto:
obiettivo-di-mail

100. Confronta i risultati e-mail con TUTTI i canali

Stai confrontando il rendimento e la restituzione di una campagna e-mail con altre e-mail?

Sei fantastico!

Ma devi fare qualcosa di più: confronta i risultati e-mail e torna su TUTTI i canali.

Si chiama marketing omnicanale.

È un ottimo modo per capire cosa funziona per te e cosa no. Attraverso tutti i canali.

 

101. Passa da ESP a Marketing Automation

Gli ESP non sono in grado di fornire nuove metriche di e-mail, vendite effettive e marketing multicanale.

Viviamo nell’età dei clienti. Per rendere la tua e-mail più strategica, personalizzata e rendere felici gli acquirenti: hai bisogno dell’automazione del marketing .

“Il 91% degli utenti di maggior successo afferma che l’automazione del marketing è” molto importante “per il successo complessivo dei loro programmi di marketing.” (Grazie a Marketo )

Scopri i vantaggi di Marketing Automation (MA) attraverso gli occhi di utenti e non.
benefici-di-automazione

L’automazione ti consente di riunire tutte le funzionalità, come il monitoraggio del comportamento, il targeting, le landing page, il marketing relazionale, il coordinamento omnicanale, la gestione dei lead, l’analisi delle strategie, l’integrazione sociale, il marketing multicanale e le analisi, in un’unica piattaforma.

Secondo Marketo , la metrica più utile per misurare le prestazioni dell’automazione del marketing è il tasso di conversione.

Vedi la tabella qui sotto.
automazione-metrica

Ora è il tuo turno!

Vuoi suggerire qualche suggerimento per l’email marketing (che ho perso)?

O hai qualche domanda?

Per favore fatemi sapere lasciando un commento qui sotto, mi piacerebbe sentirti!

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close