Cerca

10 aziende multi-milionarie costruite col Software Development Outsourcing e lavoro da remoto

Secondo i dati del censimento degli Stati Uniti , il 5,2% degli americani ha lavorato da casa nel 2017, rispetto al 5% nel 2016. La maggior parte delle persone che questo numero rappresenta lavora in un campo di informatica. In effetti, già nel 2015, c’erano circa 300.000 impiegati a tempo pieno in lavori di informatica che lavoravano da casa.

Più della metà dei dipendenti del settore informatico / informatico ha riferito di lavorare in remoto (in pratica è un intero esercito di outsourcing per lo sviluppo di software!) E rappresenta il settore principale da cui assumere lavoratori remoti. Altre industrie popolari per il lavoro a distanza includono l’assistenza sanitaria, le vendite, l’istruzione / formazione e il servizio clienti. Detto questo, oggi ci sono pochi settori che non potrebbero ragionevolmente adattarsi a una struttura di lavoro remota.

Il 56% delle startup ha esternalizzato il proprio lavoro, portando a una maggiore domanda di lavoratori remoti e il 55% dei responsabili delle assunzioni ritiene di aspettarsi un aumento del numero di lavoratori remoti nei prossimi dieci anni.

Alla fine, il lavoro a distanza è sicuramente in aumento e possiamo vederne gli effetti in tutto il panorama tecnologico. Ecco alcune delle migliori aziende che hanno creato team remoti con outsourcing di sviluppo software mentre crescono a milioni di livelli di valore aziendale:

# 1: Automattic

Automattic , la società che guida il processo di sviluppo di WordPress e WooCommerce (tra gli altri) è molto investita nelle opzioni di lavoro a distanza. Il fondatore e CEO Matt Mullenweg è stato molto esplicito sul suo supporto per il lavoro distribuito (preferisce questo termine piuttosto che “remoto”) come “il futuro del lavoro”, un concetto che ha condiviso durante un recente discorso TED .

logo automattico

Automattic ha oltre 860 dipendenti distribuiti in 68 paesi in tutto il mondo. Di recente, Automattic ha deciso di chiudere il quartier generale a San Francisco perché nessuno si presentava!

Automattic fa sì che l’opzione remota funzioni per loro affidandosi a Slack, così come a una rete di blog in tempo reale in esecuzione sul tema P2, condivide Andrew Spittle, ingegnere della felicità di Automattic . Cercano candidati con forti capacità comunicative scritte, poiché si basano principalmente sulla comunicazione testuale. In effetti, le interviste vengono condotte tramite chat.

Di recente, Automattic ha rilasciato un nuovo strumento chiamato Happy Schedule, il primo di una nuova linea di prodotti chiamata “Happy Tools”, creati pensando ai team remoti / distribuiti. Happy Schedule aiuta i membri remoti del team a gestire i loro programmi sincronizzandoli con altri membri del team.

I vantaggi di essere un dipendente di Automattic includono un ritiro annuale di una settimana (e ritiri di dipartimento), indennità di ufficio a domicilio e di coworking e retribuzioni sabbatiche ogni cinque anni.

Già nel 2014, Automattic aveva un valore di $ 1,16 miliardi.

# 2: Toggl

Toggl è uno strumento di monitoraggio del tempo popolare utilizzato da molti team remoti. Praticando ciò che predicano, Toggl opera con un team completamente remoto composto da oltre 75 persone in 19 fusi orari.

Il team di Toggl è anche alla base di un altro utile prodotto di lavoro remoto:  Teamweek , uno strumento di pianificazione del progetto.

toggl logo

Alari Aho ha fondato l’azienda, inizialmente come progetto secondario . Ha avviato con successo non solo questo progetto, ma anche Teamweek e Hundred5 , senza alcun finanziamento di capitale di rischio (ma con l’aiuto dell’outsourcing di sviluppo software). Oggi lo strumento serve oltre un milione di utenti.

Perché la gente ama lavorare per questa azienda? Hanno messo insieme un video in modo che tu possa sentire la risposta direttamente dalla bocca dei loro dipendenti.

