Cerca

10 bugie sul Link Building che devi ignorare

Anche se la costruzione di link è stata un’attività commerciale per più di un decennio, è chiaro che c’è ancora un’enorme quantità di confusione al riguardo.

Ogni tanto c’è un grande kerfuffle. Alcune di queste controversie e argomenti derivano semplicemente dalla necessità di colmare un vuoto di contenuto, ma alcuni derivano da sincera preoccupazione e confusione:

ISCRIVITI ALLE NOSTRE MAILING LIST PER IMPARARE TRUCCHI MAI VISTI SUL MARKETING, SEO E GUADAGNO ONLINE!

“Non chiedere link!”

“Mettici una forchetta, la pubblicazione degli ospiti è fatta!”

“Cerca di evitare la costruzione di link!”

La SEO è un’industria in continua evoluzione; ciò che ha funzionato ieri potrebbe non funzionare oggi. Il personale di Google non aiuta sempre la causa. In effetti, spesso aggiungono carburante al fuoco. Ecco perché oggi voglio interpretare il ruolo di “link building mito-buster”. Ho trascorso più di dieci anni nella costruzione di link e ho visto tutto.

Ero in giro per Penguin e da allora ogni iterazione. Ero in giro per il lancio di Hummingbird. Ed ero persino in giro per i video di Matt Cutts .

Quindi, se sei ancora confuso sulla costruzione di link, leggi per far sfatare dieci dei più grandi miti del settore.

1. Se lo costruisci, arriveranno

C’è un’idea tra molti marketer digitali e SEO che se crei semplicemente grandi contenuti e risorse preziose, gli utenti verranno da te. Se sei già un marchio / sito web ampiamente riconosciuto, questa può essere una vera affermazione. Se, tuttavia, sei come la stragrande maggioranza dei siti Web – all’esterno che guardano dentro – questa potrebbe essere una mentalità fatale.

Per far sì che le persone ti trovino, devi costruire le strade che li porteranno dove vuoi. È qui che entra in gioco il link building.

La maggior parte delle persone che effettuano ricerche su Google finiscono per fare clic sui risultati organici. In effetti , per ogni clic su un risultato pagato in Google, ci sono 11,6 clic per risultati organici!

E per costruire le tue classifiche nei motori di ricerca, hai bisogno di link.

Il che mi porta al nostro secondo mito sui collegamenti.

2. Non hai bisogno di link per classificare

Non riesco a credere che ci siano ancora persone che la pensano nel 2019, ma ci sono. Ecco perché di recente ho pubblicato un case study su un progetto a cui stavo lavorando.

Per riassumere brevemente, più autorevoli, pertinenti backlink sono stato in grado di costruire, più alto è il sito classificato per le sue parole chiave target. Questo non vuol dire che i collegamenti siano l’ unico fattore dell’algoritmo di Google che conta, ma non c’è dubbio che un profilo di backlink robusto e pertinente faccia molto.

3. Solo i collegamenti con questioni di autorità di dominio elevato

Come costruttore di link, dovresti assolutamente cercare siti target con metriche elevate. Tuttavia, non sono le uniche prospettive che dovrebbero interessarti.

A volte un’autorità di dominio bassa (DA) potrebbe essere solo un’indicazione che si tratta di un nuovo sito. Ma dimentica le metriche per un momento. Insieme all’autorità, la pertinenza conta. Se una prospettiva di collegamento è perfettamente pertinente per il tuo sito Web, ma ha un DA basso, dovresti comunque scegliere come target. In effetti, la maggior parte dei siti che saranno così rilevanti per i tuoi probabilmente non avranno le metriche più sorprendenti, e questo è proprio perché sono così di nicchia. Ma il più delle volte, la pertinenza è più importante della DA.

Quando ti concentri esclusivamente sulle metriche, perderai opportunità altamente rilevanti. Un collegamento che invia segnali di attendibilità è più prezioso di un collegamento ritenuto importante dalle metriche ideate da entità diverse da Google.

Un altro motivo è perché l’algoritmo di Google cerca la diversità nel tuo profilo di backlink. Potresti pensare che un profilo con oltre 100 link, tutti con un 90+ DA sarebbe l’aspirazione. In effetti, Google lo considererà sospetto. Quindi, anche se dovresti assolutamente scegliere come target siti con DA elevati, non trascurare i “ragazzini”.

