Cerca

10 principali errori SEO da evitare

10 errori SEO

L’ottimizzazione dei motori di ricerca, come sai, è la linfa vitale di un business online oggi. Non hai altra scelta che capire la strategia e implementarla. Questo è il modo più efficace per aumentare il traffico. Devi anche muoverti velocemente per rimanere al passo con gli ultimi sviluppi nel campo. Inoltre, la SEO è il modo più efficace per aumentare il traffico sul tuo sito web. Ma durante questa corsa al successo, le aziende commettono alcuni gravi errori. Questi semplicemente distruggono i loro sforzi e abbassano il posizionamento nei motori di ricerca piuttosto che migliorarlo. Secondo gli esperti, di seguito sono riportati gli errori SEO comuni da evitare.

Non ti piacciono gli strumenti di ricerca per parole chiave

I content marketer in generale non amano gli strumenti di ricerca per parole chiave. Sentono che usarli è come imbrogliare il motore di ricerca. In effetti, la verità è esattamente l’opposto. Uno strumento di ricerca per parole chiave ti dice cosa cercano gli utenti online nella tua nicchia. Ottimizzare i tuoi contenuti diconseguenza non solo aggiungerà valore, ma aiuterà anche i motori di ricerca. Entrambi capiranno cosa stai facendo a colpo d’occhio. E ti ricompenseranno con più vendite.

Le tue pagine web non hanno abbastanza contenuti

Questo è un errore SEO commesso da grandi organizzazioni. Creano solo un grande sito web. E la maggior parte delle loro pagine non ha molto da offrire. Assicurati che ogni pagina del tuo sito web abbia più di ciò che il sito web già presenta come elementi del suo design. Aggiungi buoni contenuti e rendili amichevoli. In caso contrario, Google abbasserà il tuo grado. Non gli piacciono le pagine sottili.

Non promuovi i tuoi contenuti

Anche questo è uno degli errori SEO che le aziende spesso commettono. Le persone generalmente credono che promuovere i propri contenuti sia una cosa vergognosa. In effetti è una cosa grandiosa. Hai pubblicato ottimi contenuti e desideri che altri li leggano. E nessuno verrà da te chiedendoti il ​​permesso di leggerli. Per questo, hai bisogno di un enorme seguito su Facebook e di una vasta base di abbonati e-mail. Scrivi contenuti informativi e pubblicali su Facebook a intervalli regolari. Pubblica i loro riassunti a intervalli regolari su Linkedin. Non dimenticare di collegarli ai post effettivi su Facebook. Collega i tuoi post precedenti a quelli più recenti correlati. Dovresti utilizzare il maggior numero possibile di piattaforme di social networking.

Ignori i collegamenti interrotti

I collegamenti interrotti creano molto caos nel ranking del tuo motore di ricerca di quanto tu possa mai immaginare. Dicono a Google che non esiste alcuna risorsa su una particolare pagina web. Il gigante della ricerca odia trovarlo quando indicizza il tuo sito web perché spreca il suo tempo prezioso. La questione peggiora se ci sono collegamenti a ritroso che puntano a questa pagina interrotta. Anche eliminarli non è un problema. Questo finirà per rovinare l’intera struttura. L’unica via d’uscita è correggere quegli errori. Assicurati che ogni pagina del tuo sito web abbia qualcosa di informativo sia per l’utente che per il gigante dei motori di ricerca.

Ignori la tua scheda “Google My Business”

Google, al giorno d’oggi, sta diventando locale. E se vuoi posizionarti in alto, devi indicare la tua posizione. Ciò vale se la tua è una piccola impresa che opera in un’area specifica.

Ignori i social media

La base di utenti dei social media è sempre in aumento. E ignorarli è un grave errore SEO che ti costerà il posizionamento del tuo sito web su Google. Ricerca online sul tipo di piattaforme di social media che il tuo pubblico di destinazione è in giro. Crea profili attraenti su di essi e popola il tuo account con contenuti informativi. Le persone dovrebbero sentirsi spinte a leggere i tuoi interi post e condividerli nelle loro cerchie sociali. In questo modo, i segnali social dal tuo sito web aumenteranno. E Google ricompenserà i tuoi sforzi con un posizionamento elevato nelle sue pagine dei risultati.

Continui a indovinare il tuo ROI

Questo è un altro errore SEO comune che le aziende online commettono. Costruiscono le loro strategie di ottimizzazione dei motori di ricerca su congetture. È vero che calcolare il ritorno sull’investimento è difficile nella campagna SEO . Ma puoi farlo in una certa misura; Ad esempio, puoi analizzare il tuo ROI sulle parole chiave che scegli. In questo modo si elimina la possibilità di andare alla ricerca di parole chiave che non generano entrate. E risparmi alla grande!

Fai un uso improprio del guest blogging

Il guest blogging è un’ottima strategia, migliora la visibilità del tuo sito web. Fornisci un link alla fine del tuo post ma farlo solo per il gusto di farlo non aiuterà più, devi assicurarti di non fare spam nel blog.

Il guest post dovrebbe essere pertinente al sito web di tua scelta. Non ottimizzarlo per posizionarsi in alto su quel sito Web, crea solo un post informativo in modo che il tuo post aggiunga valore ad esso. Sappi che Google è a caccia di spam blogger ospiti, ti penalizzerà duramente e velocemente.

Non analizzi la tua concorrenza

Analizza il tuo concorrente, può darti un’idea più chiara di cosa funziona e cosa no. Verifica perché il tuo concorrente è più in alto su Google? Puoi prendere idee da loro. Non copiare mai, inviterai penalità al posto del miglioramento.

Non monitori le prestazioni del tuo sito web

Se vuoi migliorare, devi monitorare le tue prestazioni. Lo stesso vale per il posizionamento nei motori di ricerca. Tieni traccia delle prestazioni del tuo sito web sulle piattaforme di tua scelta. Lavora sulle aree che necessitano di miglioramento. Ricorda, il processo non finisce mai.

Conclusione

Infine, non permetti a siti Web rinomati di ripubblicare i tuoi contenuti. La dichiarazione può sembrare controproducente. Google troverà la duplicazione e il sito Web reputato sarà più alto di quello del tuo. Tuttavia, non puoi evitarlo; Il modo migliore è richiedere che utilizzi un tag canonico, dovrebbe puntare al tuo sito web. In questo modo, ti salverai dall’ira di Google.

Ignorare anche le versioni mobili è uno degli errori più comuni che le aziende fanno. I consumatori di oggi preferiscono i dispositivi palmari ai laptop o ai desktop e devi tenerlo presente per rimanere in vita. Crea un design web reattivo in modo che il tuo sito web risponda bene alla navigazione su dispositivi mobili. Completa tutti i tuoi tentativi qui con misure per aumentare la velocità del sito web. Il tuo sito web inizierà a muoversi ancora prima che tu te ne accorga.

Il SEO, se fatto bene, è un rappresentante di vendita altamente qualificato presente 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Se sbagli, la tua azienda svanisce nel nulla.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close