Guarda il video:

Glassdoor riporta ulteriori vantaggi per i dipendenti che includono:

  • Uno sconto sul cellulare
  • Abbonamento alla palestra
  • Supporto allo sviluppo professionale

Se stai cercando aiuto per stabilire una cultura del lavoro a distanza o lo sviluppo di software in outsourcing, consulta la loro guida approfondita, Fuori sede .

“Ormai siamo un’azienda remota da oltre 5 anni. La cosa principale che mi piace è la quantità di diversi talenti che puoi trovare in tutto il mondo. Il lavoro a distanza è sicuramente il futuro. “

Alari Aho, cofondatore e presidente di Toggl

Al momento della pubblicazione, Toggl ha un fatturato annuo di $ 14 milioni.

Controlla l’elenco attuale delle aperture di lavoro remote su Toggl, ma non prima di approfondire la loro intervista approfondita sul lavoro remoto con Remote.co .

# 3: Buffer

Buffer , una società di gestione dei social media che consente agli utenti di pianificare, analizzare e gestire tutti i loro account social da un’unica piattaforma, è una delle società più famose per avere un team completamente remoto che esegue l’outsourcing di sviluppo software e altri lavori remoti che opera attraverso diversi fusi orari. In effetti, condividono molte risorse sul loro sito Web su come fanno funzionare il loro team remoto per coloro che desiderano provarlo.

logo buffer

La società è iniziata nel 2013 con 8 membri del team. Poiché sempre più persone hanno iniziato a utilizzare Buffer (ora hanno oltre 100.000 utenti), il team è cresciuto costantemente. Attualmente, Buffer impiega oltre 80 persone da tutto il mondo.

Uno dei valori dell’azienda di Buffer è la trasparenza radicale, al punto che condividono persino i loro stipendi online ! Si noti che i loro stipendi sono adeguati in base al costo della vita. Ma lavorare per Buffer non è solo utile a causa della generosa retribuzione e dei benefici, ma valorizzano davvero il benessere dei dipendenti. Buffer incoraggia i membri del team a prendersi settimane libere o lavorare dove si sentono più produttivi.

Lavorare con un team remoto può essere difficile, ma lo fanno funzionare tenendo ritiri di team in luoghi in cui alcuni dei loro dipendenti hanno sede (sono stati a Singapore, Sydney e Madrid, tra gli altri), e costruendo e rafforzando costantemente un forte cultura aziendale.

# 4: Dell

Dell è stata costantemente inclusa nell’elenco delle prime 100 aziende annuali FlexJobs con lavori remoti.

Dell ha iniziato a offrire un’opzione di telelavoro già dal 2009 con il pensiero che da quando Dell ha sviluppato la tecnologia che consente alle persone di svolgere il loro lavoro migliore in qualsiasi momento e in qualsiasi parte del mondo, i primi ad adottare il lavoro a distanza non dovrebbero essere i propri dipendenti? Questo processo di pensiero è supportato dai valori fondamentali dell’azienda Dell: etica, inclusione e flessibilità.

logo dell

Con il programma Dell Connected Workplace, i membri del team idonei sono in grado di scegliere lo stile di lavoro più adatto alle loro esigenze sia sul lavoro che nella vita personale. I lavoratori possono scegliere tra un’esperienza completamente remota, selezionare giorni online e condividere il lavoro.

Dell utilizza la videoconferenza per condurre interviste e social media per condividere storie dei propri dipendenti remoti. Hanno anche un gruppo di risorse dei dipendenti (ERG) chiamato Conexus, che sostiene una comunità di lavoro flessibile creando un ambiente di lavoro collaborativo. Questo contiene tutte le risorse di cui i lavoratori remoti potrebbero aver bisogno e la comunità online può aiutare a tenere a bada la solitudine derivante dal lavoro remoto.