4. Devi creare collegamenti alle tue pagine di denaro

Quando dico “pagine di denaro”, intendo le pagine in cui stai specificamente cercando di convertire, sia che i suoi utenti si trasformino in lead che in vendite.

Penseresti che se ti impegnerai a costruire le autostrade digitali che porteranno traffico al tuo sito web, vorresti che tutto quel traffico trovasse queste pagine economiche, giusto?

In realtà, però, dovresti adottare l’esatto approccio opposto. Prima di tutto, avvicinarsi ai siti che si trovano nella tua nicchia e chiedere loro di collegarsi alle tue pagine di soldi diventerà davvero spammy / aggressivo. Ti stai sparando al piede.

Ma, soprattutto, queste pagine di denaro non sono di solito le pagine che hanno le informazioni più preziose. I webmaster hanno molte più probabilità di collegarsi a una pagina con informazioni piene di risorse o contenuti squisitamente creati, non una pagina che mostra i tuoi prodotti o servizi.

Costruire collegamenti ai tuoi beni collegabili (ne parleremo più in un secondo) aumenterà le tue probabilità di successo e alla fine aumenterà anche il profilo delle tue pagine di denaro nel lungo periodo.

5. Devi creare la migliore, più informativa risorsa collegabile

Se non hai familiarità con cosa sia esattamente un asset collegabile , è una pagina del tuo sito web progettata specificamente per attrarre link / condivisioni social. Le risorse possono assumere varie forme: pagine di risorse, video divertenti, giochi, ecc.

Ovviamente, le risorse collegabili non crescono sugli alberi e il processo di ideare una risorsa preziosa collegabile non sarà facile. Questo è il motivo per cui alcune persone si affidano alla “tecnica del grattacielo”. Questo è quando guardi i beni collegabili che i tuoi concorrenti hanno creato, ne scegli uno e semplicemente provi a superarlo con qualcosa di più grande e migliore.

Questa non è una tecnica completamente inefficace, ma non dovresti sentirti come se dovessi farlo.

Non è necessario che le risorse collegabili siano “guide definitive” ricche di parole o rapporti fortemente studiati. Invece di costruire qualcosa che batte davvero solo il conteggio delle parole del tuo concorrente, fai le tue ricerche e concentrati sulla costruzione di una risorsa autorevole a cui le persone della tua nicchia saranno interessate.

Il valore di un bene collegabile ha molto più a che fare con la ricerca dell’angolo giusto e l’accuratezza delle informazioni fornite rispetto all’importo.

6. Più email invii, più link otterrai

Conosco diversi SEO a cui piace lanciare una vasta rete: inviano e-mail a chiunque e a chiunque abbia anche la minima rilevanza di autorità all’interno della propria nicchia. È un vecchio principio di vendita: l’idea che più conversazioni porteranno a più acquisti / conversioni. E in effetti nelle vendite, questo sarà di solito il caso. 

Nel link building? Non così tanto.

Questo perché, nella costruzione dei collegamenti, le possibilità di ottenere qualcuno che si collega a te sono aumentate quando lo sbraccio che invii è più ponderato / personalizzato. I webmaster poro sopra le e-mail in cima alle e-mail in cima alle e-mail, tanto che è facile passare su quelle generiche.

Devono essere effettivamente persuasi sul valore del collegamento al tuo sito. Se si sceglie di inviare e-mail a qualsiasi sito con un impulso, non si avrà il tempo di creare un raggio d’azione specifico per ciascun sito di destinazione prezioso.

7. L’unico vantaggio della creazione di link è algoritmico

Come ho detto prima, i collegamenti sono fondamentali per l’algoritmo di Google. Maggiore è il backlink di qualità che costruisci, maggiore è la probabilità di classificare le parole chiave target in Google.

Questo è il modus operandi per la costruzione di link. Ma non è l’ unico motivo per creare collegamenti. In effetti, ci sono molti vantaggi non algoritmici che la costruzione di link può fornire.

Prima di tutto, c’è visibilità del marchio. La creazione di link ti renderà visibile non solo a Google a lungo termine ma anche agli utenti a breve termine. Quando un utente trova un elenco di risorse con il tuo link, non sta pensando a come avvantaggia la tua posizione su Google; potrebbero semplicemente fare clic sul collegamento in quel momento.

La costruzione di collegamenti può anche portare alla costruzione di relazioni. A causa della natura stessa del link building, finirai per conversare con molti potenziali influencer e figure di autorità all’interno della tua nicchia. Queste conversazioni non devono terminare non appena inseriscono il tuo link.