Sebbene Dell sia una società affermata, dall’introduzione delle opzioni di lavoro remoto e dell’outsourcing dello sviluppo software, stimano di aver risparmiato oltre 25 milioni di kWh di elettricità (dal 2013) e di aver risparmiato oltre 39,5 milioni di dollari (dal 2014). Si stima che sia i membri del team Dell che i loro clienti abbiano risparmiato 6,1 milioni di tonnellate di CO 2 dal telelavoro nel solo 2015.

Incuriosito da questa cultura aziendale? Consulta l’elenco aggiornato delle opzioni di lavoro remoto .

# 5: l’app

La società australiana Appen è un altro datore di lavoro noto per avere un team remoto. Di fatto, si è classificato al primo posto nell’elenco di FlexJobs tra le prime 100 aziende da tenere d’occhio per i lavori remoti nel 2019 .

Appen, fondata nel 1996, è leader mondiale nei servizi vocali e tecnologici.

logo dell'app

Appen ha due principali linee di business:

  • Una divisione di risorse linguistiche che fornisce set di dati (audio, testo, immagine e video) per l’addestramento di motori AI.
  • Una divisione di pertinenza dei contenuti che aiuta i clienti a formare prodotti basati sull’intelligenza artificiale (principalmente motori di ricerca) tramite valutazione e feedback umani.

In breve, Appen collabora con aziende automobilistiche ed e -commerce (anche il governo) per aiutarle a sviluppare prodotti che si basano sul linguaggio naturale e sull’apprendimento automatico. Appen è stato valutato a $ 51 milioni di AUD, ma da quando ha fatto domanda per una IPO nel 2015, le entrate sono in costante crescita, causate dal boom globale di intelligenza artificiale e machine learning.

A partire dal 2018, la società aveva 574 dipendenti a tempo pieno e incorpora l’outsourcing di sviluppo software con oltre 1,2 milioni di collaboratori esterni che lavorano come analisti di Internet, valutatori di social media e trascrittori in oltre 140 paesi.

# 6: Gitlab

Gitlab è una piattaforma open source di collaborazione in codice che consente agli utenti di creare, rivedere e distribuire il codice, il tutto da un’unica piattaforma, rendendo il ciclo di vita del software più veloce del 200%.

È utilizzato da numerosi grandi marchi, tra cui NASA, Sony e Siemens.

logo gitlab

Fin dall’inizio, Gitlab aveva una squadra remota, poiché i due fondatori, Sytse Sijbrandij e Dmitriy Zaporozhets, vivevano entrambi in paesi diversi (all’epoca Sijbrandij era in Olanda e Zaporozhets era in Ucraina), e iniziarono ad assumere gente da diversi paesi a lavorare per loro. Al momento della pubblicazione, Gitlab ha oltre 550 dipendenti in oltre 50 paesi.

Il manifesto remoto di Gitlab evidenzia i valori dell’azienda, tra cui incontri faccia a faccia online per parlare di ciò che devono risolvere per il giorno. Gitlab ha recentemente raccolto $ 100 milioni , portando la valutazione dell’azienda a $ 1,1 miliardi. Sta osservando una IPO entro il 2020.

Scopri le aperture di lavoro remoti del Gitlab se siete interessati a lavorare con questa azienda.

# 7: InVision

InVision è una piattaforma di progettazione digitale utilizzata da oltre un milione di utenti, comprese le principali aziende come Evernote, Amazon, HBO e Salesforce. Con InVision, gli utenti possono progettare e testare un prodotto utilizzando un’interfaccia intuitiva, ovunque.

Il CEO Clark Valberg sostiene il lavoro a distanza perché dà ai membri del team più paternità nella loro vita, che a sua volta crede che spinga la creatività e l’innovazione.

logo invision

InVision ha un team distribuito che impiega oltre 200 addetti allo sviluppo di software in outsourcing da oltre 14 paesi e utilizza un’app chiamata Workable per trovare nuovi candidati.

I vantaggi includono assicurazione medica, abbonamento a una palestra, indennità per l’attrezzatura, viaggio e congresso, oltre a un pacchetto di compensazione competitiva.

Controlla le attuali offerte di lavoro a distanza di InVision , che includono posizioni in prodotti, ingegneria, vendite e assistenza clienti.