In effetti, se le conversazioni finiscono lì ogni volta, stai facendo un marketing sbagliato. Approfitta del fatto che hai la loro attenzione e vedi cos’altro puoi fare l’uno per l’altro.

8. Dovresti solo cercare ancore di corrispondenza esatte

Non tutti i miti nascono dalla finzione completa e totale. Alcuni miti persistono perché hanno un elemento di verità per loro o erano veri. L’uso del testo esatto dell’ancoraggio della corrispondenza è un tale mito.

Ai vecchi tempi della costruzione di SEO / link, uno dei modi migliori per andare avanti era usare le parole chiave / il nome del marchio target come testo di ancoraggio per i backlink. Anche il riempimento e il cloaking delle parole chiave sono stati particolarmente efficaci.

Ma i tempi sono cambiati in SEO, e direi soprattutto per il meglio. Quando Google vede un profilo di backlink che utilizza solo un paio di varianti del testo di ancoraggio, ora sei aperto a una penalità. Ora è considerato spam. Per Google, non sembra un profilo backlink naturale.

Pertanto, è importante notare ora che la qualità del collegamento stesso è molto più importante del testo di ancoraggio che ne deriva.

Dovrebbe davvero essere fuori dalle tue mani comunque. Quando costruisci i link nel modo giusto, stai lavorando in collaborazione con i webmaster che pubblicano il tuo link. Non hai il controllo al 100% della situazione e il webmaster finirà spesso per usare il testo di ancoraggio di sua scelta.

Pertanto, dovresti ottimizzare i tuoi collegamenti interni con il testo di ancoraggio ottimizzato quando possibile, ma tieni presente che è meglio avere una diversa distribuzione del testo di ancoraggio.

9. La costruzione del collegamento richiede abilità tecniche

Oltre ad essere un generatore di link, sono anche un datore di lavoro. Quando assumo altri costruttori di link, uno scetticismo che incontro spesso riguarda le abilità tecniche. Molte persone che non hanno familiarità con la costruzione di link pensano che sia necessaria la capacità di sviluppo di codice o web.

Pur avendo tali abilità certamente non ti danneggerà nei tuoi sforzi di costruzione di link, sono qui per dirti che non sono affatto necessari. La creazione di collegamenti riguarda più la creatività, la comunicazione e la strategia piuttosto che sapere come scrivere un ciclo for in javascript.

Se hai la capacità di persuadere in modo efficace, creare contenuti di valore o identificare tendenze, puoi creare collegamenti.

10. Tutti i collegamenti seguenti forniscono lo stesso valore

Non tutti i collegamenti vengono creati allo stesso modo e non sto nemmeno parlando della differenza tra i collegamenti follow e quelli no follow. In effetti, ci sono delle distinzioni da fare tra i soli link seguiti.

Prendiamo i collegamenti .edu, per esempio. Questi collegamenti sono tra i più ricercati per i costruttori di collegamenti, poiché si ritiene che abbiano un potere eccessivo. Supponiamo che tu abbia due link dallo stesso sito Web .edu. Sono entrambi sullo stesso dominio, sulla stessa autorità, ma su pagine diverse. Uno è sulla pagina delle borse di studio, l’altro sulla pagina delle risorse di un professore, che è stata accuratamente curata.

Sono entrambi collegamenti da seguire, quindi, naturalmente, dovrebbero avere lo stesso peso, giusto?

Fallire. I motori di ricerca sono abbastanza intelligenti da conoscere la differenza tra un link guadagnato duramente e un link a cui chiunque può sottoporre.

Insieme a questo, il posizionamento di un collegamento su una pagina è importante. Anche se due collegamenti si trovano esattamente sulla stessa pagina (non solo lo stesso dominio), un collegamento above the fold (un collegamento che è possibile visualizzare senza scorrimento) avrà un peso maggiore.

Conclusione

Link building e SEO non sono scienza missilistica. C’è molta confusione là fuori, grazie principalmente al fatto che gli standard di Google cambiano rapidamente e le vecchie abitudini muoiono duramente e le risposte e le strategie che cerchi non sono sempre ovvie.

Detto questo, i punti di cui sopra sono alcuni dei miti più grandi e pervasivi del settore. Spero di essere riuscito a chiarirle per te.

Lascia il tuo prezioso commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

[email protected]

Close