# 8: MeetEdgar

MeetEdgar è una piattaforma di pianificazione sociale completamente remota da quando è stata avviata dal CEO e fondatore Laura Roeder nel 2014.

MeetEdgar è nato come un team unico ed è stato completamente bloccato dal suo fondatore fino a quando non è cresciuto fino a diventare un team di oltre 20 persone, con lavoratori principalmente dal Canada e dagli Stati Uniti.

logo meetedgar

Nonostante sia stato completamente avviato, MeetEdgar è cresciuto di oltre $ 4 milioni in entrate ricorrenti annuali in 4 anni brevi, il tutto pur essendo completamente remoto. L’azienda apprezza la diversità e l’utilizzo del lavoro remoto per creare inclusività nel proprio team. Credono fermamente che il lavoro a distanza aiuti a raggiungere un migliore equilibrio tra vita professionale e vita privata in modo tale da offrire vantaggi completi che includono assegni Internet / coworking / Macbook, conferenze annuali e persino un’indennità di pulizia domestica per aiutare i lavoratori a bilanciare le loro altre responsabilità.

Quando prendono in considerazione nuovi dipendenti, cercano buone capacità comunicative scritte, nonché una buona automotivazione e qualcuno che possa lavorare in modo indipendente ma che sia anche incline al gruppo.

# 9: Todoist

Fondata nel 2007, Todoist , una delle app più popolari per la gestione di attività e attività, è iniziata come progetto secondario del CEO Amir Salihefendić.

Attualmente ha 61 impiegati da 24 paesi. Todoist è uno dei prodotti di Doist , la sua società madre.

logo todoist

Salihefendić non è estraneo alla cittadinanza globale: è nato in Bosnia, ha trascorso la sua adolescenza in Danimarca (dove ha frequentato l’università) e alla fine si è trasferito a Taiwan mentre lavorava su Plurk , una popolare piattaforma sociale in Asia che ha co-fondato.

Quando Salihefendić era al college, ha bilanciato i suoi studi mentre svolgeva due lavori e aveva bisogno di uno strumento per gestire con successo tutti i suoi progetti. Dato che non era soddisfatto delle attuali soluzioni sul mercato, decise di crearne uno suo.

Quando Salihefendić ha lasciato Plurk, è rimasto sorpreso dal fatto che Todoist abbia accumulato 300.000 utenti, nonostante non abbia fatto grandi sforzi per far crescere l’app. Sapendo che era interessato a qualcosa, decise di concentrarsi completamente su questa iniziativa.

All’epoca non riusciva a trovare talenti locali. Di fronte alla scelta di trasferirsi in un posto come New York o San Francisco per aprire un ufficio o cercare persone che lo aiutassero in remoto da tutto il mondo, scelse quest’ultima opzione.

Salihefendić è molto esplicito su quanto altamente pensi del lavoro a distanza e su come ciò contribuisca a un buon equilibrio tra lavoro e vita privata. Come CEO di un’azienda che aiuta con la produttività, lo ha messo in atto offrendo vantaggi come 40 giorni di riposo obbligatori all’anno .

Alla pubblicazione, Todoist incassa circa 5 milioni di dollari all’anno.

# 10: Zapier

Zapier è una soluzione di produttività per l’automazione della condivisione dei dati e l’attivazione di varie azioni tra le app. In sostanza, crea un’integrazione tra diversi strumenti software che altrimenti non esisterebbero.

Secondo un’intervista con il co-fondatore Wade Foster su Hacker Noon , Zapier è stato lanciato nel 2011 a Columbia, nel Missouri, con il co-fondatore Bryan Helmig. All’epoca erano liberi professionisti come sviluppatori web per un certo numero di clienti e videro l’opportunità di aggiungere valore ai progetti dei loro clienti.

logo zapier

Il team di Zapier è remoto al 100%, con oltre 150 membri distribuiti in 15 fusi orari e 17 paesi. I vantaggi includono una politica per le vacanze illimitata, un piano pensionistico con una corrispondenza aziendale del 4% (per i dipendenti con sede negli Stati Uniti – ma offrono altre opzioni di condivisione degli utili per tutti gli altri), 2 ritiri aziendali annuali, congedi parentali retribuiti e un’indennità di sviluppo professionale. Il loro processo di assunzione inizia con un modulo online e usano estensioni personalizzate per mascherare i nomi e le foto dei candidati e rimuovere i pregiudizi dall’inizio del processo.

Zapier condivide le lezioni apprese nella sua Guida definitiva al lavoro remoto , oltre a innumerevoli altre risorse di outsourcing di sviluppo software condivise sul loro sito Web e blog .

Sebbene l’esatta valutazione della società non sia stata resa pubblica, Business Insider condivide che Zapier ha un tasso annuale di $ 35 milioni a partire dal 2018.

Scopri le opportunità di lavoro di lavoro remoto aggiornate di Zapier .

Considerazioni finali sulle aziende costruite con lo sviluppo di software in outsourcing e il lavoro remoto

Dopo aver considerato questo gruppo di società flessibili ma redditizie nel suo insieme, i seguenti elementi da asporto possono essere utili per creare un team remoto o lo sviluppo di software in outsourcing per la tua azienda:

  • 📢Trasparenza e comunicazione – in particolare la comunicazione scritta – sono due fattori che svolgono un ruolo enorme nel successo con lavori remoti. Inoltre, il mantenimento della fiducia è un fattore enorme poiché i manager non possono vedere fisicamente se i membri del loro team stanno lavorando, ma si affidano solo al loro output (e alla loro reattività alle comunicazioni online).
  • 🏖️ Squadre remote di successo cercano il più possibile di incontrarsi di persona, almeno una o due volte l’anno per conoscere le persone con cui lavorano.
  • 🎓 Dal momento che risparmiano sui costi generali, la maggior parte di queste aziende offre compensi competitivi e può erogare indennità speciali, come quelle per attrezzature, benessere e conferenze per consentire ai propri dipendenti di espandere l’apprendimento.

Quindi, andare in remoto è la strada giusta per la tua azienda?

La giuria è ancora fuori, ma ci sono alcuni aspetti generali che dovresti considerare prima di prendere la decisione:

In primo luogo, “lavoro a distanza” significa cose diverse per persone diverse. Nella sua incarnazione più generica, il lavoro remoto si riferisce a fare un lavoro fuori dall’ufficio . Tuttavia, esistono diversi tipi di lavoro remoto.

Ad esempio, ci sono alcune aziende che consentono un’esperienza completamente remota , mentre alcune consentono ai loro dipendenti di lavorare da casa uno a pochi giorni alla settimana. Inoltre, alcune aziende preferiscono ancora assumere dipendenti a livello locale, in modo che tutti possano partecipare a una riunione, se necessario, mentre altri diventano completamente globali.

Nel complesso, sebbene ci possano essere diversi vantaggi nel lavorare in remoto, non funziona per tutti. Aziende come Yahoo e IBM hanno provato a offrire il lavoro da casa, ma da allora hanno optato per ridurre o eliminare completamente il telelavoro a favore di unire le persone per innovare. Poiché queste aziende sono composte da team più grandi, riunire i membri del team e spingere fuori i prodotti può rappresentare un problema rispetto ai piccoli team di avvio, che sono più agili.

Le aziende che adottano una cultura del lavoro a distanza e lo sviluppo di software in outsourcing credono che essendo indipendenti dalla posizione, non solo hanno un pool più profondo per trovare i migliori talenti al mondo. Credono anche che dando ai loro dipendenti l’autonomia di scegliere dove lavorano meglio, scateneranno un pensiero più creativo e innovativo, necessario nelle startup tecnologiche frenetiche (come la maggior parte delle aziende in questo elenco).

Cosa ti trattiene dall’avvio del tuo team remoto? Ci siamo persi di menzionare una bella società costruita con l’outsourcing di sviluppo software? Condividi le tue opinioni con noi su Twitter @CodeinWP !

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close